La forma parossistica della fibrillazione atriale provoca il trattamento

La fibrillazione atriale è un'eccitazione miocardica inconsistente, quando la frequenza delle contrazioni supera i 300-500 battiti al minuto. Tuttavia, gli impulsi non sono abbastanza forti da fornire ossigeno al flusso sanguigno. Esistono diverse classificazioni della patologia, ma la seguente divisione delle forme di aritmia è più comune:

  • Parossistico: un attacco dura meno di una settimana, di solito si ferma entro due giorni, anche senza l'uso di agenti terapeutici;
  • Forma persistente: di per sé, il disturbo del ritmo non passa entro una settimana, è necessario l'uso di farmaci o altri metodi di trattamento;
  • Forma permanente - caratterizzata dal fatto che la terapia non ha avuto successo e che è stata presa la decisione di mantenere la fibrillazione. Richiede un monitoraggio regolare da parte di uno specialista e il trattamento delle malattie concomitanti.

La forma permanente non si verifica spontaneamente, è sempre preceduta da uno stadio di convulsioni che potrebbe non essere notato dal paziente.

Lo sviluppo della malattia continua per diversi anni, lo stato di salute e le caratteristiche della terapia influenzano il tasso di cambiamento. All'inizio, gli attacchi non sono spesso disturbati, nel tempo, la loro durata e le pause aumentano, il che porta a disturbi patologici nel lavoro degli atri. In futuro, è possibile la comparsa di fibrillazione costante.

I medici hanno scoperto che la fibrillazione atriale persistente è rara nelle persone sane. La patologia si manifesta in pazienti che sono già registrati con un cardiologo, rispettivamente, il loro cuore non funziona in modo efficace o vengono rilevate violazioni nel sistema circolatorio.

Quali fattori provocano la malattia?

  • L'uso a lungo termine di farmaci per l'aritmia - specialmente se il paziente è automedico, non è osservato dal medico o lo specialista non ha qualifiche sufficienti;
  • Stile di vita asociale: bere alcolici e fumare per tutta la vita porta al fatto che si verificano cambiamenti irreparabili nel cuore. La fibrillazione atriale è solo una delle possibili patologie;
  • Cardiochirurgia - con alcuni interventi chirurgici c'è il rischio di effetti collaterali, il disturbo del ritmo è uno di questi;
  • Intossicazione del corpo - stiamo parlando di sostanze tossiche, prodotti nocivi e microrganismi. Se l'infezione non viene trattata, sono probabili cambiamenti nel funzionamento del muscolo principale;
  • Aumento dell'attività fisica - quando una persona è spesso sovraccarica, fa un lavoro eccessivo e difficile, ha poco riposo, il cuore si consuma molto più velocemente;
  • Vibrazioni sul posto di lavoro - questo fattore non è comune, sebbene la malattia possa svilupparsi per questo motivo.

Tuttavia, nella maggior parte dei casi, la fibrillazione atriale costante si verifica a causa di cause interne. Questi includono malattie cardiache, ipertensione, patologie dei reni e del sistema circolatorio, diabete mellito, disturbi polmonari, ipertiroidismo.

A rischio sono le persone che soffrono di ingrossamento del ventricolo sinistro e della sua disfunzione. Molto spesso, l'aritmia si verifica nelle persone anziane, quindi dopo 40 anni la probabilità di deviazioni aumenta e se l'alcol è un ospite frequente sul tavolo, verranno sicuramente diagnosticate anomalie cardiache.

Circa un terzo dei pazienti non nota attacchi e disturbi del ritmo cardiaco. Tuttavia, ci sono ancora sintomi, sono semplicemente ignorati da una persona e attribuiti all'età, alla fatica e alla mancanza di vitamine.

La luminosità dei sintomi dipende dalle caratteristiche individuali e dal quadro clinico, quindi la fibrillazione atriale, aggravata dall'insufficienza cardiaca o dall'angina pectoris, non passerà inosservata.

Quali sintomi indicano violazioni e la necessità di visitare un cardiologo?

  • Sensazione di debolezza e rapida affaticamento: una persona ha evidente apatia, letargia, anche in assenza di sforzo, si sente la fatica;
  • Vertigini e svenimenti - si verificano senza motivo, nel tempo, la loro frequenza può aumentare;
  • Sensazioni spiacevoli nell'area del torace - molti sentono un battito cardiaco accelerato, come se il muscolo fosse pronto a saltare fuori, si notano spesso interruzioni - il cuore non funziona con un ritmo;
  • La comparsa di mancanza di respiro - poiché la quantità necessaria di ossigeno non entra nei polmoni, una persona non può "respirare", per questo motivo si sente la depressione;
  • Il dolore toracico è il sintomo più pericoloso, che è severamente vietato ignorare. Al primo attacco è necessario visitare un medico, altrimenti le conseguenze non saranno le più piacevoli;
  • Tosse - causata anche da una mancanza di ossigeno, di solito si intensifica in posizione orizzontale;
  • Attacchi di panico: al momento dell'attacco, la pressione in un paziente, anche con ipertensione, può diminuire in modo significativo, il che porta a disturbi autonomici.

Le violazioni sono aggravate anche con uno sforzo fisico minimo, quindi diventa difficile per le persone praticare sport e persino completamente pericolose. La malattia si manifesta e ha un polso irregolare, si osserva la sua carenza.

A casa, puoi eseguire misurazioni elementari: contare la frequenza cardiaca e il polso, se le letture di quest'ultima sono inferiori alla frequenza cardiaca, allora ci sono violazioni.

Ma per determinare quale tipo di fibrillazione atriale (forma permanente o parossistica) devi essere uno specialista.

La fibrillazione atriale è una malattia facilmente diagnosticabile. È sufficiente contattare un cardiologo ed effettuare i test necessari per effettuare una diagnosi accurata. Esistono diversi metodi accurati ed efficaci per l'esame di un paziente:

  • Esame visivo: il medico ascolta il battito cardiaco e il battito cardiaco, nota la loro irregolarità, interruzioni nel lavoro del cuore, ascolta le lamentele della persona;
  • Un elettrocardiogramma è il modo più semplice ed efficace. Sul cardiogramma, la forma costante si manifesta con un intervallo di frequenza cardiaca irregolare, un ritmo irregolare, le onde P sono assenti e la frequenza delle onde caotiche supera le 200 unità. Si possono anche notare cambiamenti nel ritmo ventricolare;
  • Monitoraggio tramite cardioristruttore: una persona trasporta attrezzature per un giorno o più. Allo stesso tempo, il dispositivo funziona sulla base di un elettrocardiogramma, solo in modo continuo. Quindi è possibile identificare dati più precisi, ma un esame giornaliero costerà diverse migliaia di rubli.

La diagnosi utilizzando un registrar (holter) viene eseguita nelle normali condizioni, cioè il paziente non ha bisogno di andare in ospedale. All'ora stabilita, viene semplicemente dal cardiologo.

I metodi indicati sono sufficienti per fare una diagnosi accurata e prescrivere un trattamento. Se una persona ha comorbidità o l'attacco è in atto da molto tempo, è possibile utilizzare altri metodi per creare un quadro clinico più completo.

Il trattamento di una forma costante di fibrillazione atriale si riduce al ripristino del corretto ritmo sinusale. Questo può essere fatto con farmaci o un cardioverter; inoltre, è necessario controllare la formazione di coaguli di sangue, che comportano la chiusura dei vasi sanguigni e la morte.

Come dimostra la pratica, l'efficacia dei farmaci per l'aritmia per questa forma non supera il 50% e la cardioversione - circa il 90% con cure mediche tempestive.

Lo specialista si trova di fronte al compito di ripristinare o non ripristinare il ritmo, poiché l'assunzione di pillole può portare ad un aggravamento della patologia, provocare deviazioni ancora maggiori e portare alla morte.

Il paziente si abitua alla forma costante, ma se si osservano salti della frequenza cardiaca nel corpo, la condizione peggiorerà in modo significativo.

