TABELLA ORGANICA DI LYSINOPRIL - istruzioni per l'uso

ACE-inibitore. La polvere cristallina è bianca o quasi bianca, inodore, solubile in acqua, scarsamente solubile in metanolo e praticamente insolubile in etanolo. Il peso molecolare è 441,52.

Ipertensione arteriosa (in monoterapia o in associazione con altri farmaci antiipertensivi); insufficienza cardiaca cronica (come parte della terapia di associazione per pazienti che assumono glicosidi cardiaci e / o diuretici); trattamento precoce dell'infarto miocardico acuto come parte della terapia di associazione (nelle prime 24 ore con parametri emodinamici stabili per mantenere questi indicatori e prevenire la disfunzione ventricolare sinistra e l'insufficienza cardiaca);

L'incidenza degli effetti collaterali è caratterizzata con frequenza (≥1%); di rado (lt; 1%).

Gli effetti collaterali più comuni sono vertigini, mal di testa, affaticamento, diarrea, tosse secca, nausea.

Dal CCC: spesso - una pronunciata diminuzione della pressione sanguigna, ipotensione ortostatica; raramente - dolore toracico, tachicardia, bradicardia, peggioramento dei sintomi di insufficienza cardiaca, compromissione della conduzione AV, infarto del miocardio.

Dal lato del sistema nervoso centrale: spesso - parestesia, labilità dell'umore, confusione, sonnolenza, spasmi convulsi dei muscoli degli arti e delle labbra; raramente - sindrome astenica.

Dagli organi emopoietici: raramente - leucopenia, neutropenia, agranulocitosi, trombocitopenia, con trattamento prolungato - anemia (diminuzione dell'Hb, ematocrito, eritropenia).

Dal sistema respiratorio: raramente - mancanza di respiro, broncospasmo.

Dal sistema digestivo: raramente - secchezza della mucosa orale, anoressia, dispepsia, alterazione del gusto, dolore addominale, pancreatite, ittero (epatocellulare o colestatico), epatite.

Dalla pelle: raramente - orticaria, prurito cutaneo, aumento della sudorazione, alopecia, fotosensibilità.

Dal sistema genito-urinario: funzionalità renale raramente compromessa, oliguria, anuria, insufficienza renale acuta, uremia, proteinuria, disfunzione sessuale.

Indicatori di laboratorio: spesso - iperkaliemia, iponatriemia; raramente - iperbilirubinemia, aumento dell'attività degli enzimi epatici, ipercreatininemia, aumento della concentrazione di urea e creatinina.

Reazioni allergiche: raramente - angioedema del viso, degli arti, delle labbra, della lingua, dell'epiglottide e / o della laringe, eruzioni cutanee, prurito della pelle, febbre, risultati dei test anticorpali antinucleari falsi positivi, aumento della VES, eosinofilia, leucocitosi; in rari casi - angioedema intestinale.

Altro: raramente - artralgia / artrite, vasculite, mialgia.

Ipotensione arteriosa sintomatica

Molto spesso, si verifica una pronunciata riduzione della pressione arteriosa con una diminuzione del BCC causata dalla terapia diuretica, una diminuzione della quantità di cloruro di sodio negli alimenti, dialisi, diarrea o vomito. Nei pazienti con insufficienza cardiaca con insufficienza renale simultanea o senza di essa, è possibile una pronunciata riduzione della pressione sanguigna.

Sotto stretto controllo medico, il lisinopril deve essere usato in pazienti con malattia coronarica, insufficienza cerebrovascolare, in cui una forte riduzione della pressione arteriosa può portare a infarto del miocardio o ictus.

L'ipotensione arteriosa transitoria non è una controindicazione per l'assunzione della dose successiva di farmaci. In caso di sviluppo di ipotensione arteriosa, il paziente deve essere spostato in posizione supina con le gambe sollevate. Se necessario, BCC deve essere reintegrato mediante somministrazione endovenosa di una soluzione di cloruro di sodio allo 0,9%. L'ipotensione arteriosa transitoria non costituisce un ostacolo all'ulteriore uso di droghe. Dopo il ripristino della cc e della pressione sanguigna, il trattamento può essere continuato.

Quando si utilizza il lisinopril in alcuni pazienti con insufficienza cardiaca, ma con pressione sanguigna normale o ridotta, può verificarsi una diminuzione della pressione sanguigna, che di solito non è un motivo per interrompere il trattamento.

Prima di iniziare il trattamento con lisinopril, se possibile, normalizzare il contenuto di sodio e / o ricostituire la CCN, monitorare attentamente l'effetto della dose iniziale di lisinopril sul paziente.

In caso di stenosi delle arterie renali (soprattutto in caso di stenosi bilaterale o in presenza di stenosi dell'arteria di un singolo rene), nonché in caso di insufficienza circolatoria dovuta alla mancanza di sodio e / o fluido, l'uso di lisinopril può portare a compromissione della funzionalità renale, insufficienza renale acuta, che di solito è irreversibile anche dopo la cancellazione del farmaco.

L'iperkaliemia può svilupparsi durante il trattamento con ACE-inibitori, incluso e lisinopril. I fattori di rischio per lo sviluppo dell'iperkaliemia sono l'insufficienza renale, la ridotta funzionalità renale, l'età superiore ai 70 anni, il diabete mellito, alcune condizioni concomitanti (disidratazione, insufficienza cardiaca acuta, acidosi metabolica), l'uso simultaneo di diuretici risparmiatori di potassio (come lo spironolattone , eplerenone, triamterene, amiloride), additivi alimentari / preparati con potassio o sostituti contenenti potassio per sale commestibile, nonché l'uso di altri farmaci che aumentano il livello di potassio nel sangue (ad esempio, eparina).

L'uso di additivi alimentari / preparati di potassio, diuretici risparmiatori di potassio, sostituti del sale contenenti potassio può portare a un aumento significativo del potassio nel sangue, specialmente in pazienti con compromissione della funzionalità renale. L'iperkaliemia può portare a disturbi del ritmo cardiaco gravi, a volte fatali.

Stenosi mitralica / stenosi aortica / cardiomiopatia ostruttiva ipertrofica

Il lisinopril, come altri ACE-inibitori, deve essere usato con cautela nei pazienti con ostruzione del tratto di efflusso ventricolare sinistro (stenosi aortica, cardiomiopatia ipertrofica ostruttiva), nonché nei pazienti con stenosi mitralica.

