Algoritmo di pronto soccorso per una persona con infarto del miocardio a casa

Cosa deve essere fatto per fornire il primo soccorso per l'infarto del miocardio (un algoritmo di azioni per i primi sintomi di una violazione):

  1. Chiama un'ambulanza. Se una persona è cosciente, questo deve essere fatto prima. In assenza di respirazione o polso, così come lo stato inconscio del paziente, è prima necessario rilasciare le sue vie aeree ed eseguire la rianimazione cardiopolmonare (CPR).
  2. Distendi il paziente, piegando leggermente le gambe sulle ginocchia e sollevando la parte superiore del corpo con un cuscino, vestiti piegati o altri oggetti improvvisati. Apri la finestra nella stanza e libera il torace e il collo del paziente da indumenti stretti.
  3. In assenza di un'allergia al farmaco, somministrare al paziente una compressa di aspirina (acido acetilsalicilico). Il dosaggio del farmaco deve essere di 250-300 mg (1 compressa di aspirina standard o 3-4 cardiologico a basso dosaggio). Affinché il medicinale agisca il più rapidamente possibile, la compressa deve essere prima frantumata o masticata.
  4. Se possibile, è necessario incontrare la squadra di ambulanze e preparare in anticipo i documenti medici della persona (tessera, dimissione ospedaliera, polizza). Ciò consente ai medici di fornire rapidamente assistenza per un attacco di cuore e valutare correttamente le condizioni del paziente.

L'assunzione obbligatoria di nitroglicerina, corvalolo ed estratto di valeriana per infarto del miocardio non è inclusa. Se il paziente ha assunto la nitroglicerina in precedenza e la sua pressione è almeno normale (120/80 mm Hg), una compressa o una dose di spray possono aiutare a ridurre l'ipossia. Se la reazione al farmaco è sconosciuta e non vi è alcuna possibilità di misurare la pressione, è necessario astenersi dall'assumere il farmaco, perché con la pressione sanguigna bassa, aggrava i disturbi del flusso sanguigno.

Il corvalolo e altri sedativi aiutano a ridurre il panico.

In assenza di coscienza e arresto respiratorio e cardiaco, l'algoritmo di pronto soccorso per l'infarto è leggermente diverso:

  1. Controllare il polso e la respirazione del paziente.
  2. In caso di arresto cardiaco, colpire con forza il torace del paziente da un'altezza di 30-40 cm. Un tratto precardico viene applicato con un pugno dal lato del bordo del palmo.
  3. Se non respira, metti un rullo sotto il collo del paziente, getta la testa all'indietro e pulisci le vie aeree con un tovagliolo (ad esempio, dal vomito).
  4. In assenza di polso e respirazione, sono necessari un massaggio cardiaco indiretto e la respirazione artificiale. Per eseguire un massaggio indiretto, è necessario mettere una mano sullo sterno nella regione del cuore, l'altra su di esso. Devi premere con le mani raddrizzate, piegando il torace di 4-5 cm con una frequenza di 100-120 ripetizioni al minuto. Dopo ogni 15 clic, devono essere effettuate 2 uscite sulla bocca o sul naso del paziente. È necessario effettuare un massaggio fino al completo ripristino dell'attività cardiaca o all'arrivo della brigata di ambulanze.
  5. È necessario attirare il maggior numero di persone possibile alla rianimazione, in quanto possono chiedere aiuto durante il massaggio e cambiare la persona che esegue la RCP.
  6. Per eliminare errori gravi durante la fornitura di pronto soccorso per infarto del miocardio, è possibile comunicare con il dispatcher tramite l'altoparlante.

Non dovrebbe essere limitato all'aiuto che può essere fornito a casa. Anche con l'uso tempestivo di farmaci, l'esame di laboratorio e hardware del paziente, il ricovero in un ospedale e il monitoraggio da parte di un cardiologo sono necessari.

In assenza di persone nelle vicinanze con infarto del miocardio, le cure di pronto soccorso devono essere fornite a te stesso. In caso di dolore acuto, mancanza di respiro e altri sintomi di patologia:

  1. Chiama un team medico. In caso di infarto del miocardio, le cure di emergenza devono essere chiamate il più presto possibile, perché stare da soli aumenta il rischio di morte.
  2. Prendi la medicina necessaria.
  3. Prendere una posizione semi-sdraiata, rimuovere o slacciare gli indumenti sulla parte superiore del corpo. La respirazione dovrebbe essere lenta e misurata. È impossibile limitarsi al riposo a letto e prendere fondi da un gabinetto di medicina a casa: se sospetti un infarto, prima un>

Aiutare con un infarto comporta una calma aspettativa di un team medico: i tentativi di raggiungere una struttura medica da soli in auto oa piedi contribuiscono all'espansione della zona di necrosi e aumentano notevolmente il rischio di complicanze.

1. Chiama un'ambulanza e, per quanto possibile, prova a gettare il panico da parte per non perderti e non dimenticare la procedura. Inoltre, il panico, se sei una vittima, porta ad un aumento della circolazione sanguigna e, di conseguenza, a un decorso più pronunciato di infarto del miocardio. Se sei la persona che fornisce il primo soccorso per un infarto alla vittima, il tuo panico può essere trasmesso a una persona già preoccupata e portare allo stesso aggravamento della condizione patologica.

2. Respiri facilmente il paziente: allenta il colletto, la camicia, rilassa la cintura sui pantaloni e altri vestiti che possono spremere il corpo.

