Panoramica delle cause, dei tipi, dei sintomi e del trattamento della malattia cerebrovascolare

Il cervello è una struttura estremamente complessa che fornisce il controllo su molti processi nel corpo umano. Per il normale funzionamento, questo corpo deve ricevere una grande quantità di ossigeno e sostanze nutritive. I tessuti cerebrali sono estremamente sensibili ai livelli più bassi di saturazione con sostanze essenziali.

Il termine malattia cerebrale può nascondere tipi di ictus emorragici e ischemici, emorragie intracraniche di varia localizzazione, patologia cerebrale disculatoria cronica, encefalopatia ipertensiva e aterosclerotica, ecc. Tutte queste condizioni sono caratterizzate da incidente cerebrovascolare acuto o cronico. La classificazione internazionale delle malattie classifica un numero significativo di patologie nella classe dei disturbi cerebrovascolari.

Per molte persone moderne, la salute è al 2 ° o al 3 ° posto, quindi quale malattia cerebrovascolare conosceranno dopo aver fatto la diagnosi. Tuttavia, questa grave malattia è associata a due condizioni patologiche che sono estremamente comuni nelle persone moderne, tra cui l'aterosclerosi e l'ipertensione.

Pertanto, le placche aterosclerotiche e la pressione arteriosa cronicamente elevata sono le cause più comuni della malattia cerebrovascolare. L'aterosclerosi è attualmente una malattia dei vasi sanguigni estremamente comune. Questa condizione patologica si sviluppa sullo sfondo di un aumento critico del colesterolo nel sangue.

La parte del leone del colesterolo entra nel corpo umano insieme a cibi ricchi di grassi animali. Questa sostanza è viscosa e si attacca alle pareti dei vasi sanguigni. Inoltre, le placche aterosclerotiche contengono elementi del sangue e alcune altre sostanze. La comparsa di placche aterosclerotiche nei vasi cerebrali contribuisce al restringimento del loro lume, nonché allo sviluppo di processi infiammatori. Le placche aterosclerotiche possono rapidamente diventare una causa di incidente cerebrovascolare.

L'ipertensione arteriosa associata all'ipertensione nel tempo diventa la causa dello sviluppo di focolai di danno e necrosi delle pareti dei vasi sanguigni situati nel cervello. Inoltre, la pressione arteriosa cronicamente elevata porta ad allungamento e aumento della permeabilità delle pareti dei vasi sanguigni. Il lume delle navi si restringe gradualmente, man mano che si sviluppa la stenosi.

Tutti questi processi portano al fatto che le cellule cerebrali iniziano a morire, senza ricevere la quantità necessaria di ossigeno. Secondo le statistiche, circa il 40% dei pazienti affetti da malattia cerebrovascolare ha una storia di ipertensione di grado 3-4. Inoltre, spesso l'ipertensione diventa una causa di ictus.

Un'altra causa comune di malattia cerebrovascolare è la vasculite sistemica. Le malattie appartenenti a questo gruppo sono accompagnate da deformazioni e processi infiammatori che colpiscono le pareti dei vasi sanguigni. Le navi danneggiate non possono normalmente svolgere la loro funzione, il che porta a un insufficiente apporto di ossigeno ai tessuti cerebrali e alla loro morte graduale.

I disturbi cerebrovascolari hanno un'origine diversa.

Ma possiamo distinguere i fattori provocatori comuni che possono cambiare lo stato dei vasi cerebrali:

  1. Disturbi ormonali (anche durante la terapia ormonale con farmaci).
  2. Deviazioni nel metabolismo.
  3. Esposizione a tabacco e alcol.
  4. Ipertensione.
  5. Situazioni stressanti
  6. Lesioni al cranio e alla colonna vertebrale.
  7. Ipodynamia.
  8. Predisposizione ereditaria allo sviluppo di disturbi cerebrovascolari.

Molti di questi fattori influenzano costantemente o periodicamente il corpo umano e con l'età si accumulano gli effetti di queste influenze.

Pertanto, negli anziani, l'insufficienza cerebrovascolare del cervello è più probabile, sebbene recentemente le patologie di questo gruppo siano diventate più comuni nella popolazione giovane.

Forse vuoi sapere del nuovo farmaco - Cardiol, che normalizza perfettamente la pressione sanguigna. Cardiol le capsule sono uno strumento eccellente per la prevenzione di molte malattie cardiache, poiché contengono componenti unici. Questo farmaco è superiore nelle sue proprietà terapeutiche a tali farmaci: Cardiline, Recardio, Detonic. Se vuoi conoscere informazioni dettagliate su Cardiol, Andare al sito web del produttoreQui troverai le risposte alle domande relative all'uso di questo farmaco, recensioni dei clienti e medici. Puoi anche scoprire il Cardiol capsule nel tuo paese e le condizioni di consegna. Alcune persone riescono a ottenere uno sconto del 50% sull'acquisto di questo farmaco (come farlo e acquistare pillole per il trattamento dell'ipertensione per 39 euro è scritto sul sito ufficiale del produttore.)Cardiol capsule per cuore

Persone a rischio

  • coloro che fumano e / o bevono alcolici, tossicodipendenti;
  • impiegati non sportivi;
  • pazienti con diabete;
  • persone con più di 60 anni.
PatologiaLe nostre iniziative
Arteriosclerosi cerebraleSi verifica a causa del metabolismo alterato dei grassi nel corpo. A sua volta, può essere causato da diabete mellito, cattiva alimentazione, malattie endocrine e genetiche, uno stile di vita sedentario.
TrombosiSi verifica a causa della trombofilia, una malattia emorragica congenita che aumenta la probabilità di coaguli di sangue. Inoltre, la causa potrebbe essere un danno alle pareti dei vasi sanguigni.
Angiospasmo cerebraleSi verifica a causa di malattie cardiache croniche; malattie endocrine; abuso di stress di caffeina, nicotina, energia; dipendenza; automedicazione con farmaci che aumentano la pressione sanguigna e tonificano le pareti dei vasi sanguigni.
arteriteSi verifica a causa di infezione o reazioni autoimmuni.

L'eziologia del CVB è molto complessa. Include l'interazione di molti fattori che non è sempre possibile stabilire. L'ipertensione, l'aterosclerosi e una violazione delle proprietà reologiche del sangue possono diventare la causa del disturbo dell'apporto di sangue.

L'Organizzazione mondiale della sanità identifica più di trecento fattori che predispongono all'insorgenza dell'insufficienza cerebrovascolare.
Possono essere divisi in quattro grandi gruppi:

  • I principali fattori che sono modificabili;
  1. ipertensione;
  2. aterosclerosi;
  3. diabete;
  4. il fumo;
  5. obesità e altri
  • Altri fattori di rischio che possono essere modificati:
  1. consumo di alcol;
  2. malattia mentale;
  3. stato sociale;
  4. prendendo alcuni farmaci, ecc.
  • Fattori di rischio non modificabili:
  1. età;
  2. ereditarietà.
  • I cosiddetti "nuovi" fattori di rischio:
  1. disturbi emorragici;
  2. vasculite.

Persone a rischio

Nella stragrande maggioranza dei casi, l'aterosclerosi dei vasi - depositi di colesterolo che formano placche - porta a processi acuti e cronici nel cervello. Queste placche comportano il più alto rischio cerebrovascolare, poiché causano il restringimento e il blocco dei vasi sanguigni del cervello, che in futuro possono provocare una violazione del flusso sanguigno cerebrale, l'ischemia cerebrale con gravi conseguenze.

Altre cause della malattia cerebrovascolare possono essere:

  1. Trombosi ed embolia dovuta a malfunzionamento del sistema di coagulazione del sangue.
  2. Vasculite o danno al tessuto connettivo, che molto spesso comprende vasi grandi e piccoli.
  3. Distonia di vasi cerebrali, o violazione della regolazione nervosa del tono vascolare, nonché grave sovraccarico psicoemotivo.
  4. Spasmo delle arterie sullo sfondo dell'ipertensione arteriosa cronica.
  5. Osteocondrosi del segmento cervicale della colonna vertebrale, causando disturbi transitori della circolazione cerebrale.
  6. Malattie infiammatorie dei vasi cerebrali.

I fattori che provocano lo sviluppo di malattie cerebrovascolari includono:

  • cattive abitudini - fumo, alcolismo;
  • diabete;
  • obesità;
  • stress frequente e sovraccarico nervoso;
  • età avanzata;
  • dislipidemia;
  • ipertensione di qualsiasi grado;
  • ischemia cardiaca;
  • coagulazione del sangue;
  • ipodynamia;
  • eredità gravata;
  • uso a lungo termine di contraccettivi ormonali;
  • gotta.