Infarto miocardico acuto

Viene mostrato l'uso della terapia standard (trombolitici, acido acetilsalicilico come agente antipiastrinico, beta-bloccanti). Il lisinopril può essere usato in associazione con l'accensione / nell'introduzione o con l'uso di sistemi terapeutici transdermici di nitroglicerina.

Intervento chirurgico / anestesia generale

Con ampi interventi chirurgici, nonché con l'uso di altri farmaci che causano una diminuzione della pressione sanguigna, il lisinopril, bloccando la formazione di angiotensina II, può causare una pronunciata e imprevedibile riduzione della pressione sanguigna.

Con lo sviluppo dell'ipotensione arteriosa, la pressione sanguigna dovrebbe essere mantenuta reintegrando la CCN. È necessario avvertire il chirurgo / anestesista che il paziente sta assumendo ACE-inibitori.

La stessa dose porta ad una maggiore concentrazione di lisinopril nel sangue, pertanto è necessario prestare particolare attenzione nel determinare la dose.

Nei pazienti sottoposti a emodialisi con membrane ad alto flusso (ad es. AN69®), durante il trattamento con ACE-inibitori sono state osservate reazioni anafilattiche. Gli ACE-inibitori dovrebbero essere evitati quando si utilizza questo tipo di membrana.

Durante l'assunzione di ACE-inibitori, possono verificarsi neutropenia / agranulocitosi, trombocitopenia e anemia. Nei pazienti con normale funzionalità renale e in assenza di altri fattori aggravanti, la neutropenia si sviluppa raramente. Con estrema cautela, il lisinopril deve essere usato in pazienti con malattie sistemiche del tessuto connettivo, mentre assume immunosoppressori, allopurinolo o procainamide, specialmente in pazienti con compromissione della funzionalità renale.

Alcuni pazienti hanno sviluppato gravi infezioni, in alcuni casi resistenti alla terapia antibiotica intensiva. Quando si prescrive il lisinopril in tali pazienti, si raccomanda di monitorare periodicamente il contenuto di globuli bianchi nel sangue. I pazienti devono informare il proprio medico di eventuali segni di una malattia infettiva (ad es. Mal di gola, febbre).

Reazioni anafilattoidi durante l'aferesi delle LDL

In rari casi, nei pazienti che assumono ACE-inibitori, durante la procedura di aferesi LDL possono manifestarsi reazioni anafilattoidi potenzialmente letali mediante destrano solfato. Per prevenire la reazione anafilattoide, la terapia con ACE-inibitore deve essere temporaneamente interrotta prima di ogni procedura di aferesi.

Reazioni anafilattoidi durante la desensibilizzazione

Vi sono segnalazioni separate sullo sviluppo di reazioni anafilattoidi in pazienti che ricevono ACE-inibitori durante la terapia desensibilizzante, come il veleno di imenotteri. Gli ACE-inibitori devono essere usati con cautela nei pazienti predisposti a reazioni allergiche sottoposti a procedure di desensibilizzazione.

Quando si assumono ACE-inibitori, incluso e lisinopril, in rari casi e durante qualsiasi periodo di terapia, si può osservare lo sviluppo di angioedema del viso, degli arti superiori e inferiori, delle labbra, delle mucose, della lingua, delle corde vocali e / o della laringe (vedere "Effetti collaterali"). Quando compaiono i sintomi, il farmaco deve essere immediatamente sospeso e il paziente deve essere osservato fino a quando i segni di edema scompaiono completamente.

L'edema angioneurotico, accompagnato da edema laringeo, può essere fatale. Il gonfiore della lingua, delle corde vocali o della laringe può causare ostruzione delle vie aeree. Se compaiono tali sintomi, è necessario un trattamento di emergenza, inclusa la somministrazione di adrenalina e / o pervietà delle vie aeree. Il paziente deve essere sotto controllo medico fino a quando i sintomi scompaiono completamente e in modo persistente.

NomeIl valore dell'indice Wyszkowski
®
Proton ®0.0694
Lisinopril0.0145
Lysinotone ®0.0035
Irumed ®0.0024
Lisinopril Organics0.0024
Lysigamma ®0.002
Lisinopril-Teva0.0015
LYSIPREX ®0.0012
Dapril ®0.0009
Lysoril0.0009
Lisinopril stada0.0009
Lisinopril-SZ0.0009
Lisinopril Krka0.0007
Lisinopril-Akrikhin0.0007
Lister®0.0007
Accettato0.0006
Sinopril0.0004
Lisinopril Grindeks0.0004
Lisinopril diidrato0.0003
Rileys-Sanovel0.0003
Diropress ®0.0003
Piccolo ®0.0002
Lisinopril Canon0.0002
Lysacard0.0001
Zonixem ®0.0001
Lisinopril-OBL0.0001
Lisinopril esagonale0
Lizonorm0
Granulato di lisinopril0
Lisinopril-AlSi0
Lisinopril Medisorb0
Lisinopril-VERTICE0

effetto farmacologico

In rari casi, sullo sfondo della terapia con ACE-inibitori, si sviluppa angioedema dell'intestino. Inoltre, i pazienti hanno dolore addominale come sintomo isolato o in combinazione con nausea e vomito, in alcuni casi senza previo angioedema del viso e con un livello normale di esterasi C1.

Diagnosi con tomografia computerizzata
area addominale, ecografia o intervento chirurgico. I sintomi sono scomparsi dopo l'interruzione degli ACE-inibitori. Pertanto, nei pazienti con dolore addominale trattati con ACE-inibitori,
diagnosi differenziale, è necessario tener conto della possibilità di sviluppare angioedema dell'intestino (vedere "Effetti collaterali").

Non ci sono dati sull'uso di lisinopril in pazienti dopo trapianto di rene.

Va tenuto presente che nei pazienti di razza Negroid, il rischio di sviluppare angioedema è più elevato. Come altri ACE-inibitori, il lisinopril è meno efficace nel ridurre la pressione sanguigna nei pazienti di razza Negroide.

Questo effetto è probabilmente associato a una pronunciata predominanza dello stato a bassa radice nei pazienti di razza Negroide con ipertensione arteriosa.

