Fasi della tabella e degli standard di ipertensione

La versione ufficiale diffusa afferma che le cause dell'ipertensione primaria non possono essere determinate. Ma il fisico Fedorov VA e un gruppo di medici hanno spiegato l'aumento della pressione di tali fattori:

  1. Insufficienza renale. La ragione di ciò è un aumento del "rilassamento" del corpo (sangue), che i reni non possono più affrontare, anche se tutto è normale con loro. Si pone:
  2. Ridotta capacità dei reni di filtrare il sangue. Ciò non è solo dovuto alla malattia renale. Nelle persone di età superiore ai 40 anni, il numero di unità lavorative del rene diminuisce e all'età di 70 anni rimangono (nelle persone senza malattia renale) solo 2/3. Il modo ottimale, secondo il corpo, di mantenere la filtrazione del sangue al giusto livello è aumentare la pressione nelle arterie.
  3. Varie malattie renali, inclusa la natura autoimmune.
  4. Il volume del sangue aumenta a causa della maggiore ritenzione idrica o tissutale nel sangue.
  5. La necessità di aumentare l'afflusso di sangue al cervello o al midollo spinale. Ciò può verificarsi sia nelle malattie di questi organi del sistema nervoso centrale sia nel deterioramento della loro funzione, che è inevitabile con l'età. La necessità di aumentare la pressione appare anche con l'aterosclerosi dei vasi sanguigni attraverso la quale il sangue scorre al cervello.
  6. Edema nella colonna vertebrale toracica causato da ernia del disco, osteocondrosi e lesione del disco. È qui che passano i nervi che regolano il lume dei vasi arteriosi (formano la pressione sanguigna). E se blocchi il loro percorso, i comandi dal cervello non arriveranno in tempo - il lavoro coordinato del sistema nervoso e circolatorio sarà interrotto - la pressione sanguigna aumenterà.

Studiando scrupolosamente i meccanismi del corpo, Fedorov VA con i medici ha visto che le navi non possono nutrire tutte le cellule del corpo - dopo tutto, non tutte le cellule sono vicine ai capillari. Si sono resi conto che la nutrizione cellulare è possibile grazie alla microvibrazione, una contrazione ondulata delle cellule muscolari che costituisce oltre il 60% del peso corporeo.

Tali "cuori" periferici descritti dall'accademico NI Arincin forniscono il movimento delle sostanze e delle cellule stesse nel mezzo acquoso del fluido intercellulare, consentendo di effettuare l'alimentazione, rimuovere le sostanze elaborate durante il processo vitale ed effettuare reazioni immunitarie . Quando la microvibrazione in una o più aree diventa insufficiente, si verifica una malattia.

Nel loro lavoro, le cellule muscolari che creano la microvibrazione usano gli elettroliti disponibili nel corpo (sostanze che possono condurre impulsi elettrici: sodio, calcio, potassio, alcune proteine ​​e sostanze organiche). L'equilibrio di questi elettroliti viene mantenuto dai reni e quando i reni si ammalano o il volume del tessuto di lavoro diminuisce con l'età, inizia a mancare la microvibrazione.

La carenza di microvibrazione può portare all'accumulo di cellule danneggiate e prodotti di decomposizione nei reni. Se non li rimuovi da lì per un lungo periodo, vengono trasferiti nel tessuto connettivo, cioè il numero di cellule attive viene ridotto. Di conseguenza, la produttività dei reni diminuisce, sebbene la loro struttura non ne risenta.

La via d'uscita dalla situazione è di segnalare ai reni ulteriori microvibrazioni (in modo ottimale in combinazione con l'esposizione termica): la loro alimentazione è normalizzata e riportano l'equilibrio elettrolitico del sangue alle "impostazioni iniziali". L'ipertensione è quindi consentita. Nella sua fase iniziale, tale trattamento è sufficiente per abbassare naturalmente la pressione sanguigna, senza assumere ulteriori farmaci.

Ipertensione allo stadio

Al fine di scegliere un trattamento per le persone che soffrono di ipertensione, i medici hanno elaborato una classificazione dell'ipertensione in base a stadi e gradi. Lo presenteremo sotto forma di tabelle.

Danni agli organi bersaglio, che includono cuore, vasi sanguigni, reni, cervello, retina

Il cuore, i vasi sanguigni, i reni, gli occhi, il cervello non sono ancora interessati

  • Secondo l'ecografia del cuore, il rilassamento del cuore è compromesso, oppure l'atrio sinistro è ingrandito o il ventricolo sinistro è più stretto;
  • i reni funzionano peggio, il che si nota finora solo con l'analisi delle urine e della creatinina nel sangue (analisi dei rifiuti renali, si chiama "Creatinina nel sangue");
  • la vista non è peggiorata, ma quando si esamina il fondo oculare, l'optometrista vede già un restringimento dei vasi arteriosi e l'espansione dei vasi venosi.

Una delle complicanze dell'ipertensione si è sviluppata:

  • insufficienza cardiaca, manifestata da mancanza di respiro o gonfiore (sulle gambe o in tutto il corpo) o entrambi questi sintomi;
  • malattia coronarica: o angina pectoris o infarto del miocardio;
  • insufficienza renale cronica;
  • grave danno ai vasi della retina, a causa del quale la vista soffre.

Il numero di pressione arteriosa in una qualsiasi delle fasi è superiore a 140/90 mm RT. Art.

