Cause e sintomi del trattamento della malattia acuta da endocardite

Le principali cause di endocardite sono:

  • Infezione - batteri (streptococchi (in particolare Streptococcus viridans, nell'80% dei casi), stafilococchi, enterococchi, E. coli, Pseudomonas aeruginosa), funghi, in rari casi, virus e protozoi;
  • Batteriemia: presenza di batteri nel sangue;
  • Danno endocardico: lesioni, trattamento chirurgico del cuore;
  • Reazione allergica;
  • Intossicazione del corpo (ad esempio, con uremia);
  • La presenza di valvole cardiache artificiali, traumi alle valvole miocardiche;
  • Varie malattie: miocardite, pericardite, sifilide, tubercolosi, brucellosi, infezione da HIV, infezioni respiratorie acute, allergie, foruncolosi, osteomielite, carie;
  • Diminuzione della reattività del sistema immunitario - di solito si sviluppa a causa della dipendenza da alcol o droghe, stress costante, ipotermia, uso incontrollato di alcuni farmaci, ipovitaminosi, presenza di malattie croniche.

Secondo i medici che diagnosticano l'endocardite, le cause della malattia sono diverse. Inoltre, la natura dei fattori patologici varia a seconda del tipo di endocardite infettiva. La violazione principale, che spesso agisce come fattore scatenante per lo sviluppo della patologia, è il danno endocardico causato da un flusso di sangue turbolento nei difetti cardiaci congeniti e acquisiti.

Come fattore patologico nell'endocardite infettiva primaria, agiscono batteri e microrganismi. Con una batteriemia massiccia, si depositano sulla superficie delle valvole cardiache, portando allo sviluppo della malattia. Questi cambiamenti comportano infiltrazione da parte di elementi cellulari, deposizione di fibrina in base al tipo di verruche o polipi - endocardite ulcerosa poliposa.

Nella maggior parte dei casi, l'adesione di microbi sulla superficie dell'endocardio è promossa da precedenti lesioni cardiache, precedenti interventi al cuore.

I seguenti tipi di batteri fungono da agenti patogeni:

Le forme secondarie si sviluppano sulla base delle lesioni cardiache esistenti. Pertanto, l'endocardite infettiva della valvola mitrale è una conseguenza della presenza di prolasso con la sua marcata insufficienza. Tra le altre possibili cause di endocardite secondaria:

  • cardiomiopatia ipertrofica;
  • difetti cardiaci (coartazione dell'aorta);
  • diminuzione delle forze immunitarie del corpo;
  • uso prolungato di cateteri venosi centrali;
  • la presenza di elettrodi intracardiaci.

Una varietà di fattori può provocare endocardite infettiva. Il loro riconoscimento garantisce un effetto positivo dal trattamento. Le principali cause del processo infiammatorio nell'endocardio sono:

  • disturbo del tessuto connettivo di natura diffusa;
  • traumi;
  • allergie
  • avvelenamento chimico;
  • infezione.

Piccoli gruppi di batteri possono formarsi nel sito di infezione. Questi accumuli batterici possono bloccare il flusso sanguigno e limitare il flusso sanguigno al cuore. Il cuore, che svolge il ruolo di una pompa nel corpo, guida e distribuisce il sangue in tutto il corpo.

Di conseguenza, i disturbi circolatori possono compromettere seriamente il funzionamento di altri organi, il che porterà al loro fallimento.

I microrganismi che causano l'endocardite derivano da siti di infezione, ad esempio:

  • ascessi cutanei;
  • durante cateterismo venoso centrale o periferico;
  • tratto urinario;
  • ferite, tagli;
  • cavità orale

Soprattutto in soggetti predisposti per adulti, l'endocardite è secondaria a procedure invasive dentali, mediche o chirurgiche.

Nel 90% dei casi, i batteri coinvolti sono stafilococchi e streptococchi, mentre il 10% sono enterobatteri, batteri gram-negativi e microrganismi del gruppo HACEK.

A livello di valvola, i microrganismi formano la cosiddetta "vegetazione" dei nuclei infettivi, che sono rivestiti con fibrina e piastrine, che consente ai batteri di proteggersi dal sistema immunitario e dagli antibiotici.

Da questa vegetazione (vegetazione), gli emboli fungini possono quindi separarsi e causare complicazioni distanti in vari organi (pelle, occhi, reni, polmoni, ecc.).

L'endocardite è una malattia relativamente rara tra soggetti sani (persone), tuttavia il rischio è piuttosto elevato in soggetti specifici (specialmente uomini) in presenza dei seguenti fattori di rischio:

  • difetti cardiaci congeniti (difetto atriale, difetto interventricolare, dotto arterioso aperto);
  • la presenza di valvole artificiali o altri dispositivi intracardiaci (ad esempio pacemaker);
  • patologia valvolare (prolasso, stenosi, fallimento);
  • la presenza di cateteri venosi centrali o periferici;
  • soggetti immunocompromessi (cioè persone con un sistema immunitario debole);
  • tossicodipendenti che iniettano droghe;
  • sepsi (infezione sistemica generalizzata con presenza di agenti patogeni nel sangue).
Forse vuoi sapere del nuovo farmaco - Cardiol, che normalizza perfettamente la pressione sanguigna. Cardiol le capsule sono uno strumento eccellente per la prevenzione di molte malattie cardiache, poiché contengono componenti unici. Questo farmaco è superiore nelle sue proprietà terapeutiche a tali farmaci: Cardiline, Recardio, Detonic. Se vuoi conoscere informazioni dettagliate su Cardiol, Andare al sito web del produttoreQui troverai le risposte alle domande relative all'uso di questo farmaco, recensioni dei clienti e medici. Puoi anche scoprire il Cardiol capsule nel tuo paese e le condizioni di consegna. Alcune persone riescono a ottenere uno sconto del 50% sull'acquisto di questo farmaco (come farlo e acquistare pillole per il trattamento dell'ipertensione per 39 euro è scritto sul sito ufficiale del produttore.)Cardiol capsule per cuore

Classificazione

L'endocardite può essere divisa in 3 forme:

  • Endocardite subacuta: si sviluppa in modo insidioso e progredisce lentamente per diversi mesi. La forma subacuta è principalmente causata da Streptococcus Viridans, da parassiti streptococcus (presenti nella cavità orale) e dallo Staphylococcus aureus. Questo tipo di endocardite si sviluppa spesso su valvole patologiche a causa di procedure invasive dentali o di altro tipo o dopo infezioni gastrointestinali o genitourinarie.
  • Endocardite acuta: una forma molto aggressiva che si sviluppa rapidamente per diversi giorni. Lo stafilococco aureo è l'agente eziologico più comune e le sue complicanze possono essere piuttosto gravi, portando alla morte.
  • Endocardite delle valvole protesiche: si verifica in soggetti sottoposti a sostituzione valvolare (in particolare aortica o mitrale), sia nel caso di protesi meccaniche che biologiche.

Cause di endocardite batterica

Le cause dell'endocardite sono divise in due grandi categorie, a seconda di molti fattori:

  1. Endocardite primaria.
  2. Endocardite secondaria.

Le malattie del primo gruppo sono causate dalla flora microbiologica. L'apice della popolarità è lo streptococco, un avversario molto sottovalutato e pericoloso della salute umana. I gonococchi diventano le cause della malattia, che può anche essere la causa di malattie come la sifilide, i meningococchi, l'E. Coli.

Quindi si formano vegetazioni, pericolosi processi infiammatori nel tessuto connettivo. Si verifica un processo nelle valvole del cuore, che si avvicina pericolosamente al muscolo principale di una persona. Una caratteristica pericolosa dell'endocardite è la capacità di spostare le vegetazioni verso qualsiasi organo del corpo con un flusso sanguigno.

La causa può anche essere un intervento chirurgico nell'organo interessato. Quando si rimuovono i denti, la possibilità di un'infezione batterica - 18-85%. Quando si rimuovono le tonsille - una possibilità di infezione da streptococco al 100%.

