Ipertensione con danno cardiaco predominante

La diagnosi della malattia si concentra su tali metodi che aiuteranno a identificare le principali cause. Sulla base dei risultati di un esame del sangue generale, ultrasuoni ed ECG degli organi interni, una radiografia del cuore e dei vasi sanguigni, risonanza magnetica, il medico prescrive un trattamento individuale, la cui linea guida è la stabilizzazione della pressione.

In genere, il trattamento è il seguente:

  • Consigli per eliminare situazioni stressanti, sonno e riposo adeguati, una dieta speciale ad eccezione di grassi, sale, zucchero.
  • L'uso di farmaci di vari meccanismi di influenza, che influenzano la resistenza del muscolo cardiaco e il tono vascolare.
  • Diuretici.
  • Tisane con effetto sedativo o medicine più forti.

Nel mondo moderno, ci sono molti farmaci volti a trattare la malattia ipertensiva. Le medicine non solo aiutano a ridurre la pressione, ma proteggono anche gli organi interni da trasformazioni dannose.

Le principali categorie di farmaci comprendono:

  1. Diuretici.
  2. ACE-inibitori.
  3. Sartani.
  4. Beta-bloccanti.
  5. Calcio-antagonisti.

L'insufficienza cardiaca viene trattata con farmaci che stabilizzano il funzionamento del muscolo cardiaco.

Il trattamento con diuretici aiuta a ridurre la quantità circolante nei vasi sanguigni, il che porta alla normalizzazione della pressione. Di norma, sono farmaci di prima linea per l'ipertensione.

Gli ACE-inibitori impediscono la formazione di una sostanza chiamata angiotensina-2. Questa sostanza è un potente agente che restringe i vasi sanguigni. I farmaci in questa categoria contribuiscono alla vasodilatazione e la pressione sanguigna diminuisce.

I sartani bloccano i recettori dell'angiotensina, a causa della quale si perde la sua capacità vasocostrittore.

I beta-bloccanti aiutano a ridurre la frequenza di contrazione del muscolo cardiaco, di conseguenza, il volume minuto del flusso sanguigno diminuisce e la pressione sanguigna diminuisce.

Gli antagonisti del calcio dilatano i vasi periferici, diminuiscono la resistenza vascolare periferica e normalizzano la pressione sanguigna.

Vale la pena notare che solo un medico prescrive un trattamento con farmaci, perché tutti i farmaci hanno le loro controindicazioni ed effetti collaterali.

Di norma, il medico prescrive un regime di trattamento completo, che include diversi farmaci con diversi meccanismi di esposizione.

In alcune situazioni, vengono prescritti diuretici che aiutano a rimuovere il liquido in eccesso e hanno anche i seguenti effetti sul corpo del paziente:

  • Effetto benefico sui tubuli renali filtranti delle cellule.
  • Ridurre il volume del fluido all'interno dei vasi.
  • Ridurre la sensibilità delle pareti arteriose. Per questo motivo, le pareti non sono così sensibili agli ormoni, che possono contribuire al loro restringimento.

Malattie caratterizzate da ipertensione

Dopo la diagnosi, al paziente viene assegnato un corso individuale di trattamento, che avrà lo scopo di stabilizzare la pressione sanguigna e il lavoro del muscolo cardiaco. Per questo, il medico prescrive farmaci, che includono:

  • farmaci diuretici;
  • agenti di riduzione della pressione;
  • statine contro il colesterolo alto;
  • bloccanti per abbassare la pressione sanguigna e ridurre la quantità di ossigeno utilizzata dal cuore;
  • aspirina contro i coaguli di sangue.

Parallelamente al corso della terapia farmacologica, è importante aderire a una dieta terapeutica, che dovrebbe ridurre il carico sul cuore. Le regole principali di tale dieta sono i seguenti elementi:

  • Limitare o eliminare completamente l'assunzione di sale.
  • Sostituisci i grassi animali con grassi vegetali.
  • Gli alimenti grassi sotto forma di carne e pesce dovrebbero essere sostituiti con tipi dietetici.
  • Escludere cibi piccanti, cibi in scatola e marinate.
  • Smetti di fumare e bere.