Il trattamento della fase iniziale dell'ipertensione mira principalmente a cambiare lo stile di vita: cambiare le abitudini alimentari, inclusa l'attività fisica obbligatoria, la fisioterapia nella routine quotidiana. Mentre l'ipertensione degli stadi 2 e 3 dovrebbe già essere trattata con l'uso di farmaci. La loro dose e, di conseguenza, gli effetti collaterali possono essere ridotti se si aiuta il corpo a ripristinare la pressione sanguigna in modo naturale, ad esempio, comunicandogli ulteriore microvibrazione utilizzando il dispositivo medico Vitafon.

Gradi di ipertensione

Il grado di sviluppo dell'ipertensione indica quanto è alta la pressione sanguigna:

Pressione massima, mmHg Art.

Pressione inferiore, mmHg Art.

Il grado è stabilito senza assumere farmaci che riducono la pressione. Per questo, una persona che è costretta a prendere farmaci che abbassano la pressione sanguigna deve ridurre la dose o ritirarsi completamente.

Il grado di ipertensione è giudicato dalla figura della pressione ("superiore" o "inferiore"), che è maggiore.

A volte l'ipertensione di 4 gradi è isolata. Viene interpretato come ipertensione sistolica isolata. In ogni caso, intendiamo lo stato in cui viene aumentata solo la pressione superiore (sopra 140 mmHg), quella inferiore rientra nell'intervallo normale - fino a 90 mmHg. Questa condizione è più spesso registrata negli anziani (associata a una diminuzione dell'elasticità aortica). L'aumento di ipertensione sistolica giovane e isolata suggerisce che è necessario esaminare la ghiandola tiroidea: ecco come si comporta la "tiroide" (un aumento della quantità di ormoni tiroidei prodotti).

Identificazione del rischio

Esiste anche una classificazione dei gruppi a rischio. Più il numero è indicato dopo la parola "rischio", maggiore è la probabilità che una malattia pericolosa si sviluppi nei prossimi anni.

Esistono 4 livelli di rischio:

  1. Con un rischio di 1 (basso) la probabilità di sviluppare un ictus o un infarto nei prossimi 10 anni è inferiore al 15%;
  2. Con un rischio di 2 (media), questa probabilità nei prossimi 10 anni è del 15-20%;
  3. Con un rischio di 3 (alto) - 20-30%;
  4. Con un rischio di 4 (molto alto) - oltre il 30%.

Più di 1 sigaretta alla settimana

Violazione del metabolismo dei grassi (secondo l'analisi "Lipidogramma")

Glucosio a digiuno (test della glicemia)

Glicemia a digiuno di 5,6-6,9 mmol / L o 100-125 mg / dL

Glucosio 2 ore dopo l'assunzione di 75 grammi di glucosio - meno di 7,8 mmol / lo meno di 140 mg / dl

Bassa tolleranza (digeribilità) del glucosio

Glucosio plasmatico a digiuno inferiore a 7 mmol / L o 126 mg / dL

2 ore dopo l'assunzione di 75 grammi di glucosio, più di 7,8, ma meno di 11,1 mmol / l (≥140 e lt; 200 mg / dl)

Malattia cardiovascolare nella famiglia immediata

Sono presi in considerazione negli uomini sotto i 55 anni e nelle donne sotto i 65 anni

(è stimato dall'indice di Ketle, I

I = peso corporeo / altezza in metri * altezza in metri.

Norma I = 18,5-24,99;

Obesità I = 25-30)

Grado di obesità I, dove l'indice di Ketle è 30-35; II grado 35-40; III grado di 40 o più.

Per valutare il rischio, viene anche valutato il danno agli organi bersaglio, che è presente o meno. La sconfitta degli organi bersaglio è valutata da:

  • ipertrofia (aumento) del ventricolo sinistro. È valutato mediante elettrocardiogramma (ECG) e ultrasuoni del cuore;
  • danno renale: per questo viene valutata la presenza di proteine ​​nell'analisi generale delle urine (non dovrebbe essere normale), così come la creatinina nel sangue (normalmente dovrebbe essere inferiore a 110 μmol / l).

Il terzo criterio che viene valutato per determinare il fattore di rischio sono le malattie concomitanti:

  1. Diabete mellito: si stabilisce se la glicemia a digiuno è superiore a 7 mmol / l (126 mg / dl) e 2 ore dopo l'assunzione di 75 g di glucosio - più di 11,1 mmol / l (200 mg / dl);
  2. Sindrome metabolica Questa diagnosi viene stabilita se esistono almeno 3 dei seguenti criteri e uno di questi deve essere considerato peso corporeo:
  • Colesterolo HDL inferiore a 1,03 mmol / L (o inferiore a 40 mg / dL);
  • pressione arteriosa sistolica superiore a 130 mm Hg. Art. e / o la pressione diastolica è maggiore o uguale a 85 mm Hg. st .;
  • glucosio superiore a 5,6 mmol / l (100 mg / dl);
  • la circonferenza della vita negli uomini è maggiore o uguale a 94 cm, nelle donne - maggiore o uguale a 80 cm.

Si tratta di uomini e donne di età inferiore a 55 anni che, oltre all'aumento della pressione, non hanno altri fattori di rischio, nessun danno agli organi bersaglio o malattie concomitanti

Uomini di età superiore ai 55 anni, donne di età superiore ai 65 anni. Esistono 1-2 fattori di rischio (inclusa l'ipertensione arteriosa). Nessun danno agli organi bersaglio

3 o più fattori di rischio, danni agli organi bersaglio (ipertrofia ventricolare sinistra, danni ai reni o alla retina), diabete mellito o ultrasuoni, hanno rivelato placche aterosclerotiche in tutte le arterie

C'è diabete, angina pectoris o sindrome metabolica.

