Foci di ischemia cerebrale cronica che cos'è

L'ischemia cerebrale è una malattia cronica grave. È causato da una violazione della fornitura di ossigeno al corpo. Tutti i sistemi umani ne soffrono. Ma il cervello reagisce per primo.

Il meccanismo della malattia è molto semplice. I vasi che trasportano il sangue sono sensibili all'accumulo di accumuli di colesterolo. Non c'è da stupirsi che i nutrizionisti sostengano così l'uso limitato dei prodotti che lo contengono. Naturalmente, il normale flusso sanguigno attraverso i vasi "intasati" è completamente impossibile. C'è aterosclerosi cronica. È caratterizzato dal blocco dei vasi sanguigni.

La funzione principale delle navi - il trasporto - è andata persa. Attraverso vasi sanguigni intasati di placche di colesterolo, il sangue non può arricchire il corpo di ossigeno in quantità sufficienti. Tale fame è lo stress più grave per tutti i tessuti umani. Va notato che è il cervello il maggiore consumatore di ossigeno. Ecco perché questo digiuno è fatale per lui. Allo stesso tempo, le conseguenze che provoca l'ischemia cerebrale possono essere fatali. Dopotutto, queste celle non vengono ripristinate.

Cos'è l'ischemia cerebrale e quali conseguenze può portare a questa condizione?

Il cervello è il principale organo umano correlato al sistema nervoso centrale. Nell'uomo, un grande cervello rappresenta:

  • 2 emisferi grandi;
  • diencefalo;
  • mesencefalo;
  • cervelletto;
  • midollare.

Tutte le strutture del cranio hanno una struttura istologica unica e svolgono funzioni specifiche.

Con la sconfitta di una delle parti dell'organo del pensiero, si verificano disturbi somatici, che nel tempo possono essere compensati dal trasferimento di funzioni da un dipartimento all'altro.

Ad esempio, con un ictus nel cervelletto, la coordinazione dei movimenti viene disturbata e la persona smette di muoversi. Con misure di riabilitazione ben scelte, la corteccia (materia grigia) prende il controllo del coordinamento dei movimenti e la persona inizia a muoversi normalmente.

La malattia coronarica provoca una malattia comune tra le persone anziane: l'encefalopatia. Il cervello per la sua piena esistenza ha bisogno di un apporto sufficiente di ossigeno e glucosio.

Con la malnutrizione, iniziano i segni di insolvenza.

Per comprendere correttamente il problema dell'insufficienza circolatoria nel cervello negli adulti e nei neonati, è necessario sapere come i nutrienti raggiungono le cellule necessarie del corpo.

L'organo principale del sistema nervoso centrale riceve nutrizione attraverso i rami della carotide interna e delle arterie basilari. L'arteria carotide comune, su cui viene palpato il proprio polso, si trova vicino alla laringe. È vicino alla cartilagine tiroidea (dove si trova la mela dell'Adamo negli uomini) che questa nave si divide nelle arterie carotidi esterne ed interne, quest'ultima va nella cavità del cranio.

Nell'afflusso di sangue agli emisferi, i rami corticali svolgono un ruolo importante, che alimenta quasi tutti i loro dipartimenti. Spesso, con lo sviluppo della loro patologia, si verifica l'ischemia cerebrale.

L'arteria vertebrale è nota da tempo tra la popolazione, poiché la diagnosi di "sindrome dell'arteria vertebrale" viene spesso fatta dai neuropatologi.

Questo vaso sanguigno dalla sesta vertebra cervicale attraverso i fori nei processi trasversali sale nella cavità del cranio e diverge in 6 rami: il basilare e il midollo spinale anteriore. A loro volta, forniscono sangue al midollo allungato, al cervelletto e parzialmente al midollo spinale.

Nella patologia del corsetto muscolare del collo, l'arteria vertebrale è parzialmente ristretta, che causa la carenza di ossigeno delle parti del cervello di cui è responsabile della nutrizione. Quindi c'è una sindrome dell'arteria vertebrale.

Un ruolo speciale nell'afflusso di sangue al cervello è svolto dal circolo arterioso del cervello o dal cosiddetto circolo di Willis.

Questa educazione aiuta a compensare l'afflusso di sangue al cervello in caso di fallimento di una delle arterie e salvare la vita di una persona.

È proprio questa caratteristica dell'afflusso di sangue al cervello che i medici sono guidati quando sviluppano tattiche per il trattamento dell'ischemia cerebrale, tenendo conto dei sintomi che si presentano nella vecchiaia.

Il deflusso di sangue venoso avviene attraverso la grande vena cerebrale. In caso di malfunzionamento di questa struttura, si verifica un aumento della pressione intracranica, che può essere una condizione pericolosa per la vita.

Il disturbo vascolare cerebrale è classificato in:

  1. Ischemia cerebrale acuta
  2. Ischemia cerebrale cronica

La malattia cronica peggiora la qualità della vita e può portare a una diminuzione della sua durata. Ma la causa della morte improvvisa non diventa, in contrasto con una condizione acuta.

Questa diagnosi caratterizza una condizione patologica che dura almeno un giorno. Patogeneticamente, la condizione è associata a una forte violazione della pervietà vascolare, che viene ripristinata molto rapidamente.

Spesso viene fatta una diagnosi di TIA, che sta per attacco ischemico transitorio.

Le cause di tali condizioni sono spesso:

  1. Ipertensione arteriosa.
  2. Malattie cardiache (spesso in associazione con ipertensione).
  3. Patologia dei grandi vasi (congeniti o acquisiti).
  4. L'aterosclerosi.
  5. Vene varicose.
  6. Vasculite di varie origini (malattie reumatiche, sifilide sistemica).

Sintomi clinici cerebrali di patologie vascolari transitorie:

  1. Mal di testa.
  2. Capogiri, mosche davanti agli occhi.
  3. Nausea e vomito che non portano sollievo.
  4. Un disturbo della coscienza, un brusco cambiamento nel carattere o nell'umore del paziente.

Sintomi clinici focali di patologie vascolari transitorie:

  1. Violazione a breve termine della sensibilità nella zona di innervazione di un singolo nervo.
  2. Disturbo della funzione motoria di un muscolo o di un arto.
  3. Spesso i pazienti lamentano intorpidimento dell'arto da un lato, un sorriso curvo, perdita di campi visivi.

La principale differenza tra questa categoria di malattie è la reversibilità dei sintomi clinici.

EV Schmidt distingue 3 gradi di gravità della TIA:

  1. Il primo grado lieve è caratterizzato da una lunghezza di attacco non superiore a 5 minuti.
  2. Il secondo grado, moderato - 10-15 minuti senza registrazione dei fenomeni residui dopo l'attacco.
  3. Il terzo grado, grave: l'attacco dura ore o giorni e può essere caratterizzato da microsintomi di patologia organica. Allo stesso tempo, non ci sono disturbi cerebrovascolari clinicamente evidenti.

Il pericolo di TIA (attacchi ischemici transitori) è dovuto al fatto che molto spesso si ripetono nello stesso posto, colpendo lo stesso vaso e parte delle cellule nervose che forniscono loro sangue.