Compromissione della funzionalità epatica

In rari casi, durante l'assunzione di ACE-inibitori, è stata osservata una sindrome di sviluppo di ittero colestatico con una transizione alla necrosi fulminante del fegato, a volte con esito fatale. Il meccanismo di sviluppo di questa sindrome non è chiaro. Se si verificano ittero o un aumento significativo dell'attività degli enzimi epatici durante l'assunzione di ACE-inibitori, è necessario interrompere l'assunzione del medicinale (vedere "Effetti collaterali"), il paziente deve essere sotto appropriato controllo medico.

Doppio blocco di raas

Casi di ipotensione arteriosa, svenimento, ictus, iperkaliemia e funzionalità renale compromessa (inclusa insufficienza renale acuta) sono stati riportati in pazienti sensibili, specialmente se usati con farmaci che influenzano questo sistema. Pertanto, il doppio blocco di RAAS a seguito della combinazione di un ACE-inibitore con ARA II o aliskiren non è raccomandato.

La combinazione con aliskiren è controindicata nei pazienti con diabete mellito o compromissione della funzionalità renale (GFR lt; 60 ml / min / 1,73 m2 (vedere "Controindicazioni" e "Interazione").

Pazienti con diabete

Quando si prescrive lisinopril a pazienti con diabete mellito che ricevono agenti ipoglicemici per somministrazione orale o insulina, è necessario monitorare regolarmente la concentrazione di glucosio nel sangue durante il primo mese di terapia (vedere "Interazione").

Influenza sulla capacità di guidare veicoli ed eseguire lavori che richiedono un'alta velocità di reazioni mentali e fisiche. Lisinopril deve essere usato con cautela nei pazienti che guidano veicoli e si impegnano in attività che richiedono una maggiore concentrazione di attenzione e velocità di risposta a causa del rischio di ipotensione e vertigini.

Il farmaco ha un effetto ipotensivo, cardioprotettivo, vasodilatatore e natriuretico sul corpo umano.

Essendo un inibitore dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE), Lisinopril ha pronunciato proprietà ipotensive (abbassa la pressione sanguigna).

Questo farmaco è anche prezioso per la sua azione cardioprotettiva (correzione dello stato funzionale del miocardio), vasodilatatrice e natriuretica (escreta i sali di sodio nelle urine).

L'uso a lungo termine di lisinopril può ridurre l'ipertrofia (aumento di peso) delle pareti delle arterie e del miocardio, migliorare la circolazione sanguigna.

Le revisioni del lisinopril e i risultati degli studi clinici sono caratterizzati come un farmaco con la capacità di prolungare la vita dei pazienti affetti da insufficienza cardiaca cronica, nonché di inibire la progressione della disfunzione ventricolare sinistra dopo infarto miocardico.

Il lisinopril inizia ad agire 1 ora dopo la somministrazione, dopo 4-6 ore - si osserva l'effetto massimo del farmaco, la durata totale dell'effetto terapeutico è di 24 ore.

Quando Lisinopril viene utilizzato da pazienti con ipertensione arteriosa, nei primi giorni di assunzione del farmaco si verifica un sollievo delle condizioni del paziente e dopo 1-2 mesi viene fissato un effetto stabile.

Farmacodinamica e farmacocinetica

Le compresse di lisinopril bloccano l'ACE, aumentano il contenuto di PG vasodilatatore endogeno e impediscono la transizione dell'angiotensina I in angiotensina II. Riducono anche la conversione di arginina-vasopressina e endotelina-1, riducono il postcarico miocardico, la resistenza vascolare periferica totale, la pressione capillare polmonare e la pressione sanguigna sistemica.

Il medicinale blocca il sistema renina-angiotensina tissutale del cuore, previene la comparsa di ipertrofia miocardica e dilatazione del ventricolo sinistro o aiuta nella loro scomparsa.

L'effetto del farmaco appare dopo circa 60 minuti, aumenta per 6-7 ore e dura per un giorno. Il massimo effetto ipotensivo si manifesta nel corso di diverse settimane.

Il principio attivo viene assorbito di circa il 25%. Il tempo del pasto non influisce sull'assorbimento. La comunicazione con le proteine ​​plasmatiche è bassa. Il principio attivo non viene biotrasformato ed escreto dai reni invariato. L'emivita di eliminazione è di 12 ore.

Indicazioni per l'uso di lisinopril

Questo medicinale non deve essere assunto senza la nomina di uno specialista. Le indicazioni per l'uso di lisinopropyl possono essere diverse. Come prendere e da ciò che le compresse aiuteranno in ogni caso, solo il medico lo sa.

Di norma, le compresse di lisinopril sono indicate per l'uso come segue:

  • ipertensione arteriosa;
  • insufficienza cardiaca cronica;
  • nefropatia diabetica in caso di diabete mellito insulino-dipendente e di tipo II;
  • infarto miocardico acuto senza ipotensione arteriosa.

Il farmaco non deve essere assunto con ipersensibilità ai suoi componenti, allattamento e gravidanza.

Non è auspicabile prescrivere questo rimedio per:

  • iperkaliemia
  • reazioni anafilattoidi;
  • collagenosi;
  • insufficienza cerebrovascolare;
  • compromissione della funzionalità renale ed epatica;
  • stenosi bilaterale dell'arteria renale;
  • rene trapiantato;
  • gotta
  • età avanzata;
  • una storia di edema di Quincke;
  • depressione del midollo osseo;
  • ipotensione;
  • cambiamenti ostruttivi che impediscono il deflusso di sangue dal cuore;
  • iponatriemia, così come quando si mangia con un consumo limitato di sodio;
  • stenosi di una singola arteria renale;
  • iperuricemia;
  • infanzia.

Lisinopril raccomanda l'uso di lisinopril per: varie forme di ipertensione arteriosa, nefropatia diabetica, nonché in terapia di associazione per il trattamento precoce dell'infarto miocardico acuto e dell'insufficienza cardiaca cronica.

Le indicazioni indicate nelle istruzioni per Lisinopril non possono essere considerate una guida all'autoterapia, poiché l'uso di questo farmaco può essere pericoloso per alcune categorie di pazienti.

Pertanto, Lisinopril non è prescritto a persone con ipersensibilità agli ACE-inibitori, in particolare al lisinopril, nonché a donne in gravidanza e in allattamento.

Anche l'edema ereditario di Quincke e una storia di angioedema sono un motivo per rifiutare di usare Lisinopril.

