Trattamento dei sintomi della cardioneurosi e farmaci

La cardioneurosi è una malattia psicosomatica. Secondo la classificazione internazionale - disfunzione vegetativa somatoforma. Ciò sottolinea che la malattia della cardioneurosi è ugualmente determinata da entrambi i disturbi del cuore e dei vasi sanguigni e problemi mentali. Per lo stesso motivo, gli psichiatri, rispondendo alla domanda su cosa sia la cardioneurosi, spesso la chiamano "nevrosi d'organo".

Un attacco di nevrosi cardiaca è paragonabile a un circolo vizioso. Inizialmente, appare l'ansia, una sensazione pressante al petto. L'ansia si trasforma in paura, sempre più forte, che influisce negativamente sulla condizione fisica e rafforza i sintomi. L'attacco scompare senza evidenti disordini funzionali nel corpo, che non si possono dire delle conseguenze psicologiche. Una persona ha paura del panico di avere un attacco. Per ottenere la vittoria sulla malattia, questo circolo vizioso deve essere spezzato.

Una persona che è soggetta a attacchi di nevrosi cardiaca spesso non capisce cosa sia la cardioneurosi e assume i suoi sintomi per una grave patologia cardiaca.

Un paziente con vero dolore al cuore fornisce una breve e chiara descrizione dei suoi sentimenti. I suoi movimenti stanno attenti a non causare un aumento del dolore. Il paziente non mostra eccessiva emotività. Ma, naturalmente, solo un esame dettagliato può finalmente confermare o confutare la patologia del cuore.

La cardioneurosi (o come viene anche chiamata nevrosi cardiaca) è una malattia psicosomatica correlata a disturbi somatoformi. La diagnosi ufficiale di ICD-10, che viene fatta ai pazienti con questa malattia, è F45.3 - disfunzione del sistema nervoso autonomo somatoforma.

Con la cardioneurosi, la normale percezione di una persona della propria attività cardiaca viene interrotta, il che porta allo sviluppo di ansia e attacchi di panico aumentati.

Di norma, un sopravvissuto a un attacco di nevrosi cardiaca ricorda una volta questo stato mostruoso per molti anni. E gli costa solo una volta, solo un po ', essere nervoso, divampare leggermente, avere paura o provare dolore insolito, si verifica una ricaduta e ancora - dolore, paura e panico.

Questi attacchi sono per la maggior parte di breve durata: improvvisamente una nevrosi, come un'onda, si ribalta e capitola altrettanto rapidamente. Ma, non avendo idea oggettiva della situazione con il cuore, non sapendo con certezza se c'è una malattia, un paziente con nevrosi cardiaca, i cui sintomi osserva e lo confonde con un altro disturbo, è in grado, dopo aver distorto se stesso, per convincere tutti quelli che lo circondano e il proprio corpo, compreso che ha davvero un infarto.

Naturalmente, in tale situazione viene richiamata un'ambulanza e il paziente viene immediatamente portato in un istituto medico per stabilire una diagnosi e iniziare il trattamento il più presto possibile. Ma cosa succede davvero? Arriva un'ambulanza, un elettrocardiogramma viene urgentemente somministrato al paziente. E si scopre che il paziente è completamente sano, il suo cuore è in ottima forma e lavora con il botto, e non vi è alcun motivo per un improvviso deterioramento.

Tuttavia, quando un paziente viene esaminato da un medico, viene rilevata solo una tachicardia pronunciata e, in alcuni casi, si sente un soffio sistolico all'apice del cuore e un'aritmia. Quando si esegue un elettrocardiogramma, l'ecocardiografia, il monitoraggio Holter, ecc., Non vengono rilevate deviazioni significative. Anche la tachicardia e l'aritmia rilevate al momento dell'attacco scompaiono dopo un po 'e non vengono sempre registrate sull'ECG.

In questo caso, il dolore, la mancanza di respiro e altri sintomi che il paziente ha avuto erano davvero forti e di intensità simile alla clinica della sindrome coronarica acuta. Cioè, ci sono lamentele e l'esame mostra che la persona è sana.

Questo paradosso è tipico della nevrosi cardiaca e degli attacchi di panico.

Attenzione. Durante la storia medica, di norma, risulta che prima dell'inizio dell'attacco, il paziente ha sperimentato un sovraccarico emotivo, paura o stress. Tali pazienti non sono "simulatori" e hanno davvero bisogno di cure mediche qualificate. Tuttavia, il loro trattamento non dovrebbe essere trattato da un cardiologo, ma da un neurologo, uno psicologo o uno psichiatra.

L'attacco di panico e la nevrosi cardiaca sono spesso osservati in pazienti giovani ed emotivi con tendenza all'ipocondria e ai disturbi depressivi. Possono anche essere osservati nei bambini durante la pubertà (sullo sfondo dello squilibrio ormonale), negli studenti durante gli esami, nelle donne in gravidanza, ecc.

La cardioneurosi è una patologia funzionale del sistema cardiovascolare, che ha una natura psicosomatica.

Importante. La nevrosi cardiaca differisce dalle vere malattie CVS in quanto non è accompagnata da disturbi organici.

Cioè, i sintomi della cardioneurosi sono associati a disturbi funzionali temporanei (tachicardia, aritmia, mancanza di respiro, ecc.) Che si verificano sul suolo nervoso. L'attacco di panico e la nevrosi cardiaca spesso si susseguono. La storia del paziente sui reclami è una colorazione emotiva pronunciata.

In questo caso, lesioni organiche caratteristiche di aterosclerosi, cardiopatia coronarica, infarto del miocardio o altre malattie CVD (danno miocardico, ischemia tissutale, restringimento del lume dei vasi sanguigni, disturbi emodinamici, grave squilibrio lipidico (aumento marcato del colesterolo "cattivo") , ecc.), non viene rivelato l'esame completo.

Attenzione! Nonostante il fatto che i primi attacchi di nevrosi cardiaca non siano associati a malattie organiche di CVS, frequenti attacchi di nevrosi cardiaca possono aumentare il rischio del loro sviluppo.

Pertanto, dopo un esame completo ed esclusione della patologia cardiaca, i pazienti con nevrosi cardiaca vengono indirizzati per un ulteriore trattamento a uno psicologo, psichiatra o neurologo (a seconda della gravità della nevrosi, degli attacchi di panico, della depressione e degli attacchi di cardioneurosi).

patogenesi

La nevrosi cardiaca è un disturbo nel funzionamento del sistema nervoso, che porta a un malfunzionamento del funzionamento degli organi interni. In questo caso, non si verificano lesioni organiche. Il cuore fa ancora bene a pompare sangue. Tuttavia, vi è una doppia violazione delle connessioni del sistema nervoso autonomo con l'organo:

  1. Da un lato, lo stato psico-emotivo, le paure e le paure portano alla preparazione del sistema nervoso autonomo per respingere il pericolo. Lo sfondo ormonale cambia. Il ruolo principale inizia a svolgere l'adrenalina, la noradrenalina.
  2. D'altra parte, la catena della trasmissione adeguata degli impulsi dal cuore ai centri del sistema nervoso è interrotta. Il suo lavoro normale è accompagnato da sensazioni di dolore.

Tutto ciò porta alla comparsa di un processo circolare: un senso di pericolo provoca una scarica di adrenalina, fa battere più forte il cuore, restringe i vasi sanguigni, aumenta la pressione sanguigna. Allo stesso tempo, c'è qualche disturbo nella percezione dei processi che si verificano nel corpo, che aumenta solo le paure e porta a paure per la propria vita.

Il costante effetto complesso di fattori esogeni ed endogeni è la causa dello squilibrio nel complesso meccanismo di regolazione dell'attività del cuore e dei vasi sanguigni. Il ruolo di coordinazione è svolto dall'ipotalamo, quindi il collegamento iniziale nella patologia è la mancata corrispondenza dei segnali dalla zona ipotalamica e dalla corteccia cerebrale.

La violazione della regolazione provoca un aumento dell'attività dei sistemi simpatico-surrenali e colinergici e un aumento della sensibilità dei recettori periferici. Tutto ciò porta a un'eccessiva reazione degli organi ai segnali del sistema nervoso centrale, ai disturbi metabolici, che si manifesta con reazioni inadeguate alla situazione: tachicardia, tachipnea a riposo, contrazioni cardiache inefficaci, tono vascolare alterato fino allo spasmo periferico e aumento della pressione sanguigna . I fallimenti della regolazione neuroumorale si manifestano più spesso sullo sfondo di stress fisico o emotivo.

Cause dello sviluppo della cardioneurosi

Lo sviluppo della malattia può essere dovuto a molti fattori. Shock mentali, traumi fisici, problemi familiari, insoddisfazione della vita sessuale, superlavoro dovuto al lavoro o allo studio, cattiva alimentazione, cattive abitudini: tutto ciò può servire da impulso all'insorgenza della malattia.

