I vaccini COVID-19 possono influenzare i periodi?

Ci sono state diverse segnalazioni che collegano i vaccini COVID-19 ai cambiamenti nei cicli mestruali delle persone. Cosa sappiamo finora di questo potenziale collegamento? ha parlato con ricercatori, medici e persone che hanno sperimentato cambiamenti ai propri cicli dopo aver ricevuto i vaccini per scoprirlo.

061551ca98c5809d03c8f1b5a37a6855 - October 20, 2021

I vaccini COVID-19 sono probabilmente lo strumento più importante al mondo nella lotta contro la pandemia di COVID-19. In tutto il mondo, 19 vaccini hanno ricevuto l'autorizzazione all'uso di emergenza dalle autorità di regolamentazione competenti in almeno un paese.

Tuttavia, un problema ha continuato ad agitare le menti del pubblico in generale e degli esperti di salute allo stesso modo: quali effetti collaterali potrebbero causare questi vaccini, con quale frequenza e in quali circostanze?

Gli effetti collaterali comunemente riportati nei diversi tipi di vaccini includono febbre, affaticamento, mal di testa e dolori muscolari.

Gli effetti collaterali gravi sono estremamente rari e le agenzie sanitarie nazionali e internazionali continuano a raccogliere e monitorare segnalazioni su eventuali reazioni avverse.

Tuttavia, con il progredire dell'introduzione delle vaccinazioni in tutto il mondo, alcune persone hanno sottolineato un potenziale effetto collaterale che alimenta i dibattiti esistenti sul divario di dati di genere nella ricerca medica: i cambiamenti al ciclo mestruale.

Ci sono state molte segnalazioni aneddotiche di cambiamenti nei cicli mestruali delle persone dopo aver ricevuto un vaccino COVID-19, ma attualmente i dati specifici sulla frequenza di questo fenomeno sono scarsi.

Le informazioni ottenute dal Times indicano che nel Regno Unito, la Medicines & Healthcare Products Regulatory Agency ha ricevuto quasi 4,000 segnalazioni di modifiche ai periodi delle persone dopo un vaccino COVID-19 entro il 17 maggio 2021.

Di questi, 2,734 casi si sono verificati dopo il vaccino Oxford-AstraZeneca, 1,158 si sono verificati dopo il vaccino Pfizer-BioNTech e 66 si sono verificati dopo il vaccino Moderna.

A causa di questi rapporti, sono sorte molte domande. Come potrebbe cambiare il ciclo mestruale di una persona dopo un vaccino? Questi sono davvero effetti collaterali legati al COVID-19 o sono dovuti a stress e altri cambiamenti nella vita che potrebbero coincidere con l'ottenimento del vaccino?

Per saperne di più, MNT ha parlato con quattro donne con esperienze vissute di cambiamenti nei loro periodi dopo aver ricevuto un vaccino COVID-19.*

Abbiamo anche parlato con i due ricercatori che stanno attualmente studiando il legame tra i vaccini COVID-19 e i cambiamenti del ciclo: la dott.ssa Katharine Lee, ricercatrice post-dottorato presso la Divisione di Scienze della salute pubblica presso la Washington University School of Medicine di St. Louis. , MO, e la Dott.ssa Kathryn Clancy, professore associato presso il Dipartimento di Antropologia dell'Università dell'Illinois a Urbana-Champaign.

Abbiamo anche cercato le opinioni informate di due professionisti del settore medico: la dott.ssa Tara Scott, ostetrica-ginecologa e fondatrice di Revitalize, un gruppo di medicina funzionale incentrato sulla salute delle donne, e la dott.ssa Kathleen Jordan, specialista in medicina interna e malattie infettive malattia e il vicepresidente senior degli affari medici presso la clinica Tia.

Mestruazioni abbondanti e sanguinamento da rottura

Dott. Lee e Clancy hanno deciso di iniziare a indagare sul fenomeno dei cambiamenti del ciclo mestruale dopo un vaccino contro il COVID-19 dopo che entrambi avevano sperimentato una sorta di cambiamento nei loro cicli mestruali dopo aver ricevuto i propri vaccini.

