I sintomi del microinfarto sono i primi segni nel trattamento degli uomini

Dopo un infarto, indipendentemente dall'area della zona "morta", il paziente deve osservare la pace assoluta, sia fisica che emotiva. Si raccomanda inoltre di aderire alla dieta prescritta. Terapia farmacologica adeguata condotta. Se necessario e in assenza di gravi controindicazioni, viene eseguito un trattamento chirurgico. Innanzitutto, il paziente è sotto stretto controllo in un ospedale, quindi continua il corso di trattamento a casa.

Il trattamento farmacologico include:

  • anestesia (stupefacenti);
  • correzione della pressione sanguigna (farmaci ipotensivi);
  • stabilizzazione del ritmo cardiaco (antiaritmici);
  • prevenzione di coaguli di sangue (agenti antipiastrinici);
  • contrazione all'aterosclerosi (statine);
  • dissoluzione di coaguli di sangue già formati (farmaci antipiastrinici);
  • miglioramento della pervietà delle navi coronariche (vasodilatatori).
  • installazione di uno stent nella nave coronarica;
  • intervento di bypass dell'arteria cardiaca.

Cosa si può fare a casa? Il primo aiuto con un sospetto infarto è costituito dalle seguenti fasi:

  • assicurare la pace;
  • creare condizioni per il flusso d'aria;
  • chiamata in ambulanza;
  • una compressa di nitroglicerina (non per ipotensione!) e aspirina;
  • controllo della pressione arteriosa.

Più recentemente, i miei colleghi e io abbiamo considerato il microinfarto una malattia che si manifesta principalmente negli uomini e negli anziani. Ma come mostrano le statistiche e le osservazioni personali, è sempre più registrato nelle donne e nelle persone di età inferiore ai 40 anni.

I precursori di un attacco compaiono dopo un sovraccarico fisico o psico-emotivo e in alcuni casi assomigliano a raffreddori:

  • debolezza;
  • dolori nel corpo;
  • aumento della temperatura;
  • sensazione di spremere dietro lo sterno.

Quindi si sviluppano i seguenti sintomi:

  • dolore nella parte sinistra del torace con radiazioni alla mascella, alla schiena, sotto la scapola;
  • triangolo nasolabiale blu;
  • dispnea;
  • vertigini, svenimento;
  • palpitazioni cardiache.
Forse vuoi sapere del nuovo farmaco - Cardiol, che normalizza perfettamente la pressione sanguigna. Cardiol le capsule sono uno strumento eccellente per la prevenzione di molte malattie cardiache, poiché contengono componenti unici. Questo farmaco è superiore nelle sue proprietà terapeutiche a tali farmaci: Cardiline, Recardio, Detonic. Se vuoi conoscere informazioni dettagliate su Cardiol, Andare al sito web del produttoreQui troverai le risposte alle domande relative all'uso di questo farmaco, recensioni dei clienti e medici. Puoi anche scoprire il Cardiol capsule nel tuo paese e le condizioni di consegna. Alcune persone riescono a ottenere uno sconto del 50% sull'acquisto di questo farmaco (come farlo e acquistare pillole per il trattamento dell'ipertensione per 39 euro è scritto sul sito ufficiale del produttore.)Cardiol capsule per cuore

Manifestazioni negli uomini

I segni di un microinfarto negli uomini sono più pronunciati: c'è un forte dolore al petto, c'è una sensazione di pressione o un corpo estraneo. Pertanto, spesso cercano un aiuto qualificato.

Quando faccio una diagnosi, prendo sempre attenzione all'aspetto del paziente. Nella necrosi acuta si osserva:

  • blu nelle labbra;
  • aumento della temperatura;
  • debole pulsazione sui polsi;
  • raffreddamento degli arti;
  • sudorazione significativa.

A volte i pazienti parlano di un solo sintomo: un forte dolore al cuore, che poi passa. Un corso indolore per gli uomini non è caratteristico.

Donna

Nelle donne, i segni di un infarto sono deboli, devono ascoltare con particolare attenzione le minime deviazioni nella condizione. In 2-4 settimane, compaiono i precursori di un microinfarto:

  • estremità fredde dovute al flusso sanguigno microcircolatorio alterato;
  • la comparsa di edema su gambe e braccia;
  • frequente voglia di urinare;
  • crampi nei bronchi;
  • dolore allo stomaco e sensazione di pienezza;
  • nausea non alimentare.

Consiglio di uno specialista

È molto importante riconoscere in tempo un piccolo infarto focale. È necessario prendere immediatamente misure di emergenza e chiamare un medico se ci sono tali segni:

  • panico, paura della morte;
  • la pelle è fredda e umida di sudore;
  • dolore al petto a sinistra, dà sotto la scapola, nella parte posteriore, mascella, metà della testa;
  • l'impulso è sentito male o non rilevato;
  • il triangolo nasolabiale diventa blu.

Devi anche sapere che a volte (specialmente nei pazienti con diabete e anziani), un attacco cardiaco a focale piccola si manifesta senza sintomi o si manifesta sotto forma di attacchi di asma, dolore addominale e disturbi del ritmo. Ma qualsiasi forma può andare in un grande infarto focale o transmurale, pertanto richiede un aiuto qualificato urgente.

L'assistenza per il microinfarto dovrebbe essere effettuata solo nel dipartimento di cardiologia dell'ospedale. Il compito dei miei colleghi è di fermare la sindrome del dolore, localizzare il focus della necrosi e prendere misure in modo che il cuore possa funzionare nella modalità precedente.

Per il trattamento, vengono utilizzati i seguenti gruppi di farmaci:

  • anticoagulanti;
  • neuroleptanalgesia o analgesici narcotici;
  • miscela polarizzante, contagocce con una soluzione di glucosio e sali;
  • beta-bloccanti;
  • farmaci antiaritmici;
  • nitrati prolungati.

Si raccomanda al paziente di osservare il riposo a letto, una dieta ad eccezione di cibi salati e grassi. Dopo la dimissione, è auspicabile una riabilitazione fisica, mentale e sociale. Se l'attività professionale del paziente è associata a un sovraccarico costante, viene inviato a una commissione per il trasferimento a un lavoro più facile.

I segni di questa malattia sono molto simili ai sintomi di altre condizioni coronariche acute (angina instabile, infarto miocardico a Q), pertanto, secondo il quadro clinico, queste malattie non possono essere immediatamente differenziate.

All'inizio del processo vengono combinati nel concetto di "sindrome coronarica acuta". A seconda di come gli eventi si sviluppano ulteriormente, si verificherà la necrosi tissutale, quale sarà la sua dimensione e verrà fatta una diagnosi finale.

I sintomi e i primi segni di un microinfarto negli uomini e nelle donne sono simili. La differenza sta nell'età in cui si verifica spesso la malattia.

I sintomi che rendono possibile sospettare un microinfarto sono gli stessi per uomini e donne:

  • dolore, pressione, senso di oppressione o bruciore dietro lo sterno, non passando dopo l'assunzione di 3 compresse di nitroglicerina, prese ad intervalli di 5 minuti ciascuno;
  • dolore che si irradia a spalla, clavicola, parte superiore dell'addome, schiena, collo, mascella;
  • nausea o vomito
  • improvvisa mancanza di respiro, sensazione di mancanza d'aria;
  • improvvisa grave sudorazione e grave debolezza;
  • vertigini o perdita di coscienza;
  • sensazione di ansia, paura per la tua vita.