Per il corpo femminile, un tale impulso è di solito causato da disturbi del sistema endocrino che si verificano nell'adolescenza, durante la menopausa o durante la gravidanza. La mancanza di ormoni nelle ovaie può anche causare cardioneurosi.

Un ruolo importante nella progressione della malattia è svolto dall'attività fisica di una persona. Le persone che esercitano attivamente e regolarmente non hanno praticamente alcun disturbo psicosomatico, inclusa la cardioneurosi.

Le persone con uno stato psico-emotivo instabile sono particolarmente sensibili a questa patologia. Non riescono a far fronte a una situazione stressante, causando una dolorosa condizione psicosomatica. Anche le persone anziane con demenza senile o morbo di Alzheimer soffrono spesso di nevrosi cardiaca.

Per provocare l'ulteriore sviluppo della patologia, le infezioni virali possono. I pazienti con SARS o influenza hanno maggiori probabilità di mostrare segni di patologia.

Nei bambini, a volte si verifica un attacco nevrotico cardiaco con grave paura o eccitazione (prima di esami o interventi chirurgici).

Poiché la cardioneurosi è una malattia psicosomatica, i fattori che la causano sono divisi in fisici e psicogeni e talvolta hanno un carattere misto:

  • lesioni (fisiche, mentali);
  • stress associato al lavoro o allo studio (esami, orari irregolari, ecc.),
  • violazione del sonno e del riposo, mancanza di sonno;
  • dieta squilibrata, cibo spazzatura;
  • insoddisfazione sessuale;
  • gli effetti di sostanze tossiche (alcol, droghe, fumo);
  • Conflitti
  • stress e problemi psicofisici da essi causati;
  • squilibrio ormonale.

Malattie fredde e infettive, disturbi patologici nel sistema cardiovascolare: pericardite, miocardite, endocardite, malformazioni, conseguenze della febbre reumatica possono diventare le cause della cardioneurosi.

Ci sono molte ragioni per lo sviluppo della cardioneurosi e spesso questa patologia si sviluppa sullo sfondo di una combinazione di diversi fattori predisponenti. Questa malattia è provocata da disturbi nel funzionamento del sistema nervoso, che causano disarmonia nel lavoro del cuore.

Molti pazienti avvertono per la prima volta dolore al cuore (il sintomo principale della cardioneurosi) dopo una situazione stressante, che può essere causata da litigi in famiglia, disturbi sessuali, problemi sul lavoro, perdita di una persona cara, sentimenti durante gli esami, notizie di malattie, ecc. I fattori predisponenti per lo sviluppo di questa malattia possono diventare:

  • cambiamenti ormonali (adolescenza, gravidanza, menopausa);
  • stress cronico;
  • malattie prolungate;
  • mancanza cronica di sonno;
  • intossicazione cronica e cattive abitudini;
  • sforzo fisico frequente ed eccessivo;
  • la malnutrizione.

Esistono numerose possibili cause e prerequisiti per l'insorgenza della cardioneurosi. Nonostante il fatto che il cuore si contraa automaticamente, il sistema nervoso umano percepisce e regola l'attività cardiaca. In caso di malfunzionamento nel suo lavoro, specialmente nella parte vegetativa, c'è una violazione della normale relazione tra il cervello e il sistema cardiovascolare.

Di conseguenza, una persona può avere la sensazione che il cuore non funzioni correttamente, con interruzioni o sensazioni dolorose. Le principali cause di tali problemi nel funzionamento del sistema nervoso possono essere:

  • situazioni stressanti gravi o prolungate, shock mentali, sia recenti che passati;
  • instabilità mentale e labilità emotiva, caratteristiche individuali del personaggio (ansia, diffidenza), accentuazione o disturbo della personalità;
  • malattie del sistema endocrino, problemi metabolici, disfunzioni del metabolismo ormonale, in particolare durante la ristrutturazione del corpo (adolescenza, gravidanza);
  • sovraccarico fisico, mentale o emotivo permanente, mancanza di sonno;
  • stile di vita malsano - modalità di lavoro instabile e riposo, fumo, alcol, sostanze stupefacenti o psicoattive;
  • malattie a lungo termine che indeboliscono il sistema immunitario e aumentano il contesto generale allarmante;
  • malattie cardiovascolari, infarto del miocardio o ictus;
  • carenza di ferritina o ferro sierico nel sangue.

Molto spesso, la nevrosi cardiaca si verifica quando ci sono diverse cause o fattori provocatori, ma a volte uno è sufficiente, ad esempio l'esposizione a stress grave. I principali gruppi a rischio sono i giovani con una psiche vulnerabile e gli anziani con un gran numero di malattie croniche.

Anche di grande importanza è il livello di attività fisica. Le persone che preferiscono uno stile di vita attivo e praticano sport, o trascorrono molto tempo all'aria aperta, hanno molte meno probabilità di soffrire di nevrosi cardiaca rispetto a coloro che conducono uno stile di vita inattivo.

Si noti che le manifestazioni della nevrosi cardiaca sono spesso caratteristiche delle persone che evitano lo sport e qualsiasi attività fisica. Fumano, bevono energia, caffè, tè forte e in alcuni casi alcolici. Spesso sono soli, insicuri di se stessi, incapaci di realizzare le proprie capacità, credono che la società li sottovaluti. Depresso, non credere nel bene. Facilmente vulnerabile. Più spesso, le convulsioni sono caratteristiche delle persone con nevrastenia.

Il disturbo viene diagnosticato nelle persone di professioni creative, in gravidanza, durante improvvisi cambiamenti ormonali. Nella vecchiaia, la cardioneurosi può essere una delle manifestazioni della malattia di Alzheimer.

Tuttavia, il disturbo non si manifesta sempre solo nel gruppo di persone descritto. Colpisce sia uno spirito forte sia una persona fisica. Trauma mentale grave, malattia prolungata porta a manifestazioni patologiche associate a nevrosi cardiaca.

Le principali cause di violazioni sono:

  1. Stress associato a esami, conflitti, trasferimento, morte, malattia grave dei parenti.
  2. Cattive abitudini
  3. Gravi malattie infettive Nelle persone predisposte alla patologia, anche l'influenza o l'otite media a lungo termine possono causarla.
  4. Superlavoro. Lo stress mentale e fisico indebolisce il corpo, rendendolo suscettibile al trauma psicologico.
  5. Squilibrio ormonale Ciò è dimostrato da frequenti attacchi di cardioneurosi nelle donne in menopausa durante la gravidanza, nonché negli adolescenti.
  6. Lesione craniocerebrale.

La patologia si riferisce alle malattie polietiologiche, pertanto, determinare la causa principale causa una complessità sufficiente. Esistono due gruppi di fattori: predisporre e causare direttamente questa condizione. Uno sfondo favorevole per lo sviluppo della malattia nei giovani è la labilità del sistema nervoso, l'ipersensibilità, la tendenza a reazioni isteriche o depressive, negli anziani - le malattie del sistema nervoso centrale che provocano instabilità delle reazioni psicoemotive.

  • Fattori psicogeni. Lo sviluppo della patologia è facilitato da condizioni o eventi che hanno un marcato colore emotivo negativo. Questi includono alcuni disturbi mentali a livello nevrotico (nevrosi, fobia), forti shock (disastri naturali, catastrofi, perdita di persone care), stress acuti e cronici, condizioni sociali ed economiche sfavorevoli della vita.
  • Uno sfondo ormonale instabile. Più spesso le donne soffrono di uno squilibrio degli ormoni sessuali: estrogeni, progesterone. La probabilità di sintomi aumenta durante la pubertà, la menopausa, la gravidanza e il parto, con l'uso di farmaci ormonali (principalmente contraccettivi orali), la formazione di tumori che producono ormoni. Negli uomini, la cardioneurosi può essere diagnosticata durante la pubertà, in presenza di disturbi endocrini.
  • Effetti fisici e chimici. La malattia si sviluppa a causa di affaticamento cronico, anche nelle persone con lavoro mentale sullo sfondo dell'inattività. I fattori che provocano sono gli effetti costanti di vibrazioni, rumore, luce solare diretta, sbalzi di temperatura, nonché intossicazione cronica da veleni domestici, sali di metalli pesanti, droghe e alcuni gruppi di droghe, abuso di alcol e bevande contenenti caffeina.
  • Processi infettivi. Le infezioni focali del tratto respiratorio superiore e del sistema nervoso portano principalmente alla cardioneurosi: tonsillite cronica, sinusite, rinosinusite, faringite, tracheite, malattie respiratorie acute, meningite, encefalite, neurosifilide, neurite di varia localizzazione. Gli agenti causali delle infezioni possono essere virus, batteri, funghi, protozoi.

La base del verificarsi di attacchi di cardioneurosi sono i disturbi psicosomatici.

La medicina psicosomatica è la direzione della psicologia che studia il ruolo dei fattori psicologici nella patogenesi dello sviluppo delle malattie somatiche, nonché la loro influenza sul decorso delle patologie croniche esistenti.