Se il cardiologo dubita che i risultati dell'azione dei farmaci possano essere salvati, viene presa la decisione che il ripristino del ritmo non è pratico.

La terapia farmacologica include i seguenti farmaci:

  • Vengono inoltre utilizzati farmaci per la ritenzione del ritmo - Digossina, Diltiazem o analoghi di 120-400 mg al giorno, beta-bloccanti;
  • Farmaci che impediscono la comparsa di coaguli di sangue. Di solito, viene utilizzato acido acetilsalicilico da 300 mg o warfarin in caso di rischio di complicanze.

Con una maggiore tendenza al sanguinamento, l'assunzione di fluidificanti del sangue è severamente vietata.

Un altro metodo di trattamento è l'uso di un pacemaker, un apparato che agisce sui ventricoli mediante impulsi elettrici. L'efficacia della terapia aumenta se si osserva la fibrillazione atriale fino a 2 anni, altrimenti le possibilità di recupero non sono superiori al 50%.

Un pacemaker aiuta ad eliminare i sintomi della malattia, agisce anche in una situazione in cui il trattamento farmacologico è fallito. Tuttavia, l'installazione del dispositivo è associata all'intervento chirurgico e in futuro è ancora necessario un monitoraggio costante da parte di un cardiologo.

Con la forma costante di fibrillazione, è necessario non solo assumere pillole, ma anche cambiare significativamente la tua vita. Solo con un approccio integrato sarai in grado di sentirti a tuo agio ed eliminare l'insorgenza di complicanze. Quali misure dovrebbero essere prese?

  • Rivedi la tua dieta, rifiuta cibi dannosi e grassi. Il menu giornaliero dovrebbe includere cereali, frutta, verdura e cibi ricchi di potassio e magnesio;
  • Non puoi rinunciare allo sforzo fisico, tuttavia, gli sport vengono svolti in modo delicato: basta camminare ed esercizi mattutini. Ma gli allenamenti estenuanti dovranno essere completamente dimenticati;
  • Sii attento alla tua salute: se compaiono sintomi pericolosi, dovresti visitare immediatamente un medico. La frequenza cardiaca è costantemente monitorata, è consigliabile tenere traccia delle loro prestazioni.

Senza dubbio, dovrai abbandonare le cattive abitudini: alcol e sigarette sono vietati, l'abuso porterà a effetti collaterali che minacciano la vita.

Con una forma costante della malattia, dovrai diventare un frequente visitatore di un cardiologo, fare un elettrocardiogramma e fare vari test.

Se è previsto un intervento chirurgico (ad esempio, estrazione del dente con anestesia), è necessario avvertire definitivamente il medico della presenza di patologia e comunicare i nomi dei farmaci che si stanno assumendo.

La fibrillazione atriale in forma costante è una patologia pericolosa e difficile da trattare. I sintomi possono non essere evidenti, perché le violazioni si sviluppano nel tempo, fuorviando i pazienti. Tuttavia, si può vivere con una tale malattia e, in alta qualità, la cosa principale è seguire tutte le prescrizioni del medico, abbandonare le cattive abitudini e condurre uno stile di vita sano.

Prevalenza nella società

La forma tachisistolica della fibrillazione atriale, che è la più comune, si verifica nel 3% degli adulti di età pari o superiore a 20 anni. Inoltre, le persone anziane soffrono maggiormente della malattia. Questa tendenza è dovuta a diversi fattori:

  • aumento dell'aspettativa di vita;
  • diagnosi precoce di forme asintomatiche di patologia;
  • lo sviluppo di malattie concomitanti che contribuiscono alla comparsa della fibrillazione atriale.

È stato rivelato che il rischio di ammalarsi nelle donne è leggermente inferiore rispetto agli uomini. Ma allo stesso tempo, i primi sono più spesso suscettibili agli ictus, hanno un maggior numero di malattie concomitanti e una pronunciata clinica di fibrillazione.

Caratteristiche caratteristiche della fibrillazione atriale persistente

  • La fibrillazione atriale, in particolare la fibrillazione atriale (FA), è uno dei disturbi del ritmo più comuni.
  • Nonostante il fatto che molti pazienti vivano con questa condizione per molti anni e non provino sensazioni soggettive, può provocare gravi complicazioni come la tachiforme della fibrillazione e la sindrome tromboembolica.
  • La malattia è curabile, sono state sviluppate diverse classi di farmaci antiaritmici adatti per la somministrazione continua e il rapido sollievo di un attacco improvviso.
Forse vuoi sapere del nuovo farmaco - Cardiol, che normalizza perfettamente la pressione sanguigna. Cardiol le capsule sono uno strumento eccellente per la prevenzione di molte malattie cardiache, poiché contengono componenti unici. Questo farmaco è superiore nelle sue proprietà terapeutiche a tali farmaci: Cardiline, Recardio, Detonic. Se vuoi conoscere informazioni dettagliate su Cardiol, Andare al sito web del produttoreQui troverai le risposte alle domande relative all'uso di questo farmaco, recensioni dei clienti e medici. Puoi anche scoprire il Cardiol capsule nel tuo paese e le condizioni di consegna. Alcune persone riescono a ottenere uno sconto del 50% sull'acquisto di questo farmaco (come farlo e acquistare pillole per il trattamento dell'ipertensione per 39 euro è scritto sul sito ufficiale del produttore.)Cardiol capsule per cuore

Che cos'è questo

La fibrillazione atriale si riferisce ad eccitazioni incoerenti delle fibre miocardiche atriali con una frequenza da 350 a 600 al minuto. In questo caso, non si verifica una contrazione atriale completa.

La connessione atrioventricolare normalmente blocca l'eccessiva attività atriale e passa il normale numero di impulsi ai ventricoli. Tuttavia, a volte c'è una rapida contrazione ventricolare, percepita come tachicardia.

Nella patogenesi della FA, il ruolo principale è assegnato al meccanismo di micro-rientro. La tachiforme della malattia riduce significativamente la gittata cardiaca, causando insufficienza circolatoria in un cerchio piccolo e grande.

Perché la fibrillazione atriale è pericolosa? L'irregolarità delle contrazioni atriali è pericolosa per la formazione di coaguli di sangue, specialmente nelle orecchie degli atri, e per la loro separazione.

Prevalenza

La prevalenza della fibrillazione atriale è dello 0,4%. Tra i giovani di età inferiore ai 40 anni, questa percentuale è dello 0,1%, di età superiore ai 60 anni, fino al 4%.

È noto che nei pazienti di età superiore ai 75 anni, la probabilità di rilevare la FA è fino al 9%. Secondo le statistiche, negli uomini, la malattia si verifica una volta e mezza più spesso che nelle donne.

Il substrato patologico non può normalmente condurre un impulso, causando una contrazione irregolare del miocardio. L'aritmia provoca l'espansione delle camere del cuore e la mancanza di funzionalità.

Secondo il decorso clinico, si distinguono cinque tipi di fibrillazione atriale. Si distinguono per le caratteristiche dell'aspetto, il decorso clinico, il rispetto degli effetti terapeutici.

    Il primo>

Tre forme di fibrillazione atriale si distinguono per la frequenza delle contrazioni ventricolari:

  • bradisistolica, in cui la frequenza cardiaca è inferiore a 60 al minuto;
  • con numero normosistolico di contrazioni entro limiti normali;
  • tachisistolica è caratterizzata da una frequenza di 80 al minuto.

Varie cause possono contribuire al verificarsi di disturbi del ritmo, tra cui malattie extracardiache, infiammazione degli strati del cuore e sindromi patologiche congenite. Inoltre, sono possibili meccanismi funzionali e una predisposizione ereditaria.

I motivi sono suddivisi nei seguenti gruppi:

  • cause incoerenti: basso contenuto di potassio nel sangue, bassa emoglobina nei globuli rossi, chirurgia a cuore aperto;
  • a lunga durata d'azione: ipertensione, cardiopatia coronarica, difetti cardiaci e valvolari, cardiomiopatia, amiloidosi ed emocromatosi del cuore, malattie infiammatorie della membrana muscolare e del pericardio, strutture delle valvole, mixoma, sindrome di Wolff-Parkinson-White;
  • fibrillazione dipendente dalla catecolamina: provoca sovraccarico emotivo, prendendo forte caffè e alcool;
  • indotto dal vago: si verifica su uno sfondo di frequenza cardiaca ridotta, spesso di notte;
  • forme genetiche.