Con cautela, l'assunzione di lisinopril deve essere associata a malattie come:

  • stenosi aortica;
  • ischemia cardiaca;
  • malattia cerebrovascolare;
  • insufficienza coronarica;
  • diabete;
  • oppressione dell'ematopoiesi del midollo osseo;
  • gravi malattie sistemiche del tessuto connettivo;
  • iperkaliemia;
  • insufficienza renale;
  • ipotensione;
  • aldosteronismo primario.

La fattibilità dell'uso di Lisinopril deve essere sicuramente discussa con un medico per i pazienti anziani e quelli che seguono una dieta a basso contenuto di sale.

Il lisinopril aiuta efficacemente con l'ipertensione, ma il farmaco ha molti effetti collaterali. Se segue il dosaggio e aderisce al regime terapeutico corretto, le conseguenze negative dopo l'assunzione del medicinale non vengono osservate o scompaiono entro pochi giorni.

  • dolore al petto, una forte diminuzione della pressione sanguigna;
  • deterioramento della potenza;
  • disturbi dell'apparato digerente che provocano la comparsa di nausea e vomito;
  • un aumento dell'ESR, una diminuzione del livello di emoglobina;
  • aumento del contenuto di azoto di urea e cheratina;
  • dolori articolari;
  • debolezza muscolare, emicrania, vertigini.

Nella fase iniziale del trattamento, possono verificarsi reazioni allergiche sotto forma di eruzioni cutanee, a volte può verificarsi l'edema di Quincke. Spesso, l'assunzione di un farmaco è accompagnata da una tosse improduttiva.

Le principali controindicazioni sono l'intolleranza individuale ai componenti del farmaco e il lattosio, l'ipersensibilità ai farmaci dal gruppo di ACE-inibitori, l'angioedema, l'edema idiopatico. Il lisinopril è controindicato durante la gravidanza in qualsiasi momento e l'uso durante l'allattamento è possibile solo se l'allattamento al seno è sospeso. Non ci sono dati affidabili sulla sicurezza dell'uso del farmaco in pediatria, quindi non è prescritto a persone di età inferiore ai 18 anni.

Attenzione e sotto la costante supervisione di un medico dovrebbe assumere lisinopril per le persone in età avanzata, i diabetici, se esiste una storia di malattie renali croniche, problemi con la circolazione cerebrale.

Possiamo sicuramente dire della mancanza di compatibilità di Lisinopril e alcool. Durante il trattamento, le bevande e i preparati contenenti etanolo devono essere completamente eliminati. Il farmaco aumenta l'effetto negativo dell'alcol sul corpo, che può causare lo sviluppo di gravi disturbi al fegato.

! importante Prima di assumere Lisinopril per la pressione, è necessario sottoporsi a un esame completo per escludere la presenza di patologie renali, eliminare la disidratazione.

Ipersensibilità al lisinopril o ad altri ACE-inibitori; storia di angioedema, anche sullo sfondo dell'uso di ACE-inibitori; edema ereditario di Quincke o angioedema idiopatico; età fino a 18 anni (l'efficacia e la sicurezza non sono state stabilite); gravidanza e periodo dell'allattamento al seno (vedi

Interazioni con altre sostanze attive

Gli effetti collaterali più comuni di Lisinopril comprendono aumento della fatica, mal di testa, vertigini, tosse secca, nausea e diarrea.

Secondo le istruzioni, Lisinopril può anche causare reazioni avverse al corpo, come:

  • dolore toracico, una significativa riduzione della pressione sanguigna, bradicardia, tachicardia, palpitazioni cardiache, infarto del miocardio;
  • sonnolenza, confusione, labilità emotiva;
  • anemia, trombocitopenia, neutropenia, agranulocitosi, leucopenia;
  • broncospasmo, mancanza di respiro;
  • alterazioni del gusto, secchezza delle fauci, dispepsia, anoressia, pancreatite, epatite, ittero;
  • fotosensibilità (ipersensibilità alla luce solare), perdita di capelli, aumento della sudorazione;
  • anuria (mancanza di flusso di urina nella vescica), oliguria (diminuzione della quantità di urina rilasciata), funzionalità renale compromessa, ridotta potenza, proteinuria (presenza di proteine ​​nelle urine), uremia (accumulo di urea nel sangue) , insufficienza renale acuta;
  • eruzioni cutanee, angioedema, febbre;
  • debolezza neuropsichica, dolori articolari, dolori muscolari, crampi, vasculite (infiammazione e distruzione delle pareti dei vasi sanguigni).

Gli effetti collaterali possono essere diversi, derivano da diversi sistemi e organi:

  • sistema nervoso - irritabilità, mal di testa, atassia, affaticamento, incidente cerebrovascolare transitorio, tremore, sonnolenza, visione offuscata, confusione, nervosismo, svenimento, neuropatia periferica, perdita di memoria, vertigini, insonnia, parestesia, crampi, acufene;
  • tratto gastrointestinale - secchezza delle fauci, bruciore di stomaco, vomito, flatulenza, dolore addominale, gastrite, indigestione, nausea, diarrea, costipazione, crampi, epatotossicità, pancreatite;
  • sistema muscoloscheletrico - artralgia, mialgia, artrite, dolore al collo e alla schiena;
  • apparato respiratorio - tumori maligni dei polmoni, embolia e infarto polmonare, tosse secca, asma, dolore respiratorio, emottisi, laringite, faringite, sangue dal naso, dispnea posturale parossistica, infiltrazione, versamento pleurico, rinite, bronchite, broncospasmo, seno;
  • sistema genito-urinario - insufficienza renale acuta, problemi di funzionalità renale, pielonefrite, oliguria, uremia, impotenza, disuria, anuria, edema, riduzione della libido;
  • pelle - orticaria, alopecia, pemfigo, sindrome di Lyell, fotosensibilità, eruzione cutanea, danni e infezione della pelle, sindrome di Stevens-Johnson.

Inoltre, sono possibili le seguenti manifestazioni: sviluppo di infezioni, perdita di peso, sudorazione, diabete mellito, aumento del titolo di anticorpi antinucleari e urea, gotta, aumento della creatinina, iperkaliemia, iperuricemia, febbre, allergie, disidratazione, iponatriemia.

Se vengono rilevati effetti collaterali, è necessario consultare immediatamente uno specialista.

Classificazione nosologica (ICD-10)

Istruzioni per l'uso di lisinopril e dosi

Sintomi (si verificano quando si assume una singola dose di 50 mg): marcata riduzione della pressione sanguigna, mucosa secca del cavo orale, sonnolenza, ritenzione urinaria, costipazione, ansia, irritabilità aumentata.

