Sindrome da affaticamento cronico CFS perché si sviluppano manifestazioni e diagnosi

Con la sindrome da affaticamento cronico, il sistema nervoso e il tono muscolare generale del corpo sono principalmente colpiti. Ciò è dovuto all'emergere di nevrosi dei centri regolatori e ad una carenza di proteine ​​che contribuiscono all'attività delle fibre muscolari. A causa dell'acido lattico accumulato nei muscoli, compaiono debolezza e dolore.

Nella società esiste un'opinione secondo cui la sindrome da stanchezza cronica è una malattia inverosimile e i suoi sintomi sono manifestazioni della solita stanchezza o sensazioni esagerate dal paziente. Tuttavia, molti programmi clinici confermano che il 30% dei soggetti ha effettivamente mostrato gravi disturbi nelle loro condizioni psico-emotive e fisiche. [8] Pertanto, il termine "encefalomielite mialgica" è diventato sinonimo di sindrome, che significa un processo infiammatorio nel cervello, che si manifesta anche nel dolore muscolare.

Le manifestazioni della sindrome sono puramente individuali, ma si trovano più spesso: [2]

  • disturbi nervosi e stati depressivi - questo può essere un aumento dell'eccitabilità, dell'irritabilità, accompagnato da scoppi di rabbia e aggressività, o apatia e incapacità di una persona di rispondere agli eventi;
  • riduzione delle prestazioni - attenzione distratta, incapacità di svolgere compiti semplici e, di conseguenza, perdita di interesse per le mansioni domestiche e professionali;
  • riduzione dell'immunità: vulnerabilità dell'organismo ai virus, con conseguente frequente infezione e raffreddore;
  • insignificante perdita di memoria - a causa di disattenzione e cattiva salute;
  • insonnia e sonno ansioso - l'eccitabilità nervosa non consente al corpo di rilassarsi e addormentarsi, compaiono disturbi del sonno fino al sonnambulismo e il risveglio è accompagnato da uno stato di grave affaticamento;
  • mal di testa senza causa - può essere acuto, acuto, pulsante;
  • dolore ai muscoli e alle articolazioni - anche un leggero movimento porta al dolore e il disagio alle articolazioni può passare dall'uno all'altro.

Quando si diagnostica la sindrome da affaticamento cronico, viene rilevata la presenza di sintomi sia fisici che psicoemotivi. In alcuni casi, l'apparizione di pensieri cupi e il rifiuto di azioni abituali che portano gioia sono il primo anello della catena di disturbi causa-effetto nel corpo nel suo insieme.

Se ti lamenti di disturbi del sonno, perdita di memoria, riduzione della concentrazione dell'attenzione, se ti senti inspiegabile, riposo impenetrabile durante il riposo, se hai iniziato ad assorbire scarsamente le informazioni e ci sono violazioni nella sfera sessuale, questo può indicare la presenza di affaticamento cronico . Viene diagnosticato male, diventando globale nella società moderna.

La fatica può essere fisica e mentale.

L'affaticamento fisico è una risposta umana comune allo stress. Sorge a causa dell'accumulo di acido lattico nel tessuto muscolare e, di conseguenza, di una diminuzione delle riserve di energia. Durante il riposo, l'acido lattico viene escreto e le riserve di energia aumentano perché il carico scompare. Se il carico è costante, i sistemi circolatorio, respiratorio e cardiovascolare del corpo non hanno il tempo di soddisfare il bisogno di ossigeno del corpo, a seguito del quale si accumula la fatica.

La stanchezza mentale si verifica quando uno dei centri del cervello è sovraccarico, che è responsabile delle risorse energetiche. Con tale affaticamento, memoria e capacità di concentrazione si riducono, si verificano irritazione non motivata, ansia, depressione o apatia.

La famosa inglese, l'infermiera Florence Nightingale, diventata famosa durante la guerra di Crimea, è considerata la prima vittima della CFS. La sua storia medica è registrata per iscritto. Si occupava altruisticamente dei malati, lavorando 22 ore al giorno. Tutto ciò ha portato a un deterioramento della salute delle donne. Soffriva di insonnia, tachicardia e depressione, ma continuava a lavorare più delle altre sorelle di misericordia.

L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) non riconosce ancora la sindrome da affaticamento cronico come una malattia, né la inserisce nel registro delle malattie ufficialmente identificate a causa di informazioni insufficienti sull'esatto meccanismo della malattia e sulla sua prevenzione, l'agente causale del malattia e cambiamenti negli organi e sistemi del corpo.

La CFS porta a un calo significativo dei livelli precedentemente raggiunti di attività personale, sociale, educativa e lavorativa.

Il sintomo principale della sindrome da affaticamento cronico è una diminuzione dell'energia necessaria per mantenere una vita normale, affaticamento costante e aumento dell'affaticamento.