I fattori di rischio nei giovani sono la dipendenza da cattive abitudini, l'uso eccessivo di bevande contenenti caffeina e alcol, droghe, nei pazienti più anziani - infarto del miocardio, storia prolungata di ipertensione, cardiopatia congenita.

Sintomi e segni

La clinica della malattia è osservata nel 70% dei casi. È causato da una mancanza di afflusso di sangue, che accompagna vertigini, debolezza generale.

La tachiforme della fibrillazione atriale è caratterizzata da un battito cardiaco e un polso rapidi, una sensazione di interruzioni nel lavoro del cuore e la paura. Quando si verificano masse trombotiche negli atri, si verifica il sidro tromboembolico.

Un trombo dall'atrio destro entra nel ventricolo destro e nel tronco polmonare, rispettivamente, entra nei vasi che alimentano i polmoni. Quando una nave di grandi dimensioni viene bloccata, si verificano respiro corto e respiro corto.

Dall'atrio sinistro, un coagulo di sangue in un ampio cerchio di circolazione del sangue può entrare in qualsiasi organo, incluso il cervello (in questo caso ci sarà una clinica per l'ictus), le estremità inferiori (claudicatio intermittente e trombosi acuta).

La forma parossistica è caratterizzata dall'improvvisa insorgenza, appare respiro corto, battito cardiaco accelerato con interruzioni, battito cardiaco irregolare, dolore toracico. I pazienti lamentano una grave carenza d'aria.

Spesso c'è capogiro, sensazione di debolezza. A volte si verificano svenimenti.

Con una forma costante o persistente, i sintomi (una sensazione di battito cardiaco irregolare) si verificano o sono aggravati dallo svolgimento di qualsiasi attività fisica. Il quadro clinico è accompagnato da grave mancanza di respiro.

All'esame e all'auscultazione, vengono rilevati un battito cardiaco irregolare e una frequenza cardiaca. Viene determinata la differenza tra frequenza cardiaca e polso. Sono necessari test di laboratorio per stabilire l'eziologia della malattia.

La diagnosi è confermata dall'elettrocardiografia.

Segni ECG di fibrillazione atriale: invece delle onde P, le onde f sono registrate con una frequenza di 350-600 al minuto, che sono particolarmente chiaramente visibili nell'II derivazione e nei primi due torace. Con la tachiforme, insieme alle onde, la distanza tra i complessi QRS sarà ridotta.

Con una forma incoerente, viene indicato il monitoraggio giornaliero, che rivelerà attacchi di fibrillazione atriale.

La stimolazione transesofagea, EFI intracardiaca, viene utilizzata per stimolare la possibile attività miocardica. Tutti i pazienti hanno bisogno dell'ecocardiografia per stabilire i processi ipertrofici delle camere cardiache, per identificare la frazione di eiezione.

L'AF dal ritmo sinusale, oltre alle onde atriali, si distingue per le diverse distanze tra i complessi ventricolari, l'assenza dell'onda R.

Se si verificano complessi di inserzione, è necessaria la diagnosi con extrasistoli ventricolari. Con extrasistole ventricolare, gli intervalli di adesione sono uguali tra loro, c'è una pausa compensativa incompleta, sullo sfondo - un normale ritmo sinusale con onde R.

Le cure di emergenza per il parossismo della fibrillazione atriale consistono nella cessazione dell'azione e nel trattamento della causa della malattia e nel ricovero in un ospedale di cardiologia; le tattiche di recupero del farmaco del ritmo - 300 mg di cordarone per via endovenosa - vengono utilizzate per fermare l'attacco.

Tattica della terapia

Come trattare la fibrillazione atriale? Le indicazioni per il ricovero sono:

  • prima volta, forma parossistica inferiore a 48 ore;
  • tachicardia più di 150 battiti al minuto, abbassando la pressione sanguigna;
  • insufficienza ventricolare sinistra o coronarica;
  • la presenza di complicanze della sindrome tromboembolica.

Tattica del trattamento di varie forme di fibrillazione atriale - parossistica, persistente e costante (permanente):

    Forma parossistica di fibrillazione atriale e prima comparsa.
    Viene effettuato un tentativo di ripristinare il ritmo. La cardioversione medica viene eseguita con amiodarone 300 mg o propafenone. Monitoraggio ECG obbligatorio. Come antiaritmici, la procainamide viene utilizzata per via endovenosa 1 g in 10 minuti.
    Con una durata della malattia inferiore a 48 ore, è consigliabile somministrare 4000-5000 unità di eparina di sodio per prevenire la trombosi. Se la FA si è verificata più di 48 ore fa, il warfarin viene usato prima di ripristinare il ritmo.
    Con sintomi gravi, viene utilizzata una significativa riduzione della pressione, sintomi di edema polmonare, terapia elettro-polso.

Per il trattamento antiaritmico profilattico usare:

  • propafenone 0,15 g 3 volte al giorno;
  • etacisina 0,05 g 3 volte al giorno;
  • allapinina nello stesso dosaggio;
  • amiodarone 0,2 g al giorno.

Nella bradicardia, la allapinina sarà il farmaco di scelta per la fibrillazione atriale. Il monitoraggio dell'efficacia del trattamento viene effettuato utilizzando il monitoraggio quotidiano, ripetute stimolazioni transesofagee. Se è impossibile ripristinare il ritmo sinusale, è sufficiente ridurre la frequenza dei parossismi e migliorare le condizioni del paziente.

Forme persistenti di fibrillazione atriale.

I pazienti di giovane e mezza età, nonché in uno stato soggettivo, è necessario provare i farmaci o la cardioversione dell'impulso elettrico.

Prima di ripristinare il ritmo, è necessario controllare il livello INR (il valore target è 2-3 per tre settimane).

La cardioversione elettrica viene eseguita nell'unità di terapia intensiva, prima dell'intervento, è previsto 1 ml di atropina allo 0,1%. Per la cardioversione medicinale vengono utilizzati 15 mg di nibentan o 450 mg di propafenone.

Forma permanente di fibrillazione atriale

Per ridurre il ritmo, viene utilizzata la digossina, diltiazem 120-480 mg al giorno. È possibile combinare con betablokatorov.

Per la prevenzione del tromboembolia, l'acido acetilsalicilico viene prescritto in un dosaggio fino a 300 mg, con un fattore di rischio per l'ictus - warfarin (con controllo INR), con numerosi fattori di rischio per la fibrillazione atriale (età avanzata, ipertensione, diabete mellito) - terapia anticoagulante indiretta.

Una frequenza cardiaca di 70 volte al minuto viene presa come norma, a causa della connessione continua dell'organo con il nodo del seno. Durante la fibrillazione atriale, altre cellule atriali si assumono la responsabilità della contrazione.

Fibrillazione atriale parossistica: cause, sintomi e trattamento

Voglio notare che è molto importante distinguere la vera causa della fibrillazione atriale da fattori che contribuiscono solo alla manifestazione della malattia.

Al momento, sono note circa 14 varianti di cambiamenti nel genotipo, che portano a disturbi del ritmo. Si ritiene che la mutazione più frequente e significativa si trovi sul cromosoma 4q25.

In questa situazione, si verifica una complessa violazione delle strutture e delle funzioni del miocardio degli atri: viene rimodellata.

In futuro, dovrebbe ricorrere all'aiuto dell'analisi genomica, che migliorerà la prognosi della malattia e ridurrà la disabilità a causa della diagnosi precoce della patologia e del trattamento tempestivo.

Una forma permanente di fibrillazione atriale è la patologia cardiologica, una forma di fibrillazione atriale. Tale violazione è caratterizzata da una caotica contrazione delle fibre muscolari degli atri. Molto spesso, la patologia si sviluppa dopo i 40 anni, ma può verificarsi prima.

