Le persone che ricevono batteri "amici" nelle gocce nasali proteggono dalla meningite protected

meningite

Guidato dal professor Robert Read e dal dottor Jay Laver del NIHR Southampton Biomedical Research Center e dell'Università di Southampton, il nuovissimo studio immunologico è il primo del suo genere.

Insieme hanno messo una genetica in un tipo sicuro di batteri, che gli permette di rimanere nel naso e di attivare un'azione immunitaria. Successivamente hanno presentato questi batteri direttamente nel naso di volontari sani ed equilibrati usando gocce nasali.

I risultati, pubblicati sulla rivista Science Translational Medicine, ha rivelato una solida azione immunitaria contro i batteri che scatenano la meningite Queste informazioni rivelano inoltre una difesa duratura.

La meningite si verifica in persone di tutte le età, ma colpisce principalmente i bambini, i piccoli e gli anziani. La meningite meningococcica è una forma microbica della malattia, che provoca 1,500 casi all'anno nel Regno Unito. Può portare alla morte in appena 4 ore dopo l'inizio dei segni.

Circa il 10% degli adulti porta N. meningitidis nella parte posteriore del naso e della gola senza segni o segni. Tuttavia, in alcune persone può entrare nel flusso sanguigno. Ciò può causare problemi mortali tra cui meningite e avvelenamento del sangue (setticemia).

Il batterio “amico” Neisseria lactamica (N. lactamica) vive inoltre normalmente nel naso di alcune persone. Abitando il naso, salvaguarda da una grave forma di meningite. Lo fa rifiutando una presa alla sua stretta parente Neisseria meningitidis (N. meningitidis).

Le informazioni nuove di zecca migliorano il lavoro precedente del gruppo con l'intenzione di manipolare questa sensazione del tutto naturale. Questo studio di ricerca ha rivelato che le gocce nasali di N. lactamica hanno impedito a N. meningitidis di risolversi nel 60% degli individui.

Per quelle persone, N. lactamica aveva effettivamente escluso il suo parente dannoso. Ciò ha spinto il lavoro a rendere N. lactamica molto più efficiente nel rimuovere N. meningitidis.

Il gruppo lo ha fatto consegnandolo tra gli strumenti fondamentali di N. meningitidis, una proteina di superficie "appiccicosa" che afferra le cellule che rivestono le cellule. Mettendo un duplicato della genetica di questa proteina nel DNA di N. lactamica, potrebbe anche sostituire it– livellamento dell'area divertimento.

Oltre a generare un'azione immunitaria più potente, quei batteri mutati sono rimasti molto più a lungo. Presente da almeno 28 giorni, con la maggior parte degli individui (86%) che lo trascina ancora a 90 giorni, non ha creato segnali sfavorevoli.

I risultati dello studio di ricerca, finanziato dal Medical Research Council, garantiscono questo nuovissimo metodo per fermare le infezioni mortali, senza farmaci. È una tecnica che potrebbe essere essenziale di fronte all'espansione della resistenza antimicrobica.

Il dott. Jay Laver, ricercatore senior in microbiologia molecolare presso l'Università di Southampton, ha commentato: "Sebbene questo studio abbia identificato il potenziale della nostra tecnologia ricombinante N. lactamica per proteggere le persone dalla malattia meningococcica, la tecnologia della piattaforma sottostante ha applicazioni più ampie.

“In teoria è possibile condividere qualsiasi tipo di antigene nei nostri batteri, il che implica che possiamo eventualmente adattarli per affrontare un'ampia varietà di infezioni che entrano nel corpo con il sistema respiratorio superiore. Nel miglioramento della distribuzione degli antigeni da iniezione, i progressi nella biologia artificiale significano che in futuro potremmo anche utilizzare batteri geneticamente modificati per produrre e fornire particelle terapeutiche”.

Il prof. Read, direttore del NIHR Southampton Biomedical Research Centre, ha dichiarato: "Questo lavoro ha effettivamente rivelato che è possibile proteggere le persone da condizioni gravi utilizzando gocce nasali che hanno modificato geneticamente i batteri piacevoli Riteniamo che questo sia molto probabilmente un efficace come nonché il metodo preferito per salvaguardare le persone da una varietà di condizioni in futuro”.