"[I] t è successo prima a me, e ho contattato alcuni dei miei amici che sapevo essere vaccinati e ho chiesto loro se avessero notato qualcosa [dopo il loro vaccino COVID-19], e alcune persone hanno notato che il loro periodo era un po' peggio del solito […], o le persone che normalmente non hanno il ciclo [stavano] notando di avere crampi o un po' di spotting, che normalmente non avrebbero […]”, Dr. Lee ci ha detto.

Quando la dottoressa Clancy ha anche sperimentato cambiamenti del ciclo dopo il suo vaccino, ha condiviso la sua esperienza in un thread di Twitter, che ha rapidamente guadagnato terreno. In seguito, i dott. Lee e Clancy hanno organizzato un sondaggio online per raccogliere quanti più dati auto-riferiti possibili sulle reazioni legate al ciclo mestruale che le persone stavano sperimentando dopo i vaccini COVID-19. La loro ricerca è in corso.

I ricercatori non hanno dati sulla frequenza con cui potrebbero verificarsi cambiamenti del ciclo tra coloro che ricevono un vaccino COVID-19 e avvertono anche che sperimentare tali cambiamenti "non è universale, proprio come la febbre e il mal di testa [non sono] universali". reazione al] vaccino”.

In effetti, il dottor Clancy ha osservato, a giudicare dai dati preliminari che sono stati in grado di raccogliere, "per la maggior parte, il [risultato] più comune […] non sta accadendo affatto".

Tuttavia, "tra le persone che stanno sperimentando questo effetto collaterale, sembra che il più comune sia - per le persone che hanno attualmente le mestruazioni [...] - [che] il loro ciclo è più pesante, a volte più lungo, [e] per le persone che non hanno le mestruazioni attualmente hanno le mestruazioni perché stanno assumendo contraccettivi a lunga durata d'azione o sono transgender e [su] ormoni che affermano il genere, o sono in postmenopausa […], stiamo anche vedendo un'emorragia rivoluzionaria come un altro fenomeno.

MNT ha anche sentito parlare di persone con mestruazioni regolari che hanno avuto periodi più pesanti o insoliti dopo aver ricevuto i loro vaccini.

Sabrina, che ha 40 anni, ha sperimentato lo spotting per 2 settimane dopo aver ricevuto il suo primo vaccino contro il COVID-19. Ha poi avuto un periodo molto pesante.

"I miei periodi sono di solito puntuali ogni 30 giorni e abbastanza leggeri", ha detto a MNT. "Il mese successivo al mio primo jab, ho avuto spotting per 2 settimane, poi il periodo più pesante che ho avuto dai miei 20 anni, letteralmente inondato da tamponi [e assorbenti]."

Da allora, ha sperimentato un leggero sanguinamento tra i periodi e un sanguinamento più pesante nel momento in cui normalmente avrebbe avuto il suo periodo.

Un'altra lettrice, Louise, ha scritto a MNT per dire di aver vissuto "il peggior periodo della [sua] vita" dopo aver ricevuto un vaccino Oxford-AstraZeneca.

“Potrei solo paragonarlo al post-parto. Sette giorni interi su forte assorbenza [prodotti per il ciclo]. Nei giorni 2-3, sanguinavo dopo circa un'ora, con coaguli molto pesanti. Di solito, avrei solo bisogno di cambiare [il mio prodotto per il ciclo] circa ogni 4 ore e [il mio ciclo] durerebbe solo 4-5 giorni".

– Luisa

Adrienne, che ha anche 40 anni e ha ricevuto il vaccino Oxford-AstraZeneca, ha affermato di aver avuto un periodo più pesante e crampi più intensi dopo il suo primo vaccino. Dopo il suo secondo vaccino, ha manifestato i sintomi premestruali prima del solito, poi di nuovo un periodo più pesante.

Lindy, che ha 24 anni e ha anche ricevuto il vaccino Oxford-AstraZeneca, ha subito cambiamenti inaspettati nel suo ciclo mestruale dopo aver ricevuto il suo secondo vaccino.