Importante. Una malattia psicosomatica può essere classificata a condizione che sia stata stabilita la connessione di convulsioni con effetti emotivi (mentali) che provocano e, quando si esegue un esame completo, altre cause dei sintomi di un paziente disturbante sono escluse.

L'impatto dei fattori psicogeni sul sistema nervoso e cardiovascolare è particolarmente pronunciato. Nella maggior parte dei casi, lo stress emotivo agisce come fattore scatenante nello sviluppo di una crisi ipertensiva, angina pectoris, infarto del miocardio o ictus.

Secondo le statistiche, nei pazienti con depressione o nevrosi prolungate, il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari è maggiore rispetto ad altre persone. Va notato che le persone emotivamente stabili che praticano regolarmente sport non hanno attacchi di cardioneurosi.

Classificazione

Non esiste una classificazione universalmente accettata della cardioneurosi. Nella pratica clinica, la gravità della malattia viene utilizzata in base alla gravità, tenendo conto di una serie di criteri: frequenza cardiaca, presenza e frequenza delle crisi vegetative-vascolari, localizzazione e intensità della sindrome del dolore, dipendenza della gravità dei sintomi da attività fisica. Esistono tre gradi di gravità della patologia:

  • Flusso facile. La capacità lavorativa e l'attività sociale del paziente sono pienamente preservate, c'è una leggera diminuzione della capacità di svolgere un duro lavoro. Il dolore dietro lo sterno è moderato, appare dopo uno sforzo psico-emotivo o fisico, non ci sono parossismi. I disturbi respiratori praticamente non influenzano le condizioni del paziente, i disturbi sull'ECG non vengono rilevati. La terapia farmacologica di solito non è richiesta.
  • Corso moderato Una parte significativa del tempo, i sintomi sono assenti o lievi, durante il periodo di esacerbazione, la disabilità diminuisce fino alla sua perdita temporanea. Sindrome del dolore espressa, non avendo una chiara connessione con i carichi, sono possibili crisi vascolari. La tachicardia appare improvvisamente, la frequenza del polso è superiore a 100 battiti al minuto. Si consiglia di condurre una terapia farmacologica.
  • Corso severo. I molteplici sintomi persistenti sono caratteristici e colpiscono diversi organi e sistemi. La disabilità è ridotta o assente in modo critico, vengono rilevati tachicardia costante, disturbi del ritmo, ipertensione. Mancanza di respiro pronunciata, gonfiore degli arti inferiori, insonnia. È necessaria un'assunzione sistematica di farmaci.

Cause dello sviluppo della cardioneurosi

I sintomi della cardioneurosi si verificano a causa del funzionamento alterato del sistema nervoso. Ma le sue ragioni esatte sono difficili da identificare. È necessario tenere conto di tutti i fattori che provocano la cardioneurosi nel complesso.

L'impulso per la manifestazione dei sintomi della cardioneurosi può essere:

  • sovraccarico fisico;
  • stress cronico e depressione;
  • psicotrauma;
  • conflitti in famiglia e sul lavoro;
  • disfunzioni sessuali;
  • disordini del sonno;
  • forti fluttuazioni dello sfondo ormonale;
  • dieta malsana (comprese le diete rigide);
  • abuso di alcol e altre sostanze nocive.

Ulteriori fattori di rischio per la cardioneurosi sono disturbi cronici: lesioni infettive, ipertensione, distonia vegetativa-vascolare, disfunzioni tiroidee, cardiosclerosi aterosclerotica e altri.

Spesso associano lo sviluppo della cardioneurosi con l'inferiorità congenita delle cellule cerebrali nel cervello e altre patologie ereditarie.

Molto spesso, si manifesta la cardioneurosi:

  • nelle persone che soffrono di stress costante;
  • gli atleti con i loro sovraccarichi fisici;
  • maniaci del lavoro che mettono una carriera al di sopra della salute;
  • nelle donne isteriche;
  • adolescenti impressionabili;
  • coloro che sono inclini all'eccessivo autocontrollo e al perfezionismo.

L'ipodynamia, i disturbi del sonno, altre manifestazioni di uno stile di vita malsano possono anche diventare le cause della malattia e portare alla comparsa di sintomi di cardioneurosi.

Molto spesso, la cardioneurosi viene diagnosticata in pazienti in giovane età (le donne soffrono di cardioneurosi più spesso degli uomini).

I fattori predisponenti per lo sviluppo della cardioneurosi possono essere:

  • cambiamenti ormonali (pubertà, gravidanza, menopausa, ecc.);
  • lungo affaticamento eccessivo (duro lavoro, periodo di esame per studenti, esami finali e ammissione a un istituto di istruzione superiore, ecc.);
  • trasferimento, cambio di lavoro, voli frequenti, viaggi di lavoro, ecc .;
  • fumare, bere, abuso di caffè e tè forte;
  • stile di vita sedentario;
  • stress, depressione, nevrosi, mancanza di emozioni positive, paure frequenti, ansia costante, senso di solitudine, mania, psicosi, ecc .;
  • insonnia prolungata;
  • la presenza di un profondo trauma psicologico, a partire dall'infanzia;
  • un brusco cambiamento in un ambiente familiare, uscita dalla "zona di comfort".

2 I principali segni della malattia

I sintomi della cardioneurosi si manifestano bruscamente e inaspettatamente, molto spesso nelle persone inclini a malattie simili (sospette, con varie fobie e paure, inclini ad attacchi di panico). Il segno principale della presenza di patologia è un dolore urgente nel cuore. Altri sintomi (secondari) possono verificarsi:

  • debolezza e letargia;
  • bassa pressione sanguigna;
  • mancanza di aria, difficoltà respiratorie;
  • disordini del sonno;
  • aritmia, interruzioni del polso;
  • sudore freddo;
  • costante sensazione di disagio.

Un attacco vegetativo può durare da alcuni minuti a diversi giorni. Il periodo di remissione (la scomparsa dei segni della malattia parzialmente o completamente) a volte dura per anni. Una persona che ha sperimentato i sintomi della malattia diventa suscettibile agli attacchi di panico e inizia a temere per la sua vita.

Neurosi cardiaca - Sintomi

Un attacco di cardioneurosi inizia all'improvviso e si sente come un forte dolore al cuore. Il dolore è descritto dai pazienti come pressatura, costrizione, cucitura o bruciore. Oltre ai sintomi del dolore di diversa natura, si osservano tachicardia (battito cardiaco accelerato) ed extrasistole (contrazioni cardiache straordinarie). Oltre al dolore toracico, possono essere presenti altri sintomi fisiologici:

  • respirazione superficiale, incapacità di fare un respiro profondo, soffocamento;
  • vertigini, possibile perdita di coscienza;
  • forti fluttuazioni della pressione sanguigna;
  • pallore o arrossamento del viso;
  • insonnia;
  • debolezza, sudore freddo, affaticamento;
  • sensazione generale di disagio.

L'attacco è anche accompagnato da manifestazioni psicofisiologiche:

  • ansia incontrollata e pensieri ossessivi sulla morte;
  • sbalzi d'umore;
  • maggiore irritabilità;
  • stato depresso.

I sintomi della cardioneurosi, specialmente nelle donne, sono spesso descritti da loro in modo eccessivamente emotivo, possono persino essere esagerati. Vengono usati confronti vividi, insoliti, presagi immaginari, gesti. Ogni nuovo attacco è caratterizzato da nuovi epiteti.

Il primo episodio di cardioneurosi appare improvvisamente e il paziente avverte un forte battito cardiaco e un aumento della frequenza cardiaca. Può sentire che il polso batte letteralmente in ogni cellula del corpo, la pelle è coperta di sudore freddo e c'è una sensazione di imminente perdita di coscienza. Il paziente può avvertire una mancanza di aria, dolore o disagio nel cuore e un senso di paura.

Successivamente, il paziente avverte sempre la paura di un nuovo attacco di cardioneurosi. La frequenza di tali attacchi può essere diversa: da 1 a 5 volte al giorno o 1-2 volte all'anno. Compaiono dopo uno sforzo mentale o fisico.

Particolarmente degno di nota è il tipo di dolore cardiaco nella nevrosi cardiaca. I pazienti descrivono i loro sentimenti in diversi modi:

  • "Morsa avvincente";
  • "Un corsetto stretto stringe la parete toracica";
  • "Un nodulo appare a causa di mal di gola";
  • "Il cuore aumenta (o diminuisce) di dimensioni";
  • “Vuoto nel petto”;
  • "Il cuore è coperto di ghiaccio";
  • "Il cuore si ferma";
  • "Il cuore brucia di fuoco", ecc.

Una caratteristica in tali descrizioni è sempre la loro colorazione emotiva. In alcuni casi, con un nuovo attacco, la caratteristica del dolore può essere diversa.

