Oltre il 90% dei casi COVID-19 del Mississippi tra persone non vaccinate, avverte il governo go

Il governatore Tate Reeves ha incoraggiato tutti a farsi vaccinare contro il COVID-19, ma ha detto che è una decisione individuale

By Alessandria Hein |

  • Facebook
  • Twitter
  • Flipboard
  • Commenti
  • Stampa

close Dr. Siegel: I vaccini per debellare il vaiolo erano "molto più pericolosi" del vaccino COVID Video

Dr. Siegel: I vaccini per debellare il vaiolo erano "molto più pericolosi" del vaccino COVID

Il collaboratore di Fox News, il dott. Marc Siegel, discute i vaccini e i mandati delle maschere su "The Faulkner Focus".

L'ondata di nuovi casi di coronavirus del Mississippi principalmente dovuta alla variante Delta sta colpendo più duramente le popolazioni non vaccinate, ha detto il governatore dello stato durante una conferenza stampa mercoledì. Lo stato, che questa settimana ha riportato anche sette bambini nell'unità di terapia intensiva, di cui due in rianimazione a causa di COVID-19, è alle prese con una bassa diffusione della vaccinazione. 

"Lasciatemi essere chiaro, non c'è dubbio che la maggior parte dei nuovi casi segnalati oggi e segnalati nell'ultima settimana circa siano stati la variante Delta", ha affermato il governatore Tate Reeves. “Sembra essere altamente contagioso e sembrano esserci cattivi risultati. Ancora una volta, farò notare che oltre il 90% dei ricoverati in ospedale a causa di questo recente aumento non è vaccinato. Dei nuovi casi oltre il 90% è tra coloro che non sono vaccinati”.

Reeves, a cui è stato chiesto se lo stato si sarebbe mosso per offrire incentivi o lanciare altri programmi che incoraggiassero i residenti a farsi vaccinare, ha detto che incoraggia le persone a farsi vaccinare ma crede anche "nel diritto di un individuo di fare una scelta". 

"Continuo a incoraggiare i miei compagni del Mississippi a farsi vaccinare, abbiamo lavorato eccezionalmente duramente a gennaio e febbraio per rendere il vaccino disponibile e facilmente accessibile per qualsiasi cittadino del Mississippi che lo volesse", ha detto. “Credo anche nel diritto di un individuo di fare una scelta dal proprio punto di vista sanitario: se per qualsiasi motivo crede che il rischio associato all'ottenimento del vaccino sia maggiore del rischio associato al non ottenerlo, questa è una decisione che ogni individuo ha produrre." 

Reeves, un repubblicano, ha notato che ha ricevuto il vaccino a gennaio e rimane "sperato" che sempre più persone cercheranno un'iniezione mentre il numero di casi continua ad aumentare. Mercoledì, lo stato ha segnalato 600 nuove malattie, corrispondenti al numero rilevato durante il fine settimana.