CHE osserva gli audit di laboratorio in Cina a seguito della sonda iniziale COVID

Covid

L'Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato venerdì che la seconda fase di un esame all'inizio del COVID-2 deve consistere in corsi di aggiornamento in Cina e audit di laboratorio.

In una carrellata a porte chiuse agli Stati partecipanti, il preside dell'OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus ha suggerito 5 priorità principali per la fase successiva dell'esame.

Consistevano in "audit di laboratori e istituti di ricerca pertinenti che operano nell'area dei casi umani iniziali identificati nel dicembre 2019", secondo un duplicato della sua dichiarazione di apertura fornita dall'OMS.

Ha anche raccomandato agli investigatori di concentrarsi su "studi che danno priorità alle aree geografiche con la prima indicazione della circolazione di SARS CoV-2", l'infezione che crea COVID-19.

E ha richiesto ancora più studi di ricerca sui mercati di animali domestici intorno alla città cinese di Wuhan, dove la malattia è stata inizialmente identificata.

L'azienda delle Nazioni Unite per la salute e la salute è stata sottoposta a un crescente stress per un nuovo esame molto più approfondito di come si è inizialmente manifestata la malattia che ha eliminato oltre 4 milioni di persone in tutto il mondo.

L'OMS è stata appena in grado di inviare un gruppo di professionisti globali indipendenti a Wuhan a gennaio, più di un anno dopo la comparsa iniziale del COVID-19 alla fine del 2019, per aiutare gli equivalenti cinesi a penetrare gli inizi della pandemia.

'Estremamente improbabile'

Hanno pubblicato un record alla fine di marzo, ma non hanno ottenuto alcun verdetto aziendale su come l'infezione sia inizialmente balzata alle persone.

Invece hanno posto una serie di teorie in base alla probabilità che pensavano di essere, scoprendo che era più che probabile che l'infezione fosse passata dai pipistrelli alle persone attraverso un animale domestico intermedio. Un concetto diverso che prevedeva l'infezione che gocciolava da un laboratorio di ricerca era considerato "estremamente improbabile".

L'esame ha lanciato il guanto di sfida per non avere apertura e accessibilità, nonché per non aver valutato molto più a fondo il concetto di perdita di laboratorio.

A lungo ridicolizzato come concetto di cospirazione conservatrice, oltre che decisamente rifiutato da Pechino, il concetto che il COVID-19 potrebbe essere sorto da una fuga di laboratorio sta effettivamente acquisendo energia.

Secondo i dettagli acquisiti dall'AFP, l'OMS ha attualmente creato una procedura per valutare la sicurezza del laboratorio e la sicurezza organica per aiutare a identificare se l'infezione potrebbe essere stata causata da un incidente di laboratorio.

Il metodo, che l'azienda intende utilizzare per esaminare l'inizio del COVID-19 oltre a possibili episodi futuri, offre procedure per valutare, per citare alcuni punti, lo spazio di stoccaggio degli esempi di infezione e la gestione dei rifiuti.

'Precoce'

Tedros, che ha costantemente sostenuto che tutti i concetti rimanessero sul tavolo, giovedì ha informato i giornalisti che la stampa per eliminare il possibile collegamento web a una perdita di laboratorio era stata in realtà "prematura"

Il rappresentante del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian ha rifiutato, aspettando il pensiero finale dell'obiettivo iniziale che una perdita di laboratorio fosse "estremamente improbabile", oltre ad avvertire che "questo problema non dovrebbe essere politicizzato".

Allo stesso modo, ha rifiutato il costo di Tedros durante l'intervista di giovedì secondo cui la Cina non è riuscita a condividere le informazioni grezze richieste durante la fase iniziale dell'esame, insistendo fermamente sul fatto che ai professionisti sia stata offerta un'accessibilità adeguata.

Nella sua dichiarazione di venerdì, Tedros ha ringraziato la Cina e varie altre nazioni "che ieri mi hanno scritto e sono d'accordo che trovare le origini di questo virus è un esercizio scientifico che deve essere tenuto libero dalla politica".

"Ci aspettiamo che la Cina sostenga questa prossima fase del processo scientifico condividendo tutti i dati rilevanti in uno spirito di trasparenza", ha affermato.

Dopo l'obiettivo iniziale più probabile della Cina, Pechino ha effettivamente promosso la fase successiva per concentrarsi in altri luoghi.

Le risorse diplomatiche che hanno visto il record fluire verso gli obiettivi in ​​precedenza oggi come base per il resoconto di venerdì hanno affermato che la Cina è stata l'unica nazione discussa come luogo per il seguente obiettivo.

'Essenziale'

Tedros ha sottolineato che arrivare alla base del segreto dell'origine del COVID-19 era "essenziale", per "capire come è iniziata la pandemia e prevenire futuri focolai".

Il preside dell'OMS ha anche rivelato venerdì lo sviluppo di un nuovissimo gruppo consultivo scientifico internazionale irreversibile per le origini di nuovi agenti patogeni, o SAGO.

Il nuovissimo team, ha affermato, "avrà sicuramente un ruolo vitale nella prossima fase" degli studi di ricerca sugli inizi del COVID, "così come sulle origini di futuri nuovi agenti patogeni".