Le cause della patogenesi cerebrale sono divise in primarie e secondarie.

  • sviluppo di arteriosclerosi cerebrale;
  • diabete mellito, gotta;
  • ipertensione.
  • abuso di alcool;
  • il fumo;
  • la predominanza di cibi grassi nella dieta;
  • stile di vita sedentario;
  • cause ereditarie;
  • infezioni infiammatorie;
  • osteocondrosi del collo;
  • malattie del sistema cardiaco;
  • sovrappeso;
  • aumento della coagulazione del sangue;
  • precedenti infortuni;
  • avvelenamento con vari prodotti chimici;
  • stress emotivo (stress, sentimenti).

Fattori che portano a un deterioramento dell'afflusso di sangue al cervello, gli esperti condizionatamente divisi in due gruppi. La causa più comune dei problemi sono le lesioni aterosclerotiche dei principali vasi sanguigni del corpo. Le placche di colesterolo si formano sulle loro pareti, rispettivamente, la clearance in esse diminuisce.

La seconda ragione per la comparsa di questi problemi sono i processi infiammatori nei vasi cerebrali, che sono chiamati vasculite.

Il gruppo a rischio comprende tutte quelle persone che sono inclini allo sviluppo di una malattia come l'aterosclerosi. Questi sono pazienti con diabete, fumatori e anche quelli in sovrappeso.

La malattia cerebrovascolare (CVB) nelle prime fasi dello sviluppo è caratterizzata da disturbi del sonno nel paziente (insonnia, improvviso risveglio nel cuore della notte e incapacità di addormentarsi dopo il risveglio), affaticamento veloce, scarsa capacità lavorativa, perdita di memoria, pignoleria, distrazione e pensiero alterato.

Le cause dello sviluppo della malattia sono vari fattori:

  • ictus: spesso diventa la causa dello sviluppo della malattia cerebrovascolare;
  • l'arteriosclerosi cerebrale è la causa più comune di CVB;
  • stress cronico;
  • il fumo;
  • alcolismo;
  • peso in eccesso;
  • diabete;
  • patologia della struttura dei vasi sanguigni;
  • malattie del sistema circolatorio;
  • ipertensione;
  • gonfiore;
  • malattie infettive;
  • sindrome antifosfolipidica;
  • lesioni.

Il trattamento del CVB dipende dalla causa della violazione, dalla gravità della malattia. In alcuni casi, la chirurgia diventa il principale metodo di trattamento.

  1. Disturbi ormonali (anche durante la terapia ormonale con farmaci).
  2. Deviazioni nel metabolismo.
  3. Esposizione a tabacco e alcol.
  4. Ipertensione.
  5. Situazioni stressanti
  6. CHD.
  7. Lesioni al cranio e alla colonna vertebrale.
  8. Ipodynamia.
  9. Predisposizione ereditaria allo sviluppo di disturbi cerebrovascolari.

Cosa causa il problema

La malattia cerebrovascolare è una condizione patologica caratterizzata da cambiamenti organici nel tessuto cerebrale. Sorgono a causa di problemi con l'afflusso di sangue. Per questo motivo, le cellule cerebrali non ricevono abbastanza ossigeno e altri nutrienti. Tutto ciò diventa la ragione per la comparsa di tali cambiamenti, a seguito dei quali compaiono disturbi cognitivi o persino una complicazione così grave che può svilupparsi un ictus.

La base dei problemi nella maggior parte dei casi sono lesioni diffuse o multifocali del cervello. Si manifestano con disturbi mentali, neuropsichici o neurologici che caratterizzano la malattia cerebrovascolare. L'encefalopatia discircolatoria è attualmente assente nella classificazione internazionale delle malattie stabilita a seguito di 10 revisioni (ICD 10), sebbene in Russia questa diagnosi sia spesso utilizzata per indicare problemi cronici con la circolazione cerebrale.

I processi infiammatori nelle navi sono anche le cause più comuni dello sviluppo di una tale malattia.

Le nostre iniziative

Le ragioni principali per lo sviluppo dell'insufficienza cerebrovascolare:

  1. aterosclerosi;
  2. osteocondrosi;
  3. lesione aterosclerotica;
  4. tromboembolia, trombosi sullo sfondo della disfunzione della coagulazione del sangue;
  5. vasculite.

fattori

Ma ci sono altri fattori correlati:

  • diabete;
  • obesità;
  • processo infiammatorio nei vasi del cervello;
  • patologia del cuore;
  • abuso di cattive abitudini (alcol, fumo, caffeina);
  • gotta.

Conseguenze

Di conseguenza, la qualità dell'apporto di sangue al cervello si sta deteriorando. I tessuti e le cellule sono peggio riforniti di ossigeno, il che significa che non ottengono la giusta quantità di nutrienti. Tali condizioni diventeranno l'ambiente ottimale per lo sviluppo di cambiamenti patologici di natura diffusa e focale.

La progressione della malattia provoca complicazioni come svenimento e acufene, una diminuzione della qualità della vista. Le crisi epilettiche compaiono anche in una categoria separata di pazienti. Un ictus accompagnato da necrosi tissutale è una complicazione prevedibile.

Malattie da insufficienza cerebrovascolare

L'osteocondrosi come causa principale della malattia cerebrovascolare

A causa della lunga e forte influenza dei fattori provocatori, si sviluppano malattie che successivamente portano alla comparsa di insufficienza cerebrovascolare:

  1. L'aterosclerosi. Questo disturbo comune provoca l'adesione delle placche di colesterolo alla superficie interna delle pareti vascolari. Successivamente, tali navi non possono svolgere pienamente le loro funzioni.
  2. Vasculite. È accompagnato da fenomeni infiammatori che impediscono la normale circolazione sanguigna.
  3. Osteocondrosi. È accompagnato dallo sviluppo dell'insufficienza vertebro-basilare con l'inibizione del flusso sanguigno nei vasi vertebrali.
  4. Ipertensione. Un aumento delle arterie di pressione provoca il loro spasmo.
  5. La formazione di coaguli di sangue porta anche a insufficienza cerebrovascolare a causa dell'ostruzione dei vasi sanguigni.

È spesso difficile determinare la causa principale della malattia cerebrovascolare. Quindi, in alcuni casi, la diagnosi rimane non specificata.

Persone a rischio

Secondo l'ICD-10, i disturbi cerebrovascolari appartengono alla classe delle malattie del sistema circolatorio e vanno sotto il codice I60-I69. Il gruppo comprende le seguenti malattie:

  • Emorragia subaracnoidea.
    C'è una rottura dei vasi sanguigni e del flusso sanguigno nella cavità situata tra le meningi morbide e aracnoidi. Tra le cause - lesione cerebrale traumatica, rottura dell'aneurisma arterioso. Porta alla disabilità anche con un trattamento tempestivo, nel cinquanta percento dei casi si verifica la morte.
  • Emorragia intracerebrale (ictus emorragico).
    Il deflusso di sangue nel parenchima. Il motivo principale è l'ipertensione. Mortalità - 40%.
  • Infarto cerebrale (ictus ischemico).
    A causa di una violazione dell'afflusso di sangue, i tessuti stanno morendo di fame, il che porta alla morte dei neuroni. Di conseguenza, l'omeostasi è disturbata, l'acqua dal plasma sanguigno penetra nel cervello, causando il suo edema e lo spostamento delle singole parti all'interno del cranio. Mortalità - 56%.
  • Malattie che non portano a infarto cerebrale, in cui si verificano blocco e stenosi delle arterie pre-cerebrali.
    Questo include embolia (blocco dei vasi sanguigni da parte di particelle estranee che penetrano nelle strutture dell'organo principale del sistema nervoso centrale con flusso sanguigno), restringimento di vene e arterie, trombosi, ostruzione completa o parziale.
  • Aneurisma cerebrale
    Espansione del lume dei vasi sanguigni a causa del loro assottigliamento senza rottura, ad eccezione della forma congenita.
  • Encefalopatia ipertensiva (crisi ipertensiva).
    Una violazione del flusso sanguigno cerebrale, accompagnata da sintomi neurologici. È una complicazione dell'ipertensione.
  • Morbo di Moyamoy
    Cambiamenti patologici progressivi nei vasi cerebrali, durante i quali si verifica il loro lento restringimento, fino alla completa occlusione (blocco).

Secondo l'ICD-10, le malattie cerebrovascolari comprendono anche la stratificazione delle arterie cerebrali senza rottura, la trombosi purulenta del sistema venoso intracranico, l'aterosclerosi cerebrale. Ciò include la vasculite (infiammazione dei vasi centrali), una leucoencefalopatia vascolare progressiva in cui la sostanza bianca è interessata.