"Ho uno IUD [dispositivo intrauterino] (Mirena), quindi mentre i miei cicli sono molto regolari, i miei periodi sono incredibilmente leggeri", ha detto a MNT. “Normalmente, ho un po' di spotting, e basta. Circa 2 settimane dopo aver ricevuto il mio secondo colpo, ho avuto un'emorragia moderatamente abbondante, che mi ha davvero colto alla sprovvista. Si è fermato dopo un paio di giorni”.

"Il mio ciclo successivo era ancora più pesante del normale, ed era anche in ritardo di qualche settimana, il che mi sembrava strano: di solito sono molto regolare e seguo i miei cicli con un'app. Non ho avuto alcun cambiamento evidente nei sintomi [premestruali] o nei crampi", ha riferito Lindy.

Cosa potrebbe spiegarlo e chi è a rischio?

Finora, non è chiaro quali potrebbero essere i meccanismi biologici alla base di questi cambiamenti di periodo e chi potrebbe essere più a rischio di sperimentarli.

Dott. Lee e Clancy devono ancora capire se ci sono o meno fattori associati alla probabilità di passare attraverso un cambiamento del ciclo mestruale dopo aver ricevuto un vaccino COVID-19. Tuttavia, il dottor Clancy ha notato che stanno considerando alcune ipotesi.

“Se dovessi fare un'ipotesi, direi [che] se qualcuno ha già un disturbo che potrebbe influenzare il sanguinamento e la coagulazione o ha avuto problemi con sanguinamento e coagulazione in passato, […] questo è almeno un motivo per parlare con il tuo medico prima se non hai ancora ricevuto il vaccino, solo per vedere se hanno pensieri sul fatto che un vaccino [è] migliore di un altro [in termini di mitigazione di eventuali rischi di effetti collaterali]".

– Dott.ssa Kathryn Clancy

Ha anche notato che "c'è una piccola possibilità che i corpi che hanno più pratica endometriale - come i corpi che hanno avuto molti più cicli mestruali, fondamentalmente, quindi le persone anziane, le persone […] che sono state incinte, le stesse persone che partoriscono - [... ] c'è una possibilità che quei corpi possano avere un po' più di probabilità di avere periodi più pesanti [dopo un vaccino], semplicemente perché la vascolarizzazione dell'utero sarà molto più stabilita in [loro].

Il Dr. Scott ha anche ipotizzato che l'esclusivo "cocktail" ormonale di una persona possa svolgere un ruolo nel modo in cui sperimentano i periodi dopo aver ricevuto un vaccino.

Avere un alto livello di estrogeni, ha detto, potrebbe essere un fattore. "Questo è più comune nelle donne sopra i 40 anni ed è il risultato dell'aumento del segnale dal cervello necessario per [stimolare l'ovulazione]".

Ha anche suggerito che il cortisolo, il cosiddetto ormone dello stress, potrebbe influenzare le mestruazioni e che le modifiche ai cicli mestruali potrebbero non essere in risposta ai vaccini COVID-19 ma all'aumento dei livelli di stress.

"Molti di noi sono stati stressati dall'inizio di questa pandemia e molto prima", ha sottolineato il dott. Scott.

Il Dr. Jordan ha anche evidenziato il ruolo che lo stress può svolgere nel colpire i periodi. "[Un] qualsiasi stress può influenzare i nostri livelli di cortisolo", ha detto a MNT, spiegando che "è noto che il cortisolo influisce sull'ovulazione e sui livelli di FSH/LH [ormone follicolo-stimolante/ormone luteinizzante]".

“Potrebbe lo stress del vaccino o altri fattori di stress della pandemia stessa innescare cambiamenti nei nostri livelli di cortisolo, che poi, a loro volta, influenzano i nostri altri ormoni e le mestruazioni? Forse», suggerì.

Il Dr. Scott ha inoltre teorizzato che in alcuni casi la colpa potrebbe essere dei problemi autoimmuni sottostanti: “I [vaccini COVID-19 si affidano] al tuo sistema immunitario per attivare una risposta immunitaria e produrre anticorpi che ti proteggeranno contro il [SARS-CoV-2 ] virus. Se hai avuto una risposta esagerata o effetti collaterali, potresti avere problemi autoimmuni non rilevati.