Il dolore o il disagio al petto che non scompare dopo l'assunzione di nitroglicerina è il segno più comune di un microinfarto. Tuttavia, non è affatto osservato. Alcuni pazienti non avvertono particolari segni spiacevoli e non notano la malattia. Questo è più comune nelle donne, negli anziani e nei diabetici.

Ad esempio, una donna con diabete all'età di 65 anni può soffrire di molti di questi attacchi di cuore "sulle gambe", che insieme possono indebolire significativamente la contrattilità del muscolo cardiaco e causare insufficienza cardiaca.

Gli obiettivi urgenti del trattamento sono l'eliminazione del dolore, il miglioramento della circolazione sanguigna e della funzione cardiaca. Obiettivi a lungo termine del trattamento di un microinfarto: prevenzione delle complicanze, gestione dei fattori di rischio, riduzione della probabilità di attacchi cardiaci ripetuti. Una combinazione di farmaci e procedure chirurgiche viene utilizzata per raggiungere questi obiettivi.

A seconda delle condizioni del paziente, i farmaci per l'emergenza e / o la terapia a lungo termine possono includere:

  • i trombolitici, dissolvendo un coagulo intasavano un'arteria;
  • analgesici, incluso narcotici, per alleviare il dolore;
  • nitroglicerina, espandendo temporaneamente le arterie coronarie;
  • farmaci antipiastrinici per prevenire la formazione di coaguli di sangue in futuro;
  • beta-bloccanti che rallentano il polso, riducono la pressione e lo stress sul cuore;
  • ACE-inibitori che migliorano la circolazione sanguigna;
  • bloccanti del recettore dell'angiotensina che controllano la pressione sanguigna;
  • statine che abbassano il colesterolo nel sangue e stabilizzano le placche aterosclerotiche.

Con fattibilità tecnica, è possibile eseguire l'angioplastica, durante la quale viene inserito un tubo sottile, uno stent, nell'arteria coronaria interessata. Se il paziente ha sofferto di molti microinfarti e ha costantemente attacchi di angina, gli può essere offerto un intervento chirurgico di bypass dell'arteria coronaria.

La violazione del flusso sanguigno attraverso i vasi che alimentano il muscolo cardiaco, porta alla carenza di ossigeno delle cellule del miocardio con la loro successiva distruzione.

A seconda delle dimensioni dell'arteria interessata, le aree di danno al cuore possono avere profondità diverse e la capacità di recupero.

Una piccola area di ischemia è accompagnata dalla formazione di una piccola focale o microinfarto. La malattia è più comune negli uomini.

Un coagulo di sangue nell'arteria coronaria è la causa del microinfarto

Nell'ultima classificazione delle malattie, il concetto di "microinfarto" è assente. Di solito questa forma di patologia viene definita infarto subendocardico acuto. Questa malattia non è accompagnata da necrosi dell'intero spessore del muscolo cardiaco, ma solo una piccola parte di esso, situata sotto la superficie interna.

In futuro, tale danno si trasforma in un fuoco superficiale della necrosi. Allo stesso tempo, sull'ECG non vi è alcun segno caratteristico di decadimento del tessuto cardiaco per l'intera profondità: l'onda Q. Pertanto, un tale attacco di cuore è anche chiamato "non-Q-formando" o "senza Q wave".

I segni di un microinfarto trasferito sull'ECG sono spesso assenti

Con un trattamento adeguato, un piccolo focale o microinfarto è circondato dal normale tessuto cardiaco. Le cellule danneggiate riparano o semplicemente riducono la loro attività. Sull'ECG, i segni di un microinfarto trasferito sono spesso assenti.

A volte ai pazienti viene detto che hanno subito un infarto del miocardio, quando in realtà non si sono verificate le basi morfologiche della malattia, cioè la distruzione e la morte delle cellule.

In questo caso, il paziente aveva una sindrome coronarica acuta, che non ha portato allo sviluppo di un infarto, ma ha solo provocato un'angina pectoris instabile.

Prima di condurre studi speciali, determinando principalmente i marker di necrosi, non si può dire se il paziente avrà un infarto o se tutto finirà con successo, solo con un attacco prolungato di dolore ischemico.

Il microinfarto negli uomini è una condizione grave. Nonostante le dimensioni ridotte della lesione e la potenziale reversibilità del processo, all'inizio del suo sviluppo, può influenzare le aree più importanti del muscolo cardiaco e causare complicazioni. Prima di tutto, questi sono disturbi del ritmo. Pertanto, se avverti dolore toracico intenso e / o prolungato, devi chiamare urgentemente un'ambulanza.

I primi sintomi della patologia

Una piccola lesione focale delle cellule del miocardio con successiva necrosi si verifica a seguito di:

  • sovrapposizione incompleta del lume della nave;
  • la presenza di percorsi collaterali di flusso sanguigno;
  • intasamento completo di piccole arterie.

Tutti questi fattori portano a cambiamenti inespressi, che raramente comportano complicazioni. Ma con un attacco ripetuto o una pervietà alterata di più vasi di piccolo calibro contemporaneamente, la patologia può entrare in un processo a grande focale con sintomi gravi e gravi conseguenze.

Immediatamente con l'insorgenza di un microinfarto negli uomini, i primi sintomi della malattia indicano sintomi simil-influenzali (e quindi una persona spesso non va dal medico):

  • sensazione di affaticamento e riduzione delle prestazioni;
  • debolezza muscolare;
  • temperatura corporea 37,5–38 gradi;
  • dolori nel corpo;
  • disagio nella zona del torace.

La principale differenza con cui è possibile distinguere autonomamente l'influenza da un microinfarto è l'assenza di tosse e respiro sibilante nei polmoni. Tuttavia, i fumatori sono caratterizzati da bronchite cronica, che rende ancora più difficile la diagnosi di un microinfarto senza consultare un medico. Se il focus del danno al tessuto cardiaco è molto piccolo, le manifestazioni della malattia su questi segni sono limitate.

Tutti questi sintomi si verificano a causa di disturbi circolatori e stress per il corpo causati da un'improvvisa rottura del cuore. Poiché questi segni possono essere facilmente confusi con manifestazioni di una malattia respiratoria, è meglio contattare immediatamente un terapista che, se necessario, indirizzerà il paziente a un cardiologo.

Cause di microinfarto negli uomini

Non esiste una differenza chiaramente definita tra i fattori che provocano un attacco cardiaco focale esteso e di piccole dimensioni. L'ischemia inizia a causa dell'aterosclerosi, che poi si trasforma in trombosi delle arterie coronarie. Un coagulo di sangue che si è depositato all'interno dell'arteria coronaria è la ragione principale per un ulteriore attacco di un infarto causato da una carenza nella fornitura di muscolo cardiaco con sangue e ossigeno.

Inoltre, le cause dei mini infarti possono essere:

  • cambiamenti locali nel sistema vascolare;
  • ipertensione arteriosa;
  • diabete;
  • aumento dello stress psicologico e fisico, che richiede un maggiore apporto di ossigeno al cuore;
  • dipendenza;
  • spasmi nell'arteria coronaria (possono verificarsi dopo uno spavento, con forti sentimenti, ecc.).

Le statistiche non sono a favore degli uomini che hanno attacchi di un microinfarto che si verificano molto più spesso delle donne. Le donne sono caratterizzate da una manifestazione in età avanzata, poiché la malattia si sviluppa principalmente a causa di cambiamenti ormonali e insorgenza della menopausa. Gli ormoni per lungo tempo proteggono il corpo femminile dagli attacchi, perché in giovane età la probabilità di un microinfarto è trascurabile.