C'era una delle seguenti:

  • angina pectoris;
  • l'infarto miocardico è stato trasferito;
  • ha subito un ictus o un microstroke (quando un coagulo di sangue ha bloccato temporaneamente l'arteria del cervello, quindi si è dissolto o è stato escreto dal corpo);
  • insufficienza cardiaca;
  • insufficienza renale cronica;
  • malattia vascolare periferica;
  • la retina è interessata;
  • è stata eseguita un'operazione che ha permesso di ripristinare la circolazione sanguigna del cuore
  • colesterolo totale ≥ 5,2 mmol / lo 200 mg / dl;
  • colesterolo lipoproteico a bassa densità (colesterolo LDL) ≥ 3,36 mmol / lo 130 mg / dl;
  • colesterolo lipoproteico ad alta densità (colesterolo HDL) inferiore a 1,03 mmol / lo 40 mg / dl;
  • trigliceridi (TG) gt; 1,7 mmol / L o 150 mg / dl

Non esiste una connessione diretta tra il grado di aumento della pressione e il gruppo a rischio, ma in una fase elevata il rischio sarà elevato. Ad esempio, potrebbe esserci ipertensione dello stadio 1, stadio 2, rischio 3 (ovvero, non vi è alcun danno agli organi bersaglio, la pressione è 160-179 / 100-109 mm Hg, ma la probabilità di infarto / ictus è del 20-30%) e questo rischio può essere 1 o 2. Ma se lo stadio 2 o 3, il rischio non può essere inferiore a 2.

Qual è il rischio di ipertensione 2 stadio 2 stadio 3?

  • pressione sanguigna 160-179 / 100-109 mm RT. Art.
  • ci sono problemi al cuore, determinati dagli ultrasuoni del cuore, o c'è una violazione dei reni (secondo l'analisi), o c'è una violazione nel fondo, ma non c'è danno visivo;
  • in alcune navi si possono riscontrare diabete mellito o placche aterosclerotiche;
  • nel 20-30% dei casi, nei prossimi 10 anni si svilupperà un ictus o un infarto.

Cos'è l'ipertensione stadio 3 stadio 2 grado rischio 3? Qui, oltre ai parametri sopra indicati, ci sono anche complicanze dell'ipertensione: angina pectoris, infarto del miocardio, insufficienza cardiaca o renale cronica, danno vascolare della retina.

Ipertensione 3 grado 3 stadio 3 rischio 180 - tutti uguali al caso precedente, solo numeri di pressione sanguigna superiore a 110 / mm RT. Arte.

Che cos'è l'ipertensione stadio 2 livello 2 rischio 4? Pressione sanguigna 160-179 / 100-109 mm RT. Art., Gli organi bersaglio sono interessati, c'è il diabete mellito o la sindrome metabolica.

Succede anche quando con ipertensione di grado 1, quando la pressione è 140-159 / 85-99 mm RT. Art. Esiste già lo stadio 3, cioè complicazioni potenzialmente letali (angina pectoris, infarto del miocardio, insufficienza cardiaca o renale) che, insieme al diabete mellito o alla sindrome metabolica, hanno portato al rischio 4.

L'ipertensione è suddivisa in fasi, che differiscono per pressione sanguigna, sintomi, rischio, complicanze, disabilità. La classificazione delle fasi dell'ipertensione è la seguente:

  • L'ipertensione allo stadio 1 si verifica con tassi di 140/90 mm Hg. e più in alto. Questi valori possono essere normalizzati senza farmaci, con l'aiuto di riposo, mancanza di stress, nervosismo, intenso sforzo fisico.

La malattia è asintomatica. Ipertonico non nota cambiamenti nella salute. Gli organi bersaglio nella prima fase dell'aumento della pressione sanguigna non soffrono. Disturbi della salute sotto forma di insonnia, cuore, mal di testa sono raramente notati.

Le crisi ipertensive possono verificarsi sullo sfondo delle mutevoli condizioni meteorologiche, dopo nervosismo, stress, shock, attività fisica. Il trattamento consiste nel mantenere uno stile di vita sano, la terapia farmacologica. La prognosi per il recupero è favorevole.

  • L'ipertensione allo stadio 2 è caratterizzata da indicatori di pressione sanguigna da 140-180 / 90-110 mm Hg. La normalizzazione della pressione si ottiene esclusivamente con i farmaci. Ipertonici si lamentano di dolore cardiaco, insufficienza respiratoria, disturbi del sonno, angina pectoris, vertigini. Organi interni interessati: cuore, cervello, reni. In particolare, secondo i risultati dell'esame, il paziente avrà l'ipertrofia del ventricolo sinistro del miocardio, lo spasmo dei vasi, secondo le analisi: proteine ​​nelle urine, eccesso di livello di creatinina nel sangue.