3. Poggiare il paziente in modo tale che la testa e il torace siano più alti della parte inferiore del corpo; ciò comporterà un minore stress sul cuore.

4. Rassicurare il paziente, per il quale lasciargli prendere un sedativo, per il quale sono adatti: “Valocardin” (50 gocce), “Corvalol” (30-40 gocce).

5. Se il paziente si lamenta della mancanza di aria, fornirgli un nuovo rifornimento.

6. Se succede in estate, è auspicabile che la persona sia all'ombra del sole.

7. Ogni 5-8, controllare la pressione sanguigna. Se il livello della pressione arteriosa superiore (sistolica) è inferiore a 100 mm. Hg. Art. La "nitroglicerina" e altri farmaci simili non dovrebbero essere somministrati, poiché hanno la proprietà non solo di ridurre il carico sul cuore e di arrestare il dolore miocardico, ma anche di abbassare la pressione, il che può portare ad un aggravamento della situazione.

A pressione normale, somministrare una compressa di nitroglicerina sotto la lingua, se necessario, somministrarne una seconda dopo 15-20 minuti. Ma non più di 2-3x!

8. Somministrare una compressa masticabile a base di acido acetilsalicilico ("Aspirina"), in un dosaggio di 300 mg. L'aspirina assottiglia il sangue e migliora la circolazione sanguigna, a causa della quale in molti casi è possibile prevenire l'ulteriore sviluppo dell'infarto miocardico. Ma anche se non è così, almeno prolunga la vita del paziente fino all'arrivo dell'ambulanza e ai medici che forniscono cure mediche di emergenza.

9. Quando si vomita il paziente, la testa deve essere girata su un fianco e, se necessario, aiutare a liberarsi del vomito dalla bocca, specialmente se ha perso conoscenza. Altrimenti, c'è il rischio che le masse entrino nelle vie respiratorie e un ulteriore soffocamento.

10. Se il paziente ha perso conoscenza, ha perso fiato e polso, è necessario eseguire misure di rianimazione, che includono:

  • Metti la persona su una superficie piana;
  • Per eseguire un ictus precardiale: una volta colpito con forza lo sterno (foto a destra) con il bordo del palmo della mano stretto in un pugno, da un'altezza di 30-40 cm;
  • Esegui un massaggio cardiaco indiretto con respirazione artificiale: ogni 15 clic sull'area del cuore, fai 2 respiri (dalla bocca alla bocca). Maggiori informazioni sul massaggio cardiaco indiretto nelle immagini sono disponibili nel prossimo articolo.

Viene eseguito un massaggio cardiaco fino a quando non compaiono un polso e la respirazione.

Qui vorrei notare un'altra sfumatura: alcuni medici dicono che se durante le misure di rianimazione il polso e la respirazione non compaiono entro 5-8 minuti, nulla aiuterà il paziente. Sebbene, nella storia, ci sono stati casi in cui la vittima ha preso vita dopo 10, 15 e persino 30 minuti. Pertanto, non rinunciare alla speranza e alla fede fino all'ultimo momento e possa il Signore aiutarti in questa materia.

- un sistema per infusione endovenosa, siringhe per somministrazione endovenosa, intramuscolare e sottocutanea di farmaci, un laccio emostatico, batuffoli di cotone, etanolo 70 0, tutto il necessario per determinare il gruppo sanguigno e il fattore Rh, gastroscopio;

- farmaci: soluzione di acido aminocaproico al 5%, soluzione di dicinone al 12,5% (amp.), soluzione di cloruro di calcio e gluconato al 10%, soluzione di gelatinolo al 10%, cimetidina 10% - 2 ml, poliglucina, reopoliglukin, gruppo singolo e Rh compatibile - fattore ematico.

L'infarto miocardico è una necrosi ischemica del muscolo cardiaco causata da insufficienza circolatoria coronarica acuta. Il motivo E, M. è l'aterosclerosi dei vasi coronarici, complicata da un trombo, la presenza di una placca aterosclerotica o uno spasmo prolungato dei vasi coronarici a causa di stress psico-emotivo, un aumento della pressione sanguigna.

grave pressione, compressione, bruciore, dolore lancinante, più spesso dietro lo sterno, meno spesso nella regione del cuore, in alcuni casi nella regione epigastrica.

Il dolore ha un'ampia zona di irradiazione: braccio sinistro, mano, spalla, scapola sinistra, regione interscapolare, mascella inferiore, meno spesso - spalla destra, braccio destro. Il dolore dura da diversi minuti (sempre più di 20-20 minuti), a volte - diverse ore, giorni. Il dolore è di natura ondulata, non alleviato dalla nitroglicerina, ma solo dagli analgesici narcotici.

Durante un attacco, i pazienti avvertono un senso di paura della morte, sventura, brama, sono irrequieti, eccitati. Si precipitano nel dolore, urlano, gemono e spesso cambiano posizione nel letto.

I pazienti si sentono deboli, sudorazione, palpitazioni, insufficienza cardiaca.

Un esame obiettivo: la pelle è umida pallida, cianosi delle labbra. Il polso è frequente, può essere aritmico. La pressione sanguigna diminuisce immediatamente o dopo alcune ore. I suoni del cuore sono ovattati o sordi.

Al minimo sospetto di infarto del miocardio, è necessario chiamare un'ambulanza, concentrandosi al massimo sul fornire il primo soccorso a una persona e, se si è pazienti, seguire le raccomandazioni di seguito.