Esistono tre cause principali di squilibrio:

  1. Il miocardio ha bisogno di ossigeno, il glucosio supera la capacità dei vasi sanguigni del cuore di fornire sangue.
  2. Aterosclerosi delle arterie coronarie.
  3. Spasmo dei vasi cardiaci.

L'aumento del consumo di ossigeno miocardico si sviluppa con:

  • febbre;
  • disturbo del ritmo cardiaco, che è accompagnato da un aumento del numero di contrazioni cardiache;
  • complicata crisi ipertensiva;
  • ipertiroidismo;
  • stenosi aortica;
  • insufficienza cardiaca cronica;
  • cardiomiopatia ostruttiva;
  • shunt artero-venoso;
  • l'uso di cocaina, anfetamine.

Una diminuzione della capacità dei vasi coronarici di fornire sangue si sviluppa a causa di: anemia, ipossia, ipotensione.

I fattori di rischio per lo sviluppo di un microinfarto includono (1):

  • età superiore a 55 anni (uomini), 65 (donne);
  • genere maschile;
  • infarto miocardico;
  • ipertensione;
  • il fumo;
  • diabete;
  • disturbi del metabolismo lipidico;
  • predisposizione ereditaria alle malattie cardiovascolari precoci;
  • stile di vita passivo;
  • peso in eccesso;
  • processi infiammatori (psoriasi, artrite);
  • stress costante, depressione;
  • malattia renale cronica;
  • apnea ostruttiva.

L'infarto del miocardio è più spesso osservato negli uomini dai 40 ai 60 anni. L'incidenza nelle donne dai 40 ai 50 anni è inferiore, ma dopo 50 anni diventa la stessa. Negli ultimi decenni, c'è stata una tendenza a sviluppare mini-infarto nei pazienti di età più giovane. Il microinfarto si verifica sullo sfondo dell'ischemia o del flusso sanguigno locale alterato.

Le ragioni principali includono: precedente infarto del miocardio, angina pectoris, colesterolo alto e lesioni aterosclerotiche dei vasi sanguigni, diabete mellito, ipertensione, eccessivo stress fisico e / o mentale, cattiva alimentazione, sovrappeso, cattive abitudini, inattività fisica. i fattori di rischio per lo sviluppo della malattia emettono una maggiore irritabilità, ansia, esposizione allo stress, una predisposizione genetica.

Il microinfarto, simile a un infarto, è una conseguenza delle lesioni vascolari da depositi aterosclerotici. Prima di tutto, il danno si riflette nelle coronarie e nei vasi coronarici, che forniscono la circolazione cardiaca. Si forma una placca nella membrana del vaso, che può staccarsi, ostruire il vaso e causare danni all'area del cuore di cui è responsabile dell'apporto di sangue.

La causa può essere cambiamenti morfologici e funzionali nella nave stessa, disturbi metabolici, in particolare, come ipercolesterolemia e diabete mellito. L'aumento dell'adesione e l'aggregazione del collegamento piastrinico nelle cellule del sangue, l'ipertensione può provocare la malattia. Anche abuso di alcol, fumo, duro lavoro fisico, stress mentale prolungato.

A rischio sono le persone che soffrono di ischemia o hanno questa patologia nella storia familiare. Il rischio aumenta con aterosclerosi, disturbi emorragici, malattie concomitanti. Un disturbo metabolico, in particolare l'obesità, il diabete mellito ha un effetto negativo sullo stato del muscolo cardiaco. Con ipertensione, colesterolo alto nel sangue, il rischio di malattia aumenta in modo significativo.

Se una persona ha avuto un infarto, il rischio di recidiva e un attacco cardiaco massiccio aumenta in modo significativo. Le persone con una bassa soglia del dolore, le persone con alcol e tossicodipendenza (farmaceutica), le persone con diabete, ex combattenti, pugili sono a rischio di perdere un infarto. Tutte queste categorie di persone hanno una soglia del dolore bassa.

Se il sistema nervoso è interessato o ci sono disturbi mentali, una persona potrebbe anche non notare un microinfarto. La patogenesi si basa su disturbi funzionali della circolazione sanguigna nel corpo. Il processo inizia con un'ischemia prolungata, quindi il lume dell'arteria cardiaca diventa eccessivamente stretto. Si sviluppano lesioni necrotiche. I tessuti subiscono grandi cambiamenti di natura irreversibile. A poco a poco, le cellule muoiono. Di conseguenza, si forma del tessuto cicatriziale nel sito del danno.

Il microinfarto negli uomini si sviluppa in età più giovane rispetto alle donne. Ciò è dovuto al gran numero di cause e fattori di rischio per la malattia nei maschi. L'identificazione e la correzione tempestive di queste condizioni riduce la probabilità di un infarto.

La causa immediata del microinfarto è un blocco di un'arteria cardiaca da un trombo. Un tale coagulo di sangue si forma nel sito di una placca aterosclerotica danneggiata. La sua base è lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) o "colesterolo cattivo".

Il colesterolo "cattivo" si deposita sulle pareti dei vasi sanguigni, restringendo il lume

Condizioni per la formazione della placca aterosclerotica e il suo danno:

  • alti livelli di LDL e / o trigliceridi nel sangue;
  • l'uso di grassi saturi contenuti in carne, burro, formaggio;
  • l'uso di oli idrogenati che fanno parte di determinati alimenti, come la margarina;
  • alta pressione sanguigna;
  • diabete;
  • sovrappeso;
  • il fumo;
  • età superiore ai 45 anni (per gli uomini);
  • casi di malattie cardiache in parenti maschi di età inferiore a 55 anni o donne di età inferiore a 65 anni;
  • stress acuto o tensione nervosa costante;
  • mancanza di attività fisica.

L'impatto sui fattori di rischio variabili (modificabili) è la base per la prevenzione del microinfarto e altre manifestazioni della malattia coronarica.

L'influenza di fattori negativi indebolisce il sistema cardiovascolare

Considera più in dettaglio i primi sintomi di un microinfarto negli uomini, così come i metodi per trattare questo disturbo pericoloso.

La manifestazione di una violazione può verificarsi all'improvviso, la vita del paziente dipende dalle azioni degli altri nel fornire il primo soccorso. Tutti dovrebbero essere in grado di riconoscere i microinfarti, i sintomi, i primi segni nelle donne e negli uomini e conoscere l'algoritmo delle azioni iniziali.

Gli uomini sono più inclini alle malattie rispetto alle donne, ma queste ultime hanno maggiori probabilità di avere tristi conseguenze.

Dopo aver appreso cos'è un microinfarto cardiaco, possiamo considerare il meccanismo di sviluppo e le cause del suo verificarsi.

La causa principale della patologia dovrebbe essere considerata la formazione di coaguli di sangue nei piccoli vasi sanguigni coronarici. Innanzitutto, una placca di colesterolo appare sulla parete del vaso, che interferisce con il normale flusso sanguigno.

A causa del restringimento del lume della nave che porta al cuore, l'ischemia si sviluppa gradualmente. Nell'arteria danneggiata iniziano i processi patologici. Prima necrobiosi, poi necrosi. In questo luogo si forma una cicatrice, cioè

il tessuto muscolare viene convertito in tessuto connettivo con la perdita delle sue funzioni.

Quando le navi coronariche che forniscono ossigeno al miocardio cessano di svolgere le loro funzioni, si verifica l'insufficienza cardiaca. Parte del tessuto muscolare del cuore muore, il che porta a un microinfarto e una grave condizione di una persona.