La seconda categoria di endocardite si forma durante i processi diffusi del tessuto connettivo. Questi includono reumatismi e disturbi umani simili. La reazione infiammatoria è più pronunciata.

I tipi di endocardite sono numerosi, il che complica seriamente la diagnosi.

La malattia è polietiologica. L'attivazione dell'infezione nel tessuto connettivo che riveste la cavità e le valvole del cuore porta a un processo infiammatorio-infettivo. L'agente patogeno può essere più di 120 microrganismi.

Il posto principale tra loro è:

  • stafilococchi
  • streptococchi
  • enterococchi
  • infezione emofila
  • escherichia
  • Shigella
  • candida
  • aspergillus
  • Klebsiella e altri

Nel maggior numero di pazienti, lo Staphylococcus aureus è isolato come patogeno. In una persona sana, i tessuti interni del cuore sono immuni all'azione della flora batterica e non possono fungere da substrato per la loro colonizzazione.

Due meccanismi principali possono contribuire all'infezione:

  • danno meccanico al tessuto connettivo in presenza di elettrodi e cateteri nel cuore
  • ingestione di ceppi altamente virulenti che hanno forti proprietà adesive

Le malattie del tessuto connettivo sono accompagnate da un processo infiammatorio e dalla risposta del sistema immunitario del corpo. Di conseguenza, i complessi immunitari entrano nell'endocardio e si sviluppano le fasi tipiche della lotta contro l'infiammazione: la produzione di fattore tissutale, depositi di fibrina e piastrine. La modifica della struttura dell'endocardio e la comparsa di eterogeneità del tessuto facilitano l'adesione dei patogeni batterici quando entrano nella circolazione sistemica in alcun modo.

Infortuni

Il danno meccanico al tessuto cardiaco provoca una risposta adeguata del sistema immunitario e il trasporto di proteine ​​della matrice extracellulare nell'area del danno. La guarigione dei tessuti è accompagnata dall'eterogeneità del tessuto connettivo e da una maggiore probabilità di infezione.

La presenza di una forte reazione allergica contribuisce al rilascio di un gran numero di sostanze biologicamente attive nella circolazione sistemica. I mediatori infiammatori danneggiano l'endotelio vascolare e il tessuto cardiaco. Nel tempo, si verifica un disturbo emodinamico e il processo infiammatorio si sviluppa sull'endocardio.

L'endocardite non infettiva riduce le proprietà protettive dello strato interno del cuore e crea condizioni favorevoli per la colonizzazione dei batteri. La risposta del corpo all'infiammazione porta alla formazione di regioni fibrin-piastriniche, che sono più sensibili ai patogeni rispetto al tessuto endocardico originale. L'endocardite eosinofila è spesso isolata in una forma separata della malattia, ma non è stata ancora completamente studiata.

Intossicazione

L'endocardite da intossicazione si sviluppa come una lesione non infettiva secondaria. In assenza di un trattamento adeguato, porta a un cambiamento nella struttura dell'endocardio e alla suscettibilità dei tessuti all'adesione dei patogeni. L'endocardite da intossicazione non è una malattia indipendente, ma agisce come conseguenza di altre patologie.

Infezione

L'infezione nella cavità endocardica contribuisce alla comparsa di endocardite infettiva primaria. In questo caso, di norma, una persona ha fattori provocatori che aumentano la capacità dei patogeni di attaccarsi al tessuto connettivo.

Nel quadro clinico, si osservano i sintomi tipici della sepsi, la leucocitosi si verifica nel sangue e aumentano la VES. Gli agenti causali dell'endocardite infettiva sono batteri e tossine esogene che entrano nella circolazione sistemica e raggiungono l'organo principale.

Classificazione dell'endocardite

Endocardite infettiva (aka settico o batterico) - si sviluppa sotto l'influenza della microflora patogena.

Endocardite batterica acuta: si riferisce alle complicanze della sepsi generale. Questa versione della malattia differisce poco dalla forma subacuta, tranne per il fatto che si verifica sotto l'influenza di uno stato settico acuto, o un intervento chirurgico su vasi e cavità del cuore o lesioni gravi.

Un decorso più acuto di questo tipo di endocardite lo rende pericoloso. Molto spesso, il paziente va immediatamente al dispensario e passa attraverso un ciclo di esami durante la settimana.

La complessità del trattamento è relativamente bassa, ma la diagnosi precoce della malattia è troppo importante.

L'endocardite infettiva subacuta è un processo sistematico che appartiene alla categoria delle malattie infettive e infiammatorie. Si verifica una violazione immunitaria, le valvole cardiache sono interessate.

Molto spesso, entrambe le valvole soffrono, ma ci sono correnti solo nelle valvole ortali o solo nelle valvole mitraliche. La malattia si sviluppa lentamente. L'assenza di un focus purulento peggiora la capacità di diagnosticare e rilevare la malattia in una fase precoce.

Il patogeno più popolare è lo streptococco verde, nel suo conto l'80% dei casi di malattie. Meno comunemente, la causa della malattia è Escherichia coli o Proteus.

Questa categoria di malattie infiammatorie dell'endocardio include: verruche minime, batteriche, degenerative e altre forme di endocardite.

Le cause dello sviluppo di endocardite di questo tipo possono essere avvelenamento e debolezza generale del corpo.

Il reumatismo può essere la causa dell'endocardite, che porta ulteriormente allo sviluppo di difetti cardiaci. Il processo infiammatorio si estende al tessuto connettivo delle valvole, agli accordi tendinei, all'endocardio parietale.

L'endocardite reumatica è divisa in quattro diversi tipi di malattia:

  • Verruca acuta - tale endocardite è caratterizzata da un danno al tessuto endoteliale negli strati profondi. Il nome "verrucoso" è dovuto alle caratteristiche formazioni grigio-marrone (tubercoli-verruche). In assenza di trattamento, le crescite crescono e si uniscono in gruppi: endocardite poliposa acuta.
  • Verruche ricorrenti - lo stesso dell'endocardite verrucosa acuta, solo le formazioni compaiono sulle valvole già colpite dalla sclerosi.
  • Semplice (diffuso): si verifica solo un gonfiore dei tessuti senza danni profondi all'endotelio (valvalite Talalaeva). Il trattamento deve essere iniziato il più presto possibile, poiché all'inizio della malattia esiste un'alta probabilità di ripristino della normale struttura dell'endocardio. In casi avanzati, passa nel tipo fibroplastico di endocardite.
  • Fibroplastica - è una conseguenza di una qualsiasi delle forme di endocardite di cui sopra. Se la malattia assume questa forma, il paziente affronta gravi complicazioni e persistenti cambiamenti patologici nell'endocardio.

Lebbroso da endocardite

La malattia porta ad un ispessimento o restringimento delle camere cardiache. Molto spesso, il miocardio è anche influenzato dal processo infiammatorio, che porta all'insufficienza cardiaca.

  1. Acuto (necrotico) - l'infiammazione si diffonde al ventricolo e alla parte superiore del muscolo cardiaco. Si formano interi focolai di cellule morte, che si verificano anche nei vasi degli organi interni e della pelle. Questa fase richiede circa 1-1,5 mesi.
  2. Trombotico: l'endocardio del ventricolo sinistro è interessato, parte dell'ipertrofia delle fibre muscolari, il resto al contrario atrofie. Si sviluppa la sclerosi.
  3. Fibrosi: il restringimento delle camere e la cicatrizzazione delle corde tendinee contribuiscono allo sviluppo di malattie cardiache. I cambiamenti patologici influenzano non solo l'endocardio, ma anche i vasi adiacenti.

Endocardite nei bambini

È raro. Nell'85% dei casi si tratta di endocardite infettiva. I sintomi includono tossicosi acuta, danno endocardico grave e ostruzione vascolare.

Il processo infiammatorio colpisce l'intero rivestimento interno del cuore. In generale, l'immagine è simile ai sintomi degli adulti, ma a causa del fatto che il corpo dei bambini non è ancora formato, tutto accade in modo più casuale.