Tipi di ipertensione secondaria

L'ipertensione arteriosa secondaria è:

  1. Neurogenico (derivante da una malattia del sistema nervoso). Si divide in:
    • centrifugo: si verifica a causa di disturbi nel lavoro o nella struttura del cervello;
    • riflessogeno (riflesso): in una situazione specifica o con costante irritazione degli organi del sistema nervoso periferico.
  2. Ormonale (endocrino).
  3. Ipossico: si verifica quando organi come il midollo spinale o il cervello soffrono di mancanza di ossigeno.
  4. Ipertensione renale, ha anche la sua divisione in:
    • Renovascolare, quando le arterie si restringono, portando sangue ai reni;
    • renoparenchimale, associato a danno al tessuto renale, a causa del quale il corpo ha bisogno di aumentare la pressione.
  5. Hemic (a causa di malattie del sangue).
  6. Emodinamica (a causa di un cambiamento nella "via" del movimento del sangue).
  7. Medicinale
  8. Causato dall'alcol.
  9. Ipertensione mista (quando è stata causata da diversi motivi).

Diciamo un po 'di più.

Il comando principale ai grandi vasi, costringendoli a contrarsi, aumentando la pressione sanguigna o rilassandosi, abbassandola, proviene dal centro vasomotorio, che si trova nel cervello. Se il suo lavoro viene interrotto, si sviluppa ipertensione centrogenica. Questo può accadere a causa di:

  1. La nevrosi, cioè le malattie quando la struttura del cervello non soffre, ma sotto l'influenza dello stress, si forma un focus di eccitazione nel cervello. Usa le strutture principali, "includendo" un aumento della pressione;
  2. Lesioni cerebrali: lesioni (commozioni cerebrali, contusioni), tumori cerebrali, ictus, infiammazione dell'area cerebrale (encefalite). Per aumentare la pressione sanguigna dovrebbe essere:
  • o strutture danneggiate che influenzano direttamente la pressione sanguigna (centro vasomotorio nel midollo allungato o nei nuclei dell'ipotalamo o della formazione reticolare ad esso associata);
  • o si verifica un esteso danno cerebrale con un aumento della pressione intracranica, quando per garantire l'afflusso di sangue a questo organo vitale, il corpo dovrà aumentare la pressione sanguigna.

L'ipertensione riflessa si riferisce anche a neurogenici. Possono essere:

  • riflesso condizionato, quando all'inizio c'è una combinazione di qualche evento con l'assunzione di un medicinale o di un drink che aumenta la pressione (ad esempio, se una persona beve un caffè forte prima di un incontro importante). Dopo molte ripetizioni, la pressione inizia ad aumentare solo al solo pensiero di un incontro, senza prendere il caffè;
  • riflesso incondizionato, quando la pressione aumenta dopo la cessazione degli impulsi costanti che vanno a lungo nel cervello da nervi infiammati o pizzicati (ad esempio, se un tumore veniva rimosso che premeva sullo sciatico o su qualsiasi altro nervo).

Fasi dell'ipertensione: gradi e rischi

Esiste anche una classificazione dei gruppi a rischio. Più il numero è indicato dopo la parola "rischio", maggiore è la probabilità che una malattia pericolosa si sviluppi nei prossimi anni.

Esistono 4 livelli di rischio:

  1. Con un rischio di 1 (basso) la probabilità di sviluppare un ictus o un infarto nei prossimi 10 anni è inferiore al 15%;
  2. Con un rischio di 2 (media), questa probabilità nei prossimi 10 anni è del 15-20%;
  3. Con un rischio di 3 (alto) - 20-30%;
  4. Con un rischio di 4 (molto alto) - oltre il 30%.

Più di 1 sigaretta alla settimana

Violazione del metabolismo dei grassi (secondo l'analisi "Lipidogramma")

Glucosio a digiuno (test della glicemia)

Glicemia a digiuno di 5,6-6,9 mmol / L o 100-125 mg / dL

Glucosio 2 ore dopo l'assunzione di 75 grammi di glucosio - meno di 7,8 mmol / lo meno di 140 mg / dl

Bassa tolleranza (digeribilità) del glucosio

Glucosio plasmatico a digiuno inferiore a 7 mmol / L o 126 mg / dL

2 ore dopo l'assunzione di 75 grammi di glucosio, più di 7,8, ma meno di 11,1 mmol / l (≥140 e lt; 200 mg / dl)

Malattia cardiovascolare nella famiglia immediata

Sono presi in considerazione negli uomini sotto i 55 anni e nelle donne sotto i 65 anni

(è stimato dall'indice di Ketle, I

I = peso corporeo / altezza in metri * altezza in metri.

Norma I = 18,5-24,99;

Obesità I = 25-30)

Grado di obesità I, dove l'indice di Ketle è 30-35; II grado 35-40; III grado di 40 o più.

Per valutare il rischio, viene anche valutato il danno agli organi bersaglio, che è presente o meno. La sconfitta degli organi bersaglio è valutata da:

  • ipertrofia (aumento) del ventricolo sinistro. È valutato mediante elettrocardiogramma (ECG) e ultrasuoni del cuore;
  • danno renale: per questo viene valutata la presenza di proteine ​​nell'analisi generale delle urine (non dovrebbe essere normale), così come la creatinina nel sangue (normalmente dovrebbe essere inferiore a 110 μmol / l).