Le malattie che danneggiano i vasi cerebrali del cervello compaiono in forme acute, croniche o transitorie. Possono essere lievi, moderate o gravi. Le malattie acute acute portano alla morte rapida. L'assistenza qualificata dovrebbe essere fornita nei primi cinque-dieci minuti e non è sempre efficace. Tali malattie includono:

  • emorragia intracerebrale;
  • ictus ischemico;
  • ictus di origine non specificata;
  • encefalopatia ipertensiva acuta.

L'insufficienza cerebrovascolare cronica è causata dal blocco del lume vascolare. La malattia è lenta, le condizioni del paziente peggiorano gradualmente. Se il paziente in tempo attira l'attenzione sul deterioramento del benessere e inizia il trattamento, il decorso della malattia può essere rallentato. Se non si adottano misure per interrompere questo processo, la malattia può andare in forma acuta. Questo gruppo comprende:

  • restringimento e stenosi dei vasi cerebrali;
  • trombosi cerebrale;
  • encefalopatia (subcorticale, ipertonica, aterosclerotica, discircolatoria);
  • arterite cerebrale.

Le malattie cerebrovascolari possono essere transitorie. In questo caso, le funzioni cerebrali di origine vascolare sono fortemente disturbate, che si manifestano con sintomi misti, cerebrali o focali. La patologia cerebrovascolare transitoria è completamente reversibile durante il giorno: dopo un attacco, può rimanere solo un leggero malessere. Tali malattie includono:

  • Attacco ischemico transitorio (microstroke).
    Si sviluppa a causa di una diminuzione dell'afflusso di sangue. La differenza da un ictus è che la malattia non è accompagnata da un danno irreversibile a una parte del cervello.
  • Crisi cerebrale ipertensiva.
    È caratteristico per l'ipertensione di stadio 2 e 3. Si verifica un improvviso aumento della pressione sanguigna, accompagnato da manifestazioni di sintomi cerebrali. Succede di gravità variabile. La durata del malessere può durare diversi giorni, con un decorso grave della malattia è possibile la morte. Se i sintomi persistono entro poche ore, consultare urgentemente un medico.

CVB, secondo l'ICD, si riflette nei codici 165 - 167; 167.2; 167.3; 167.4; 167.8. Demenza vascolare assegnata separatamente F01.2; F 01.1; F 01.3. La sezione 169 indica sindromi neurologiche che si sviluppano come conseguenza della CVB.

Nella clinica neurologica dell'ospedale Yusupov forniscono assistenza alle persone con malattie cerebrovascolari. In ospedale, è possibile sottoporsi a cure per la malattia cerebrovascolare, riabilitazione dopo malattia. I medici prestano grande attenzione alla prevenzione dello sviluppo di malattie vascolari del cervello, l'ospedale ha sviluppato programmi per ripristinare le funzioni cerebrali del paziente dopo un ictus grave e vengono trattati la demenza e la malattia cerebrovascolare cronica.

Durante la consultazione, il medico spiegherà qual è la malattia cerebrovascolare di una persona, come l'ospedale fornisce farmaci per la malattia cerebrovascolare del cervello e il trattamento chirurgico della malattia cerebrovascolare. L'anamnesi del paziente verrà archiviata su un supporto moderno, al termine del trattamento il paziente riceverà una descrizione completa del suo trattamento in clinica. Puoi fissare un appuntamento con un medico chiamando l'ospedale Yusupov.

Esistono diversi approcci alla classificazione degli incidenti cerebrovascolari. Tutte le malattie cerebrovascolari sono divise in transitorie, acute e croniche. Le opzioni di malattia cerebrovascolare acuta includono:

  • ictus emorragico;
  • malattia ischemica;
  • encefalopatia ipertensiva acuta.

Le forme croniche di alterata circolazione intracerebrale includono:

  • stenosi vascolare;
  • all'encefalopatia;
  • trombosi;
  • arterite cerebrale;
  • Malattia di Moyamoy

Gli incidenti cerebrovascolari transitori includono crisi ipertensiva e attacco ischemico transitorio.

Persone a rischio

È sufficiente che gli specialisti conoscano l'intestazione a cui è attribuita la malattia per capire quale diagnosi viene fatta al paziente. Quindi, al fine di chiarire a tutti che il paziente ha una malattia cerebrovascolare cronica, l'ICD ha assegnato il codice di patologia I67. Per la designazione di forme acute, sono previsti i codici I60-I66. Con loro si intendono tali patologie:

  • I60 - le emorragie subaracnoidi sono combinate qui;
  • I61 - emorragia intracerebrale;
  • I62 - altri versamenti intracranici non traumatici;
  • I63 - infarto cerebrale;
  • I64 - colpi non specificati come attacchi di cuore o emorragie;
  • I65-I66 - casi di blocco e stenosi delle arterie cerebrali e precerebrali che non portano a infarto cerebrale, ma in situazioni in cui si è verificato un esito fatale, sono sostituiti dal codice I63.

La sezione I69 include quelle conseguenze delle malattie cerebrovascolari che hanno provocato la morte.

È necessario registrare le malattie diagnosticate secondo le regole stabilite dall'ICD 10. La malattia cerebrovascolare, la cui durata non supera i 30 giorni, può essere assegnata alla sezione I60-I66. Tutte le conseguenze della malattia dovrebbero essere indicate non solo sotto un codice comune, ma specificamente identificate.

Per diagnosticare la malattia cerebrovascolare, è necessario consultare un medico in tempo. Le statistiche confermano che nelle fasi iniziali della malattia, le unità si rivolgono ai medici. Molti attribuiscono i loro disturbi al maltempo, alla mancanza di vitamine e al superlavoro. Di conseguenza, i pazienti sono ammessi negli ospedali con ictus e attacchi ischemici.

La diagnosi della malattia è la seguente. Per prima cosa devi superare un esame del sangue biochimico e generale. Determineranno se esiste il rischio di sviluppare alterazioni aterosclerotiche nei vasi. Oltre all'analisi, è anche utile eseguire la diagnostica ecografica. L'uso della scansione duplex e triplex può valutare in modo affidabile lo stato dei vasi sanguigni.

Utilizzando un metodo di ricerca radiopaco come l'angiografia, è possibile identificare aree di restringimento e blocco dei vasi sanguigni. Usando EEG, puoi valutare come funziona il cervello. Durante questa procedura, vengono registrati i cambiamenti nell'attività elettrica.

I metodi più affidabili e precisi sono TC, risonanza magnetica o scintigrafia. Tutti questi studi sono di alta tecnologia. Forniscono ulteriori informazioni sulle strutture del sistema nervoso centrale.

Delle patologie del sistema circolatorio, le malattie cerebrovascolari sono incluse nel blocco con i codici 160-169 (secondo la classificazione internazionale delle malattie dell'ICD). Delle patologie acute nella classificazione, si notano varie forme di ictus emorragico, forme di ictus ischemico e forma di ictus non specificata. Le malattie croniche, inclusa la sindrome cerebrovascolare e incluse nel concetto di "encefalopatia discircolatoria", sono:

  • occlusione e stenosi dei vasi cerebrali;
  • encefalopatia ipertensiva;
  • encefalopatia aterosclerotica;
  • arterite cerebrale;
  • trombosi del seno venoso senza ictus ischemico;
  • Malattia di Moyamoy

Prevenzione dello sviluppo della malattia cerebrovascolare

Le manifestazioni iniziali delle malattie cerebrovascolari nel loro decorso cronico possono passare inosservate, poiché il paziente le percepisce come conseguenza di affaticamento, superlavoro, lavoro estenuante. La clinica della malattia in questa fase può includere tali segni:

  • insonnia o lievi disturbi del sonno;
  • mal di testa;
  • crescita della fatica;
  • scarsa tolleranza allo stress mentale;
  • debolezza;
  • diminuzione della memoria e dell'attenzione;
  • interruzione dell'apprendimento.

In futuro, l'insufficienza cerebrovascolare, se il trattamento non è stato avviato, si manifesta più chiaramente. Si osservano mal di testa, che una persona spesso prende per un'emicrania e talvolta beve pillole e farmaci completamente inappropriati. Inoltre, l'insonnia assume una manifestazione grave, c'è un'alta irritabilità, intorpidimento delle braccia e delle gambe, vertigini, nausea e acufene.

Se anche in questa fase una persona non va dal medico, possono apparire anche sintomi più gravi:

  • forte dolore occipitale;
  • condizioni depressive;
  • compromissione visiva temporanea e transitoria - macchie, mosche, perdita di campi visivi;
  • svenimento;
  • disturbi motori - paresi e paralisi;
  • grave compromissione della memoria;
  • segni di crisi vascolari transitorie;
  • vertigini frequenti con nausea e vomito;
  • instabilità dell'andatura;
  • attacchi di caduta - debolezza e caduta senza perdita di coscienza.