Il trattamento prevede l'eliminazione della causa sottostante della patologia, l'eliminazione dei sintomi negativi, il miglioramento del funzionamento del sistema cardiovascolare e la normalizzazione della pressione sanguigna. Le medicine sono prescritte individualmente, poiché non esiste un regime di trattamento specifico. A seconda del quadro clinico, il cardiologo può prescrivere una combinazione di tali farmaci come:

  • ACE-inibitori;
  • Diuretici (diuretici)
  • Sedativi (sedativi);
  • Antagonisti del calcio;
  • Beta-bloccanti.

A seconda dei sintomi presenti, possono essere prescritti tranquillanti, farmaci per aritmie / tachicardia, antispasmodici, farmaci per normalizzare il sonno e altri farmaci.

Qualsiasi farmaco è prescritto dal medico curante. Non automedicare - potrebbe costarti la vita

L'ipertensione è caratterizzata da un persistente aumento della pressione sanguigna (BP). Con la progressione della malattia, la vista è compromessa, il cervello, i reni e altri importanti organi del corpo umano soffrono. La malattia ipertensiva, in cui il muscolo cardiaco è prevalentemente interessato, è una forma di ipertensione.

Questa è la complicazione più grave dell'ipertensione, in cui il potere del cuore diminuisce, quindi il sangue passa più lentamente attraverso le telecamere. Di conseguenza, il corpo non è sufficientemente saturo di sostanze nutritive e ossigeno. La malattia ipertensiva con danno cardiaco predominante ha diverse fasi di sviluppo:

  1. Nel primo stadio, l'ipertrofia ventricolare sinistra si verifica a causa di un aumento del carico sul muscolo cardiaco.
  2. Il secondo stadio è caratterizzato dallo sviluppo della disfunzione diastolica (una violazione della capacità del miocardio di rilassarsi completamente per riempirsi di sangue).
  3. Nel terzo stadio, si verifica una disfunzione sistolica del ventricolo sinistro (una violazione della sua contrattilità).
  4. Il quarto stadio procede con un'alta probabilità di sviluppare complicanze.

L'ipertensione con danno cardiaco predominante (codice ICD: I11) si sviluppa principalmente sullo sfondo dello stato psicoemotivo del paziente, poiché lo stress spesso agisce come un fattore scatenante (innesco) per avviare il processo patologico nelle arterie. Spesso, lo sviluppo della malattia è associato a cambiamenti aterosclerotici nei vasi, dovuti all'alto livello di colesterolo cattivo nel sangue. Si accumula sulle pareti delle arterie, formando placche che interferiscono con il normale flusso sanguigno.

Le ragioni esatte per lo sviluppo della malattia da parte dei medici non sono state stabilite. Si ritiene che la malattia ipertensiva sia dovuta all'azione di una combinazione di diversi fattori, tra cui:

  • L'obesità. L'eccessivo accumulo di tessuto adiposo nel corpo accelera lo sviluppo di malattie cardiovascolari, peggiora l'efficacia dei farmaci antiipertensivi (abbassando la pressione sanguigna).
  • Insufficienza cardiaca La patologia è caratterizzata dall'impossibilità di un pieno apporto di sangue al corpo a causa di un fallimento della funzione di pompaggio del cuore. La velocità di deflusso del sangue ridotta provoca la pressione alta.
  • Cattive abitudini Fumare regolarmente, assumere grandi dosi di alcol o droghe provoca un forte restringimento del lume dei vasi con placche di colesterolo, che contribuisce allo sviluppo di malattie ipertensive e altre malattie cardiovascolari.
Forse vuoi sapere del nuovo farmaco - Cardiol, che normalizza perfettamente la pressione sanguigna. Cardiol le capsule sono uno strumento eccellente per la prevenzione di molte malattie cardiache, poiché contengono componenti unici. Questo farmaco è superiore nelle sue proprietà terapeutiche a tali farmaci: Cardiline, Recardio, Detonic. Se vuoi conoscere informazioni dettagliate su Cardiol, Andare al sito web del produttoreQui troverai le risposte alle domande relative all'uso di questo farmaco, recensioni dei clienti e medici. Puoi anche scoprire il Cardiol capsule nel tuo paese e le condizioni di consegna. Alcune persone riescono a ottenere uno sconto del 50% sull'acquisto di questo farmaco (come farlo e acquistare pillole per il trattamento dell'ipertensione per 39 euro è scritto sul sito ufficiale del produttore.)Cardiol capsule per cuore