Il terzo criterio che viene valutato per determinare il fattore di rischio sono le malattie concomitanti:

  1. Diabete mellito: si stabilisce se la glicemia a digiuno è superiore a 7 mmol / l (126 mg / dl) e 2 ore dopo l'assunzione di 75 g di glucosio - più di 11,1 mmol / l (200 mg / dl);
  2. Sindrome metabolica Questa diagnosi viene stabilita se esistono almeno 3 dei seguenti criteri e uno di questi deve essere considerato peso corporeo:
  • Colesterolo HDL inferiore a 1,03 mmol / L (o inferiore a 40 mg / dL);
  • pressione arteriosa sistolica superiore a 130 mm Hg. Art. e / o la pressione diastolica è maggiore o uguale a 85 mm Hg. st .;
  • glucosio superiore a 5,6 mmol / l (100 mg / dl);
  • la circonferenza della vita negli uomini è maggiore o uguale a 94 cm, nelle donne - maggiore o uguale a 80 cm.
  • colesterolo totale ≥ 5,2 mmol / lo 200 mg / dl;
  • colesterolo lipoproteico a bassa densità (colesterolo LDL) ≥ 3,36 mmol / lo 130 mg / dl;
  • colesterolo lipoproteico ad alta densità (colesterolo HDL) inferiore a 1,03 mmol / lo 40 mg / dl;
  • trigliceridi (TG) gt; 1,7 mmol / L o 150 mg / dl

Si tratta di uomini e donne di età inferiore a 55 anni che, oltre all'aumento della pressione, non hanno altri fattori di rischio, nessun danno agli organi bersaglio o malattie concomitanti

Uomini di età superiore ai 55 anni, donne di età superiore ai 65 anni. Esistono 1-2 fattori di rischio (inclusa l'ipertensione arteriosa). Nessun danno agli organi bersaglio

3 o più fattori di rischio, danni agli organi bersaglio (ipertrofia ventricolare sinistra, danni ai reni o alla retina), diabete mellito o ultrasuoni, hanno rivelato placche aterosclerotiche in tutte le arterie

C'è diabete, angina pectoris o sindrome metabolica.

C'era una delle seguenti:

  • angina pectoris;
  • l'infarto miocardico è stato trasferito;
  • ha subito un ictus o un microstroke (quando un coagulo di sangue ha bloccato temporaneamente l'arteria del cervello, quindi si è dissolto o è stato escreto dal corpo);
  • insufficienza cardiaca;
  • insufficienza renale cronica;
  • malattia vascolare periferica;
  • la retina è interessata;
  • è stata eseguita un'operazione che ha permesso di ripristinare la circolazione sanguigna del cuore

Ipertonico nella sua diagnosi vede non solo la malattia, ma anche il grado di rischio. Qual è il rischio di ipertensione? Per rischio, dobbiamo capire la percentuale della probabilità di sviluppare un ictus, un infarto, altre patologie in un contesto di ipertensione. Classificazione dell'ipertensione per grado di rischio:

  • Basso rischio 1 è il 15% del fatto che nei prossimi 10 anni l'ipertensione svilupperà un infarto, ictus cerebrale;
  • Il rischio medio 2 implica una probabilità del 20% di complicanze;
  • L'alto rischio 3 è del 30%;
  • Un rischio molto elevato di 4 aumenta la probabilità di complicanze del benessere del 30-40% o più.

Esistono 3 criteri principali per la stratificazione del pericolo per i pazienti con ipertensione: fattori di rischio, grado di danno agli organi bersaglio (si verifica con ipertensione allo stadio 2), condizioni cliniche patologiche aggiuntive (diagnosticate in 3 stadi della malattia).

Considera i criteri principali, i fattori di rischio:

  • Basic: donne, uomini di età superiore ai 55 anni, fumatori;
  • Dislipidemia: colesterolo totale superiore a 250 mgdl, colesterolo lipoproteico a bassa densità (HLDPL) superiore a 155 mg / dl; HLDPVP (alta densità) superiore a 40 mg / dl;
  • Storia ereditaria (ipertensione nei parenti in linea retta);
  • L'indice proteico C-reattivo è superiore a 1 mg / dl;
  • Obesità addominale - una condizione in cui la circonferenza della vita delle donne supera gli 88 cm, gli uomini - 102 cm;
  • Ipodynamia;
  • Compromissione della tolleranza al glucosio;
  • Eccesso di febrinogeno nel sangue;
  • Diabete.

Nella seconda fase della malattia, iniziano i danni agli organi interni (sotto l'influenza di un aumento del flusso sanguigno, spasmo dei vasi sanguigni, ossigeno e carenza di nutrienti), il funzionamento degli organi interni viene interrotto. Il quadro clinico dell'ipertensione allo stadio 2 è il seguente:

  • Cambiamenti trofici nel ventricolo sinistro del cuore (studio ECG);
  • Ispessimento dello strato superiore dell'arteria carotide;
  • La formazione di placche aterosclerotiche;
  • Aumento dei livelli sierici di creatinina superiore a 1,5 mg / dl;
  • Il rapporto patologico di albumina e creatinina nelle urine.

Gli ultimi 2 indicatori indicano un danno renale.

In concomitanti condizioni cliniche (nel determinare la minaccia di ipertensione) comprendere:

  • Malattie cardiache;
  • Patologia dei reni;
  • Colpo fisiologico alle arterie coronarie, vene, vasi;
  • Infiammazione del nervo ottico, lividi.

Il rischio 1 è stabilito per i pazienti anziani di età superiore ai 55 anni senza patologie aggravanti concomitanti. Il rischio 2 è prescritto nella diagnosi di ipertensione con la presenza di diversi fattori sopra descritti. Il rischio 3 aggrava la malattia dei pazienti con diabete mellito, aterosclerosi, ipertrofia dello stomaco sinistro, insufficienza renale e danni agli organi della vista.