  1. Metti la persona su una sedia con lo schienale o in uno stato reclinato in modo che la parte superiore del corpo sia posizionata il più in alto possibile - in questo modo, il carico sul cuore sarà ridotto.
  2. Calma il paziente emotivamente o con l'aiuto di Valocordin, al fine di ridurre la frequenza cardiaca.
  3. Sblocca abiti troppo stretti e attillati, allenta tutti i nodi, la cravatta, la sciarpa, specialmente se iniziano a comparire segni di imminente soffocamento.
  4. Assicurati di controllare la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca - se sono normali, allora può essere somministrata nitroglicerina / aminofillina (con una forte riduzione, questa procedura può portare ad arresto cardiaco).
  5. Diverse compresse di aspirina diluiscono attivamente il sangue: somministrale a colpo sicuro (se una persona non ha allergie) con una dose massima di 300 milligrammi. Un effetto più rapido del farmaco è dato dalla masticazione nella cavità orale.
  6. Il tuo cuore si è fermato? La respirazione è agonale o assente? Una persona non riprende conoscenza per molto tempo? La rianimazione cardiopolmonare deve essere avviata immediatamente. In assenza di un defibrillatore, eseguire la respirazione artificiale, il massaggio cardiaco indiretto o, in caso di emergenza, un breve pugno precardico e forte allo sterno. Lo schema di base è di 15 colpi, due ispirazioni / uscite, uno di avvio, tutto questo per un massimo di 10 minuti.
  1. Se sospetti un infarto del miocardio, avvisa immediatamente le persone vicine, se possibile, chiama tu stesso un'ambulanza e informa la tua famiglia della situazione.
  2. Cerca di calmarti, prendi posizione seduta / sdraiata.
  3. Se hai dei farmaci con te, prendi aspirina, nitroglicerina (preferibilmente aminofillina) e corvalolo.
  4. Cerca di non muoverti, segnala i sintomi della squadra di emergenza.

Pronto soccorso per infarto miocardico: cosa fare prima dell'arrivo dell'ambulanza

L'infarto del miocardio è un tipo di malattia coronarica caratterizzata da disturbi irreversibili nel muscolo cardiaco a seguito del deterioramento del movimento del sangue attraverso le arterie coronarie.

L'esito tempestivo della malattia, inclusa la possibilità di salvare la vita di una persona, dipenderà dalla terapia tempestiva corretta nei primi minuti di un attacco.

Il primo soccorso al paziente con un attacco di infarto del miocardio si basa sulle caratteristiche del suo decorso e richiede alla persona che gli fornisce le conoscenze di base di patologia. Durante un attacco, una certa parte del muscolo cardiaco muore e la ragione di ciò è la scarsa afflusso di sangue al muscolo cardiaco.

I fattori predisponenti in questo caso sono lo sforzo fisico, la crisi ipertensiva, le situazioni stressanti, la sovraeccitazione o lo stress emotivo intenso.

Il pronto soccorso per l'infarto del miocardio deve essere effettuato in una determinata sequenza.

E, naturalmente, il primo passo sarà una telefonata a un'ambulanza per chiamare un medico, e preferibilmente un cardiologo.

È importante ridurre il tempo tra l'inizio di un infarto e le manipolazioni di un medico, quindi è consigliabile incontrare uno dei parenti per strada con i medici. L'assistenza medica fornita correttamente può salvare la vita di una persona.

Per ridurre il carico sul cuore, il paziente è meglio assumere una posizione orizzontale, dopo aver bevuto un sedativo.

Una compressa di nitroglicerina aiuterà a far fronte al dolore. Il medicinale viene posto sotto la lingua: ecco come la nitroglicerina entra nel sangue più velocemente. Nella regione sublinguale ci sono arterie attraverso le quali il principio attivo entra quasi immediatamente nella circolazione sanguigna e raggiunge la sua destinazione. A questo proposito, il sollievo dal dolore si verifica in breve tempo.

In alcuni casi, solo l'arresto cardiaco indica un infarto. Una persona perde conoscenza, non ha respiro, il suo polso non è sentito. Tutte le misure di rianimazione dovrebbero iniziare il prima possibile, prima dell'arrivo dell'ambulanza. Il cosiddetto ictus precardiale eseguito nello sterno può avviare il cuore.

Dovrebbe essere breve e forte. Senza l'inizio dell'effetto, è necessario eseguire un massaggio cardiaco indiretto. Il suo schema è il seguente: 30 pressioni sul torace (l'intervallo è arbitrario e calcolato, da qualche parte circa 100 scatti al minuto) e ventilazione polmonare (la cosiddetta respirazione artificiale bocca a bocca).

Questi due stadi vengono eseguiti in combinazione con una frequenza alternata. In questo caso, la testa di una persona malata deve necessariamente essere respinta un po 'indietro e il corpo si trova su un piano solido. Fino all'arrivo dei medici e alla comparsa di segni di vita, devono essere prese misure di rianimazione.

Se non si fornisce l'assistenza necessaria in tempo, la congestione dei polmoni inizia a progredire e l'asma cardiaco passa all'edema polmonare. La respirazione diventa rumorosa e gorgogliante, la respirazione rauca si sente a distanza. Il paziente inizia a tossire e nello stesso momento viene espulso liquido espettorato di una tonalità rossastra. Devi cercare di evitare una complicazione così grave di un infarto prima dell'arrivo di un'ambulanza.