Manifestazioni cliniche nelle fasi di sviluppo dell'astenia:

  • mal di testa senza causa e frequenti;
  • disturbi del sonno e della veglia - aumento della sonnolenza di giorno e insonnia di notte, difficoltà ad addormentarsi;
  • riduzione delle prestazioni (incluso il tiroide>

In questo contesto, le persone possono iniziare a prendere irragionevolmente sonniferi e psicostimolanti. Fumare intensamente, assumere alcool per ridurre l'eccitazione neuropsichica. Scopri come l'alcol influisce sul cervello.

La maggior parte delle persone perde peso corporeo, ma, ad esempio, nelle persone finanziariamente sicure con uno stile di vita inattivo, vengono rilevati obesità, apatia e depressione emotiva. I più sensibili alla CFS sono quelle persone il cui lavoro è associato a stress costante. I CFS possono disabilitarli del 50-80%.

La diagnosi di CFS è molto difficile - anche un esame del sangue biochimico non differisce nella norma. Con uno studio tomografico del cervello, è possibile rilevare una diminuzione dell'attività di uno dei suoi lobi temporali. Questo spiega la diminuzione della memoria e la capacità di concentrazione.

È difficile per i medici determinare se un paziente è malato o finge una malattia. Si ritiene che un grande sintomo e diversi piccoli siano desiderabili per determinare la diagnosi di CFS. Innanzitutto, si tratta di affaticamento a lungo termine e di una significativa riduzione della modalità motoria (oltre il 50%). E quelli piccoli - depressione, febbre, disagio muscolare, perdita di memoria, dolori articolari, linfonodi doloranti.

La sindrome da affaticamento cronico è determinata da una serie di sintomi specifici.

Il primo segno di CFS è la fatica, che appare anche dopo uno sforzo minore. La sensazione di debolezza e affaticamento che accompagna la CFS non scompare durante il giorno e anche dopo un sonno adeguato.

Oltre a quanto sopra, la sindrome da stanchezza cronica presenta i seguenti sintomi:

  • instabilità emotiva;
  • disturbo del sonno;
  • apatia;
  • una completa riduzione dell'attività fisica;
  • sensazione di dolori agli arti e al corpo;
  • aumento senza causa e brusco della temperatura;
  • dolore muscolare;
  • menomazione del linguaggio;
  • linfonodi ingrossati, mal di gola, tosse lieve (con virus di Epstein-Barr);
  • lo sviluppo di malattie della pelle sullo sfondo di un esaurimento nervoso;
  • processi infiammatori;
  • anemia;
  • costipazione o diarrea.

I sintomi della CFS sono caratterizzati da un decorso progressivo. L'apatia con un disturbo simile indica un esaurimento emotivo.

Come si sviluppa la sindrome da affaticamento cronico?

Esistono 3 fasi dello sviluppo della sindrome da affaticamento cronico

1. La tua condizione è simile ai sintomi di un raffreddore.

2. Dolori inspiegabili nei muscoli e nelle articolazioni
(artralgia), il sonno peggiora.

3. Lo stato mentale è disturbato: ansia, apatia, sbalzi d'umore.

Durante il disturbo, il desiderio di fare qualcosa scompare, l'attività mentale e la concentrazione si riducono.

Raffreddori, mal di testa, insonnia, vertigini,
nausea, sonnolenza durante il giorno, bassa temperatura prolungata, elevata
sudorazioni notturne, sindrome dell'intestino irritabile (diarrea), infiammazione
tratto respiratorio superiore (faringite), si manifesta una tendenza allo svenimento.

Dopo 6 mesi, la sensibilità a
luce intensa, la fatica avanza, i linfonodi sul collo si infiammano e
nella regione ascellare, il desiderio sessuale è ridotto.

Le malattie croniche possono aggravare;
disturbi di stomaco, perdita di capelli.

L'immunità peggiora, lo sfondo ormonale cambia, il che porta all'invecchiamento precoce del corpo.

Fattori che innescano lo sviluppo della sindrome

Di seguito sono riportati i fatti reali su CFS:

  • questo disturbo colpisce le persone in età lavorativa (20-45 anni) e le donne, essendo di natura più emotiva, ne soffrono il doppio delle volte rispetto agli uomini;
  • dal 1988, la CFS è considerata una malattia indipendente;
  • L'Organizzazione Mondiale della Sanità prevede che entro il 2020 la sindrome da stanchezza cronica e la depressione arriveranno seconde in termini di insorgenza, seconde solo alle malattie cardiovascolari;
  • i liquidatori tipici della fatica cronica sono stati osservati nei liquidatori delle conseguenze del disastro di Chernobyl che ha ricevuto una dose di radiazioni ionizzanti 6-12 mesi dopo il ritorno dalla zona dell'incidente.