Nonostante il fatto che le malattie cerebrovascolari siano inclini alla progressione, in molti pazienti la condizione è stabile per molti anni e non cambia. Tuttavia, il rischio di complicanze è molto elevato. Tra questi ci sono attacchi ischemici transitori, interruzione degli organi interni, varie complicanze neurologiche, demenza vascolare.

Dopo un ictus, una persona può cadere in coma o morire nei primi giorni o settimane.

In futuro, anche quando il paziente riuscirà a sopravvivere, potrebbe sperimentare una mancanza di sensibilità degli arti e paralisi, compromissione cognitiva e controllo alterato delle funzioni degli organi interni, malfunzionamenti dei riflessi vitali, ecc. Questi problemi possono essere prevenuti se si cerca aiuto in una fase precoce, che sarà la migliore prevenzione dell'ictus, nonché l'encefalopatia subcorticale: una graduale perdita di auto-cura e lo sviluppo di convulsioni epilettiche.

La malattia cerebrovascolare è un cambiamento patologico nei vasi sanguigni del cervello che provoca un disturbo nella circolazione del flusso sanguigno cerebrale. Le patologie sono precedute da aterosclerosi e ipertensione e la sua conseguenza è un ictus con disabilità o morte.

L'eziologia della malattia si esprime nel lento restringimento delle piccole arterie nel cervello, nello sviluppo dell'ischemia focale della sostanza cerebrale bianca. I sintomi della malattia cerebrovascolare sono i seguenti:

  • mal di testa persistente;
  • rumori nelle orecchie;
  • attacchi di vertigini;
  • diminuzione del campo visivo, macchie davanti agli occhi;
  • disfunzioni mentali (alterazione del pensiero, memoria, diminuzione dell'attenzione, insonnia, dita tremanti, rallentamento del linguaggio);
  • cambiamento di comportamento (letargia, letargia, irritabilità senza causalità e risentimento);
  • lesioni patologiche della maggior parte del cervello, espresse in alterata coordinazione del movimento, paralisi, alterazione del linguaggio e della memoria, segni di parkinsonismo, demenza.

La malattia cerebrovascolare è divisa in forme acute e croniche.

Tipi acuti di CVB:

  • encefalopatia ipertensiva acuta;
  • crisi ischemica a transistor;
  • ictus emorragico o ischemico.

La forma cronica della patologia cerebrovascolare è l'encefalopatia discircolare, che è suddivisa nei seguenti tipi:

  • trombosi vascolare cerebrale - ostruzione vascolare a causa dell'ostruzione del lume da coaguli di sangue o placche aterosclerotiche;
  • embolia cerebrale - blocco di piccoli vasi da parte di emboli che si sono staccati da grandi vasi;
  • emorragia cerebrale causata dalla rottura di una nave (ictus emorragico);
  • encefalopatia discircolare con successiva transizione alla forma acuta di CVB.

L'insufficienza cerebrovascolare ha vari sintomi, la loro classificazione viene effettuata in base al tempo e all'intensità della manifestazione, tenendo conto dello stadio di progressione della patologia.

Le manifestazioni iniziali caratteristiche della malattia cerebrovascolare cerebrale allo stadio 1 di solito compaiono lentamente.

I principali sintomi del disturbo includono:

  1. Prestazioni ridotte.
  2. Difficoltà a concentrarsi.
  3. Difficoltà nel ricordare le informazioni apprese di recente.
  4. Eccessiva pignoleria.
  5. L'incostanza delle emozioni.
  6. Irritabilità.
  7. Secchezza in bocca
  8. Sensazione di vampate di calore.
  9. Disturbi del ritmo cardiaco.

I fenomeni patologici che accompagnano i disturbi cerebrovascolari si riflettono nelle capacità fisiche e mentali di una persona, causano difficoltà nell'esecuzione di attività in cui il paziente in precedenza aveva svolto senza troppe difficoltà. A causa di una percezione distorta degli eventi e della riluttanza di una persona ad accettare le opinioni di altre persone, spesso sorgono conflitti anche con i familiari immediati che non comprendono immediatamente la ragione di tali cambiamenti di carattere.

La malattia cerebrovascolare cronica (CPVC) di grado 2 si manifesta con sintomi cerebrali ancora più vividi, quindi in questa fase diventa già chiaro che la causa dei cambiamenti nella psiche umana è la sua malattia.

Si manifestano molteplici violazioni della sfera psicoemotiva, depressione dell'intelligenza e capacità motorie. I problemi iniziano con il coordinamento e l'orientamento, la sensibilità dei diversi analizzatori (in particolare, l'abilità visiva diminuisce).

L'ulteriore progressione della CEH provoca convulsioni e riduzione della qualità del parlato.

La circolazione intracerebrale compromessa può essere il risultato della progressione dell'osteocondrosi del rachide cervicale. Con la distruzione del disco intervertebrale o il suo spostamento, si osserva un restringimento del lume dell'arteria. Questo influenza la circolazione cerebrale.

L'ipertensione arteriosa contribuisce anche allo sviluppo della patologia cerebrovascolare. L'ipertensione arteriosa provoca danni ai vasi sanguigni. Ipertensione cronica porta a distensione e aumento della permeabilità vascolare. Questa condizione crea le condizioni per la formazione di aneurismi e lo sviluppo di ictus emorragico. Quasi tutte le persone con 3-4 gradi di ipertensione hanno segni di malattia cerebrovascolare.

I segni clinici dello sviluppo di una tale condizione patologica come la sindrome cerebrovascolare crescono lentamente. Le manifestazioni iniziali di insufficienza cerebrovascolare sono di natura sfocata, quindi, spesso attribuite dai pazienti al superlavoro. I primi sintomi di questa malattia includono:

  • sbalzi d'umore;
  • fatica;
  • maggiore irritabilità;
  • mal di testa;
  • diminuzione della capacità lavorativa;
  • rumore nella testa;
  • disordini del sonno;
  • compromissione della memoria.

Man mano che la malattia peggiora, le manifestazioni cliniche diventano più pronunciate. Tutti i sintomi precedentemente presenti sono aggravati. Una persona ha lamentele di apatia e depressione.

Sono possibili disturbi transitori di linguaggio e visione. Spesso si verificano svenimenti. I disturbi della memoria aumentano e l'intelligenza diminuisce. In assenza di un trattamento mirato, questo disturbo può creare condizioni per lo sviluppo di condizioni potenzialmente letali come ictus emorragico o attacco ischemico.

I principali sintomi che possono indicare CVB sono la ragione per andare dal medico:

  • riduzione delle prestazioni a causa della fatica generale
  • abbassato sfondo emotivo, sbalzi d'umore
  • problemi di sonno e veglia, difficoltà ad addormentarsi, insonnia, frequenti risvegli
  • compromissione cognitiva generale, caratterizzata da problemi con memoria a breve termine, c'è una tendenza a pensare, la formazione di chewing gum mentale, rimanere bloccati in un lavoro e l'incapacità di spostare l'attenzione su un altro processo; problemi con il conteggio orale
  • eccessivo pignoleria
  • il mal di testa diventa persistente persistente
  • occasionalmente si verificano crisi cerebrali, si osservano gravi violazioni delle funzioni cerebrali
  • la comparsa di debolezza agli arti, i disturbi del linguaggio assumono sintomi grossolani, la sensibilità diminuisce o cambia, l'acuità visiva diminuisce.

Il tasso di aumento delle manifestazioni sintomatiche e la loro gravità dipende in gran parte dalle caratteristiche del decorso della malattia cerebrovascolare. Nella maggior parte dei casi, i sintomi degli incidenti cerebrovascolari aumentano nel tempo. Nelle prime fasi dello sviluppo della patologia, i pazienti potrebbero non prestare attenzione ai loro sintomi, considerandoli il risultato di una giornata intensa. Le prime manifestazioni della malattia cerebrovascolare includono:

  • frequenti mal di testa;
  • diminuzione della capacità lavorativa;
  • disordini del sonno;
  • depressione;
  • compromissione della memoria;
  • fatica;
  • irritabilità.

I sintomi stanno diventando più intensi e vari in un contesto di riduzione della nutrizione dei tessuti cerebrali. Il mal di testa diventa più frequente. Molte persone che soffrono di malattie cerebrovascolari possono erroneamente considerare l'emicrania come cefalea esistente. Non è possibile arrestare la sindrome del dolore con l'aiuto di farmaci convenzionali.