Sintomi

In circa il 35% dei pazienti, un cuore ipertensivo non produce alcun sintomo. I pazienti per un lungo periodo possono continuare a condurre una vita abituale, fino a quando a un certo punto incontrano dolore cardiaco acuto, che è già accompagnato dal terzo stadio della malattia. In altri casi, la malattia si manifesta con i seguenti sintomi:

  • mancanza di respiro;
  • emicrania
  • iperemia del viso;
  • brividi;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • ansia o paura a causa della crescente pressione al petto;
  • vertigini;
  • dolore al cuore e / o allo sterno;
  • pressione sanguigna irregolare.

Diagnostica Ultrasuoni

Poiché nella fase iniziale della malattia sono consigliati eventuali cambiamenti nel cuore, al paziente viene diagnosticata l'ipertensione arteriosa. I medici parlano del cuore ipertensivo durante lo sviluppo della malattia, quando durante l'esame, l'aritmia o l'ipertrofia del ventricolo sinistro sono chiaramente espresse. I seguenti metodi diagnostici vengono eseguiti per rilevare la malattia ipertensiva con danno cardiaco:

  • Esame fisico. Il medico esegue percussioni, palpazione e auscultazione. Alla palpazione, viene determinato un impulso cardiaco patologico. Con le percussioni, il medico attira l'attenzione sull'espansione dei limiti relativi e assoluti del cuore, che indica la sua ipertrofia. Durante l'auscultazione vengono rilevati vari suoni patologici nell'organo.
  • Elettrocardiogramma del cuore. Utilizzando un elettrocardiogramma, il medico valuta la funzione contrattile del miocardio, la sua conduttività e il ritmo. Flettendo l'asse sul nastro, viene diagnosticata l'ipertrofia ventricolare.
  • Esame ecocardiografico del miocardio. Vengono rilevati ristagno nel muscolo cardiaco, espansione delle cavità e stato delle valvole.
  • Ultrasuoni delle arterie carotidi e del plesso cervicale. Viene valutato il complesso intima-media (CIM) (eterogeneità, rugosità superficiale delle arterie, differenziazione degli strati).

Le tecniche terapeutiche mirano a correggere la dieta e lo stile di vita (eliminando cattive abitudini, inattività fisica, stress), normalizzando la pressione sanguigna.

Inoltre, i farmaci sono usati per trattare l'insufficienza cardiaca. Non ci sono regimi terapeutici universali.

Il trattamento viene selezionato individualmente, tenendo conto dell'età del paziente, dei valori della sua pressione sanguigna, dei disturbi del sistema cardiovascolare.

La dieta per l'ipertensione del muscolo cardiaco include una restrizione salina (fino a 5 g / giorno). È vietato mangiare cibi grassi, piccanti, fritti, prodotti in salamoia, pasticceria. Una quantità sufficiente nella dieta dovrebbe includere verdure, pane integrale, varietà a basso contenuto di grassi di pesce, carne, pollame. Ogni menu specifico deve essere coordinato con il medico curante.

