Riabilitazione dopo un infarto psicologico razione graduale

L'infarto del miocardio è una malattia che può essere evitata. Questo disturbo si sviluppa a lungo e il completamento fatale può essere prevenuto molto prima di quando il sistema cardiovascolare raggiunge un grado estremo di deterioramento.

In effetti, la riabilitazione dei pazienti con infarto del miocardio continua per il resto della vita.

Include i seguenti passaggi principali:

  • con alcune raccomandazioni, vengono prescritte operazioni: angioplastica con palla, stenting coronarico, ecc. È necessario un intervento per prevenire il ripetersi di un infarto o per eliminarne le conseguenze particolarmente gravi;
  • ripristino o raggiungimento del più alto tenore di vita possibile;
  • assumere farmaci prescritti - è una questione di terapia di mantenimento, quindi è impossibile rifiutare i farmaci perché non ci sono dolori o attacchi;
  • prevenzione delle malattie cardiache - dura anche il resto della tua vita;
  • cambiamenti nello stile di vita - ovvero abbandono di abitudini malsane, cambiamenti nella dieta, riposo e lavoro, riabilitazione fisica per infarto del miocardio e così via;
  • ritorno ai dettagli del lavoro. Allo stesso tempo, un ritorno alla precedente forma di lavoro non è sempre possibile, ma è del tutto possibile raggiungere il successo nel tuo campo.

Il recupero del paziente inizia immediatamente dopo la fine della fase critica di un infarto.

Fin dai primi giorni di ricovero, il personale medico aiuta il paziente a iniziare una lotta che gli permetterà di ritrovare la sua salute e la qualità della vita.

Il periodo di riabilitazione è condizionatamente suddiviso in 3 fasi:

  1. Stazionario. Include necessariamente terapia farmacologica, attività fisica minima e supporto psicologico primario. Il paziente è in ospedale da 7 a 20 giorni. Durante questo periodo, una persona riesce a ripristinare le capacità motorie minime e conosce il programma nutrizionale.
  2. Post-stazionaria. Ora il paziente deve adattarsi il più possibile al nuovo stile di vita, cambiare le sue abitudini alimentari, stabilizzare il suo umore psicologico. Tale riabilitazione è possibile a casa o in sanatori specializzati, pensioni. Questo periodo dura dai 6 ai 12 mesi.
  3. Sostenere. La durata di questo periodo di riabilitazione non è limitata. Una persona dovrebbe seguire le raccomandazioni mediche per tutta la sua vita futura, che gli permetterà di ridurre il rischio di attacchi di cuore ripetuti. Un infarto con esperienza richiede che il paziente aderisca alla corretta alimentazione e ad altri principi di uno stile di vita sano, assuma i farmaci prescritti e sia regolarmente sottoposto a esami preventivi.

Ognuno di questi passaggi include una serie di misure (farmaci, una serie di esercizi terapeutici, dieta) necessari per un recupero relativamente rapido.

Durante la fase stazionaria, migliorano l'afflusso di sangue al muscolo cardiaco, avvertono della probabilità di complicanze e determinano la prognosi.

Componenti stazionari dello stadio.

Nome d'arteMantenere
Riposo a letto
  • uso di una sedia da comodino;
  • complesso di terapia fisica n. 1, costituito da esercizi di respirazione, minima attività fisica delle gambe, braccia in posizione supina. Durata dell'allenamento - 10-15 minuti;
  • adozione di una posizione seduta (1-2 giorni), posizione eretta (2-3 giorni);
  • conversazione iniziale con il medico. Una persona impara il pericolo di malattia coronarica complicata da un infarto. Inoltre, il medico deve sottolineare che il risultato dipende in gran parte dal paziente.
Modalità reparto
  • implica camminare, attività esclusivamente all'interno della camera;
  • complesso di terapia fisica n. 2, costituito dagli esercizi più semplici. Man mano che le condizioni del paziente migliorano, la loro durata aumenta;
  • risposte alle interessanti domande del paziente;
  • preparare il paziente a restrizioni future, giustificando la necessità di ciascuno di essi;
  • coinvolgimento dei parenti nel processo di riabilitazione, spiegazione delle caratteristiche del periodo di recupero.
Modalità corridoio
  • al paziente è permesso lasciare il reparto, usare una doccia in comune, un bagno;
  • la durata della camminata aumenta gradualmente. La prima, seconda passeggiata dovrebbe essere breve - non più di 50-60 metri. Man mano che le condizioni del paziente migliorano, la distanza viene aumentata a 200 m e il numero di passaggi da 2-3 a 5-6 volte;
  • 2-3 giorni prima della dimissione, è consentito salire le scale. Tra gli aumenti, viene effettuata una pausa di 5-10 minuti;
  • i pazienti gravi iniziano a dominare le scale dalla discesa: si alzano di un piano sull'ascensore e poi scendono (non più di 1 piano);
  • terapia fisica complessa n. 3.
dichiarazione
  • discussione di un piano per ulteriori trattamenti;
  • raccomandazioni per il prossimo futuro;
  • nomina della data della prima visita dal cardiologo.

Vita sessuale

Per la prima volta (4-8 settimane) dopo un infarto, si raccomanda di condurre uno stile di vita calmo. È consigliabile che il paziente trascorra più tempo a casa che andare in giro per gli ospiti o essere coinvolto nelle feste. Tuttavia, le passeggiate tranquille all'aria aperta su terreni accidentati devono essere effettuate quotidianamente.