Inoltre, quando si verifica un incidente cerebrovascolare, compaiono attacchi di debolezza generale e vertigini. Durante lo sforzo fisico può oscurarsi negli occhi. Inoltre, l'acufene appare la mattina sullo sfondo di un CVB in via di sviluppo. Inoltre, a causa della malnutrizione del tessuto cerebrale, sintomi come irritabilità e altri disturbi emotivi, secchezza delle fauci persistente, astenia, tachicardia, ecc. può essere osservato.

Ci sono molti altri segni di malattia cerebrovascolare, ai quali il paziente potrebbe non prestare immediatamente attenzione. Un chiaro sintomo di una ridotta fornitura di ossigeno al tessuto cerebrale è una diminuzione delle prestazioni mentali. Risolvere eventuali problemi in questo caso richiede un certo sforzo. Inoltre, è difficile per una persona che soffre di malattia cerebrovascolare ricordare date, confrontare eventi, ecc. Oltre a una diminuzione delle capacità intellettuali, compaiono fobie e paure infondate, nevrosi e psicosi.

Il primo stadio

  • frequenti mal di testa
  • vertigini,
  • sonnolenza,
  • prestazione ridotta
  • letargia,
  • dimenticanza e distrazione.

Caratteristiche patologiche

La sindrome cerebrovascolare si riferisce a un gruppo di malattie cerebrali che sono causate da una violazione della circolazione cerebrale sullo sfondo di danni organici o funzionali ai vasi cerebrali. I sintomi della patologia potrebbero non essere evidenti nelle prime fasi, ma in seguito acquisiscono un'elevata gravità. Sullo sfondo della vasocostrizione, che nella stragrande maggioranza dei casi si verifica a causa di ipertensione arteriosa e aterosclerosi, vi è una violazione del flusso sanguigno cerebrale e successiva ipossia e ischemia del tessuto cerebrale.

La sindrome cerebrovascolare provoca lo sviluppo di encefalopatia discircolatoria - una lesione cerebrale organica progressiva. Ora è un grave problema medico. Attualmente, le malattie cerebrovascolari, che possono esistere in forma acuta, transitoria e cronica, provocando un incidente cerebrovascolare, sono una delle principali cause di morte.

Per quanto riguarda le statistiche, gli ictus, i disturbi cerebrovascolari acuti, rappresentano una grande percentuale di patologie cerebrovascolari. L'ictus ischemico rappresenta fino al 75% di tutti gli ictus, emorragie subaracnoidi - 5%, il resto è ictus emorragico. Le malattie cerebrovascolari croniche sono osservate in circa 700 persone per ogni 100 mila persone.

CPVC è una graduale interruzione del cervello, in cui i sintomi del danno alle cellule cerebrali sono pronunciati a causa dell'insufficiente circolazione sanguigna nel cervello. Le patologie sono colpite principalmente dalle persone anziane dopo 50 anni.

Esistono 3 gradi (stadi) del decorso clinico della malattia:

  1. La fase iniziale (1 grado). Sintomi: mal di testa, interruzione dell'apparato vestibolare (andatura instabile), insonnia, compromissione della memoria, affaticamento e riduzione delle prestazioni. Ci sono cambiamenti nella struttura del fondo (angiopatia retinica), ipertensione, aritmia cardiaca.
  2. Nelle fasi intermedie (grado 2) della demenza vascolare, si osserva una diminuzione delle capacità mentali e intellettuali, la sclerosi vascolare cerebrale e un cambiamento nella struttura del liquido cerebrale.
  3. Nell'ultima fase (grado 3), ai pazienti con CVAC viene assegnata una disabilità a causa di segni pronunciati di ridotta attività mentale.

Spesso la malattia è accompagnata da attacchi di ictus, infarto del miocardio e aritmia cardiaca.

Nonostante il fatto che nella maggior parte dei casi lo sviluppo della malattia cerebrovascolare sia preceduto da aterosclerosi, ipertensione o vasculite sistemica, esistono numerosi fattori ambientali e interni che, in determinate circostanze, possono causare lo sviluppo di disturbi cerebrovascolari. Tali fattori predisponenti endogeni ed esogeni includono:

  • malattie croniche del sistema cardiovascolare;
  • diabete;
  • lunga esperienza di fumo;
  • alcolismo;
  • obesità;
  • malattie infettive;
  • tumori cerebrali;
  • patologie congenite della struttura dei vasi cerebrali;
  • tendenza alla trombosi;
  • lividi del cervello;
  • disturbi dell'ematopoiesi;
  • stile di vita sedentario;
  • sanguinamento massiccio di qualsiasi eziologia;
  • sindrome antifosfolipidica;
  • stress cronico;
  • osteocondrosi del rachide cervicale.

Questo non è un elenco completo di condizioni patologiche e fattori esterni che possono avere un effetto negativo sui vasi che alimentano il tessuto cerebrale. Tra le altre cose, l'influenza di un fattore ereditario sullo sviluppo di una condizione come la malattia cerebrovascolare è attualmente allo studio attivo. Molte persone che soffrono di varie forme di incidente cerebrovascolare hanno parenti stretti che, in un certo periodo di età, hanno avuto sintomi simili.

Inoltre, i cambiamenti legati all'età sono considerati fattori predisponenti che possono provocare malattie cerebrovascolari, tra cui una diminuzione della produzione di un numero di ormoni importanti e un rallentamento del metabolismo. Nelle donne, lo sviluppo della malattia cerebrovascolare può essere associato alla menopausa e ai cambiamenti osservati in questa condizione.

Primario

Il paziente raramente presta attenzione ai primi segni di malattia cerebrovascolare, prendendo tutto per il normale malessere. Dovresti stare attento e consultare un medico se i seguenti sintomi si manifestano regolarmente:

  • sbalzi d'umore frequenti;
  • irritabilità;
  • fatica;
  • prestazione ridotta;
  • mal di testa tollerabile;
  • vertigini;
  • insonnia;
  • rumore nelle orecchie e nella testa;
  • cardiopalmus;
  • bocca asciutta;
  • compromissione della memoria.

Se la malattia cerebrovascolare dei vasi cerebrali non viene trattata, la condizione peggiora. Sullo sfondo della carenza di ossigeno, il rumore nella testa, le emicranie aumentano, le vertigini diventano più frequenti e appaiono anche con inclinazioni e giri della testa.
Il paziente spesso non riesce ad addormentarsi; durante il giorno sente sonnolenza e debolezza. I seguenti sintomi indicano direttamente problemi con i vasi cerebrali:

  • problemi con la sensibilità di alcune parti degli arti;
  • danno visivo transitorio;
  • disturbo del linguaggio;
  • svenimento a breve termine della durata di alcuni secondi è possibile;
  • deterioramento delle capacità mentali, intelligenza;
  • la concentrazione è disturbata;
  • compaiono problemi di memoria;
  • depressione, apatia, nevrosi, psicosi, forte attenzione alla propria salute.

- occlusione e stenosi dei vasi cerebrali;

- Ictus ischemico o emorragico;

- attacco ischemico transitorio;

- trombosi del seno venoso;

- crisi ipertensiva cerebrale;

Se conosci la classificazione internazionale, è facile scoprire cosa possono significare i medici quando affermano che il paziente ha una malattia cerebrovascolare. Il codice ICD 10 per questo gruppo è I60-I69.

Anche se ci sono segni di sviluppo, una persona potrebbe non avere la minima idea di cosa sia la malattia cerebrovascolare. In base a questo termine, viene combinato un intero gruppo di malattie. Questi disturbi sono insidiosi, portano a violazioni di molte funzioni vitali fornite dal cervello.

La loro essenza è l'inibizione dell'attività cellulare a causa dell'insufficiente afflusso di sangue in caso di danni ai vasi cerebrali.

Il gruppo di malattie cerebrovascolari comprende diverse patologie gravi:

  1. Ictus emorragico
  2. Emorragia intracranica.
  3. Encefalopatia discircolatoria cronica.
  4. Ictus ischemico
  5. Encefalopatia ipertensiva.

La neurologia è impegnata nello studio delle caratteristiche del decorso del CVB e nel trattamento di tali disturbi.

misure preventive

La malattia cerebrovascolare richiede una diagnosi completa per identificare la causa principale del problema. I pazienti richiedono un esame da un neurologo. Spesso sono necessarie consultazioni con specialisti così ristretti come cardiologo, oculista, ecc. Gli studi assegnati per identificare questa malattia e le condizioni patologiche che possono provocare lo sviluppo di questa violazione includono:

  • coagulogramma;
  • test sierologici;
  • ECG;
  • radiografia;
  • angiografia;
  • dopplerografia transcranica;
  • elettroencefalografia.

Inoltre, è possibile prescrivere CT o MRI. Questi studi possono chiarire la natura del danno alle strutture cerebrali.