I redattori raccomandano - prevenzione di infarto del miocardio. Come ridurre la probabilità di una malattia o accelerare il processo di trattamento?

La notizia (link) provoca infarto del miocardio. Cosa causa lo sviluppo della malattia?

La sequenza delle misure di primo soccorso dovrebbe essere la seguente:

  1. Chiama un'ambulanza. È meglio se si tratta di un team specializzato di medici cardiologici o di rianimazione.
  2. Si consiglia un'ambulanza di incontrare uno dei parenti al fine di ridurre l'intervallo tra un attacco di infarto del miocardio e manipolazioni mediche.
  3. Il paziente dovrebbe essere la>

Se ci sono alcuni prerequisiti per il fatto che il cuore si è fermato (una persona non respira, non è cosciente, non c'è polso, non c'è pressione sanguigna), quindi procedere con le seguenti misure di rianimazione immediata:

  • Rendi il paziente un ictus precardico, cioè colpisci con il pugno nello sterno, con forza e rapidità. Questo può essere molto efficace nei primi secondi per la fibrillazione ventricolare.
  • Se l'azione precedente è inefficace, eseguono la respirazione artificiale ed eseguono il necessario massaggio cardiaco indiretto. Questi eventi continuano fino all'arrivo di un'ambulanza. Dopo ogni 15 tremori (colpi), vengono eseguiti due respiri e due esalazioni nel cuore e il polso viene controllato. Se l'impulso non viene visualizzato, le operazioni di salvataggio vengono ripetute.
Forse vuoi sapere del nuovo farmaco - Cardiol, che normalizza perfettamente la pressione sanguigna. Cardiol le capsule sono uno strumento eccellente per la prevenzione di molte malattie cardiache, poiché contengono componenti unici. Questo farmaco è superiore nelle sue proprietà terapeutiche a tali farmaci: Cardiline, Recardio, Detonic. Se vuoi conoscere informazioni dettagliate su Cardiol, Andare al sito web del produttoreQui troverai le risposte alle domande relative all'uso di questo farmaco, recensioni dei clienti e medici. Puoi anche scoprire il Cardiol capsule nel tuo paese e le condizioni di consegna. Alcune persone riescono a ottenere uno sconto del 50% sull'acquisto di questo farmaco (come farlo e acquistare pillole per il trattamento dell'ipertensione per 39 euro è scritto sul sito ufficiale del produttore.)Cardiol capsule per cuore

3. Заключение

Il pronto soccorso tempestivo e corretto per l'infarto del miocardio viene fornito prima dell'arrivo di medici qualificati. Tuttavia, molto spesso le persone non hanno idea e non sanno cosa fare per salvare una persona.

La metà di tutti i casi, i pazienti muoiono a causa dell'analfabetismo e delle paure degli altri che non sono riusciti a fornire il primo soccorso prima di essere esaminati da un medico.

Questa condizione può ristagnare sia a casa che in qualsiasi luogo pubblico, quindi ogni adulto dovrebbe sapere che il pronto soccorso tempestivo per un infarto è la chiave per salvare il paziente dalla morte.

È utile per tutti essere in grado di riconoscere un attacco cardiaco iniziale e fornire tutto il supporto possibile alla vittima.

Un attacco di cuore è una condizione pericolosa per la vita che si verifica a seguito di una grave violazione dell'afflusso di sangue al muscolo cardiaco. Ciò accade perché una placca aterosclerotica ostruisce alcune arterie.

C'è una cessazione dell'afflusso di sangue e inizia la necrosi del tessuto cardiaco. Il processo si sviluppa in 20-30 minuti. Se si verifica una fase del genere e la persona non riceve assistenza, ciò può portare alla morte.

Molto spesso, un infarto si verifica nelle persone che soffrono di lesioni organiche e malattie cardiache, ischemia, aterosclerosi e diabete mellito. I fattori di rischio peggiorano con l'età. I sintomi della condizione sono in qualche modo diversi negli uomini e nelle donne.

Negli uomini

I sintomi di un infarto possono essere sia tipici che atipici quando la condizione acuta viene confusa con asma, angina pectoris e ictus. La diagnosi corretta dovrebbe essere stabilita dal medico. Le manifestazioni tipiche di un attacco di cuore negli uomini includono:

  • grave debolezza;
  • palpitazioni cardiache con segni di aritmia;
  • dolore al petto che può dare alla spalla sinistra, clavicola, scapola;
  • rap>

Anche se ci sono 2-3 segni di infarto, è necessaria un'attenzione medica urgente.

Donna

Nelle donne, i segni di un infarto sono leggermente diversi, quindi sono spesso confusi con quelli atipici e non prestano la dovuta attenzione. Questo può portare alla morte nel tempo.

L'attacco cardiaco femminile è caratterizzato dal fatto che il dolore e il disagio sono localizzati principalmente nella parte superiore del corpo (mascella, collo, spalle e parte superiore della schiena).

Spesso il dolore si verifica nella regione epigastrica ed è accompagnato da sensazioni simili a gravi bruciori di stomaco. La condizione è aggravata da debolezza, sudorazione, la pressione può scendere, se prima era normale o aumentata.

Se cerchi aiuto in tempo, puoi prevenire lo sviluppo di un infarto e le sue conseguenze.