Dopo un infarto, viene imposta una limitazione all'uso di alcol, sebbene alcuni medici ritengano che un bicchiere di vino rosso di qualità sia abbastanza accettabile di volta in volta. Ma il fumo deve essere completamente dimenticato. Se una persona continua a fumare dopo un infarto, tutte le misure prese per aprire i vasi sanguigni saranno completamente inefficaci.

Puoi fare sesso dopo un infarto dopo 1,5 - 2 mesi dopo un attacco acuto. Allo stesso tempo, una persona dovrebbe già normalmente tollerare una salita di 2-3 rampe di rampe di scale. È estremamente indesiderabile usare stimolanti della potenza prima di fare sesso. Ma i farmaci che prevengono un attacco di angina, possono anche essere raccomandati da un cardiologo prima dell'intimità.

Prima o dopo l'intimità, non è consigliabile mangiare troppo, bere alcolici, caffè o fumo. Tutto ciò aumenta il carico sul cuore. Inoltre, dovrebbe essere controllato in modo tale che la vita intima non impedisca al paziente di dormire a sufficienza.

E anche durante i rapporti sessuali, una persona dovrebbe essere psicologicamente a suo agio, quindi, come partner, dovresti scegliere una persona di fiducia, farlo nelle normali condizioni e in pose alleggerite.

Dovrebbe essere distinta la limitazione in un certo tipo di carico da un rifiuto completo di quest'ultimo.

L'infarto del miocardio non è una frase, dopo di che una persona deve condurre uno stile di vita vegetale. Al contrario, il danno al muscolo cardiaco dovrebbe essere riparato, il che significa automaticamente una vita piena e non una limitazione.

L'intensità di alcune manifestazioni della vita dovrebbe essere cambiata.

Recupero: la durata, l'intensità dei carichi, la caratteristica della nutrizione, dipende dalla gravità della malattia.

4 classi di pazienti sono divise:

  • 1 classe funzionale: si tratta di pazienti che hanno subito un piccolo infarto focale senza complicazioni significative o addirittura senza di loro. Qui, il recupero dall'infarto del miocardio è il più semplice.
  • Grado 2: include pazienti con complicanze moderate o pazienti dopo un grave attacco cardiaco focale, ma con conseguenze minime.
  • Grado 3: si tratta di pazienti con gravi complicanze dopo un piccolo attacco cardiaco focale, in particolare con angina pectoris fino a 4-6 volte al giorno.
  • Grado 4 - pazienti che hanno avuto un piccolo attacco cardiaco focale con conseguenze molto gravi - fino alla morte clinica, nonché pazienti con infarto miocardico transmurale. Questo è il gruppo di pazienti più difficile, il periodo del periodo di riabilitazione è molto lungo.
Forse vuoi sapere del nuovo farmaco - Cardiol, che normalizza perfettamente la pressione sanguigna. Cardiol le capsule sono uno strumento eccellente per la prevenzione di molte malattie cardiache, poiché contengono componenti unici. Questo farmaco è superiore nelle sue proprietà terapeutiche a tali farmaci: Cardiline, Recardio, Detonic. Se vuoi conoscere informazioni dettagliate su Cardiol, Andare al sito web del produttoreQui troverai le risposte alle domande relative all'uso di questo farmaco, recensioni dei clienti e medici. Puoi anche scoprire il Cardiol capsule nel tuo paese e le condizioni di consegna. Alcune persone riescono a ottenere uno sconto del 50% sull'acquisto di questo farmaco (come farlo e acquistare pillole per il trattamento dell'ipertensione per 39 euro è scritto sul sito ufficiale del produttore.)Cardiol capsule per cuore

Esercizio fisico

Il muscolo cardiaco è uguale a tutti gli altri e risponde allo stress e alla sua mancanza, proprio come tutti gli altri. Con carichi insufficienti, il muscolo si atrofizza, diventa più debole e più rapidamente danneggiato, con carichi eccessivi viene ferito. Qui, come nessun'altra misura importante.

È necessario caricare il cuore il più presto possibile e, ovviamente, dopo aver consultato il medico curante.

  • Nel periodo successivo all'attacco, l'attività fisica è vietata. Il paziente può sedersi sul letto due volte al giorno per non più di 10 minuti e sempre sotto la supervisione del personale medico. Per i pazienti di grado 1, 2, questo periodo è di 3-4 giorni, per 4 - almeno una settimana. Se il paziente ha un attacco cardiaco ripetuto o la condizione è complicata da altre malattie, il periodo di riabilitazione viene prolungato di altri 2 giorni.
  • Nella seconda fase, è consentito camminare lungo il corridoio, sedersi 3 volte al giorno per 25 minuti. Evita le attività che richiedono pendenze: con un infarto questo è il carico più pesante. Successivamente è permesso fare ginnastica seduti - dopo l'esame e il permesso del medico, ovviamente.
  • La terza fase prevede la camminata lungo il corridoio - fino a 200 m, self service completo, posizione seduta senza limiti di tempo. Questa fase ti consente di ripristinare i muscoli più velocemente.
  • Nella quarta fase, sono consentite le passeggiate: sono molto convenienti perché il paziente stesso regola la loro durata e intensità. Inizialmente, la distanza è di 600 m, quindi 1,5 km e dopo un paio di giorni 2-3 km.

Questa fase inizia dopo che i dati ECG confermano l'insorgenza di cicatrici del tessuto cardiaco. Per le diverse classi funzionali, questo momento si verifica in momenti diversi: per la classe 1 - per 18-20 giorni, per 2-16–7, per 3 - per 20-21. Il recupero di pazienti di grado 4 dipende da troppi fattori, è impossibile indicare qui il periodo di recupero.

