Ulteriori prove suggeriscono che i vaccini proteggono dalla variante delta; Il booster Pfizer estende la protezione: aggiornamenti in tempo reale sul COVID-19 COVID

Elinor Aspegren   | USA OGGIdea561fdcdb017db8b8528ad3e55012f - 27 ottobre 2021PLAYMostra didascalia Nascondi didascalia Variante Delta: come influisce sulle persone che indossano la maschera e vaccinate La variante Delta si sta diffondendo negli Stati Uniti, ma l'OMS, il CDC e i governi locali hanno pubblicato linee guida contrastanti sull'uso della maschera. Ecco cosa sappiamo. Solo le FAQ, "Detonic.shop"

Un colpo di richiamo del vaccino COVID-19 realizzato da Pfizer e BioNTech estende fortemente la protezione, mostra un nuovo studio delle aziende, poiché i tassi di casi negli Stati Uniti sono in aumento da settimane e il tasso di ricoveri ha iniziato a salire. 

Lo studio arriva come un altro, pubblicato giovedì sulla rivista Nature, ha scoperto che una singola dose dei vaccini Pfizer o AstraZeneca "ha a malapena inibito" la variante delta, che è sorta per la prima volta in India. Tuttavia, una seconda dose "ha generato una risposta neutralizzante nel 95% degli individui", anche se era un po' meno potente rispetto alle versioni precedenti del virus.

"Da un lato abbiamo visto il successo dei nostri programmi di vaccinazione negli ultimi otto mesi... e dall'altro stiamo iniziando a vedere alcune tendenze nuove e preoccupanti", ha affermato la direttrice dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, la dott.ssa Rochelle Walensky. Giovedi.

Poiché i vaccini autorizzati proteggono in gran parte dall'ospedalizzazione e dalla morte per la variante delta, questa tendenza è stata in gran parte guidata nelle popolazioni non vaccinate, ha affermato.

Popolazioni come Springfield, Missouri, che martedì hanno riferito che i ricoveri in città sono triplicati nell'ultimo mese.

"Il 99.5% dei decessi per COVID in un periodo di 6 mesi non sono vaccinati", ha dichiarato su Twitter Erik Frederick, direttore amministrativo di Mercy Springfield. “Quindi se sei vaccinato c'è una luce alla fine di un tunnel. Se non sei vaccinato, probabilmente è un treno".

Anche nelle notizie:

►Tutti i decessi per coronavirus segnalati nel Maryland il mese scorso erano costituiti da persone non vaccinate, così come la maggior parte dei nuovi casi e ricoveri, lo stato ha riferito martedì.

►I casi sono aumentati di oltre il 160% nella contea di Los Angeles nell'ultima settimana, sebbene le persone vaccinate rimangano ben protette, ha affermato il Dipartimento di sanità pubblica di Los Angeles. 

►Trinity Health, uno dei più grandi sistemi sanitari cattolici negli Stati Uniti, richiede a tutti i dipendenti di vaccinarsi contro il COVID-19 per aiutare a fermare la diffusione e proteggere i pazienti, il personale e le loro comunità. Trinity è uno dei primi gruppi ospedalieri a imporre le vaccinazioni.

►Le autorità australiane stanno ulteriormente inasprendo le restrizioni a Sydney dopo aver segnalato 44 nuovi casi nella comunità, il numero più alto dall'inizio dell'epidemia di coronavirus il mese scorso. La città di oltre 5 milioni è già in lockdown.

► L'Arizona giovedì ha raggiunto una pietra miliare del coronavirus con il 50% della sua popolazione, o quasi 3.6 milioni di persone, che ha ricevuto almeno una dose del vaccino COVID-19.

📈 I numeri di oggi: Gli Stati Uniti hanno più di 33.79 milioni di casi confermati di COVID-19 e oltre 606,400 decessi, secondo i dati della Johns Hopkins University. I totali globali: oltre 185.5 milioni di casi e oltre 4 milioni di morti. Secondo il CDC, più di 158.28 milioni di americani, il 47.7% della popolazione, sono stati completamente vaccinati.