In conclusione, ricordiamo che l'ipertensione arteriosa è considerata una malattia insidiosa e pericolosa a causa dell'assenza di sintomi primari. La clinica delle patologie è spesso benigna. Ma ciò non significa che la malattia non passerà dal primo stadio (con pressione sanguigna 140/90) al secondo (pressione sanguigna 160/100 e oltre). Se il 1o stadio viene interrotto dai medicinali, il 2o avvicina il paziente alla disabilità e il 3o alla disabilità permanente.

L'ipertensione con le sue complicanze influisce in modo significativo sul tasso di mortalità. Le stime mostrano che fino al 25% dei decessi nelle persone sopra i 40 anni sono causati direttamente o indirettamente dall'ipertensione. La probabilità di complicanze è determinata dallo stadio dell'ipertensione.

Quante fasi ha l'ipertensione, come sono classificate? Vedi sotto.

! importante Secondo le ultime stime dell'Organizzazione mondiale della sanità del 1993, l'ipertensione negli adulti è considerata un aumento costante della pressione arteriosa fino a 140/90 mm RT. Art.

Secondo l'OMS, secondo l'eziologia, l'ipertensione è classificata come primaria e secondaria.

Nell'ipertensione primaria (essenziale) (GB), la principale causa organica dell'aumento della pressione sanguigna (BP) non è nota. Viene presa in considerazione una combinazione di fattori genetici, influenze esterne e violazioni dei meccanismi regolatori interni.

  • Ambiente;
  • apporto calorico eccessivo, sviluppo dell'obesità;
  • aumento dell'assunzione di sale;
  • mancanza di potassio, calcio, magnesio;
  • bere eccessivo;
  • situazioni stressanti ripetitive.

L'ipertensione primaria è l'ipertensione più comune, in circa il 95% dei casi.

Esistono 3 fasi dell'ipertensione:

  • Stadio I - alta pressione sanguigna senza cambiamenti negli organi;
  • Stadio II - aumento della pressione sanguigna con cambiamenti negli organi, ma senza disturbare la loro funzione (ipertrofia ventricolare sinistra, proteinuria, angiopatia);
  • Stadio III - cambiamenti d'organo accompagnati da una violazione della loro funzione (insufficienza cardiaca sinistra, encefalopatia ipertensiva, ictus, retinopatia ipertensiva, insufficienza renale).

L'ipertensione secondaria (sintomatica) è un aumento della pressione sanguigna come sintomo della malattia di base con una causa identificabile. La classificazione dell'ipertensione secondaria è la seguente:

  • ipertensione renoparenchimale - si verifica a causa di malattie renali; cause: malattia parenchimale renale (glomerulonefrite, pielonefrite), tumori, danno renale;
  • Ipertensione renovascolare - restringimento delle arterie renali con displasia fibromuscolare o aterosclerosi, trombosi venosa renale;
  • ipertensione endocrina - iperaldosteronismo primario (sindrome di Conn), ipertiroidismo, feocromocitoma, sindrome di Cushing;
  • ipertensione causata da droghe;
  • ipertensione gestazionale: alta pressione durante la gravidanza, dopo il parto la condizione è spesso normale;
  • coartazione dell'aorta.

Ipertensione endocrina (ormonale)

Si tratta di ipertensione secondaria causata da malattie del sistema endocrino. Sono divisi in diversi tipi.

In queste ghiandole, che si trovano sopra i reni, viene prodotto un gran numero di ormoni che possono influenzare il tono dei vasi sanguigni, la forza o la frequenza delle contrazioni del cuore. Può causare un aumento della pressione:

  1. Eccessiva produzione di adrenalina e noradrenalina, caratteristica di un tumore come il feocromocitoma. Entrambi questi ormoni aumentano contemporaneamente la forza e la frequenza cardiaca, aumentano il tono vascolare;
  2. Una grande quantità dell'ormone aldosterone, che non rilascia sodio dal corpo. Questo elemento, che appare nel sangue in grandi quantità, "attira" l'acqua dai tessuti a se stesso. Di conseguenza, la quantità di sangue aumenta. Ciò accade con un tumore che lo produce - maligno o benigno, con crescita non tumorale del tessuto che produce aldosterone e anche con la stimolazione delle ghiandole surrenali in gravi malattie del cuore, dei reni e del fegato.
  3. Aumento della produzione di glucocorticoidi (cortisone, cortisolo, corticosterone), che aumentano il numero di recettori (cioè molecole speciali sulla cellula che agiscono come un "blocco" che può essere aperto con un "tasto") all'adrenalina e alla noradrenalina (saranno i giusti "Chiave" per "castello") nel cuore e nei vasi sanguigni. Stimolano anche la produzione dell'ormone angiotensinogeno da parte del fegato, che svolge un ruolo chiave nello sviluppo dell'ipertensione. Un aumento del numero di glucocorticoidi è chiamato sindrome e malattia di Itsenko-Cushing (una malattia - quando la ghiandola pituitaria comanda alle ghiandole surrenali di produrre una grande quantità di ormoni, una sindrome - quando le ghiandole surrenali sono colpite).

È associato a un'eccessiva produzione tiroidea dei suoi ormoni: tiroxina e triiodotironina. Ciò porta ad un aumento della frequenza cardiaca e della quantità di sangue espulso dal cuore in una contrazione.

La produzione di ormoni tiroidei può aumentare con malattie autoimmuni come la malattia di Graves e la tiroidite di Hashimoto, con infiammazione della ghiandola (tiroidite subacuta) e alcuni dei suoi tumori.