Trattamento: non esiste un antidoto specifico. Terapia sintomatica Lavaggio gastrico, uso di enterosorbenti e lassativi. È mostrato in / nell'introduzione di una soluzione allo 0,9% di cloruro di sodio. Nel caso di bradicardia resistente al trattamento, è necessario l'uso di un pacemaker artificiale. Necessità di controllare la pressione sanguigna, indicatori del bilancio idrico-elettrolitico. L'emodialisi è efficace.

Il medicinale viene assunto ogni giorno 1 volta al mattino, indipendentemente dal pasto. Questo dovrebbe essere fatto contemporaneamente, mentre si lava giù con una certa quantità di liquido.

Il regime esatto di dosaggio e trattamento è selezionato individualmente da uno specialista. Dipende da quale lisinopropil viene utilizzato, quali farmaci vengono presi con esso e qual è la condizione dei reni.

In caso di ipertensione arteriosa, in caso di trattamento senza altri farmaci antiipertensivi, il dosaggio è di 2,5 mg una volta al giorno. Per la massima efficacia, viene eseguita una terapia di 2-4 settimane. Solo allora il dosaggio giornaliero può essere aumentato a un massimo di 20 mg. La dose giornaliera non deve essere superiore a 40 mg.

Se non si ottiene l'effetto ipotensivo desiderato, è inoltre necessario assumere un altro farmaco antiipertensivo di un diverso gruppo farmacoterapeutico.

In caso di infarto miocardico acuto, se è stato prescritto il medicinale Lisinopril, le istruzioni per l'uso riportano che deve essere assunto entro 5 ore dall'esordio dei primi sintomi della malattia. Il dosaggio iniziale è di 10 mg una volta al giorno. Può essere aumentato a 120 mg. Persone con pressione sistolica arteriosa fino a mm Hg. Arte.

In caso di insufficienza cardiaca, la dose iniziale giornaliera è di 2,5 mg. Può essere gradualmente aumentato a seconda delle indicazioni individuali del paziente. La dose giornaliera terapeutica è di 20 mg.

In caso di diabete mellito insulino-dipendente e nefropatia, la terapia viene iniziata a basse dosi e viene eseguita sotto stretto controllo da uno specialista. La dose giornaliera iniziale per il diabete di tipo II è di 10 mg. È vietato superare una dose giornaliera di 20 mg.

In caso di insufficienza renale, è necessario un aggiustamento del dosaggio in base al controllo qualità:

  • 30-70 ml / min - è necessario assumere 5-10 mg / giorno;
  • 10-30 ml / min - è necessario assumere 2,5-5 mg / giorno;
  • fino a 10 ml / min - è necessario assumere 2,5 mg / giorno.

La dose giornaliera di 20 mg non può essere superata e per le persone con CC fino a 30 ml / min, la dose giornaliera massima è di 10 mg.

In alcuni casi, è anche possibile estendere l'intervallo tra le dosi del farmaco da uno a due giorni.

Potrebbero esserci dei cambiamenti nel regime del farmaco, a seconda del produttore. Pertanto, le istruzioni per l'uso di Lisinopril-Astrafarm riportano i seguenti dosaggi giornalieri, a seconda della diagnosi:

  • ipertensione arteriosa - per iniziare, il dosaggio dovrebbe essere di 10 mg al giorno. In questo caso, dopo la prima applicazione, può verificarsi una significativa riduzione della pressione sanguigna. In questo caso, il dosaggio iniziale è di 2,5-5 mg. La terapia deve essere supervisionata da uno specialista. Il dosaggio giornaliero di mantenimento è di 20 mg. Se l'effetto corretto non è stato raggiunto in 14-28 giorni, può essere aumentato. Ma non puoi superare la dose giornaliera di 80 mg;
  • insufficienza cardiaca cronica: il medicinale può essere usato come componente della terapia con diuretici, beta-bloccanti e farmaci digitali. All'inizio del trattamento, viene prescritta una dose giornaliera di 2,5 mg. Il medicinale deve essere consumato sotto la supervisione di uno specialista. È possibile aumentare la dose, ma non più di 10 mg e non prima di 14 giorni. Il dosaggio giornaliero massimo non deve superare i 35 mg. La dose esatta dipende dal singolo paziente;
  • infarto miocardico acuto: il farmaco viene assunto come parte della terapia con farmaci trombolitici, beta-bloccanti e acido acetilsalicilico. Il dosaggio di Lisinopril-Astrafarm nei primi due giorni è di 5 mg. Il corso deve iniziare quando si verificano i primi sintomi e se la pressione arteriosa sistolica non supera i 100 mmHg. Art. Due giorni dopo, viene prescritta una dose giornaliera di 10 mg. Se la pressione sanguigna è fino a 120 mmHg. Art., Nei primi 3 giorni è necessario assumere 2,5 mg. Quando si verifica ipotensione arteriosa prolungata, la terapia viene immediatamente interrotta. Il corso è progettato per 6 settimane, dopodiché le condizioni del paziente devono essere nuovamente valutate per ulteriori trattamenti;
  • nefropatia diabetica: il dosaggio iniziale è di 10 mg al giorno. Se necessario, la dose viene aumentata a 20 mg.

Per qualsiasi diagnosi in caso di insufficienza renale, il dosaggio viene regolato in base al controllo di qualità. Quindi la dose iniziale può essere:

  • KK fino a 10 ml / min - è necessario assumere 2,5 mg / giorno;
  • KK 10-30 ml / min - è necessario assumere 2,5-5 mg / giorno;
  • KK 31-80 ml / min - è necessario assumere 5-10 mg / giorno.

Le istruzioni per l'uso Lisinopril-Ratiopharm, Lisinopril Teva, Lisinopril Stada non presentano differenze significative nel regime posologico.

In caso di sovradosaggio, di norma, appare ipotensione arteriosa acuta. Come trattamento, viene somministrata soluzione fisiologica. Viene eseguita la terapia sintomatica.

Inoltre, sono possibili shock, iperventilazione, insufficienza renale acuta, bradicardia, tosse, squilibrio elettrolitico nel sangue, tachicardia, palpitazioni, vertigini e ansia.

Il farmaco deve essere cancellato. Se il paziente è cosciente, sciacquano lo stomaco, appoggiano il paziente sulla schiena con un poggiatesta basso, gambe sollevate e testa messa da parte. Inoltre, vengono forniti enterosorbenti.