Altre cause che portano alla necrosi di una parte del tessuto muscolare del miocardio sono:

  • embolia di un'arteria che porta al cuore;
  • spasmo dell'arteria coronaria, ecc.

I fattori che contribuiscono allo sviluppo del microinfarto del miocardio possono essere considerati:

  • predisposizione genetica;
  • stile di vita sedentario;
  • cibo malsano;
  • obesità;
  • cattive abitudini - abuso di alcool, fumo;
  • condizioni di stress a lungo termine;
  • ipertensione;
  • diabete.

Come manifestato

I sintomi di un microinfarto, nel caso in cui dovresti consultare immediatamente un medico, sono i seguenti:

  • bruciore, dolori lancinanti nella zona del torace, irradiamento alla schiena, alla scapola, al braccio, allo stomaco, ecc .;
  • sudore freddo abbondante;
  • aumento della debolezza del corpo;
  • ansia, paura della morte;
  • raffreddamento delle dita delle estremità.

Con un microinfarto sviluppato, la temperatura corporea può aumentare a 38 ° C. Un infarto che si è verificato in precedenza sarà indicato da una compressa di nitroglicerina presa sotto la lingua che non ha avuto l'effetto corretto.

Vale la pena considerare i segni di un microinfarto atipico che assomiglia ad altre condizioni patologiche, spesso non simili all'IHD:

  • con la forma asmatica c'è grave mancanza di respiro, edema polmonare, insorgenza di asma cardiaco, il dolore non è caratteristico;
  • con forma cerebrale, vertigini, mal di testa, disturbi sensoriali e motori, si notano intorpidimento del viso;
  • con la forma addominale, la sindrome dispeptica, il forte dolore nella zona epigastrica, si notano manifestazioni cliniche dell '"addome acuto";
  • con una forma aritmica del decorso della malattia, vengono registrati fallimenti del ritmo cardiaco, dolore dietro lo sterno e ipotensione arteriosa.

Qual è il bypass cardiaco dopo un infarto

A volte con un microinfarto, i sintomi non compaiono. Una persona viene a conoscenza di questo per caso, quando riceve i risultati di un elettrocardiogramma. Queste forme del decorso della malattia possono portare a diagnosi errate e conseguenze irreversibili.

Negli uomini

I sintomi di un microinfarto negli uomini si distinguono per la loro pronunciata manifestazione. Questi includono i seguenti:

  • dolore toracico compresso e in corso;
  • triangolo nasolabiale blu;
  • la presenza di un coma in gola;
  • difficoltà respiratorie;
  • aumento della temperatura corporea;
  • paure di panico;
  • incapacità di sentire il polso.

Sintomi e forme della malattia

In un corso atipico, il dolore è meno pronunciato o completamente assente e inoltre può avere una localizzazione diversa (schiena, metà destra del corpo, arti superiori, dita, mascella, ecc.). Inoltre, c'è debolezza, sudore freddo, cianosi delle labbra e triangolo nasolabiale, vertigini, tachicardia, diminuzione della pressione sanguigna, ansia, paura della morte. La temperatura corporea può salire a valori subfebrilici. Le forme atipiche della malattia includono:

  • asmatico - si sviluppa in pazienti anziani sullo sfondo di cardiopatia coronarica, insufficienza cardiaca, ipertensione arteriosa; non c'è dolore, mancanza di respiro, sintomi di edema polmonare o asma cardiaco;
  • addominale: dolore acuto nella regione epigastrica, nausea, vomito, flatulenza (ricorda il quadro clinico dell'addome acuto);
  • aritmico: manifestato da violazioni del ritmo cardiaco; il dolore cardiaco è moderato o assente;
  • cerebrale - si notano mal di testa, vertigini, disturbi intellettuali e mnestici, disturbi sensoriali e motori (che ricordano i sintomi di attacco ischemico transitorio, incidente cerebrovascolare dinamico).

Consiglio di uno specialista

È molto importante riconoscere in tempo un piccolo infarto focale. È necessario prendere immediatamente misure di emergenza e chiamare un medico se ci sono tali segni:

  • panico, paura della morte;
  • la pelle è fredda e umida di sudore;
  • dolore al petto a sinistra, dà sotto la scapola, nella parte posteriore, mascella, metà della testa;
  • l'impulso è sentito male o non rilevato;
  • il triangolo nasolabiale diventa blu.

Devi anche sapere che a volte (specialmente nei pazienti con diabete e anziani), un attacco cardiaco a focale piccola si manifesta senza sintomi o si manifesta sotto forma di attacchi di asma, dolore addominale e disturbi del ritmo. Ma qualsiasi forma può andare in un grande infarto focale o transmurale, pertanto richiede un aiuto qualificato urgente.

Effetti immediati e remoti

Gravi mal di testa, brividi, ipertensione arteriosa, aumento della sudorazione, dolori articolari, gonfiore delle estremità possono indicare un attacco convulsivo. Una volta che un attacco di cuore aumenta significativamente il rischio di un successivo attacco in futuro. Altre conseguenze di un mini-infarto includono lo sviluppo di aritmia, pericardite e aggravamento dell'insufficienza cardiaca. Una volta che si è verificato un attacco di cuore, aumenta significativamente il rischio di un successivo attacco in futuro.

La prognosi dipende dalla velocità delle cure e dall'attuazione di raccomandazioni specialistiche da parte dei pazienti, sia durante il periodo acuto che durante la riabilitazione. Ma una certa sezione di tessuto non è completamente ripristinata e non può più svolgere la sua normale funzione. Anche dopo un trattamento adeguato, esiste il rischio di complicanze:

  • la trombosi si ripresenta con la comparsa di più piccoli fuochi e inizia la necrosi estesa;
  • si sviluppa insufficienza cardiaca acuta e poi cronica;
  • la calcificazione si forma nel sito della lesione;
  • il ventricolo sinistro è ingrandito;
  • si verificano disturbi del ritmo e della conduzione;
  • appare angina instabile.

Secondo le statistiche, nel 30% dei casi dopo il primo microinfarto, si verifica un episodio ripetuto che porta a un grave danno focale al muscolo cardiaco. Soprattutto spesso, si osservano complicanze nei pazienti con diabete mellito e aterosclerosi grave.

Caso di studio

Una donna di 54 anni è venuta in clinica lamentando debolezza e nausea. Il problema era associato alla malnutrizione. Durante il sondaggio, si è scoperto che aveva avuto l'angina pectoris per 10 anni, le convulsioni si verificano più volte al mese e vengono interrotte dalla nitroglicerina.

Sull'ECG, ci sono segni di ischemia acuta lungo la parete inferiore del ventricolo sinistro, senza la formazione di un'onda Q. Diagnosi: piccolo infarto focale.

La donna ha subito un ciclo completo di cure in un ospedale, le sue condizioni sono migliorate, è stata dimessa sotto la supervisione di un cardiologo locale. Consigliato: dieta, aspirina cardio, metoprololo, atrovastatina.

Con un trattamento tempestivo, le conseguenze di un microinfarto per uomini e donne sono generalmente favorevoli. Le gravi complicanze di questa malattia non sono così caratteristiche come per una maggiore necrosi del muscolo cardiaco.