Il Dr. Jordan, tuttavia, ha affermato che i cambiamenti nei periodi mestruali si verificano anche nelle persone non vaccinate per motivi diversi. "[S] o, non abbiamo modo di sapere se c'è qualcosa di specificamente causato dalla vaccinazione o se questo sta accadendo a tassi di fondo" - cioè, se le cosiddette reazioni possono, in molti casi, essere una coincidenza.

Quanto durano questi cambiamenti?

Secondo il dottor Jordan, "gli studi sui vaccini hanno dimostrato che la maggior parte di questi cambiamenti si verificano nei primi giorni successivi alla vaccinazione e si risolvono rapidamente".

"Coerentemente con questo è che quando [le persone] segnalano cambiamenti al loro periodo, è più comunemente solo nel loro ciclo immediato, con i cicli successivi che ritornano alla linea di base", ha aggiunto.

Il consiglio del Dr. Jordan ai lettori che sperimentano cambiamenti nei loro cicli mestruali dopo aver ricevuto un vaccino è stato il seguente:

"Dipende da quale sia il cambiamento... per eventuali periodi mancati, controlla sempre un test di gravidanza - dopo tutto, le cose comuni sono ancora comuni! Se provi dolore [o] cambiamenti significativi o persistenti nelle tue mestruazioni, rivolgiti a un operatore sanitario. I nostri cicli sono biologicamente complessi, quindi una varietà di cose può influenzarli e il tuo medico può valutare. Vorrei anche rassicurare chiunque abbia appena avuto un periodo anomalo subito dopo la vaccinazione che ora ci sono prove su larga scala che non ci sono effetti negativi sulla fertilità o sulla gravidanza - e gli schemi suggeriscono che i loro cicli successivi dovrebbero normalizzarsi.

“[L]a cosa principale è solo [prendersi] cura di te stesso. [P] rilassati se sei a disagio”, ha anche consigliato il dottor Clancy. “[I]se stai sperimentando molto più [sanguinamento] del previsto, [se] […] ti senti svenire, […] [o] se stai avendo un periodo eccezionalmente pesante o dura più settimane, tu dovrebbe andare da un dottore", ha aggiunto.

"[T] qui ci sono diversi metodi con cui i medici possono aiutare a fermare l'emorragia, […] ma ci sono anche alcune cose che possono darti che in realtà ti aiuteranno a coagulare un po' meglio", ha detto il dott. Clancy.

Ha anche consigliato alle donne che manifestano emorragie dopo la menopausa di consultare un medico.

I benefici superano i potenziali rischi

Il dottor Jordan, così come i dott. Lee e Clancy, hanno sottolineato che i vaccini COVID-19 non comportano alcun rischio per la fertilità. I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) chiariscono anche che non ci sono prove che suggeriscano che questi vaccini possano influenzare la fertilità di una persona.

"Voglio essere chiaro sul fatto che non abbiamo motivo di pensare che questo influirà sulla fertilità", ha sottolineato il dott. Lee. "In effetti, ci sono persone che sono rimaste incinte che pensavano che il loro ciclo fosse mancato, ma in realtà non lo era, erano incinte e ci hanno contattato di nuovo per dirci 'non è che fosse tardi, sono incinta. ,'" lei ha aggiunto.

"E [I] anche [voglio aggiungere] che ottenere [COVID-19] è molto, molto peggio per la tua salute a lungo termine, per la fertilità futura, per il tuo periodo."

– Dott.ssa Katharine Lee

La dottoressa Clancy ha anche affermato che, indipendentemente dai potenziali effetti sul ciclo mestruale, non esiterebbe a ottenere nuovamente il vaccino COVID-19, grazie alla protezione che offre all'individuo e alla comunità.

"Lo ricomprerei e sarei felice di avere sintomi peggiori di quelli che ho avuto per essere protetto" e per proteggere i suoi cari, ha detto a MNT.

La dottoressa Jordan ci ha anche detto che tra coloro che hanno chiesto consiglio medico per i cambiamenti del ciclo mestruale nella sua clinica, "in generale, [i loro] commenti più comuni sul vaccino sono di apprezzamento per le nuove "libertà" di socializzare di nuovo - il vaccino è il loro biglietto per rivedere amici e familiari, viaggiare e tornare al lavoro o a scuola di persona”.

