Ricovero e mortalità per COVID-19: differenze di sesso

paziente covid

Secondo un nuovo studio, i maschi con COVID-19 hanno avuto tassi significativamente più alti di ospedalizzazione e di trasferimento nell'unità di terapia intensiva (ICU). Una percentuale più alta di maschi morti di COVID-19 rispetto alle femmine, come riportato nello studio pubblicato nella rivista peer-reviewed. Journal of Women's Health.

Joanne Michelle Gomez, MD, Rush University Medical Center e coautori hanno studiato i primi 8,108 pazienti COVID-19 positivi che si sono presentati al Rush University System dal 1 marzo al 21 giugno 2020. Il 13% dei maschi ha richiesto il ricovero in ospedale, rispetto al 4% di femmine. L'XNUMX% dei maschi rispetto al XNUMX% delle femmine ha richiesto l'escalation delle cure in terapia intensiva. Gli autori hanno anche riportato una necessità significativamente maggiore di supporto vasopressore e intubazione endotracheale tra i maschi.

"Una significativa associazione indipendente è stata osservata tra il sesso maschile e la mortalità in ospedale quando si tiene conto della coorte totale di pazienti positivi al COVID-19", affermano gli autori. "L'interazione tra fattori comportamentali biologici, ormonali e di genere è probabilmente responsabile degli esiti peggiori osservati nei maschi nell'infezione da COVID-19".

“I risultati di questo studio dimostrano chiaramente risultati migliori per le donne infette da COVID-19. Gli autori propongono alcuni dei fattori biologici, ormonali e comportamentali che potrebbero essere protettivi nelle femmine", afferma Journal of Women's Health Editor-in-Chief Susan G. Kornstein, MD, Direttore Esecutivo del Virginia Commonwealth University Institute for Women's Health, Richmond, VA.