Un'adeguata assistenza di emergenza per un infarto è così importante che il suo valore difficilmente può essere sopravvalutato. Prima una persona riceve aiuto, maggiori sono le possibilità che sopravviva.

Nonostante sul campo sia difficile diagnosticare le condizioni del paziente, tutti sono in grado di aiutare la vittima a sopravvivere fino all'arrivo dell'ambulanza.

Le caratteristiche del pronto soccorso per l'infarto del miocardio sono che, usando un minimo di farmaci, solo i mezzi improvvisati possono fornire al paziente la relativa pace e le condizioni necessarie fino all'arrivo dei medici.

Qualsiasi persona, anche se non ha familiarità con le basi della conoscenza medica, è in grado di fare il primo soccorso a una persona che sviluppa rapidamente un infarto del miocardio.

Se una persona si ammala per strada ed è cosciente, puoi chiedere se ha delle pillole con sé.

Molto spesso, coloro che hanno malattie cardiovascolari croniche portano sempre con sé i farmaci necessari. Se prendi questi farmaci, l'aiuto prima dell'arrivo dell'ambulanza sarà più efficace.

È importante che i rimedi familiari non causino effetti collaterali, inclusa una reazione allergica, che aggraveranno solo le condizioni della vittima.

Nella stanza in cui si trova il paziente, è necessario fornire un afflusso di aria fresca, anche in inverno. Mentre l'ambulanza è in viaggio, è necessario preparare i documenti della vittima, incluso

I primi segni e sintomi dell'angina pectoris

  • Dolore urgente a breve termine dietro lo sterno nella regione del cuore, che può dare alla mano destra, alla spalla, alla scapola, che dura da 3 a 15-20 minuti;
  • Una sensazione di mancanza d'aria, insufficienza respiratoria a causa della quale appare la paura;
  • Vertigini
  • Tachicardia (la frequenza cardiaca aumenta a 90 battiti al minuto o più);
  • La pressione sanguigna aumenta bruscamente a 140/100 o più;
  • Uno dei sintomi più importanti: l'attacco dell'angina pectoris si interrompe quando si assume la compressa "Nitroglicerina" sotto la lingua.
  • Dolore molto forte, pressante e lacerante, che brucia dietro lo sterno nella regione del cuore, che può dare (irradiare) al braccio sinistro, alla spalla, alla scapola, alla metà del collo;
  • Il dolore non si ferma dopo un riposo di 30 minuti o più;
  • Quando si applica "sotto la lingua" della compressa "nitroglicerina", il dolore al cuore non si ferma;
  • Nausea, un attacco di vomito;
  • Una forte rottura, debolezza, vertigini;
  • Una persona inizia a sudare pesantemente (sudore freddo), compaiono i brividi, la pelle diventa pallida;
  • C'è una violazione del ritmo cardiaco (tachicardia);
  • La pressione sanguigna aumenta o diminuisce bruscamente, polso rapido.

I precursori dell'insorgenza dell'infarto del miocardio sono abbastanza inequivocabili e consentono di diagnosticare il problema nel 70% dei casi.

  1. Grave dolore dietro lo sterno. Una sensazione molto spiacevole si manifesta in modo inaspettato, parossistico, mentre la sindrome del dolore può "dare" tra le scapole, alla spalla sinistra, al braccio. parte del collo. Dura da trenta minuti a due ore.
  2. Pallore e sudore abbondante. Una persona con un infarto del miocardio diventa rapidamente pallida, un sudore freddo e appiccicoso appare in tutto il suo corpo.
  3. Svenimenti e condizioni limite. Quasi sempre, specialmente nella prima fase di un attacco, una persona può svenire più volte. Meno spesso, ha un irragionevole senso di paura, a volte allucinazioni poco chiare di natura sonora e visiva.
  4. Aritmia e insufficienza cardiaca. Quasi la metà dei pazienti sopravvissuti all'infarto miocardico presentava segni vividi di insufficienza cardiaca, dalla mancanza di respiro e dalla tosse improduttiva alla fibrillazione atriale e all'arresto cardiaco improvviso a breve termine.
  5. Bassa efficienza di nitroglicerina. Una persona non sente un sollievo significativo dopo aver assunto la nitroglicerina - i farmaci di questo gruppo, che espandono i vasi sanguigni, possono essere utilizzati solo come strumento aggiuntivo, insieme agli analgesici narcotici da prescrizione, e solo a determinate condizioni.

Come riconoscere un attacco da soli

Le cure di emergenza per infarto del miocardio svolgono un ruolo importante nel successivo recupero del paziente, quindi è necessario essere in grado di riconoscere correttamente i sintomi della patologia e distinguerli dai segni di altri disturbi.

