Trattamento dopo farmaci per infarto del miocardio Treatment Trattamento cardiaco

Numerose misure mirano a prevenire le complicanze e a ridurre la probabilità di un esito avverso della malattia.

Tali eventi vengono effettuati in pazienti con infarto acuto che non hanno controindicazioni. Considera i metodi più popolari e ampiamente utilizzati per il trattamento degli attacchi di cuore.

  1. Ripristino del flusso sanguigno. La circostanza più importante nel trattamento dell'attacco cardiaco acuto è il completo ripristino e supporto del flusso sanguigno attraverso l'arteria coronaria. Per svolgere questo compito, vengono costantemente sviluppati nuovi farmaci trombotici più efficaci e vengono migliorati i regimi di somministrazione dei farmaci classici. Il sollievo efficace di un attacco dipende dal tempo trascorso dall'inizio dei sintomi all'inizio dell'intervento.
  2. Terapia trombolica. Gli esperti di ECO hanno scoperto che allo stato attuale dello sviluppo della medicina, l'effetto benefico della terapia trombotica prevale nei pazienti con infarto miocardico acuto rispetto agli effetti collaterali. Nelle prime 5-6 ore dopo l'inizio dell'attacco, un tale intervento previene 30 decessi per 1000 pazienti, anche in casi senza speranza. L'efficacia di tale terapia, come il metodo precedente, dipende dal momento di inizio delle cure ed è massima nelle fasi iniziali della malattia e un giorno dopo l'attacco è completamente inopportuno. Ci sono alcune controindicazioni all'uso della terapia trombolica: lesioni alla testa, ictus, aneurisma aortico, varie origini di sanguinamento e altri.
  3. Metodi intravascolari I metodi intravascolari si basano sul restauro meccanico dei lumi vascolari usando una palla speciale (in linguaggio medico - angioplastica coronarica percutanea traslucida). Esistono diversi tipi di tale intervento, a seconda della situazione.
  4. Intervento chirurgico. Utilizzato per forme estese di attacchi di cuore: innesto di bypass dell'arteria coronaria, stenting intracoronarico, angioplastica con sfera transluminale, ecc.

Il trattamento di questa malattia a casa viene effettuato secondo le raccomandazioni del medico curante, tuttavia ci sono molte ricette popolari che aiutano con un infarto e sono sicure per il corpo nel suo complesso.

Considera le ricette di alcuni dei rimedi popolari:

  • macinare con un tritacarne 200 grammi di aglio e 1 kg di mirtilli rossi, aggiungere 150 grammi di miele, mescolare e insistere per 4 giorni. Prendi 1 decimo di cucchiaio 2 volte al giorno prima dei pasti.
  • Il succo di cipolla appena spremuto viene mescolato con miele in un rapporto 1: 1. Prendi 3 volte 1 cucchiaio al giorno.
  • Mescola 1 kg di miele con 0,5 kg di chokeberry. Prendi la miscela al giorno per 1 cucchiaio. cucchiaio.

Le medicine di vari gruppi farmacologici sono usate per trattare la malattia nelle prime fasi del suo sviluppo. Vale la pena notare che la nitroglicerina non è inclusa nelle cure ospedaliere per un infarto, è più rilevante usarlo per prevenire attacchi o limitare i danni all'inizio.

analgesici

Il primo gruppo, che è stato lanciato dai medici con un'ambulanza all'arrivo alla chiamata - analgesici. Viene anche usato dai medici dopo che il paziente è stato ricoverato ufficialmente in ospedale.

Morfina Un analgesico somministrato per via endovenosa e molto lentamente. Iniziano con una dose di 4-8 mg e, se non vi è alcun effetto, quindi, secondo la testimonianza del medico, il farmaco viene ripetuto, ma alla dose di 2 mg.
Fentanyl Un'altra opzione popolare è anche la somministrazione endovenosa lenta.
Droperidol In generale, il farmaco utilizzato per la neuroleptanalgesia nelle operazioni sul cervello, ma può anche essere somministrato in caso di infarto del miocardio, la dose viene selezionata per ciascun paziente individualmente.

