I batteri sono fondamentali per la salute vaginale, affermano i ricercatori

I batteri sono fondamentali per la salute vaginale, affermano i ricercatori

La vaginosi batterica è uno dei problemi ginecologici più comuni e anche ricorrenti che colpisce quasi il 30% delle donne di età compresa tra 15 e 44 anni, secondo i Centri statunitensi per il controllo delle malattie e anche la ricerca condotta dall'Università dell'Arizona Health Sciences di recente. ha riconosciuto una certa famiglia di batteri e ha anche esposto esattamente come si aggiunge alla vaginosi microbica, aprendo la strada a nuove conoscenze sulla prevenzione della malattia e anche sulla terapia.

Guidati da Melissa Herbst-Kralovetz, Ph D., un partecipante dell'Istituto BIO5 e anche insegnante associato di ricerche scientifiche cliniche standard presso il College of Medicine-Phoenix, i ricercatori hanno scoperto che i partecipanti alla famiglia dei batteri Veillonellaceae aggiungono un aumento del gonfiore e anche fatalità cellulare, e modificano anche il livello di acidità del microambiente cervicale. Queste modifiche sostengono la vaginosi microbica e producono anche problemi positivi per le successive malattie ginecologiche, come le infezioni trasmesse sessualmente e anche le cellule tumorali.

"La vaginosi batterica è un enigma", ha affermato il dott. Herbst-Kralovetz, che è anche supervisore del programma di ricerca sulla salute delle donne "Sappiamo che molti fattori contribuiscono a questa malattia, ma poco si sa sull'impatto funzionale dei principali attori e su come stanno cambiando il paesaggio locale».

Il documento, "I membri della famiglia delle Veillonellaceae alterano in modo univoco il microambiente metabolico cervicale in un modello epiteliale tridimensionale umano", pubblicato il 6 luglio sulla rivista npj Biofilm e anche microbiomi, ha scoperto che le Veillonellaceae migliorano la condizione modificando il gonfiore e anche il tasso metabolico nella zona cervicovaginale.

Il sistema riproduttivo femminile è comunemente conquistato da batteri che pubblicizzano la salute, come il Lactobacillus Mentre questi batteri sono considerati piacevoli, una disuguaglianza può portare alla produzione di un biofilm - un consorzio di diversi microrganismi non sicuri - che pubblicizza la condizione.

L'anno scorso, il dottor Herbst-Kralovetz e i suoi collaboratori hanno definito un progetto teorico in cui le comunicazioni tra i microrganismi e le cellule umane modificano il microambiente vaginale e alla fine influenzano anche l'equilibrio tra salute e condizione. Questa ricerca è la prima per specificare un dovere conclusivo per questa famiglia microbica nella vaginosi microbica.

Utilizzando un design umano 3D, il team del Dr Herbst-Kralovetz ha valutato l'impatto di 3 germi - Veillonella atypica, Veillonella montpellierensis e anche Megasphaera micronuciformis - sul microambiente cervicale.

Hanno scoperto che due varietà – V. atypica e V. montpellierensis – abbassano il lattato, un acido comunemente prodotto da batteri nocivi che fornisce protezione da infezioni pericolose. Queste 2 varietà hanno anche potenziato i materiali che contribuiscono all'odore vaginale associato alla vaginosi microbica.

Hanno anche scoperto che M. micronuciformis guida meglio lo sviluppo della malattia aumentando il gonfiore e promuovendo la mortalità delle cellule con la produzione di particolari particelle di grasso.

Le intuizioni di questa ricerca pongono la struttura per ricerche polimicrobiche, o "multi-bug", che possono stabilire gli intricati impatti di comunicazione di numerose varietà microbiche sulla salute riproduttiva delle donne.

"Utilizzando questo studio e il nostro modello 3D come base, speriamo di determinare se e come altre specie stanno alterando l'ambiente per contribuire alla vaginosi batterica", ha affermato il dott. Herbst-Kralovetz. "Abbiamo scoperto che specie diverse hanno contributi distinti, quindi speriamo anche di classificare una varietà di microbi associati alla vaginosi batterica in base ai loro effetti unici sul tratto riproduttivo femminile".

In definitiva, il dottor Herbst-Kralovetz afferma che questa ricerca e anche altre simili possono aiutare a educare la terapia e anche i metodi di trattamento.

"È importante sapere chi sono i principali attori, ma anche come stanno influenzando i processi fisiologici e la malattia, in modo da poter sviluppare strategie mirate per trattare la vaginosi batterica e prevenire successive infezioni ginecologiche e cancro", ha affermato.