Quando si assumono farmaci in dosi particolarmente elevate, il paziente deve essere ricoverato immediatamente. In un ospedale, viene effettuato un trattamento mirato a mantenere la normale pressione di perfusione, circolazione sanguigna, respirazione, ripristinando il volume del sangue circolante e la normale funzione renale. L'emodialisi è efficace. È indispensabile monitorare gli indicatori delle funzioni vitali, nonché il livello di creatinina ed elettroliti nel siero del sangue.

A quale pressione dovrebbe essere preso il lisinopril? Il farmaco fa parte del gruppo ACE-inibitore. Dopo aver assunto il farmaco, si verifica la vasodilatazione, quindi è indicato per l'ipertensione. Con l'uso regolare, il lavoro del muscolo cardiaco e la circolazione sanguigna migliora, i sali di sodio in eccesso vengono rimossi dal corpo. Il farmaco riduce efficacemente gli indicatori diastolici e sistolici, senza influire sulla frequenza cardiaca.

Il farmaco viene rilasciato sotto forma di compresse con diversi dosaggi. Il colore delle compresse dipende dalla quantità di sostanza attiva. Arancia saturata - 2,5 mg, arancione pallido - 5 mg, rosa - 10 mg, bianco - 20 mg. Il prezzo di Lisinopril è di 70-200 rubli. a seconda del dosaggio e del numero di compresse nella confezione.

! importante Il lisinopril aumenta l'aspettativa di vita in presenza di gravi malattie del cuore e dei vasi sanguigni, interrompe la disfunzione ventricolare dopo un infarto.

La composizione del farmaco include il lisinopril diidrato, a seconda del produttore della compressa può includere varie sostanze aggiuntive che non hanno un effetto terapeutico.

  • ipertensione e ipertensione di varie eziologie;
  • infarto miocardico nella fase acuta;
  • insufficienza cardiaca cronica;
  • lesioni del sistema nervoso periferico causate dal diabete.

Il farmaco ha molti analoghi che hanno effetti terapeutici simili e praticamente non differiscono nei costi: Lysitar, Vitopril, Dapril, Lipril.

Il lisinopril, indicazioni che suggeriscono l'assunzione di varie dosi del farmaco, è disponibile in compresse contenenti 2,5 mg, 5 mg, 10 mg e 20 mg del principio attivo. Prendi le istruzioni di Lisinopril una volta al giorno, preferibilmente alla stessa ora.

L'uso di Lisinopril per l'ipertensione essenziale dovrebbe iniziare con 10 mg al giorno, seguito da una transizione a una dose di mantenimento di 20 mg al giorno, mentre in casi estremi è consentita la dose massima giornaliera di 40 mg.

Recensioni di lisinopril indicano che il pieno effetto terapeutico del farmaco può svilupparsi 2-4 settimane dopo l'inizio del trattamento.

Se dopo aver applicato le dosi massime del farmaco i risultati attesi non sono stati raggiunti, si raccomanda l'assunzione aggiuntiva di altri farmaci antiipertensivi.

I pazienti che assumono diuretici, 2-3 giorni prima dell'inizio dell'uso di Lisinopril, devono interrompere l'assunzione. Se per qualche motivo la cancellazione dei diuretici non è possibile, la dose giornaliera di lisinopril deve essere ridotta a 5 mg.

In condizioni con maggiore attività del sistema renina-angiotensina-aldosterone che regola il volume e la pressione sanguigna, Lisinopril raccomanda l'uso di una dose giornaliera di 2,5-5 mg. La dose di mantenimento del farmaco per tali malattie è impostata individualmente in base al valore della pressione sanguigna.

Nell'insufficienza renale, la dose giornaliera di lisinopril dipende dalla clearance della creatinina e può variare da 2,5 a 10 mg al giorno.

L'ipertensione arteriosa persistente comporta l'assunzione per lungo tempo di 10-15 mg di lisinopril al giorno.

L'accettazione del farmaco nell'insufficienza cardiaca cronica inizia con 2,5 mg al giorno e dopo 3-5 giorni aumenta a 5 mg. La dose di mantenimento di lisinopril per questa malattia è di 5-20 mg al giorno.

L'uso di lisinopril nell'infarto miocardico acuto comporta una terapia complessa e viene effettuato secondo il seguente schema: il primo giorno - 5 mg, quindi la stessa dose una volta al giorno, dopo di che la quantità del farmaco viene raddoppiata e assunta una volta ogni due giorni, lo stadio finale è di 10 mg una volta al giorno. Il lisinopril, le indicazioni determinano la durata del trattamento, per l'infarto miocardico acuto occorrono almeno 6 settimane.

Con la nefropatia diabetica, Lisinopril consiglia di assumere da 10 mg a 20 mg al giorno.

Farmacologia

Inibisce l'ACE, previene la transizione dell'angiotensina I in angiotensina II, aumenta la concentrazione di PG vasodilatatore endogeno. Riduce la formazione di arginina-vasopressina e endotelina - 1, che hanno proprietà vasocostrittore. Abbassa OPSS, pressione sanguigna sistemica, postcarico sul miocardio, pressione nei capillari polmonari.

Aumenta la gittata cardiaca e la tolleranza all'esercizio del miocardio in pazienti con insufficienza cardiaca. L'effetto si manifesta dopo 1 ora, aumenta entro 6-7 ore, dura fino a 24 ore. L'effetto antiipertensivo raggiunge valori ottimali con somministrazione ripetuta per diverse settimane. Inibisce il sistema renina-angiotensina tissutale del cuore, previene lo sviluppo dell'ipertrofia miocardica e la dilatazione del ventricolo sinistro o ne favorisce lo sviluppo inverso (effetto cardioprotettivo).

Dopo somministrazione orale, viene assorbito circa il 25% (6-60%). Mangiare non influisce sull'assorbimento. Scarsamente legato alle proteine ​​plasmatiche. Tmax - 6 ore. Non è biotrasformato ed escreto dai reni invariato, T1 / 2 è di 12 ore. Si osservano cambiamenti clinicamente significativi dei parametri farmacocinetici che richiedono una correzione del regime posologico con una diminuzione del GFR inferiore a 30 ml / min (Cmax negli aumenti plasmatici, T1 / allungamenti / 2 e durata dell'azione.) Nei pazienti anziani, il plasma concentrazione e AUC aumentano di 2 volte. Viene rimosso durante l'emodialisi.