Ciò porta allo sviluppo graduale della patologia organica, che può includere una diminuzione critica della capacità di ricordare, un cambiamento nell'attività intellettuale e una grave sindrome astenica con un maggiore esaurimento emotivo.

  • Una patologia improvvisa più grave è un ictus acuto, che può essere di natura emorragica o ischemica.

Prima di tutto, i pazienti con questa diagnosi dovrebbero essere in uno stato di riposo emotivo. È necessario osservare le regole del trattamento ospedaliero:

  1. Fino alla scomparsa persistente della clinica, rispetto del rigoroso riposo a letto.
  2. Rispetto del regime di reparto per 14-21 giorni dopo la scomparsa delle manifestazioni cliniche.
  3. Dieta a base di latte e verdure.
  4. Inalazione di aria fresca e / o ossigeno.
  5. Terapia disintossicante (acido ascorbico).
  6. Vitamine del gruppo B.
  7. La prescrizione del trattamento farmacologico non è regolamentata, perché deve corrispondere alle diagnosi concomitanti (diabete mellito, erisipela, vene varicose, artrite reumatoide, ecc.) E alla prevenzione delle loro complicanze.

L'assunzione costante di un regime razionale per il trattamento dell'ipertensione arteriosa, l'aterosclerosi, il diabete mellito e altre malattie croniche porta a una percentuale minima di disturbi cerebrali transitori.

Per la prevenzione non farmacologica di questa patologia, è necessario:

  1. Osservare il regime di lavoro e riposo, alternare correttamente lavoro pesante e leggero.
  2. Mangia bene.
  3. Rifiutare da cattive abitudini. Il fumo è particolarmente dannoso, poiché il fumo di tabacco contribuisce al restringimento irregolare dei vasi sanguigni.

Il problema più complesso e discutibile nella diagnosi è l'ischemia cerebrale cronica, una patologia vascolare cronica progressiva chiamata encefalopatia discircolatoria. L'ICD-10 ha un codice di I 60-I 69.

Molto spesso, questa condizione si manifesta nella vecchiaia e si sviluppa sullo sfondo di gravi lesioni aterosclerotiche del flusso sanguigno, pressione sanguigna incontrollata con malattia coronarica (CHD) e presenza di reumatismi. Meno comunemente, la causa di una malattia così grave è il diabete mellito, le malattie a trasmissione sessuale (sifilide) e altre condizioni patologiche che colpiscono i vasi cerebrali.

Encefalite cerebrale: cause, diagnosi e metodi di trattamento

La causa patogenetica della malattia è un cambiamento nei vasi sanguigni. In questo caso, si può notare:

  1. Chiudere il lume di una nave con un trombo, un embolo, un corpo estraneo (catetere), un elminto, un tumore, una placca aterosclerotica, ecc.
  2. Restringere il lume a causa di un processo simile a un tumore dall'esterno, edema, ecc.

Molto spesso, l'encefalopatia passa senza vividi sintomi clinici, ma con un monitoraggio costante e prolungato del paziente, puoi vedere come cambia la sua personalità.

Il periodo iniziale di encefalopatia discircolatoria si manifesta con le seguenti lamentele del paziente:

  1. Irritabilità e dimenticanza.
  2. Concentrazione rara e compromessa.
  3. Prestazioni compromesse.

Il secondo stadio dell'encefalopatia si manifesta:

  1. Disturbo dell'articolazione del linguaggio.
  2. Difficoltà a camminare senza paresi.
  3. Diminuzione del coordinamento e goffaggine nei movimenti.
  4. Amplificazione graduale dei riflessi, a volte la definizione di riflessi patologici.

Lo stadio grave si manifesta:

  1. Disturbo dello sfintere.
  2. Una manifestazione obiettiva di monoparesi (mancanza di movimento in un arto o in una parte del corpo). E all'inizio questi sono sintomi temporanei, poi permanenti.
  3. Grave disturbo del coordinamento dei movimenti.
  4. Compromissione del linguaggio, fino all'afasia.

Nella seconda fase della malattia, il paziente ha bisogno della registrazione della disabilità, poiché le sue prestazioni sono gravemente compromesse.

Il trattamento dell'ischemia cerebrale nella vecchiaia, così come i sintomi di questa patologia, è più sintomatico, poiché la causa iniziale della patologia vascolare non è completamente compresa.

Medicinali usati per l'encefalopatia di natura vascolare:

  1. Preparati vitaminici (vitamine del gruppo B, acido ascorbico, acido glutammico, acido nicotinico).
  2. Vasodilatatori (Platifilin, Papaverina).
  3. Preparazioni di ATP (Riboxin).
  4. Biostimolanti (aloe, eleuterococco, tintura di citronella).
  5. Farmaci antisclerotici (ioduro di potassio (soluzione al 2%, 25 ml 3 / d) e farmaci simili).
  6. In caso di disturbi mentali, puoi usare Seduxen, Elenium, Bromo, tintura di valeriana.

L'assunzione di qualsiasi farmaco deve iniziare con una chiara ponderazione dei pro e dei contro. Tali tattiche impediranno una combinazione errata di droghe e deterioramento.

È necessario rendersi conto che tali violazioni sono molto difficili da curare, a questo proposito, i medici si sono posti il ​​compito di prevenire il peggioramento del paziente. È necessaria la prevenzione di conseguenze pericolose (ictus o infarto cerebrale).

Tipi di ischemia

Tali processi patologici possono verificarsi in una forma acuta o cronica della malattia, pur avendo le sue caratteristiche, cause e segni.

  1. La malattia ischemica acuta del cervello si sviluppa a seguito di una brusca interruzione del flusso di sangue e di altri nutrienti alle strutture del cervello. Sebbene l'attacco duri poco, può causare danni irreparabili alla salute umana. A seconda della posizione dell'area interessata del cervello, la malattia può manifestarsi in diversi modi - ad esempio, può essere un forte capogiro, una forte violazione dell'acuità visiva o della visione di vari gradi, si manifesta in modo più vivido in confronto con un'altra forma di patologia.
  2. Il decorso cronico della malattia è così chiamato a causa del fatto che la mancanza di nutrienti si verifica per un periodo piuttosto lungo. Questa forma di ischemia ha sintomi lubrificati, il che complica notevolmente la diagnosi. Molto spesso, la causa di questa condizione è l'aterosclerosi e altre malattie del sistema circolatorio, a causa delle quali c'è un restringimento del lume delle arterie cerebrali.

L'assenza di trattamento e il trattamento improprio dell'ischemia acuta possono trasferire la malattia nella categoria dei cronici, con conseguenti conseguenze.

Gli specialisti distinguono anche una forma focale e globale di ischemia, mentre il primo è caratterizzato dalla limitatezza dell'area interessata del cervello e si sviluppa a seguito di un coagulo in un coagulo di sangue di uno dei vasi sanguigni. Ma l'ischemia globale si verifica sullo sfondo di un generale deterioramento della circolazione cerebrale. Molto spesso, un tale sviluppo della malattia viene osservato con arresto cardiaco o ipotensione patologicamente acuta.

Trattamento

Il trattamento dell'ischemia cerebrale cronica ha lo scopo di fermare la progressione della malattia e condurre una prevenzione affidabile delle esacerbazioni.