Dovresti concentrarti sul camminare non su una sensazione di stanchezza, ma su segni più oggettivi:

  • l'aumento della pressione funge da segnale per ridurre il carico;
  • aumento della frequenza cardiaca a 200. E, a proposito, se dopo una passeggiata la frequenza cardiaca inizia a rientrare in 100-120 battiti, questo indica un recupero;
  • mancanza di respiro - non è un indicatore per l'asma;
  • sudorazione eccessiva.

Dopo aver completato correttamente 4 passaggi, il paziente può essere dimesso. A casa, è obbligato a soddisfare tutte le istruzioni di un cardiologo, incluso un aumento graduale dell'attività fisica al normale o lo sviluppo di attività fisica se non era caratteristica del paziente.

Le cattive abitudini e la vita di un paziente con infarto sono semplicemente incompatibili.

  • Alcol: anche le bevande a basso contenuto di alcol, come la birra, non sono consentite. Il senso di colpa non fa eccezione, per i pazienti c'è qualche pericolo anche il succo d'uva.
  • Il fumo è l'abitudine più pericolosa, poiché è il fumo che provoca spasmi vascolari e sclerosi.
  • Farmaci: le conseguenze negative dell'assunzione di essi annulleranno i risultati anche dell'operazione di maggior successo.
  • Un sacco di peso - o meglio, l'abitudine di consumare cibi grassi e farinosi. Per il cuore, ogni chilogrammo in più è un serio test di forza. Nonostante il processo piuttosto complicato di perdita di peso, le persone che hanno avuto un infarto hanno bisogno di mantenere il loro peso normale.

Secondo i dati disponibili, solo l'1% dei pazienti soffre di un secondo attacco cardiaco a causa di un'attività sessuale troppo attiva. Pertanto, non vi è motivo di abbandonare improvvisamente la vita personale. Tuttavia, per iniziare a fare sesso dovrebbe essere graduale.

I primi test possono essere fatti dopo brevi passeggiate - almeno 2-3 km, il respiro corto scompare.

I tentativi non sono sempre coronati da successo: i farmaci usati durante la riabilitazione inibiscono la funzione sessuale negli uomini e nelle donne.

Le pose sono piuttosto limitate. La posizione migliore è sul lato destro. Non è auspicabile utilizzare posture dove è richiesta o possibile una piega in avanti.

La riabilitazione dopo un infarto del miocardio e un ritorno a una vita piena sono abbastanza possibili, ma solo con l'esatto soddisfacimento di una serie di condizioni:

  • monitoraggio obbligatorio della propria condizione;
  • attuazione di raccomandazioni mediche;
  • restrizioni alimentari;
  • smettere di fumare, fumare e droghe;
  • attività fisica fattibile.

Terapia farmacologica

L'approccio terapeutico dopo un infarto è simile a quello usato per la malattia coronarica. L'obiettivo della terapia farmacologica è migliorare la prognosi e la qualità della vita dei pazienti.

Degli approcci conservativi al ripristino precoce del flusso sanguigno in un'arteria coronarica (affetta) da infarto, il più efficace è il metodo di terapia trombolitica sistemica. Prima di tutto, eliminano un coagulo di sangue (stenting) e fermano il dolore.

In futuro, ricorrere all'uso di tali farmaci:

  • nitrati;
  • agenti antipiastrinici e anticoagulanti;
  • in assenza di controindicazioni, vengono utilizzati i beta-bloccanti;
  • ACE-inibitori, in particolare per i pazienti con diabete mellito e / o insufficienza ventricolare sinistra;
  • farmaci che abbassano i lipidi nel sangue.

Il recupero da un infarto, che continua dopo la dimissione da un istituto medico, richiede una prescrizione individuale di farmaci. Per questo, vengono prese in considerazione la presenza di altre malattie somatiche, le cause della trombosi e le caratteristiche fisiologiche. Può essere antiipertensivo che allevia lo stress sul cuore o fluidifica il sangue.

Riabilitazione dalla droga

I farmaci che vengono prescritti includono quasi sempre farmaci che prevengono la formazione di coaguli di sangue: aspirina, integrina, enoxaparina e così via. Tutti appartengono agli anticoagulanti e riducono la coagulazione del sangue.

Tuttavia, il trattamento delle conseguenze dell'infarto del miocardio è strettamente individuale. Il medico seleziona i farmaci, valutando non solo le conseguenze della malattia, ma anche la gravità delle lesioni, le condizioni generali del paziente, le malattie concomitanti e così via.

Solo una cosa è comune qui: la nomina di un medico deve essere effettuata con tutta la precisione possibile.

Esercizi e terapia fisica

I pazienti anziani guariscono per un periodo particolarmente lungo. Ma devono fare ogni sforzo per ripristinare le capacità motorie.

Dopo un esteso infarto miocardico, i pazienti vengono mostrati a lungo a riposo a letto, quindi il programma di recupero inizia con le seguenti azioni:

  1. L'attività fisica del paziente inizia con una rotazione regolare nel letto da un lato all'altro.
  2. Dopo un giorno, è consentito sedersi sul bordo del letto (non più di 10 minuti) e alleviare la necessità di una posizione seduta.
  3. In futuro, il paziente può sedersi quotidianamente, aumentando gradualmente il tempo trascorso in questa posizione.
  4. La fase successiva è che il paziente prende una posizione verticale e si muove lentamente intorno al reparto.
  5. Dopo una settimana, una persona può sedersi sul letto per un tempo illimitato e padroneggiare gradualmente la ginnastica terapeutica.

