I ricercatori rivelano le complicanze più comuni associate al cancro nelle donne in gravidanza

I ricercatori rivelano le complicanze più comuni associate al cancro nelle donne in gravidanza

Una ricerca condotta dalla Keele University intende migliorare i risultati finali per le donne in gravidanza che corrono una maggiore minaccia di complicazioni a causa di una diagnosi medica di cancro esistente o storica.

Un nuovo studio, condotto dal dott. Pensee Wu della Scuola di Medicina della Keele University, ha effettivamente rivelato che le donne incinte che hanno effettivamente avuto un cancro o hanno attualmente il cancro hanno maggiori probabilità di sperimentare 2 o anche più problemi clinici sincronizzati al momento della spedizione, anche come intende migliorare i risultati finali per queste persone migliorando la comprensione tra gli esperti di assistenza medica delle possibili complicazioni posizionate su queste donne.

Lo studio di ricerca, pubblicato da Procedure della Mayo Clinic, ha rilevato che le 3 diagnosi mediche di cancro più comuni associate alla maternità sono le cellule del sangue (ematologiche), della tiroide e del collo dell'utero, nonché i pericoli più comuni associati alle nascite precoci.

Nel frattempo, il cancro del collo dell'utero era anche associato alle maggiori possibilità possibili di danno renale intenso, il cancro della pelle era più associato a un aumento del rischio di ictus, così come le cellule tumorali ematologiche erano associate a maggiori pericoli di complicanze nelle strutture sanitarie e di morte. in alcuni casi.

Inoltre, la diffusione del cancro – le mestasi – in tutto il corpo ha anche aumentato il rischio di parto pretermine e la morte della madre.

Per eseguire lo studio, il gruppo ha valutato le informazioni di oltre 43 milioni di donne che hanno fornito bambini per un periodo di dieci anni tra il 2004 e il 2014 e ha esaminato in particolare i risultati finali per coloro che avevano un cancro presente e storico.

Il dottor Wu, oratore anziano nonché esperto onorario in ostetricia e ginecologia, ha affermato: “Il cancro è la seconda causa di morte più comune nelle donne. Le donne a cui è stato diagnosticato un cancro durante la gravidanza o prima di aver completato la gravidanza hanno bisogno di una consulenza appropriata in modo che possano fare scelte informate. Gli operatori sanitari dovrebbero comunicare a questo gruppo di donne i rischi di parto associati alla diagnosi di cancro attuale e storica”.