Un panorama pandemico di ottimismo e incertezza

Un panorama pandemico di ottimismo e incertezza

Durante tutta la pandemia, abbiamo effettivamente firmato con il dottor Howard Forman, un'autorità pubblica in materia di COVID-19 e piano sanitario, per ottenere la sua opinione sulla battaglia contro l'infezione. A livello nazionale, i prezzi delle infezioni sono vicini al loro minimo e molti americani stanno riprendendo i loro compiti comuni, tuttavia la variazione del Delta molto più trasmissibile si sta diffondendo e le vaccinazioni sono ancora ridotte in alcune località. Abbiamo chiesto al dottor Forman a che punto sono i punti attualmente.

Ci rendiamo conto che, come afferma il dottor Anthony Fauci, stiamo iniziando a risiedere in 2 Americhe, una con prezzi di vaccinazione elevati, una con prezzi ridotti. Il COVID sta diventando una condizione locale?

Durante tutta la pandemia, il COVID è stato in realtà locale, per quanto travolgente. Prima in Cina e Corea, poi in Europa e negli hotspot negli Stati Uniti (New York, New Jersey, Connecticut, Massachusetts, Rhode Island i più terribili tra loro), e poi praticamente tutti gli stati della nazione contemporaneamente o uno in più . La vaccinazione ha in effetti stravolto un po' la storia: attualmente è inadeguata a discutere di stati, ma bisogna dare uno sguardo a zone e città. Le piccole onde esistenti che attraversano diversi stati (tra cui Missouri, Nevada, Utah e California) sembrano accadere praticamente in aree (normalmente paesi) che sono sotto-vaccinate e salvando quelle che hanno prezzi di vaccinazione molto più alti.

Gli individui in quei luoghi ad alta vaccinazione possono tornare alla "normalità"? O dovrebbero ancora adottare misure preventive?

Le minacce per una persona vaccinata, oggi, sono estremamente ridotte: hanno una ridotta possibilità di infezione e minacce considerevolmente ridotte di condizioni estreme, degenza ospedaliera, decesso, e anche lungo COVID (come meglio possiamo informare). Ma questo è ancora molto dal tipico: comunicheranno sicuramente con amici, familiari, colleghi, clienti che potrebbero scegliere di non essere vaccinati o avere una resistenza ridotta all'inizio, o potrebbero essere squalificati per l'inoculazione. Per le attività interne che comportano persone non vaccinate (o in piedi non identificate) e distanza ravvicinata, l'uso di una maschera aiuterà sicuramente a ridurre la diffusione se si è contaminati anche se asintomatici. Allo stesso modo, dobbiamo continuare a sviluppare un'adeguata aerazione degli ambienti interni per garantire che la perdita e l'orario invernale siano più sicuri per tutti. Dobbiamo coinvolgere un certo grado di convenienza con un tipico nuovo di zecca.

Cosa ancora non capiamo?

Non capiamo ancora se la variazione Delta sia molto più tossica (cioè molto più dannosa per la persona), tuttavia pensiamo che le vaccinazioni esistenti continuino ad essere affidabili contro di essa. Non abbiamo visto l'ultima delle variazioni: una sarà molto più contagiosa e notevolmente molto meno tossica? Si eviteranno le vaccinazioni esistenti? Avremo bisogno di un'iniezione di richiamo? Le persone precedentemente contaminate hanno bisogno di un giro, 2 colpi, niente colpi? Dobbiamo continuare ad essere semplici: non avremo certamente una risposta definitiva ad alcune di queste richieste, o potremmo ottenerle troppo tardi per essere di reale utilità. Dipendiamo dalla ricerca scientifica esistente, dal ragionamento e dalla raccolta di informazioni, dalla valutazione e dai suggerimenti sui piani dei nostri ricercatori migliori e più brillanti. L'elenco di incognite ben note è enorme; la “lista” di incognite non identificate potrebbe essere illimitata.