Il dolore al cuore (o cardialgia) con cardioneurosi può essere il seguente:

  • dolore costante e trasformarsi in un dolore pulsante nella regione del cuore, accompagnato da un aumento della sensibilità del capezzolo sinistro;
  • dolore acuto, accompagnato da spremitura, spremitura o bruciore nell'ipocondrio sinistro o nel cuore;
  • scoppio e sensazione di vuoto nella regione del cuore;
  • formicolio, pizzicore, taglio, pressatura, sordo e serraggio del dolore toracico nella regione del cuore;
  • dolore che si irradia a scapola, colonna vertebrale, parte bassa della schiena, collo e genitali;
  • dolore che cattura l'intera sinistra s>

Quando si parla con i superiori, durante una visita dal medico, durante la visione di un film emotivo o prima di parlare con un gran numero di persone, il paziente può avvertire un battito cardiaco e le sue mani sudano. Benessere e umore possono spesso cambiare durante il giorno. Molti dei pazienti notano che al mattino hanno "un afflusso di pensieri dolorosi" e questo provoca un deterioramento del benessere e, se distratti da altre preoccupazioni, tutti i sintomi possono scomparire.

I sintomi della nevrosi cardiaca possono manifestarsi in pazienti in diverse combinazioni e con diverse intensità. Una tale varietà è tipica per le malattie mentali e psicosomatiche e le manifestazioni del disturbo possono variare da attacchi lievi a breve termine che si verificano sporadicamente al verificarsi quotidiano e all'intensificazione dei sintomi con concomitanti attacchi di panico spiegati.

La nevrosi cardiaca è generalmente parossistica ed è accompagnata da combinazioni dei seguenti sintomi:

  • una sensazione di dolore o disagio al petto. La natura del dolore può essere la cucitura, il bruciore, la costrizione o qualsiasi altra cosa. Spesso il dolore non ha una posizione esatta e può essere sia moderato che abbastanza grave, ma non interferisce con i movimenti del paziente;
  • sensazione soggettiva di aumento del battito cardiaco o, al contrario, dissolvenza a breve termine del cuore (extrasistoli);
  • debolezza generale, una condizione caratterizzata da svenimento dei pazienti, sebbene non vi sia alcun reale pericolo di perdita di coscienza;
  • dolore alle tempie, vertigini psicogeniche, instabilità e disturbi dell'andatura;
  • tremore nel corpo, intorpidimento degli arti, sudorazione eccessiva;
  • arrossamento o pallore della pelle, sensazione di calore, secchezza delle fauci;
  • accelerazione della frequenza cardiaca, aumento della pressione sanguigna;
  • mancanza di respiro, respiro affannoso, affannoso o rapido, sensazione di mancanza d'aria;
  • ansia, paura della morte, malattia, follia o condanna degli altri. Molto spesso - paura del panico di morire per infarto, ictus o arresto respiratorio
  • con decorso moderato e grave durante convulsioni, sono possibili derealizzazione e depersonalizzazione.

Di norma, il paziente inizia ad "ascoltare" costantemente i sintomi emergenti della nevrosi cardiaca e tale attenzione provoca solo un aumento della cardioneurosi. Oltre ai sintomi che si osservano immediatamente al momento degli attacchi di cardioneurosi, i pazienti hanno spesso disturbi del sonno e aumento dell'ansia.

L'attacco stesso si sviluppa sullo stesso principio dei disturbi d'ansia-fobia. Innanzitutto, una persona nota una violazione reale o apparente del cuore, ad esempio di natura aritmica. Questa violazione provoca una sensazione di paura e si concentra sul lavoro del sistema cardiovascolare, quindi sono possibili due opzioni.

I primi attacchi di panico sono difficili da tollerare da parte del paziente e in futuro inizia ad aspettarsi una nuova PA, aumentando così inconsapevolmente il proprio background allarmante e provocando il loro aspetto. C'è un circolo vizioso e solo un trattamento adeguato aiuta a uscirne.

I sintomi della nevrosi cardiaca sono per molti aspetti simili ai sintomi delle malattie del sistema cardiovascolare, ma non esiste una patologia organica concomitante, quindi un cardiologo competente dopo l'esame necessario indirizzerà il paziente a un altro specialista: uno psichiatra, uno psicoterapeuta o un neurologo. A volte la cardioneurosi si sviluppa sullo sfondo della presenza di vere malattie cardiovascolari, che richiede la collaborazione di due o più medici nella gestione del paziente.

Dopo un forte stress emotivo in una situazione di stress, si sviluppa la cardioneurosi. I suoi sintomi sono associati a disagio nel cuore, disturbi mentali, disturbi autonomici.

La durata dell'attacco è di 15 minuti, ma può essere di diverse ore.

Forse vuoi sapere del nuovo farmaco - Cardiol, che normalizza perfettamente la pressione sanguigna. Cardiol le capsule sono uno strumento eccellente per la prevenzione di molte malattie cardiache, poiché contengono componenti unici. Questo farmaco è superiore nelle sue proprietà terapeutiche a tali farmaci: Cardiline, Recardio, Detonic. Se vuoi conoscere informazioni dettagliate su Cardiol, Andare al sito web del produttoreQui troverai le risposte alle domande relative all'uso di questo farmaco, recensioni dei clienti e medici. Puoi anche scoprire il Cardiol capsule nel tuo paese e le condizioni di consegna. Alcune persone riescono a ottenere uno sconto del 50% sull'acquisto di questo farmaco (come farlo e acquistare pillole per il trattamento dell'ipertensione per 39 euro è scritto sul sito ufficiale del produttore.)Cardiol capsule per cuore

Cuore

Le principali lamentele nei pazienti con nevrosi cardiaca sono associate a dolore al cuore, disturbi del ritmo, palpitazioni. Il dolore può variare in intensità, posizione, natura. Quindi, spesso appare un dolore sordo e compresso sotto la scapola, dietro lo sterno. Si estendono al braccio sinistro, al collo, alla colonna vertebrale.

Nei casi più gravi, una persona si chiama ambulanza, ma i medici non trovano altro che una violazione del ritmo cardiaco e della pressione. Le lesioni organiche non vengono rilevate, l'elettrocardiogramma spesso non mostra alcun cambiamento.

Qualsiasi situazione spiacevole - una coda, il rifiuto di accettare documenti, il ritardo, il risveglio con la consapevolezza che non tutti i problemi possono essere risolti in un giorno, provoca tachicardia. Il cuore inizia a battere in un ritmo frenetico, a volte calmandosi solo di notte.

Si notano anche altri disturbi del ritmo cardiaco. Il paziente descrive una condizione in cui l'organo principale per il pompaggio del sangue interrompe il suo lavoro e poi improvvisamente inizia a lavorare troppo rapidamente, come se stesse cercando di volare fuori dal petto. I segni di bradicardia sono estremamente rari.

Vessels

La nevrosi cardiaca è accompagnata da un aumento della pressione sanguigna. La situazione peggiora in presenza di una tendenza a patologie vascolari, distonia vegetativa-vascolare. Appare mancanza di respiro, gli arti diventano più freddi, la pelle diventa pallida, il viso come se comincia a bruciare. A volte le mani iniziano a tremare. Si nota sudorazione, intorpidimento, come se la pelle d'oca corre attorno alla pelle. Le mosche appaiono negli occhi, si può notare il raddoppio degli oggetti.

Una persona avverte una terribile debolezza, vertigini. In alcuni casi, la pressione scende così tanto che il paziente perde conoscenza.

Da parte dell'apparato digerente, i sintomi includono dolore addominale, gonfiore, flatulenza. Eruttazione, appare nausea, spesso accompagnata da diarrea. Possibile costipazione.

Di solito, anche l'aspetto del cibo al momento dell'attacco provoca una sensazione di intolleranza e persino di vomito. Una sensazione di nodulo appare in gola.

Sistema genito-urinario

Nei pazienti con nevrosi cardiaca, si nota una minzione più frequente. Prurito, dolore appare nell'area genitale.

Sistema respiratorio

I sintomi della nevrosi cardiaca compaiono anche nel sistema respiratorio. Una persona soffoca, un'acuta carenza d'aria. Non può fare un respiro profondo. Si può notare una frequente, respirazione superficiale, tosse secca e persistente.

La cardioneurosi è accompagnata da cambiamenti psico-emotivi temporanei. Questa è una tendenza all'aumento dell'ansia, della depressione, dell'ansia, delle lacrime. Una persona diventa irascibile, irritabile. Perde la capacità di vedere qualcosa di buono, positivo. Si notano disturbi del sonno: l'insonnia appare di notte, sonnolenza durante il giorno.

Appare un attacco di panico, associato a una forte paura della morte, che non può essere placato. Non posso farcela da solo. I segni includono manifestazioni di psicosi - percezione alterata della realtà. C'è una tendenza alle reazioni isteriche.