Il microinfarto trasferito sulle gambe può accompagnare conseguenze per donne e uomini come:

  • disturbi del ritmo cardiaco, blocco, extrasistole, un raro polso o attacchi di palpitazioni cardiache;
  • lividi di dolore toracico durante l'esercizio fisico;
  • con un gran numero di tali microinfarti, un graduale aumento della mancanza di respiro, una diminuzione della tolleranza del carico.

La prevenzione del microinfarto consiste nell'eliminazione dei fattori di rischio per questa malattia:

  • non fumare, evitare e fumo di seconda mano;
  • mangiare più frutta, verdura, cereali integrali, una moderata quantità di latticini a basso contenuto di grassi e carne magra;
  • praticare regolarmente sport o almeno mantenere un'attività fisica possibile, seppur piccola ma costante;
  • controllare regolarmente il colesterolo, evitare carne e latticini con un alto contenuto di grassi, assumere statine prescritte dal medico;
  • controllare la pressione sanguigna e, se necessario, assumere farmaci ogni giorno per ridurla;
  • mantenere un peso sano;
  • trovare un modo per far fronte allo stress, rivedere il regime, magari passare a un ambiente di lavoro più rilassato;
  • rinunciare all'alcool.

Desideriamo che tu mantenga un cuore forte per tutta la vita, speriamo che i nostri consigli ne trarranno beneficio.

Per molti pazienti, la parola "microinfarto" è fuorviante. Le persone credono che questa malattia non sia grave, a differenza di un esteso infarto miocardico. In effetti, la mortalità, il numero di complicanze con un attacco cardiaco esteso, è maggiore solo durante il trattamento ospedaliero. La prognosi a lungo termine per entrambe le forme della malattia è ugualmente sfavorevole.

Le principali complicanze di un microinfarto:

  • aritmie;
  • ricaduta della malattia;
  • sviluppo di un esteso infarto miocardico;
  • shock cardiogeno;
  • insufficienza cardiaca;
  • rigurgito mitralico;
  • rottura della parete del ventricolo sinistro;
  • Sindrome di Dressler;
  • pericardite cronica;
  • insufficienza cardiaca;
  • depressione;
  • Morte.

La probabilità di sviluppare complicanze dipende dall'età, dallo stato di salute, dalla tempestività del trattamento, dalla presenza di fattori di rischio. La probabilità di ricovero in ospedale durante l'anno è di circa il 40%, il tasso di mortalità un anno dopo la dimissione è dell'11,6% (5).

Conseguenze e prevenzione

Per prevenire la malattia, è necessario osservare le seguenti regole:

  1. Supera un esame annuale e fai un cardiogramma. Questo è un prerequisito per le persone dopo 45 anni.
  2. Controlla il peso corporeo. Ciò contribuirà a ridurre il carico sul cuore e prevenire lo sviluppo del diabete di tipo II.
  3. Esercitati regolarmente. Ciò migliora le condizioni generali del corpo e ottimizza i processi metabolici. Un cuore allenato può tollerare più facilmente i picchi di pressione e il rilascio di catecolamine durante una situazione stressante.
  4. Astenersi dal fumo e dall'abuso di alcool.
  5. Monitorare la pressione sanguigna e i livelli di zucchero, trattare l'ipertensione o il diabete in tempo.
  6. Rivedere il menu verso una dieta sana, ridurre l'assunzione di sale e grassi animali.

La prevenzione secondaria consiste nell'uso continuo di aspirina, statine e beta-bloccanti. Durante il periodo di recupero, è necessario aumentare gradualmente l'attività fisica, eseguire la terapia fisica e camminare all'aria aperta.

Il decorso di un microinfarto negli uomini è più lieve di una lesione transmurale, specialmente con un trattamento tempestivo.

EventiFrequenza%
Morte prima del ricoveroMeno di 10
Decesso ospedaliero al primo microinfarto3 - 5
Decesso ospedaliero a causa di infarto cardiaco ricorrente6-9
Insufficienza cardiaca moderata o graveMeno di 1
Frequenza di aritmiaBasso
L'incidenza dell'angina pectoris post-infarto durante l'annoPiù di 60%
Ripetuto attacco cardiaco entro 3 mesi10

Rispetto al grave infarto transmurale, i pazienti tollerano più facilmente il periodo acuto (il primo mese dopo un attacco), ma in seguito spesso presentano ripetuti danni cardiaci e sviluppano angina pectoris.

  • Una dieta sana è importante per prevenire un microinfarto. Dovresti mangiare più cereali integrali, verdure, frutta e proteine ​​a basso contenuto di grassi. Si consiglia di rifiutare zucchero, grassi saturi e oli idrogenati.
  • Un regolare allenamento fisico aiuta a migliorare le condizioni del cuore e dei vasi sanguigni. Se l'uomo ha già avuto un microinfarto, l'intensità delle lezioni lo aiuterà a scegliere un cardiologo.
  • È necessario abbandonare il fumo attivo e passivo.
  • La glicemia e la pressione sanguigna devono essere monitorate.

L'attuazione di queste raccomandazioni riduce notevolmente la probabilità di un microinfarto negli uomini.

  • La barba non sta crescendo? O non è così spessa ed elegante come vorremmo? Non tutto è perduto.
  • Cosmetici e accessori per la cura adeguata di barba e baffi. Basta adesso!

L'approccio di disturbi irreversibili nel cuore non può sempre essere riconosciuto. Particolarmente atipici sono i sintomi e i primi segni di microinfarto del miocardio nelle donne. Ma molto spesso una persona è in grado di sospettare qualcosa con un atteggiamento attento. Sapendo che una malattia formidabile è spesso mascherata da un comune raffreddore, il paziente non rischierà invano e, nel caso, si affretterà a consultare un medico in tempo.

I rappresentanti del sesso più forte di 40-50 anni, nelle cui vite ci sono fattori di rischio, devono visitare l'istituto medico ogni anno per un esame di routine. Spesso, in questo modo, è possibile stabilire che una persona è sopravvissuta a un microinfarto, trasferendolo "in piedi".

Quindi, possibili presagi della necrosi iniziale del tessuto cardiaco:

  • disagio al petto, come se ci fosse qualcosa in più;
  • muscoli, articolazioni, dolore nel corpo, debolezza, debolezza grave;
  • vertigini e mal di testa, si sente nausea, la pressione aumenta;
  • la temperatura può aumentare leggermente;
  • le gambe e le braccia si raffreddano, in particolare le dita;
  • disagio e sensazione pressante a sinistra nello stomaco;
  • c'è tensione nervosa, paura, panico;
  • gambe gonfie al mattino;
  • il sudore si distingue fortemente.

Senza enfatizzare un lieve disturbo, puoi metterti in pericolo mortale.

Con una diagnosi tempestiva e un trattamento adeguato, la prognosi è relativamente favorevole. Dopo il trattamento e la riabilitazione, una persona può tornare al lavoro e alla vita normale. I pazienti che hanno subito qualsiasi forma di infarto hanno bisogno di un esame regolare da parte di un cardiologo. Offriamo di guardare un video sull'argomento dell'articolo.