Per quanto riguarda il trattamento farmacologico, nella fase iniziale della malattia, viene prescritta la monoterapia con inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina. Con l'ulteriore sviluppo dell'ipertensione con un danno predominante al muscolo cardiaco, viene praticata la terapia di combinazione, che comprende i seguenti gruppi di farmaci:

  • Diuretici. Ridurre la quantità di fluido circolante nel corpo, che porta a una diminuzione della pressione sanguigna (furosemide, ipotiazide, amiloride).
  • ACE-inibitori. Bloccano l'enzima che forma l'angiotensina attiva, che provoca un aumento persistente della pressione sanguigna (Metiopril, Ramipril, Enam).
  • Sartani. I principi attivi dei farmaci bloccano i recettori che contribuiscono alla trasformazione dell'angiotensinogeno inattivo in angiotensina (Losartan, Valsartan, Eprosartan).
  • Calcio antagonisti. Ridurre l'assunzione di calcio nelle cellule, influenzarne il movimento intracellulare, abbassare la pressione sanguigna (Verapamil, Diltiazem, Amlodipina).
  • Beta-bloccanti. I beta-adrenorecettori si legano, inibiscono gli effetti degli ormoni di mediazione della catecolamina (Acebutololo, Pindololo, Bisoprololo) su di essi.

Trattamento

Ipertensione e complicanze

Le cardiopatie ipertensive sono la causa delle seguenti complicanze:

  • insufficienza renale;
  • insufficienza cardiaca;
  • insufficienza cerebrovascolare;
  • danno coronarico (infarto del miocardio);
  • ictus ischemico ed emorragico;
  • emorragia;
  • aneurisma aortico;
  • visione alterata.

L'insufficienza cardiaca è una condizione del cuore in cui viene interrotta la funzione di pompaggio di un organo, non fornisce un normale flusso sanguigno nel corpo. La parete del cuore perde elasticità o il muscolo cardiaco (miocardio) si indebolisce. Il deflusso rallentato del sangue attraverso i vasi porta ad un aumento della pressione. Il cuore non è in grado di fornire ossigeno, sostanze nutritive ai tessuti e agli organi. Cercando di compensare il difetto, il cuore inizia a lavorare più intensamente, a seguito del quale diventa rapidamente "inutilizzabile".

Come si manifesta e si cura l'ipertensione con danno cardiaco

La cardiopatia ipertensiva è una lesione che si verifica a causa di una pressione sanguigna anormale nel sistema circolatorio. Esistono forme ventricolari sinistra e destra della malattia. Ciò è dovuto alla presenza di ipertensione generale delle arterie o solo ipertensione polmonare.

Cause di patologia

La malattia cardiaca ipertensiva ventricolare sinistra verrà diagnosticata insieme all'ipertensione arteriosa. C'è un ipertrofeo funzionante del miocardio ventricolare sinistro con una deviazione dalla norma di 1,2 cm.

Il tipo concentrico e poi quello eccentrico di ipertrofia cardiaca inizia a progredire. Con un tipo concentrico di ipertrofia, inizia l'ispessimento delle pareti ventricolari sinistra, a causa del quale aumenta il ritmo della contrazione, cioè la frequenza del ritmo cardiaco verrà aumentata.

Ciò aumenta anche il rapporto tra il raggio della cavità ventricolare sinistra e il suo spessore.

Tuttavia, in ogni caso, le capacità compensative del miocardio saranno esaurite, la sua degenerazione grassa inizierà a progredire, il che contribuirà a una diminuzione del tono dei muscoli del cuore in presenza di un'espansione della cavità del cuore flaccido , che aumenta di dimensioni.

Con un'eccessiva massa muscolare, allungamento delle pareti delle camere cardiache con una maggiore quantità di sangue contenuta, verrà creato un volume di carico aggiuntivo, aumenterà l'ipossia miocardica, la forza delle sue contrazioni diminuirà, a causa della quale rimarrà ventricolare insufficienza ed edema polmonare, e nel corso cronico si verificherà anche la loro induzione violenta.