Una forma persistente di fibrillazione atriale si sviluppa sotto l'influenza di malattie cardiologiche. Questa è la forma più stabile di aritmia. Nel caso del suo aspetto, è impossibile normalizzare il ritmo sinusale per lungo tempo. Il rischio di sviluppare una tale patologia aumenta con l'età.

La fibrillazione atriale (un altro nome - fibrillazione atriale) è una violazione del ritmo delle contrazioni cardiache, che si verificano in modo casuale. Come risultato di una contrazione incoerente delle fibre muscolari, la funzione di pompaggio degli atri, e quindi dei ventricoli e dell'intero cuore nel suo insieme, viene disturbata.

In condizioni normali, il nodo del seno determina la frequenza delle contrazioni del muscolo cardiaco. Questa cifra è di circa 60-80 riduzioni al minuto. Se, per qualche motivo, il nodo del seno non funziona completamente, gli atri generano impulsi con una frequenza fino a 300 volte o più. Ma in tali condizioni, non tutti gli impulsi entrano nei ventricoli.

Come fenomeno indipendente, la forma costante di fibrillazione atriale non rappresenta un pericolo per la vita del paziente, ma può causare conseguenze negative sotto forma di coaguli di sangue nei vasi cerebrali. Tali complicazioni minacciano la salute umana e la vita.

Le nostre iniziative

Nella maggior parte dei casi, la fibrillazione si verifica sullo sfondo di varie malattie cardiovascolari, ma possono essere anche altre cause. La violazione si sviluppa a causa di fattori quali:

  • aritmie di una natura o di un'altra;
  • processi infiammatori nel muscolo cardiaco (pericardite, miocardite);
  • ipertensione arteriosa;
  • infarto miocardico;
  • violazione delle strutture valvolari del muscolo cardiaco;
  • ischemia cardiaca;
  • tipo di diabete mellito, in particolare sullo sfondo dell'obesità;
  • varie cardiomiopatie;
  • ebbrezza;
  • acquisiti e alcuni difetti cardiaci congeniti;
  • tumori del muscolo cardiaco;
  • patologie endocrine (in particolare - tireotossicosi);
  • malattie del sistema nervoso centrale;
  • soggiorno prolungato in ambienti con temperatura dell'aria elevata;
  • condurre interventi chirurgici nel cuore;
  • malattie del tratto gastrointestinale (colecistite calcarea);
  • abuso di alcol, nicotina, fumo;
  • esposizione prolungata alle vibrazioni sul corpo;
  • stress regolare;
  • esercizio intenso;
  • malattie renali.

Per quanto riguarda il fattore età, la probabilità di progressione della patologia aumenta se una persona compie 55 anni. Il rischio aumenta con l'invecchiamento del corpo.

A rischio sono anche le persone che sono state sotto l'influenza di una scarica di corrente elettrica.

Sintomi

Una forma persistente di fibrillazione atriale si verifica in circa il 75% dei casi. Un decorso asintomatico di tale disturbo è stato osservato in 25 pazienti su 100.

I principali sintomi di disturbi del ritmo cardiaco sono:

  • cardiopalmus;
  • dolore al petto;
  • attacchi di paura o panico;
  • una sensazione di interruzione nel lavoro del cuore, che si manifesta nel fatto che il cuore si blocca per un breve periodo, quindi ricomincia a funzionare;
  • svenimenti, svenimenti;
  • debolezza;
  • oscuramento degli occhi;
  • fatica;
  • vertigini;
  • dispnea;
  • impulso irregolare di riempimento diverso;
  • tosse.
  • In alcuni casi, la patologia può manifestarsi con una minzione rapida.
  • In genere, i sintomi che indicano la fibrillazione compaiono dopo l'esercizio, anche se sono lievi.
  • Il quadro clinico della deviazione è esacerbato in presenza di cardiopatia coronarica, ipertensione, difetti della valvola.
  • I sintomi con questa forma di patologia possono aumentare nel corso di diversi anni.
  • La forma costante di fibrillazione atriale viene determinata utilizzando tali metodi:
  • ispezione visiva;
  • elettrocardiogramma;
  • analisi degli ormoni prodotti dalla ghiandola tiroidea;
  • Monitoraggio Holter, monitoraggio del ritmo durante il giorno.

Quando si effettua una diagnosi, manifestazioni cliniche come:

  • irregolarità o carenza di polso nel paziente;
  • diversa sonorità dei suoni del cuore;
  • la presenza di cambiamenti specifici nel cardiogramma;
  • la presenza di segni della malattia di base (patologia del sistema cardiovascolare o endocrino);
  • minzione abbondante dopo attacchi che indicano una forma costante di fibrillazione atriale;
  • la presenza di segni di insufficienza cardiaca (respiro sibilante nei polmoni, ingrossamento del fegato, mancanza di respiro);
  • attività aritmica del cuore.

I criteri per una forma permanente di fibrillazione atriale sono:

  • mancanza di respiro, tosse e affaticamento dopo lo sforzo fisico;
  • dolore sordo al cuore;
  • interruzioni nel lavoro del cuore.

La terapia della malattia richiede l'uso regolare di farmaci specifici che controllano la frequenza cardiaca, nonché mezzi per prevenire l'ictus. Dovrebbero essere presi per la vita.

Il trattamento viene eseguito da un cardiologo.

La forma cronica della patologia non può essere corretta, pertanto le misure terapeutiche mirano a prevenire complicazioni che possono essere causate da una violazione.

Ai pazienti vengono prescritti i seguenti gruppi di farmaci:

  • antiaritmico (flecainide, amiodarone, anaprilin, propafenone);
  • antagonisti del calcio (Diltiazem, Verapamil);
  • bloccanti adrenergici (Concor, Atenolol);
  • farmaci che rallentano la frequenza cardiaca: sono prescritti se altri farmaci non hanno contribuito a ripristinare la frequenza cardiaca (digossina, propranololo);
  • diuretici, complessi vitaminici possono anche essere usati per eliminare le aritmie;
  • per prevenire la probabilità di coaguli di sangue all'interno dei vasi sanguigni del cuore, prescrivere l'uso di anticoagulanti (Warfarin, Cardiomagnyl), durante il corso della terapia, è necessario monitorare gli indicatori del sistema di coagulazione del sangue;
  • Per migliorare il flusso sanguigno nel muscolo cardiaco, sono indicati i complessi con potassio e magnesio.

Non è possibile eseguire il ripristino del ritmo cardiaco in presenza di determinati indicatori di salute. Queste controindicazioni includono quanto segue:

  • un aumento delle dimensioni dell'atrio sinistro (più di 6 cm);
  • la presenza di un coagulo di sangue nella cavità del muscolo cardiaco;
  • tireotossicosi non trattata;
  • età superiore ai 65 anni;
  • la presenza di aritmie concomitanti;
  • effetti collaterali dell'assunzione di farmaci antiaritmici.

Inoltre, i farmaci per ripristinare il ritmo cardiaco non sono prescritti se i pazienti hanno anomalie del muscolo cardiaco di natura innata. In questo caso, il corso del trattamento è determinato individualmente.

Il trattamento chirurgico con una forma costante di fibrillazione atriale è indicato se i farmaci antiaritmici non danno effetto o il paziente è intollerante a tali farmaci, nonché nel caso di una rapida progressione dell'insufficienza cardiaca. In questi casi, cauterizzazione o ablazione.

Nel corso dell'ablazione con radiofrequenza, parti degli atri in cui si osservano pulsazioni patologiche sono influenzate da un elettrodo al termine del quale è presente un sensore radio. Viene iniettato attraverso la vena femorale. L'intervento viene effettuato in anestesia generale.

Se la causa principale della patologia è la malattia cardiaca, l'intervento chirurgico ti permetterà di sbarazzarti del principale fattore di rischio e prevenire il ripetersi della fibrillazione atriale.