Pronto soccorso per microinfarto

Il trattamento a casa con un microinfarto non viene effettuato, poiché questa malattia è mortale. Se sospetti questa patologia, devi chiamare un'ambulanza e nel frattempo procedi come segue:

  • dare al paziente una posizione semi-seduta;
  • gli dia una compressa di nitroglicerina sotto la lingua e mastica un quarto della compressa di aspirina, dopo 5 minuti puoi ripetere la nitroglicerina e dopo altri 5 minuti prendi un'altra compressa;
  • allentare una cintura stretta, colletto, aprire la finestra;
  • rassicurare il paziente, dire che l'aiuto è già vicino, non lasciarlo solo;
  • per raccogliere alcune cose: biancheria, pigiama o accappatoio, pantofole, calze, articoli per l'igiene personale, passaporto, polizza medica e carta SNILS;
  • organizzare una riunione di ambulanza, aprire la porta dell'ingresso, portare il cane (se ce n'è uno) nei vicini, o almeno in un'altra stanza, se il paziente deve essere spostato - pensa a chi può aiutare (potrebbe non esserci alleati della brigata), scopri se l'accesso al portico è gratuito.

Se ci sono segni che ricordano i sintomi di un microinfarto negli uomini, è necessario eseguire le seguenti azioni:

  • chiamare un'ambulanza;
  • dare al paziente una posizione semi-seduta;
  • sciogliere la cravatta, allentare il colletto stretto, la cintura;
  • aprire una finestra per l'aria fresca;
  • rassicurare il paziente;
  • somministrare mezza compressa di aspirina e mettere anche 5 compresse di nitroglicerina sotto la lingua con un intervallo di 3 minuti o effettuare 3 inalazioni corrispondenti di Nitrospray.

Se l'attacco è avvenuto a casa o in strada, è necessario chiamare urgentemente i medici. Ma possono andare a lungo, a causa dei quali una persona peggiorerà molto e il trattamento non darà il risultato desiderato. Prevedere un attacco è quasi impossibile, poiché gli attacchi di cuore si verificano inaspettatamente. La cosa principale è che qualcuno dovrebbe essere vicino alla vittima e sapere come fornire il primo soccorso prima che arrivino i medici.

Esistono diverse azioni che devono essere eseguite per aiutare una persona:

  1. Metti la vittima su una superficie piana e disperde gli spettatori che si affollavano intorno. Nelle vicinanze dovrebbero esserci solo quelli che sono in grado di aiutare veramente. Se si è in strada, non lasciare che il paziente sia circondato da tutti i lati per non interferire con il flusso di ossigeno. A casa, dovresti aprire tutte le finestre.
  2. Se una persona può assumere il medicinale, dagli una pillola di aspirina, che diluisce il sangue e aiuta a normalizzare il flusso sanguigno. Inoltre, 1 o 2 compresse di nitroglicerina vengono poste sotto la lingua. Ma prima controlla la pressione. Con ipotensione, la nitroglicerina non deve essere somministrata. Se il dispositivo di misurazione della pressione non si trova nelle vicinanze, non somministrare più di 1 compressa.
  3. Slega i vestiti, togli tutto ciò che può spremere e interferire con la normale respirazione. Cioè, sbottonare camicia, cintura, maniche, rimuovere un orologio, ecc.
  4. Quando chiami un'ambulanza, prova a spiegare chiaramente che la vittima ha il sospetto di un microinfarto o di un attacco esteso. Questo è importante, poiché il dispatcher ti invierà un team specializzato che si occupa di casi cardiaci.

Ricorda la responsabilità verso le persone. Nessuno può garantire che ciò non accada a te o ai tuoi cari. Una persona nelle vicinanze può salvare una vita. Non aver paura di prendere decisioni. Quante volte le persone hanno convulsioni e coloro che le circondano le guardano da un lato, non osando avvicinarsi e condurre misure di pronto soccorso. Per questo motivo, una persona muore senza aspettare un'ambulanza o deve affrontare conseguenze molto gravi.

Dopo aver fatto semplici manipolazioni prima dell'arrivo dei dottori, tutto ciò può essere evitato. Ma con i microinfarti, uno specialista qualificato dovrebbe confermare i sintomi e prescrivere il trattamento. Sì, a volte i sospetti di un attacco si rivelano errati. Per non farti del male, conferma prima la diagnosi e solo successivamente inizia il trattamento.

È impossibile determinare con precisione la diagnosi a casa, quindi, se si sospetta un infarto, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza. In previsione del suo arrivo, il paziente deve essere sdraiato o seduto e deve essere fornita aria fresca. Se il paziente viene osservato da un cardiologo e assume farmaci per il cuore, puoi dargli da bere un tale medicinale (ad esempio la nitroglicerina).

Ai primi sintomi di un microinfarto, deve essere chiamata un'ambulanza. Secondo le statistiche, il 30% dei pazienti che non hanno ricevuto un trattamento tempestivo muore entro un anno da un infarto. La terapia rapida aiuta a ridurre la mortalità dell'80%. Prima dell'arrivo di un'ambulanza, è necessario:

  • apri le finestre, apri il colletto;
  • spostare di meno;
  • assumere una posizione semi-seduta;
  • metta una compressa di nitroglicerina sotto la lingua. L'assunzione del medicinale può essere ripetuta dopo 5 minuti, ma non più di tre volte;
  • prendere una compressa di aspirina.

Alcuni uomini cercano di alleviare l'ansia da fumo. È assolutamente impossibile farlo. Il fumo di tabacco provoca un aumento della frequenza cardiaca, un aumento della pressione sanguigna. Pertanto, il fumo aggraverà solo le condizioni del paziente.

Diagnostica Ultrasuoni

Il metodo principale per diagnosticare un infarto è l'elettrocardiografia (ECG). Per chiarire la localizzazione del focus della necrosi e le sue dimensioni, viene eseguito un esame ecografico del cuore (ecocardiografia). Viene prescritto un esame del sangue biochimico generale (lattato deidrogenasi, creatina fosfochinasi, troponina, profilo lipidico, ecc.) Un attacco cardiaco trasferito sulle gambe viene spesso rilevato dopo molto tempo durante l'elettrocardiografia durante la diagnosi per un altro motivo.

I segni di un microinfarto non possono essere distinti da uno stato preinfartuale (angina instabile), ampio infarto miocardico. Dopotutto, tutte e tre le malattie hanno lo stesso meccanismo di sviluppo. L'unica differenza tra angina instabile e infarto del miocardio è che non è accompagnato da necrosi tissutale, i cui segni compaiono molto più tardi e sono determinati solo in laboratorio.

La diagnosi di un microinfarto ha lo scopo di identificare i marcatori delle differenze tra le tre malattie, valutare lo stato di salute del paziente e determinare le tattiche per ulteriori trattamenti.

I pazienti sospetti di infarto sono mostrati i seguenti studi:

  • Elettrocardiogramma (12 derivazioni). Aiuta a valutare il lavoro del cuore, a determinare il tipo di infarto. I sintomi caratteristici di un microinfarto sono deformazioni dell'intervallo ST, inversione / assenza di un'onda T. In alcuni pazienti con microinfarto, l'ECG ha un aspetto assolutamente normale (3). Pertanto, l'assenza di cambiamenti nel cardiogramma non è un motivo per escludere un infarto.
  • Analisi generale, biochimica del sangue. Ti consentono di valutare lo stato di salute umana, la probabilità di alcune complicazioni.
  • Un esame del sangue per biomarcatori di un infarto. Un aumento della concentrazione di troponina, troponina-1, attività di CPK, AST e LDH sono segni caratteristici della necrosi del muscolo cardiaco. Nella maggior parte dei pazienti, si osserva un aumento dei biomarcatori 6 ore dopo l'inizio di un attacco di dolore. Tuttavia, con un test negativo, l'analisi viene ripetuta dopo 8-12 ore. Poiché a volte un cambiamento nella concentrazione, l'attività enzimatica si verifica in seguito.
  • Ecocardiogramma (ultrasuono del cuore). Consente al medico di valutare la struttura del cuore, le sue camere, lo stato delle valvole,>

In media, il periodo di sviluppo di un microinfarto è di circa un'ora; è estremamente difficile diagnosticare il processo di morte delle cellule cardiache in questo periodo anche con l'aiuto di attrezzature speciali. Soprattutto se il fenomeno è accompagnato da segni insoliti. Di solito, il medico dopo aver esaminato il paziente accerta il fatto di focolai necrotici già formati e determina la gravità delle complicanze sviluppate.