Assicurati di trattare l'ipertensione arteriosa con entrambi i farmaci e la correzione della nutrizione e dello stile di vita.

I livelli di zucchero nel sangue sono normalizzati. Si raccomanda una dieta a basso contenuto di carboidrati; vengono utilizzati farmaci ipolipemizzanti.

La patologia somatica individuale è monitorata da un medico specialista.

Per migliorare e ripristinare la normale circolazione, vengono prescritti agenti antipiastrinici e angioprotettori, si pratica l'addio a cattive abitudini.

Per ridurre al minimo gli effetti dell'ipossia sul tessuto cerebrale e sulle lesioni ischemiche, vengono utilizzati i cerebroprotettori.

L'obiettivo principale nel trattamento dell'ischemia cerebrale cronica è stabilizzare il processo distruttivo dell'ischemia cerebrale al fine di ripristinare la circolazione sanguigna nei vasi. Un trattamento adeguato aiuterà a rallentare la progressione della malattia attivando il meccanismo sanogenetico delle funzioni di compensazione. Inoltre, la terapia implica la prevenzione di questa malattia e dei suoi assistenti.

La patologia non è un'indicazione per il ricovero urgente del paziente. Il trattamento ospedaliero è necessario quando il processo della malattia è complicato dallo sviluppo di una condizione di ictus o patologia grave. Se viene rilevato un tipo di disturbo cognitivo, se il paziente è privato del suo solito ambiente, la condizione può peggiorare.

Il trattamento dell'ischemia cronica viene solitamente eseguito da un neurologo in regime ambulatoriale. Nel caso dello sviluppo della malattia prima del 3 ° stadio, i medici nominano il patrocinio.

Il tipo di trattamento medico per questa patologia prevede la terapia in due direzioni.

  1. La prima direzione è progettata per normalizzare la perfusione cerebrale agendo su diverse parti del sistema cardiovascolare.
  2. La seconda direzione ha un effetto, prima di tutto, sul collegamento piastrinico dell'emostasi.

Queste due direzioni sono in grado di ottimizzare il flusso sanguigno cerebrale svolgendo una funzione neuroprotettiva.

Nel caso di sviluppare un danno stenotico occlusivo alle grandi arterie situate nel cervello, verrà indicato un trattamento chirurgico. La chirurgia ricostruttiva viene eseguita sull'arteria carotidea mediante stenting o endarterectomia carotidea.

Come qualsiasi altra malattia del cervello causata da insufficiente afflusso di sangue a questo organo, le prime manifestazioni di ischemia dipendono dal grado di ipossia. In questo caso, il paziente sente innanzitutto la rapida affaticabilità del corpo, diventa abbastanza problematico per lui concentrarsi su un argomento o un evento della sua vita e le sue capacità intellettuali si riducono ulteriormente.

I principali sintomi della malattia coronarica:

  • vertigini frequenti, svenimento;
  • diminuzione della percezione del mondo circostante da parte degli organi del tatto;
  • disturbi del sonno;
  • instabilità della pressione arteriosa;
  • la comparsa di frequenti mal di testa;
  • disturbi della percezione delle informazioni;
  • instabilità emotiva.

È interessante notare che la malattia coronarica del cervello dell'emisfero destro o sinistro presenta sintomi corrispondenti, che si manifestano in varia misura e dipendono dalla posizione dell'area interessata, pertanto il trattamento dell'emisfero sinistro di solito porta frutti più rapidamente nelle persone di qualsiasi età.

Il successo del trattamento dell'ischemia cerebrale dipende da un gran numero di fattori, tra cui l'accuratezza della diagnosi, la velocità dell'assistenza medica e la suscettibilità del corpo alla terapia ricevuta. Pertanto, è estremamente importante prevenire il verificarsi di conseguenze come l'ictus ischemico, che nella maggior parte dei casi porta a conseguenze negative.

Il trattamento dell'ischemia cerebrale è spesso complicato dall'apparizione di altre malattie concomitanti, quindi, nel trattamento della malattia stessa e delle sue manifestazioni, di solito viene utilizzata una serie di misure per migliorare la circolazione cerebrale ed eliminare le conseguenze negative.

Il cervello è protetto in modo affidabile dalle ossa della scatola cranica e qualsiasi intervento chirurgico nelle sue strutture può avere un effetto estremamente negativo sulla salute generale del paziente, quindi, nel trattamento delle forme croniche di ischemia, è preferibile utilizzare metodi medici conservativi di trattamento.

La decisione su come trattare e quali farmaci e procedure dovrebbero essere utilizzati viene presa dal medico del paziente in base alla causa della malattia che ha causato cambiamenti simili nelle strutture cerebrali.

Quindi, se l'ischemia è stata causata dalla trombofilia, vengono utilizzati farmaci profilattici che impediscono la coagulazione del sangue e i coaguli di sangue (anticoagulanti), ad esempio l'aspirina e altri medicinali prodotti sulla base (aspirina-cardio).

Per dissolvere un trombo già formato, vengono utilizzati farmaci speciali: trombolitici (Tenecteplaza, Retaplaza). Tuttavia, il loro uso è strettamente limitato a causa del fatto che tali farmaci hanno un gran numero di effetti collaterali, viene utilizzato solo con una diagnosi confermata. A causa dell'azione diretta dei trombolitici, il loro uso consente di ridurre la percentuale di decessi tra i pazienti con decorso acuto della malattia, mentre l'assunzione del farmaco deve essere eseguita entro e non oltre 3 ore dopo i primi segni di ischemia.

Vengono anche usati farmaci vasodilatatori, che nel tempo ripristinano il flusso sanguigno alle strutture cerebrali interessate, migliorando così il metabolismo intracellulare (nimodipina).

Per migliorare l'attività cerebrale e accelerare il ripristino delle strutture danneggiate, vengono utilizzati farmaci speciali - nootropi, che contribuiscono al rapido ripristino delle funzioni psichiatriche superiori del cervello (ad esempio, "Piracetam").

La disfunzione dei vasi cerebrali contribuisce allo sviluppo di molte malattie ischemiche. Il più grave di questi è l'insufficienza cerebrovascolare. Il trattamento di una condizione patologica dopo la diagnosi è prescritto individualmente. Spesso usi la terapia farmacologica, lo stile di vita corretto. Al fine di prevenire lo sviluppo di un ictus, a volte al paziente viene prescritto un trattamento chirurgico.

La malattia deve essere trattata in modo completo. Per ridurre il colesterolo, vengono prescritti farmaci: statine. La loro azione principale è volta a ridurre la produzione di enzimi che producono colesterolo nelle ghiandole surrenali e nelle cellule del fegato. Le statine non hanno un effetto mutageno o cancerogeno, ma hanno alcuni effetti collaterali, quindi sono prescritte con cautela agli anziani. Atorvastatina, Fenofib, Lovastatina sono considerati farmaci più efficaci.