Importante nel processo di regolazione delle condizioni del paziente è la dieta. Ciò è dovuto alla necessità di controllare il peso, il cui eccesso crea un carico aggiuntivo sul muscolo cardiaco, nonché l'esclusione dalla dieta di cibi e bevande che possono influire negativamente sul lavoro del corpo.

I pazienti devono osservare i seguenti principi nutrizionali:

  • i piatti dovrebbero essere caldi, sia i cibi freddi che quelli caldi dovrebbero essere scartati;
  • l'ultimo pasto deve essere effettuato entro e non oltre 2-3 ore prima di coricarsi;
  • mangiare cibo solo quando appare una sensazione di fame;
  • qualsiasi tipo di cibo dovrebbe essere masticato con cura.

Dalla dieta del paziente, è necessario escludere:

I prodotti elencati aumentano il rischio di formazione di placche di colesterolo nei vasi, che ostacolano il flusso sanguigno e aggravano ulteriormente la situazione del paziente.

  • diversi tipi di cereali;
  • frutta fresca;
  • alimenti ricchi di proteine;
  • carni magre - pollo, tacchino, maiale magro;
  • verde;
  • latticini;
  • verdure;
  • frutta secca.

Con la fibrillazione atriale di forma costante, caffè e tè sono controindicati. Il regime alimentare deve essere osservato quando si bevono fino a 2,5 litri di acqua al giorno (questo indicatore non include i volumi di carne o brodo vegetale consumati). Se ci sono gravi problemi al sistema cardiovascolare o ai reni, dovresti bere meno liquidi per evitare gonfiori e non esercitare un carico aggiuntivo.

Maggiori informazioni sulla dieta per la fibrillazione atriale - leggi qui.

Metodi popolari

Metodi alternativi di trattamento possono integrare un corso completo di trattamento. Puoi usarli solo su consiglio di un medico.

Tali ricette sono note per correggere la forma costante di fibrillazione atriale:

  • Infuso di calendula. Per preparare, versare un cucchiaio di fiori della pianta, versare 300 ml di acqua calda. Metti il ​​contenitore con la composizione in un luogo caldo per un'ora. Filtrare, prendere mezzo bicchiere prima dei pasti, tre volte al giorno.
  • Infuso di calendula e menta. Devi prendere 4 fiori di calendula, un cucchiaino di menta appena tritata. La massa risultante viene prodotta con 200 ml di acqua bollente. Lasciare il liquido sotto il coperchio per mezz'ora, quindi filtrare. Prendi 200 ml della bevanda finita 3-4 volte al giorno.
  • Un decotto a base di rosa canina. Devi prendere un cucchiaio di frutta, dopo aver rimosso i semi in precedenza, versarli con due bicchieri di acqua bollente, far bollire per 10 minuti, quindi filtrare. Prendi il brodo freddo, in mezzo bicchiere 30 minuti prima dei pasti, 4 volte al giorno. Il miele naturale può essere aggiunto alla bevanda a piacere.
  • Infuso su motherwort e frutti di biancospino. È necessario prendere in parti uguali erba secca e frutta secca. Prendi un cucchiaio della miscela vegetale risultante, versalo con 300 ml di acqua bollente, attendi 2 ore, quindi filtralo. Brodo pronto da assumere 3 volte al giorno, 100 ml ogni volta.
  • Infuso di viburno. Per cucinarlo, devi macinare 3 tazze di bacche e versare la massa risultante con due litri di acqua calda. Insistere sul contenitore con la composizione, avvolgendolo, per 6 ore. Successivamente, la tintura deve essere filtrata, aggiungere 200 g di miele naturale ad esso. Si consiglia di prendere un bicchiere di tale prodotto un giorno prima dei pasti. L'importo giornaliero deve essere diviso in tre dosi.
  • Succo di uva e rape. Tritare finemente le rape bianche di medie dimensioni fresche, spremere il succo con una garza o uno spremiagrumi. Uva di varietà rosse o scure (basta un pennello grande) per spremere per ottenere il succo. Per ogni dose, mescolare 150 ml dei succhi ottenuti. Prendi due volte al giorno.
  • Medicina di erbe. È necessario assumere in parti uguali materie prime vegetali: rosmarino, menta piperita, radice di valeriana, St. Iperico. Prendi un cucchiaio di miscela e versa un bicchiere di acqua bollente. Mettere a bagnomaria, tenere premuto per 15-20 minuti. Non portare a ebollizione il liquido. Dopo 2 ore, filtrare il brodo. Bere 4 volte al giorno, 5 ml, indipendentemente dai pasti.

Chi è a rischio

Diagnosi di fibrillazione atriale persistente

Il metodo più informativo per diagnosticare la fibrillazione atriale è un elettrocardiogramma.

Ma prima, il medico raccoglierà un'anamnesi. Informazioni importanti saranno informazioni su:

  • disturbi del ritmo simili nei parenti prossimi;
  • malattie concomitanti, ad esempio patologia dei polmoni, tiroide, tratto gastrointestinale;
  • le manifestazioni iniziali della menopausa nelle donne.

Se il paziente ha notato indipendentemente un polso irregolare, il medico chiederà: per quanto tempo sono stati osservati questi cambiamenti e se sono stati fatti tentativi per eliminarli. Questo è seguito da un esame fisico, che consentirà immediatamente una diagnosi differenziale con flutter. In effetti, con la fibrillazione atriale, i battiti del cuore si verificano a intervalli diversi.

Durante l'ascolto si rivela l'inefficienza delle abbreviazioni del nostro "motore". Ciò significa che la frequenza cardiaca determinata in questo caso differirà dalla frequenza cardiaca palpabile sul polso. Anche il volume "fluttuante" del primo tono attirerà l'attenzione. Non importa quanto sia istruttivo l'esame obiettivo, tuttavia, in un numero di casi con tachicardia grave, il medico non può capire la causa della malattia e dare un'opinione sul ritmo irregolare. Quindi un cardiogramma viene in soccorso.

Segni su un elettrocardiogramma

L'esame del paziente, specialmente nella vecchiaia, con l'aiuto di un elettrocardiogramma dovrebbe essere effettuato durante ogni visita dal medico. Ciò può ridurre significativamente il numero di conseguenze della fibrillazione atriale (ictus ischemico, insufficienza cardiaca acuta) e migliorare la diagnosi di latente (asintomatica) e delle sue forme parossistiche.

Ma tutti sono ancora inferiori in termini di informatività rispetto al cardiogramma tradizionale, su cui vengono rilevati i seguenti cambiamenti durante la fibrillazione atriale:

  • non c'è onda P;
  • Gli intervalli RR, responsabili del ritmo dei ventricoli, hanno lunghezze diverse;
  • ci sono onde ff, considerate il principale segno della malattia.

Attiro la vostra attenzione sul fatto che per diagnosticare una forma parossistica di patologia, si dovrebbe ricorrere alla registrazione giornaliera a breve termine di un elettrocardiogramma o al monitoraggio Holter XNUMX ore su XNUMX.

La foto sotto mostra esempi di film di persone con fibrillazione atriale.

  1. Studiare una storia medica, i reclami dei pazienti. Vengono rilevati sintomi specifici di aritmia, forma, frequenza e durata degli attacchi, fattori provocatori e presenza di malattie croniche.
  2. ECG, ecocardiografia. Viene determinato il tipo di aritmia, viene valutato lo stato delle valvole cardiache.
  3. Esame del sangue. Sono determinati disturbi della tiroide, segni di altre cardiopatologie e mancanza di potassio.

Se necessario, numerosi studi aggiuntivi aiutano a diagnosticare la malattia.

  1. Monitoraggio giornaliero dell'ECG Holter. La registrazione delle indicazioni durante il giorno consente di determinare la frequenza delle contrazioni cardiache e registrare gli attacchi di fibrillazione atriale.
  2. Ecocardiografia transesofagea. Permette di determinare la presenza di un trombo nell'atrio sinistro.
  3. Test da sforzo, inclusi ergometria e tapis roulant per biciclette. Sono prescritti allo scopo di provocare aritmie per determinare la frequenza delle contrazioni ventricolari. Eliminano l'ischemia in caso di necessità di terapia farmacologica.
  4. Studio elettrofisiologico Viene effettuato per determinare il meccanismo di sviluppo della fibrillazione atriale prima di eseguire l'ablazione a radiofrequenza o l'impianto di un pacemaker.