Ci sono anche idee sbagliate abbastanza comuni riguardo a questa deviazione:

  1. La sindrome da affaticamento è causata solo dallo stress mentale e fisico. In effetti, uno stato simile può derivare da ragioni completamente opposte: mancanza di obiettivi e motivazione, passatempo inutile.
  2. CFS: auto-suggestione, non una vera malattia. In effetti, la sindrome da stanchezza cronica è giustamente classificata come una malattia del sistema nervoso. Gli esperti hanno dimostrato che la patologia inibisce tutti i processi nel corpo.

La diagnosi di "sindrome da affaticamento cronico" è apparsa relativamente di recente: già negli anni '1980 non si sapeva nulla di tale patologia.

Ma poi, con la crescita del settore industriale, il deterioramento della situazione ambientale in tutto il mondo e lo sviluppo sociale, sono apparsi fattori che hanno esercitato una pressione significativa sul sistema nervoso umano.

Oggi, gli esperti identificano tali motivi principali a causa dei quali la CFS può ottenere uno slancio per lo sviluppo e nella vita di una persona ci sono solo sonnolenza, affaticamento, debolezza e apatia:

  1. Fattore di stress Depressione, stress emotivo e mentale provocano cambiamenti strutturali che si verificano nel sistema nervoso.
  2. Il fattore immunitario La patologia può verificarsi a causa di danni al sistema immunitario.
  3. Fattore genetico. La presenza di deviazioni nei singoli geni è anche un provocatore della CFS.
  4. Fattore virale. Il virus dell'herpes, i citomegalovirus, gli enterovirus e il virus di Epstein-Barra presentano un rischio elevato di sviluppare questa patologia.

A rischio sono quelli che:

  • malattie gravi di recente età, ferite, radioterapia o chemioterapia;
  • soffre di malattie allergiche, infettive, endocrine di natura cronica progressiva;
  • ricoprire incarichi responsabili;
  • vive in una zona caratterizzata da condizioni ambientali sfavorevoli;
  • mal nutrito, dormire poco e riposare;
  • condurre uno stile di vita sedentario;
  • bere alcolici, fumare.

Definizione della malattia. Cause della malattia

Le cause esatte che portano al CFS non sono state ancora stabilite. Una situazione ambientale sfavorevole, un aumento del ritmo della vita, stress mentale, fisico e stress emotivo e psicologico su una persona portano alla progressione della malattia.

La CFS spesso "si adatta" a molte altre malattie. La sindrome da affaticamento cronico si verifica spesso dopo un'infezione, con disturbi immunitari caratteristici, ed è accompagnata da depressione. C'è un'ipotesi che la CFS sia principalmente una malattia mentale e che i disturbi endocrini e immunitari siano secondari.

I principali criteri con cui diagnosticano la CFS: manifestazione di debolezza progressiva e assenza di un effetto dopo il riposo, riduzione della capacità lavorativa per sei mesi in assenza di malattie e ragioni per le quali è possibile determinare un tale stato di debolezza e affaticamento .

Ulteriori criteri sono la malattia protratta e le frequenti ricadute, le condizioni ambientali avverse, le infezioni e i virus, i disturbi psicologici: stress e depressione, stile di vita malsano: violazione del regime quotidiano e sovraccarico, malnutrizione: alimenti di scarsa qualità e mancanza di vitamine.

Hai i prerequisiti per lo sviluppo della sindrome da affaticamento cronico se:

  • La durata della giornata lavorativa supera le 8 ore, oppure devi lavorare su un turno notturno, hai carichi di lavoro intensivi;
  • Il tuo sonno dura meno di 8 ore, la tua attività è inattiva, è associata a uno stile di vita notturno;
  • A casa, continui a pensare al lavoro, raramente a riposo (vacanza meno di 1 volta all'anno);
  • Frequenti viaggi d'affari, voli;
  • Periodo di recupero dopo infortuni e operazioni;
  • Disturbi ormonali, mancanza di vitamine e minerali nel corpo;
  • Alimenti raffinati ricchi di carboidrati, rilassamento corporeo, ecologia sono stress per il sistema endocrino e nervoso;
  • La presenza di una grande quantità di informazioni negative e difficoltà nell'ottenere piacere.

