L'agenzia dell'UE afferma che due colpi "vitali" per combattere la variante Delta

L'Agenzia europea per i medicinali ha affermato che le prove suggeriscono che "entrambe le dosi di un vaccino Covid-19 a due dosi...

Il cane da guardia dei farmaci dell'UE ha dichiarato mercoledì che due colpi da parte dei produttori di vaccinazioni autorizzati sono "vitali" per offrire una sicurezza ottimale rispetto alla variante Delta del coronavirus molto trasmissibile, consigliando alle nazioni di accelerare le loro campagne di vaccinazione.

"Le prove preliminari suggeriscono che entrambe le dosi di un vaccino COVID-19 a due dosi... sono necessarie per fornire una protezione adeguata contro la variante Delta", ha affermato l'Agenzia europea per i medicinali.

"L'adesione al ciclo di vaccinazione raccomandato è fondamentale per beneficiare del più alto livello di protezione".

Definendola una "variante di preoccupazione", l'EMA ha affermato che lo stress Delta, identificato per la prima volta in India, si stava "diffondendo rapidamente in Europa e potrebbe ostacolare seriamente gli sforzi per controllare la pandemia".

Entro la fine di agosto, questa variante rappresenterebbe sicuramente il 90% di tutte le situazioni di coronavirus, ha affermato il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie nella stessa identica dichiarazione.

"Ciò rende essenziale per i paesi accelerare i programmi di vaccinazione, compresa la somministrazione di seconde dosi ove raccomandato, e colmare le lacune e le opportunità per un'ulteriore comparsa di varianti il ​​prima possibile", ha affermato l'EMA.

C'erano ottimi presupposti clinici secondo cui la combinazione di diversi tipi di jab tra una prima e una seconda vaccinazione era sicura ed efficace contro il COVID, ha affermato l'EMA.

L'uso di un tale approccio di inoculazione "può consentire alle popolazioni di essere protette più rapidamente e fare un uso migliore delle scorte di vaccini disponibili".

Mappa che mostra i paesi e i territori in cui è stata rilevata la variante Delta del coronavirus, secondo l'OMS a luglio

Attualmente l'EMA ha autorizzato 3 iniezioni a due dosi per l'uso in Europa: Pfizer/BionTech's Comirnaty, Spikevax di Moderna e anche Vaxzevria di AstraZeneca.

Una quarta vaccinazione di Johnson & Johnson richiedeva solo un'iniezione solitaria.

Booster sparato?

L'EMA ha tuttavia dichiarato che era prematuro verificare se un richiamo sarebbe stato certamente necessario a causa del fatto che non esistevano ancora informazioni adeguate dai progetti di inoculazione e anche da studi di ricerca continui.

La Francia e anche la Grecia lunedì hanno firmato con le nazioni che stanno reimponendo limitazioni più severe per il COVID-19 per arginare l'aumento delle infezioni della variante Delta.

Questo includeva i Paesi Bassi che hanno mostrato un'inversione a U venerdì scorso su una miriade di passaggi che sono stati sollevati il ​​mese scorso, solo per vedere aumentare le nuove infezioni in poco più di 3 settimane, in particolare tra i giovani non vaccinati di età compresa tra 18 e 25 anni.

L'infezione ha effettivamente eliminato più di 4 milioni di persone, dato che è apparso per la prima volta in Cina alla fine del 2019, e anche gli sforzi per fermarne la diffusione sono ostacolati da anomalie che producono variazioni molto infettive come Delta, inizialmente osservate in India.

I vaccini sono visti come il mezzo migliore per consentire la ripresa della situazione economica mantenendo la sicurezza del pubblico in generale. Ma l'implementazione irregolare dei jab, sia attraverso l'assenza di prodotti, l'esitazione alla vaccinazione o le lente azioni del governo federale, mettono in pericolo le iniziative internazionali per uscire dalla pandemia.