Per la diagnosi iniziale di un attacco acuto, è sufficiente avere lamentele, anamnesi ed ECG del paziente.

Rilevanza del problema

La fibrillazione atriale (AF) è il disturbo del ritmo cardiaco più comune caratterizzato da un'attività elettrica non coordinata degli atri, seguita da un deterioramento della loro funzione contrattile. Manifestazioni di AF su un elettrocardiogramma (ECG) - assenza di onda P; la presenza di onde f, che variano in ampiezza, frequenza e forma;

La prevalenza di AF nella popolazione generale è dell'1-2%; è probabile che questa cifra aumenti nei prossimi 50 anni. Il monitoraggio sistematico dell'ECG rivela la FA in ogni 20 pazienti con ictus acuto, cioè significativamente più spesso che con un ECG standard in 12 derivazioni. La FA può rimanere non diagnosticata a lungo (FA asintomatica) e molti pazienti con FA non vengono mai ricoverati in ospedale. Di conseguenza, la vera prevalenza della FA si avvicina molto probabilmente al 2% nella popolazione generale.

In uno studio sulla popolazione condotto presso il National Science Center (NSC) “Institute of CardiolPrende il nome dall'accademico ND Strazhesko ”, è emerso che, secondo l'ECG registrato durante il sondaggio epidemiologico, la prevalenza di AF / flutter atriale (AT) tra la popolazione urbana è dell'1,2%.

L'indicatore standardizzato (SP) della prevalenza di AF / TP nella popolazione urbana dell'Ucraina è dello 0,9% per gli uomini e dell'1,0% per le donne. Sulla base dei dati del questionario e dell'analisi della documentazione medica, in particolare dell'ECG, forniti dai pazienti, la prevalenza della prevalenza di AF / TP è del 2,7% negli uomini e del 2,4% nelle donne.

La FA è associata a varie condizioni cardiovascolari che contribuiscono all'aritmia. Le malattie associate alla FA sono segni più probabili del rischio cardiovascolare generale e / o del danno cardiaco e non solo di fattori eziologici. Questi includono insufficienza cardiaca (HF), età, patologia valvolare, ipertensione arteriosa (AH), diabete mellito (DM), ischemia miocardica, ecc.

Pertanto, un costante aumento della prevalenza della FA nella popolazione ha portato al fatto che è diventata la tachiaritmia sintomatica prolungata più frequente che un medico incontra nella pratica clinica.

La rilevanza del problema dello studio della FA è principalmente dovuta al fatto che la presenza di questo disturbo del ritmo cardiaco aumenta significativamente il rischio relativo di mortalità generale e cardiovascolare. Allo stato attuale, la FA è considerata un'aritmia potenzialmente letale, data l'ampia gamma delle sue conseguenze negative associate non solo a un significativo deterioramento della qualità della vita, ma anche a un aumento significativo della frequenza di gravi complicanze e morte.

Classificazione della fibrillazione atriale

Attualmente, ci sono tre classificazioni della fibrillazione atriale utilizzata dai cardiologi praticanti. La patologia è divisa per:

  • forma (è implicita la durata dell'aritmia, cioè parossistica, costante, persistente);
  • la causa dell'occorrenza, o meglio, il fattore che contribuisce al suo sviluppo;
  • gravità, tenendo conto della gravità dei sintomi che accompagnano il disturbo del ritmo cardiaco.

Tale distribuzione è estremamente importante, in quanto consente al medico di determinare ulteriormente il modo più efficace per curare la malattia e prevenirne le complicazioni secondarie.

Le linee guida cardiologiche nazionali forniscono 5 forme di fibrillazione atriale:

  • prima identificato;
  • parossistica;
  • persistente;
  • persistente;
  • costante.

In alcuni pazienti, la malattia ha un carattere progressivo, cioè rari attacchi di aritmia a breve termine diventano gradualmente più frequenti e diventano più lunghi. Come dimostra l'esperienza clinica, questa situazione termina con lo sviluppo di aritmie cardiache permanenti. Solo il 2-3% dei pazienti può "vantarsi" di sfarfallio periodico per 10-20 anni.

Nella stessa sezione, vorrei menzionare la forma atipica di patologia che è entrata nella sindrome di Federico. La malattia descritta appartiene alla categoria delle tachiaritmie, che si manifestano con un aumento della frequenza cardiaca e diversi intervalli tra gli ictus. Ma questo tipo estremamente raro di patologia, che si manifesta nello 0,6-1,5% dei pazienti, è considerato normosistolica e talvolta bradisistolica. Cioè, la frequenza cardiaca sarà all'interno dell'intervallo normale - 60-80 battiti / min, o meno di 60 battiti / min, rispettivamente.

Uno sviluppo simile è possibile se il paziente ha gravi patologie cardiache organiche, ad esempio cardiopatia ischemica, infarto, miocardite, cardiomiopatia.

1. AF per la prima volta identificato. Ogni paziente con una prima FA osservata è considerato un paziente con una FA di nuova diagnosi, indipendentemente dalla durata dell'aritmia, dalla natura del suo decorso e dalla gravità dei sintomi. La FA rilevata per prima può essere parossistica, persistente o costante.

2. La FA parossistica è caratterizzata dalla capacità di ripristinare autonomamente il ritmo sinusale (di solito entro 24-48 ore, meno spesso fino a 7 giorni). Il periodo fino a 48 ore è clinicamente significativo, poiché alla fine diminuisce la probabilità di cardioversione spontanea, il che determina la necessità di considerare la nomina della terapia anticoagulante.

5. AF costante - quando sia il paziente che il medico riconoscono la presenza costante di aritmia; a causa della sua refrattarietà alla cardioversione, quest'ultima, di norma, non viene eseguita.

Va ricordato che la FA è una malattia cronica progressiva in cui vi è una graduale evoluzione da parossistica a persistente e successivamente a una forma costante di FA. Se la prima FA parossistica rilevata viene spesso interrotta spontaneamente, successivamente può ripresentarsi (in circa il 50% dei pazienti entro 1 mese) e la frequenza e la durata dei parossismi aumentano nel tempo.

Dopo 4 anni, la FA si trasforma in una forma persistente nel 20% dei pazienti e dopo 14 anni nel 77%. L'incidenza di FA persistente è del 5-10% all'anno e la presenza di patologia cardiaca concomitante contribuisce al suo aumento. Allo stesso tempo, il ripristino del ritmo sinusale è un compito sempre più difficile, a causa del fatto che il trattamento sta diventando meno efficace.

A seconda della gravità dei sintomi disabilitanti associati alla FA, i pazienti sono classificati secondo la scala proposta dalla European Heart Rhythm Association (EHRA):

  • EHRA I - assenza di sintomi;
  • EHRA II - sintomi lievi che non interferiscono con l'attività quotidiana;
  • EHRA III - sintomi gravi che interferiscono con l'attività quotidiana;
  • EHRA IV - Disabilitazione dei sintomi che precludono l'attività quotidiana.

Si noti che questa scala tiene conto solo di quei sintomi che sono correlati alla FA e scompaiono o la loro gravità diminuisce dopo il ripristino del ritmo sinusale o sullo sfondo di un controllo efficace della frequenza cardiaca (FC).

Fibrillazione atriale parossistica: cause, sintomi e trattamento

Sebbene la fibrillazione atriale parossistica di per sé non sia pericolosa per la vita, può avere gravi conseguenze. Pertanto, la diagnosi precoce e il trattamento di questo disturbo sono molto importanti.