In alcuni casi, l'unica manifestazione di cardiopatia ipertensiva per molti anni è l'ipertensione, che rende difficile la diagnosi precoce della malattia.

I reclami dei pazienti presentati in una fase precoce della malattia hanno una caratteristica piuttosto non specifica.

Questa è affaticamento rapido, insonnia, una persona si sente debole e diventa irritabile, c'è un battito cardiaco accelerato.

Successivamente, inizia a comparire un mal di testa periodico e quindi quasi costante (molto spesso al mattino), che è localizzato nella parte posteriore della testa e si intensifica quando viene presa una posizione orizzontale, diminuendo dopo aver camminato o bevuto tè o caffè. Tale mal di testa, che caratterizza la malattia cardiaca ipertensiva, viene anche diagnosticato in pazienti che hanno la pressione sanguigna entro limiti normali.

Il decorso della cardiopatia ipertensiva è suddiviso in più fasi. Tenendo presente questo, sono state create varie classificazioni cliniche, che si basano sulla dinamica di uno o più sintomi di ipertensione (si distinguono gli stadi dell'ipertensione labile e stabile), nonché su una serie di segni correlati con la comparsa e lo sviluppo di complicanze.

Il compito principale nel trattamento della cardiopatia ipertensiva è riportare il livello della pressione sanguigna normale, oltre a prevenire ricadute future e prevenire la progressione delle complicanze. Le cardiopatie ipertensive presentano un numero piuttosto elevato di complicanze. Questa può essere una sconfitta del miocardio, della retina oculare e persino dell'infertilità maschile.

La cardiopatia ipertensiva viene trattata con l'uso di vari farmaci. Nel caso dell'ipertensione secondaria, la causa principale dell'insorgenza della malattia viene trattata per prima e i farmaci antiipertensivi dovranno essere usati solo per alleviare i sintomi.

I pazienti con ipertensione presente devono cambiare completamente il loro stile di vita. In medicina, questo trattamento si chiama terapia non farmacologica. Nella fase iniziale della malattia, sarà sufficiente eseguire queste misure. necessario:

    Ridurre la quantità di sale consumata. Il sale trattiene l'influenza>

Vale la pena ricordare che solo un medico qualificato dovrebbe occuparsi della nomina della terapia farmacologica.

Cause di patologia

diuretici

Le malattie cardiache vengono trattate con i seguenti farmaci:

  1. Grazie ai diuretici, puoi eliminare l'edema e normalizzare il funzionamento dei vasi sanguigni. Usando "Idroclorotiazide", "Indapamide", "Clortalidone", "Veroshpiron", "Metoclopramide", "Furosemide" congestione nel sistema circolatorio e i reni vengono eliminati, le tossine e le tossine vengono rimosse dal corpo, la pressione sanguigna viene normalizzata.
  2. Usando Bisoprolol, Carvedilol, Betaxolol, puoi normalizzare il funzionamento del cuore.
  3. Grazie agli inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina, è possibile migliorare il funzionamento dei vasi sanguigni e la loro espansione. L'uso di Metoprolol, Captopril, Berlipril, Kapoten, Trandolapril, Lisinopril ha lo scopo di ripristinare il pieno funzionamento del cuore e dei vasi sanguigni.
  4. Ridurre il carico sul cuore con Amlodipina, Corinfar, Nifedipina, Verapamil e Diltiazem. Questi farmaci sono chiamati bloccanti dei canali del calcio.
  5. I bloccanti efficaci del recettore dell'angiotensina includono: "Losartan", "Valsartan", "Telmisartan", "Mikardis".

Se l'ipertensione insorge a causa di una violazione della regolazione della pressione sanguigna da parte dei centri del cervello, il trattamento viene effettuato con l'uso di "Klofelin", "Andipal", "Moxonitex", "Physiotensa".