Nel corso del tempo, i medici raccomanderanno al paziente di spostarsi in modo più dinamico all'interno del reparto, oltre a uscire nel corridoio e salire le scale. Dopo la dimissione dal dipartimento di cardiologia, si raccomandano esercizi di fisioterapia per il paziente. Inizialmente, le lezioni durano un quarto d'ora, ma ogni settimana questo tempo può essere aumentato di 5 minuti e quindi gradualmente portato a un'ora.

Esercizi popolari per il cuore:

  1. Il paziente occupa una posizione seduta comoda, tenendo le gambe unite e abbassando le braccia lungo il busto. Sull'ispirazione, solleva un arto superiore e, espirando, lo abbassa. Quindi alterna la mano. Per ogni arto, questo esercizio viene ripetuto 5 volte.
  2. Il paziente è ancora seduto. Allarga le braccia ai lati in modo che i palmi siano rivolti verso l'alto. Piega gli arti ai gomiti e inizia a fare movimenti circolari con loro in senso orario, quindi in senso antiorario. 5 volte in ciascuna direzione.
  3. Il paziente è in piedi, tiene le gambe unite e le braccia estese ai lati. All'ispirazione, piega l'arto inferiore sinistro nel ginocchio e lo attira allo stomaco o al torace. Espirando, riporta la gamba sul pavimento e allarga gli arti superiori ai lati. Ripeti l'esercizio fino a 5 volte alternativamente con entrambe le gambe.
  4. Il paziente è in piedi, le gambe divaricate alla larghezza delle spalle e tiene le mani in vita. Raccogliendo aria nel petto, si piega di lato e, espirando, ritorna nella sua posizione originale. Ripeti l'esercizio in ciascuna direzione fino a 5 volte.
  5. Il paziente è ancora in piedi. Tiene le estremità inferiori alla larghezza delle spalle e abbassa gli arti superiori lungo il busto. Raccogliendo aria nel petto, prende da parte il braccio e la gamba sinistra, librandosi in questa posizione per 2-3 secondi. Quindi ritorna nella posizione iniziale e fa lo stesso con gli arti giusti. L'esercizio viene ripetuto 3-5 volte.

Quante ripetizioni e quali esercizi di terapia fisica usare devono essere decisi solo dal medico curante. E la loro corretta implementazione dovrebbe mostrare all'istruttore LFK.

È importante ricordare che l'eccessiva diligenza in ginnastica può portare a conseguenze negative.

Riabilitazione psicologica

La correzione psicologica, che fa parte di una riabilitazione completa, aiuterà il paziente a riprendersi subito dopo un infarto.

Ti consente di ottenere quanto segue:

  • sbarazzarsi degli attacchi di panico;
  • far fronte a un rapido esaurimento e alla qualità del sonno compromessa;
  • stabilire una vita intima;
  • accetta la tua diagnosi senza panico e segui chiaramente i consigli del medico;
  • padroneggiare tecniche rilassanti per non sovraccaricare il sistema cardiovascolare durante situazioni stressanti;
  • acquisire fiducia in se stessi;
  • imparare a godersi la vita;
  • riconsidera completamente il tuo approccio alla vita per proteggerti dalle ricadute.

I sopravvissuti a un infarto, di norma, sono consigliati sedute di psicoterapia con uno psicologo esperto che supporterà e aiuterà a trasferire questo problema.

Grazie a lui, il paziente può accettare con calma la sua situazione e capire che l'MI, come qualsiasi malattia grave, non è una frase. Questo è molto importante, poiché un atteggiamento positivo influisce in modo significativo sul rapido recupero.

Nella maggior parte dei casi, la riabilitazione dopo infarto del miocardio non tiene conto dei fattori psicologici. Emozioni e sovraccarichi nervosi influenzano lo stato del cuore più che l'attività fisica e durante il periodo di recupero devono essere esclusi o ridotti al minimo.

Non si tratta delle normali esplosioni emotive, ma della pressione causata da stress prolungato. L'aiuto degli psicologi in questa materia è inestimabile.

Entro 3-4 mesi, il paziente è spesso tormentato dalla paura e dalle paure eccessive per la sua vita. È necessario prevenire attacchi di panico, spiegando in dettaglio al paziente il meccanismo della formazione dei sintomi e il loro decorso.

Non meno spesso, i pazienti avvertono depressione. È causato da un senso di inferiorità, paure per il loro futuro, per la loro capacità di lavorare e così via. Nonostante il significato completamente oggettivo di questi fattori, è necessario separare nella mente del paziente le paure che sono infondate e reali.

Una persona che si sta riprendendo dopo un infarto del miocardio ha bisogno di fiducia in se stessi e dei propri cari. Spesso è necessaria una consulenza l'aiuto di uno psicologo non solo per il paziente stesso, ma anche per i suoi parenti.

Altrettanto dannosi sono sia una completa negazione di ciò che è accaduto, sia un'eccessiva custodia, limitando l'attività fisica e mentale.

Durante la riabilitazione a casa, il rapporto tra i propri cari e il recupero, di regola, è complicato: i malati di cuore sono caratterizzati da sospettosità, ansia continua, aspettativa costante di aiuto da parte degli altri, nonché invidia e amarezza.

In questo stato di cose, l'aiuto di uno specialista è prezioso, poiché i pazienti raramente ascoltano le opinioni dei loro parenti e amici. Inoltre, quest'ultimo costituisce l'oggetto più vicino di invidia e irritazione.

Dopo che il paziente è stato sottoposto a trattamento ospedaliero dopo un infarto del miocardio, insieme alla componente fisica, la componente psicologica è di grande importanza. Esistono vari tipi di risposta umana alla malattia, dall'adeguata all'ipocondria. Anche di grande importanza è la famiglia e le buone relazioni familiari nel periodo di adattamento del paziente all'attuazione della vita fuori dall'ospedale.