Per combattere la pressione alta che provoca ischemia, sono prescritte basse dosi di diuretici tiazidici. I farmaci rimuovono il liquido in eccesso dal corpo, riducendo il carico sul muscolo cardiaco. Sono usati in monoterapia e in combinazione con altri farmaci. Una caratteristica delle statine è la capacità non solo di abbassare la pressione sanguigna, ma anche di correggere gli effetti negativi che può provocare l'ischemia cerebrale cronica. Farmaci in questo gruppo - Ramipril, Perindopril, Enalapril.

La terapia di una tale patologia come l'ischemia cerebrale cronica, senza fallo, deve ripristinare il flusso sanguigno espandendo i vasi sanguigni e diluendo il sangue. I farmaci la cui azione è volta a migliorare la nutrizione delle cellule cerebrali e normalizzare la circolazione sanguigna sono una parte indispensabile del trattamento completo della malattia. Questi includono derivati ​​dell'acido nicotinico (enduratina, Nikoshpan), antagonisti del calcio (Adalat, Foridon), alcaloidi della vinca (Cavinton, Vinpocetine).

La fame cronica di neuroni cerebrali è una condizione pericolosa che può essere migliorata con i farmaci vasoattivi. Migliorano l'afflusso di sangue nei vasi espandendo la microvascolatura. I farmaci vasoattivi comprendono: bloccanti della fosfodiesterasi (pentossifillina, tanakan), calcio-bloccanti (nimodipina, cininnarizina), alfa-bloccanti (Niceroglyn).

Forse vuoi sapere del nuovo farmaco - Cardiol, che normalizza perfettamente la pressione sanguigna. Cardiol le capsule sono uno strumento eccellente per la prevenzione di molte malattie cardiache, poiché contengono componenti unici. Questo farmaco è superiore nelle sue proprietà terapeutiche a tali farmaci: Cardiline, Recardio, Detonic. Se vuoi conoscere informazioni dettagliate su Cardiol, Andare al sito web del produttoreQui troverai le risposte alle domande relative all'uso di questo farmaco, recensioni dei clienti e medici. Puoi anche scoprire il Cardiol capsule nel tuo paese e le condizioni di consegna. Alcune persone riescono a ottenere uno sconto del 50% sull'acquisto di questo farmaco (come farlo e acquistare pillole per il trattamento dell'ipertensione per 39 euro è scritto sul sito ufficiale del produttore.)Cardiol capsule per cuore

neuroprotettori

I neuroprotettori sono in grado di ridurre i disturbi biochimici nelle cellule nervose. La malattia coronarica distrugge le connessioni neurali e questi farmaci possono proteggere e migliorare l'adattamento del cervello alle influenze negative. La nomina dei neuroprotettori dopo un ictus è il trattamento più efficace.

Sfortunatamente, non sono stati trovati metodi abbastanza efficaci per combattere la malattia. Se al paziente viene diagnosticata un'ischemia cerebrale cronica, il trattamento deve essere eseguito solo da un neurologo competente.

Di norma, la lotta contro un disturbo comprende tali misure:

  1. Normalizzazione della pressione sanguigna, metodi preventivi per evitare l'ictus, attacchi ischemici. Per questi scopi, viene utilizzata una varietà di farmaci fluidificanti del sangue e vasodilatatori. Pentossifillina, Warfarin, ecc. si riferiscono a tali medicinali.
  2. Ripristina la circolazione sanguigna nei vasi, migliora il metabolismo. Omaron è considerato abbastanza efficace. Include piracetam. Vale a dire, questa sostanza ha un effetto benefico sulle cellule, ripristinandole e migliorando significativamente la saturazione di ossigeno. Encephabol, che è ampiamente usato nel trattamento di bambini con un disturbo simile, si è dimostrato bene.
  3. Recupero di funzioni fisiologiche e comportamentali. A tal fine, vengono prescritti massaggi, magneto- ed elettroforesi, terapia fisica, terapia riparativa.

Un farmaco che può migliorare l'attività cerebrale, la cerebrolisina, è ampiamente usato. Medicinali progettati per mantenere la circolazione sanguigna: "Bilobil", "Nimodipine".

Se il paziente ha rivelato ischemia cerebrale abbastanza avanzata del cervello, il trattamento consiste in un intervento chirurgico. L'obiettivo principale è la rimozione operativa delle placche sclerotiche. La chirurgia cerebrale è il tipo più complesso di chirurgia. Richiedono la massima abilità dal medico. Inoltre, abbastanza spesso sono pieni di conseguenze gravi, a volte completamente imprevedibili, gravi.

Ecco perché la chirurgia è l'ultima risorsa. Ci ricorrono solo nei casi in cui il trattamento conservativo non ha prodotto risultati positivi.

Rimedi popolari

È importante capire che senza adeguati metodi medici, l'ischemia del cervello non può essere stabilizzata. I rimedi popolari possono essere utilizzati solo come metodi di trattamento aggiuntivi. Sono considerati abbastanza efficaci:

  • decotti di corteccia di quercia;
  • succo di carota appena spremuto;
  • decotti di menta;
  • adonis;
  • comprime da una varietà di erbe.

La malattia è dovuta al fatto che progredisce lentamente, aumentando gradualmente con una varietà di sintomi. Puoi interrompere lo sviluppo dell'ischemia cerebrale cronica usando ricette popolari:

  1. Miscela aglio-limone. Macina alcuni spicchi d'aglio (2-3) nella pappa, versa olio vegetale non raffinato (100 g), mettilo al freddo per un giorno. Prendi 1 cucchiaino. l'aggiunta di succo di limone (1 cucchiaino) tre volte al giorno. Continuare il trattamento per 1-3 mesi senza interruzione.
  2. Infuso di erbe. Mescoli nella stessa quantità di erba - menta, erba madre, timo. Versare il composto (3 cucchiai.) Con acqua bollente (450 ml). Insistere fino a che freddo, filtrare, bere mezzo bicchiere dopo i pasti 2 volte al giorno. Il corso dura almeno 1 mese.

Complicazioni da malattia

L'ischemia cerebrale cronica è un disturbo pericoloso. I disturbi circolatori a volte portano a complicazioni:

  • Forse lo sviluppo di ictus ischemico o infarto. Con tali patologie, alcune parti del tessuto cerebrale si ammorbidiscono, muoiono. Le cellule nervose non vengono rigenerate, il che porta a una violazione di alcune funzioni cerebrali. Vale la pena notare che tali violazioni sono spesso registrate nei pazienti anziani (oltre 60 anni).
  • Sullo sfondo di problemi circolatori, a volte si sviluppa l'encefalopatia. Questa è una lesione organica di parti del cervello che si manifesta senza infiammazione.
  • La malattia può portare allo sviluppo di tromboflebite.
  • La distruzione del tessuto nervoso in alcune parti del cervello è talvolta accompagnata da paralisi, stupidità, parestesie, convulsioni epilettiche.

Un gran numero di fattori influenza la gravità delle conseguenze dell'ischemia cerebrale: il grado di danno alle strutture cerebrali, la durata del processo patologico, nonché le malattie che potrebbero svilupparsi a causa della mancanza di circolazione sanguigna. Molto spesso, le seguenti complicanze derivano dall'ischemia:

  • negli anziani - ictus ischemico o rammollimento del tessuto cerebrale;
  • sclerosi vascolare ed encefalopatia;
  • disfunzione motoria;
  • parestesia e altri disturbi delle sensazioni tattili;
  • perdita della capacità di parlare;
  • convulsioni epilettiche;
  • trombosi con infiammazione delle pareti dei vasi sanguigni.