La sintomatologia è variabile, varia in modo significativo in gravità. Le manifestazioni della malattia non sono specifiche, il che complica notevolmente la diagnosi. L'inizio è improvviso, con un gran numero di sintomi, la cui intensità dipende dal fattore causale, dalle condizioni generali del paziente. Dopo uno stress grave, la cardioneurosi si sviluppa bruscamente e sullo sfondo di infezione o superlavoro, gradualmente.

Qual è la funzione diagnostica?

I sintomi della cardioneurosi si intersecano con segni di malattie di altri organi interni. Solo con l'aiuto della diagnosi differenziale è possibile escludere angina, miocardite, malfunzionamenti funzionali della tiroide, osteocondrosi e altre gravi malattie. Per ottenere una diagnosi accurata, un cardiologo prescriverà studi:

  • metodo elettrocardiografico cardiaco (ECG);
  • radiografie della colonna cervicale e toracica;
  • ghiandola tiroidea mediante ultrasuoni;
  • glicemia e ormoni.

Inoltre, potrebbe essere necessario il monitoraggio quotidiano Holter con monitoraggio della pressione arteriosa.

È molto importante esaminare il paziente, condurre un sondaggio sulle cause e i sintomi delle convulsioni, la durata della malattia. La nevrosi cardiaca viene diagnosticata con i seguenti criteri:

  1. Ripetizione dei sintomi in modo continuo o per tre mesi.
  2. Associazione diretta dei sintomi con squilibrio ormonale o stress.
  3. Segni di disturbi del sistema nervoso autonomo: bassa pressione sanguigna, sudorazione delle estremità, freddo, tachicardia, marmorizzazione della pelle.

Dopo aver effettuato la diagnosi, la consulenza su come trattare la nevrosi cardiaca in un paziente deve essere eseguita contemporaneamente da un cardiologo, medico di medicina generale e neuropsichiatra per il successo del trattamento. Gli sforzi combinati dei medici aiuteranno a sviluppare un percorso terapeutico ottimale.

Per la diagnosi di cardioneurosi, oltre all'esame e al colloquio con il paziente, vengono prescritti ulteriori studi che possono escludere la presenza di patologia cardiaca organica.

Il complesso di procedure diagnostiche comprende:

  • ECG;
  • Holter ECG e monitoraggio della pressione arteriosa;
  • test funzionali con carico cardiaco (tapis roulant o ergometria per bicicletta);
  • Ultrasuoni del cuore.

In assenza di cambiamenti nel funzionamento del cuore e delle lamentele del paziente riguardo alla cardialgia, viene diagnosticata la cardioneurosi.

La cardioneurosi è la cosiddetta diagnosi di esclusione: prima della sua formulazione, è necessario confermare l'assenza di patologie cardiache organiche. Pertanto, è necessario eseguire la quantità di ricerca prescritta dal cardiologo.

Di solito include elettrocardiografia, ultrasuoni, monitoraggio giornaliero da Holter, emocromo generale, radiografia del torace. Se necessario, dopo aver letto i risultati, il medico prescrive un esame aggiuntivo.

La diagnosi differenziale della cardioneurosi viene effettuata in relazione a malattie con sintomi simili: cardiopatia coronarica, miocardite, infarto del miocardio, aneurisma aortico, pleurite. La differenziazione viene effettuata con altre patologie in cui il dolore può irradiarsi nella regione del cuore: colica epatica o intestinale, pancreatite acuta, esofagite da reflusso. Particolare attenzione è rivolta all'esclusione delle lesioni reumatiche del cuore, sistema valvolare.

A differenza delle malattie cardiache organiche, in caso di nevrosi cardiaca, una persona non può indicare con precisione la posizione del dolore. Anche la natura del dolore può cambiare e l'assunzione di nitroglicerina non aiuta ad alleviarlo, ad eccezione del possibile effetto placebo. Tuttavia, i tranquillanti benzodiazepinici (fenazepam, diazepam, alprazolam e altri) aiutano a fermare rapidamente ed efficacemente l'attacco.

La nevrosi cardiaca può anche essere distinta dall'infarto o dal dolore nell'angina pectoris da una maggiore mobilità dei pazienti. Con la vera cardialgia, i pazienti di solito non fanno movimenti inutili e nemmeno limitano il contatto con altre persone a causa del dolore acuto.

La diagnosi di "cardioneurosi" viene effettuata se sono soddisfatte le seguenti condizioni:

  • secondo i risultati degli studi, i cambiamenti patologici nel sistema cardiovascolare sono assenti. Possono esserci disturbi del ritmo minimi che non sono associati a malattie del cuore o dei vasi sanguigni (tachicardia del cuore, bradicardia, extrasistoli solitari);
  • non c'è altra ragione per il dolore nell'area del torace. (nevralgia intercostale, malattia polmonare, esofago, ulcera allo stomaco, cifosi / scoliosi con dolore, ecc.);
  • la connessione di sintomi con tensione nervosa, aumento dell'ansia del paziente, esperienze nevrotiche caratteristiche;
  • le convulsioni si ripetono per almeno tre mesi.

Un cardiologo non è coinvolto nei sintomi e nel trattamento della nevrosi cardiaca. Il suo compito è quello di escludere patologie cardiovascolari organiche e indirizzare il paziente a uno specialista specializzato - uno psichiatra, uno psicoterapeuta o un neurologo.

Se si sospetta nevrosi cardiaca, consultare un medico. A causa del fatto che i sintomi sono molto simili alle patologie cardiache, è necessario condurre un esame per escludere quest'ultima.

Vengono effettuati i seguenti studi:

  1. Esame del sangue, generale, biochimica. In alcuni casi, si consiglia di fare un test per lo stato ormonale.
  2. Elettrocardiografia È prescritto per escludere patologie del cuore, in particolare, infarto del miocardio.
  3. Ultrasuono A discrezione del medico curante, viene eseguito un esame ecografico del cuore, dei vasi sanguigni, della ghiandola tiroidea. A volte prescritta dopplerografia dei vasi sanguigni.
  4. Monitoraggio Holter. Lo studio consente di registrare le caratteristiche del cuore durante il giorno e successivamente identificare le caratteristiche del disturbo del ritmo.
  5. Ergometria da bicicletta. Studiamo la suscettibilità di una persona a un carico pesante al fine di rilevare l'insufficienza cardiaca latente. A volte viene utilizzato un test del tapis roulant.
  6. Radiologia. Il medico può raccomandare una radiografia della colonna vertebrale nel collo e nel torace.

Se gli esami non hanno mostrato segni di danno al sistema cardiovascolare, viene determinata la diagnosi di cardioneurosi. Segni di questa violazione mentre disturbano una persona sotto forma di un attacco imprevisto più volte nell'arco di tre mesi.

Le misure diagnostiche vengono eseguite da terapisti e cardiologi, quando viene rilevata una componente nevrotica e funzionale significativa, uno psichiatra, uno psicoterapeuta e un neurologo sono coinvolti nell'esame. La sintomatologia della cardioneurosi è abbastanza ovvia, tuttavia, la sua somiglianza con i segni di altre patologie cardiache richiede l'esclusione delle lesioni organiche del cuore e dei vasi sanguigni e di altre malattie somatiche. La diagnostica completa include:

  • Sondaggio, ispezione. I dati sono piuttosto scarsi, non specifici. La cardioneurosi è indicata dalla comparsa dei primi sintomi in giovane età, dalla loro durata, dalla relazione con gli irritanti. Possono essere rilevati acrocianosi, tremori delle dita, comportamento irrequieto, pallore o arrossamento della pelle. Alla palpazione si notano eccessiva sudorazione, raffreddamento delle estremità. Spesso rilevato aumento della pulsazione delle arterie carotidi, indolenzimento delle costole, spazi intercostali. La dimensione del cuore con percussioni è invariata. L'auscultazione rivela disturbi del ritmo, dà un'idea della frequenza delle contrazioni, dei toni aggiuntivi e del rumore. Quando si misura la pressione sanguigna, si nota la sua labilità, è possibile l'asimmetria sulla mano destra e sinistra.
  • Elettrocardiografia La tecnica consente di valutare la frequenza, la natura del ritmo, rilevare extrasistole, aritmia, disturbi della conduzione cardiaca ed eliminare i danni organici (ischemia miocardica, danno al muscolo cardiaco da agenti tossici). Quando si esegue un elettrocardiogramma con ergometria della bicicletta, i cambiamenti sul nastro con nevrosi cardiaca sono correlati con una diminuzione della capacità lavorativa, un aumento dei sintomi.
  • Ecocardiografia. Lo studio viene utilizzato per escludere danni alle valvole, anomalie cardiache organiche (corde aggiuntive, cavità nei ventricoli). Si stima la dimensione delle camere, lo spessore delle loro pareti, che con la cardioneurosi è di solito coerente con la norma. Nelle persone con un decorso grave della malattia, una diminuzione della gittata cardiaca, la velocità complessiva delle fibre cardiache, che indica una violazione della funzione contrattile del miocardio.
  • Ricerche di laboratorio L'analisi clinica e biochimica del sangue non mostra un livello elevato di leucociti, ESR, proteina C-reattiva, fattori di fase acuta, che consente di escludere la febbre reumatoide e altre immunopatologie. Livelli importanti di ALT, AST, mioglobina, troponine come marker di danno miocardico. Un cambiamento nel rapporto fisiologico degli elettroliti è necessario per la diagnosi differenziale dell'aritmia.