Per prescrivere il trattamento corretto per endocardite infettiva, è necessario determinare l'agente patogeno, comprendere il grado di danno d'organo, la gravità del decorso, la presenza di patologie concomitanti e altri indicatori. Per questo, la malattia è classificata in diverse categorie.

Secondo le caratteristiche anatomiche:

  • Primaria: una nuova lesione di strutture cardiache precedentemente non interessate
  • Secondario: l'infezione si verifica su strutture che sono già patologicamente alterate
  • Ortopedico: l'infezione si verifica su valvole artificiali

Secondo il quadro clinico:

  • Endocardite attiva: facile da diagnosticare e contribuisce ai sintomi clinici
  • Inattivo: la malattia è nascosta, i segni di infiammazione potrebbero non essere rilevati nei test di laboratorio

Dalla presenza di complicazioni:

  • Complicanze cardiache
  • Complicanze che compaiono in altri organi: polmoni, vasi periferici, cervello e altri

Esistono anche diverse forme di malattia.

Sharp

Dall'inizio della malattia a gravi manifestazioni cliniche, non passano più di 2 mesi. La patologia si sviluppa spesso come complicanze della sepsi, traumi o interventi chirurgici nel sistema cardiovascolare. I sintomi clinici con questa forma sono abbastanza pronunciati, l'agente patogeno è altamente patogeno e minaccia la vita del paziente.

subacuta

Dall'inizio della malattia al quadro clinico caratteristico, passano più di 2 mesi. I sintomi non sono così intensi come in forma acuta. L'endocardite subacuta è spesso il risultato di una forma acuta non trattata o di una malattia cardiologica sottostante.

persistente

L'endocardite arriva quasi allo stadio cronico: l'infiammazione e l'infezione colpiscono un'area abbastanza ampia del cuore. In questo caso, il trattamento viene eseguito a lungo e il risultato è difficile da ottenere, poiché è abbastanza difficile sconfiggere l'agente patogeno.

Questo modulo si verifica quando il paziente è irresponsabile per la sua salute, in cui non va dal medico per molto tempo o non termina il regime di trattamento prescritto. Inoltre, questo è possibile con una terapia immunosoppressiva prolungata.

Questa condizione è caratterizzata da sintomi di danno alle valvole cardiache. Nelle prime fasi dello sviluppo, l'endocardite reumatoide non causa manifestazioni gravi. È possibile stabilire una diagnosi accurata solo durante un esame cardiologico approfondito e in base ai risultati delle prove di laboratorio. La formazione della malattia in una fase avanzata porta alla formazione di sintomi di insufficienza cardiaca. L'endocardite reumatica e i suoi segni iniziano a colpire altri organi e sistemi.

Il disturbo è spesso limitato solo dalle manifestazioni del cuore. Pertanto, i pazienti non avvertono manifestazioni gravi caratteristiche dell'endocardite.

L'endocardite settica è una forma speciale di sepsi, caratteristica della quale è un danno alle valvole cardiache. L'endocardite batterica è classificata in base alla natura del decorso o alla presenza di una malattia accompagnatoria.

Data la natura dello sviluppo del processo infiammatorio, viene isolata l'endocardite settica acuta, subacuta e prolungata. La forma acuta dura circa 14 giorni, subacuta - 3 mesi, protratta - infastidisce le persone per mesi e persino anni. Oggi, i medici notano che le forme acute sono scomparse, quindi diagnosticano subacute e protratte. L'endocardite batterica, tenendo conto della patologia di fondo, si verifica: primaria e secondaria.

Emorragia nell'occhio congiuntivale

L'endocardite settica si manifesta nella seguente forma:

  • emorragia (flusso sanguigno dai vasi sanguigni) nella congiuntiva degli occhi;
  • sui palmi si formano ispessimenti sotto forma di noduli;
  • esaurimento delle dita;
  • emorragia nella pelle.

Primaria (endocardite infettiva - IE, attiva) - la malattia è causata dall'infezione dell'endocardio. Di solito, l'infiammazione si sviluppa sullo sfondo della batteriemia - batteri che circolano nel sangue, che sono in grado di aderire ai lembi delle valvole a causa di vari fattori secondari.

Secondario (endocardite non infettiva) - varie condizioni patologiche, in particolare la salute del corpo, traumi, cardiopatie congenite, difetto del setto del cuore, protesi valvolare, ecc. diventare la causa del processo infiammatorio. Spesso questo tipo di patologia è complicata dall'infezione. A questo proposito, questo tipo di malattia si divide in:

  • reumatica;
  • allergiche;
  • intossicazione;
  • Fibroplastica con eosinofilia;
  • Tromboendocardite;
  • Traumatico (questo include postoperatorio).

L'acuta (endocardite infettiva settica) è un processo infiammatorio, che dura fino a 2 mesi, si sviluppa sullo sfondo delle lesioni settiche del corpo, motivo per cui nell'endocardio. È caratterizzato da un decorso acuto e da gravi sintomi del processo infiammatorio, accompagnati da manifestazioni tossiche infettive con frequenti formazioni purulente, a volte diffondendosi ad altri tessuti e organi.

IE subacuta - sviluppo continuo della fase acuta di IE, - una conseguenza del prolungato decorso della sepsi per 2-6 mesi. L'esposizione a lungo termine del corpo a un'infezione provoca embolia, setticemia ricorrente, cambiamenti nel funzionamento del sistema immunitario, motivo per cui si sviluppano malattie secondarie come nefrite, sinovite, vasculite e poliserosite. Con adeguate misure terapeutiche, la malattia non raggiunge questo stadio.

IE cronica (prolungata, ricorrente) - lo sviluppo del processo infiammatorio per 6 mesi o più, in cui le manifestazioni cliniche sono ridotte, non vi sono formazioni purulente e metastasi da esse. In questa fase, predominano le manifestazioni immunopatologiche associate alla sconfitta dei complessi immunitari circolanti (CEC). Con la comparsa di fattori provocatori, il processo infiammatorio si intensifica.

Latente - una rara variante del decorso della malattia, in cui i sintomi sono così lievi che il paziente va dal medico durante la fase di scompenso della malattia cardiaca.

L'endocardite delle valvole native, può essere:

  • Primario (diagnosticato nel 40-65% dei casi) - a causa di infezione del corpo ed è caratterizzato da difficoltà nella diagnosi, decorso grave e alta mortalità;
  • Secondario - a causa di malattie cardiache congenite o acquisite, lesioni, trattamento chirurgico del miocardio.

Manifestazioni di endocardite

I sintomi dell'endocardite compaiono ugualmente in tutti i pazienti nelle varie fasi della malattia. Secondo loro, non è possibile riconoscere la causa della malattia, ma si presentano sullo sfondo di una mancanza di ossigeno nei tessuti. Per fare una diagnosi, i reclami dei pazienti da soli non sono sufficienti, poiché i sintomi sono molto simili ad altre condizioni patologiche.

L'endocardite infettiva ha le seguenti manifestazioni:

  • aumento della temperatura corporea
  • brivido;
  • aumento della sudorazione;
  • malattie della pelle;
  • manifestazioni oculari;
  • dolore ai muscoli e alla testa.

Febbre

Tale sintomo si trova in quasi tutte le persone affette da endocardite infettiva. Inizialmente, gli indicatori di temperatura sono moderati - 37–37, 5 gradi. Pochi giorni dopo raggiungono un segno pericoloso di 39-40 gradi. Questa condizione è dovuta alle caratteristiche dell'agente patogeno.

Molto spesso, la febbre è una conseguenza dell'influenza di componenti specifici. Nel processo infiammatorio nel guscio interno del "motore" umano, queste sostanze agiscono come prodotti patogeni vitali. Dopo la penetrazione nel plasma, influenzano il centro responsabile della termoregolazione e causano un aumento della temperatura.

Complicare la diagnosi è il fatto che un leggero aumento del regime di temperatura non è accompagnato da sintomi cardiaci. La febbre dura 3-4 settimane.