La complicazione più grave della malattia ischemica è un ictus cerebrale, in cui i tessuti situati nella lesione vengono ammorbiditi. Questo processo irreversibile porta alla distruzione dei neuroni e delle loro connessioni, a causa della quale parte del cervello muore. Al momento, non esiste davvero alcun trattamento corretto che lo abbia impedito e contribuirebbe alla rigenerazione delle strutture perdute.

Come risultato dell'encefalopatia cerebrale, si verifica la morte sistematica delle cellule nervose e la degenerazione delle loro connessioni. Le conseguenze di questa complicazione sono estremamente fatali per una persona, a causa di questo disturbo l'individuo perde il controllo sul proprio corpo e diventa incapace.

Il danno cerebrale ipossico-ischemico in alcuni casi è accompagnato da vari disturbi della sensibilità. Come ogni altra manifestazione di disfunzione della corteccia cerebrale, si riflettono: per esempio, quando l'emisfero sinistro è danneggiato, una persona perde la capacità di pronunciare chiaramente, ma è pienamente consapevole della sua posizione.

Se il processo patologico ha iniziato a progredire in un neonato o in un bambino del primo anno di vita, nella maggior parte dei casi ciò porta a un ritardo non solo nello sviluppo mentale, ma anche nello sviluppo fisico. Pertanto, al fine di evitare tali conseguenze, una donna incinta dovrebbe essere sensibile al suo stato di salute e seguire tutte le prescrizioni del medico.

Le principali conseguenze dell'ischemia cerebrale cronica saranno la carenza di ossigeno e i disturbi metabolici nei tessuti di questo organo, mentre la malattia si manifesterà di nascosto e lentamente.

Caratteristiche della malattia

Vale subito la pena dire che i fuochi dell'ischemia cronica nel cervello non compaiono da soli. Questa patologia si sviluppa sullo sfondo di un'altra malattia. L'elenco dei possibili motivi è molto impressionante:

  • infiammazione delle pareti dei vasi sanguigni di origine infettiva o allergica;
  • forme persistenti di ipertensione;
  • aterosclerosi (la formazione di placche sulle pareti dei vasi sanguigni porta a un restringimento del loro lume e, di conseguenza, a un aumento della pressione sanguigna);
  • ipotensione;
  • varie lesioni al cranio;
  • aneurismi, anomalie anatomiche del letto vascolare del cervello;
  • malattie delle ghiandole endocrine e, di conseguenza, fluttuazioni del background ormonale;
  • vari disturbi del cuore;
  • malattie del sangue;
  • patologia del sistema escretore;
  • amiloidosi cerebrale.

Inoltre, nella medicina moderna, è consuetudine distinguere quei fattori di rischio, la cui presenza contribuisce allo sviluppo dell'ischemia. L'elenco dei fattori non correggibili (è impossibile eliminarli) comprende la predisposizione ereditaria e l'età del paziente. Esistono fattori corretti, e così vengono chiamati, ad esempio, fumo e altre cattive abitudini, obesità, aterosclerosi, ipertensione.

L'ischemia cerebrale cronica è una malattia complessa provocata da problemi con l'afflusso di sangue. Il disturbo colpisce tutti i sistemi del corpo umano, il cervello è più sensibile.

Molto colesterolo si accumula nei vasi. Il normale flusso sanguigno è difficile, appare l'aterosclerosi cronica. La malattia è caratterizzata da blocco dei vasi sanguigni.

La loro principale funzione di trasporto è andata persa.

Attraverso vasi intasati con placche di colesterolo, il sangue non può arricchire gli organi con ossigeno nella quantità richiesta. Questa condizione provoca stress nel corpo. L'ischemia cerebrale cronica è dannosa per questo organo, poiché richiede l'apporto più intenso di ossigeno. Le conseguenze dell'ischemia possono essere fatali.

Una delle principali cause dello sviluppo dell'ischemia cerebrale cronica è una malattia dei vasi sanguigni. L'aterosclerosi è la causa di tali disturbi nel 60% dei casi.

Quando l'alta pressione dura a lungo, si verificano cambiamenti patologici nei tessuti muscolari delle vene e delle arterie, le loro pareti si addensano e il lume diventa più piccolo.

Lo spasmo delle pareti dei vasi sanguigni provoca un deterioramento del flusso sanguigno cerebrale e la mancanza di ossigeno.

Altre cause comuni di ischemia cerebrale cronica: malattie cardiache, problemi renali, tumori, malattia da decompressione, vasculite o altri disturbi sistemici, problemi vascolari, obesità, malattie del sangue, insufficienza venosa, diabete. La malattia si sviluppa a causa di cambiamenti legati all'età nel corpo.

Sotto l'influenza di vari fattori che impediscono il normale flusso sanguigno, le forme di ipossia, il metabolismo peggiora, i lipidi si ossidano, si formano radicali liberi che influenzano negativamente le cellule nervose. Quando i neuroni vengono danneggiati, vengono distrutti, si forma la necrosi. Di conseguenza, il cervello inizia ad assomigliare a una spugna.

Nel corso dello sviluppo di alterazioni degenerative, aumenta lo spazio attorno ai vasi sanguigni, si sviluppa la gliosi. La gliosi ricorda in qualche modo la sclerosi in altri organi, che è anche accompagnata da ipossia cronica. Tali trasformazioni sono spesso diffuse, sono localizzate in tutti i dipartimenti del sistema nervoso centrale.

L'ischemia periventricolare è considerata una condizione che produce una forma cronica della malattia. In questo caso, il tessuto nervoso che circonda i ventricoli è irritato.

I disturbi ischemici provocano un deterioramento del flusso sanguigno e dell'ipossia. I neuroni mancano dell'energia necessaria. Ciò provoca cambiamenti biochimici intracellulari nel tessuto cerebrale.

La patogenesi del disturbo è dovuta alla manifestazione sequenziale dell'elenco di trasformazioni biochimiche sotto l'influenza di ossigeno insufficientemente ossidato e con la comparsa di stress ossidativo basato su un deterioramento progressivo dell'apporto di sangue agli elementi formati del tessuto cerebrale. In questo caso, si formano regioni microlacunari di ischemia.

L'ischemia cerebrale cronica di 2 ° grado diventa la causa della trasformazione del subcortice, la formazione di demielinizzazione con la sconfitta dell'oligo. I sintomi della malattia sono oggettivi e soggettivi.

I sintomi sono caratterizzati dal grado di disturbo. I principali segni della malattia: la testa spesso fa male, una sensazione di pesantezza, vertigini, costante deterioramento dell'attenzione e della memoria, problemi di sonno, labilità psicologica, scarso coordinamento dei movimenti.

Poiché l'afflusso di sangue alle cellule nervose diventa difficile a causa dello sviluppo di stenosi e spasmi delle arterie cerebrali, i sintomi peggiorano e compaiono i luoghi della formazione di un infarto con segni focali di accompagnamento, la cui intensità dipende dagli indicatori cerebrovascolari disturbi.

