Lo studio conclude che il lancio del vaccino COVID negli Stati Uniti ha salvato 279,000 vite

Covid

(HealthDay) – Le vaccinazioni COVID-19 hanno effettivamente fermato un minimo di 279,000 decessi e 1.25 milioni di ricoveri ospedalieri negli Stati Uniti, tuttavia l'alternativa Delta rappresenta un pericolo sostanziale per tale sviluppo, affermano gli scienziati.

"I vaccini hanno avuto un successo straordinario nel ridurre la diffusione del virus e nel salvare centinaia di migliaia di vite solo negli Stati Uniti", ha affermato la scrittrice dello studio Alison Galvani, supervisore del Center for Infectious Disease Modeling and Analysis presso la Yale School. di sanità pubblicaP

"Tuttavia, fino a quando la maggior parte degli americani non sarà vaccinata, molte più persone potrebbero ancora morire a causa di questo virus", ha affermato in un comunicato stampa di Yale. “Il pericolo non è finito. Non è il momento di abbassare la guardia".

Galvani e il suo gruppo hanno esaminato le informazioni dal 1 ottobre 2020 al 1 luglio e hanno riscontrato che più di 328 milioni di dosaggi di vaccini COVID-19 sono stati forniti durante quel periodo, e che il 67% degli adulti ha ottenuto almeno un dosaggio.

Se fosse stata effettivamente eseguita solo la metà dei colpi, ci sarebbero stati sicuramente più di 120,000 morti in più e 450,000 ricoveri ospedalieri in più, secondo gli scienziati.

Ha inoltre rilevato che il numero di casi di COVID-19 è precipitato da più di 300,000 al giorno al massimo della pandemia a gennaio a molto meno di 20,000 al giorno a metà giugno.

Tuttavia, lo sviluppo realizzato con il programma di vaccinazione nazionale può essere rapidamente capovolto dall'alternativa Delta molto trasmissibile se attiva un picco di nuovi casi tra le innumerevoli persone che non sono state immunizzate, hanno avvertito gli scienziati.

Lo studio è stato pubblicato il 7 luglio dal Commonwealth Fund, una società senza fini di lucro che si occupa di problemi sanitari.