Questa condizione comporta una contrazione involontaria del tessuto muscolare, manifestata sotto forma di tremore o stato convulsivo. I brividi sono una manifestazione caratteristica della sepsi, a seguito della quale c'è un movimento di batteri nel plasma e la loro sconfitta degli organi interni. L'endocardite infettiva si manifesta sotto forma di brividi al momento di un aumento della temperatura corporea.

La causa principale di una persona che inizia a sudare molto è la febbre. Il rilascio di sudore contribuisce al calo della temperatura della vittima. Con la sepsi, che causa endocardite infettiva, questo sintomo disturba la vittima, di solito di notte.

Malattie della pelle

Poiché agenti dannosi di natura infettiva colpiscono il cuore con un afflusso di sangue, la maggior parte delle persone con endocardite può rilevare danni alle pareti vascolari. Le manifestazioni di questa condizione sono la formazione di una piccola eruzione cutanea, arrossamento.

Il meccanismo di formazione dei sintomi oculari è simile alla pelle. Includono una serie di segni che formano sanguinamento puntuale nella zona degli occhi. Il paziente può rilevare un tale segno in se stesso. Il processo patologico si manifesta con pigmentazione rossa sulla congiuntiva di piccole dimensioni. Puoi rilevarli tu stesso se sposti la palpebra inferiore verso il basso.

Quando esaminato da un oculista, si possono notare macchie di Roth. Sono aree di emorragia che colpiscono la fibra dell'occhio. È possibile identificarli solo durante la diagnosi del fondo.

Sintomi di questo tipo sono visitati da persone che hanno endocardite infettiva. Se una persona è stata colpita da un'altra forma di malattia, allora non ha mal di testa e dolori muscolari. Le cause di tali formazioni sono l'intossicazione del corpo causata dalla moltiplicazione dei microbi. Spesso coincidono con il primo stadio di aumento della temperatura.

Endocardite infettiva - sintomi

Il decorso della malattia può verificarsi con segni minimi, o anche senza di essi, che dipendono in gran parte dallo stato di salute umana e dalla gravità dei fattori patologici coinvolti nello sviluppo dell'endocardite.

Generale - debolezza, malessere, indolenzimento, temperatura corporea elevata e elevata (38,5-39,5 ° C), forti brividi, sudorazione profusa, reumatismi, mal di testa, dolore ai muscoli e alle articolazioni, anoressia, artralgia.

Dal sistema cardiovascolare - dolore cardiaco, soffio cardiaco pronunciato, miocardite, pericardite, ascessi, danno della valvola aortica e mitrale, scompenso cardiaco, trombosi, tromboembolia, vasculite, aneurisma, aumento della fragilità dei vasi sanguigni, lievi emorragie nelle mucose (congiuntura e ecc).

Dal lato del sistema nervoso centrale: meningite, cisti, incidente cerebrovascolare acuto (ictus), psicosi.

Da parte della pelle: l'acquisizione da parte della pelle di un colore grigio-giallo pallido, ascessi, viola, noduli di Osler, emorragia.

Dal lato dei reni: nefrite, glomerulonefrite, ematuria, proteinuria, ascessi.

Dai polmoni: ascesso, pleurite, polmonite, polisierosite, empiema.

Altri segni sono linfonodi ingrossati, artrite delle articolazioni delle mani e dei piedi, poliartrite, alterazioni della struttura delle unghie e delle falangi delle dita (sintomo di "dita del tamburo"), attacchi di cuore (miocardio, reni, milza , polmoni, intestino), angina pectoris.

Gli esami del sangue mostrano: leucocitosi, aumento dell'ESR, grave anemia ipocromica, complessi immunitari circolanti. Si possono anche osservare monocitosi, aumento della globulinemia α2 e γ, proteina C reattiva, trombocitopenia.

I sintomi dell'endocardite si basano sempre sulla causa della malattia. Il primo messaggero di endocardite è la febbre. Può essere confuso e caotico: aumenta o diminuisce la temperatura, non vedi le cause esterne del cambiamento di temperatura e non sai come lottare per la sua diminuzione o aumento.

Con la sifilide e la tubercolosi, la comparsa di endocardite non si manifesta con la febbre e è improbabile che la temperatura provochi sensazioni - di solito aumenta solo a 37,5 gradi.

Un sintomo evidente è un cambiamento nel colore della pelle all'ombra del "caffè con latte", ma meno spesso l'ombra può essere pallida o terrosa. Tali cambiamenti spaventano le persone abbastanza per andare a vedere un medico.

Molto probabilmente, i sintomi compaiono solo una o due settimane dopo l'infezione, ma i potenti ceppi dell'infezione possono causare uno sviluppo più rapido della malattia e il suo decorso grave. I primi segni possono assomigliare all'influenza ordinaria o alla SARS: febbre alta, debolezza, brividi.

I palmi di un paziente con endocardite infettiva.

I sintomi dell'endocardite sono possibili:

  • febbre;
  • sudorazione, soprattutto di notte;
  • perdita di peso;
  • dolore muscolare o articolare;
  • attacchi di tosse grave;
  • dispnea;
  • emorragie sotto le unghie e la pelle (macchie - petecchie), sulle mucose, sul fondo;
  • sigilli dolorosi delle punte delle dita (noduli di Osler);
  • eruzioni cutanee.

Per la malattia, oltre ai segni di sepsi, sono caratterizzati da grave intossicazione da mal di testa, un aumento della milza e del fegato. Gli esami del sangue rilevano leucocitosi, anemia, aumento della VES. Si può osservare un'embolia batterica di vari organi con la formazione di metastasi purulente.

I toni del cuore sono smorzati, nuovi suoni vengono aggiunti al cuore, inizia l'aritmia. Se l'infezione non viene eliminata in tempo, l'endocardite acquisisce le caratteristiche di insufficienza cardiaca acuta.

Si noti che febbre alta, nausea, dolori e dolori muscolari e alcuni altri sintomi potrebbero non essere presenti. Tuttavia, non è difficile diagnosticare la malattia: viene utilizzato un esame del sangue, poiché i patogeni si trovano nel sangue arterioso.

Di solito, i sintomi iniziano a comparire 2 settimane dopo l'attivazione del microbo nell'endocardio. La gamma di manifestazioni cliniche è piuttosto ampia: dai segni cancellati all'intossicazione acuta.

Innanzitutto, ci sono sintomi che sono caratteristici di qualsiasi processo infettivo:

  • febbre e brividi
  • sudorazione
  • debolezza e stanchezza
  • dolore muscolare e articolare
  • la perdita di peso

Ulteriori segni sono:

  • tachicardia
  • pelle calda e secca
  • milza ingrossata
  • disturbi trofici: desquamazione dermatologica, capelli fragili, vasculite

Con il passaggio della patologia allo stadio subacuto, nel corpo si verificano insufficienza multipla di organi, a causa della quale i sintomi possono manifestarsi nell'interruzione di vari sistemi di organi.

L'ingresso di tossine batteriche nel flusso sanguigno si manifesta con debolezza, mancanza di respiro, improvvisa perdita di peso e febbre. Le violazioni del tratto gastrointestinale portano alla comparsa di anemia, colore della pelle terrosa. La sconfitta del sistema vascolare porta a emorragie sulla pelle, nella cavità orale, congiuntiva degli occhi. I capillari diventano così fragili da poter essere danneggiati anche con lievi lesioni cutanee.

L'endocardite può essere distinta dalle infezioni respiratorie dalla presenza di lesioni cardiache. Il paziente ha rumori funzionali, miocardite, viene rilevata insufficienza cardiaca. Negli studi strumentali vengono rilevati difetti delle valvole.

Un lungo corso, a partire dalla forma subacuta, porta a disturbi circolatori, che influiscono negativamente sul lavoro di altri organi a causa dell'assunzione insufficiente di nutrienti e ossigeno. Possono verificarsi embolia vascolare cerebrale, coaguli di sangue nella milza e infiammazione ai reni e al fegato.

