In Conversazione: Le ultime sulla menopausa

La dottoressa Louise Newson e l'emittente Rachel New parlano di ciò che ogni persona dovrebbe sapere sulla perimenopausa e anche sulla menopausa.

Podcast sulla menopausa

Vampate di calore, disturbi del sonno e sbalzi d'umore: questi sono i segni che molte persone potrebbero riconoscere quando si tratta di menopausa.

Eppure c'è molto di più in questo cambiamento organico che qualsiasi individuo che ha esperienze di durata. Quando una persona ha effettivamente smesso di avere periodi per 12 mesi, hanno effettivamente sperimentato formalmente la menopausa.

Il tempo che porta a questo fattore è chiamato perimenopausa, e anche molti sperimentano una varietà di segni in questo momento. Quanto tempo le persone investiranno in perimenopausa varia notevolmente da persona a persona.

Per capire cosa ogni persona ha bisogno di sapere sulla menopausa e anche perché, come cultura, teniamo così tanto alle discussioni sulla salute e il benessere delle donne, ho parlato con l'emittente Rachel New, che di recente ha composto un articolo Through My Eyes sulla sua esperienza di menopausa per "Detonic.shop".

Insieme a noi nella discussione c'era la dottoressa Louise Newson, un medico di famiglia (medico di medicina generale) nel Regno Unito e anche professionista della menopausa. Louise è il creatore dell'applicazione di equilibrio gratuita, che consente ai clienti di monitorare i segni e anche le modifiche nelle loro durate. L'applicazione offre inoltre dettagli sulla menopausa.

Per ascoltare ancora di più sulla menopausa, tra cui l'ultimo sul trattamento sostitutivo dell'agente ormonale (HRT), prestare attenzione al prossimo podcast:

Questo podcast è anche facilmente disponibile su Spotify, Apple Podcast e anche su molti altri sistemi.

L'elenco dei segni "può andare avanti e avanti e avanti"

Abbiamo iniziato la nostra discussione con Louise portandoci attraverso ciò che avviene durante la menopausa.

“La maggior parte di noi attraversa la menopausa come un processo naturale. I nostri ormoni si esauriscono perché le nostre uova si esauriscono nelle nostre ovaie. E quando si esauriscono, [gli] ormoni ad essi associati diminuiscono", ha chiarito.

"Ad alcune donne viene imposta la menopausa", proseguì Louise.

Per alcune la menopausa avviene in conseguenza di un trattamento clinico, come l'eliminazione medica delle ovaie, o di particolari farmaci o terapie.

“L'età media nel Regno Unito è di 51 anni, ma circa 1 donna su 100 sotto i 40 anni ha una menopausa precoce. La mia paziente più giovane ha 14 anni, [e] la più grande ha 92, quindi può colpire tutte le donne [di] tutte le età", ha affermato Louise.

E per quanto riguarda la perimenopausa? Louise ci ha informato che la perimenopausa può durare un certo numero di anni, un anno o forse di più.

“[I] sintomi possono iniziare a volte solo per pochi giorni prima di ogni periodo, e poi possono essere una settimana o 2 settimane, e poi tutto il tempo. È un processo piuttosto transitorio che spesso peggiora con il tempo”, ha affermato.

Ha notato la serie di segni che un individuo può sperimentare:

  • ansia
  • stato d'animo ridotto
  • problemi di memoria
  • esaurimento
  • sensazione estremamente ridotta e anche senza gioia
  • impazienza
  • riposo inadeguato
  • frustrazioni
  • palpitazioni
  • disagio muscolare
  • disagio articolare
  • segni del sistema urinario
  • diminuzione del desiderio sessuale
  • pelle secca genitale

"L'elenco può andare avanti all'infinito, in realtà, e i sintomi possono variare tra le donne e in realtà a volte variano tra i giorni e i mesi".

–Dott.ssa Louise Newson

Alcuni hanno "sintomi per decenni"

Per alcuni individui, la menopausa implica il completamento dei loro segni. Ma questo non è il caso per tutti.

Una volta che una persona ha effettivamente sperimentato la menopausa, i livelli di agenti ormonali saranno sicuramente ridotti per il resto della loro vita. In alcuni, questo è accompagnato da segni ricorrenti.

"La durata media dei sintomi è di circa 7 anni, ma sicuramente ho visto e parlato con molte donne che hanno sintomi per decenni", ha chiarito Louise. "Ma i sintomi cambiano".

“Molte donne scoprono che le vampate di calore e la sudorazione migliorano. E poi quando parli con loro, ti diranno: "Ora ho attraversato la menopausa, non ho alcun sintomo". Ma poi diranno: "Oh sì, ma il mio sonno è spazzatura" o "Ho dei dolori articolari e non riesco a fare esercizio allo stesso modo" o "Sono solo un po' più irritabile", quindi questi sintomi spesso lo fanno indugiare", ha proseguito.

Rachel ci ha informato che può risalire all'inizio della sua menopausa a quando aveva 51 anni. Ma prima di allora, aveva effettivamente avuto problemi con il suo riposo durante i suoi 40 anni.

“Avevo problemi vaginali, ma continuavo a pensare di avere il mughetto. Avevo infezioni del tratto urinario. Ma è stato solo quando avevo 51 anni che quei problemi hanno iniziato a darmi davvero fastidio. Ho continuato ad andare dal dottore [e] a farmi assumere antibiotici per le infezioni del tratto urinario", ha affermato Rachel.