Per prevenire la malattia, dovresti seguire questi suggerimenti:

  • aderire a una dieta ipocolesterolemizzante;
  • sbarazzarsi di tutte le cattive abitudini;
  • controlla la tua pressione;
  • evitare eventuali sovraccarichi;
  • ridurre il peso;
  • sbarazzarsi dello stress e delle loro conseguenze;
  • dopo 45 anni, vengono regolarmente sottoposti a esami preventivi;
  • se necessario, assumere agenti e farmaci antipiastrinici per ottimizzare il flusso sanguigno cerebrale a scopo preventivo.

Da questo articolo imparerai: cos'è la malattia cerebrovascolare (abbreviato CVB), le sue cause e tipi. Sintomi e metodi di trattamento.

Data di pubblicazione dell'articolo: 13.11.2016/XNUMX/XNUMX //

La malattia cerebrovascolare è una malattia del cervello causata da una graduale lesione progressiva del tessuto cerebrale sullo sfondo dell'incidente cerebrovascolare cronico. La malattia si basa su un cambiamento patologico nei vasi cerebrali (cerebrali), che porta a un insufficiente apporto di sangue alle cellule cerebrali e, di conseguenza, alla carenza di ossigeno nei tessuti.

CVB si sviluppa in più fasi sullo sfondo di qualsiasi malattia vascolare. Innanzitutto, a causa della patologia vascolare, la circolazione sanguigna del cervello è disturbata, portando alla fame di ossigeno. La mancanza cronica di ossigeno e sostanze nutritive porta all'interruzione di varie funzioni cerebrali. Si formano prima i cambiamenti organici transitori e poi persistenti nel tessuto cerebrale. Clinicamente, questo si manifesta con disturbi della personalità cognitiva - sbalzi d'umore multipli, diminuzione dell'intelligenza, difficoltà a ricordare.

È impossibile curare completamente la malattia cerebrovascolare, perché dipende direttamente dalla causa principale, ad esempio l'ipertensione, che non può essere curata, ma solo corretta. La malattia è molto comune Viene diagnosticato in oltre il 50% dei pazienti dopo 60-75 anni. Si sviluppa gradualmente nel corso degli anni. I suoi sintomi influenzano invariabilmente la qualità della vita di una persona, presentando spesso una grave minaccia a causa di complicanze, la più importante delle quali è l'ictus.

L'insufficienza cerebrovascolare si verifica inizialmente a causa dell'aterosclerosi e della pressione alta. Le placche di colesterolo derivanti dall'aterosclerosi riducono significativamente il lume delle vene del cervello. Questo cambia il sanguinamento in peggio. Tale processo innesca l'insorgenza di ischemia e ipossia, quindi seguono cambiamenti irreversibili nel tessuto cerebrale.

L'ipertensione arteriosa provoca carenza di ossigeno nelle cellule cerebrali. Le frequenti crisi ipertensive avvicinano l'ictus. È caratterizzato dalla morte delle cellule nervose di qualsiasi regione del cervello umano. La causa può essere la rottura vascolare o la loro trombosi.

  • malattie croniche del cuore e dei vasi sanguigni;
  • osteocondrosi delle vertebre cervicali;
  • diabete;
  • stress cronico;
  • cattive abitudini;
  • sindrome antifosfolipidica;
  • sovrappeso;
  • forte sanguinamento di qualsiasi eziologia;
  • patologia nella struttura delle vene del cervello (forma ereditaria);
  • funzioni ematopoietiche compromesse;
  • stile di vita sedentario;
  • tendenza alla comparsa di coaguli di sangue;
  • lividi del cervello.

Queste non sono tutte le cause del disturbo. Nel nostro tempo, è in corso un lavoro di ricerca finalizzato allo studio del fattore ereditario che causa la sindrome cerebrovascolare. Gli esperti medici attirano anche l'attenzione sul fatto che la causa della malattia può essere uno scarso metabolismo e una ridotta secrezione di ormoni molto importanti. Questo fatto è più comune nelle donne che sono entrate in menopausa.

La malattia attraversa le seguenti fasi del suo sviluppo:

  • lo strato interno dei vasi sanguigni è danneggiato;
  • il normale tasso di sanguinamento diminuisce;
  • appare un eccesso di glucosio o ossigeno;
  • lo stress ossidativo sorge a livello molecolare;
  • quindi le cellule dei tessuti iniziano a morire.

La malattia cerebrovascolare presenta sintomi crescenti, che dipendono dalla classificazione di ogni singolo caso.

Nelle fasi iniziali, le persone potrebbero anche non prestare attenzione ai suoi segni, che di solito compaiono entro la fine della giornata lavorativa.

  1. Irritabilità.
  2. Mal di testa.
  3. Aumento della fatica.
  4. Depressione.
  5. Calo delle prestazioni.
  6. Disturbi del sonno.
  7. Compromissione della memoria.

Con lo sviluppo di CVB, l'apporto di ossigeno al cervello diminuisce, i sintomi aumentano e diventano più pronunciati. Molte persone confondono il normale mal di testa e le manifestazioni di insufficienza cerebrovascolare. È impossibile placarli con medicine ordinarie. Quindi iniziano le vertigini, la debolezza appare in tutto il corpo e l'acufene. Con l'attività fisica, può scurirsi negli occhi. Possono anche iniziare tachicardia, sbalzi d'umore, astenia, secchezza delle fauci e così via.

Se tali sintomi vengono osservati per diversi giorni, una persona deve contattare immediatamente qualsiasi istituzione medica in cui può sottoporsi a consultazione e esame dei medici.

Confrontando e valutando tutti i segni, gli esperti identificano le fasi dell'insufficienza cerebrovascolare.

  • primo: è molto difficile sospettare CVB (i sintomi iniziali indicano una qualsiasi delle malattie o lesioni);
  • secondo: una persona ha disturbi mentali che possono diventare una ragione per riconoscere una persona disabile, ma è abbastanza capace di prendersi cura di se stesso;
  • terzo: si sviluppa la demenza vascolare - una patologia di insufficienza cerebrovascolare. La persona malata non è in grado di muoversi, navigare nello spazio e fare qualsiasi cosa. In questo caso, è richiesta assistenza.

Negli ultimi stadi dell'insufficienza cerebrovascolare, si sviluppa ipocondria, il linguaggio e l'acuità visiva sono compromessi. Nel caso in cui una persona non venga trattata, i sintomi diventano ancora più gravi.

  1. Diminuzione dei riflessi.
  2. Paresi e paralisi degli arti.
  3. Andatura traballante.
  4. Perdita di sensibilità in alcune parti del corpo.

Se una persona malata che ha una malattia cerebrovascolare non si rivolge ai medici per un aiuto, successivamente c'è un ictus e attacchi ischemici a transistor.

La condizione patologica del CVB viene spesso diagnosticata per caso quando una persona viene sottoposta a esame per altre malattie vascolari, tuttavia, questo può essere fatto anche nelle prime fasi. La ragione di ciò risiede nel fatto che la malattia cerebrovascolare è piuttosto lenta. Per determinare con precisione la presenza della malattia, il paziente deve sottoporsi non solo a un esame, a fare un'anamnesi, ma anche a sottoporsi ad altri studi strumentali e di laboratorio.

Tutto inizia con una visita a un neurologo che controlla il grado e la profondità del danno al tessuto cerebrale. Particolare attenzione viene inoltre prestata alle malattie concomitanti. In questo caso, è spesso necessario l'aiuto di specialisti di basso profilo: otorinolaringoiatra, cardiologo, oculista, ecc.

  • analisi delle lipoproteine;
  • visualizzazione funzionale del cervello;
  • fissazione della pressione sanguigna;
  • angioscanning duplex;
  • elettroencefalografia;
  • Raggi X
  • reazioni sierologiche a un elenco specialistico di malattie infettive;
  • analisi delle urine (generale);
  • analisi di riconoscimento dell'indice di protrombina;
  • esame del sangue (biochimico e generale).

La risonanza magnetica e gli ultrasuoni del cervello sono considerati i modi più informativi e accessibili. Sono completamente sicuri per l'uomo, quindi possono essere utilizzati più volte se necessario. Alcuni casi individuali richiedono la consultazione di un endocrinologo e l'uso di studi per determinare i livelli ormonali. Un esame completo consente di determinare con precisione tutte le caratteristiche della patologia al fine di prescrivere un trattamento efficace per la malattia cerebrovascolare.

Per eliminare i disturbi cerebrovascolari pericolosi, viene spesso utilizzata la terapia farmacologica. Prima di tutto, ha lo scopo di eliminare le principali cause, ripristinare la normale circolazione sanguigna nel cervello e fermare lo sviluppo di sintomi che contraddistinguono questa malattia. Tuttavia, ciò dovrebbe essere supportato dal rifiuto delle abitudini distruttive, da un cambiamento nello stile di vita, da una dieta equilibrata e da un regime ottimale di sonno e riposo.