Questo ormone è prodotto nell'ipotalamo. Il suo secondo nome è vasopressina (in latino significa "spremere i vasi"), e agisce in questo modo: il legame con i recettori sui vasi all'interno del rene li fa restringere, si forma meno urina a causa dell'urina. Di conseguenza, il volume del fluido nei vasi aumenta. Più sangue scorre nel cuore - si allunga di più. Questo porta ad un aumento della pressione sanguigna.

L'ipertensione può anche essere causata da un aumento della produzione di sostanze attive nel corpo che aumentano il tono vascolare (che sono angiotensine, serotonina, endotelina, adenosina monofosfato ciclico) o una diminuzione del numero di sostanze attive che dovrebbero dilatare i vasi sanguigni (adenosina , acido gamma-aminobutirrico, ossido nitrico, alcune prostaglandine).

L'estinzione della funzione delle gonadi è spesso accompagnata da un costante aumento della pressione sanguigna. L'età di entrata in menopausa in ogni donna è diversa (questo dipende dalle caratteristiche genetiche, dalle condizioni di vita e dalle condizioni del corpo), ma i medici tedeschi hanno dimostrato che oltre 38 anni è pericoloso per lo sviluppo dell'ipertensione arteriosa.

Dopo 38 anni, il numero di follicoli (da cui si formano le uova) inizia a diminuire non in 1-2 ogni mese, ma in decine. Una diminuzione del numero di follicoli porta a una diminuzione della produzione di ormoni da parte delle ovaie, a seguito della quale autonomo (sudorazione, sensazione parossistica di calore nella parte superiore del corpo) e vascolare (arrossamento della metà superiore del corpo durante sviluppare un attacco di calore, aumento della pressione sanguigna).

Si sviluppano con una violazione della consegna di sangue al midollo allungato, dove si trova il centro vasomotorio. Ciò è possibile con l'aterosclerosi o la trombosi dei vasi sanguigni che trasportano sangue ad esso, nonché con i vasi sanguigni schiacciati a causa di edema con osteocondrosi ed ernie.

Ipertensione renale

È causato da un deterioramento dell'afflusso di sangue ai reni a causa del restringimento delle arterie che alimentano i reni. Soffrono della formazione di placche aterosclerotiche in esse, un aumento dello strato muscolare in esse dovuto a una malattia ereditaria - displasia fibromuscolare, aneurisma o trombosi di queste arterie, aneurisma delle vene renali.

La malattia si basa sull'attivazione del sistema ormonale, a causa della quale i vasi sono spasmodici (compressi), il sodio viene trattenuto e il fluido nel sangue viene aumentato e il sistema nervoso simpatico viene stimolato. Il sistema nervoso simpatico, attraverso le sue speciali cellule situate sui vasi, attiva la loro compressione ancora maggiore, che porta ad un aumento della pressione sanguigna.

Rappresenta solo il 2-5% dei casi di ipertensione. Si verifica a causa di malattie come:

  • glomerulonefrite;
  • danno renale nel diabete;
  • una o più cisti nei reni;
  • lesione renale;
  • tubercolosi renale;
  • gonfiore dei reni.

Con una qualsiasi di queste malattie, il numero di nefroni (le principali unità di lavoro dei reni attraverso cui viene filtrato il sangue) diminuisce. Il corpo cerca di correggere la situazione aumentando la pressione nelle arterie che portano il sangue ai reni (i reni sono un organo per cui la pressione sanguigna è molto importante, a bassa pressione smettono di funzionare).

Tali farmaci possono causare un aumento della pressione:

  • gocce di vasocostrittore usate per il raffreddore comune;
  • contraccettivi compresse;
  • antidepressivi;
  • antidolorifici;
  • preparati a base di ormoni-glucocorticoidi.

A causa di un aumento della viscosità del sangue (ad esempio, con la malattia di Wakez, quando aumenta il numero di tutte le sue cellule nel sangue) o di un aumento del volume del sangue, la pressione sanguigna può aumentare.

Questi sono chiamati ipertensione, che si basa su un cambiamento nell'emodinamica - cioè, il movimento del sangue attraverso i vasi, di solito a causa di malattie di grandi vasi.

La principale malattia che causa l'ipertensione emodinamica è la coartazione aortica. Questo è un restringimento congenito della regione aortica nella sua sezione toracica (situata nella cavità toracica). Di conseguenza, al fine di garantire un normale apporto di sangue agli organi vitali della cavità toracica e della cavità cranica, il sangue deve raggiungerli attraverso vasi piuttosto stretti che non sono progettati per tale carico. Se il flusso sanguigno è grande e il diametro dei vasi è piccolo, la pressione aumenterà in essi, cosa che accade durante la coartazione dell'aorta nella metà superiore del corpo.

Il corpo ha bisogno di arti inferiori meno degli organi delle cavità indicate, quindi il sangue li raggiunge già "non sotto pressione". Pertanto, le gambe di una tale persona sono pallide, fredde, sottili (i muscoli sono scarsamente sviluppati a causa di un'alimentazione insufficiente) e la metà superiore del corpo ha un aspetto "atletico".

Non è ancora chiaro agli scienziati come le bevande a base di alcol etilico causino un aumento della pressione sanguigna, ma nel 5-25% delle persone che bevono costantemente alcolici, la loro pressione sanguigna aumenta. Ci sono teorie che suggeriscono che l'etanolo può agire:

  • attraverso un aumento dell'attività del sistema nervoso simpatico, che è responsabile del restringimento dei vasi sanguigni, della frequenza cardiaca;
  • aumentando la produzione di glucocortico>

Con la combinazione di eventuali fattori provocatori (ad esempio, malattie renali e assunzione di antidolorifici), si sommano (somma).