La diffusione del patogeno batterico attraverso il sistema circolatorio spesso porta alla subsidenza del patogeno nei muscoli e nei vasi sanguigni, che causa la poliartrite. Altre manifestazioni esterne della malattia possono essere compromissione della coscienza, complicanze cerebrali, soffocamento, cianosi.

I sintomi specifici nel lungo decorso della malattia sono i cambiamenti nella forma delle falangi delle dita e delle unghie. I primi assumono la forma di bacchette e le unghie sono arrotondate.

I sintomi dell'endocardite possono essere generali nel tipo sistemico:

  • riscaldare;
  • sudorazioni notturne;
  • malessere generale con debolezza;
  • perdita di appetito e perdita di peso;
  • artro-mialgia (dolore alle articolazioni e ai muscoli);
  • brividi e pallore.

I sintomi più specifici e tipici dell'endocardite:

  • Macchie di Roth: lesioni emorragiche della retina causate da embolie originate da lesioni vegetative infettive del cuore (vedi foto sopra);
  • petecchie della pelle: piccole macchie rosse su una grande superficie del corpo;
  • Noduli di Osler: dolorosi noduli sottocutanei a portata di dito;
  • segni di Janeway: macchie emorragiche sul palmo delle mani e sulla pianta dei piedi;
  • emorragie frammentarie sotto l'unghia (vedi foto sopra).

Le complicanze dell'endocardite alla fine colpiscono organi distanti, tra cui:

  • Sistema nervoso centrale: l'embolia micotica a questo livello può causare:
    • attacco ischemico transitorio (TIA);
    • ictus;
    • ascesso cerebrale o emorragia subaracnoidea;
    • meningite
  • reni:
  • facile:
    • polmonite
    • empiema pleurico;
    • ascesso polmonare
    • infarto polmonare;
    • dolore pleurico;
    • emottisi (la presenza di sangue nell'espettorato rimosso con una tosse).
  • Cuore: grave disfunzione della valvola può causare scompenso acuto grave e fatale. Una persona può anche avere:
    • aortite (infezione dell'arteria aortica);
    • ascesso cardiaco;
    • disturbi del ritmo cardiaco.
  • milza:

Nella maggior parte dei casi, i medici non sono in grado di rilevare l'endocardite in una fase precoce: i sintomi della malattia iniziano a comparire due settimane dopo l'infezione. Allo stesso tempo, il quadro clinico della malattia è diverso: dai segni cancellati all'insufficienza cardiaca acuta con la rapida distruzione delle valvole.

I primi segni di endocardite infettiva della forma subacuta possono comparire entro 2-6 settimane dal momento dell'infezione. Questa variante della malattia si verifica con un agente patogeno malovirulento: streptococchi, stafilococco epidermico. Alla luce di queste caratteristiche, la forma subacuta è caratterizzata da una grande varietà e gravità dei sintomi del processo patologico.

L'endocardite infettiva è caratterizzata dallo sviluppo della sepsi con localizzazione primaria dell'infezione sulle valvole cardiache.

Delle caratteristiche dell'endocardite infettiva acuta, i medici distinguono:

  • sindrome infettiva-tossica con sviluppo di shock;
  • rapida distruzione delle valvole cardiache con formazione di difetti;
  • insufficienza cardiaca;
  • tromboembolismo;
  • la formazione di metastasi purulente in vari tessuti e organi.

L'endocardite batterica cronica si sviluppa a seguito di una prolungata permanenza nel corpo del fuoco dell'infiammazione. Il quadro clinico di questa forma di patologia è molto vario e comprende i seguenti sintomi:

  • intossicazione infettiva-settica;
  • insufficienza cardiaca;
  • danno agli organi viscerali.

Il posto centrale è la sconfitta del cuore e dei vasi sanguigni. Tuttavia, la clinica ampliata non viene immediatamente osservata e l'insieme dei sintomi clinici è diverso:

Complicazioni

La violazione della struttura del cuore porta a un'interruzione del suo funzionamento e lo sviluppo di microflora patogena favorisce la diffusione di batteri con flusso sanguigno in tutto il corpo. Per questo motivo, possono verificarsi complicanze dell'endocardite infettiva da quasi tutti i sistemi di organi.

Le principali complicanze della malattia:

  • Insufficienza cardiaca Si verifica a causa della distruzione delle valvole cardiache, che porta alla loro incapacità di funzionare correttamente. Il processo infiammatorio-infettivo alla fine si diffonde agli strati più profondi dei tessuti (miocardio) e provoca anche la distruzione del lembo della valvola aortica.
  • Complicanze neurologiche. La causa è l'embolismo dei vasi cerebrali, che porta a una violazione del tessuto trofico e all'insufficiente assunzione di ossigeno. In futuro, i pazienti possono manifestare ictus ischemico o emorragico, meningite, danni tossici alle meningi. In alcuni casi, i disturbi circolatori portano alla comparsa di aneurismi, la cui rottura riduce la probabilità di un esito favorevole per il paziente.
  • Insufficienza renale Si verifica quando le tossine entrano nel sistema urinario, che distrugge i suoi tessuti. Può anche svilupparsi a causa degli effetti tossici di antibiotici o agenti di contrasto, che vengono utilizzati per la diagnosi.
  • Malattie reumatiche La diffusione sistemica dell'infezione porta a danni al sistema muscolo-scheletrico.
  • Patologia della milza.
  • Patologie dell'apparato respiratorio - polmonite, ipertensione polmonare, ascesso.

Una prolungata assenza di evidenti sintomi della violazione porta ad un'alta incidenza di complicanze. Tra i principali, vale la pena notare quanto segue:

  1. Insufficienza cardiaca L'infiammazione della valvola mitrale porta a insufficiente espulsione del sangue. Sullo sfondo del processo negativo, si sviluppa la disfunzione miocardica, che provoca un infarto o miocardite.
  2. Insufficienza renale acuta: si verifica nel 30% dei pazienti, la prognosi è scarsa.
  3. Complicanze reumatiche. Sintomi muscoloscheletrici, dolori articolari, mialgia, mal di schiena sono comuni con endocardite di origine infettiva.
  4. Patologia neurologica. Si sviluppa il 40% dei pazienti con diagnosi di endocardite infettiva. La causa di tali deviazioni è l'embolismo.

Le manifestazioni cliniche hanno una vasta gamma e includono:

  • ictus ischemico ed emorragico;
  • embolia cerebrale latente;
  • ascesso cerebrale, meningite;
  • encefalopatia tossica.

L'endocardite può portare a danni alle valvole cardiache, compromissione della conduzione e insufficienza cardiaca.

Le neoplasie che si verificano con l'endocardite possono staccarsi e muoversi con il flusso sanguigno in tutto il corpo. Ciò può portare al blocco dei vasi sanguigni e alla morte degli organi.

  • Insufficienza cardiaca;
  • Infarto miocardico
  • aritmia;
  • Insufficienza renale acuta;
  • meningoencefalite;
  • Polmonite;
  • Ictus;
  • Shock settico.

Malattia nei giovani pazienti

L'endocardite infettiva nei bambini è rappresentata da una lesione infiammatoria dell'endocardite del cuore. Un tale processo patologico ha una razza infettiva.

Spesso, la malattia funge da complicazione di un difetto cardiaco di una forma congenita o cronica, e soprattutto dopo un intervento chirurgico. Vari virus, funghi contribuiscono alla formazione di difetti. Spesso la causa della malattia risiede nei difetti del sistema immunitario, al centro dell'infezione cronica. Nell'endocardite infettiva nei giovani pazienti, la mortalità è molto alta.

Si distingue una forma congenita e acquisita della malattia. I principali sintomi dell'endocardite infettiva infantile includono:

  • rapida perdita di peso;
  • debolezza;
  • aumento della sudorazione;
  • febbre la sera;
  • dolore alle articolazioni e ai muscoli.

La malattia può iniziare in modo acuto ed essere accompagnata da una rapida formazione di sintomi. Tuttavia, molto spesso il primo stadio della patologia procede lentamente e impercettibilmente. La durata del processo è talvolta ritardata e difficile da trattare.