I tratti distintivi di un infarto sono:

  • Dolore cardiaco acuto Questa sindrome in violazione acuta della circolazione cardiaca ha un carattere pressante, compressivo, bruciante. A causa della forte sensazione di taglio, il dolore che accompagna un infarto si chiama "pugnale". Può essere localizzato nella metà sinistra del torace o dietro lo sterno, dandolo al braccio sinistro, al collo, alla spalla, alla mascella e all'addome superiore. La sindrome del dolore persiste per almeno 15 minuti, il che distingue un infarto da altre malattie cardiache.
  • Sudorazione intensa, panico paura della morte. Il sistema nervoso autonomo risponde a forti dolori aumentando l'attività delle ghiandole sudoripare. Insieme a sudorazione e dolore profusi, il paziente sviluppa tachicardia (aumento della frequenza cardiaca), panico e una forte paura della morte, che sono segni caratteristici di un infarto.
  • Capogiri, debolezza e coscienza alterata. La forma cerebrale di patologia provoca l'insorgenza di disturbi neurologici. Grave debolezza e svenimento complicano la diagnosi di infarto del miocardio e pronto soccorso.
  • Nausea (meno spesso vomito). Questo sintomo è più caratteristico non per l'angina, ma per la forma addominale di un infarto. Tuttavia, la nausea può anche verificarsi a causa di intensa paura, cambiamenti nella pressione sanguigna e reazioni patologiche del sistema nervoso.
  • Mancanza di respiro, sensazione di soffocamento. La mancanza d'aria e un forte sbiancamento causato dall'ipossia possono indicare sia un infarto o angina pectoris che un infarto. La mancanza di respiro migliora la sensazione di panico del paziente.
  • Mancanza di risposta agli antiossidanti. Esistono diverse malattie cardiache, i cui sintomi sono simili all'immagine di un infarto. L'angina pectoris è provocata dalla mancanza di ossigeno nel miocardio e viene interrotta assumendo farmaci che riducono il bisogno di ossigeno da parte dei tessuti (nitroglicerina e suoi analoghi). Con un attacco di cuore, la sindrome del dolore non scompare e non svanisce dopo l'assunzione di antiossidanti.

Perché è importante il pronto soccorso?

Il fattore tempo è il più importante nel trattamento dei disturbi circolatori acuti, quindi la qualità del pronto soccorso per infarto colpisce direttamente le prospettive di riabilitazione del paziente.

Il rischio di sviluppare grave insufficienza cardiaca e le dimensioni della zona necrotica dipendono dalla rapidità con cui i medici sono riusciti a eliminare il coagulo di sangue bloccando l'arteria coronarica e ripristinare la circolazione sanguigna. L'assistenza prima dell'arrivo di un'ambulanza può migliorare le proprietà reologiche del sangue, ridurre il consumo di ossigeno da parte dei tessuti ischemici e ridurre il rischio di morte di 2-3 volte.

È necessario fornire assistenza medica di emergenza e consegnare il paziente in ospedale nelle prime ore dopo l'inizio del dolore: i metodi più efficaci per il trattamento di un infarto (angioplastica e trombolisi) sono efficaci per 1,5-6 ore dopo l'inizio dell'attacco.

Con l'angioplastica, un conduttore con una palla viene inserito nel lume dell'arteria interessata, con l'aiuto del quale viene eliminato il trombo e la nave si dilata. Successivamente, le pareti sono rinforzate con un telaio speciale (stent). Il tempo che intercorre tra l'inizio dell'attacco e l'angioplastica non dovrebbe superare 1,5 ore.

Un complesso trombolitico può essere somministrato dai medici di emergenza prima di arrivare in ospedale, ma le misure devono essere prese entro 6 ore dall'esordio del dolore.

Il primo soccorso per l'infarto miocardico può salvare una persona da ulteriori complicazioni e, in alcuni casi, salvare una vita! Le azioni tempestive e adeguate intraprese nei primi 30 minuti dopo l'inizio di un attacco aumentano significativamente la possibilità di un esito positivo per il trattamento generale, oltre a ridurre i rischi di cambiamenti irreversibili nel sistema cardiovascolare.

Le suddette condizioni possono portare a una serie di complicazioni, inoltre, sia nelle prime fasi di sviluppo e progressione dell'infarto del miocardio, sia dopo il suo trattamento in ospedale.

Rischi potenziali

  1. Primario - shock, edema polmonare, fibrillazione ventricolare, pericardite, ipotensione di varie eziologie, rottura del miocardio.
  2. Secondario - aneurismi cardiaci, complicanze tromboemboliche, insufficienza cardiaca cronica, sindrome di Dressler.

Prevenzione dell'attacco cardiaco

Il primo infarto arriva sempre inaspettatamente. La prevenzione di questa condizione è generalmente volta a prevenire attacchi ripetuti con il massimo controllo del corpo.

I principali fattori negativi che causano recidive del problema sono ipertensione, aterosclerosi, metabolismo dei carboidrati alterato e alta coagulazione del sangue. La principale prevenzione in questi casi è una terapia farmacologica completa accuratamente selezionata che previene la comparsa di placche grasse, aggiunge gli enzimi necessari al corpo, normalizza la pressione sanguigna, ecc. Allo stesso tempo, è severamente vietato modificare il dosaggio o introdurre nuovi farmaci senza il consenso del medico curante!

Molto spesso, viene assegnato il seguente schema:

  1. Terapia antitrombotica con clopidogrel e aspirina.
  2. Ricezione di beta-bloccanti (carvedilolo, bisopropolo) e statine.
  3. Mangiare acidi grassi insaturi omega-3 e vitamine.
  4. Terapia con eparina non frazionaria e ACE-inibitori.

Oltre ai farmaci, un ruolo importante nella prevenzione è svolto da una dieta con un minimo di sale, semilavorati, salsicce, salsicce e altri prodotti contenenti sia colesterolo che grassi del latte (formaggio, ricotta, burro, panna acida, latte ). Inoltre, dovrai smettere di fumare e alcol - un'eccezione è fatta solo per un bicchiere di vino rosso.