L'intenso sviluppo delle informazioni e dell'ambiente sociale influisce negativamente sullo stato psicofisico di una persona, provocando in tal modo malattie precedentemente sconosciute alla scienza. Uno di questi disturbi è la sindrome da stanchezza cronica, una sensazione di costante superlavoro.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità non riconosce questa condizione come una malattia, tuttavia, l'attuale classificazione internazionale delle malattie (ICD-10) contiene una "Sindrome da affaticamento dopo una malattia virale trasmessa" (codice della malattia - G93.3). [1]

Molto spesso, la sindrome da stanchezza cronica si verifica nei residenti di megalopoli, poiché il loro ritmo di vita e il campo di attività suggeriscono un costante stress psico-emotivo e multitasking. Il gruppo a rischio comprende persone di età compresa tra 25 e 45 anni che sono impegnate nella crescita professionale, creando e supportando una famiglia, risolvendo molte questioni domestiche, relazioni attive nella società e hanno anche un livello maggiore di responsabilità professionale. Tutti questi fattori portano ad un eccessivo stress psico-emotivo e, di conseguenza, disturbi nervosi e disturbi fisici.

Una caratteristica distintiva della sindrome dell'affaticamento cronico è la conservazione dei suoi principali sintomi anche dopo un lungo riposo: né un cambio di attività a breve termine, né una deviazione dai normali doveri possono eliminare la radice del problema.

Le cause della sindrome possono includere:

  • qualità della vita insoddisfacente - ritmo giornaliero intenso, pianificazione del tempo irrazionale, attività mentale o fisica prolungata senza pause e riposo (inclusa la mancanza di un sonno adeguato, camminare all'aria aperta e cambiare l'ambiente);
  • malnutrizione - mancanza di una dieta equilibrata, comprendente vitamine e minerali, che sono essenziali per mantenere la capacità mentale, l'attività fisica e la stabilità emotiva;
  • malattie e malessere - le malattie croniche, compresi i disturbi psicologici, riducono le risorse del corpo, riducendone la capacità di recuperare e resistere allo stress;
  • condizioni ambientali sfavorevoli - una situazione ambientale dannosa crea uno sfondo sfavorevole per una normale vita umana, pertanto elevati livelli di inquinamento e rumore nelle città portano ad un aumento del numero della sindrome.

Se trovi sintomi simili, consulta il tuo medico. Non automedicare: è pericoloso per la salute!

Classificazione e fasi di sviluppo della sindrome da affaticamento cronico

La sindrome da affaticamento cronico si riferisce a malattie neurologiche. [5] La ricerca in questo settore è in corso.

Sulla base delle manifestazioni cliniche, la definizione di malattia è stata in costante cambiamento, quindi è stata caratterizzata come:

  • affaticamento e debolezza (criterio dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie);
  • debolezza ed esaurimento post-caricamento (criteri del consenso canadese); [6]
  • malattia sistemica di intolleranza allo sforzo fisico (National Academy of Medicine, USA).

Quest'ultima formulazione è apparsa come alternativa basata su analisi su larga scala. Sottolinea che la sindrome da stanchezza cronica colpisce tutto il corpo e aumenta con lo stress fisico o cognitivo, nonché sotto l'influenza di altri fattori di stress. [7]

È anche problematico identificare chiaramente le fasi di sviluppo della sindrome da affaticamento cronico, come diagnosticare. Alcuni specialisti, sulla base di un sondaggio condotto su pazienti, concludono che la sindrome può essere classificata in base alle sue cause alla radice:

  • affaticamento cronico di natura nervosa - all'inizio ci sono lievi disturbi nervosi che sopprimono l'attività fisica, la funzione del sonno e portano gradualmente a muscoli e mal di testa;
  • affaticamento cronico associato ad attività fisica prolungata - all'inizio il paziente avverte debolezza generale e una diminuzione del tono del corpo;
  • un tipo misto di sindrome: i sintomi si manifestano e si sviluppano in parallelo.

Teoria virale della sindrome da affaticamento cronico

La più convincente rimane l'ipotesi infettiva o virale della CFS. Si ritiene che i virus possano passare da uno stato latente a uno stato attivo e, dopo il recupero, la ricaduta può verificarsi in qualsiasi momento.

Spesso la malattia inizia in una persona che ha avuto l'influenza, un raffreddore o uno shock emotivo grave. Inizia all'improvviso, i sintomi assomigliano all'influenza, la temperatura aumenta, la debolezza, la gola può ferire, i linfonodi aumentano.

Quando lo stato provocatorio passa, si instaura.
esaurimento. Questa sensazione è accompagnata da mal di testa senza causa,
vertigini, irritabilità, affaticamento, distrazione,
disabilità, malessere.

La memoria e la concentrazione a breve termine stanno peggiorando. Inoltre, possono verificarsi palpitazioni cardiache, eruzioni cutanee, ipersensibilità, perdita di peso, sudorazione, perdita di capelli.

Sono possibili mal di testa, gola, articolazioni che continuano a far male, febbre, febbre bassa, dolore ai muscoli e alle articolazioni, nei linfonodi cervicali. Sembra che la malattia si sia trascinata. Tutti i sintomi, come menzionato sopra, possono essere ripetuti o continuati per 6 mesi o più, ma tali pazienti, di norma, non consultano i medici.

