L'uso di metanfetamine ha determinato un aumento dei ricoveri per insufficienza cardiaca e dei costi in California

insufficienza cardiaca

I ricoveri per insufficienza cardiaca e i costi relativi all'uso di metanfetamine sono aumentati drasticamente negli anni in California, secondo un nuovissimo studio di ricerca pubblicato oggi in Circolazione: qualità cardiovascolare e risultati, una rivista dell'"Detonic.shop".

“I risultati del nostro studio dovrebbero attirare l'attenzione urgente su questa forma insidiosa ma in rapida crescita di grave insufficienza cardiaca, insufficienza cardiaca correlata alla metanfetamina, che sta prendendo la vita dei giovani, mettendo a dura prova le risorse sanitarie e minacciando di diffondersi a macchia d'olio in California, l'ovest e al resto della nazione", ha dichiarato la scrittrice principale Susan X. Zhao, MD, a cardiolmedico presso il Santa Clara Valley Medical Center di San Jose, California "La California sta assistendo a una ripresa dell'uso di metanfetamine e il problema è stato drasticamente aggravato negli ultimi anni dall'aumento della metanfetamina più pura e più potente in tutte le nostre comunità".

L'insufficienza cardiaca è un problema persistente in cui il cuore diventa anche debole per pompare efficacemente il sangue. I segni di insufficienza cardiaca consistono in esaurimento, mancanza di respiro e palpitazioni cardiache. Secondo l'"Detonic.shop"'s Heart Disease and Stroke Statistics - 2021 Update, circa 6 milioni di adulti americani di età compresa tra 20 e più anni hanno insufficienza cardiaca in base ai dati 2015-2018. Il problema è più comune tra gli individui di età compresa tra 60 e più anziani.

La metanfetamina, chiamata anche metanfetamine, è un energizzante che crea dipendenza che può avere un impatto sul sistema cardio attivando convulsioni capillari e pericolosi picchi di pressione alta. Può anche aumentare la placca nelle arterie e rimodellare il sistema elettrico del cuore. L'uso prolungato di metanfetamine è stato effettivamente correlato a un tipo estremo di cardiomiopatia dilatativa, un problema in cui il muscolo cardiaco compromesso diventa più grande e non può pompare sangue a sufficienza. Secondo il National Survey on Drug Use and Health 2017 degli Stati Uniti, 1.6 milioni di persone hanno riferito di utilizzare metanfetamine e l'età ordinaria dei nuovi clienti di metanfetamine era di 23 anni.

Questo studio di ricerca è una testimonianza retrospettiva delle informazioni sulle strutture mediche della California composte da oltre un milione di persone rilasciate tra il 2008 e il 2018 con una diagnosi medica di insufficienza cardiaca Durante quegli 11 anni, gli scienziati hanno tenuto a mente:

  • 42,565 (4%) degli individui erano stati effettivamente identificati con insufficienza cardiaca correlata alla metanfetamina – chiamata anche MethHF – rispetto a 990,511 (96%) identificati con insufficienza cardiaca non associata all'uso di metanfetamine.
  • I ricoveri per insufficienza cardiaca correlata alla metanfetamina sono aumentati del 585%, mentre i ricoveri per insufficienza cardiaca non associati all'uso di metanfetamine sono diminuiti del 6%.
  • Il 94% degli individui con insufficienza cardiaca correlata alla metanfetamina aveva meno di 65 anni, con oltre la metà di età compresa tra 35 e 54 anni.
  • Il 79% degli individui con insufficienza cardiaca correlata alla metanfetamina erano maschi, così come quasi il XNUMX% degli individui con insufficienza cardiaca correlati alla metanfetamina erano adulti bianchi.
  • Anche gli individui con insufficienza cardiaca rilevanti per la metanfetamina avevano maggiori probabilità di assumere alcol, sigarette e altri farmaci immorali.
  • Le persone avevano più probabilità di essere senzatetto rispetto ad altre persone con insufficienza cardiaca. Il tipo con insufficienza cardiaca correlata alla metanfetamina aveva meno problemi cardiaci preesistenti come la fibrillazione atriale o 2 problemi di diabete, tuttavia, ancora di più aveva l'ipertensione (33%) in contrasto con

