L'apprendimento virtuale può aiutare gli infermieri a riconoscere il dolore del bambino

neonato

Si credeva che i bambini più giovani di 4 settimane, chiamati neonati, non vedessero il dolore a causa di sistemi sensoriali non ancora completamente sviluppati, ma secondo uno studio di ricerca contemporaneo o altro, secondo gli scienziati dell'Università di Hiroshima in Giappone

Non solo i bambini provano dolore, ma i diversi gradi possono essere standard per aiutare gli infermieri a riconoscere e reagire ai suggerimenti dei bambini, se gli infermieri hanno la possibilità di scoprire i dispositivi di raccolta e le abilità necessarie per rispondere adeguatamente. Con orari limitati e corsi di formazione di persona minimi offerti, supponevano gli scienziati, l'e-learning virtuale potrebbe essere in grado di fornire un corso agli infermieri per cercare separatamente una formazione in questo campo.

Per esaminare questa teoria, gli scienziati hanno eseguito una ricerca pilota su 115 infermieri con diversi gradi di formazione ufficiale e anni di esperienza in 7 centri sanitari in tutto il Giappone. Hanno pubblicato i loro risultati il ​​27 maggio in Progressi nell'assistenza neonatale.

"Nonostante un crescente corpus di conoscenze e linee guida pubblicate in molti paesi sulla prevenzione e la gestione del dolore nei neonati ricoverati in terapia intensiva neonatale, il dolore neonatale rimane non riconosciuto, sottotrattato e generalmente impegnativo", ha affermato lo scrittore di articoli Mio Ozawa, insegnante associato nel Scuola di specializzazione in scienze biomediche e sanitarie presso l'Università di Hiroshima.

Gli scienziati hanno creato un vasto programma virtuale multimediale sulla somministrazione del dolore neonatale, basato su intervalli di dolore standard selezionati, per prendersi cura del team di scoprire separatamente come utilizzare i dispositivi dimensionali. Il programma, chiamato e-Pain Management of Neonates, è il primo del suo genere in Giappone.

"L'obiettivo dello studio era verificare la fattibilità del programma e se l'e-learning migliora effettivamente le conoscenze e le capacità di punteggio degli infermieri", ha affermato lo scrittore di articoli Mio Ozawa, insegnante associato presso la Graduate School of Biomedical and Health Sciences presso l'Università di Hiroshima. "I risultati di questo studio suggeriscono che gli infermieri potrebbero acquisire conoscenze e competenze sulla misurazione del dolore neonatale attraverso l'e-learning".

Il complice completo ha fatto un pre-test all'inizio della ricerca, prima di iniziare un programma di e-learning di quattro settimane autodidatta dedicato all'apprendimento di intervalli di dolore standard per misurare il dolore nei bambini. Tuttavia, solo 52 infermieri hanno terminato il post-test dopo 4 settimane. Per quei 52, le valutazioni sono aumentate nel corso di una serie di anni di esperienza, nonché dell'istruzione e dell'apprendimento ufficiali.

Ozawa ha tenuto presente che la dimensione dell'esempio è piccola, ma ha anche affermato che le valutazioni degli esami migliorate hanno mostrato la capacità di e-learning

"La ricerca futura dovrà andare oltre il livello individuale per determinare quali benefici sono prodotti nella gestione del dolore neonatale negli ospedali dove gli infermieri imparano la gestione del dolore neonatale attraverso l'e-learning", ha affermato Ozawa. "Questo studio dimostra che un programma di gestione del dolore neonatale virtualmente erogato può essere utile per il raggiungimento da parte degli infermieri delle conoscenze e delle abilità per la gestione del dolore neonatale, compreso un uso appropriato di strumenti di punteggio selezionati".