  • - Patologia cardiaca
  • - Infarto miocardico acuto (ridotta conduzione del miocardio ed eccitabilità).
  • - Ipertensione arteriosa (sovraccarico di droghe e LV).
  • - Insufficienza cardiaca cronica (struttura miocardica compromessa, funzione contrattile e conduzione).
  • - Cardiosclerosi (sostituzione delle cellule del miocardio con tessuto connettivo).
  • - Miocardite (disturbo strutturale con infiammazione miocardica).
  • - Difetti reumatici con danni alla valvola.
  • - Disfunzione del nodo del seno.
  • - Patologia extracardiaca
  • - Malattie della tiroide con manifestazioni di tireotossicosi.
  • - Narcotic o altra intossicazione.
  • - Sovradosaggio di preparati digitali (glicosidi cardiaci) nel trattamento dell'insufficienza cardiaca.
  • - Intossicazione acuta da alcol o alcolismo cronico.
  • - Trattamento incontrollato con diuretici.
  • - Sovradosaggio di simpaticomimetici.
  • - Ipopotassiemia di qualsiasi origine.
  • - Stress e sovraccarico psico-emotivo.

- Cambiamenti organici legati all'età. Con l'età, la struttura del miocardio atriale subisce cambiamenti. Lo sviluppo di cardiosclerosi atriale focale piccola può causare fibrillazione in età avanzata.

  1. Tali sintomi includono:
  2. - vertigini;
  3. - debolezza;
  4. - accelerazione del battito cardiaco;
  5. - dolore al petto.

A volte non ci sono sintomi. Tuttavia, il medico sarà in grado di diagnosticare questo disturbo utilizzando un esame fisico o un elettrocardiogramma.

La FA parossistica può causare complicazioni. Ictus ed embolia sono i più gravi. Il sangue all'interno del cuore può coagulare e formare coaguli di sangue.

Questi coaguli possono fluttuare attraverso il flusso sanguigno e una volta nel cervello possono causare un ictus.

I coaguli di sangue possono anche entrare nei polmoni, nell'intestino e in altri organi sensibili, bloccando il flusso di sangue e causando tromboembolia, che porta alla morte dei tessuti, che è estremamente pericoloso per la vita.

Se la FA persiste per un lungo periodo di tempo senza trattamento, il cuore non può più pompare efficacemente sangue e ossigeno in tutto il corpo. Questo può potenzialmente portare a insufficienza cardiaca.

La terapia AF ha lo scopo di normalizzare la frequenza cardiaca e prevenire i coaguli di sangue. Con la fibrillazione atriale parossistica, la frequenza cardiaca può normalizzarsi indipendentemente. Tuttavia, se i sintomi ti infastidiscono abbastanza spesso, i medici possono provare a normalizzare la frequenza cardiaca con farmaci o cardioversione (shock elettrico).

Il medico può suggerire farmaci antiaritmici come Amiodarone o Propafenone anche quando la frequenza cardiaca è tornata alla normalità. Potrebbe anche prescrivere beta-bloccanti per controllare la pressione sanguigna.

Se si verificano ripetutamente episodi di fibrillazione atriale, il medico può prescrivere farmaci per fluidificare il sangue, come warfarin, per prevenire la formazione di coaguli di sangue.

Uno stile di vita sano, una regolare attività fisica e una dieta appropriata sono la chiave per una vita piena in AF. Smettere di fumare e bere eccessivamente contribuirà a limitare la probabilità di sviluppare l'AF parossistica.

Dovresti seguire una dieta sana ed equilibrata e cercare di perdere peso se sei in sovrappeso o obeso. Sebbene gli allenamenti prolungati possano provocare lo sviluppo di AF parossistica, un esercizio moderato è benefico.

Questa violazione non è una controindicazione alla guida, ma se si iniziano a manifestare sintomi di FA, è necessario rallentare e fermarsi in un luogo sicuro sul lato della strada.

Evita stimolanti come caffeina e nicotina e un consumo eccessivo di alcol: questo ti aiuterà a prevenire ulteriori sintomi di fibrillazione atriale parossistica.

Per il verificarsi di AF, è necessario un meccanismo di trigger (trigger) e, per la sua conservazione, un substrato atriale vulnerabile. La fonte più frequente del focus dell'automatismo sono le vene polmonari, ma possono anche essere localizzate in altre parti dell'atrio: il legamento Marshall, la parete posteriore dell'atrio, il crista terminalis, il seno coronarico, la vena cava superiore.

Allo stesso tempo, possono verificarsi diversi focolai di attività ectopica, generando onde tremolanti negli atri. Tuttavia, la pulsazione rapida non viene trasmessa agli atri in modo organizzato: l'eterogeneità della conduzione elettrica attorno alle vene polmonari dovuta a un blocco fisso o funzionale nel miocardio atriale contribuisce all'emergere di un meccanismo di rientro (rientro di eccitazione).

Pertanto, il focus dell'automatismo nelle vene polmonari è il meccanismo di innesco e l'eterogeneità della conduzione contribuisce al mantenimento della FA. In tali pazienti, una FA parossistica è più probabile di una FA persistente. L'ablazione del focus dell'attività ectopica può essere più efficace del trattamento farmacologico della FA.

Lo sviluppo della FA è preceduto dallo sviluppo della fibrosi diffusa negli atri, che contribuisce alla disomogeneità della propagazione dell'onda di eccitazione dovuta alla dispersione dei periodi refrattari. Un aumento della massa degli atri, un accorciamento del periodo refrattario degli atri e un rallentamento della conduzione atriale aumenta il numero di onde "figlie", che contribuisce al verificarsi di AF da parte del meccanismo di rientro - caotico rientro eccitazione e propagazione multipla delle onde di eccitazione. Pertanto, la FA può causare qualsiasi extrasistole atriale.

La comparsa di AF porta a un progressivo rimodellamento elettrofisiologico, contrattile e strutturale degli atri, che contribuisce alla conservazione della FA e alla sua progressione in una forma costante (il fenomeno della "FA dà origine alla FA").

Il rimodellamento elettrofisiologico è caratterizzato da cambiamenti nella refrattarietà atriale e nella conduzione atriale. L'alta frequenza delle loro contrazioni (350-900 / min) nella FA porta a un sovraccarico del miocardio con il calcio, che costituisce una minaccia per la vitalità cellulare ed è impedito da meccanismi compensativi rapidi e lunghi che riducono l'ingresso di calcio nella cellula (inattivazione dei canali del calcio di tipo L).

Di conseguenza, la durata del potenziale d'azione e il periodo refrattario atriale efficace sono ridotti, il che aiuta a preservare la FA. Il rimodellamento atriale elettrofisiologico si verifica rapidamente (di solito entro pochi giorni) e aumenta la stabilità della FA, ma rapidamente reversibile (scompare completamente quando il ritmo sinusale viene ripristinato entro 1 ora - 3-4 giorni).

Il rimodellamento atriale contrattile si verifica contemporaneamente ai rimodellamenti elettrofisiologici. Una diminuzione della concentrazione di calcio intracellulare ad alta frequenza di contrazioni atriali porta a una diminuzione della loro contrattilità e successiva dilatazione, che contribuisce alla conservazione della FA.

Effetti clinici della FA

Il paziente A., 25 anni, è stato presentato al reparto di ammissione con lamentele di mancanza d'aria, incapacità di respirare completamente, palpitazioni, vertigini, forte debolezza generale. Il paziente era impegnato nel powerlifting semi-professionale e con l'approccio successivo perse conoscenza. In famiglia, alla nonna e alla madre è stata diagnosticata la fibrillazione atriale. oggettivamente:

Per confermare la diagnosi utilizzata: esami clinici del sangue e delle urine, determinazione del livello di TSH, ECG, Echo-KG. Il paziente è stato sottoposto a cardioversione farmacologica "Dofetilide", dopo di che il ritmo sinusale con frequenza cardiaca è stato ripristinato entro 60-64 battiti / min. Durante la degenza ospedaliera, è stato eseguito il monitoraggio dell'ECG e non sono stati osservati parossismi di fibrillazione. Si è raccomandato al paziente di limitare l'attività fisica.

