L'antibiotico comune COVID-19 dice addio alla pillola affidabile di zucchero

Covid

Una ricerca dell'UC San Francisco ha effettivamente scoperto che l'antibiotico azitromicina è scomparso in modo affidabile rispetto a una pillola di zucchero nel fermare i segni di COVID-19 tra le persone non ospedalizzate e potrebbe anche aumentare la loro possibilità di un ricovero in ospedale, nonostante la vasta prescrizione dell'antibiotico per la malattia.

"Questi risultati non supportano l'uso di routine dell'azitromicina per l'infezione ambulatoriale da SARS-CoV-2", ha affermato la scrittrice principale Catherine E. Oldenburg, ScD, MPH, assistente insegnante della Fondazione UCSFProctor SARS-CoV-2 è l'infezione che scatena COVID-19.

L'azitromicina, un antibiotico ad ampio spettro, è comunemente raccomandata come terapia per COVID-19 negli Stati Uniti eccetera del globo. "L'ipotesi è che abbia proprietà antinfiammatorie che possono aiutare a prevenire la progressione se trattata all'inizio della malattia", ha affermato Oldenburg "Non abbiamo riscontrato che questo sia il caso".

La ricerca, che è stata eseguita in collaborazione con la Stanford University, si presenta il 16 luglio 2021, nel Journal of the American Medical Association.

La ricerca consisteva in 263 individui che tutti valutati favorevoli per SARS-CoV-2 entro 7 giorni prima di entrare nella ricerca. Nessuno era ricoverato al momento della registrazione. In una procedura di scelta arbitraria, 171 individui hanno ottenuto un dosaggio dentale solitario di 1.2 grammi di azitromicina e anche 92 hanno ottenuto una pillola di zucchero simile.

Al giorno 14 della ricerca, la metà degli individui ha continuato a firmare gratuitamente in entrambe le squadre. Al giorno 21, 5 delle persone che hanno ottenuto l'azitromicina erano state effettivamente ricoverate in ospedale con segni estremi di COVID-19 e nessuno del team della pillola di zucchero era stato effettivamente ricoverato.

Gli scienziati hanno concluso che la terapia con un dosaggio solitario di azitromicina in contrasto con la pillola di zucchero non ha causato maggiori probabilità di essere senza sintomi.

"La maggior parte degli studi condotti finora con l'azitromicina si è concentrata su pazienti ospedalizzati con malattia piuttosto grave", ha affermato Oldenburg "Il nostro documento è uno dei primi studi controllati con placebo che non mostrano alcun ruolo per l'azitromicina nei pazienti ambulatoriali.".