Ogni stadio della malattia è caratterizzato dai suoi sintomi. Considera 3 gradi di ischemia cerebrale cronica:

  • Iniziale. Con esso, i principali sintomi sono presenti sotto forma di emicrania, compromissione della memoria, vertigini. I problemi del sonno sono moderati. Labilità emotiva e debolezza generale compaiono senza la presenza di segni neurologici.
  • Lo stadio della sottocompensazione, che è caratterizzato da un graduale aggravamento dei sintomi e delle trasformazioni psicologiche, porta all'apatia, a uno stato depresso e a un deterioramento dell'elenco degli interessi.
  • Decompensazione con gravi disturbi neurologici, provocata dalla comparsa di numerosi attacchi di cuore lacunari e corticali.

L'ischemia cerebrale nei neonati è comune. Il problema sorge a causa dell'ipossia cerebrale che è apparsa durante il parto. La malattia continua in 3 fasi, ma le difficoltà sono spesso associate alla diagnosi, poiché lontano da tutti i sintomi possono essere identificati. Pertanto, i medici hanno identificato diverse sindromi:

  • Idrocefalo. Nei bambini con sindromi simili, la testa diventa più grande, la pressione all'interno del cranio aumenta. Il motivo riguarda l'accumulo di liquido cerebrospinale nella testa.
  • Eccitabilità nervosa. Il tono muscolare del neonato cambia, compaiono tremori, il sonno peggiora, il bambino piange sempre.
  • Sindrome di coma Un neonato è immerso in uno stato inconscio per lungo tempo non ne esce.
  • Sindrome da depressione del SNC. Ci sono cambiamenti nel tono muscolare, indebolimento dei riflessi, appare strabismo.
  • Sindrome convulsiva È caratterizzato da spasmi del tessuto muscolare e contrazioni.

Conseguenze della malattia

L'ischemia nei primi stadi di sviluppo può causare complicazioni. Spesso ci sono ipossia o problemi metabolici che portano alla formazione di altri tipi di patologie: infarto, varie forme di encefalopatia, problemi con la funzione del linguaggio, paralisi, convulsioni epilettiche, parestesia.

Frammenti di tessuto cerebrale durante un ictus muoiono e non possono essere ripristinati. La medicina moderna utilizza diversi metodi di trattamento, ma alcuni esperti mettono in dubbio la loro efficacia.

Con l'encefalopatia, gli elementi sagomati del cervello vengono distrutti. La paralisi limita la mobilità. La parestesia provoca una diminuzione della sensibilità delle terminazioni nervose o una completa perdita della funzione vocale.

Nei bambini, questa malattia è la causa del ritardo mentale.

Lo sviluppo dell'ischemia cerebrale cronica procede lentamente, nei primi stadi non vengono rilevati sintomi. I segni del disturbo si verificano quando è già impossibile curare il paziente. Il successo dei metodi terapeutici è dovuto alla durata dell'ipossia e al suo effetto su altre parti del corpo.

La scelta della tecnica terapeutica e della prognosi dipenderà dalla procedura corretta e tempestiva per la diagnosi della malattia. Il medico deve necessariamente avere una conversazione con il paziente, notare tutti i segni di ischemia, applicare i seguenti metodi diagnostici:

  • La risonanza magnetica o la TC possono determinare la localizzazione dei focolai di infiammazione nella testa, l'espansione dei ventricoli e le trasformazioni atrofiche.
  • Ultrasuoni. Con l'aiuto di questo strumento, vengono effettuati studi sui vasi della testa, il grado di tortuosità, anomalie, problemi con il flusso sanguigno.

Per eliminare i segni di ischemia cronica, vengono utilizzati metodi di trattamento medico e chirurgico. Se consideriamo i metodi di intervento chirurgico, lo stenting delle arterie carotidi e l'endaretrectomia.

I medicinali usati per trattare l'ischemia sono classificati come segue:

  • Per terapia antiipertensiva. È necessario mantenere la normale pressione sanguigna. In questo caso, il paziente non dovrebbe avere picchi di pressione. I gruppi di farmaci più adatti a tali scopi sono antagonisti o inibitori.
  • Per la terapia antipiastrinica. A causa dell'attivazione del collegamento vascolare dell'emostasi, ai pazienti vengono prescritti farmaci antipiastrinici come il dipiridamolo.
  • Terapia ipolipemizzante. Strumenti come l'atrovastatina contribuiscono al normale funzionamento dell'endotelio, fluidificano il sangue.
  • Farmaci di azione combinata. A volte i medici prescrivono diversi farmaci per trattamenti complessi, ad esempio Piracetam e Cinnarizine.

Per la terapia farmacologica, i medici raccomandano tali fondi:

  • Agenti antipiastrinici. Questi sono farmaci che impediscono lo sviluppo di coaguli di sangue. Questi includono aspirina, clopidogrel.
  • Le medicine nootropiche stimolano la funzione cerebrale.
  • I vasodilatatori migliorano la circolazione sanguigna, aumentano il lume nelle vene e nelle arterie. Le medicine fluidificano il sangue, hanno acido nicotinico, pentossifillina, ecc.
  • Medicinali contenenti raso: atorvastatina, rosuvastatina.
  • Mezzi che aumentano la mancanza di vitamine.

Questi farmaci vengono consumati due volte l'anno per 2 mesi. Nelle fasi iniziali vengono utilizzate tecniche fisioterapiche: l'agopuntura, la zona della testa e del collo vengono massaggiate, lo sport, l'elettroforesi.

Le operazioni vengono eseguite nelle ultime fasi dell'IHM. A volte i vasi cerebrali sono danneggiati e la terapia con l'aiuto di farmaci è stata inefficace, è necessario eseguire un intervento chirurgico. La tecnica che utilizza le cellule staminali è praticata. Inizialmente, vengono presi gli elementi a forma di embrione, quindi viene garantita la coltivazione alla dimensione desiderata.

Le cellule staminali vengono introdotte nel corpo usando un contagocce. La procedura dura circa un'ora. Di conseguenza, nuove cellule staminali diventano al posto del colpito, completano il tessuto danneggiato. La medicina tradizionale è rischiosa da usare senza tecniche aggiuntive.

La medicina tradizionale per l'ischemia nella testa dovrebbe essere utilizzata solo con il permesso di uno specialista. I più efficaci sono i seguenti metodi:

  • È necessario prendere 1 cucchiaio. bugie. galega medica, versare acqua bollente, fermentare per 2-3 ore. È necessario utilizzare la tintura 100 ml 2-3 volte prima di ogni pasto. Per sostituire questa pianta, il trifoglio dolce è perfetto.
  • Coni di luppolo, catnip, Nonea, i cestini sono combinati in proporzioni uguali, versati con acqua bollente. Devi insistere per almeno 3 ore, consumare 100 ml prima dei pasti.
  • Le ricette all'aglio sono piuttosto popolari. È necessario schiacciare finemente alcuni chiodi di garofano, versare l'alcool in proporzioni uguali. La tintura viene preparata per 2 settimane, quindi vengono utilizzate 5 gocce, sciolte in un cucchiaio di latte.