La diagnosi viene fatta in presenza di determinati criteri: la durata dei sintomi, la connessione con un fattore provocatorio caratteristico, la gravità della componente psicoemotiva e l'assenza di patologie somatiche. La diagnosi differenziale della cardioneurosi viene eseguita con malattie che danno un quadro clinico simile con il sintomo principale sotto forma di dolore dietro lo sterno: malattia coronarica, miocardite, infarto del miocardio, aneurisma aortico esfoliante, pleurite.

Questo disturbo non causa conseguenze sotto forma di patologie organiche. Qual è il pericolo di cardioneurosi? Una grave violazione della qualità della vita dei malati. Oltre al fatto che i sintomi della cardioneurosi stessa durante un attacco sono estremamente spiacevoli, una persona inizia ad aspettarsi una nuova ondata di panico con qualsiasi eccitazione. Interferisce con una vita piena, lavoro, relazioni personali.

La diagnosi di cardioneurosi è piuttosto difficile. Durante l'intervista a un paziente, i medici tengono conto dei seguenti sintomi:

  • regolarità dei sintomi;
  • la presenza di disturbi neurologici oltre alla cardialgia;
  • la presenza nella vita di un paziente con nevrosi cardiaca di sovraccarico emotivo o cambiamenti ormonali;
  • sintomi come iperidrosi del palmo e del piede, tono della pelle marmorizzata, tendenza a tachicardia ed extrasistole, picchi di pressione;
  • mancanza di altre patologie.

Per confermare l'ultimo momento, il medico indirizza il paziente a un elettrocardiogramma, ECHO, radiografia della colonna vertebrale, esame ecografico della ghiandola tiroidea. Inoltre, vengono condotti ampi esami del sangue - per glucosio, colesterolo, test ormonali.

Trattamento

Nel normale decorso della malattia, il medico prescrive raramente una terapia farmacologica. Il trattamento della patologia consiste nella riabilitazione psicologica del paziente, aumentando la sua resistenza allo stress.

Tuttavia, in casi speciali, possono essere prescritti farmaci o medicine tradizionali.

Psicoterapia

Gli esperti raccomandano di iniziare il trattamento della cardioneurosi con sessioni psicoterapiche. Individualmente o in gruppo, una persona impara a ridurre l'ansia generale, a distrarsi da pensieri ed emozioni negativi e riceve un atteggiamento psicologico per la guarigione. Ottenere il giusto atteggiamento psicologico nel nostro tempo è reale e su Internet. Una di queste risorse è il canale di Nikita Valeryevich Baturin, uno specialista nel lavorare con la psicosomatica.

L'arsenale di specialisti ha molti approcci diversi al trattamento. Con l'aiuto della correzione cognitivo-comportamentale, il cliente realizza cosa ha fatto esattamente di sbagliato e cosa ha scatenato gli attacchi. Il metodo della psicoterapia razionale fornisce al paziente una comprensione delle cause dei fallimenti nel sistema autonomo, il che rende più efficace la loro eliminazione.

Le persone con diagnosi di nevrosi cardiaca dovrebbero rivedere completamente il loro stile di vita e modificarlo secondo le raccomandazioni dei medici. importante:

  • mantenere un equilibrio tra lavoro e riposo: non sovraccaricare, regolarmente, ogni due ore, fare delle pause durante lo stress sia fisico che mentale, andare a letto in orario e partire per almeno 7 ore;
  • aumentare l'attività fisica - praticare sport o semplicemente camminare più velocemente;
  • cambiare la dieta, sostituendo i cibi grassi con verdure, frutta;
  • rinunciare all'alcool, ridurre l'assunzione di caffeina;
  • fare un corso di massaggio, esercizi di fisioterapia;
  • padroneggiare le tecniche di rilassamento (yoga, esercizi di respirazione, meditazione) e applicarle regolarmente;
  • fare autoipnosi, autoallenamento.

Il medico prescrive farmaci se il paziente ha attacchi frequenti e gravi di nevrosi cardiaca:

  • Con l'aiuto di sedativi, la tensione nervosa viene alleviata e l'intensità delle contrazioni cardiache diminuisce. Hanno pochi effetti collaterali.
  • Gli antidepressivi stabilizzano lo sfondo psicoemotivo, normalizzano l'attività del sistema nervoso centrale e alleviano i segni della depressione. L'effetto collaterale è sonnolenza.
  • Assumendo tranquillanti alleviare ansia, stati ossessivi, insonnia, depressione.
  • Gli antipsicotici riducono l'ansia, alleviano gli stati ossessivi, aumentano l'irritabilità.
  • I beta-bloccanti aiutano a sbarazzarsi dei sintomi autonomici presenti nella nevrosi cardiaca.
  • I medicinali omeopatici hanno effetti anticonvulsivanti, sedativi e lievi analgesici. Con l'uso prolungato, viene rimosso un senso di panico e depressione.
  • I complessi di vitamine del gruppo B migliorano la conduzione nervosa, sono utili per la prevenzione delle malattie cardiache.
  • Gli analgesici rimuovono il mal di testa.
  • I preparati contenenti potassio ad alte concentrazioni stabilizzano la pressione sanguigna e la funzione cardiaca.

Il trattamento dei sintomi della cardioneurosi con rimedi popolari prevede l'assunzione di prodotti naturali. Innanzitutto, è una varietà di piante e fito-raccolti. Cucinarli da soli non è difficile, ad esempio, in un thermos. La valeriana, la menta, l'erba madre e l'origano hanno un buon effetto sedativo. Gli elementi in tracce utili per il cuore possono essere ottenuti dall'infusione di albicocche secche, cenere di montagna, biancospino, viburno, uva passa, singolarmente o assemblati. Prima di andare a letto, è bene bere latte caldo, in cui è stato aggiunto un cucchiaio di miele.

È possibile trattare la cardioneurosi con rimedi popolari sia nei bambini che nelle donne in gravidanza, poiché l'elenco delle controindicazioni e degli effetti collaterali è molto piccolo. Ma devi consultare un medico.

La nevrosi cardiaca deve essere trattata necessariamente, perché questa malattia, con il suo lungo decorso, può portare allo sviluppo di vere patologie cardiache (ipertensione, malattia coronarica, ecc.).

Per aiutare con gli attacchi di cardioneurosi, è necessario:

  • fornire al paziente una fornitura di aria fresca (rimuovere da un'area scarsamente ventilata o aprire una finestra);
  • porre il paziente in un luogo tranquillo e pacifico;
  • misurare la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca;
  • cerca di distrarre il paziente dall'argomento delle sue esperienze;
  • somministrare al paziente un sedativo (compresse o tintura di valeriana, Novo-passit, Persen, Corvalol o Valocordin).

Durante le cure dovrebbe essere calmo e cercare di non preoccupare il paziente. Non è consigliabile eseguire massaggi, sfregare gli arti e applicare una bolla di ghiaccio o una piastra riscaldante.

Con un ulteriore aumento della debolezza generale, aumento o aumento del polso, il paziente deve essere urgentemente portato in ospedale o viene chiamata un'ambulanza.

Con un miglioramento delle condizioni generali, i farmaci devono essere continuati per tutto il giorno (ogni 3-4 ore). Dopo aver fermato l'attacco, il paziente ha bisogno di un consulto medico.

Dopo aver confermato la diagnosi, si raccomanda al paziente di trattare la forma di nevrosi che è stata identificata in lui. Con la nevrosi iperstenica, i farmaci possono essere raccomandati per aumentare la soglia di eccitabilità del sistema nervoso: Teralen, Amizil, Trioxazine, Meprotan, ecc. Per il trattamento della forma ipostenica di nevrosi, al paziente vengono prescritti farmaci rinforzanti generali e farmaci per stimolare il sistema nervoso centrale; Trioxazina, securinina, diazepam, vitamine, tintura di eleuterococco, ecc.

Ai pazienti con nevrosi cardiaca in età premenopausale può essere raccomandato di assumere Mildronate, Preductal e Magne B6. Sono applicati in corsi brevi.

Nelle fasi iniziali della cardioneurosi, la somministrazione dei suddetti farmaci dà buoni risultati e aiuta efficacemente ad eliminare le convulsioni. La durata della loro somministrazione e dosaggio sono determinati individualmente. Con frequenti ricorrenze di convulsioni e paura del paziente, si raccomanda la consultazione di uno psicoterapeuta, che determina le tattiche del suo ulteriore trattamento.

Per le persone con maggiore emotività e stati ossessivi, si raccomandano i sedativi: preparazioni di valeriana, motherwort, biancospino e rilassanti fito-collezioni. Buoni risultati si ottengono prendendo Seduxen ed Eunoktin per una settimana.

