Metabolismo durante il riposo: che impatto ha la luce LED e OLED?

schermo luminoso al buio

  • I ricercatori hanno effettivamente dimostrato che l'esposizione diretta a particolari tipi di luce prima del riposo può avere un impatto negativo sulla salute e sul benessere.
  • Nello studio di ricerca qui e ora, i ricercatori hanno voluto vedere quale risultato 2 diversi tipi di luce possono portare il tasso metabolico di un individuo durante il riposo e la qualità del suo riposo.
  • Il gruppo ha scoperto che la luce OLED ha avuto un risultato molto meno sfavorevole sul tasso metabolico durante il riposo rispetto alla luce a LED.

In un nuovissimo studio di ricerca, gli scienziati hanno verificato gli effetti che vari tipi di esposizione diretta alla luce durante la notte trasportano il tasso metabolico di un individuo durante il riposo.

Lo studio di ricerca, apparso sulla rivista Scientific Reports, fornisce un'ulteriore prova degli impatti sfavorevoli che l'esposizione diretta alla luce blu di notte può portare alla salute e al benessere di una persona.

Luce dello schermo

Per le persone in diverse nazioni in tutto il mondo, l'esposizione diretta a diversi tipi di display è una componente normale della vita.

Sia che si utilizzi un computer durante il giorno, che si goda la TV durante la notte, che ci si colleghi con i propri cari tramite videochiamate o si esaminino i siti di social media sui telefoni cellulari, l'esposizione diretta del display è mai esistita.

Quasi tutti i display funzionano rilasciando la luce. Molti display e diverse altre risorse di illuminazione includono l'uso di diodi emettitori di luce (LED). Anche se richiedono poca energia, generano poco calore e hanno una vita lunga, generano notevoli quantità di luce blu.

La ricerca ha effettivamente rivelato che l'esposizione diretta alla luce a lunghezza d'onda corta, come la luce blu, può interrompere l'orologio biologico di un individuo.

I ricercatori hanno anche suggerito che potrebbe esserci un collegamento web tra l'esposizione diretta alla luce artificiale brillante e l'aumento di peso, l'insulino-resistenza, l'obesità e altri problemi metabolici più elementari.

Tuttavia, i diodi a emissione di luce naturale (OLED) generano molta meno luce blu rispetto ai LED. La moderna tecnologia OLED sta finendo per essere progressivamente preferita nei display dei telefoni, dei computer e dei televisori più moderni.

Poiché l'OLED crea molta meno luce blu rispetto al LED, forse gli impatti sfavorevoli sulla salute e sul benessere legati all'esposizione diretta del display a LED non sono così importanti negli schermi OLED.

Studio di ricerca sul sonno

Nello studio di ricerca qui e ora, gli scienziati volevano vedere se i display OLED sono molto meno turbolenti per il design del riposo di un individuo e il loro tasso metabolico durante il riposo rispetto ai LED.

Secondo il prof. Kumpei Tokuyama, dell'International Institute for Integrative Sleep Medicine, Università di Tsukuba, Giappone, nonché l'anziano autore dello studio di ricerca, "il metabolismo energetico è un importante processo fisiologico che viene alterato dall'esposizione alla luce".

"Abbiamo ipotizzato che, rispetto ai LED, l'esposizione agli OLED avrebbe un effetto ridotto sull'architettura del sonno e sul metabolismo energetico, simile a quello della luce fioca".

Nello studio di ricerca, gli scienziati hanno registrato 10 uomini che sono rimasti in salute, non hanno fumato, non hanno avuto alcun tipo di problema di riposo o schemi di cambio di lavoro, oltre a non aver attraversato aree temporali durante un viaggio nel mese precedente .

Nella settimana precedente l'esperimento, gli individui hanno mantenuto un normale schema di riposo. Non hanno assunto alcol o alti livelli di caffeina nei 3 giorni precedenti lo studio di ricerca.

Il giorno dell'esperimento, ogni individuo è arrivato qui 6 ore prima del normale andare a letto. Gli scienziati hanno apposto loro diverse unità di rilevamento e hanno consigliato loro di entrare in una camera metabolica.

Le unità di rilevamento e la camera hanno permesso al gruppo di determinare il livello di temperatura corporea interna degli individui, il dispendio energetico, i gradi di melatonina e l'ossidazione dei grassi.

Una volta nella camera, sono stati forniti loro 30 minuti per adattarsi all'oscurità e dopo aver offerto la cena.

Gli individui sono stati quindi sottoposti a LED, OLED o luce LED abbassata per 4 ore fino a quando non hanno raggiunto il loro normale andare a letto. Durante l'esposizione diretta alla luce, hanno terminato un'indagine sulla sonnolenza ogni ora.

Quando si sono svegliati la mattina seguente, gli scienziati hanno fornito un'ulteriore indagine per valutare il loro riposo e quanto si sentivano veramente assonnati al risveglio.

Dopo un'ora di veglia, hanno ricevuto il pasto mattutino, e gli sperimentatori li hanno controllati per 4 ore dal risveglio in generale, con sondaggi all'ora che esaminavano quanto si sentissero assonnati.

Meno dispendio energetico

Gli scienziati hanno scoperto distinzioni significative tra i tassi metabolici degli individui sottoposti a luce OLED o LED.

Secondo il prof Tokuyama, “i risultati hanno confermato parte della nostra ipotesi. Sebbene non sia stato osservato alcun effetto sull'architettura del sonno, il dispendio energetico e la temperatura corporea interna durante il sonno sono diminuiti significativamente dopo l'esposizione agli OLED.

"Inoltre, l'ossidazione dei grassi durante il sonno era significativamente inferiore dopo l'esposizione al LED rispetto all'OLED".

Il gruppo ha anche visto una connessione tra l'ossidazione dei grassi e il processo dei livelli di melatonina per gli individui sottoposti a luce OLED.

Per il professor Tokuyama, “l'esposizione alla luce notturna è correlata all'ossidazione dei grassi e alla temperatura corporea durante il sonno. I nostri risultati suggeriscono che specifici tipi di esposizione alla luce possono influenzare l'aumento di peso, insieme ad altri cambiamenti fisiologici".

Secondo il prof Tokuyama e i suoi collaboratori, le ricerche di informazioni eccellenti per i clienti hanno fornito l'aumento della frequenza dei display OLED in diverse tecnologie moderne.

"Sì, è una buona notizia", ​​hanno informato gli scienziati "Detonic.shop" "L'effetto della luce sul metabolismo energetico dipende dalla fonte di luce e i nostri risultati portano alla possibilità di scegliere una fonte di luce a seconda della situazione".

“Tuttavia, nel presente studio, le differenze nella densità di potenza dello spettro delle due sorgenti luminose erano piccole e resta da identificare il componente che ha causato la differenza nel metabolismo energetico, ovvero luce blu o luce diversa dalla luce blu, il differenza di abbagliamento tra le due sorgenti luminose, ecc.”

Oltre a riconoscere l'origine della differenza nel metabolismo basale, gli scienziati devono scoprire una serie di altri metodi per futuri studi di ricerca, hanno affermato il prof. Tokuyama ei suoi collaboratori.

“Oltre all'esposizione alla luce serale che è stata valutata nel presente studio, resta da valutare l'effetto dell'esposizione alla luce del mattino. Nel presente studio è stato esaminato l'effetto acuto di un singolo attacco di esposizione alla luce sul metabolismo energetico: devono essere valutati anche gli effetti cronici dell'esposizione ripetuta alla luce.