La rilevanza della componente psicologica aumenta nel processo di completamento della fase di riabilitazione, quando il paziente ritorna sul posto di lavoro e il suo stato sociale viene ripristinato dopo un infarto del miocardio. Con un adattamento mentale di successo e soddisfacente, i pazienti valutano adeguatamente le loro condizioni, seguono le raccomandazioni del medico e cercano di condurre uno stile di vita attivo.

Lo scopo dell'uso della psicoterapia nel trattamento dell'infarto miocardico è l'adattamento psicologico dei pazienti e l'orientamento a uno stile di vita attivo. Molta attenzione deve essere prestata all'eliminazione delle cause stressanti, psico-emotive che hanno portato allo sviluppo di un infarto. Il programma di riabilitazione comprende anche componenti come la psicoregolazione basata sull'ipnosi diffusa, l'eterotraining, l'addestramento ideomotorio, l'addestramento adattivo e l'addestramento nelle tecniche di auto-allenamento e autoregolazione.

Dal lato del parente più prossimo in relazione al paziente che ha avuto un infarto del miocardio, sono stati rivelati tre tipi principali di reazioni. Nella maggior parte dei casi, il comportamento del parente prossimo si basa su un sentimento di paura per le condizioni del paziente, che contribuisce alla sua custodia eccessiva, questo è particolarmente vero nelle questioni relative alla sua attività fisica.

Fondamentalmente, tali parenti sono vicini al paziente quando visita la clinica, camminando e limitando la sua minima attività fisica. A volte, i familiari del paziente sperimentano il tipo di reazione alla malattia della persona amata, quando il comportamento dei parenti è espresso come una completa negazione della malattia nel paziente o la gravità della malattia è ridotta.

La "media d'oro", che si forma tra i due tipi di reazioni dell'ambiente immediato del paziente alla sua malattia, è la reazione corretta e adeguata della famiglia alla malattia. Inoltre, la relazione tra marito e moglie dopo che uno di loro ha sofferto di un infarto miocardico acuto diventa uno dei fattori psicoterapeutici e talvolta psicotraumatici più significativi, quindi la psicoterapia familiare sarà una condizione importante.

Un aspetto significativo è la riabilitazione sociale. Il paziente dopo aver subito un infarto del miocardio è incapace per 4 mesi, quindi viene inviato al VTEK. A questo punto, il 50% dei pazienti torna alla propria attività lavorativa, ovvero la disabilità è quasi completamente ripristinata. Se sorgono complicazioni, un gruppo di disabilità, il più delle volte II, viene assegnato per 6-12 mesi.

con piccolo infarto miocardico focale, procedendo senza complicazioni, - circa 2 mesi; con grande focale (incluso infarto miocardico transmurale) - 2-3 mesi; con piccolo focale o grande focale complicato infarto del miocardio - 3-4 mesi. In caso di infarto miocardico ricorrente, gravi disturbi del ritmo e della conduzione, grave insufficienza coronarica cronica, insufficienza circolatoria, i pazienti con PB in stadio vengono inviati a una commissione di esperti di riabilitazione medica, che prolunga il congedo per malattia per più di 4 mesi (se la prospettiva di il ripristino della capacità lavorativa è reale) o riconosce il paziente come incapace.

Alla prima classe funzionale, i pazienti sono pienamente abili, ma sono esenti da turni notturni, lavoro aggiuntivo, viaggi di lavoro. Le persone la cui professione è indissolubilmente legata al duro lavoro fisico sono trasferite a un altro lavoro. Nella seconda classe funzionale, i pazienti sono abili, ma solo se il loro lavoro è associato a leggero lavoro fisico, stress fisico non intenso.

Trattamento dei disturbi mentali in pazienti con infarto del miocardio. Nella prima settimana della malattia, è possibile lo sviluppo di psicosi acuta, che è dovuta all'intossicazione con i prodotti di decadimento del focus necrotico, l'ipossiemia e i disturbi cerebrovascolari. In genere, le psicosi si verificano la sera, si verificano con un'eccitazione motoria acuta, i disturbi del sonno, l'ansia e la paura si sviluppano nei pazienti, spesso in queste condizioni vengono rilevate allucinazioni visive.

Dieta e corretta alimentazione

Un'alimentazione medica efficiente è di grande importanza nel complesso delle misure di riabilitazione dopo infarto del miocardio.

La terapia dietetica consente di normalizzare o almeno ridurre gli effetti della dislipidoproteinemia aterogena e, pertanto, è efficace come prevenzione primaria dell'infarto miocardico ricorrente. L'uso simultaneo di farmaci ipolipemizzanti con l'inizio della terapia dietetica è raccomandato solo quando è necessario ridurre immediatamente il livello lipidico plasmatico nelle persone con dislipidemia pronunciata geneticamente determinata e un alto rischio di sviluppare malattie coronariche o pancreatite (con ipertrigliceridemia alta ).

Nel 1987, un gruppo di esperti nello studio dell'aterosclerosi ha formulato 7 "regole d'oro" della dieta, il cui rispetto aiuterà a eliminare i disturbi del metabolismo delle lipoproteine:

  1. ridurre l'assunzione di grassi;
  2. ridurre drasticamente l'uso di alimenti contenenti acidi grassi saturi (grassi animali, burro, panna, uova), poiché contribuiscono all'iperlipidemia;
  3. aumentare l'assunzione di acidi grassi polinsaturi, che si trovano nei seguenti alimenti: oli vegetali liquidi, pesce, pollame, frutti di mare, acidi grassi polinsaturi riducono i lipidi nel sangue;
  4. è necessario aumentare l'assunzione di fibre e carboidrati complessi (frutta e verdura);
  5. sostituire completamente il burro con olio da cucina durante la cottura;
  6. ridurre drasticamente gli alimenti ricchi di colesterolo;
  7. limitare la quantità di sale negli alimenti a 3-5 g al giorno.