Nel trattamento della cardioneurosi, si raccomanda al paziente:

  • Evitare disordini e stress fisici;
  • rivedere e normalizzare la routine quotidiana;
  • camminare all'aperto più spesso;
  • praticare educazione fisica o sport;
  • fare una doccia di contrasto;
  • escludere dalla dieta alimenti che promuovono la sovraeccitazione del sistema nervoso e non mangiare di notte;
  • smettere di fumare e fumare;
  • presta attenzione al tuo hobby;
  • seguire tutte le raccomandazioni del medico;
  • quando si guida un'auto, fare attenzione a non assumere farmaci che possono influire sulla capacità di controllare meccanismi complessi.

Molti medici raccomandano di iniziare il trattamento della cardioneurosi con l'assunzione di erbe lenitive e rimedi erboristici.

Mescola 2 cucchiai di foglie di menta piperita tritate e un orologio a tre foglie, aggiungi 1 cucchiaio di coni di luppolo e radici di valeriana tritate. Metti un cucchiaio di phytobox in un thermos e versa 400 ml di acqua bollente. Insistere 2-3 ore, filtrare e prendere mezz'ora prima di mangiare ½ tazza tre volte al giorno.

Mescola 3 cucchiai di bacche di biancospino, 2 cucchiai di erba madre e 1 cucchiaio di origano. Metti un cucchiaio di phytobox in un thermos e versa 400 ml di acqua bollente. Insistere 2-3 ore, filtrare e prendere mezz'ora prima di mangiare ½ tazza tre volte al giorno.

Prendi 4 cucchiai di radici di valeriana tritate, 1 cucchiaio di mughetto di maggio e fiori di camomilla, 2 cucchiai di frutta di finocchio e erba di menta piperita. Mescolare le erbe, 2 cucchiaini della raccolta versare un bicchiere d'acqua e lasciare fermentare per circa 3 ore. Successivamente, la raccolta dovrebbe essere portata a ebollizione e lasciata bollire a fuoco basso per circa 5 minuti. Insistere per un'ora, filtrare e prendere ¼ di tazza 4 volte al giorno per mezz'ora prima di mangiare.

Prendi un cucchiaio di radici di valeriana tritate, foglie di melissa, achillea e coni di luppolo. Mescola tutti gli ingredienti, prendi un cucchiaio della collezione e versa un bicchiere di acqua bollente. Insistere per circa mezz'ora, filtrare e prendere 1/3 di tazza per tutto il giorno.

Prendi 5 cucchiai di achillea, 4 cucchiai di Hypericum perforatum e un cucchiaio di arnica. Mescolare le erbe, versare un cucchiaio della raccolta con un bicchiere di acqua fredda, insistere per circa 3 ore, far bollire per 5 minuti. Insistere sul brodo per 15 minuti, filtrare e bere durante il giorno a piccoli sorsi.

Quando si tratta con decotti e infusi di erbe medicinali, prima di usarli, è necessario assicurarsi che non vi siano controindicazioni ai componenti della prescrizione popolare.

La cardioneurosi è in grado di compromettere in modo significativo la qualità della vita del paziente e può essere complicata da varie gravi patologie del sistema cardiovascolare. Il trattamento di questo disturbo è sempre complesso e lungo, ma l'assunzione di farmaci prescritti dal medico, decotti e infusi di varie fito-raccolte calmanti sullo sfondo della psico-correzione individuale può migliorare significativamente il benessere generale e prevenire la comparsa di nuovi attacchi.

Psicoterapia

Il compito principale nel trattamento della cardioneurosi è normalizzare il funzionamento del sistema nervoso. Ciò aiuterà uno psicologo clinico o uno psicoterapeuta. Uno specialista qualificato con l'aiuto di metodi di trattamento speciali allevia l'ansia elevata e ti insegna come affrontare gli attacchi di panico.

Tipo di psicoterapiaA cosa si rivolge il trattamento per la cardioneurosi?
RazionaleChiarire le cause degli attacchi di panico e la capacità di controllarli.
Per la FamigliaPer stabilizzare le relazioni nell'ambiente circostante del paziente.
Comportamento cognitivoSulla consapevolezza di quelle azioni che portano a conseguenze negative e la loro esclusione dalla vita del paziente.
IpnoticoIdentificare le cause nascoste della cardioneurosi.

Gli psicoterapeuti raccomandano sessioni di gruppo o individuali, lezioni via Internet, auto-allenamento, affermazioni. I casi mancati richiederanno il trattamento della cardioneurosi da uno psichiatra.

Trattamento farmacologico della cardioneurosi

Quali farmaci per la cardioneurosi può prescrivere un medico:

  • anti-ansia ("Teralen", "Diazepam", "Lorazepam", "Alprozolam", "Trioxazine");
  • antidepressivi (Asafen, Amitriptilina, Sertralin, Fluoxetina);
  • beta-bloccanti con un effetto psicotropico (Verapamil, Nifedipine);
  • medicine nootropiche ("Phenibut", "Pantogam").

I prodotti farmaceutici per il trattamento della cardioneurosi differiscono a seconda del tipo di disturbo. In caso di reazione iperstenica, vengono mostrati "Trioxazine", "Amizil", "Meprotan", in caso di reazione ipostenica - tintura di Eleuterococco, "Securinina". "Preductal", "Mildronate", "Magne B6" aiuteranno ad alleviare i sintomi allarmanti della cardioneurosi durante la menopausa nelle donne.

Pronto soccorso per un sequestro

Gli episodi acuti di cardioneurosi devono essere interrotti il ​​prima possibile. La stanza in cui si trova il paziente è in onda. Misura il suo polso, se possibile - pressione, calma. Se si verifica un attacco durante un conflitto, la lite dovrebbe essere immediatamente interrotta.

In presenza di gravi fattori psico-traumatici, ad esempio un incidente, cercano di portare il paziente in un ambiente calmo, somministrare sedativi (Persen, tintura di valeriana) e distrarre dai pensieri di pericolo. Il malato stesso può usare esercizi di respirazione.

Il deterioramento, il dolore prolungato sono un'indicazione per chiamare un'ambulanza.

Ricette della medicina tradizionale

Pertanto, questo non è un problema così terribile: la cardioneurosi. Sintomi, trattamento: tutto può essere trovato se lo si desidera. Consigli pratici utili possono essere ottenuti da medici esperti e da persone comuni che hanno provato qualsiasi metodo di trattamento. Per molti, la cardioneurosi (sintomi) e il trattamento con rimedi popolari sono all'ordine del giorno.

La nevrosi cardiaca (i suoi sintomi sono simili a un vero attacco) può essere alleviata con l'aiuto dei seguenti rimedi popolari:

  • St. L'erba di Giovanni, la tintura di radice di cicoria e l'arnica aiuteranno a liberarsi dell'eccitazione inutile che può scatenare un attacco. Dosaggio: fino a 5 gocce per 30 ml di acqua.
  • Se una persona è impulsiva da sola, puoi usare questo strumento: prendi 30 g di radice di valeriana e motherwort, frutti di achillea e anice - 20 g ciascuno, cannella secca - 10 g. È meglio conservare questa miscela in un contenitore asciutto e ben chiuso. Per preparare un'infusione da esso, dovresti prenderne 100 grammi e versare un bicchiere di acqua bollente. Prendono la medicina in un terzo di un bicchiere tre volte al giorno, perché la cardioneurosi, i sintomi che non vengono curati, continuerà a tormentare il paziente.
  • Le vasche da bagno non saranno meno efficaci. Avrai bisogno di un sacchetto di tessuto in cui vengono inseriti 3 cucchiai di rosmarino e melissa. 4 cucchiai di sale marino vengono gettati in un'acqua a temperatura gradevole e viene abbassato un sacchetto di erbe. Dovresti mentire per mezz'ora.

In generale, questo non è un problema così terribile: la cardioneurosi. Sintomi e trattamento, recensioni, tutto questo può essere trovato di dominio pubblico. Questo problema potrebbe essere riscontrato prima o poi da tutti. La cosa principale qui non è prendere dal panico, ma cercare aiuto da uno specialista che stabilirà una diagnosi specifica relativa al sistema cardiovascolare o determinerà la cardioneurosi del paziente. In ogni caso, verrà prescritto un trattamento e il problema verrà in qualche modo eliminato.

Complicazioni

Poiché la cardioneurosi è una malattia psicosomatica, la probabilità di complicanze di natura fisica è bassa. (sebbene con nevrosi cardiaca cronica a lungo termine, il rischio di ipertensione aumenta e l'ipertensione influisce negativamente sullo stato dei vasi sanguigni) Molto più spesso la psiche soffre.

Se la cardioneurosi non viene trattata, è quasi certo che nel tempo si verificherà un disturbo d'ansia-fobia che evita comportamenti, disturbi ipocondriaci o depressivi.