Le conseguenze cliniche della FA sono associate a complicanze emodinamiche e trombogeniche dell'aritmia stessa, all'età del paziente, alla presenza e alla gravità della patologia associata e alla qualità del suo trattamento. Il pericolo di FA è associato principalmente alla possibilità di sviluppare complicanze tromboemboliche e tachicardiomiopatia, in cui, in un contesto di alta frequenza cardiaca, si verificano dilatazione delle camere cardiache e disfunzione miocardica, che porta alla formazione o alla progressione dell'insufficienza cardiaca.

Nella stragrande maggioranza dei pazienti, la FA causa sintomi, che violano in modo significativo tutti gli aspetti della qualità della vita: salute fisica e mentale, funzionamento sociale. Inoltre, la gravità di questi disturbi può superare la violazione della qualità della vita delle persone che hanno subito un infarto del miocardio (IM). Il grado di violazione della qualità della vita nella FA dipende dalla gravità dei sintomi, dalla presenza di complicanze, dalla presenza e dalla gravità della patologia concomitante, dagli effetti collaterali del trattamento farmacologico.

Secondo il registro REACH (REduction of Atherothrombosis for Continued Health), che includeva oltre 63 mila pazienti con FA, morte cardiovascolare, infarto miocardico, ictus, la necessità di ricovero in ospedale a causa della progressione dei sintomi di insufficienza cardiaca è stata registrata più spesso che nei pazienti senza AF.

La complicazione più grave della FA è l'ictus ischemico (la stasi del sangue nell'orecchio non contraente dell'atrio sinistro contribuisce alla trombosi e alla successiva embolizzazione delle arterie cerebrali).

Si è riscontrato che circa ⅓ di tutti i tratti sono dovuti alla FA. La frequenza dell'ictus nei pazienti con FA non valvolare che non assumono anticoagulanti è in media il 5% all'anno, che è 2-7 volte più spesso rispetto ai soggetti senza FA. Le complicanze cerebrovascolari della FA sono particolarmente comuni nei pazienti più anziani. Secondo lo studio di Framingham (5070 pazienti di età superiore ai 34 anni), il rischio di ictus all'età di 50-59 anni aumenta di 4 volte, 60-69 anni - di 2,6 volte, 70-79 anni - di 3,3 volte, 80-89 anni - 4,5 volte.

Un fattore di rischio significativo per l'ictus è la presenza di cardiopatia mitralica, principalmente stenosi mitralica. Nella FA di genesi non valvolare, l'ictus è promosso da fattori come embolia o ictus precedenti, ipertensione, età gt; 65 anni, infarto miocardico, diabete, grave disfunzione sistolica del ventricolo sinistro (LV) e / o insufficienza cardiaca congestizia, aumento delle dimensioni dell'atrio sinistro (gt; 50 mm), presenza di trombo nell'atrio sinistro.

La disfunzione cognitiva, inclusi i problemi di attenzione, memoria e linguaggio, si verifica 2 volte più spesso negli individui con AF che senza AF, indipendentemente dalla presenza di un ictus. L'incidenza della demenza è del 10,5% nei primi 5 anni dopo la diagnosi di FA. I predittori indipendenti di demenza sono l'età e il diabete. Le possibili cause del suo sviluppo sono la microembolizzazione cerebrale dovuta alla mancanza di attività meccanica dell'atrio sinistro, nonché la variabilità della perfusione cerebrale dovuta alla variabilità del ritmo cardiaco con lo sviluppo di infarto cerebrale asintomatico. Secondo l'ecografia Doppler, il microembolismo cerebrale viene rilevato nel 30% dei pazienti con FA.

La FA è un fattore che provoca e provoca soprattutto l'insufficienza cardiaca. La presenza di AF aumenta il rischio di sviluppare insufficienza cardiaca 3-4 volte. L'elevata frequenza cardiaca nella FA porta a disturbi emodinamici dovuti alla riduzione del riempimento dei ventricoli, alla riduzione del flusso sanguigno coronarico, alla ridotta contrattilità e ai ventricoli dilatati. Inoltre, la conservazione della frequenza cardiaca gt; 130 bpm

/ min per il 10-15% della durata della giornata può portare allo sviluppo di cardiomiopatia tachicardica con grave insufficienza cardiaca congestizia. Tuttavia, anche con una frequenza cardiaca normale, la perdita del contributo atriale alla gittata cardiaca e il ritmo irregolare compromettono significativamente l'emodinamica. In questo caso, il volume dell'ictus del cuore diminuisce in media del 20%, la gittata cardiaca - di 0,8–1,0 l / min e la pressione di inceppamento nell'arteria polmonare aumenta di 3-4 mm RT. Art.

Le malattie cardiovascolari concomitanti hanno un effetto significativo sulla prognosi nei pazienti con FA. Nei pazienti con ipertensione in presenza di FA, il rischio di complicanze nell'arco di 5 anni è 2 volte più elevato, lo sviluppo dell'insufficienza ventricolare sinistra è 5 volte più probabile, l'ictus è 3 volte più alto e la mortalità è 3 volte più alta. Con l'MI, la mortalità aumenta di 2 volte, la mortalità - di 1,8 volte.

Secondo vari studi, la presenza di FA in pazienti con insufficienza cardiaca aumenta la mortalità da 2,7 a 3,4 volte, mentre il rischio di ictus e complicanze tromboemboliche raddoppia. L'ictus ischemico, che si è verificato sullo sfondo della FA, è caratterizzato da un decorso clinico più grave rispetto a quelli di un'altra eziologia. La mortalità nei primi 3 mesi è 1,7 volte, la frequenza della disabilità è 2,2 volte superiore rispetto alle persone con ictus senza FA.

La FA conduce tra le cause di ospedalizzazione per aritmie cardiache (fino al 40%). Il ricovero ripetuto si verifica principalmente nei primi 6 mesi (65,8% dei pazienti con costante e 67,2% con FA di nuova diagnosi). Il 22,7% della FA di nuova diagnosi ritorna in ospedale nel primo mese dopo la dimissione.

Sulla base di quanto precede, si può affermare che è importante per un professionista avere una chiara idea delle tattiche di gestione dei pazienti con FA e HF e dei metodi di prevenzione di gravi complicanze in essi. Considerare questi problemi alla luce delle nuove raccomandazioni della Società europea di Cardiology (ESC) (2010) per la gestione di pazienti con FA.

Detonic - una medicina unica che aiuta a combattere l'ipertensione in tutte le fasi del suo sviluppo.

Detonic per la normalizzazione della pressione

Il complesso effetto dei componenti vegetali del farmaco Detonic sulle pareti dei vasi sanguigni e il sistema nervoso autonomo contribuiscono a un rapido calo della pressione sanguigna. Inoltre, questo farmaco previene lo sviluppo dell'aterosclerosi, grazie ai componenti unici che sono coinvolti nella sintesi della lecitina, un aminoacido che regola il metabolismo del colesterolo e previene la formazione di placche aterosclerotiche.

Detonic non provoca dipendenza e sindrome da astinenza, poiché tutti i componenti del prodotto sono naturali.

Informazioni dettagliate su Detonic si trova sulla pagina del produttore www.detonicnd.com.

Svetlana Borszavich

Medico generico, cardiologo, con lavoro attivo in terapia, gastroenterologia, cardiologia, reumatologia, immunologia con allergologia.
Ottima conoscenza dei metodi clinici generali per la diagnosi e il trattamento delle malattie cardiache, nonché elettrocardiografia, ecocardiografia, monitoraggio del colera su un elettrocardiogramma e monitoraggio giornaliero della pressione sanguigna.
Il complesso terapeutico sviluppato dall'autore aiuta in modo significativo con lesioni cerebrovascolari e disturbi metabolici nel cervello e malattie vascolari: ipertensione e complicanze causate dal diabete.
L'autore è membro della European Society of Therapists, partecipa regolarmente a conferenze e congressi scientifici nel campo della cardiologia e della medicina generale. Ha partecipato più volte a un programma di ricerca presso un'università privata in Giappone nel campo della medicina ricostruttiva.

Detonic