La modellazione COVID-19 individua il grado di distanziamento sociale a Sydney poveri per regolare l'esplosione del Delta

distanza sociale

Il modellatore COVID-19 e il direttore del Center for Complex Systems dell'Università di Sydney, il professor Mikhail Prokopenko, hanno effettivamente lanciato oggi la modellazione sul server Web pre-stampa arXiv che rivela che l'attuale grado di distanza sociale di Sydney è scarso per il controllo delle evasioni.

  • La modellazione, che ha valutato la circostanza esistente fino al 13 luglio, ha scoperto che la conformità del distanziamento sociale dell'80% vedrebbe sicuramente una diminuzione delle situazioni dopo un mese.
  • Ha anche scoperto che i numeri delle situazioni inizierebbero sicuramente a diminuire dopo 2 mesi se la conformità del distanziamento sociale raggiungesse il 70%.
  • La versione determina che attualmente, circa il 40% della popolazione di Sydney osserva il distanziamento sociale.
  • Per vedere un calo del numero di situazioni in un mese, i locali di Sydney devono ridurre le loro comunicazioni sociali a un decimo delle loro comunicazioni sociali tipiche, come gli acquisti.

“A partire da luglio 2021, c'è un'epidemia continua della variante Delta di SARS-CoV-2 a Sydney. L'epidemia è di grande preoccupazione poiché si stima che la variante Delta abbia il doppio del numero riproduttivo delle varianti precedenti che circolavano in Australia nel 2020, che è anche peggiorata dai bassi livelli di immunità acquisita nella popolazione", ha affermato il professor Prokopenko, della Facoltà. di Ingegneria.

“Utilizzando un modello ricalibrato basato su agenti, abbiamo esplorato una gamma fattibile di interventi non farmaceutici, in termini sia di mitigazione (isolamento dei casi, quarantena domestica) che di soppressione (chiusura delle scuole, distanziamento sociale).

“Il nostro modello mostra che il grado di distanziamento sociale attualmente acquisito a Sydney è scarso per il controllo delle evasioni.

"La nostra analisi suggerisce che se, tuttavia, l'80% della popolazione rispetta il distanziamento sociale, sarà necessario almeno un mese affinché i nuovi casi giornalieri si riducano dal loro picco a meno di dieci. Una piccola riduzione del rispetto del distanziamento sociale al 70% allunga questo periodo a oltre due mesi”.

"Il rispetto dell'80% del distanziamento sociale significherebbe che 4 persone su 5 devono ridurre drasticamente il loro contatto con gli altri ad appena il 10% di quello che fanno normalmente.

"Ad esempio, questo suggerirebbe sicuramente di ridurre la regolarità o il periodo di acquisto a solo 1 su 10 viaggi o ore comuni. Quindi, se una persona ha investito 10 ore a settimana nell'acquisto, attualmente è necessario ridurre a solo un'ora per fare la spesa a settimana.

“Lo stesso vale per le chat con i vicini e altre attività che comportano lo stare con persone al di fuori della tua famiglia.

"Fondamentalmente, l'80% del distanziamento sociale indica allo stesso modo che diverse soluzioni attualmente considerate importanti richiederebbero sicuramente di essere comprese sotto i vincoli di blocco".