Queste condizioni corrispondono alla dieta n. 10, sviluppato dall'Institute of Nutrition RAMS.

Pazienti con infarto del miocardio, che non hanno avuto l'effetto della dieta No. 10 e giorni di digiuno, con concomitante insufficienza circolatoria cronica di pazienti con stadio II e stadio III, possono essere prescritti dieta Carrel. Questa dieta allevia in modo significativo il metabolismo, aumenta la diuresi e riduce l'acidosi. Nella dieta, il contenuto di sali di sodio è fortemente limitato e il contenuto di potassio è aumentato. Il 5-6 ° giorno, si verifica l'effetto terapeutico della dieta.

1 e non più di 14: 1. Il contenuto di potassio nella dieta dovrebbe essere di 5-7 g al giorno. Questa dieta comprende albicocche secche, uvetta, noci, patate al forno, cavoli, rosa canina, arance, mandarini, pesche, orzo, avena, cereali di grano, uva spina, prugne, ribes nero, vitello, olio vegetale, latte scremato e ricotta.

L'Institute of Clinical Nutrition RAMS ha sviluppato quattro varianti della dieta a base di potassio, che differiscono per contenuto di potassio e composizione chimica. La composizione chimica di questa dieta è inferiore, dato che è prescritta per 3-5 giorni, a partire dalla prima dieta, poiché le condizioni del paziente migliorano, vengono trasferite alle diete successive.

I pazienti devono essere costantemente convinti dell'importanza della dieta, anche se non c'è appetito, il cibo deve essere consumato.

Bere acqua minerale ha un effetto benefico sul metabolismo lipidico.

Le acque minerali hanno un effetto coleretico e contribuiscono a una riduzione del colesterolo nel sangue del 15% e dei trigliceridi del 20% (LE Mikhno, KD Vabov, 1995).

Le acque minerali cationiche miste sono principalmente idrogeno carbonato di sodio, cloruro, idrocarbonato solfato. Le acque minerali più utilizzate sono Essentuki No. 4, no. 17, Borjomi, Smirnovskaya, Luzhanskaya, Arzni e altri.

Le acque minerali devono essere prescritte in piccole quantità tre volte al giorno (al mattino a stomaco vuoto, prima di pranzo e cena) dopo il loro degassamento preliminare a pazienti con manifestazioni cliniche di malattia coronarica. La dose singola massima è determinata in base al peso corporeo del paziente: 1 ml di acqua minerale è prescritto per 3,3 kg di peso corporeo.

In assenza di malattie concomitanti dell'apparato digerente, vengono prescritte acque minerali a pazienti con IVS 30 minuti prima dei pasti, la temperatura dell'acqua è di 36-37 ° C. La durata del ciclo di trattamento del bere varia da 3-4 a 5- 6 settimane Un secondo ciclo di trattamento con acque minerali nel resort è raccomandato per i pazienti con malattia coronarica dopo 9-12 mesi.

Il colesterolo è un elemento strutturale di tutte le membrane cellulari, un precursore della sintesi di acidi biliari e ormoni steroidei. Per queste esigenze, il corpo umano sintetizza il proprio colesterolo endogeno in quantità sufficienti. Con un'eccessiva assunzione di colesterolo dall'esterno, cioè con il cibo, il meccanismo di feedback viene violato e la concentrazione di colesterolo nel sangue aumenta in modo significativo.

Nella dieta presentata No. 10, un contenuto di colesterolo è limitato a 300-200 mg e anche a 150 mg al giorno. Il colesterolo entra nel corpo con prodotti di origine animale. I seguenti alimenti sono ricchi di colesterolo: cervelli, reni, fegato, tuorlo d'uovo, burro, carne di maiale e grasso di montone, carne grassa, ecc.

Si calcola che, in media, ogni 100 mg di colesterolo consumato aumenti il ​​contenuto di sangue di 10 mg / dl. Il paziente deve calcolare la quantità di colesterolo assunto con il cibo durante il giorno, poiché sono state sviluppate tabelle speciali. In alcuni casi, per ridurre il colesterolo, è sufficiente limitare l'assunzione di cibi grassi da parte del paziente. Abbandonando pancetta, salsiccia, burro e sostituendo questi prodotti con pesce e margarine leggere, il paziente può evitare un infarto miocardico ripetuto.

Esiste una correlazione diretta tra il consumo di pesci marini, il grasso di pesce ricco di acidi grassi polinsaturi ω-3 e la ridotta morbilità e mortalità per malattia coronarica. Questo fatto è dovuto alla normalizzazione del metabolismo lipidico, a una diminuzione dell'aggregazione piastrinica e alla viscosità del sangue nel trattamento del grasso di pesce marino.

Il grasso dei pesci marini per il trattamento dell'iperlipidemia è ottenuto da carcasse di pesci, a differenza dell'olio di pesce ottenuto dal fegato di merluzzo. È stato sviluppato un nuovo prodotto alimentare "Ichteon food oil" e sotto forma di preparazione: l'eikanol. Sotto l'influenza dell'olio di ichtheon commestibile, il contenuto di colesterolo totale, colesterolo a bassa densità e lipoproteine ​​a densità molto bassa, i trigliceridi diminuisce e aumenta il colesterolo di lipoproteine ​​anti-aterogeniche ad alta densità.

