La "pandemia dei non vaccinati" preoccupa le frenetiche strutture sanitarie degli Stati Uniti


Alcune strutture sanitarie riportano quantità di documenti o clienti quasi recordre

The Associated Press

  • Facebook
  • Twitter
  • Flipboard
  • Commenti
  • Stampa

close Fox News Flash principali titoli per il 16 luglio Video

Fox News Flash in testa ai titoli per il 16 luglio

I titoli principali di Fox News Flash sono proprio qui. Scopri cosa sta facendo clic su.com.

Il ritorno del COVID-19 negli Stati Uniti sta tassando le strutture sanitarie ogni volta che alcuni di loro sono frenetici semplicemente cercando di recuperare le procedure chirurgiche e anche vari altri trattamenti che sono stati rinviati durante la pandemia.

Con l'alternativa delta estremamente infettiva che si disperde rapidamente, i casi negli Stati Uniti sono aumentati di circa il 70% negli ultimi tempi, i ricoveri in centri sanitari sono aumentati del 36% e anche i decessi sono aumentati del 26%, hanno affermato i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie venerdì. .

Alcune strutture sanitarie riportano documenti o quantità di clienti quasi record. Ma anche per coloro che non lo sono, questo round della pandemia si sta rivelando in qualche modo più difficile, hanno affermato le autorità sanitarie e sanitarie. I partecipanti allo staff sono a pezzi, e anche scoprire che fare un viaggio infermiere registrate per aumentare le loro classifiche può essere difficile.

"Penso davvero che sia una guerra e per quanto tempo puoi rimanere in prima linea", ha affermato il dottor Mark Rosenberg, capo di stato dell'American College ofEmergency Physicians "E quante volte vuoi tornare per un altro turno di servizio? . Alla fine non vorrai più farlo".

Inoltre, molte strutture sanitarie erano frenetiche anche prima dell'inizio dell'aumento, gestendo una scorta di test, procedure e altri trattamenti sulle cellule tumorali che sono stati ritardati durante la stagione invernale per liberare l'area e anche i membri del team, secondo i leader sanitari.

"Alla fine devi pagare il pifferaio, e quelle cose ora si sono accumulate", ha affermato il dott. James Lawler del Global Center for Health Security presso l'Università del Nebraska Medical Center di Omaha.

La dottoressa Laura Makaroff, anziano vice capo di stato per l'elusione e anche per la prima scoperta per l'American Cancer Society, ha affermato che i test sulle cellule tumorali sono diminuiti durante l'epidemia e devono ancora tornare ai livelli normali in molte aree. Ha consigliato che i ritardi nei test possono portare alla scoperta di cellule tumorali nelle fasi avanzate della condizione.

Le vittime di COVID-19 e anche le infezioni appena convalidate negli Stati Uniti sono ancora sostanzialmente inferiori a quelle della stagione invernale. Ma per la prima volta da allora, le istanze stanno aumentando in tutti i 50 stati. E la campagna di vaccinazione del paese è in realtà rallentata fino a rallentare, con appena il 48% circa della popolazione completamente al sicuro.

"Dire a qualcuno: 'Scusa, dobbiamo ritardare il tuo intervento chirurgico all'anca o la tua procedura perché abbiamo troppi pazienti COVID che sono in gran parte non vaccinati', non è quello che ci siamo iscritti per fare nell'assistenza sanitaria", ha affermato.

In Georgia, l'Augusta University Medical Center sta "rovinando le cuciture" poiché si occupa dei trattamenti clinici sospesi a causa della pandemia e si occupa anche di un picco di malattie respiratorie che generalmente colpiscono nella stagione invernale, ha affermato il dott. Phillip Coule, primario poliziotto clinico.

Allo stesso modo, i ricoveri ospedalieri per COVID-19 hanno iniziato a crescere fino a circa 8 o 10 persone, da un minimo di 1 o 2 al giorno. Mentre i numeri continuano a essere ancora molto al di sotto dell'altezza di 145 a gennaio, Coule ha affermato di vedere lo scenario molto da vicino.

"In un certo senso mi sembra che stiamo molto meglio di prima", ha affermato, tenendo presente che il personale è molto più sicuro grazie alle vaccinazioni. "In altri modi, [ci] preoccupa se dobbiamo rimandare di nuovo le cure di routine quale sarà il risultato".

In California, la contea di Los Angeles avrà ancora una volta bisogno di maschere all'interno, anche in individui che sono stati effettivamente immunizzati. Nelle ultime 3 settimane, i casi di COVID-19 sono effettivamente aumentati in tutte le 36 strutture sanitarie della California di Kaiser Permanente, a oltre 400.

Il dottor Stephen Parodi, che ha contribuito a stabilire l'aumento dei preparativi per le strutture sanitarie di Kaiser Permanente, ha affermato di essere sicuro di poter affrontare l'aumento, tenendo presente che il totale è ancora molto inferiore al 20% dell'altezza di gennaio.

Ma ha affermato che le strutture sanitarie attualmente erano frenetiche con persone che si presentavano alla clinica di emergenza con malattie più gravi di quelle che avrebbero certamente avuto se i problemi fossero stati scoperti prima.

"A un certo punto, la malattia non ci aspetta", ha affermato. "La possibilità di rinviare le cure aggiuntive quando hai già rinviato per un anno, un anno e mezzo, semplicemente non è un'opzione accettabile".

.