Quando prescrive i farmaci necessari, lo specialista è guidato dalle caratteristiche delle manifestazioni cerebrovascolari e dai fattori di rischio per il paziente stesso. Tutti i farmaci sono anti-sclerotici o ipoglicemizzanti. Il dosaggio e gli agenti specifici sono selezionati solo individualmente.

Se esiste il rischio che la malattia diventi acuta, vengono prescritti anticoagulanti e agenti antipiastrinici, che i pazienti devono prendere per tutta la vita.

Questi farmaci impediscono la formazione di coaguli di sangue. Sono anche selezionati quelli la cui azione è mirata all'arricchimento nutriente del tessuto cerebrale con l'ossigeno.

Gli effetti del CVB

CVB può portare a gravi violazioni del cervello, spesso con conseguente disabilità; in casi estremi, ma spesso riscontrati - fatale.

Accesso tempestivo ad aiuto qualificato:

  • alleviare gravi conseguenze (ad esempio, perdita parziale o totale della capacità giuridica)
  • renderà il processo di riabilitazione meno complicato e costoso
  • migliorare il recupero della funzione di previsione

La prognosi della malattia cerebrovascolare dipende dallo stile di vita del paziente, dall'atteggiamento nei confronti della propria salute, da un approccio responsabile al trattamento della malattia e dalla gravità della malattia. Il paziente deve abbandonare le cattive abitudini, mangiare razionalmente, monitorare il peso, evitare lo stress, praticare sport e trattare tempestivamente i disturbi emergenti nel sistema circolatorio.

La malattia cerebrovascolare è pericolosa per le sue conseguenze irreversibili. I disturbi circolatori nel cervello spesso portano a ictus, grave compromissione della memoria e dell'attività mentale, difficoltà di orientamento nello spazio, demenza e convulsioni di epilessia.

In alcuni casi, si sviluppa la malattia di Binswanger, accompagnata dallo sviluppo di ritardo mentale, disabilità completa e funzioni vocali compromesse (disartria).

I disturbi cerebrovascolari portano spesso a un cambiamento nella personalità di una persona e ad un crescente deterioramento delle capacità cognitive. A causa di una diminuzione della fornitura di ossigeno alle cellule cerebrali, è possibile il disorientamento nello spazio. Possono verificarsi fobie. Inoltre, la demenza si sviluppa spesso sullo sfondo della morte di vaste aree del cervello. Con la progressione di questa condizione patologica, una persona può perdere la capacità di self-service.

La prognosi dipende dalle caratteristiche individuali del decorso della malattia. L'inizio precoce di trattamenti complessi riduce il rischio di complicazioni potenzialmente letali. Il cambiamento dello stile di vita, l'abbandono delle cattive abitudini, la corretta alimentazione e l'esercizio fisico regolare miglioreranno le condizioni generali. Ignorare le raccomandazioni del medico per quanto riguarda il trattamento, crea le condizioni per il decorso avverso di questa malattia e lo sviluppo di gravi complicanze.

sintomatologia

- vertigini, rumore e dolore alla testa;

- intorpidimento degli arti, sensibilità alterata in essi;

- compromissione visiva periodica;

- perdita di coscienza a breve termine.

Nel peggiore dei casi, si verificano attacchi e ictus ischemici transitori. Queste condizioni causano una significativa violazione dell'afflusso di sangue al cervello, a seguito del quale muoiono le cellule nervose.

Prova

Per una tale malattia, i seguenti sintomi sono caratteristici:

  1. La progressione della malattia. Se non trattata, la malattia progredirà, trasformandosi in nuove fasi.
  2. La capacità di classificare le fasi della malattia in base a determinati sintomi.

Forme

Per insufficienza cerebrovascolare, le forme acute e croniche possono essere caratteristiche. Ad ogni stadio, si verificano determinati sintomi e segni. Lo stadio acuto è caratterizzato dal deterioramento della qualità della memoria e della percezione delle informazioni. In una forma cronica, si verifica la vasocostrizione e, di conseguenza, si formano coaguli di sangue. A seguito di sovratensione, può verificarsi una rottura della nave, che diventa il risultato di questo fenomeno.

Il trattamento dell'insufficienza cronica cerebrovascolare richiede un intervento chirurgico. I coaguli di sangue vengono bypassati. In alcuni casi, è necessaria una sostituzione della valvola cardiaca. Ciò riduce al minimo i rischi per la vita del paziente.

Classificazione delle malattie cerebrovascolari

Esiste un'altra classificazione dei tipi di malattie cerebrovascolari, parzialmente sovrapposte all'ICD:

  1. Malattie del cervello, incluso il danno ischemico:
  • attacco di cuore ischemico;
  • infarto cerebrale emorragico;
  • encefalopatia ischemica.
  • Emorragia intracranica:
    • subaracnoidea;
    • intracerebrale;
    • misto.
  • Malattia cerebrovascolare ipertensiva:
    • lesioni lacunari;
    • encefalopatia ipertensione;
    • leucoencefalopatia subcorticale.
    • dieta ad eccezione degli alimenti ricchi di colesterolo dalla dieta, rifiuto di cibi grassi, salati, affumicati, aumento del consumo di frutta e verdura fresca, cibi ricchi di fibre, riduzione degli alimenti dolci e farinacei;
    • stile di vita mobile - passeggiate regolari, sport;
    • controllo del peso;
    • rifiuto di cattive abitudini (fumo, alcol);
    • monitoraggio costante della pressione sanguigna;
    • Gli atleti dovrebbero evitare uno sforzo fisico eccessivo;
    • gli anziani e gli anziani devono sottoporsi a una visita medica annuale;
    • trattamento di malattie concomitanti (diabete mellito, infezioni, patologie del cuore, reni, fegato, ecc.).

    Il rilevamento tempestivo di CVB e una terapia correttamente selezionata prevengono lo sviluppo di insufficienza cerebrovascolare cronica, mantengono la salute ed evitano pericolose conseguenze.

    In contatto con

    cerebrovascolare
    malattia
    -
    gruppo di malattie della testa
    cervello patologico
    cambiamenti nei vasi cerebrali con
    compromissione della circolazione cerebrale.
    Cause più comuni
    cerebrovascolare
    le malattie sono aterosclerosi
    restringere l'ipertensione
    lume cerebrale e
    diminuzione del flusso sanguigno cerebrale.

    Spesso
    tali malattie sono associate
    zuccherino
    diabete, fumo, ischemico
    malattie cardiache. Distingua i transitori
    progressivo acuto e cronico
    violazioni della circolazione cerebrale.
    Disturbi della circolazione cerebrale
    sono i secondi più comuni
    causa di morte nel gruppo di malattie
    sistema cardiovascolare dopo
    malattia coronarica.

    I. Malattie della testa
    cervello con danno ischemico

    1. Ischemico
    encefalopatia

    2. Ischemico
    infarto cerebrale

    3. Emorragico
    infarto cerebrale

    III. ipertensione
    malattia cerebrovascolare

    1. Lacunare
    i cambiamenti

    2. Sottocorticale
    leucoencefalopatia

    3. Ipertensione
    encefalopatia

    1) mal di testa
    cervello associato a ischemico
    danno - encefalopatia ischemica,
    attacchi di cuore ischemici ed emorragici
    cervello;

    2) intracranico
    emorragia;

    3) ipertensione
    malattia cerebrovascolare -
    cambiamenti lacunari, subcorticali
    leucoencefalopatia ipertensiva
    encefalopatia.

    La clinica usa
    il termine ictus (dal latino in-sultare - saltare),
    o ictus cerebrale. Un colpo può essere
    rappresentato da una varietà di patologici
    processi: ictus emorragico
    - ematoma, impregnazione emorragica,
    emorragia subaracnoidea; -
    ictus ischemico - ischemico
    e infarto emorragico.

    malattia
    cervello causato da ischemico
    danni.

    ischemica
    encefalopatia. Aterosclerosi stenosing
    arterie cerebrali accompagnate
    violazioni nel mantenimento costante
    pressione sanguigna nei vasi
    cervello. cronico
    ischemia. Più sensibile a
    l'ischemia sono principalmente i neuroni
    cellule piramidali della corteccia cerebrale
    e neuroni a forma di pera (cellule di Purkinje)
    cervelletto e neuroni nella zona di Zimmer
    ippocampo.