Durante il trattamento con eikanol, sono possibili effetti collaterali sotto forma di esacerbazione di malattie croniche del tratto gastrointestinale (gastrite cronica, colecistite, ulcera gastrica, ulcera duodenale, pancreatite cronica). In questo caso, il trattamento deve essere sospeso. In assenza di eikanolo e olio di ichteon, il paziente può ottenere acido eicosopentaenoico mangiando pesce e altri frutti di mare.

Il contenuto di questa sostanza nella dieta quotidiana dovrebbe essere di 2-3 g. Il contenuto di acido eicosopentaenoico in grammi per 100 g di cibo è il più alto negli sugarelli - 1,44 g, in pasta oceanica - 1,14 g, nelle aringhe - 0,90 g, nelle sarde - 0,86 g, in sgombro da 0,7 a 1,26 g. Quando si esegue la terapia dietetica, è consigliabile tenere conto del tipo di iperlipoproteinemia.

La riabilitazione dopo un infarto non è stata completa senza una corretta alimentazione. Nel periodo acuto, al fine di ridurre il carico sul muscolo cardiaco, il paziente viene sostanzialmente tagliato porzioni e la dieta consiste principalmente di purè di zuppa senza sale e spezie piccanti.

Aderire ulteriormente ai principi della nutrizione dietetica secondo Pevzner (tabella n. 10):

  • i pasti dovrebbero essere frequenti (fino a 5-6 volte al giorno), ma frazionari;
  • il menu dovrebbe essere il più bilanciato possibile;
  • il sale è consentito non più di 5 g al giorno;
  • Non è consigliabile bere più di 1,5 litri di acqua o altri liquidi al giorno;
  • l'eccezione dei prodotti che provocano lo sviluppo dell'aterosclerosi.
Prodotti vietatiAlimenti da mangiare
Carni grasse (maiale, anatroccoli, oca)Carne dietetica (pollo, tacchino)
Pesce grassoPesci marini e fluviali a basso contenuto di grassi
Prodotti da forno freschiPane raffermo, biscotti
Burro di olio da cucinaGirasole o olio d'oliva
Formaggio troppo salatoProdotti lattiero-caseari a bassa percentuale di grassi fermentati
Carni affumicate, sottaceti, cibo in scatolaAlcuni tipi di salsicce
Funghi, fagioli, ravanelli, ravanelloPatate, Pomodori
Spinaci all'acetosa acidaVerdure di contrasto
Uve grossolane, uvaOssa ossee piccole
Torte al cioccolatoDolci senza cacao
Salse piccanti o grasseSalse di verdure o panna acida
Caffè, cacao, tè nero forte, bibite dolciSucchi di frutta, brodo di rosa canina, infusi di erbe, cicoria

La priorità dovrebbe essere la cottura a vapore, la cottura al forno (senza crosta cancerogena), lo stufato.

Non è consigliabile aggiungere sale durante la cottura, ma è possibile aggiungere leggermente sale ai piatti pronti. Pezzi di carne o pesce precotti possono essere leggermente fritti fino a quando appare una leggera crosta.

Un piano di riabilitazione per infarto del miocardio include necessariamente un cambiamento nella dieta. E questo vale per il periodo di permanenza negli ospedali e il recupero a casa.

  • Nei primi 2 giorni, il paziente non ha appetito. 6–8 volte al giorno gli viene dato un tè poco preparato, un brodo di rosa canina, ribes diluito o succo d'arancia. È vietato bere freddo.
  • Durante la settimana successiva, la dieta include brodi e succhi concentrati. Il contenuto calorico totale dovrebbe raggiungere 1100-1200 kcal.
  • Una settimana dopo, il menu comprende zuppe su brodo vegetale - questo è obbligatorio, porridge di semola e grano saraceno, purè di ricotta e pesce bollito. I succhi di frutta e verdura appena spremuti sono i benvenuti.
  • Dopo 2-3 settimane, se non si osservano complicanze, il contenuto calorico della dieta giornaliera aumenta a 1600 kcal. Il menu contiene purè di patate, cavolfiore bollito, kefir, salse al latte, burro come parte dei piatti.
  • Dopo un mese, l'apporto calorico è di 2000 kcal al giorno. Il menu comprende carne e pesce bolliti, una varietà di frutta e verdura, cereali, pane raffermo di grano tenero. Il burro è consentito, ma non più di 10 g. Gli alimenti grassi e piccanti dovrebbero essere evitati. È severamente vietato cibi e bevande refrigerati - al di sotto dei 15 C.

Osservazione dispensaria

L'attacco di cuore è una prova difficile per il cuore. Le complicazioni possono comparire dopo un tempo considerevole, quindi, per coloro che hanno avuto un infarto, è obbligatoria una visita periodica dal medico.

  • Per il resto della sua vita, il paziente deve misurare quotidianamente le pulsazioni e la pressione.
  • Nei primi sei mesi, un cardiologo deve essere visitato almeno 2 volte al mese, i successivi sei mesi - una volta al mese. Quindi, con un corso favorevole di eventi, viene effettuata una visita dal medico 4 volte l'anno. Un cardiologo deve condurre un elettrocardiogramma.
  • Un sopravvissuto ad infarto deve visitare la sala diagnostica funzionale 2 volte l'anno per sottoporsi a ergometria della bicicletta.
  • Due volte all'anno, dovrebbe essere eseguito un esame del sangue generale per monitorare la concentrazione di piastrine, globuli rossi e globuli bianchi, nonché uno biochimico per determinare i livelli di colesterolo.
  • 3 volte all'anno, viene esaminato il sistema di coagulazione.
  • 2 volte all'anno, coloro che hanno avuto un infarto dovrebbero visitare uno psicoterapeuta. Secondo le statistiche, il 60–80% dei pazienti ha un cambiamento di personalità. Per prevenire tali conseguenze, è necessario un aiuto specialistico.

