L'UE raggiunge l'obiettivo di fornire vaccini per il 70% degli adulti

Coronavirus

L'Unione europea ha effettivamente raggiunto il suo obiettivo di fornire un'adeguata iniezione di coronavirus per coprire il 70% della popolazione adulta, ha affermato sabato la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen

I 27 governi federali degli stati partecipanti all'UE sono responsabili della fornitura dei vaccini alle persone, e alcuni funzionano molto più velocemente di altri, tuttavia von der Leyen temeva che: "L'UE ha mantenuto la parola data".

Il piano di acquisizione congiunto dell'UE, gestito dalla Commissione europea di von der Leyen, ha effettivamente fornito 330 milioni di colpi BioNTech-Pfizer, 100 milioni di AstraZeneca, 50 milioni di Moderna e 20 milioni di Johnson & Johnson.

Tuttavia, la pugnalata J&J ha bisogno di 2 dosaggi per raggiungere l'efficacia completa, e l'UE è la residenza di circa 366 milioni di adulti.

“Questo fine settimana abbiamo consegnato agli Stati membri un vaccino sufficiente per vaccinare completamente almeno il 70% della popolazione adulta questo mese. Entro domani saranno state distribuite circa 500 milioni di dosi in tutte le regioni d'Europa", ha affermato von der Leyen.

“Il Covid-19 non è ancora sconfitto. Ma siamo pronti a continuare a fornire vaccini, anche contro nuove varianti. Ora gli Stati membri devono fare tutto il possibile per garantire che le vaccinazioni vadano avanti. Solo così saremo tutti al sicuro».

Quando l'epidemia di coronavirus ha colpito l'Europa lo scorso anno, la Commissione europea, che in precedenza aveva pochi compiti nel piano del benessere, è intervenuta per collaborare a un programma di acquisizione congiunto per i partecipanti.

Tecnica congiunta

Questo è stato criticato all'inizio da alcuni per essere stato in realtà lento nel farsi coinvolgere nelle apparecchiature e nel concludere accordi con i fornitori di farmaci, così come la strategia è stata ostacolata in seguito quando alcune aziende, in particolare AstraZeneca con sede nel Regno Unito, hanno abbandonato nelle spedizioni.

Ma, poiché il settore ha gareggiato per aumentare la produzione dei vaccini di recente costituzione, le acquisizioni hanno iniziato ad affluire, così come von der Leyen vedrà sicuramente il raggiungimento della data obiettivo di luglio autoimposta dalla Commissione Europea per una copertura assicurativa del 70% come rivendicazione.

"L'UE sta consegnando", ha affermato. “La nostra campagna di vaccinazione ha subito un'accelerazione enorme dall'inizio dell'anno. L'approccio congiunto è un successo. Solo insieme possiamo uscire bene da questa crisi”.

In miglioramento dell'obiettivo di lancio preliminare, l'UE aggiunge alla strategia globale Covax di fornire dosaggi alle nazioni più povere e ha effettivamente preordinato molti più vaccini per l'anno successivo come polizza assicurativa contro l'aumento delle variazioni.

Ma il progetto di inoculazione sarà solo un successo se i governi federali degli stati partecipanti e i loro sistemi di salute pubblica sovraccarichi si prenderanno cura di offrire i colpi che stanno attualmente ottenendo dalla strategia dell'UE.

Secondo il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, la percentuale di adulti di età pari o superiore a 18 anni completamente immunizzati nell'UE e nello Spazio economico europeo è ancora solo del 44.1%.