Quando si verifica edema, i medici prescrivono spesso diuretici - diuretici. Questi includono Furosemide. Il farmaco è raccomandato per l'edema causato da:

  • patologia dei reni;
  • ipertensione;
  • edema cerebrale;
  • ipercalcemia.

La dose è prescritta da un medico strettamente presente. Veroshpiron è un farmaco risparmiatore di potassio che impedisce al calcio di lasciare il corpo. Assegnare per la prevenzione dell'edema, nonché:

  • con ipertensione essenziale;
  • cirrosi epatica;
  • ascite;
  • sindrome nefrosica;
  • ipomagnesiemia;
  • ipopotassiemia.

E grazie a "Indapamide" è possibile aumentare l'elasticità dei vasi sanguigni. Il farmaco non danneggia lo stato generale di salute e non influenza il livello di glucosio nel sangue. Con l'aiuto del farmaco, l'ipertrofia del ventricolo sinistro del cuore è ridotta. Assegnare con ipertensione di gravità moderata e insufficienza cardiaca cronica.

Gradi e stadi della malattia

La malattia varia in gradi e stadi:

  1. Il primo grado è caratterizzato da un aumento della pressione sanguigna a 90-100 di 140-160 mm. RT Art.
  2. Nel secondo grado, gli indicatori diastolici, di regola, sono mantenuti allo stesso livello del primo e gli indicatori sistolici aumentano a 180 mm. RT Art.
  3. Il terzo grado è caratterizzato da una pressione sanguigna eccessivamente alta - da 120 a 180 mm. RT e oltre.

Inoltre, la malattia è divisa in più fasi. Sono determinati dal grado di danno al muscolo cardiaco.

Caratteristica del palcoscenico
Primo (iniziale)Può essere asintomatico o con manifestazioni minori (debolezza, affaticamento, apatia). Il cuore è interessato in questa fase, ma il trattamento tempestivo di solito porta risultati positivi.
Secondo (moderato)Questo stadio si verifica con un danno al ventricolo sinistro del cuore. I sintomi iniziano a manifestarsi sotto forma di perdita di coordinazione, nausea, mal di testa (il dolore è solitamente localizzato nel collo e nella corona).
Terzo (pesante)Lo stadio più grave e pericoloso in cui si sviluppa l'insufficienza cardiaca. Molto spesso, la patologia è accompagnata da aritmie cardiache e mal di testa regolari. Il pericolo sta nel fatto che in qualsiasi momento può verificarsi un attacco ipertensivo. Il trattamento dovrebbe essere completo e urgente.

La malattia ipertensiva con danno cardiaco predominante è una malattia progressiva. Tre gradi si distinguono in base al grado di cambiamento della pressione sanguigna, tre stadi si distinguono in base alla natura della violazione del cuore.

Il primo grado della malattia è un moderato aumento della pressione sanguigna nell'intervallo 140-160 mm Hg. I limiti della pressione inferiore in questo caso vanno da 90 a 100 mm Hg.

Il secondo grado è caratterizzato da un aumento della pressione a 180 mmHg, il terzo - oltre 180 a 120. Poiché la violazione è accompagnata da insufficienza cardiaca, è possibile aumentare la pressione sistolica mantenendo l'indice diastolico entro limiti normali. Ciò indica una violazione del lavoro del muscolo cardiaco.

In base al grado di disturbi patologici del cuore, si distinguono tre fasi della malattia:

  • Fase 1: non vi sono violazioni o sono insignificanti;
  • Lo stadio 2 è accompagnato da grave ipertrofia del ventricolo sinistro del cuore;
  • Lo stadio 3 è la malattia coronarica e l'insufficienza cardiaca.

Di norma, allo stadio 1, si nota una pressione sanguigna moderatamente elevata, che è abbastanza efficacemente normalizzata durante l'assunzione di terapia antiipertensiva. Nella seconda fase della malattia, la pressione salta spesso, un'alta probabilità di sviluppare una crisi. La terapia antiipertensiva potrebbe non essere abbastanza efficace a causa dell'ipertrofia ventricolare sinistra, quindi il trattamento viene integrato assumendo farmaci per normalizzare la funzione cardiaca.