Misure preventive

Il primo stadio

Nella prima fase, si osserva una combinazione di lamentele classiche con un tipo diffuso di sintomatologia neurologica, che si manifesta come anisoreflessia e un tipo di riflessi non grossolani. È anche possibile che l'andatura cambi (camminare può rallentare, il paziente si muove spesso a piccoli passi). Il primo stadio è caratterizzato da una diminuzione della stabilità di coordinazione e dall'incertezza nell'esecuzione dei movimenti.

Molto spesso, i medici notano disturbi emotivi sotto forma di irritabilità e ansia nei pazienti e la depressione non è rara. In questa fase, sorgono lievi anomalie cognitive di tipo neurodinamico, che implicano l'esaurimento del sistema nervoso, una diminuzione dell'attenzione e l'inerzia dell'intelletto.

È caratterizzato da sintomi neurologici aggravati, che sono caratterizzati dalla formazione di una sindrome implicita, che tuttavia prevale in seguito. Inoltre, possono essere rilevati vari disturbi extrapiramidali, oltre a atassia, sindrome pseudobulbare e persino disfunzione del CN. È interessante notare che, con il passare del tempo, i reclami diventano meno pronunciati, non sono più così acutamente percepiti dal paziente stesso.

Inoltre, nella seconda fase, la capacità del paziente di controllare le proprie azioni peggiora e ci sono anche difficoltà nella pianificazione dei casi che una persona vuole prendere in un secondo momento. Sebbene vi sia una violazione nell'esecuzione delle azioni, tuttavia, la capacità di compensare rimane a lungo. Inoltre, ci sono segni di ridotto adattamento sociale.

Si distingue per una vivida manifestazione di sindromi neurologiche. In questo caso, si verifica una violazione quando si cammina e la capacità di mantenere l'equilibrio (il paziente può spesso cadere). Si osserva l'incontinenza urinaria e anche la sindrome di Parkinson è caratteristica. A causa dell'assenza o della riduzione della comprensione sobria di ciò che sta accadendo con il paziente, il volume dei reclami diminuisce.

I disturbi della personalità possono manifestarsi come una reazione ritardata, uno stato esplosivo, un sintomo apatico-abulico e anomalie psicologiche. Oltre alle disfunzioni neurodinamiche (o disregolatorie) nella sfera cognitiva, è possibile la manifestazione di disturbi operativi come alterazione del linguaggio e della memoria, riduzione della capacità di pensare e così via.

Tutti questi sintomi possono successivamente andare in demenza. Quest'ultimo porta all'incapacità di adattarsi rapidamente alla nuova situazione, a un calo delle prestazioni nei campi della vita personale, sociale e professionale. Molto spesso, i medici indicano la disabilità di una persona. Ad un certo punto, il paziente smette di servire se stesso.

Droghe combinate

Oltre alla terapia principale sopra descritta, a seconda del meccanismo che ha causato la malattia, viene prescritto un trattamento individuale, progettato per normalizzare le proprietà reologiche del sangue e stabilire il flusso venoso del sangue, normalizzando la microcircolazione. Tipicamente, tali farmaci hanno proprietà neurotrofiche e angioprotettive. Ad esempio, un medico può prescrivere una delle seguenti combinazioni:

  1. cinnarizina (non più di 75 mg) insieme a piracetam (1-1,2 g al giorno);
  2. piracetam (non più di 1,2 g) con vinpocetina (15 mg al giorno);
  3. nicergolina (non più di 30 mg al giorno) e pentossifillina (circa 300 mg al giorno).

In genere, tali combinazioni di farmaci sono prescritte non più di due volte l'anno, ogni corso dura circa 2 mesi.

Il terzo grado di patologia

In questa fase, si verifica la scompenso. Tutte le possibilità del cervello sono esaurite, a seguito delle quali i sintomi diventano più luminosi.

Si osserva una grave compromissione motoria. L'andatura del paziente diventa instabile, gli è difficile muoversi e durante la deambulazione perde spesso l'equilibrio e cade. Vengono visualizzate altre violazioni più gravi e pericolose:

  • una persona spesso perde conoscenza, che è accompagnata da completo rilassamento dei muscoli, abbassamento della pressione sanguigna, mancanza di reazione alla luce;
  • si sviluppa l'incontinenza urinaria;
  • i processi di deglutizione sono disturbati - è molto facile per una persona soffocare mentre mangia;
  • la sindrome psico-organica si sviluppa - il paziente cade spesso in uno stupore, diventa ignaro, perde la capacità di controllare il suo comportamento;
  • La sindrome di Parkinson si manifesta, caratterizzata da rigidità muscolare, tremore, convulsioni epilettiche.

Se non trattata, la patologia può portare alla completa demenza.

Ischemia cerebrale cronica di 2 ° grado

Le fasi sono determinate da manifestazioni cliniche e sintomi neurologici.

Le manifestazioni cliniche includono disturbi del movimento, perdite di memoria, difficoltà di apprendimento, balzi emotivi nel comportamento, improvvisi cambiamenti di umore e comportamento.

Mi laureo

Rileva piccoli disturbi neurologici focali. L'ischemia cerebrale di 1 ° grado si manifesta esternamente nel rallentare la deambulazione, una persona inizia a "tritare" durante l'andatura.

In termini emotivi, appaiono irritabilità, pianto, malumore, una persona ha una tendenza alla depressione, pensieri cupi. Il livello di intelligenza inizia a diminuire. La qualità della vita in questa fase praticamente non soffre.

II grado

HIGM progredisce, le lesioni si diffondono ulteriormente. I muscoli iniziano a contrarsi indipendentemente dal desiderio di una persona. I muscoli facciali e la lingua possono essere paralizzati.

A causa di una diminuzione dell'intelligenza, il paziente perde interesse per l'ambiente, in ogni caso perde il controllo su ciò che sta accadendo, non può coordinare le sue azioni. I reclami sono quasi assenti, poiché una persona è scarsamente consapevole delle sue condizioni.

Ci sono segni di disadattamento, sia sociali che professionali. Il paziente può servirsi autonomamente.

III grado

L'ischemia di grado 3 si manifesta con gravi cambiamenti nel corpo. Sono presenti minzione incontrollata e movimenti intestinali. Il senso di equilibrio quando si cammina è disturbato a tal punto che il paziente non può muoversi senza l'aiuto di estranei o è in cerca di supporto.

C'è un degrado emotivo, evidenti disturbi mentali, azioni inadeguate sono caratteristiche. La memoria è notevolmente ridotta, il processo di pensiero si sta deteriorando e il disturbo del linguaggio diventa evidente. Una persona non è in grado di controllare il suo comportamento, può improvvisamente cadere in uno stupore o perdere conoscenza.

Non c'è adattamento sociale, l'abilità self-service sta morendo. diagnostica

Si basa su un'analisi dell'anamnesi, sulla presenza di sintomi caratteristici. Le circostanze aggravanti riconoscono la presenza di malattia coronarica in un paziente, insufficienza cardiaca, ipertensione.

Viene effettuata un'analisi generale delle urine e del sangue per la ricerca, vengono effettuati studi biochimici per determinare il livello di glucosio e lo spettro lipidico.