Nel tempo, l'insonnia arriva, con affaticamento, il dolore si intensifica, appare la dispersione. Alcuni pazienti si adattano a questa condizione e conducono uno stile di vita familiare, mentre qualcuno non può lavorare e ha bisogno di cure, appare un umore depresso. Coloro che soffrono di questa sindrome hanno un'immunità compromessa, comprese le allergie.

Sindrome da affaticamento cronico e depressione

Alcuni ricercatori considerano la CFS una conseguenza di una patologia psicologica nascosta: la depressione atipica.

La CFS è simile a uno stato di depressione, ma non lo è. I medici spesso assumono questa malattia per la depressione e la trattano con psicoterapia e depressivi. Le persone intorno possono considerare pigre le persone con CFS, piagnucolando chiedendo pietà.

Le sollecitazioni portano a una diminuzione dell'immunità, rispettivamente, il corpo è più accessibile alle infezioni, la sensibilità agli aumenti degli allergeni, i meccanismi di adattamento peggiorano - tutto ciò porta alla CFS Molti studi scientifici hanno dimostrato che questa è una malattia somatica che porta a malattie professionali, sociali e disadattamento individuale dei pazienti.

Diagnosi di CFS come disturbo del sistema nervoso

La diagnosi viene fatta sulla base di un'analisi delle anomalie del paziente. Un certo numero di criteri che un neurologo calcola indica un disturbo o lo confuta.

Poiché la CFS può indicare lo sviluppo di malattie endocrine, oncologiche, somatiche, infettive o psichiatriche, il paziente viene anche esaminato da uno specialista in malattie infettive, endocrinologo, terapista e reumatologo.

Inoltre, vengono eseguiti esami del sangue per le infezioni, incluso l'HIV.

Trattamento di affaticamento cronico

Lo stato di affaticamento - lo stato fisiologico del corpo - si verifica quando le cellule del corpo esauriscono le loro risorse energetiche. Il corpo dà un segnale per un cambiamento di attività e per la necessità di ripristinare la forza attraverso il riposo. Se una persona non è in grado di riprendersi regolarmente, prova un senso di superlavoro. La CFS si verifica con costante sovrastanchezza, che non scompare nemmeno dopo le vacanze e i fine settimana.

Nel trattamento della sindrome da stanchezza cronica, si raccomanda un metodo completo, che includa approcci socio-igienici, psicologici, diagnostici clinici e terapeutici.

Per la terapia farmacologica, viene prescritta la CFS
immunomodulatori, antinfiammatori, antivirali, sedativi
preparati, vitamine.

Se noti sintomi di affaticamento cronico, assicurati di rivedere il tuo stile di vita.

Si raccomanda uno stretto controllo del regime di riposo e attività, una colazione completa e una dieta. Il cibo migliore è frequente e in piccole porzioni.

Il cibo integrale aiuta a mantenere l'energia per tutto il giorno grazie al suo complesso contenuto di carboidrati. Le noci sono eccellenti fonti di energia. Lo zucchero è uno dei motivi per abbassare i livelli di energia. Gli alimenti alcalini (frutta e verdura) sono buone fonti di energia, poiché sono più facili da digerire e caricare più velocemente. Alimenti utili per la tua tavola.

Gli integratori naturali - ginseng, polline d'api - aiutano anche a ricaricare le batterie per l'intera giornata. L'assunzione di vitamine B e C, complessi multivitaminici aiuta a migliorare la condizione. L'aromaterapia con agrumi, zenzero e menta piperita tonificherà.

Come caricarti di energia per l'intera giornata?

Un sonno notturno di 7-8 ore è necessario per rilassarsi e
concentrazione durante il giorno. E prolungato sdraiato nel letto riduce il livello di
energia. Non dimenticare di fare un pisolino 15 minuti nel pomeriggio, questo è il momento migliore per
recupero della salute.

La meditazione e il rilassamento sono un buon modo per energizzare te stesso durante il giorno. Camminare ed esercitarsi aiutano a calmarsi e migliorare il proprio umore. È particolarmente utile camminare prima di coricarsi. Ricorda che quando bevi alcolici, la qualità del sonno diminuisce.

Devi lavorare in una stanza luminosa. Le questioni di routine riducono il livello di energia, durante il lavoro è utile cambiare attenzione, fare brevi pause. In questo momento, ovviamente, non è necessario impegnarsi nei social network o andare a fumare. Si consiglia di parlare con i colleghi, bere acqua, camminare, allungare, fare alcuni esercizi fisici leggeri. Prendi almeno 30 minuti di allenamento al giorno.