Cancerogenicità, mutagenicità, effetto sulla fertilità

Quando il lisinopril è stato somministrato ai ratti per 105 settimane a dosi fino a 90 mg / kg / giorno (56 volte più dell'MPD) e ai topi per 92 settimane a dosi fino a 135 mg / kg / giorno (84 volte più dell'MPD) , non sono stati rilevati segni di cancerogenicità. Non possiede proprietà mutagene e genotossiche. A dosi fino a 300 mg / kg / die, non influisce negativamente sulla funzione riproduttiva nei ratti maschi e femmine.

La somministrazione ai topi nel 6-15 ° giorno di gravidanza in dosi fino a 625 volte superiori rispetto alla MPD non è stata accompagnata da manifestazioni di effetti teratogeni. Nei ratti che hanno ricevuto dosi 6 volte superiori rispetto agli MPD nel 17-188 ° giorno di gravidanza, non sono stati rilevati effetti teratogeni e fetotossici, sebbene si sia verificata una riduzione del peso corporeo medio dei ratti neonati.

Quando somministrato ai ratti, passa leggermente attraverso il BBB, non si accumula nei tessuti con uso ripetuto, si trova nel latte materno e nella placenta (ma non nei tessuti fetali).

Tuttavia, si deve tenere presente che nell'uomo l'uso di altri ACE-inibitori durante la gravidanza può causare un aumento della mortalità fetale e neonatale e la somministrazione negli II e III trimestre di gravidanza è accompagnata da una diminuzione della massa della placenta, ritardata ossificazione dello scheletro, sviluppo di oligoidramnios (a causa della ridotta funzionalità renale), anuria, insufficienza renale nel feto, fino alla morte, ipoplasia polmonare, contratture degli arti e deformità craniofasciali, non chiusura del dotto di Botallus ed effetto tossico diretto sul corpo della madre.

Interazione

Con l'uso simultaneo di lisinopril con diuretici risparmiatori di potassio (spironolattone, eplerenone, triamteren, amiloride), preparazioni di potassio, sostituti del sale contenenti potassio, ciclosporina, aumenta il rischio di iperkaliemia, specialmente con insufficienza renale, quindi possono essere usati solo insieme con monitoraggio regolare del potassio nel siero del sangue e nella funzione renale.

L'uso simultaneo di beta-bloccanti, BKK, diuretici e altri farmaci antiipertensivi aumenta la gravità dell'azione antiipertensiva.

Il lisinopril rallenta l'eliminazione dei preparati al litio. Pertanto, se usati insieme, è necessario monitorare regolarmente la concentrazione di litio nel siero del sangue.

Gli antiacidi e la colestiramina riducono l'assorbimento del lisinopril nel tratto digestivo.

Agenti ipoglicemizzanti (insulina, agenti ipoglicemizzanti per somministrazione orale). L'uso di ACE-inibitori può aumentare l'effetto ipoglicemico dell'insulina e degli agenti ipoglicemizzanti per la somministrazione orale fino allo sviluppo dell'ipoglicemia. Di norma, questo si osserva nelle prime settimane di terapia concomitante e in pazienti con funzionalità renale compromessa.

I FANS (inclusi gli inibitori selettivi della COX-2), gli estrogeni, gli agonisti adrenergici riducono l'effetto antiipertensivo del lisinopril. L'uso simultaneo di ACE-inibitori e FANS può portare a compromissione della funzionalità renale, incluso lo sviluppo di insufficienza renale acuta e un aumento del potassio sierico, specialmente in pazienti con ridotta funzionalità renale.

Con l'uso simultaneo di ACE-inibitori e preparati a base di oro (aurotiomalato di sodio) iv, è stato descritto un complesso di sintomi, incluso rossore al viso, nausea, vomito e una diminuzione della pressione sanguigna.

L'uso congiunto con SSRI può portare a grave iponatriemia.

L'uso congiunto con allopurinolo, procainamide, citostatici può portare a leucopenia.

In letteratura, è stato riportato che nei pazienti con malattia aterosclerotica accertata, insufficienza cardiaca o diabete mellito con danno d'organo bersaglio, la terapia simultanea con un ACE-inibitore e ARA II è associata a una maggiore incidenza di ipotensione arteriosa, sincope, ipercaliemia e compromissione della funzionalità renale (inclusa insufficienza renale acuta) rispetto all'uso di un solo farmaco che influenza RAAS.

L'uso concomitante è controindicato (vedere "Controindicazioni")

Aliskiren. Nei pazienti con diabete mellito o compromissione della funzionalità renale (GFR inferiore a 60 ml / min), aumenta il rischio di iperkaliemia, compromissione della funzionalità renale e aumento della frequenza di morbilità e mortalità cardiovascolare.

Estramustine. L'uso concomitante può aumentare il rischio di effetti collaterali, come l'angioedema.

Baclofen. Aumenta l'effetto antiipertensivo degli ACE-inibitori. La pressione arteriosa deve essere attentamente monitorata e, se necessario, il dosaggio dei farmaci antiipertensivi.

Gliptine (linagliptin, saxagliptin, sitagliptin, vitagliptin). L'uso congiunto con ACE-inibitori può aumentare il rischio di angioedema a causa della soppressione dell'attività di DPP-4 da parte di gliptin.

Simpaticomimetici. Può indebolire l'effetto antiipertensivo degli ACE-inibitori.

Antidepressivi triciclici, antipsicotici e anestetici generali. L'uso concomitante con ACE-inibitori può portare ad un aumento dell'azione antiipertensiva (vedere "Precauzioni").

L'assunzione del farmaco insieme a farmaci antiipertensivi può provocare un effetto antiipertensivo aggiuntivo.

Diuretici risparmiatori di potassio, sostituti del sale commestibile con potassio e farmaci con potassio aumentano la possibilità di sviluppare iperkaliemia.

La combinazione con ACE bloccanti e FANS aumenta la probabilità di compromissione della funzionalità renale. In rari casi, è anche possibile l'ipercaliemia.

E l'uso in combinazione con diuretici dell'ansa e tiazidici è irto di una maggiore azione antiipertensiva. Ciò aumenta anche significativamente il rischio di compromissione della funzionalità renale.

L'indometacina o i prodotti a base di estrogeni in combinazione con lisinopril riducono l'effetto antiipertensivo di quest'ultimo. E l'uso simultaneo di insulina e farmaci ipoglicemizzanti può causare ipoglicemia.