Come supplemento, il medico prescrive la terapia fisica e un moderato esercizio fisico sotto forma di ciclismo, danza e nuoto, nonché di camminata quotidiana, il tutto con moderazione e non più di 40 minuti più volte alla settimana.

Come aiutarti

Ma in ognuno di noi c'è un organo che fa proprio questo. Questo è il cuore

in media, il cuore di una persona si restringe 2,5 miliardi di volte nel corso della vita

Tuttavia, il cuore non funziona in modo continuo come sembra: c'è sempre una fase diastolica nel ritmo delle contrazioni, cioè il rilassamento. E così la vita umana continua per questo organo - una frazione di secondo per lo sforzo, una frazione per il riposo. Le caratteristiche strutturali del tessuto muscolare cardiaco (miocardio) forniscono un efficace rinnovo delle risorse necessarie durante la diastole.

Hai mai avuto crampi, ad esempio muscoli dei polpacci? Il fenomeno è abbastanza comune e molti lo hanno sperimentato. Se non ci sono malattie croniche che influenzano il metabolismo, si verifica a causa della mancanza di afflusso di sangue e sostanze nutritive. Per non approfondire le complessità della biochimica, il muscolo si ribella e dà un segnale che è necessario riposare.

Con le gambe o le braccia, tutto è semplice. Crampi? È necessario riposare, il che aiuterà sempre se non ci sono malattie accompagnate da regolari spasmi muscolari. Massaggi o movimenti leggeri aiutano perché la circolazione sanguigna migliora (perfusione) e il sangue porta ossigeno, che scompone l'eccesso di metaboliti che causano dolore. A poco a poco, tutto viene in ordine.

Ma con il cuore questo numero non funzionerà, perché lì il ritmo del riposo è strettamente limitato alla fase diastolica, dopo di che dobbiamo lavorare ulteriormente. Pertanto, è molto più importante per il corpo prevenire la minima carenza del muscolo cardiaco.

L'afflusso di sangue al cuore avviene in modo particolarmente accurato, attraverso speciali arterie coronarie. Un organo con una massa dello 0,5% del totale riceve il 4% di tutto il sangue. È molto importante che il processo di perfusione si verifichi senza errori, perché, a differenza di altri muscoli, il normale funzionamento di ogni cellula è importante per il cuore.

la riduzione dell'afflusso di sangue si chiama "ischemia"

Se per qualche ragione il cuore non riceve sangue, allora sorgono immediatamente problemi, crescendo come una palla di neve che rotola da una montagna. Possono essere risolti solo con l'intervento dall'esterno, che, di norma, consiste nell'introduzione urgente di sostanze vasodilatanti nel corpo. Ad esempio, come la nota nitroglicerina.

Nella maggior parte dei casi, è possibile interrompere l'ischemia miocardica. La medicina ha un vasto arsenale di mezzi per raggiungere questo obiettivo. Ma a volte non tutto risulta e si sviluppa un danno irreversibile al miocardio, che consiste nella necrosi di una parte delle sue cellule. A seconda della localizzazione dell'area necrotica in base alle condizioni del paziente, ciò può riflettersi sia nel dolore transitorio che nell'arresto cardiaco improvviso.

L'infarto del miocardio comporta un rischio enorme per la vita del paziente, molte volte in aumento con la fornitura prematura di cure mediche. Cosa fare se il conto va per minuti? Innanzitutto, devi essere in grado di riconoscere l'infarto del miocardio. In secondo luogo, devi sapere come puoi aiutare fino all'arrivo di un'ambulanza. E in terzo luogo, si deve essere in grado di pensare e agire rapidamente.

Un infarto si verifica sia nelle persone che hanno precedentemente avuto attacchi di cuore, sia nelle persone apparentemente completamente sane. Si manifesta come dolore nella regione del cuore, accompagnato da ansia e paura della morte - il corpo sa che si è verificata una sorta di catastrofe e ne segnala a tutti i livelli, da fisico a psicologico. Questo è un punto molto importante

Anche per un medico, una diagnosi di infarto del miocardio non è sempre facile. Questa patologia è nascosta sotto molte maschere. Il cuore potrebbe non ferire affatto; il dolore può essere localizzato nell'addome, nel braccio sinistro e persino nella parte bassa della schiena. Sebbene, ovviamente, le manifestazioni classiche con dolore nella regione del cuore siano statisticamente dominanti.

Con un infarto, il dolore si manifesta in modo acuto, non passa dall'assunzione di farmaci, che di solito il paziente ha migliorato le sue condizioni ed è accompagnato da una serie di altri sintomi specifici. come:

  • fastidio al torace
  • manifestazioni vegetative - sudorazione eccessiva, salti della pressione sanguigna
  • mancanza di respiro, la cui gravità è correlata allo sviluppo della sintomatologia principale
  • ritmo cardiaco e disturbi della frequenza cardiaca
  • paura della morte

Un argomento importante a favore dell'infarto miocardico è l'attività fisica che lo precede o lo stress psicoemotivo. La combinazione di questi fattori provocatori con dolore acuto nella regione del cuore e / o localizzazione vicino ad esso, e con almeno uno dei sintomi sopra elencati - tutto ciò ci consente di sospettare che si sia verificato un infarto.

Quindi, la persona accanto a te si è ammalata. L'immagine è simile all'infarto del miocardio. Cosa fare?