Il nostro corpo è costituito per oltre l'80% di acqua, quindi
devi riempire regolarmente le sue riserve. Basta acqua
mantenere il corpo in forma e garantire la normale funzione cerebrale.

Per migliorare, fai una doccia, vai a
piscina, fare un agopuntura o un corso di massaggio.

Partecipa alle sessioni di terapia della risata, impara a gestire le tue emozioni, cerca gli aspetti positivi di ciò che sta accadendo: ti aiuterà a ripristinare il tuo livello di energia.

Grazie per aver letto questo articolo. Come sempre, accogliamo con favore le vostre domande e commenti.

Lo psicologo praticante. Si è laureata alla Don State Technical University con una laurea in Psicologia organizzativa, corsi di psicoterapia di gruppo NLP ed Erickson Hypnosis, e ha anche seguito una formazione ulteriore nell'ambito del programma Psychological Counselling IUBiP.

Attualmente tiene lezioni di terapia individuale e di gruppo, consulenza, corsi di formazione e seminari, programmi di sviluppo per bambini e adulti (coaching).

Il medico decide in merito alla nomina di regimi terapeutici e terapeutici in base alla gravità dell'affaticamento cronico. A volte è sufficiente solo un trattamento psicoterapico, ma i farmaci possono essere raccomandati. Il trattamento è completo, sono consigliati i seguenti metodi, come sbarazzarsi dell'affaticamento cronico:

  • obbligatorio, buon riposo;
  • nel regime del giorno è necessario includere l'attività fisica (terapia fisica, camminare all'aria aperta);
  • una dieta equilibrata, non è consigliabile mangiare molti dolci;
  • massaggio segmentale o generale;
  • trattamento tempestivo di quelle patologie che possono causare la comparsa di sintomi della sindrome da affaticamento: rinite vasomotoria, sinusite cronica, bronchiectasie;
  • doccia quotidiana a contrasto;
  • trova una fonte di emozioni positive (ogni persona è individuale).

I farmaci fanno parte di una terapia complessa, prescritta a seconda della fonte della condizione cronica. Il medico può prescrivere queste pillole per l'affaticamento:

  1. Antidepressivi. Necessario per eliminare i sintomi della depressione cronica, aumentare l'immunità. Prescrivere, di norma, Prozac, Zoloft, Fluoxetine, Azafen.
  2. Tranquillanti diurni. Ridurre la sensazione di ansia, ansia, ma non provocare aumento della sonnolenza.
  3. L-carnitina. Questo elemento è responsabile della produzione di ATP nei mitocondri delle cellule durante l'ossidazione degli acidi grassi. Durante la CFS, si nota una significativa riduzione della quantità di questo aminoacido nel corpo umano.
  4. Preparati di magnesio. Una carenza di questa sostanza porta ad affaticamento, a una rottura. Il magnesio, quando combinato con l'ATP, aiuta a trasferire, accumulare energia nelle cellule.
  5. Farmaci antinfiammatori non steroidei. I farmaci di questo gruppo aiutano ad eliminare il dolore muscolare e articolare.
  6. Vitamine del gruppo B. Migliora l'interazione tra muscolo e sistema nervoso.
  7. Immunomodulatori. Frequenti raffreddori, asma bronchiale, bronchite cronica necessitano di terapia. Per fare questo, prescrivere farmaci che migliorano l'immunità: levamisolo, poliossidonio, nucleonato di sodio, timalin o interferoni.
  8. Immunoglobuline, farmaci antivirali. Il medico le prescrive per il trattamento della sindrome con elevati titoli di anticorpi, la determinazione del DNA di questi virus nel sangue.
  9. I farmaci nootropici aiutano ad alleviare i sintomi. Con la sindrome XI, è necessario aumentare le capacità adattive del cervello, per stimolarne il lavoro. Prescrivere farmaci Aminalon, Semax, Glycine.

Questa è un'altra area di trattamento per la sindrome da affaticamento cronico. Di seguito è riportato un elenco di cosa fare in caso di affaticamento cronico:

  1. Magnetoterapia.
  2. Procedure idriche.
  3. Agopuntura.
  4. Massaggi.

Questa è una tecnica psicoterapica che mira a ripristinare i meccanismi omeostatici nel corpo umano dopo lo stress. L'autotraining è un potente strumento per ripristinare l'equilibrio emotivo. Il paziente con il massimo rilassamento muscolare utilizza la tecnica di auto-suggerimento. Questo aiuta a influenzare i processi psichici e autonomici nella sindrome dell'XI.