Il terzo stadio della cardiopatia ipertensiva è accompagnato da grave ipertensione e insufficienza cardiaca. La monoterapia è inefficace, ci sono frequenti crisi, accompagnate da dolore al cuore e una violazione del suo ritmo.

Questa fase progredisce rapidamente e, se il paziente trascura il trattamento, può portare allo sviluppo di un infarto fatale.

L'insufficienza cardiaca è accompagnata da una violazione della circolazione sanguigna, cioè un indebolimento della funzione di pompaggio del muscolo. Lo sviluppo di tale violazione è dovuto alla debolezza miocardica, alla perdita di elasticità delle pareti del cuore.

A causa del fatto che il flusso sanguigno nelle arterie e nei vasi sanguigni diminuisce, la pressione sanguigna aumenta direttamente nel cuore, il che aggrava la violazione del suo lavoro. La circolazione sanguigna e l'apporto di ossigeno a tutto il corpo sono disturbati, così come la nutrizione del cuore. A causa della mancanza di ossigeno, il cuore è costretto a lavorare in modalità accelerata, al fine di evitare lo sviluppo dell'ipossia del cervello. Ciò riduce ulteriormente il muscolo cardiaco, quindi nel tempo l'ipertensione progredisce e il rischio di infarto aumenta più volte.

Con insufficienza cardiaca, un'alta probabilità di infarto del miocardio

Fasi dello sviluppo della patologia

Tutti i fattori dipendono direttamente dallo stile di vita di una persona. Nessuno pensa ai pericoli di una particolare abitudine e dipendenza, ma possono influire negativamente sulla salute.

Le cardiopatie ipertensive sono una violazione del sistema cardiovascolare a causa del restringimento delle arterie del sangue e dell'aumento della pressione.

Secondo i sintomi e i segni, questa forma della malattia ripete completamente l'ipertensione. C'è solo una differenza: nella cardiopatia ipertensiva, è questo organo che agisce come bersaglio.

Secondo le statistiche, questa forma di malattia si verifica nel 20% dei casi di aumento prolungato della pressione.

Le ragioni per lo sviluppo della malattia non sono esattamente identificate, si ritiene che l'ipertensione sia dovuta all'azione di una combinazione di fattori, tra cui:

  • obesità;
  • insufficienza cardiaca;
  • stress;
  • cattive abitudini;
  • dieta squilibrata.

I medici ritengono che il danno cardiaco dovuto all'ipertensione sia in gran parte dovuto allo stato psicoemotivo del paziente ed è lo stress che agisce come un fattore scatenante per iniziare lo sviluppo del processo patologico nelle arterie e nei vasi.

Tra i fattori scatenanti vi sono l'eccessiva emotività e lo stress.

Spesso lo sviluppo della malattia ipertensiva con danno cardiaco predominante è associato a cambiamenti aterosclerotici nei vasi. Ciò è dovuto all'alto livello di colesterolo "cattivo" nel sangue, che si accumula sulle pareti dei vasi sanguigni, formando placche che impediscono il normale flusso sanguigno.

Una delle cause principali e primarie è la cardiopatia e il sistema vascolare. Il secondo motivo più popolare è l'obesità, in particolare di un aumentato grado di rischio.

L'obesità può causare malattie cardiache ipertensive

Inoltre, le cause dello sviluppo della malattia possono essere:

  • Eccessivo consumo di bevande alcoliche;
  • Nutrizione impropria (una grande quantità di sale nella dieta, cibi grassi, fritti e affumicati);
  • Stile di vita sedentario;
  • Duro lavoro in lavori pericolosi;
  • Stress frequente e tensione nervosa;
  • Mancanza di riposo e sonno;
  • Malattia vascolare aterosclerotica;
  • Disturbi del sistema endocrino.