Innanzitutto, devi metterlo in posizione seduta o semi-seduta. Assicurati che non ci siano abiti attillati, inclusi elementi come una cravatta, che può rendere difficile la respirazione. Se si sono verificati problemi all'interno, aprire le finestre. Queste misure sono progettate per migliorare l'apporto di ossigeno al sangue e ridurre il carico sul cuore.

Rassicurare il paziente. L'adrenalina è come una frusta per il cuore e se c'è un pasticcio, questa frusta aggraverà solo la condizione. Se si sviluppa un attacco cardiaco, un aumento del carico sul cuore provocherà un aumento del focus dell'ischemia e della successiva necrosi, che maggiore è la prognosi più triste. Alla luce di quanto sopra, i sedativi leggeri come la valeriana non sono superflui.

Molto spesso si sviluppa un attacco cardiaco in pazienti affetti da malattia coronarica. Di norma, tali pazienti portano una fiala con farmaci antianginosi, che prendono per il dolore al cuore, ad esempio la stessa nitroglicerina o qualcosa di più nuovo come uno spray al nitrato. In tal caso, il medicinale deve essere assunto immediatamente.

Se il farmaco è inefficace per tre minuti, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza. Il paziente può credere che ora si sentirà meglio e tutto passerà, ricordando i precedenti attacchi di ischemia. Non ascoltarlo: se il dolore scompare, nei primi minuti dopo l'assunzione di nitroglicerina. Se non passa, qualcosa va storto.

In caso di impossibilità dell'arrivo di un'ambulanza di emergenza, è necessario trasportare il paziente da solo. È auspicabile, oltre al conducente, la presenza di un altro passeggero in grado di monitorare le condizioni del reparto.

Prima che arrivi l'ambulanza, puoi dare al paziente aspirina o dipirone (meglio prima), ma prima devi assolutamente scoprire se è allergico a questi farmaci. Per accelerare il farmaco nel sangue, puoi masticare le compresse. Analgin riduce l'intensità della sindrome del dolore e l'aspirina, inoltre, diluisce anche il sangue e diventa più facile per il cuore pomparlo attraverso i vasi.

Se possibile, provare a misurare la pressione del paziente. Se quello superiore è superiore a 130, quello inferiore non è inferiore a 60 e un polso frequente (superiore a 80) - somministrare un beta-bloccante (ad esempio atenololo alla dose di 25 mg). Masticare anche tu. Ricorda che i beta-bloccanti restringono il lume dei piccoli bronchi e per questo motivo è controindicato nei pazienti con problemi polmonari (bronchite ostruttiva, asma, ecc.)

Se una persona sviene e smette di respirare, la rianimazione cardiopolmonare deve essere eseguita immediatamente. che gli darà la possibilità di sopravvivere.

Ogni secondo, con il quale si è verificato questo disastro, muore per infarto del miocardio. La percentuale di morti del leone è dovuta al ritardo nel primo soccorso. Se il paziente entra in ospedale, le sue possibilità aumentano più volte.

Il tasso complessivo di mortalità per infarto miocardico è del 50%; mortalità negli ospedali moderni - circa il 7%

Conclusione

Poiché tutto si sta sviluppando rapidamente, gli altri sono limitati nelle possibilità di salvare una persona. In queste condizioni, è difficile sopravvalutare il ruolo di fattori che sembrano meschini e insignificanti, a cominciare da banali tentativi di rassicurare il paziente.

Ognuna delle tue azioni può diventare quella cannuccia per la quale l'organismo di una persona vicina può afferrarla. Quindi studia con fermezza la semplice sequenza di azioni intraprese con infarto del miocardio. Forse questo un giorno salverà la vita di qualcuno.

Detonic - una medicina unica che aiuta a combattere l'ipertensione in tutte le fasi del suo sviluppo.

Detonic per la normalizzazione della pressione

Il complesso effetto dei componenti vegetali del farmaco Detonic sulle pareti dei vasi sanguigni e il sistema nervoso autonomo contribuiscono a un rapido calo della pressione sanguigna. Inoltre, questo farmaco previene lo sviluppo dell'aterosclerosi, grazie ai componenti unici che sono coinvolti nella sintesi della lecitina, un aminoacido che regola il metabolismo del colesterolo e previene la formazione di placche aterosclerotiche.

Detonic non provoca dipendenza e sindrome da astinenza, poiché tutti i componenti del prodotto sono naturali.

Informazioni dettagliate su Detonic si trova sulla pagina del produttore www.detonicnd.com.

Tatyana Jakowenko

Redattore capo del Detonic rivista online, cardiologo Yakovenko-Plahotnaya Tatyana. Autore di oltre 950 articoli scientifici, anche su riviste mediche straniere. Lavora come cardiologo in un ospedale clinico da oltre 12 anni. Possiede moderni metodi di diagnosi e cura delle malattie cardiovascolari e li implementa nelle sue attività professionali. Ad esempio, utilizza metodi di rianimazione del cuore, decodifica dell'ECG, test funzionali, ergometria ciclica e conosce molto bene l'ecocardiografia.

Per 10 anni ha partecipato attivamente a numerosi simposi e seminari medici per medici - famiglie, terapisti e cardiologi. Ha molte pubblicazioni su uno stile di vita sano, diagnosi e cura delle malattie cardiache e vascolari.

Monitora regolarmente nuove pubblicazioni di riviste di cardiologia europee e americane, scrive articoli scientifici, prepara relazioni in conferenze scientifiche e partecipa a congressi europei di cardiologia.

Detonic