Forse vuoi sapere del nuovo farmaco - Cardiol, che normalizza perfettamente la pressione sanguigna. Cardiol le capsule sono uno strumento eccellente per la prevenzione di molte malattie cardiache, poiché contengono componenti unici. Questo farmaco è superiore nelle sue proprietà terapeutiche a tali farmaci: Cardiline, Recardio, Detonic. Se vuoi conoscere informazioni dettagliate su Cardiol, Andare al sito web del produttoreQui troverai le risposte alle domande relative all'uso di questo farmaco, recensioni dei clienti e medici. Puoi anche scoprire il Cardiol capsule nel tuo paese e le condizioni di consegna. Alcune persone riescono a ottenere uno sconto del 50% sull'acquisto di questo farmaco (come farlo e acquistare pillole per il trattamento dell'ipertensione per 39 euro è scritto sul sito ufficiale del produttore.)Cardiol capsule per cuore

Rimedi popolari

Per il trattamento della sindrome XI, è possibile utilizzare le conoscenze della medicina tradizionale. Esistono ricette che aiutano a far fronte a situazioni stressanti, apatia, insonnia, riduzione delle prestazioni, letargia. Questo è un trattamento per i sintomi, ma non la causa principale, quindi la medicina tradizionale fa parte del complesso trattamento della sindrome. Puoi usare le seguenti ricette:

  1. Bevanda tonica. Prendi 100 g di miele (liquido), aggiungi tre cucchiai di aceto di mele. Tre volte al giorno, prendi 1 cucchiaino.
  2. Bevanda energetica mattutina. Per combattere i sintomi della fatica, puoi mescolare un cucchiaino di miele, una goccia di iodio, 1 cucchiaio di aceto di mele in acqua calda. Puoi bere la bevanda solo al mattino 1 volta al giorno.
  3. Tintura di zenzero. Buono per l'uso dopo una giornata lavorativa. Prendi 200 g di radice tritata, versa 1 litro di vodka e mantieni la settimana in un luogo buio. Bevi 1 bicchiere a cena 1 volta al giorno.

Un fattore importante nella prevenzione dello sviluppo della sindrome XI è l'identificazione tempestiva dei sintomi. Se sei perseguitato da insonnia, stress muscolare ed emotivo, altri segni di affaticamento cronico, devi evitare l'aggravamento della condizione. È necessario cercare di formare un'autostima oggettiva, darsi uno stress mentale, fisico adeguato e elaborare una routine quotidiana. Cerca di evitare situazioni stressanti ed evitare il superlavoro. Se non lo fai, prova a rilassarti completamente, rilassati.

Come affrontare la fatica costante da solo?

Se una persona soffre di CFS, è impossibile curare tale condizione da solo, poiché è necessario un approccio integrato. Ma senza le azioni che il paziente è in grado di eseguire se stesso, è improbabile che la fatica cronica si attenui.

Puoi liberarti indipendentemente dall'affaticamento cronico e dalla sonnolenza se:

  • ridurre il livello di stress mentale;
  • costruire e osservare il regime corretto della giornata, alternando lavoro moderato a un buon riposo;
  • moderata attività fisica;
  • passare molto tempo all'aria aperta;
  • fare lunghe passeggiate (alcuni esperti raccomandano di estenderle a cinque ore);
  • impegnarsi in nuoto, ginnastica, esercizi di respirazione (per determinare il livello ottimale di carico, consultare sempre il proprio medico);
  • fare cose che portano emozioni positive;
  • mangiare bene, consumando cibi ricchi di vitamine e minerali;
  • rifiutare di usare lo zucchero in grandi quantità;
  • non bere alcolici;
  • abbandonare le attività che provocano condizioni stressanti nel paziente.

Terapia occupazionale

Il trattamento della sindrome da affaticamento cronico è impossibile senza un aiuto professionale, la necessità di contattare uno specialista è dovuta al fatto che le cause della CFS possono avere ragioni diverse.

Quindi, in presenza di anomalie mentali come fattore determinante nella CFS, prestano attenzione all'autotraining e allo svolgimento di sessioni di terapia di gruppo.

In presenza di malattie degli organi interni e dei sistemi del corpo come fattore di rischio, un metodo efficace di trattamento è condurre procedure di fisioterapia.

Per alleviare l'affaticamento cronico, tali tecniche sono adatte:

  1. Magnetoterapia, che ha un effetto rilassante e analgesico. Questa procedura è prescritta per le patologie del sistema endocrino che hanno provocato la CFS.
  2. Idroterapia. L'effetto benefico dell'acqua allevia la tensione muscolare, rilassa il sistema nervoso, migliora il sonno. La procedura è efficace in presenza di patologie mentali.
  3. Massaggio, che viene eseguito con un ritmo calmo. La manipolazione allevia il dolore muscolare e la tensione generale, stimola la circolazione sanguigna.
  4. La terapia laser colpisce tutti gli organi e i sistemi, migliorandone il lavoro. Stimola il funzionamento del sistema nervoso.
  5. Fisioterapia. Semplici esercizi fisici aumentano l'immunità, portano a uno stato di equilibrio uno stato psico-emotivo, alleviano l'apatia.