Cosa aiuta il medico a riconoscere il microinfarto trasferito?

  1. Reclami di una persona, confrontandoli con una storia medica.
  2. Esami del sangue di laboratorio per la presenza di marcatori speciali che confermano il danno del tessuto miocardico. Più basso è il loro numero, più piccoli sono i fuochi della necrosi.
  3. L'ecografia del muscolo cardiaco consente al medico di vedere le dimensioni e la posizione dell'area danneggiata.
  4. L'ECG è un metodo diagnostico obbligatorio. Sintomi come una ridotta area ST e la comparsa di un'onda T negativa possono indicare lo sviluppo di un "piccolo" attacco cardiaco.
  5. Non esiste un'onda Q allargata che è caratteristica di un esteso danno miocardico.

Caso di studio

Una donna di 54 anni è venuta in clinica lamentando debolezza e nausea. Il problema era associato alla malnutrizione. Durante il sondaggio, si è scoperto che aveva avuto l'angina pectoris per 10 anni, le convulsioni si verificano più volte al mese e vengono interrotte dalla nitroglicerina.

Sull'ECG, ci sono segni di ischemia acuta lungo la parete inferiore del ventricolo sinistro, senza la formazione di un'onda Q. Diagnosi: piccolo infarto focale.

La donna ha subito un ciclo completo di cure in un ospedale, le sue condizioni sono migliorate, è stata dimessa sotto la supervisione di un cardiologo locale. Consigliato: dieta, aspirina cardio, metoprololo, atrovastatina.

Riabilitazione dopo un microinfarto

Il microinfarto trasferito ha un effetto diverso sull'ulteriore qualità, l'aspettativa di vita di una persona. Con un buono stato generale di salute, una persona ritorna rapidamente alla sua solita vita. Tuttavia, per molte persone questo infarto potrebbe non essere il primo o il paziente ha altre malattie croniche che inibiscono il recupero. Tali pazienti lamentano affaticamento rapido, ridotta tolleranza all'esercizio.

Il trattamento riabilitativo prevede:

  • lo scopo della dieta;
  • correzione dello stile di vita;
  • educazione del paziente.

Una dieta con microinfarto comporta una riduzione del consumo di cibi grassi di origine animale, inclusi latticini, sali e una limitazione della quantità giornaliera di calorie. Si consiglia ai pazienti di mangiare spesso, ma in piccole porzioni. La base di una dieta sana sono verdure, frutta, cereali, legumi, latticini a basso contenuto di grassi. Il pesce dovrebbe essere mangiato 2-3 volte a settimana. Durante il giorno è necessario bere 1,5-2 litri di acqua.

Dalla loro dieta escludere o ridurre il consumo:

  • carni affumicate, sottaceti, sottaceti;
  • cibi ricchi di sale;
  • dolci;
  • bevande dolci;
  • alcol;
  • salsicce, salsicce;
  • fast food.

Cambiamenti positivi nel recupero dopo un microinfarto, prevenzione della ricaduta della malattia sono influenzati da cambiamenti nello stile di vita:

  • raggiungere un peso sano;
  • attività fisica quotidiana (dall'esercizio aerobico alle passeggiate regolari, agli esercizi di fisioterapia);
  • smettere di fumare;
  • acquisire capacità di gestione dello stress (meditazione, buon riposo, lavorare con uno psicologo).

La riabilitazione post-infarto comprende terapia farmacologica di supporto, fisioterapia, massaggi, esercizi di fisioterapia, correzione dello stile di vita e dieta. La base della dieta dovrebbe essere costituita da alimenti ricchi di fibre, vitamine, acidi grassi polinsaturi: verdure e frutta, pesce, carne magra, frutti di mare, latticini, oli vegetali. Limitare l'uso di carni grasse, grassi animali, sale, pasticceria. I pazienti in sovrappeso devono riportarlo alla normalità.

Precursori del microinfarto

  • Mancanza di respiro dopo aver camminato;
  • alta pressione sanguigna;
  • fatica;
  • congelamento di mani e piedi (gli arti sono costantemente freddi, anche quando sono caldi);
  • insorgenza periodica di "pelle d'oca" nelle gambe e nelle braccia.

Anche con la comparsa di questi segni, si consiglia di contattare un cardiologo per la diagnostica preventiva. Analizzeremo questi segni in modo più dettagliato.

    Il presagio principale è la mancanza di respiro anche dopo uno sforzo fisico minore e affaticamento. Appaiono spesso nelle persone obese, così come in coloro che fumano. Questi segni suggeriscono che il cuore non può rapidamente fornire abbastanza sangue ai tessuti del corpo. Puoi sbarazzarti di questi sintomi da solo abbandonando le cattive abitudini, adattando la tua dieta e perdendo peso. In questo caso, un microinfarto può essere evitato senza consultare un medico.
  • Quindi ci sono mal di testa costanti, ipertensione. La pressione costantemente elevata aumenta significativamente il rischio di necrosi del miocardio. Quando compaiono questi segni, è già necessario sottoporsi a un esame di routine presso il cardiologo una volta ogni sei mesi.
  • La costante sensazione di freddezza nelle braccia e nelle gambe, così come il verificarsi di "pelle d'oca" indicano che una persona ha già disturbi circolatori nei vasi coronarici e il cuore non può funzionare completamente. Con tali manifestazioni, è necessario sottoporsi a un esame dettagliato da un cardiologo, che include un elettrocardiogramma, un esame del sangue e un'ecografia del cuore. A volte può anche essere indicata la scansione duplex delle arterie.

    Se compaiono i sintomi di un microinfarto, è necessario esaminare un cardiologo. Con i sintomi sopra descritti, un microinfarto lieve viene diagnosticato solo nel 5% dei casi. Molto più spesso, in questa fase, possono essere rilevate altre malattie del sistema cardiovascolare che, se ignorate, portano a un microinfarto o ad un esteso infarto del miocardio.

    Sintomi e manifestazioni cliniche

    In casi più rari, un microinfarto può causare:

    • embolia dell'arteria coronaria - blocco da una formazione esterna, ad esempio con stenosi mitralica o aortica, endocardite infettiva;
    • spasmo della nave coronarica sotto l'influenza di sostanze psicoattive o, ad esempio, forte stress.

    Più tardi, ci sono già segni di base che sono simili ai sintomi di un attacco cardiaco esteso, ma sono meno pronunciati:

    • dolore al petto,
    • bassa pressione
    • mancanza di respiro,
    • labbra blu
    • vertigini,
    • intorpidimento degli arti
    • aritmia.

    Questi sono i sintomi che già nel 99% dei casi indicano un microinfarto o persino un attacco cardiaco massiccio. Gli uomini sono più difficili da tollerare sia un microinfarto che un esteso infarto. Come compaiono i sintomi:

    • Prima di tutto, c'è un forte dolore al petto, che può dare alla spalla, alla mascella, alla scapola.
    • Inoltre, una persona riduce drasticamente la pressione sanguigna.
    • A causa dell'insufficiente afflusso di sangue al cervello, si verificano vertigini, che in casi gravi possono provocare svenimenti.