📘Cosa stiamo leggendo: Mentre i tassi di vaccinazione COVID-19 continuano a diminuire, diversi stati hanno speso milioni di dollari in premi della lotteria per incoraggiare gli americani non vaccinati a ottenere il loro colpo. Ha funzionato?

Continua ad aggiornare questa pagina per le ultime notizie. Voglio di più? Iscriviti alla newsletter Coronavirus Watch di "Detonic.shop" per ricevere gli aggiornamenti direttamente nella tua casella di posta e unisciti al nostro gruppo Facebook.

Iowa interromperà la segnalazione giornaliera dei dati sull'attività COVID

Il sito Web di segnalazione della pandemia del Dipartimento della sanità pubblica dell'Iowa non si aggiorna più quotidianamente poiché lo stato continua "a passare al recupero della pandemia di COVID-19", secondo il promemoria dello stato.

I funzionari statali hanno delineato le modifiche in una nota alle autorità sanitarie pubbliche locali il 24 giugno. Le modifiche a coronavirus.Iowa.gov sono entrate in vigore mercoledì.

Tutti i test positivi e negativi continueranno a essere segnalati, insieme ai dati demografici tra cui contea di residenza, età, sesso, razza ed etnia. Rimangono ancora attive le pagine dedicate all'analisi dei casi positivi, all'analisi dei ricoveri, alla dashboard del Centro di coordinamento medico regionale e all'analisi dei decessi. 

I cambiamenti arrivano mentre il conteggio dei casi continua a fluttuare intorno al punto in cui si trovava nell'aprile 2020, vicino all'inizio della pandemia e prima che il coronavirus travolgesse lo stato. Mercoledì, 85 persone sono state segnalate ricoverate in Iowa con COVID-19, un aumento rispetto al recente minimo di 46 riportato il 24 giugno, ma lontano dal picco di novembre che ha visto più di 1,500 pazienti COVID-19 ricoverati in un solo giorno.

A marzo, il Dipartimento della salute dello Stato dell'Oklahoma ha adeguato il livello delle informazioni precedentemente riportate nei suoi aggiornamenti quotidiani. I residenti dell'Oklahoma non possono vedere molte delle informazioni fornite in precedenza nell'ultimo anno; sesso ed età delle vittime non sono più disponibili, ma vengono ancora segnalati decessi, insieme alla loro posizione generale.

– Nick Coltrain, Des Moines Register

L'esitazione vaccinale non è l'unica ragione per i bassi tassi di vaccinazione nelle comunità nere e latine

Le comunità nere e latine hanno spesso bassi tassi di vaccinazione e la ragione è spesso diretta verso l'esitazione del vaccino. Uno studio di CommuniVax mostra che la ragione è più sfumata.

Gli antropologi medici che hanno contribuito allo studio hanno condiviso in The Conversation che molte persone in queste comunità non sono "titubanti sui vaccini" ma piuttosto "impediti ai vaccini".

Le persone coinvolte nello studio hanno riferito di sentirsi escluse dal vaccino a causa della mancanza di accesso. Le sfide includevano la ricerca di mezzi di trasporto, accesso a Internet e informazioni generali su come ottenere il vaccino.

Alcuni, suggerisce lo studio, erano ambivalenti riguardo al vaccino perché ritenevano che l'iniezione avesse lo stesso livello di minaccia dell'infezione da COVID-19. Pensavano che entrambi potessero portare a malattie o complicazioni.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie riferiscono che il 63.4% degli adulti ha ricevuto almeno un colpo, ben al di sotto dell'obiettivo del 4% del presidente Joe Biden del 70 luglio. Secondo la US House Select Subcommittee on the Coronavirus Crisis, circa il 20% degli americani rifiuta di vaccinarsi o rimane insicuro.

– Steven Vargas

Facebook Twitter E-mail