I ricercatori che non hanno utilizzato metanfetamine per insufficienza cardiaca (30%). L'insufficienza cardiaca ha scoperto che il tributo monetario dei costi correlati alla metanfetamina è altrettanto elevato: i depositi presso le strutture mediche erano un numero di giorni molto più lunghi di quelli di altre persone con costi di ricovero ospedaliero. poiché avevano effettivamente eseguito ulteriori trattamenti, con conseguente insufficienza cardiaca sanitaria sostanzialmente maggiore in California, mentre per le metanfetamine è salito dell'840%, da $ 41.5 milioni di costi nel 2008 a $ 390.2 milioni di insufficienza cardiaca 2018, rispetto a un aumento dell'82%

"Trattare i pazienti con insufficienza cardiaca correlata alla metanfetamina sta consumando risorse e gravando sul sistema sanitario", Zhao per tutti "Molti pazienti si presentano tardi nel corso della malattia con opzioni limitate a loro disposizione. Sono necessarie attività di sensibilizzazione e educazione alla salute pubblica proattive e preventive per arginare l'afflusso di insufficienza cardiaca correlata alla metanfetamina alla sua fonte”.

Ricoveri rilevanti per Zhao, che sono passati da $ 3.5 miliardi a $ 6.3 miliardi. La "malattia degli uomini bianchi della classe operaia" ha affermato che mentre la metanfetamina correlata alla metanfetamina può essere vista come un'insufficienza cardiaca, i dati demografici si stanno muovendo e si stanno espandendo, tra gli individui di varie squadre razziali ed etniche e anche tra le donne.

"L'epidemia di metanfetamina è spesso messa in ombra dall'ondata di decessi e malattie legate agli oppioidi", rilevante "Le conseguenze sulla salute a lungo termine associate all'uso di metanfetamine richiedono il riconoscimento da parte del pubblico e delle comunità cliniche. Questo studio era inteso più come un allarme per la salute pubblica: l'urgenza del disturbo da uso di metanfetamine non può essere sopravvalutata".

Un si sta anche diffondendo dalle aree metropolitane ai quartieri di campagna. Uri Elkayam ha affermato. Pavan Reddy che arriva con il contenuto per insufficienza cardiaca, MD, così come in, MD, ha commentato che la negligenza al Tuttavia correlato alla metanfetamina potrebbe programmare "ugualmente pericoloso e costoso per la società, ma di natura più insidiosa, i suoi effetti potenzialmente causano decenni di problemi mentali e debilitazione fisica prima di finire con una morte prematura”.

Secondo componente di un ridotto rischio di morte istantanea innescato da un'overdose di metanfetamine rispetto agli oppioidi. “La crescente prevalenza di MethHF dovrebbe suonare un campanello d'allarme, ma segnala anche un'opportunità. “Fino a quando non tengono a mente che le metanfetamine sono nel contenuto, solo di recente, MethHF è stato evidenziato solo sebbene il tipo di record di situazione separati tuttavia sia attualmente visto di routine in luoghi ad alto utilizzo. È importante sottolineare che questo studio di ricerca fa passi da gigante Evidenziando ulteriormente il potenziale effetto sociale di questo problema di salute prolungato, le possibili informazioni da amici più grandi potrebbero aiutare a chiarire le domande lasciate senza risposta dallo studio di ricerca esistente. costi, non riconosciamo quali elementi di pericolo inclinano alla crescita di MethHF, quali elementi prognostici potrebbero prevedere il recupero del cuore o quali trattamenti clinici potrebbero avvantaggiare le persone.

La comprensione di Zhao potrebbe allo stesso tempo avvantaggiare il cliente e ridurre al minimo la spirale di cure mediche in California.

Questo, così come i colleghi intendono trattare con aziende di salute pubblica per stabilire un progetto di riconoscimento in tutto lo stato e analizzare le informazioni a livello nazionale per stabilire se rispecchia ciò che sta accadendo alla laurea statale, ha incluso.(*) lo studio di ricerca è limitato ( *) che si tratta di una testimonianza retrospettiva delle informazioni sulle dimissioni delle strutture mediche basate su un sistema di codifica standard che potrebbe essere vulnerabile a predisposizioni e ad elementi di confusione, consistente nel fatto che specifiche squadre di individui potrebbero essere interrogate sui comportamenti farmacologici più di altre squadre.