    Lo svenimento è uno dei sintomi di un microinfarto.

  • Poiché la fornitura di sangue agli arti diminuisce drasticamente, il paziente sente il loro intorpidimento.
  • A causa del fatto che tutti i tessuti del corpo iniziano a ricevere meno ossigeno, una persona sente la mancanza di aria e inizia a respirare spesso e rapidamente.
  • Inoltre, a causa di una forte violazione della circolazione sanguigna, possono apparire cianosi delle labbra e delle mucose nasali.
  • L'aritmia è il segno più pericoloso di un microinfarto. Si verifica a causa di una violazione della conduzione di un impulso nervoso all'interno del muscolo cardiaco. Ciò può essere tachicardia (frequenti contrazioni cardiache - un polso di oltre 90 battiti al minuto), extrasistole (contrazioni cardiache premature), fibrillazione atriale (contrazione atriale rapida caotica). Spesso, l'aritmia persiste dopo un microinfarto.
  • Nelle persone che in precedenza non erano soggette a malattie cardiache, tutti questi sintomi possono essere accompagnati da sentimenti di ansia e paura della morte, il che è comprensibile. Ma coloro che hanno spesso dolori cardiaci potrebbero non prestare la dovuta attenzione ai sintomi. Se sei uno di quelli che sono spesso infastiditi dal dolore toracico e dalle vertigini, allora nota che con un microinfarto, la nitroglicerina e altri nitrati non aiutano. E se hai bevuto la pillola, ma non ha portato l'effetto previsto - entro 3-5 minuti, chiama immediatamente un'ambulanza.

    I sintomi di un microinfarto, un infarto del miocardio, un'angina instabile sono molto simili, poiché tutte e tre le condizioni sono accompagnate da insufficiente afflusso di sangue al muscolo cardiaco. Tuttavia, i principi di primo soccorso per microinfarto, condizione preinfartuale, infarto sono gli stessi. Pertanto, le persone comuni non hanno bisogno di distinguere tra forme di insufficienza coronarica acuta.

    Un classico segno di un microinfarto è il dolore, che si manifesta con una sensazione di spremitura del torace, che può essere somministrato a braccio, stomaco, spalla, collo e mascella. Di solito, il dolore con un piccolo infarto focale è meno pronunciato rispetto a un IM esteso. Le forme di un microinfarto che si verificano senza dolore o con sintomi non standard sono chiamate atipiche.

    Il dolore all'angina durante un infarto ha una serie di caratteristiche che possono distinguere l'insufficienza coronarica acuta dall'angina pectoris:

    • Un attacco di dolore dura più a lungo del solito, oltre 20 minuti. Il dolore è intenso, può scomparire e riapparire.
    • Un attacco non si sviluppa necessariamente dopo stress fisico, eccitazione, stress. Può prendere una persona durante il riposo, il sonno. Spesso, i casi di microinfarto sono registrati al mattino presto.
    • L'assunzione di una compressa di nitroglicerina non allevia completamente il dolore.

    Donne, anziani, pazienti con diabete mellito, insufficienza renale e demenza hanno maggiori probabilità di sviluppare forme atipiche della malattia (2). In totale, ci sono 5 forme di microinfarto:

    • Addominale. Il sintomo ricorda la pancreatite acuta. Una persona si lamenta di dolori di stomaco, singhiozzo, gonfiore, nausea e vomito. È abbastanza raro
    • Aritmica. Si manifesta con aritmie cardiache. La prognosi per questa forma è sfavorevole.
    • Asmatica. Potrebbe non essere accompagnato da dolore. La principale lamentela del paziente è la mancanza di respiro, che ricorda l'asma bronchiale, che si sviluppa a causa dell'edema polmonare. La forma asmatica è più comune tra gli anziani, così come i pazienti che hanno una lunga storia di sviluppo di malattie coronariche o che sono già sopravvissuti all'infarto del miocardio.
    • Asintomatica. Può verificarsi senza dolore. Una persona sente vertigini, improvvisa debolezza, inizia a sudare pesantemente. Spesso trovato in pazienti con diabete.
    • Cerebrale Assomiglia a un tratto in apparenza. Assicurati di svenire. Altri possibili sintomi sono compromissione della coordinazione, incoerenza o confusione del linguaggio, pensiero confuso, problemi di memoria. La forma cerebrale si sviluppa in pazienti con lesioni aterosclerotiche dei vasi cerebrali. Di solito si tratta di persone anziane che soffrono di demenza, memoria compromessa.

    Cataloghi

    1. Aravdeep Jhand, MBBS, Harish C. Devineni, MD, Gene Pershwitz, MD. Sindromi coronariche acute: NSTE-ACS (Angina instabile e NSTEMI)
    2. Galyavich AS, Kamalov GM Galeeva ZM, Baleeva LV Infarto miocardico senza elevazione del segmento ST, 2017
    3. Syrkin AL, Dobrovolsky AV Sindrome coronarica acuta senza elevazione del segmento ST all'ECG, 2011
    4. Natalie Olsen NSTEMI: quello che devi sapere, 2017
    5. Gilles Montalescot Jean Dallongeville Eric Van Belle Stephanie Rouanet Cathrine Baulac Alexia Degrandsart Eric Vicaut per gli investigatori OPERA.
    6. STEMI e NSTEMI: sono così diversi? Esiti a 1 anno di infarto miocardico acuto come definito dalla definizione ESC / ACC (registro OPERA), 2007

    Istruzione medica superiore. Kirov State Medical Academy (KSMA). Il terapista locale.

    Detonic - una medicina unica che aiuta a combattere l'ipertensione in tutte le fasi del suo sviluppo.

    Detonic per la normalizzazione della pressione

    Il complesso effetto dei componenti vegetali del farmaco Detonic sulle pareti dei vasi sanguigni e il sistema nervoso autonomo contribuiscono a un rapido calo della pressione sanguigna. Inoltre, questo farmaco previene lo sviluppo dell'aterosclerosi, grazie ai componenti unici che sono coinvolti nella sintesi della lecitina, un aminoacido che regola il metabolismo del colesterolo e previene la formazione di placche aterosclerotiche.

    Detonic non provoca dipendenza e sindrome da astinenza, poiché tutti i componenti del prodotto sono naturali.

    Informazioni dettagliate su Detonic si trova sulla pagina del produttore www.detonicnd.com.

    Tatyana Jakowenko

    Redattore capo del Detonic rivista online, cardiologo Yakovenko-Plahotnaya Tatyana. Autore di oltre 950 articoli scientifici, anche su riviste mediche straniere. Lavora come cardiologo in un ospedale clinico da oltre 12 anni. Possiede moderni metodi di diagnosi e cura delle malattie cardiovascolari e li implementa nelle sue attività professionali. Ad esempio, utilizza metodi di rianimazione del cuore, decodifica dell'ECG, test funzionali, ergometria ciclica e conosce molto bene l'ecocardiografia.

    Per 10 anni ha partecipato attivamente a numerosi simposi e seminari medici per medici - famiglie, terapisti e cardiologi. Ha molte pubblicazioni su uno stile di vita sano, diagnosi e cura delle malattie cardiache e vascolari.

    Monitora regolarmente nuove pubblicazioni di riviste di cardiologia europee e americane, scrive articoli scientifici, prepara relazioni in conferenze scientifiche e partecipa a congressi europei di cardiologia.

    Detonic