L'Indonesia a corto di ossigeno, cerca aiuto mentre i casi di virus aumentano

L'Indonesia a corto di ossigeno, cerca aiuto mentre i casi di virus aumentano

Solo 2 mesi fa, l'Indonesia chiedeva l'aiuto ansimante dell'India con migliaia di contenitori di ossigeno.

Oggi, la nazione del sud-est asiatico è priva di ossigeno poiché resiste a un'ondata distruttiva di casi di coronavirus e anche il governo federale è alla ricerca di materiali per situazioni di emergenza da varie altre nazioni, tra cui Singapore e anche la Cina.

Una consegna di oltre 1,000 tubi cilindrici di ossigeno, concentratori, ventilatori e anche vari altri gadget per il benessere è arrivata da Singapore venerdì, seguita da altri 1,000 ventilatori dall'Australia, ha affermato Luhut Binsar Pandjaitan, il sacerdote del governo federale responsabile della reazione alla pandemia dell'Indonesia. .

Oltre a questi contributi, l'Indonesia si prepara ad acquisire 36,000 lotti di ossigeno e anche 10,000 concentratori – dispositivi che producono ossigeno – dalla circostante Singapore, ha affermato Pandjaitan.

Ha affermato di essere in contatto con la Cina e anche con altre potenziali risorse di ossigeno. Gli Stati Uniti e anche gli Emirati Arabi Uniti hanno anche fornito aiuto.

"Riconosciamo la difficile situazione in cui si trova attualmente l'Indonesia con un'ondata di casi COVID", ha affermato l'assistente stampa della Casa Bianca Jen Psaki. Oltre a inviare vaccinazioni, gli Stati Uniti stanno lavorando per aumentare il sostegno alle più ampie iniziative di reazione al COVID-19 dell'Indonesia, ha affermato, senza specificare.

L'Indonesia a corto di ossigeno, cerca aiuto mentre i casi di virus aumentano

Complessivamente, l'Indonesia, la quarta nazione più popolosa del mondo, ha effettivamente riportato oltre 2.4 milioni di infezioni e anche 64,631 vittime da COVID-19. Questi numeri sono comunemente considerati un grande sottostima a causa dello screening ridotto e anche dei passaggi di mappatura inadeguati. L'Indonesia ha riportato il bilancio più alto di 1,040 morti mercoledì e anche quasi 39,000 casi verificati giovedì e venerdì.

Gli ospedali sono sovraccarichi, con un numero crescente di malattie che muoiono da sole in casa o in attesa di ricevere un trattamento di emergenza.

A Giava, l'isola più popolata dell'Indonesia, le strutture sanitarie hanno iniziato a creare un'unità di terapia intensiva improvvisata a metà giugno. Molti clienti aspettano giorni per essere confessati. Contenitori di ossigeno sono stati portati su percorsi per i fortunati in grado di ottenerli, mentre altri sono stati informati che devono trovare il proprio.

Le aree di emergenza di una struttura sanitaria pubblica nella città di Bandung sono state chiuse in precedenza oggi dopo la mancanza di ossigeno nel bel mezzo degli acquisti di panico sostenuti dall'aumento delle infezioni nei finanziamenti rurali di West Java, ha affermato Yaya Mulyana, il sindaco sostitutivo della città.

L'Indonesia a corto di ossigeno, cerca aiuto mentre i casi di virus aumentano

"Le persone in preda al panico hanno acquistato bombole di ossigeno anche se non ne avevano ancora bisogno", ha affermato Mulyana. "Ciò ha portato all'esaurimento delle scorte di ossigeno".

In una struttura sanitaria a Yogyakarta, nella provincia di Java, alla fine 63 pazienti COVID-19 sono deceduti - 33 di loro a causa di un guasto della sua fornitura principale di ossigeno fluido, sebbene la struttura sanitaria fosse effettivamente passata all'uso di tubi cilindrici dell'ossigeno, ha affermato il rappresentante Banu Hermawan.

L'Indonesia ha regalato 3,400 tubi cilindrici di ossigeno e anche concentratori all'India quando un episodio spietato ha rovinato la nazione. Poiché i suoi casi sono aumentati, Jakarta ha quindi interrotto il piano per inviare altri 2,000 concentratori di ossigeno in India alla fine di giugno.

Il fabbisogno giornaliero di ossigeno è infatti arrivato a 1,928 carichi al giorno. La capacità produttiva complessiva offerta dalla nazione è di 2,262 carichi al giorno, secondo le informazioni del governo federale.

"Ho chiesto che il 100% dell'ossigeno andasse prima a scopi medici, il che significa che tutte le allocazioni industriali devono essere trasferite al settore medico", ha affermato Pandjaitan, il sacerdote del governo federale. "Stiamo correndo contro il tempo, dobbiamo lavorare velocemente".

  • L'Indonesia a corto di ossigeno, cerca aiuto mentre i casi di virus aumentano
  • L'Indonesia a corto di ossigeno, cerca aiuto mentre i casi di virus aumentano
  • L'Indonesia a corto di ossigeno, cerca aiuto mentre i casi di virus aumentano
  • L'Indonesia a corto di ossigeno, cerca aiuto mentre i casi di virus aumentano
  • L'Indonesia a corto di ossigeno, cerca aiuto mentre i casi di virus aumentano
  • L'Indonesia a corto di ossigeno, cerca aiuto mentre i casi di virus aumentano
  • L'Indonesia a corto di ossigeno, cerca aiuto mentre i casi di virus aumentano

Data la rapida diffusione della variazione delta estremamente trasmissibile, ha informato che l'Indonesia può affrontare una situazione peggiore con 50,000 casi al giorno. Le prossime 2 settimane saranno sicuramente importanti, ha affermato.

Il Ministero dell'Industria ha reagito rilasciando un mandato per l'invio di tutti i materiali di ossigeno alle strutture sanitarie invase dai clienti del coronavirus e ha anche chiesto ai giocatori di mercato di lavorare insieme.

L'ossigeno è utilizzato nella fabbricazione di numerosi articoli, tra cui tessuti, plastica e anche autocarri. Anche i raffinatori di petrolio, i produttori di sostanze chimiche e anche i produttori di acciaio lo utilizzano. Ma i leader di mercato si sono effettivamente allineati nel sostenere le iniziative del governo federale per utilizzare al meglio i materiali per le strutture sanitarie.

Il governo federale ha effettivamente reindirizzato i materiali di ossigeno dagli impianti di Morowali nelle Sulawesi centrali, Balikpapan sull'isola del Borneo, e anche Belawan e Batam sulle isole di Sumatra, ha affermato Pandjaitan. I mercati dell'ossigeno più piccoli sono stati anche indirizzati alla produzione di ossigeno farmaceutico.