Sono necessari un elettrocardiogramma e un'ecografia del cuore per rilevare un coagulo di sangue o una placca di colesterolo.

Viene eseguita un'ecografia del cervello, la scansione duplex, che aiuta a identificare anomalie nella struttura e nella funzionalità dei vasi sanguigni.

Per determinare l'impatto delle pareti dei vasi sanguigni, per determinare la velocità del flusso sanguigno, viene eseguita la dopplerografia ad ultrasuoni.

Ci sono tre fasi. Ognuno di essi è caratterizzato, come già accennato, da ulteriori sintomi. Di conseguenza, varia anche il trattamento necessario. È estremamente importante non iniziare la malattia. Ai primi sintomi, dovresti consultare un medico per non perdere il momento dello sviluppo di un grave disturbo.

  1. Ischemia cerebrale di 1 ° grado. In generale, il paziente è abbastanza normale. A volte c'è un leggero malessere, brividi, vertigini. Dopo il lavoro fisico, appare il dolore alle mani. In alcuni casi, si nota un cambiamento nell'andatura. Una persona, per così dire, "prende in giro", fa piccoli passi. Le persone intorno a te potrebbero notare un cambiamento nel temperamento e nella natura del paziente. Di norma, l'ischemia cerebrale di 1 ° grado provoca al paziente una inspiegabile sensazione di ansia, irritabilità costante, a volte persino depressione. Se osservi una persona più attentamente, puoi rivelare la distrazione. È molto difficile per il paziente concentrarsi, concentrarsi. Anche il pensiero lento è caratteristico.
  2. Ischemia cerebrale di 2 ° grado. Questa fase è caratterizzata da un aumento dei sintomi. Una persona avverte la progressione di mal di testa, nausea. I disturbi comportamentali sono più pronunciati e sono già abbastanza evidenti. C'è una perdita di abilità mondane e professionali. La capacità di pianificare l'azione è sempre più difficile. Allo stesso tempo, l'autostima critica del comportamento è ridotta.
  3. Ischemia cerebrale di 3 ° grado. L'assoluta inazione riguardo al trattamento porta a questo stadio. Viene rilevata una lesione acuta di quasi tutte le funzioni neurologiche. Il paziente manifesta la sindrome di Parkinson, alterazioni delle funzioni motorie di tutti gli arti, incontinenza urinaria. La ridotta capacità di controllare le gambe e la perdita di equilibrio rendono difficile la deambulazione. In alcuni casi, il movimento è completamente impossibile. Tale paziente perde orientamento nello spazio. A volte non riesce a capire adeguatamente se è in piedi, mentendo o seduto. Il linguaggio è gravemente disturbato, la memoria è persa e il pensiero è assente. I disturbi mentali raggiungono il loro culmine, a volte è possibile osservare la completa disintegrazione della personalità.

Ogni fase dello sviluppo di tale patologia è accompagnata da una serie di sintomi specifici. L'ischemia cerebrale cronica di 1 ° grado è caratterizzata da un quadro clinico sfocato. All'inizio appare solo un leggero malessere. I pazienti diventano deboli e sonnolenti. Appaiono i brividi. Nonostante la costante fatica, non è facile addormentarsi.

Forse la comparsa di emicrania, acufene, vertigini. Si osserva un graduale cambiamento nell'andatura: una persona o le gambe sono troppo dure o si trascina mentre cammina.

L'ischemia cerebrale cronica di 1 ° grado è accompagnata da labilità emotiva e compromissione cognitiva. È difficile per il paziente concentrarsi, i processi mentali rallentano, appare una distrazione costante. Sono possibili anche disturbi di personalità: compaiono un'eccessiva aggressività, irritabilità o, al contrario, apatia e depressione.

Questa fase della malattia è una fase di sottocompensazione. L'ischemia cerebrale cronica di 2 ° grado è accompagnata da disturbi più evidenti. Fatica, debolezza, mal di testa, disturbi emotivi: tutti questi sintomi diventano più pronunciati. Altri segni si uniscono a loro:

  • L'atassia appare con una notevole compromissione della coordinazione.
  • Sullo sfondo dell'ischemia cerebrale cronica, si sviluppano gradualmente disturbi intellettuali che portano inevitabilmente al degrado dell'individuo.
  • Il paziente diventa apatico, indifferente, perde interesse per il mondo che lo circonda.
  • La capacità dell'uomo di controllare le sue azioni, di pianificare, si sta deteriorando.
  • Sullo sfondo dell'ischemia cerebrale cronica di 2 ° grado, la capacità di adattamento professionale e sociale è significativamente ridotta.

Ischemia cerebrale cronica: codice ICD-10 e informazioni sulla patologia generale

Molte persone sono interessate a ulteriori informazioni su tale malattia. Nella moderna pratica medica, una tale patologia come l'ischemia cerebrale cronica è abbastanza comune. ICD riferisce questa condizione al gruppo "Altre malattie cerebrovascolari" con il codice I67.

Questo disturbo si sviluppa su uno sfondo di accidente cerebrovascolare prolungato. Come sapete, il tessuto nervoso è estremamente sensibile al livello di ossigeno, glucosio e altri nutrienti. Ecco perché la loro costante carenza porta a danni a determinate sezioni del sistema nervoso centrale. Le voci di ischemia cerebrale cronica, di regola, sono diffuse. In ogni caso, la patologia porta a una violazione delle funzioni di una particolare sezione del sistema nervoso centrale, che, ovviamente, influenza le condizioni del paziente.

Detonic - una medicina unica che aiuta a combattere l'ipertensione in tutte le fasi del suo sviluppo.

Detonic per la normalizzazione della pressione

Il complesso effetto dei componenti vegetali del farmaco Detonic sulle pareti dei vasi sanguigni e il sistema nervoso autonomo contribuiscono a un rapido calo della pressione sanguigna. Inoltre, questo farmaco previene lo sviluppo dell'aterosclerosi, grazie ai componenti unici che sono coinvolti nella sintesi della lecitina, un aminoacido che regola il metabolismo del colesterolo e previene la formazione di placche aterosclerotiche.

Detonic non provoca dipendenza e sindrome da astinenza, poiché tutti i componenti del prodotto sono naturali.

Informazioni dettagliate su Detonic si trova sulla pagina del produttore www.detonicnd.com.

Svetlana Borszavich

Medico generico, cardiologo, con lavoro attivo in terapia, gastroenterologia, cardiologia, reumatologia, immunologia con allergologia.
Ottima conoscenza dei metodi clinici generali per la diagnosi e il trattamento delle malattie cardiache, nonché elettrocardiografia, ecocardiografia, monitoraggio del colera su un elettrocardiogramma e monitoraggio giornaliero della pressione sanguigna.
Il complesso terapeutico sviluppato dall'autore aiuta in modo significativo con lesioni cerebrovascolari e disturbi metabolici nel cervello e malattie vascolari: ipertensione e complicanze causate dal diabete.
L'autore è membro della European Society of Therapists, partecipa regolarmente a conferenze e congressi scientifici nel campo della cardiologia e della medicina generale. Ha partecipato più volte a un programma di ricerca presso un'università privata in Giappone nel campo della medicina ricostruttiva.

Detonic