Inoltre, la causa può essere una predisposizione genetica, gravi disturbi ormonali e disturbi nel sistema endocrino.

La malattia ipertensiva è pericolosa in quanto può progredire. Dati i cambiamenti della pressione sanguigna, i medici hanno suddiviso il processo di sviluppo della malattia in diversi gradi. Viene presa in considerazione la natura dell'interruzione del sistema cardiovascolare.

  1. Nel primo grado di malattia ipertensiva (ipertonica) con una lesione primaria del cuore, il valore sistolico (superiore) della pressione sanguigna aumenta moderatamente - entro 135-159 mm. Hg. Art., Il bordo del valore diastolico (inferiore) va da 89 a 99 mm. Hg. Art.
  2. Il secondo stadio dello sviluppo della malattia, quando la pressione può salire a 179 mm. Hg. Art.
  3. Il terzo è oltre 181 mm. Hg. Art.

Esistono diverse fasi della malattia ipertensiva (ipertensiva) con danno cardiaco predominante. vale a dire:

  1. Nella prima fase, si verifica una leggera violazione.
  2. Nel secondo, è possibile rilevare un'ipertrofia pronunciata del ventricolo sinistro del cuore.
  3. Il terzo stadio è caratterizzato dal verificarsi di malattie coronariche e insufficienza cardiaca.

Nella malattia ipertensiva con danno cardiaco predominante (codice 111.9 secondo ICD 10), non vi sono fenomeni di ristagno. Nella fase iniziale dello sviluppo della malattia, la pressione può essere normalizzata con l'aiuto di farmaci antiipertensivi. Nella seconda fase della malattia, la pressione può variare, quindi spesso sorgono complicazioni di salute.

In alcuni casi, il trattamento antiipertensivo è inefficace. Per questo motivo, la terapia viene eseguita con l'uso di farmaci che normalizzano il funzionamento del cuore. Nell'ultima fase dello sviluppo della malattia, il funzionamento del cuore è interrotto. Nei pazienti, la salute generale peggiora e il dolore appare nell'organo interessato.

Detonic - una medicina unica che aiuta a combattere l'ipertensione in tutte le fasi del suo sviluppo.

Detonic per la normalizzazione della pressione

Il complesso effetto dei componenti vegetali del farmaco Detonic sulle pareti dei vasi sanguigni e il sistema nervoso autonomo contribuiscono a un rapido calo della pressione sanguigna. Inoltre, questo farmaco previene lo sviluppo dell'aterosclerosi, grazie ai componenti unici che sono coinvolti nella sintesi della lecitina, un aminoacido che regola il metabolismo del colesterolo e previene la formazione di placche aterosclerotiche.

Detonic non provoca dipendenza e sindrome da astinenza, poiché tutti i componenti del prodotto sono naturali.

Informazioni dettagliate su Detonic si trova sulla pagina del produttore www.detonicnd.com.

Svetlana Borszavich

Medico generico, cardiologo, con lavoro attivo in terapia, gastroenterologia, cardiologia, reumatologia, immunologia con allergologia.
Ottima conoscenza dei metodi clinici generali per la diagnosi e il trattamento delle malattie cardiache, nonché elettrocardiografia, ecocardiografia, monitoraggio del colera su un elettrocardiogramma e monitoraggio giornaliero della pressione sanguigna.
Il complesso terapeutico sviluppato dall'autore aiuta in modo significativo con lesioni cerebrovascolari e disturbi metabolici nel cervello e malattie vascolari: ipertensione e complicanze causate dal diabete.
L'autore è membro della European Society of Therapists, partecipa regolarmente a conferenze e congressi scientifici nel campo della cardiologia e della medicina generale. Ha partecipato più volte a un programma di ricerca presso un'università privata in Giappone nel campo della medicina ricostruttiva.

Detonic