La combinazione con clozapina porta ad un aumento del suo contenuto nel plasma. Con l'assunzione simultanea di carbonato di litio, il suo livello nel siero del sangue aumenta. Ciò può essere accompagnato da sintomi di intossicazione da litio.

Il farmaco aumenta anche l'effetto dell'etanolo. I sintomi dell'intossicazione da alcol si intensificano. Allo stesso tempo, è possibile un aumento dell'effetto ipotensivo di Lisinopril, quindi è necessario evitare l'alcol durante la terapia con questo farmaco o non prenderlo entro un giorno dopo aver bevuto alcolici.

L'uso di questo farmaco in combinazione con farmaci per anestesia, analgesici narcotici, antidepressivi, miorilassanti con effetto antiipertensivo e sonniferi porta ad un aumento dell'effetto ipotensivo.

I trombolitici aumentano la probabilità di ipotensione arteriosa. Questa combinazione deve essere prescritta con cautela e monitorare attentamente le condizioni del paziente.

I simpaticomimetici indeboliscono significativamente l'effetto ipotensivo del farmaco. Una combinazione con farmaci che hanno effetti mielosoppressivi aumenta il rischio di agranulocitosi e / o neutropenia.

L'uso concomitante con allopurinolo, immunosoppressori, procainamide, citostatici, GCS può causare leucopenia.

Con la terapia dialitica, sono possibili reazioni anafilattoidi nel caso di membrane ad alto flusso di poliacrilonitrile metallo solfonato.

Restrizioni all'uso

Grave insufficienza renale; stenosi bilaterale dell'arteria renale o stenosi dell'arteria di un singolo rene con azotemia progressiva; condizione dopo trapianto di rene; azotemia; iperkaliemia stenosi aortica / stenosi mitralica / cardiomiopatia ipertrofica ostruttiva; iperaldosteronismo primario;

ipotensione arteriosa; malattia cerebrovascolare (inclusa insufficienza cerebrovascolare); malattia coronarica; insufficienza cardiaca cronica; malattie sistemiche autoimmuni del tessuto connettivo (inclusi sclerodermia, lupus eritematoso sistemico); inibizione dell'ematopoiesi del midollo osseo;

dieta per limitare il sale; condizioni ipovolemiche (incluso a causa di diarrea, vomito); età avanzata; emodialisi mediante membrane per dialisi ad alto flusso con elevata permeabilità; uso simultaneo di diuretici risparmiatori di potassio, preparati di potassio, sostituti contenenti potassio per sale commestibile e litio; diabete; chirurgia / anestesia generale; terapia desensibilizzante; aferesi di LDL; pazienti della razza Negroid.

Applicazione in gravidanza e allattamento

La categoria di azione della FDA sul feto è D.

L'uso di lisinopril durante la gravidanza è controindicato. Quando si diagnostica la gravidanza, il farmaco deve essere sospeso il più presto possibile. L'accettazione degli ACE-inibitori nell'II e III trimestre di gravidanza ha un effetto avverso sul feto (sono possibili una pronunciata riduzione della pressione sanguigna, insufficienza renale, iperkaliemia, ipoplasia delle ossa del cranio, morte intrauterina).

Non ci sono dati sugli effetti negativi del lisinopril sul feto se usato nel primo trimestre. Si raccomanda di monitorare neonati e lattanti che sono stati sottoposti a esposizione intrauterina agli ACE-inibitori per rilevare tempestivamente una pronunciata riduzione della pressione sanguigna, oliguria, iperkaliemia. Il lisinopril attraversa la placenta.

Non ci sono dati sul rilascio di lisinopril nel latte materno. Se è necessario l'ammissione durante l'allattamento, l'allattamento al seno deve essere annullato.

Detonic - una medicina unica che aiuta a combattere l'ipertensione in tutte le fasi del suo sviluppo.

Detonic per la normalizzazione della pressione

Il complesso effetto dei componenti vegetali del farmaco Detonic sulle pareti dei vasi sanguigni e il sistema nervoso autonomo contribuiscono a un rapido calo della pressione sanguigna. Inoltre, questo farmaco previene lo sviluppo dell'aterosclerosi, grazie ai componenti unici che sono coinvolti nella sintesi della lecitina, un aminoacido che regola il metabolismo del colesterolo e previene la formazione di placche aterosclerotiche.

Detonic non provoca dipendenza e sindrome da astinenza, poiché tutti i componenti del prodotto sono naturali.

Informazioni dettagliate su Detonic si trova sulla pagina del produttore www.detonicnd.com.

Forse vuoi sapere del nuovo farmaco - Cardiol, che normalizza perfettamente la pressione sanguigna. Cardiol le capsule sono uno strumento eccellente per la prevenzione di molte malattie cardiache, poiché contengono componenti unici. Questo farmaco è superiore nelle sue proprietà terapeutiche a tali farmaci: Cardiline, Recardio, Detonic. Se vuoi conoscere informazioni dettagliate su Cardiol, Andare al sito web del produttoreQui troverai le risposte alle domande relative all'uso di questo farmaco, recensioni dei clienti e medici. Puoi anche scoprire il Cardiol capsule nel tuo paese e le condizioni di consegna. Alcune persone riescono a ottenere uno sconto del 50% sull'acquisto di questo farmaco (come farlo e acquistare pillole per il trattamento dell'ipertensione per 39 euro è scritto sul sito ufficiale del produttore.)Cardiol capsule per cuore
Svetlana Borszavich

Medico generico, cardiologo, con lavoro attivo in terapia, gastroenterologia, cardiologia, reumatologia, immunologia con allergologia.
Ottima conoscenza dei metodi clinici generali per la diagnosi e il trattamento delle malattie cardiache, nonché elettrocardiografia, ecocardiografia, monitoraggio del colera su un elettrocardiogramma e monitoraggio giornaliero della pressione sanguigna.
Il complesso terapeutico sviluppato dall'autore aiuta in modo significativo con lesioni cerebrovascolari e disturbi metabolici nel cervello e malattie vascolari: ipertensione e complicanze causate dal diabete.
L'autore è membro della European Society of Therapists, partecipa regolarmente a conferenze e congressi scientifici nel campo della cardiologia e della medicina generale. Ha partecipato più volte a un programma di ricerca presso un'università privata in Giappone nel campo della medicina ricostruttiva.

Detonic