Nel tempo, l'endocardite infettiva si generalizza. Di conseguenza, la lesione viene applicata ad altri organi. L'endocardite infettiva nei piccoli pazienti può causare complicazioni come coaguli di sangue, con conseguente blocco dei vasi degli organi interni e del cervello. Sullo sfondo di insufficiente funzione cardiaca, respiro corto, pallore e arrossamento della pelle, si verificano gonfiore. I sintomi della malattia sono così diversi che è molto difficile stabilire immediatamente la malattia.

Studio diagnostico

  • ascoltando il cuore, durante il quale si possono rilevare rumori grossolani;
  • ultrasuoni;
  • elettrocardiografia;
  • Raggi X
  • colture plasmatiche batteriche.

Quando i risultati di un esame completo del paziente sono a portata di mano, puoi andare direttamente dal tuo medico. Prova a superare tutti i test il più rapidamente possibile, poiché il tempo trascorso può quindi influire sullo stato di salute e sull'efficacia del trattamento successivo.

Diagnosi di endocardite

È difficile identificare l'endocardite in quanto la malattia può iniziare in vari modi. I criteri principali sono: febbre con brividi, reperti batteriologici che confermano infezione e difetti valvolari rilevati sull'ecocardiografia (ecografia cardiaca).

Un elettrocardiogramma (ECG) consente di stabilire segni di proliferazione ventricolare e disturbi della conduzione, che possono verificarsi già nelle prime fasi dell'endocardite.

Gli esami del sangue possono distinguere tra diversi tipi di endocardite l'uno dall'altro.

La sintomatologia dell'endocardite può essere abbastanza sottile e non specifica. L'endocardite deve essere sospettata in pazienti con febbre di origine sconosciuta con soffio al cuore. Il sospetto diventa molto alto se viene segnalata una storia di valvulopatia o altri difetti cardiaci.

Non appena viene stabilito un sospetto di endocardite, la diagnosi deve essere confermata dall'esame ecografico del cuore e dell'emocoltura.

L'ecocardiografia consente di visualizzare le camere cardiache e misurare la frazione di eiezione. In questo caso, è importante rilevare la presenza di vegetazione batterica e valutare la funzione residua delle valvole cardiache.

L'emocoltura è uno studio che consiste nel prelevare campioni di sangue da un paziente e metterli in una coltura batterica (almeno 3 campioni in 24 ore secondo i picchi febbrili). Entro una settimana, si può distinguere un agente infettivo responsabile della batteriemia e, quindi, dell'endocardite.

La diagnosi della malattia viene effettuata in modo completo. Dopo una diagnosi preliminare, il medico indirizza il paziente a ulteriori studi. La diagnosi inizia con una storia e una valutazione dei reclami. Va tenuto presente che il quadro clinico appare circa 2 settimane dopo l'infezione.

Il paziente può parlare delle manifestazioni generali di intossicazione, nonché delle sensazioni soggettive che compaiono a causa di insufficienza cardiaca. In questo caso, uno specialista può notare manifestazioni periferiche - petecchie, macchie, noduli, cambiamenti nelle articolazioni.

Durante un esame fisico, il medico rivela pallore della pelle, perdita di peso, un cambiamento nelle falangi delle dita. Durante la consultazione, lo specialista può condurre un test, i cui risultati rivelano il grado di fragilità dei capillari. La percussione del cuore rivela la localizzazione della lesione e l'auscultazione: la presenza di disfunzione d'organo.

Dopo aver consultato uno specialista, il paziente deve sottoporsi a test di laboratorio. In un esame del sangue, di solito vengono rilevate leucocitosi, anemia e ESR elevato. Viene anche effettuata un'emocoltura batteriologica per identificare l'agente patogeno.

Alcuni pazienti hanno un aumento del fattore reumatoide. Se il sistema urinario è interessato, le proteine ​​e i segni di infiammazione possono essere rilevati nelle urine. La diagnostica strumentale consente di effettuare una diagnosi finale. Un cardiogramma svolge un ruolo chiave, ma può essere integrato con la risonanza magnetica e altri metodi.

La dopplerografia può anche essere prescritta al paziente per valutare le condizioni delle navi e del sistema circolatorio. L'endocardite infettiva è spesso accompagnata da complicanze tromboemboliche. Con il rilevamento tempestivo di tale patologia, è possibile in tempo per prevenire un infarto degli organi colpiti.

La diagnosi di endocardite comprende:

  • anamnesi;
  • Ispezione visiva, palpazione, percussione, auscultazione;
  • Analisi del sangue generale;
  • Chimica del sangue;
  • Analisi delle urine generale;
  • Elettrocardiografia (ECG);
  • Ecocardiografia (ecocardiografia);
  • Radiologia;
  • Esame ecografico (ultrasuoni);
  • Terapia di risonanza magnetica (MRI);
  • Scansione tomografia computerizzata (CT).

Anche se tutti i sintomi indicano endocardite infettiva, la diagnosi viene fatta solo dopo un esame completo del paziente. Include metodi di ricerca di laboratorio e strumentali. Tra quelli:

  1. Emocolture: eseguite prima dell'inizio della terapia antibiotica.
  2. Studi sierologici - sono prescritti per i seguenti tipi sospetti di patogeni: Brucella, Histoplasma capsulatum, Cryptococcus neoformans, Legionella, Chlamydia.
  3. TT-EchoKG.
  4. ECG.
  5. Risonanza magnetica (alta sensibilità nel determinare i colpi rispetto alla TC).
  6. Studio sui radioisotopi.
  7. CT multistrato (determina le variazioni disponibili vicino alla valvola: shunt, ascessi, pseudo-aneurismi).

Attività terapeutiche

Il trattamento dell'endocardite infettiva comprende una serie di misure per eliminare il processo infiammatorio nella membrana interna del "motore" umano. Molto spesso, la terapia antibatterica e l'intervento chirurgico sono coinvolti nel processo. Se c'è una formazione di malattie cardiache, il trattamento dovrebbe mirare a correggerlo. Se si sospetta endocardite infettiva, il paziente deve essere ricoverato in ospedale con urgenza.

Quando si tratta l'endocardite con antibiotici, è necessario discutere questo problema con il proprio medico. Il loro scopo è tenere conto del grado di sensibilità. Il corso di ammissione dovrebbe durare almeno 4-6 settimane. Di norma, uno specialista prescrive un complesso di farmaci a un paziente per ottenere il massimo effetto. Potrebbe essere:

  • Ampicillina-Sulbactam con gentamicina;
  • Vancomicina e ciprofloxacina.

Oltre ai farmaci antibiotici, il trattamento dell'endocardite infettiva comprende farmaci che influenzano il sistema immunitario.

Se esiste una malattia di natura non batterica, quindi per il trattamento dell'endocardite, devono essere presi in considerazione i dettagli del disturbo di base. Quando viene diagnosticata una patologia endocrina, il paziente deve sottoporsi a test ormonali ed essere trattato sotto la supervisione di un endocrinologo. L'endocardite, che è il risultato di intossicazione, può essere trattata annullando l'uso di un certo tipo di tossina.

operazione

La rimozione chirurgica del processo infiammatorio comporta la rimozione dell'area interessata della valvola cardiaca con ulteriori protesi. Se esiste tale opportunità, il paziente viene sottoposto a chirurgia plastica per mantenere le proprie valvole. Dopo il periodo di riabilitazione, il paziente deve essere sotto la supervisione dei medici.

Protesi della valvola aortica

Trattamento endocardite

Il trattamento dell'endocardite, la tattica della terapia e la selezione dei farmaci dipende dal tipo di malattia, dal suo stadio ed eziologia.

Se si sospetta la natura infettiva della malattia, il paziente deve essere ricoverato in ospedale. Ciò è dovuto all'elevata mortalità per complicanze di IE. Se le condizioni del paziente non sono peggiorate in 1-2 settimane, viene dimesso per il trattamento a casa.

