Infezioni da COVID in aumento in tutto il mondo

Covid

Le nuove infezioni da COVID-19 sono effettivamente aumentate in tutto il mondo perché alla fine di giugno, coprendo mezzo milione martedì e mercoledì, aumenti non visti dal 28 maggio, secondo un conteggio AFP.

A partire dalle 1400 GMT di giovedì, in base ai numeri principali, 188,347,302 istanze sono state effettivamente registrate su nastro dall'inizio della pandemia nel dicembre 2019.

Martedì ha visto 552,263 nuovi casi e anche mercoledì ce ne sono stati 541,452 ancora di più.

Lo standard giornaliero nei 7 giorni precedenti è stato di 474,100, un aumento del 17% rispetto alla settimana precedente.

L'aumento dei casi è generalmente associato all'alternativa Delta inizialmente determinata in India e attualmente presente in 111 nazioni e regioni, secondo l'Organizzazione mondiale della sanità.

Le infezioni sono effettivamente entrate in Europa con uno standard giornaliero di 115,390 casi, con un aumento del 36% rispetto alla settimana precedente.

I Paesi Bassi hanno visto un aumento del 512 percento, il Belgio del 103 percento, la Grecia del 97 percento, la Francia dell'81 percento e anche l'Italia del 75 percento.

Altrove, gli Stati Uniti hanno registrato uno standard quotidiano di 25,340 istanze nuove di zecca nei 7 giorni precedenti, con un aumento del 72% rispetto alla settimana precedente, sebbene il numero sia sceso di molto da un massimo di 258,000 istanze giornaliere a l'ottimale della pandemia ai primissimi di gennaio.

L'Asia da sola rappresentava quasi un terzo delle istanze nuove di zecca, registrando uno standard quotidiano di 145,840, un aumento del 28%, la maggior parte in India con circa 44,630 istanze giornaliere, in crescita del 15%.

L'Indonesia ha effettivamente registrato infezioni documentali a uno standard quotidiano di 41,520, in crescita del 45%, insieme a decessi.

Il Brasile è secondo solo all'India con 2 casi giornalieri tipici negli ultimi 42,960 giorni, tuttavia il numero rappresenta un calo del 7% rispetto alla settimana precedente.

L'America Latina e l'area dei Caraibi hanno registrato circa 109,096 nuove istanze con un calo dell'11%.