Il programma per ciascuna procedura è prescritto dal medico, a seconda delle caratteristiche individuali del paziente e delle sue condizioni attuali.

A seconda della causa dello sviluppo della sindrome da affaticamento cronico e dei suoi sintomi dominanti, possono essere prescritti i seguenti tipi di farmaci:

  1. Immunomodulatori. Questo tipo di farmaco è attuale per le frequenti malattie virali e infettive che provocano un disturbo del sistema nervoso. Inoltre, rafforzano il sistema immunitario e supportano un organismo impoverito.
  2. Antidepressivi. Sono obbligatori per depressione prolungata e progressiva, fobie, ansia costante.
  3. Farmaci antinfiammatori non steroidei. Con CFS, sono prescritti solo in caso di manifestazioni di dolore muscolare.
  4. Sedativi di origine vegetale.
  5. Farmaci per sopprimere una maggiore irritabilità.

Di grande importanza nel trattamento di questa patologia è la terapia vitaminica. L'azione delle vitamine, ovviamente, non ha lo scopo di sopprimere lo stress, ma questi elementi utili aiuteranno a sostenere il sistema immunitario.

Dovresti assumere farmaci contenenti selenio, zinco, ferro e magnesio. Da affaticamento cronico e debolezza, è necessario assumere vitamine A, B, E.

Pericoli: nascosti e palesi

Di norma, la prognosi per la sindrome da affaticamento è favorevole, la malattia può essere trattata - ovviamente, se è adeguata e tempestiva. Ma se non attribuisci importanza a tale stato per lungo tempo e non lo combatti, allora è pieno di sviluppo di malattie secondarie. It:

  • malattie infettive e virali;
  • patologie del sistema riproduttivo maschile e femminile;
  • Morbo di Parkinson in età avanzata;
  • schizofrenia ed epilessia (soprattutto per i bambini).

misure preventive

Prevenire lo sviluppo di CFS è abbastanza reale. A tal fine è necessario:

  • cercare di condurre uno stile di vita attivo e sano;
  • trascorrere più tempo all'aria aperta, se si deve passare la maggior parte del tempo in ambienti chiusi, è necessario ventilarlo almeno più spesso e mantenere un livello ottimale di umidità;
  • evitare situazioni stressanti quando possibile;
  • cambiare la situazione di volta in volta per ottenere nuove sensazioni;
  • rifiutare da cattive abitudini;
  • imparare a pianificare e seguire correttamente un programma di lavoro e riposo.

CFS - non è mortale. Ma, poiché la patologia colpisce il sistema nervoso, è necessario combatterlo senza ritardarlo per dopo, altrimenti in seguito si possono verificare conseguenze ancora più gravi.

Detonic - una medicina unica che aiuta a combattere l'ipertensione in tutte le fasi del suo sviluppo.

Detonic per la normalizzazione della pressione

Il complesso effetto dei componenti vegetali del farmaco Detonic sulle pareti dei vasi sanguigni e il sistema nervoso autonomo contribuiscono a un rapido calo della pressione sanguigna. Inoltre, questo farmaco previene lo sviluppo dell'aterosclerosi, grazie ai componenti unici che sono coinvolti nella sintesi della lecitina, un aminoacido che regola il metabolismo del colesterolo e previene la formazione di placche aterosclerotiche.

Detonic non provoca dipendenza e sindrome da astinenza, poiché tutti i componenti del prodotto sono naturali.

Informazioni dettagliate su Detonic si trova sulla pagina del produttore www.detonicnd.com.

Tatyana Jakowenko

Redattore capo del Detonic rivista online, cardiologo Yakovenko-Plahotnaya Tatyana. Autore di oltre 950 articoli scientifici, anche su riviste mediche straniere. Lavora come cardiologo in un ospedale clinico da oltre 12 anni. Possiede moderni metodi di diagnosi e cura delle malattie cardiovascolari e li implementa nelle sue attività professionali. Ad esempio, utilizza metodi di rianimazione del cuore, decodifica dell'ECG, test funzionali, ergometria ciclica e conosce molto bene l'ecocardiografia.

Per 10 anni ha partecipato attivamente a numerosi simposi e seminari medici per medici - famiglie, terapisti e cardiologi. Ha molte pubblicazioni su uno stile di vita sano, diagnosi e cura delle malattie cardiache e vascolari.

Monitora regolarmente nuove pubblicazioni di riviste di cardiologia europee e americane, scrive articoli scientifici, prepara relazioni in conferenze scientifiche e partecipa a congressi europei di cardiologia.

Detonic