1. Trattamento farmacologico (trattamento conservativo); 2. Dieta 3. Trattamento chirurgico; 4. Prevenzione delle complicanze della malattia.

! importante Prima di usare droghe, assicurati di consultare il tuo medico!

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata al fatto che i principi e le medicine per l'endocardite infettiva e reumatica sono diversi.

! importante Prima di utilizzare i rimedi popolari contro l'endocardite, assicurati di consultare il tuo medico!

Inoltre, va notato che molti guaritori tradizionali offrono rimedi popolari come ausiliari, mentre rimane il principale tipo di trattamento: la terapia conservativa.

Celidonia. Versare 200 ml di acqua bollente per 0,5 cucchiaini di erba secca di celidonia, coprire il bicchiere con un coperchio e metterlo da parte per 30 minuti per insistere. Filtra e bevi in ​​diversi set durante il giorno. Il corso del trattamento è di 1 mese. Questo strumento aiuta a prevenire una ricaduta della malattia.

Limone, aglio e miele. Prepara una miscela di 10 limoni pelati, 1 litro di miele e 10 teste di aglio pelato e tritato. Dopo aver accuratamente miscelato, mettere da parte l'infusione una settimana in un luogo buio e fresco. Devi assumere il farmaco ogni giorno per 1 cucchiaio. cucchiai al giorno per 6 mesi.

St. Erba di Giovanni, erba madre e grano saraceno. Raccogliere da 60 g secchi di St. Erba di iperico, 40 g di erba madre e 40 g di fiori di grano saraceno. Versare 1 litro di acqua 3 cucchiai. cucchiai della raccolta cotta, metterla a fuoco, portare ad ebollizione e cuocere a fuoco lento per circa 1-2 minuti a fuoco basso. Dopo aver lasciato da parte l'infusione per raffreddare e insistere, per circa 1 ora. Filtrare il brodo risultante e assumere 250 ml al giorno. Questo strumento aiuta a rimuovere il processo infiammatorio dall'endocardio.

Rosmarino, Sambuco e Arnica. Crea una raccolta di 3 parti di rosmarino, 2 parti di fiori di sambuco nero e 2 parti di fiori di arnica. 1 cucchiaio. cucchiaio la miscela risultante versare 300 ml di acqua bollente e mettere da parte i mezzi per il raffreddamento e l'insistenza. Quando il prodotto si è raffreddato, filtralo e bevi più volte durante il giorno.

I principi di base per il trattamento dell'endocardite infettiva sono i seguenti:

  • Il paziente deve essere ricoverato in ospedale anche se si sospetta una malattia o è disponibile solo una diagnosi preliminare
  • La terapia antibatterica prevede l'uso di farmaci antimicrobici a dosi massime. La durata del trattamento per la malattia è di solito diverse settimane.
  • Il trattamento deve essere integrato con agenti disintossicanti, vitamine, composti proteici
  • Assicurati di esaminare il sangue per identificare l'agente patogeno e la giusta scelta del farmaco per il trattamento. In questo caso, la terapia antibiotica viene di solito iniziata prima dei risultati della coltura

L'endocardite viene trattata con antibiotici o, meno comunemente, chirurgicamente. La terapia antibiotica viene eseguita per via endovenosa (dopo il ricovero in ospedale) e dura 2-8 settimane per eliminare completamente l'infezione. Allo stesso tempo, tutti i dispositivi che possono costituire la via dei microrganismi patogeni, in particolare cateteri venosi o materiali estranei, devono essere rimossi.

La chirurgia è necessaria se non vi è una risposta adeguata alla terapia antibiotica o se le valvole sono inevitabilmente danneggiate a causa di un grave fallimento della valvola.

Si possono prevedere opzioni chirurgiche a seconda del caso:

  • risanamento della vegetazione;
  • correzione della valvola;
  • sostituzione della valvola.

Come trattare l'endocardite, quali farmaci usare - i medici determinano in base alla natura della causa che ha scatenato la malattia. La base della terapia è il trattamento antibiotico. La condizione principale per il successo della terapia antibiotica è il suo inizio precoce, prima dell'inizio dei segni clinici.

Il programma di trattamento antibatterico stesso è spesso integrato da procedure chirurgiche come:

  • rimozione del tessuto infetto;
  • pulizia e successivo drenaggio dell'infezione paravalvolare;
  • ricostruzione di una valvola danneggiata;
  • sostituzione della valvola cardiaca;
  • rimozione della fonte di embolia.

Come notato sopra, la base del trattamento farmacologico è la terapia antibiotica.

Con enterococchi identificati:

  • Amoxicillina 200 mg / kg al giorno per 4-6 dosi di Gentamicina (3 mg / kg al giorno) per 2-6 settimane;
  • Ampicillina alla velocità di 200 mg / kg al giorno per 4-6 dosi di Ceftriaxone 4 g / giorno in 2 dosi. Il corso del trattamento è di 6 settimane;
  • Vancomicina - 30 mg / kg al giorno per 2 dosi per 6 settimane Gentamicina 3 mg / kg al giorno.

Se vengono trovati ceppi resistenti agli antibiotici β-lattamici:

  • Daptomicina - 10 mg / kg al giorno Ampicillina 200 mg / kg al giorno per 4-6 dosi per 8 settimane;
  • Linezolid - 600 mg per 8 settimane;
  • Chinupristine Dalphopristine - 7,5 mg / kg 3 volte al giorno per 8 settimane.

Il trattamento dell'endocardite ha due direzioni: farmaci e chirurgia. L'intervento chirurgico è piuttosto pericoloso, ma nei casi in cui il trattamento farmacologico non dà risultati, si può sviluppare insufficienza cardiaca e il metodo chirurgico è l'unico modo per salvare la vita di un paziente.

Durante il trattamento, viene eseguito un monitoraggio costante del livello di microrganismi nel sangue e dello stato del cuore mediante ECG ed ecocardiografia.

Nell'endocardite subacuta sono prescritti preparati ad alte dosi di benzilpenicillina sale sodico o cefalosporine in combinazione con gentamicina. Gli antibiotici vengono somministrati prevalentemente per via endovenosa. In casi estremi, vengono utilizzate protesi di una valvola cardiaca danneggiata.

Con il tipo infettivo di endocardite, viene utilizzato il trattamento antibiotico.

Nel trattamento dell'endocardite, prestano principalmente attenzione alla terapia della patologia principale: reumatismi, sepsi, lupus eritematoso sistemico. La tecnica di utilizzo di farmaci antibatterici si è dimostrata valida. Nella maggior parte dei casi vengono utilizzati. Gli antibiotici sono selezionati in base al risultato delle emocolture sulla microflora al fine di infliggere un colpo esatto all'infezione, riducendo al minimo l'effetto tossico sul corpo.

Di norma, un paziente viene ricoverato in ospedale per monitorare le sue condizioni e somministrare antibiotici attraverso un contagocce endovenoso. Il sangue di imaging viene prelevato costantemente dal paziente, secondo i risultati dell'analisi, i progressi nel trattamento saranno chiaramente visibili. Quindi puoi tornare a casa e prendere gli antibiotici prescritti dal medico stesso.

Un effetto significativo si ottiene con una combinazione di farmaci, che complica la procedura di selezione. Le opzioni classiche sono ampicillina e sulbactam, nonché vancomicina e ciprofloxacina.

Il 70% del successo nel trattamento antibatterico dell'endocardite è assunto da farmaci che stimolano il sistema immunitario.

L'endocardite può causare gravi danni al cuore. Il trattamento chirurgico dell'endocardite si basa sull'asportazione e la rimozione dell'area interessata. Circa il 20% dei pazienti con endocardite può aver bisogno di un trattamento chirurgico. Le operazioni sono raccomandate nei casi:

  • I sintomi e / o i risultati dei test mostrano l'insorgenza di insufficienza cardiaca (una condizione grave in cui il cuore non è in grado di soddisfare i bisogni del corpo).
  • Per molto tempo, nonostante il trattamento con farmaci antibatterici e antifungini, la febbre e la febbre vengono mantenute.
  • Il paziente ha una valvola cardiaca artificiale.

