I tagli ai finanziamenti del governo locale negli ultimi anni sono costati vite, secondo uno studio

finanziamento

Un nuovo studio condotto da ricercatori dell'Università di Liverpool mostra che la diminuzione dei finanziamenti del governo locale negli ultimi anni ha probabilmente contribuito al calo dell'aspettativa di vita in alcune zone dell'Inghilterra, che era in fase di stallo anche prima della pandemia di COVID-19.

Finanziamento del governo locale e aspettativa di vita in Inghilterra, uno studio ecologico longitudinale pubblicato su La lancetta Salute pubblica Public, ha collegato i dati sui finanziamenti annuali del governo locale del Ministero degli alloggi, delle comunità e del governo locale con i dati sull'aspettativa di vita e sulla mortalità di Public Health England tra il 2013 e il 2017.

L'autore corrispondente, il dott. Alexandros Alexiou, afferma che “dal 2010 in Inghilterra sono state introdotte grandi riduzioni dei finanziamenti per i servizi del governo locale, il che ha portato a una riduzione della fornitura di servizi pubblici che promuovono la salute. Abbiamo voluto indagare se le aree che hanno mostrato un maggiore calo dei finanziamenti avessero anche tendenze più negative nell'aspettativa di vita e nella mortalità prematura.

“Prima della pandemia di COVID-19, lo stallo dell'aspettativa di vita in Inghilterra era una delle principali preoccupazioni per la salute pubblica e le cause non erano chiare.

“La nostra ricerca mostra che i tagli al governo locale negli ultimi anni sono probabilmente costati vite umane. Abbiamo scoperto che, durante un periodo di grandi riduzioni dei finanziamenti per il governo locale in Inghilterra, le aree che hanno subito i maggiori tagli hanno anche sperimentato miglioramenti più lenti o un calo dell'aspettativa di vita. Poiché i finanziamenti per le aree più svantaggiate sono diminuiti in misura maggiore, hanno subito l'impatto più negativo, ampliando le disuguaglianze sanitarie”.

"Ciò ha importanti implicazioni per la politica attuale e per la ripresa dalla pandemia di COVID-19".

In media tra il 2013 e il 2017 i finanziamenti centrali ai governi locali sono diminuiti del 33% o £ 168 a persona in totale. Ogni riduzione di £100 del finanziamento a persona è stata associata a una diminuzione di 1.3 mesi dell'aspettativa di vita maschile e di 1.2 mesi dell'aspettativa di vita femminile.

Poiché le riduzioni dei finanziamenti sono state maggiori nelle aree più svantaggiate, questi luoghi sono stati colpiti più gravemente, aumentando il divario nell'aspettativa di vita tra quei luoghi e le aree più ricche. I ricercatori hanno stimato che i tagli ai finanziamenti hanno aumentato il divario nell'aspettativa di vita tra le aree più e meno svantaggiate del 3% per gli uomini e del 4% per le donne. Le riduzioni complessive dei finanziamenti durante questo periodo sono state associate a ulteriori 9600 decessi nelle persone di età inferiore ai 75 anni.

Il dott. Alexiou ha aggiunto che il loro “studio suggerisce che la riduzione dei finanziamenti per i servizi locali che colpiscono in modo sproporzionato le aree svantaggiate ha avuto un impatto significativo sulla salute. Il governo del Regno Unito ha dichiarato che l'austerità è finita e si è impegnato a investire di più per "livellare" quei luoghi che in precedenza erano stati "lasciati indietro". Investimenti giusti ed equi nei servizi del governo locale possono rimediare a queste disuguaglianze, consentendo al Paese di "ricostruire meglio"».