Droperidol è raccomandato per quei pazienti che soffrono di maggiore eccitabilità o sono inclini al panico, poiché con esso è possibile liberarsi dall'ansia e calmarsi.

Gli analgesici oppioidi danno un effetto rapido, di solito iniziano ad agire pochi minuti dopo la prima dose. Se il dolore non si ferma o ritorna, le iniezioni vengono ripetute.

antiaggregante

Gli effetti di questi farmaci sono diretti alle cellule del sangue. Gli agenti antipiastrinici non consentono alle piastrine di aderire, il che impedisce efficacemente la formazione di masse trombotiche, che possono aggravare il danno ischemico del miocardio e, di conseguenza, influenzare negativamente le condizioni del paziente.

L'agente antipiastrinico più comune è l'aspirina. Per la prima dose sono prescritte dosi elevate (150-330 mg) per accelerare l'insorgenza dell'effetto. Quindi il dosaggio viene ridotto (10-150 mg), il farmaco viene assunto una volta al giorno.

L'aspirina non è prescritta per i pazienti che soffrono di ulcere allo stomaco, nonché per quelli che hanno l'aspirina. Mezzi alternativi sono selezionati per loro individualmente.

trombolitici

A causa della nomina di farmaci di questo gruppo, di solito è possibile limitare l'area del danno ischemico e fermare la morte dei cardiomiociti.

Nel decidere la rilevanza dei trombolitici, il medico esamina se c'è un aumento della ST sul cardiogramma. Se il segmento è elevato, danno immediatamente trombolitici.

Vengono utilizzati i seguenti farmaci:

  • alteplase;
  • streptochinasi;
  • reteplase;
  • tenecteplase;
  • prourochinasi.

Se usi questo gruppo di farmaci all'inizio dell'attacco, l'effetto sarà migliore.

Non usare i trombolitici nei seguenti casi:

  • c'è una storia di ictus emorragico;
  • negli ultimi sei mesi è stato subito un ictus ischemico;
  • dopo l'intervento chirurgico;
  • in presenza di neoplasie maligne;
  • alcune malattie del sangue;
  • ulcera peptica dello stomaco o del duodeno.

tranquillanti

I tranquillanti, se usati, sono principalmente nella fase acuta.

Anticoagulanti

Utilizzato come terapia aggiuntiva per i trombolitici. Non sempre assegnato. La decisione viene presa dal medico dopo aver valutato i risultati dei test.

Se dai trombolitici è preferita l'Urokinase, gli anticoagulanti non vengono più utilizzati.

I farmaci in questo gruppo includono:

  • eparina non frazionaria;
  • dalteparina;
  • enoxyparin sodico.

Inoltre, questo gruppo è obbligatorio dopo lo stent.

Beta adenoblocker

Grazie all'azione dei beta-bloccanti, i medici ottengono che il cuore non è carico di troppo lavoro.

Tatyana Jakowenko

Redattore capo del Detonic rivista online, cardiologo Yakovenko-Plahotnaya Tatyana. Autore di oltre 950 articoli scientifici, anche su riviste mediche straniere. Lavora come cardiologo in un ospedale clinico da oltre 12 anni. Possiede moderni metodi di diagnosi e cura delle malattie cardiovascolari e li implementa nelle sue attività professionali. Ad esempio, utilizza metodi di rianimazione del cuore, decodifica dell'ECG, test funzionali, ergometria ciclica e conosce molto bene l'ecocardiografia.

Per 10 anni ha partecipato attivamente a numerosi simposi e seminari medici per medici - famiglie, terapisti e cardiologi. Ha molte pubblicazioni su uno stile di vita sano, diagnosi e cura delle malattie cardiache e vascolari.

Monitora regolarmente nuove pubblicazioni di riviste di cardiologia europee e americane, scrive articoli scientifici, prepara relazioni in conferenze scientifiche e partecipa a congressi europei di cardiologia.

Detonic