Il concetto ufficiale di "ipertensione giovanile" non esiste. L'aumento della pressione sanguigna nei bambini e negli adolescenti è principalmente di natura secondaria. Le cause più comuni di questa condizione sono:

  • Malformazioni congenite dei reni.
  • Riduzione del diametro delle arterie renali di natura congenita.
  • Pielonefrite.
  • Glomerulonefrite.
  • Cisti o malattia renale policistica.
  • Tubercolosi dei reni.
  • Lesione renale
  • Coartazione dell'aorta.
  • Ipertensione essenziale.
  • Il tumore di Wilms (nefroblastoma) è un tumore estremamente maligno che si sviluppa dai tessuti dei reni.
  • Lesioni della ghiandola pituitaria o della ghiandola surrenale, portando il corpo a diventare molti ormoni glucocorticoidi (sindrome e malattia di Itsenko-Cushing).
  • Trombosi arteriosa o venosa dei reni
  • Restringimento del diametro (stenosi) delle arterie renali a causa di un aumento congenito dello spessore dello strato muscolare dei vasi.
  • Interruzione congenita della corteccia surrenale, forma ipertensiva di questa malattia.
  • Displasia broncopolmonare - danno ai bronchi e ai polmoni con aria aspirata da un ventilatore, collegato per rianimare un neonato.
  • Feocromocitoma.
  • La malattia di Takayasu è una lesione dell'aorta e dei grandi rami che si estendono da essa a causa di un attacco alle pareti di questi vasi per sua stessa immunità.
  • La periarterite nodosa è un'infiammazione delle pareti delle arterie piccole e medie, a seguito della quale si formano su di esse sporgenze sacculari, aneurismi.

L'ipertensione polmonare non è un tipo di ipertensione arteriosa. Questa è una condizione pericolosa per la vita in cui aumenta la pressione nell'arteria polmonare. I cosiddetti 2 vasi in cui è diviso il tronco polmonare (un vaso che emana dal ventricolo destro del cuore). L'arteria polmonare destra trasporta sangue povero di ossigeno al polmone destro e la sinistra a sinistra.

L'ipertensione polmonare si sviluppa più spesso nelle donne di età compresa tra 30 e 40 anni e, progressivamente progredendo, è una condizione pericolosa per la vita, che porta alla rottura del ventricolo destro e alla morte prematura. Sorge a causa di motivi ereditari, a causa di malattie del tessuto connettivo e difetti cardiaci. In alcuni casi, la sua causa non può essere determinata. Si manifesta con mancanza di respiro, svenimento, affaticamento, tosse secca. Negli stadi gravi, il ritmo cardiaco è disturbato, appare l'emottisi.

Detonic - una medicina unica che aiuta a combattere l'ipertensione in tutte le fasi del suo sviluppo.

Detonic per la normalizzazione della pressione

Il complesso effetto dei componenti vegetali del farmaco Detonic sulle pareti dei vasi sanguigni e il sistema nervoso autonomo contribuiscono a un rapido calo della pressione sanguigna. Inoltre, questo farmaco previene lo sviluppo dell'aterosclerosi, grazie ai componenti unici che sono coinvolti nella sintesi della lecitina, un aminoacido che regola il metabolismo del colesterolo e previene la formazione di placche aterosclerotiche.

Detonic non provoca dipendenza e sindrome da astinenza, poiché tutti i componenti del prodotto sono naturali.

Informazioni dettagliate su Detonic si trova sulla pagina del produttore www.detonicnd.com.

Forse vuoi sapere del nuovo farmaco - Cardiol, che normalizza perfettamente la pressione sanguigna. Cardiol le capsule sono uno strumento eccellente per la prevenzione di molte malattie cardiache, poiché contengono componenti unici. Questo farmaco è superiore nelle sue proprietà terapeutiche a tali farmaci: Cardiline, Recardio, Detonic. Se vuoi conoscere informazioni dettagliate su Cardiol, Andare al sito web del produttoreQui troverai le risposte alle domande relative all'uso di questo farmaco, recensioni dei clienti e medici. Puoi anche scoprire il Cardiol capsule nel tuo paese e le condizioni di consegna. Alcune persone riescono a ottenere uno sconto del 50% sull'acquisto di questo farmaco (come farlo e acquistare pillole per il trattamento dell'ipertensione per 39 euro è scritto sul sito ufficiale del produttore.)Cardiol capsule per cuore
Svetlana Borszavich

Medico generico, cardiologo, con lavoro attivo in terapia, gastroenterologia, cardiologia, reumatologia, immunologia con allergologia.
Ottima conoscenza dei metodi clinici generali per la diagnosi e il trattamento delle malattie cardiache, nonché elettrocardiografia, ecocardiografia, monitoraggio del colera su un elettrocardiogramma e monitoraggio giornaliero della pressione sanguigna.
Il complesso terapeutico sviluppato dall'autore aiuta in modo significativo con lesioni cerebrovascolari e disturbi metabolici nel cervello e malattie vascolari: ipertensione e complicanze causate dal diabete.
L'autore è membro della European Society of Therapists, partecipa regolarmente a conferenze e congressi scientifici nel campo della cardiologia e della medicina generale. Ha partecipato più volte a un programma di ricerca presso un'università privata in Giappone nel campo della medicina ricostruttiva.

Detonic