A proposito di cure termali

Durante il primo anno dopo un infarto, il paziente viene mostrato in sanatori cardiologici specializzati.

La riabilitazione cardiaca dopo infarto miocardico deve essere eseguita nella zona climatica in cui vive il paziente. Un brusco cambiamento delle condizioni climatiche è irto di gravi complicazioni. Anche se in alcuni casi, un cardiologo può decidere che il suo paziente dopo un infarto debba sottoporsi a riabilitazione in pensioni al mare.

La durata della permanenza nel sanatorio di solito dura fino a un mese.

La riabilitazione medica di solito include quanto segue:

  • assunzione di farmaci cardiologici;
  • lezioni di ginnastica terapeutica (30-45 minuti);
  • camminare 2-3 volte al giorno;
  • giochi con un orientamento sportivo;
  • camminata obbligatoria sulla rampa di scale;
  • dormire all'aria aperta;
  • trattamenti di massaggio;
  • fare bagni minerali o di gas;
  • attività culturali e ricreative.

Se la riabilitazione del resort del sanatorio viene pensata in modo competente, tutto ciò aiuterà una persona a tornare a uno stile di vita attivo abbastanza agevolmente, e infine a tornare alla capacità lavorativa.

Lavoro e disabilità

Questo problema è sempre risolto individualmente.

Se i dettagli del lavoro non sono associati all'eccitazione, non richiedono un carico di lavoro eccessivo e la crescita professionale o professionale non dipende dal rimanere al lavoro per più di 8-9 ore, il paziente può tornare al suo ex team e continuare a lavorare presso il suo sul posto di lavoro.

Se è presente uno dei fattori elencati, è necessario tenerne conto e trasferirlo in un'altra posizione, dove tali carichi saranno esclusi.

In caso di complicanze dopo un infarto o con un alto rischio di ricaduta, si raccomanda di abbandonare i dettagli del travaglio permanente.

Nei casi più gravi, la disabilità prende forma.

Dopo la dimissione dal dipartimento di cardiologia, a tutti i pazienti sopravvissuti a un infarto viene concesso un congedo per malattia, che indica una disabilità temporanea.

A seconda del tipo di attacco cardiaco, il suo periodo può variare: da 60 giorni a 5 mesi.

In futuro, al fine di assegnare una disabilità a un paziente, sarà necessario sottoporsi a una commissione di esperti medici e sociali (MSEC), che consiste in una consultazione di medici di varie specializzazioni.

Per assegnare un paziente a un particolare gruppo di disabilità, vengono attentamente valutati il ​​grado di insufficienza cardiaca e la gravità dell'insufficienza cardiaca. E tiene anche conto di quanto il corpo del paziente risponde adeguatamente al trattamento e se è stato necessario ricorrere all'intervento chirurgico.

Le seguenti professioni sono controindicate per tutti i pazienti osservati da un cardiologo per insufficienza cardiaca o infarto:

  • aviazione, autisti (responsabilità della vita degli altri);
  • alpinismo industriale o altri lavori in quota;
  • personale elettrotecnico;
  • professioni associate a permanenza prolungata sulle gambe;
  • lavorare in condizioni estreme o in lavori pericolosi (inalazione di tossine, veleni);
  • orario di lavoro superiore a 8 ore o lavoro notturno.

Se prima dell'attacco il paziente era impegnato in uno dei tipi di attività elencati, viene inviato a sottoporsi a MSEC indipendentemente dalla gravità del processo patologico che colpisce il miocardio.

Detonic - una medicina unica che aiuta a combattere l'ipertensione in tutte le fasi del suo sviluppo.

Detonic per la normalizzazione della pressione

Il complesso effetto dei componenti vegetali del farmaco Detonic sulle pareti dei vasi sanguigni e il sistema nervoso autonomo contribuiscono a un rapido calo della pressione sanguigna. Inoltre, questo farmaco previene lo sviluppo dell'aterosclerosi, grazie ai componenti unici che sono coinvolti nella sintesi della lecitina, un aminoacido che regola il metabolismo del colesterolo e previene la formazione di placche aterosclerotiche.

Detonic non provoca dipendenza e sindrome da astinenza, poiché tutti i componenti del prodotto sono naturali.

Informazioni dettagliate su Detonic si trova sulla pagina del produttore www.detonicnd.com.

Tatyana Jakowenko

Redattore capo del Detonic rivista online, cardiologo Yakovenko-Plahotnaya Tatyana. Autore di oltre 950 articoli scientifici, anche su riviste mediche straniere. Lavora come cardiologo in un ospedale clinico da oltre 12 anni. Possiede moderni metodi di diagnosi e cura delle malattie cardiovascolari e li implementa nelle sue attività professionali. Ad esempio, utilizza metodi di rianimazione del cuore, decodifica dell'ECG, test funzionali, ergometria ciclica e conosce molto bene l'ecocardiografia.

Per 10 anni ha partecipato attivamente a numerosi simposi e seminari medici per medici - famiglie, terapisti e cardiologi. Ha molte pubblicazioni su uno stile di vita sano, diagnosi e cura delle malattie cardiache e vascolari.

Monitora regolarmente nuove pubblicazioni di riviste di cardiologia europee e americane, scrive articoli scientifici, prepara relazioni in conferenze scientifiche e partecipa a congressi europei di cardiologia.

Detonic