Tre principali procedure chirurgiche per il trattamento dell'endocardite:

  • riparazione di una valvola cardiaca danneggiata;
  • sostituzione delle valvole cardiache danneggiate con protesi;
  • rimozione di eventuali ascessi che possono formarsi nel muscolo cardiaco.

L'operazione è offerta solo ai pazienti con un decorso grave della malattia. Sfortunatamente, anche nel caso di un'operazione riuscita, un paziente su dieci muore durante o qualche tempo dopo l'operazione. Se possibile, le loro valvole vengono conservate mediante chirurgia plastica. Nei casi in cui la valvola è troppo deformata, deve essere cambiata in artificiale.

Un'operazione riuscita trasferisce una persona al monitoraggio ambulatoriale con una raccolta costante di test ed esami. I prossimi 6 mesi, una persona viene sottoposta a un esame mensile - questa è una zona molto pericolosa di recidiva di infezione. Ulteriori ispezioni devono essere eseguite due volte l'anno.

Il trattamento dell'endocardite si basa sull'obiettivo principale: la necessità di ripristinare o rimuovere completamente i tessuti che hanno subito processi infiammatori.

Conseguenze

Complicazioni dalla malattia presentata sorgono a causa di escrescenze sulle valvole cardiache. Possono disconnettersi e con il flusso di sangue influenzare altri organi e sistemi. Se rimangono bloccati in una piccola nave, ciò causerà un'acuta mancanza di afflusso di sangue, con conseguente morte dei tessuti. Puoi anche sconfiggere i reni.

Prevenzione dell'endocardite

La prevenzione dell'endocardite comprende:

  • Trattamento tempestivo delle malattie, soprattutto di natura infettiva, in modo che non diventino croniche;
  • Rispetto delle misure preventive per le infezioni virali respiratorie acute, le infezioni respiratorie acute e l'influenza;
  • Evitare l'ipotermia del corpo;
  • Evitare lo stress; se necessario, cambiare lavoro;
  • Prova a mangiare cibi arricchiti con vitamine e minerali;
  • Utilizzare i farmaci solo dopo aver consultato il medico.

Se non vuoi che il tuo corpo raccolga una tale patologia, allora dovresti conoscere le principali misure che possono proteggerti dall'endocardite. La prevenzione prevede le seguenti serie di azioni:

  1. Quando si usano droghe, è urgentemente necessario rifiutarle, poiché sono queste persone ad avere un rischio maggiore di ammalarsi.
  2. Coloro che hanno valvole artificiali o malattie cardiache croniche dovrebbero essere sempre sotto la supervisione di uno specialista.
  3. Monitorare costantemente la qualità del trattamento delle apparecchiature mediche e chiedere al proprio medico la qualità della sterilizzazione.

L'endocardite può essere colpita da ogni persona, sia un adulto che un bambino. La ragione di questa patologia sta nella sconfitta del corpo da parte di un agente infettivo. La malattia si manifesta con brividi, febbre e mal di testa. È possibile curare questa condizione, ma solo a condizione di un approccio integrato. Se ritardi con la terapia, puoi ottenere una serie di complicazioni spiacevoli e pericolose, che saranno successivamente molto difficili da trattare.

I pazienti con un diverso rischio di endocardite devono sottoporsi a profilassi antibiotica ogni volta che subiscono una procedura invasiva, che può includere la penetrazione di agenti patogeni nella circolazione sanguigna.

Pazienti più a rischio:

  • valvola cardiaca artificiale;
  • foto precedente di endocardite;
  • Difetto cardiaco congenito;
  • trapianto di un cuore o altri organi.

Le procedure più rischiose:

  • prima dentale;
  • piercing o tatuaggi;
  • associato al tratto respiratorio;
  • associato al tratto gastrointestinale;
  • associato al tratto genito-urinario;
  • sistema muscoloscheletrico correlato (sistema muscoloscheletrico).

Si ritiene che la profilassi antibiotica prescritta prima delle procedure a rischio sia un efficace mezzo di prevenzione per i pazienti ad alto rischio; da un punto di vista generale, si raccomanda:

  1. Trattare l'igiene orale, sottoporsi periodicamente a ridimensionamento e controllo dentale (dal dentista).
  2. Evita il piercing o il tatuaggio.
  3. Segnala qualsiasi episodio inspiegabile di febbre al tuo medico.
  4. Ricorda a qualsiasi medico prima delle procedure che sei a rischio.

Ricorda che nel caso più semplice, l'antibiotico di prima scelta nella prevenzione dell'endocardite è l'amoxicillina, che deve essere presa 30-60 minuti prima della procedura dentale.

La prevenzione è prevenire infezioni, buona igiene orale, trattamento tempestivo dei difetti cardiaci congeniti e tossicodipendenza. In alcuni casi, i cardiologi possono prescrivere la profilassi antibiotica per gruppi specifici di pazienti.

La prevenzione precoce dell'endocardite si basa su metodi non specifici di prevenzione della malattia.

Le misure chiave includono quanto segue:

  1. Igiene della cavità orale e della pelle: esame dal dentista 2 volte l'anno per le persone con una storia storica, almeno 1 volta - per il resto.
  2. Disinfezione di ferite.
  3. Esclusione del trasporto cronico di batteri sulla pelle e nel tratto urinario.
  4. Uso precoce di antibiotici in caso di rilevazione di un focus di infezione batterica.
  5. Misure rigorose per la prevenzione dell'infezione durante l'intervento chirurgico.
  6. Limitare l'uso di cateteri endovenosi, procedure invasive, rispetto delle regole di cura del paziente con cateteri centrali.

La prevenzione dell'endocardite comporta il monitoraggio della salute. È molto importante trattare tutte le malattie infettive in modo tempestivo e prevenirne il decorso cronico.

Non essere mai timido nel dire al tuo medico se noti che lo strumento viene maneggiato con noncuranza. Dovresti essere interessato alla sterilità degli strumenti utilizzati, soprattutto quando visiti un dentista.

Le persone con valvole cardiache artificiali e malattie del muscolo cardiaco devono essere sistematicamente osservate da un medico, poiché questa categoria di pazienti è a rischio.

Detonic - una medicina unica che aiuta a combattere l'ipertensione in tutte le fasi del suo sviluppo.

Detonic per la normalizzazione della pressione

Il complesso effetto dei componenti vegetali del farmaco Detonic sulle pareti dei vasi sanguigni e il sistema nervoso autonomo contribuiscono a un rapido calo della pressione sanguigna. Inoltre, questo farmaco previene lo sviluppo dell'aterosclerosi, grazie ai componenti unici che sono coinvolti nella sintesi della lecitina, un aminoacido che regola il metabolismo del colesterolo e previene la formazione di placche aterosclerotiche.

Detonic non provoca dipendenza e sindrome da astinenza, poiché tutti i componenti del prodotto sono naturali.

Informazioni dettagliate su Detonic si trova sulla pagina del produttore www.detonicnd.com.

Tatyana Jakowenko

Redattore capo del Detonic rivista online, cardiologo Yakovenko-Plahotnaya Tatyana. Autore di oltre 950 articoli scientifici, anche su riviste mediche straniere. Lavora come cardiologo in un ospedale clinico da oltre 12 anni. Possiede moderni metodi di diagnosi e cura delle malattie cardiovascolari e li implementa nelle sue attività professionali. Ad esempio, utilizza metodi di rianimazione del cuore, decodifica dell'ECG, test funzionali, ergometria ciclica e conosce molto bene l'ecocardiografia.

Per 10 anni ha partecipato attivamente a numerosi simposi e seminari medici per medici - famiglie, terapisti e cardiologi. Ha molte pubblicazioni su uno stile di vita sano, diagnosi e cura delle malattie cardiache e vascolari.

Monitora regolarmente nuove pubblicazioni di riviste di cardiologia europee e americane, scrive articoli scientifici, prepara relazioni in conferenze scientifiche e partecipa a congressi europei di cardiologia.

Detonic