Il governo dello Utah si scusa per l'errore nei dati del vaccino COVID-19: "Abbiamo fatto un casino"


Spencer Cox ha affermato che lo stato ha commesso un errore nel calcolare i dati del vaccino COVID-19 del governo

By Alessandria Hein |

  • Facebook
  • Twitter
  • Flipboard
  • Commenti
  • Stampa

close Aziende "probabili" autorizzate a richiedere il vaccino COVID: Jonathan Turley Video

Le aziende "molto probabilmente" abilitate ad aver bisogno del vaccino COVID: Jonathan Turley

L'insegnante di diritto costituzionale di GW considera Morgan Stanley che chiede ai lavoratori di ottenere il vaccino COVID-19 su "Your World"

Il capo dello Utah ha chiesto scusa lunedì per un evidente errore nella copertura dei dati sull'inoculazione di COVID-19. In una dichiarazione twittata rivolta ai fan, il governatore Spencer Cox ha affermato che lo stato "ha fatto un casino" nel riferire che il 70% dei locali adulti aveva effettivamente ricevuto almeno un vaccino, quando il totale reale era di circa il 67.07%. 

“I miei compagni Utahns: abbiamo fatto un casino. E mi scuso sinceramente", ha iniziato Cox la sua lettera. “Quando sono diventato governatore, ho promesso che avrei ritenuto me stesso e gli altri nel governo statale responsabili e avrei ammesso i nostri errori. Quando ci è stato detto dal nostro team di dati che avevamo raggiunto il 70% degli Utahn adulti che ricevevano almeno una dose dei vaccini COVID-19, siamo rimasti sorpresi, eccitati e un po' scettici". 

Cox, un repubblicano, ha affermato che invece di entusiasmo per introdurre i criteri di riferimento, "abbiamo deciso di aspettare qualche giorno per ricontrollare due volte e tre volte i numeri". Ha affermato che quando tutti i record hanno convalidato il numero, le autorità hanno proceduto e lo hanno anche rivelato. 

Il posto di lavoro di Cox aveva effettivamente twittato il 6 luglio che lo stato aveva raggiunto il suo obiettivo di inoculazione del 70%, 2 giorni dopo la data obiettivo del presidente Biden. Nei tweet che chiariscono i dati, il posto di lavoro di Cox ha affermato che la divisione sanitaria dello stato ha rivelato che il 65.2% degli Utahns adulti aveva effettivamente ricevuto almeno una dose, ma che i dati non erano costituiti da colpi forniti dal VA, dal Dipartimento della Difesa, dai riformatori o servizi sanitari indiani Dopo aver incluso quei dosaggi al numero riportato dalla divisione benessere, le autorità hanno stabilito che la percentuale di adulti con almeno un dosaggio era del 70.2%.

Tuttavia, lo stato ha effettivamente considerato che ha identificato un errore nel modo in cui i dati del governo sono stati pensati. 

"Un paio di giorni fa, abbiamo appreso che c'era un errore nel modo in cui avevamo contato le dosi federali", ha creato. “È apparso subito chiaro che avevamo raggiunto solo il 67.07%. Sebbene la condivisione dei dati federali sia stata estremamente difficile, questa spetta a noi. Il nostro team di dati è devastato e imbarazzato. E anche io". 

"Anche se questo errore di calcolo è imperdonabile, hanno riesaminato i processi per evitare che questo tipo di errore si ripeta", ha affermato del gruppo di dati statali. 

A partire da martedì, lo Utah ha riferito che oltre 1.6 milioni di abitanti dello Utah avevano effettivamente ricevuto almeno un dosaggio di un vaccino, che più di 1.4 milioni erano attualmente completamente immunizzati.