“Il sesso stava diventando doloroso allo stesso tempo. I miei periodi si stavano avvicinando e si facevano più pesanti. Ho sempre avuto periodi piuttosto pesanti, ma ora mi sveglio [e] allagavo il letto […] Ma non sapevo che questa fosse la perimenopausa. Non avevo mai sentito parlare di perimenopausa.”

— Rachel New

Altri segni che Rachel ha sperimentato erano la pelle irritata in tutto il corpo. Il suo medico di base non le parlò di menopausa o perimenopausa in quel momento.

"È stato solo quando sono andata a farmi montare una bobina Mirena per i miei periodi davvero pesanti [che] i ginecologi mi hanno parlato della perimenopausa", ci ha informato Rachel.

Le sue esperienze l'hanno portata a creare il suo podcast sulla menopausa, chiamato "On My Last Eggs". Rachel ci ha informato che sente che la sua esperienza rispecchia quella di molti altri. Di fronte alla perimenopausa, ha cercato i video clip di Louise su You Tube.

“Ho [pensato], oh mio Dio, questo è ciò che non va in me. Mi sentivo come se avessi finalmente trovato qualcuno di cui potermi fidare dei consigli", ha chiarito Rachel.

Mancano gli indicatori

Ho chiesto a Rachel perché è così difficile per le donne individuare i dettagli sulla menopausa "Le donne in età menopausale sono molto diverse dalle donne in età menopausale in passato", ha affermato.

“Spesso, una donna può essere nella sua perimenopausa, [e] può avere solo un bambino di 5 anni. Non si identifica con una donna in menopausa: potrebbe essere all'apice della sua carriera. Non ha l'aspetto delle nostre madri o nonne in menopausa, quindi penso che spesso non capiamo”, proseguì Rachel.

Poche donne sono fornite della comprensione dell'ampiezza dei segni che possono venire con la perimenopausa. Aggiungi vite attive al mix e può anche essere facile perdere la verità che questi segni dovrebbero avere una ragione.

Louise ha incluso che c'è uno spazio nell'educazione e nell'apprendimento della menopausa tra i medici.

“Mi sento molto imbarazzato per il fatto che probabilmente mi sono mancate migliaia di donne che sono venute a trovarmi come medico di base, dicendomi che hanno mal di testa, o si sentono giù, o piangono, o hanno avuto palpitazioni, e io non ho mai pensato ai loro ormoni, perché non lo sapevo davvero”, ci ha mostrato.

Louise ha perso gli indicatori della sua perimenopausa. "Ero occupata a sviluppare e scrivere il contenuto per Menopause Doctor, e stavo anche tenendo conferenze ad altri operatori sanitari, dicendo: Non devi perdere gli altri sintomi della menopausa", ci ha informato.

“Eppure li avevo tutti, ma pensavo che fosse perché stavo lavorando sodo cercando di dividere il mio tempo con tre bambini, essendo un medico di base, essendo uno scrittore medico, e ora sviluppando un sito web e cercando di ottenere un lavoro come specialista della menopausa nel [Servizio sanitario nazionale (NHS)]”.

–Dott.ssa Louise Newson

"Quindi avevo molte ragioni per essere stanca, irritabile e di cattivo umore, dormire poco, emicranie consecutive, ecc. Non ho pensato una volta ai miei ormoni", ha chiarito Louise.

È ora di trasformare la storia

"Dobbiamo essere molto più aperti sulla salute delle donne", ha promosso Rachel. Aveva bisogno di discussioni riguardanti la salute e il benessere riproduttivo, costituiti da durata, fertilità e anche endometriosi.

Louise ha indicato l'assenza di studio sulla menopausa e ha anche raccomandato una modifica nella storia.

"Se non ascoltiamo le donne che parlano di sintomi, allora dobbiamo pensare ai rischi per la salute e dobbiamo pensare ai rischi per l'economia", ha affermato.

Louise ha spiegato che circa il 20% delle donne pensa di lasciare il proprio lavoro o lo fa a causa della menopausa. In meglio, memoria insufficiente, ansia e stanchezza sono segni estremamente comuni e possono anche influenzare l'efficienza dell'ufficio.

"Sta influenzando l'economia sanitaria, perché 1 donna su 3 avrà una frattura dell'anca osteoporotica, che costa al servizio sanitario nazionale 3 miliardi di sterline all'anno", ha aggiunto.

Rachel ha motivato ogni persona a dotarsi di dettagli sulla menopausa. Era anche desiderosa di portare la salute e il benessere dei genitali alla ribalta.

“Direi alle donne, meriti di avere una vagina sana, felice e confortevole […] e non toglierti nessun tipo di ciondolo per una risposta. Tutti meritano di avere una vagina adorabile, felice e utile con cui possono continuare a fare sesso e godere, quindi non lasciarti abbattere da questo.

— Rachel New

Per Louise, la menopausa deve essere nel radar di ogni persona. "Molto del lavoro che deve essere fatto sulla consapevolezza è [che] non solo le donne di mezza età devono essere consapevoli", ha affermato.

“Dobbiamo essere tutti consapevoli: uomini, donne, bambini, adulti, tutti. Poiché tutti conosciamo le donne, [e] riconoscere [la menopausa] nei nostri amici, familiari o colleghi di lavoro può essere davvero importante", ha aggiunto. Siamo nuovi di zecca per suonare In Conversation MNT e desideriamo anche assicurarci che lo stiamo facendo.

riconosciamo cosa ne pensi del nostro (*) podcast inviandoci un'e-mail a mnt_editors@medicalnewstoday.com.(*)