Aspettative per ulteriori ricerche

Tuttavia, parlando con la MNT, sia le persone con esperienze vissute di cambiamenti del ciclo dopo aver ricevuto un vaccino COVID-19 sia i ricercatori che hanno studiato questo fenomeno hanno segnalato la rigorosa necessità di includere le persone con le mestruazioni negli studi clinici, registrare eventuali effetti legati al ciclo e mantenere il pubblico informato di tali fenomeni.

"Penso che ricordarsi di chiedere delle differenze nel ciclo mestruale come parte dei test clinici standard dei vaccini potrebbe essere bello, dato che ci aspettiamo un'enorme risposta immunitaria e sappiamo che un'enorme risposta immunitaria può interrompere molte altre reazioni infiammatorie. i percorsi nelle persone e i cicli mestruali tendono ad essere qualcosa a cui le persone che hanno il ciclo prestano attenzione e [loro] notano quando le cose si fanno un po' traballanti […]”, ci ha detto il dott. Lee.

Il Dr. Lee ha anche espresso una certa delusione per il fatto che i ricercatori che valutano la sicurezza e l'efficacia dei vaccini COVID-19 a due dosi non sembravano aver preso in considerazione le valutazioni del loro potenziale impatto sui cicli mestruali:

“[I]t sono due dosi distribuite all'incirca un ciclo mestruale a parte per molte persone, e quindi non pensare nemmeno di chiedere [sulle mestruazioni], con il senno di poi, sembra una svista. [Ma] c'è anche l'intera storia delle sperimentazioni sui vaccini e delle sperimentazioni cliniche con cui confrontarsi, in cui le donne e le persone che non sono uomini bianchi, in pratica, sono state escluse dalle sperimentazioni cliniche per molto, molto tempo. E anche oggi, molte volte, [i ricercatori] escluderanno […] le persone che potrebbero rimanere incinte per paura che possa accadere qualcosa a un feto che non esiste ancora”.

Questa è una premessa che ricercatori ed esperti di salute dovrebbero ripensare in futuro, ha suggerito il dott. Lee.

Adrienne ha anche detto a MNT che desiderava avere più informazioni sui potenziali cambiamenti del suo ciclo prima di ricevere il vaccino COVID-19 in modo che questo effetto non la cogliesse così di sorpresa.

"Immagino che sarebbe stato bello essere preparati in anticipo e che la comunità scientifica prendesse sul serio questo impatto, poiché le donne tendono a soffrirne", ha detto.

“Sento che se il vaccino stesse facendo male ai testicoli degli uomini, lo sapremmo tutti e probabilmente lo starebbero esaminando abbastanza rapidamente! Mi chiedo anche perché abbia un impatto sui periodi e sento che abbiamo bisogno di saperne di più. […] La salute delle donne ha bisogno di attenzioni e ricerche specifiche”.

– Adrienne

Inoltre, Louise ha parlato di come si parla raramente di mestruazioni perché molti le vedono ancora come un argomento tabù. Questo è un atteggiamento che, come società, tutti dobbiamo cambiare per contribuire a migliorare la qualità della vita di tutte le persone che hanno il ciclo mestruale.

"Penso che molti di noi siano stati educati a pensare ai periodi come a una specie di cosa personale, privata e spiacevole che dobbiamo solo sopportare, e non è sempre intuitivo parlare con gli amici di strani cambiamenti che hai" hai provato o quanto dolore stai provando,” disse Louise.

"C'è una sorta di strano 'orgoglio' che abbiamo nell'essere abbastanza forti da affrontare così tanto dolore - so che non è così per tutti, ma ho sicuramente visto un sacco di lacrime alle ragazze che hanno dovuto lasciare la scuola quando hanno aveva terribili [sintomi premestruali] o doveva darsi malattia al lavoro perché il ciclo era così brutto”.

"Dobbiamo solo stare zitti e sopportarlo quando, in realtà, è importante parlarne perché ci permette di vedere schemi in ciò che stiamo vivendo", ha osservato.

* Abbiamo cambiato i nomi di questi contributori per proteggere le loro identità.

Per aggiornamenti in tempo reale sugli ultimi sviluppi riguardanti il ​​nuovo coronavirus e COVID-19, fare clic qui.