Senza il trattamento della malattia di base, i disturbi mentali e sociali possono progredire e i casi di recupero spontaneo sono piuttosto rari. Più spesso, si aggiungono ulteriori sintomi allarmanti e depressivi, molti pazienti sviluppano agorafobia (paura dello spazio aperto).

La nevrosi cardiaca si riferisce a patologie che possono avere gravi conseguenze. Prima di tutto, ci sono cambiamenti psico-emotivi. Una persona diventa ansiosa, sospettosa. Ciò porta a violazioni della comunicazione con i propri cari, a un deterioramento della capacità di svolgere il proprio lavoro e alla ritirata.

D'altra parte, episodi costanti di panico, aumento della pressione e della frequenza cardiaca provocano lo sviluppo di angina pectoris, ipertensione.

Spesso soffrono di cardioneurosi facilmente cadono nella dipendenza da droghe e alcol. Il rapido effetto dell'alcool bevuto aiuta a sentirsi meglio, a sopprimere i pensieri negativi.

Con un trattamento tempestivo, nel 90% delle persone di età inferiore ai 40 anni, i sintomi scompaiono e gli attacchi non si ripresentano. È possibile curare persone di 35 anni che soffrono di convulsioni frequenti con una storia di gravi traumi psicologici in circa il 30% dei casi.

La cardioneurosi raramente causa gravi complicazioni. Con un lungo decorso, la malattia porta a disturbi nelle sfere mentali e sociali: ipocondria, fobie, reazioni depressive, deterioramento della qualità della vita, limitazione dell'attività. In assenza di una terapia adeguata, la patologia può influire negativamente sulle condizioni del cuore e dei vasi sanguigni del paziente.

Ci sono indicazioni di un aumento della probabilità di sviluppare ipertensione e malattia ischemica, vari tipi di aritmie, che causano cambiamenti morfofunzionali nel miocardio con una violazione della sua eccitabilità, conduzione, automatismo e contrattilità. Il risultato di questi processi è una persistente diminuzione della circolazione coronarica, che aumenta il rischio di infarto.

Prevenzione

Puoi affrontare la cardioneurosi evitando situazioni stressanti. È importante prevenire il sovraccarico fisico e mentale. Imparando a gestire il tuo umore, a rilassarti, a elaborare situazioni stressanti, a discutere di esperienze con i tuoi cari o uno specialista, una persona sarà in grado di resistere allo stress, ridurre l'ansia e superare la paura. Quindi il ritorno degli attacchi sarà improbabile.

Molto utile: terapia artistica, attività creativa di qualsiasi tipo, visite a mostre e concerti e solo una compagnia di persone simpatiche. Anche l'assunzione di complessi vitaminici contenenti vitamina B6 e magnesio aiuta. Queste sostanze sono ricche di lenticchie e altri legumi, siero di latte, prodotti a base di carne, noci, fegato di merluzzo.

Non vi è alcun pericolo per la vita del paziente (se non vi è storia di infarto o ictus), pertanto, se viene eseguita una terapia appropriata, la prognosi è favorevole. Tuttavia, i sintomi autonomi pronunciati e vari rendono difficile condurre una vita normale e spesso portano all'autocontrollo.

La prevenzione, così come il trattamento della nevrosi cardiaca, comprende uno stile di vita sano, un riposo di qualità, il rifiuto dall'alcol, il fumo di tabacco, l'uso di droghe e sostanze psicoattive.

La cardioneurosi è soggetta a recidiva e dopo periodi prolungati di benessere tra sospensione di psicoterapia e psicoterapia, le convulsioni possono tornare. In questo caso, si consiglia di visitare nuovamente lo psicoterapeuta o psichiatra per prescrivere un corso di terapia aggiuntiva e una possibile correzione del regime.

È stato notato che la cardioneurosi non si verifica quasi mai nelle persone che sono costantemente impegnate nello sport, osservando una dieta equilibrata.

A questo proposito, le raccomandazioni generali per la prevenzione della patologia includono le seguenti misure:

  • percorrere almeno 3 chilometri al giorno;
  • dedicare 30 minuti all'esercizio fisico;
  • non fumare;
  • mangiare piatti di verdure;
  • imparare a rilassarsi;
  • discutere i problemi reali e possibili con i propri cari;
  • non sovraccaricare;
  • assumere complessi vitaminici con magnesio e B6.

È necessario evitare situazioni traumatiche e, se ciò è impossibile, provare a mettere una barriera tra loro e loro, o chiedere aiuto a uno psicologo o psicoterapeuta per escludere effetti negativi.

Per la cardioneurosi, lo sviluppo di gravi complicanze è insolito, a condizione che la terapia complessa tempestiva, la prognosi sia favorevole. I sintomi clinici pronunciati peggiorano la qualità della vita dei pazienti, il che richiede un monitoraggio e un trattamento costanti. La prevenzione comprende il mantenimento di uno stile di vita sano, l'eliminazione di cattive abitudini, una moderata attività fisica in base all'età e allo stato di salute, una corretta alimentazione, un trattamento tempestivo delle malattie infettive.

Le misure preventive per la nevrosi cardiaca sono simili a quelle che devono essere osservate durante il trattamento.

  • la corretta modalità di lavoro e riposo senza grandi elaborazioni;
  • ripristinare un sonno sano;
  • rinunciare a cattive abitudini, incluso il fumo;
  • una buona alimentazione senza fast food, piatti piccanti, bevande contenenti caffeina;
  • educazione fisica regolare senza sovratensione;
  • doccia a contrasto, indurente;
  • limitazione delle emozioni negative e situazioni stressanti.

Le persone ansiose e sospette dovrebbero assumere periodicamente sedativi a base vegetale o bere tisane con effetto rilassante.

Previsione

Se non inizi a trattare la cardioneurosi in tempo, gli attacchi frequenti possono portare alla creazione di un terreno favorevole per gravi malattie. E poi le violazioni di natura puramente funzionale saranno sostituite da ipertensione arteriosa, malattia ischemica e possono essere seguite da un infarto o da un ictus.

Una persona che soffre di attacchi di nevrosi cardiaca può diventare completamente sana mentalmente e fisicamente. Le condizioni necessarie per questo sono il trattamento sotto la supervisione di specialisti, il lavoro indipendente sul tuo personaggio e la soluzione di problemi psicologici e l'implementazione di tutte le raccomandazioni preventive.

La prognosi della malattia è favorevole. Tuttavia, l'efficacia del trattamento dipende principalmente dal paziente stesso e dalla sua disposizione sull'effetto positivo della terapia.

Fatte salve tutte le raccomandazioni, mantenendo uno stile di vita attivo e rinunciando a cattive abitudini, i sintomi della cardioneurosi vengono completamente eliminati.

Ma, nonostante il fatto che la malattia stessa sia accompagnata solo da disturbi funzionali, frequenti attacchi di panico e attacchi di cardioneurosi creano uno sfondo favorevole per l'ulteriore sviluppo di ipertensione arteriosa, malattia coronarica, infarto e ictus.

Attenzione! È anche necessario tenere conto del fatto che un tentativo da parte dei pazienti di "alleviare" lo stress o di assumere alcolici per calmarli aumenta significativamente il rischio di sviluppare aterosclerosi coronarica e altre patologie CVD.

Detonic - una medicina unica che aiuta a combattere l'ipertensione in tutte le fasi del suo sviluppo.

Detonic per la normalizzazione della pressione

Il complesso effetto dei componenti vegetali del farmaco Detonic sulle pareti dei vasi sanguigni e il sistema nervoso autonomo contribuiscono a un rapido calo della pressione sanguigna. Inoltre, questo farmaco previene lo sviluppo dell'aterosclerosi, grazie ai componenti unici che sono coinvolti nella sintesi della lecitina, un aminoacido che regola il metabolismo del colesterolo e previene la formazione di placche aterosclerotiche.

Detonic non provoca dipendenza e sindrome da astinenza, poiché tutti i componenti del prodotto sono naturali.

Informazioni dettagliate su Detonic si trova sulla pagina del produttore www.detonicnd.com.

Svetlana Borszavich

Medico generico, cardiologo, con lavoro attivo in terapia, gastroenterologia, cardiologia, reumatologia, immunologia con allergologia.
Ottima conoscenza dei metodi clinici generali per la diagnosi e il trattamento delle malattie cardiache, nonché elettrocardiografia, ecocardiografia, monitoraggio del colera su un elettrocardiogramma e monitoraggio giornaliero della pressione sanguigna.
Il complesso terapeutico sviluppato dall'autore aiuta in modo significativo con lesioni cerebrovascolari e disturbi metabolici nel cervello e malattie vascolari: ipertensione e complicanze causate dal diabete.
L'autore è membro della European Society of Therapists, partecipa regolarmente a conferenze e congressi scientifici nel campo della cardiologia e della medicina generale. Ha partecipato più volte a un programma di ricerca presso un'università privata in Giappone nel campo della medicina ricostruttiva.

Detonic