    In queste celle sono registrate
    danno allo sviluppo del calcio
    necrosi della coagulazione e apoptosi.
    Il meccanismo potrebbe essere dovuto alla produzione.
    queste cellule neurotrasmettitrici
    (glutammato, aspartato) che può causare
    acidosi e apertura dei canali ionici.
    L'ischemia provoca anche l'attivazione genica
    c-fos in queste cellule che porta all'apoptosi.

    morfologicamente
    cambiamenti ischemici caratteristici
    neuroni - coagulazione ed eosinofilia
    citoplasma, picnosi dei nuclei. Al posto dei morti
    le cellule sviluppano gliosi. processo
    colpisce non tutte le cellule. Alla morte
    piccoli gruppi di cellule piramidali corticali
    il grande cervello parla di laminare
    necrosi. Ischemico più comune
    l'encefalopatia si sviluppa al confine
    piscine frontali e mesencefaliche
    arterie, dove, a causa di caratteristiche
    l'angioarchitettonica è favorevole
    condizioni di ipossia - debole
    anastomosi vascolare.

    Infarti
    cervello. Cause di attacchi di cuore
    il cervello è simile a quelli con
    IHD, ma in alcuni casi, l'ischemia può
    essere causato dalla compressione delle escrescenze della nave
    dura madre durante la dislocazione
    cervello e una caduta
    pressione sanguigna sistemica.

    ischemica
    l'infarto cerebrale è caratterizzato
    sviluppo di necrosi collicativa
    di forma irregolare ("centro di rammollimento").
    Solo macroscopicamente determinato
    dopo 6-12 ore. Dopo 48-72 ore, si forma
    area di infiammazione della demarcazione e
    poi c'è un riassorbimento di necrotici
    si formano masse e una cisti. In rari casi
    al posto di una piccola necrosi
    si sviluppa una cicatrice gliale.

    emorragica
    l'infarto cerebrale è più spesso
    risultato di embolia delle arterie della testa
    cervello, ha localizzazione corticale.
    La componente emorragica si sviluppa
    a causa della diapesi nella zona di demarcazione
    e particolarmente pronunciato con anticoagulante
    terapia.

    intracranica
    emorragia.
    suddividere
    su intracerebrale (ipertensivo),
    subaracnoide (aneurismatico),
    misto (parenchimale e
    subaracnoide - artero-venoso
    vizi).

    intracerebrale
    emorragia. Sviluppati in pausa
    microaneurismi nei siti di biforcazione
    arterie intracerebrali nei pazienti
    ipertensione (ematoma) e
    anche a seguito di diapedezis (petecchiale
    emorragia emorragica
    impregnazione). Le emorragie sono localizzate
    il più delle volte nei nodi subcorticali della testa
    cervello e cervelletto. Il risultato è formato
    cisti con pareti arrugginite a causa di
    depositi di emosiderina.

    subaracnoidea
    emorragia. Sorge a causa del divario
    aneurisma cerebrale
    non solo aterosclerotico, ma anche
    infiammatorio, congenito e
    genesi traumatica.

    Ipertensione
    malattia cerebrovascolare.

    Sviluppo
    nelle persone con ipertensione.

    cassettone
    cambia. Rappresentato da molti
    piccole cisti arrugginite nell'area subcorticale
    nuclei.

    sottocorticale
    leucoencefalopatia. Accompagnato da
    perdita assonale subcorticale e
    lo sviluppo della demielinizzazione con gliosi e
    arteriologinosi.

    Ipertensione
    encefalopatia. Si verifica nei pazienti
    con una forma maligna di ipertensione
    malattia ed è accompagnato da sviluppo
    necrosi fibrinoide delle pareti dei vasi sanguigni,
    emorragie petecchiali ed edema.

    Ictus
    -
    incidente cerebrovascolare acuto,
    caratterizzato da improvviso (durante
    pochi minuti, ore)
    l'aspetto di focale e / o
    sintomi neurologici cerebrali,
    che dura più di 24 ore o
    porta alla morte del paziente in più
    breve lasso di tempo
    a causa di patologia cerebrovascolare.

    К
    i colpi includono un attacco di cuore
    emorragia cerebrale
    al cervello e al subaracnoide
    emorragia
    con i
    etiopatogenetico e clinico
    differenze.

    С
    tenendo conto del tempo di regressione neurologica
    deficit, evidenziare transitorio
    incidenti cerebrovascolari (neurologici
    la carenza regredisce entro 24 ore,
    a differenza del colpo stesso) e
    ictus minore (deficit neurologico
    regredisce entro tre settimane
    dopo l'insorgenza della malattia).

    Vascolare
    le malattie del cervello occupano il secondo posto
    nella struttura della mortalità da
    malattie del sistema circolatorio
    dopo ischemico
    malattie cardiache

    Esistere
    tre principali tipi di ictus: ischemico
    ictus, intracerebrale e subaracnoideo
    emorragia. Intracerebrale e (non in
    tutte le classificazioni) non traumatiche
    emorragie subshell includono
    a ictus emorragico. Secondo
    ricerca internazionale multicentrica,
    correlazione tra ischemico ed emorragico
    i tratti medi sono 4: 1-5: 1
    (80-85% e 15-20%)

    ischemica
    ictus
    ,
    o infarto
    il cervello.
    ALTRO
    si verifica in pazienti di età superiore ai 60 anni,
    avere una storia di infarto
    miocardio
    difetti reumatici
    disturbi cardiaci
    frequenza cardiaca e conduzione, zucchero
    diabete.
    Un ruolo importante nello sviluppo dell'ischemia
    l'ictus gioca disturbi reologici
    proprietà del sangue, patologia delle arterie principali.
    Lo sviluppo della malattia in
    notte senza perdita di coscienza.

    Persone a rischio

    Al fine di prevenire lo sviluppo della patologia cerebrovascolare, è necessario monitorare la salute fin dalla giovane età. I pazienti ipertesi devono misurare costantemente la pressione sanguigna, evitando di superare i suoi parametri di 140/90 RT. Art. In tal caso, è necessario adottare misure per normalizzarlo. Tra le misure preventive, si possono distinguere le seguenti azioni:

    • traccia peso;
    • aderire a una corretta alimentazione, limitare l'uso di grassi animali, sale;
    • evitare stress, stress emotivo, stress fisico;
    • non fumare, limitare il consumo di alcol, ignorare le droghe;
    • condurre uno stile di vita mobile, preferire camminare, camminare nella natura;
    • esercizio quotidiano;
    • evitare situazioni che possono causare lesioni alla testa;
    • normalizzare il modo di lavorare e riposare;
    • dormire a sufficienza.

    Le misure preventive sono molto semplici:

    • esami regolari da parte di specialisti
    • stile di vita sano, moderata attività fisica
    • nutrizione corretta e sana
    • lavoro alternato con periodi di riposo.

    Persone a rischio

    Terapia

    Se ti è stata diagnosticata una malattia cerebrovascolare del cervello, non puoi lasciar andare il problema. Questa condizione richiede un trattamento, altrimenti non si possono evitare complicazioni. Ma vale la pena capire che per una terapia adeguata è necessario che il paziente stesso voglia recuperare. Quindi, un miglioramento della condizione è possibile solo se il paziente cambia stile di vita, perde peso in eccesso e smette di fumare e bere alcolici.

    Ma, oltre a questo, è necessario consultare il proprio medico e scoprire quale terapia sarà ottimale. In molti casi, vengono utilizzati metodi conservativi. Ma in alcune situazioni, è auspicabile che venga eseguito un intervento chirurgico tempestivo che eliminerà le aree di restringimento dei vasi che alimentano il sistema nervoso centrale.

    Trattamento conservativo

    A casa, è completamente impossibile curare questa malattia, quindi è meglio condurre una terapia sotto la supervisione di un medico.
    Un trattamento adeguato della malattia cerebrovascolare cronica in una fase precoce può aiutare a prevenire un ictus. Poiché il danno cerebrale è secondario, prima di tutto, è necessario influenzare la causa: ipertensione, aterosclerosi, vasculite e altre malattie. Anche gli obiettivi del trattamento sono il miglioramento dell'emodinamica nei vasi cerebrali, la correzione dei principali segni della malattia, l'ottimizzazione del metabolismo.

    Se il paziente ha encefalopatia subcorticale sullo sfondo dell'ipertensione arteriosa, le misure iniziali dovrebbero essere mirate a correggere la pressione. In caso di infarto cerebrale dovuto a embolie multiple e coagulopatie, viene urgentemente iniziato il trattamento con agenti antipiastrinici (aspirina) e anticoagulanti (warfarin). Con l'aterosclerosi, le statine vengono introdotte nel corso della terapia (Crestor), è necessaria una dieta con una diminuzione della quantità di grasso nella dieta.

    1. Calcio-antagonisti per migliorare il flusso sanguigno cerebrale e la composizione del sangue (Corinfar, cininnarizina).
    2. Farmaci con effetti metabolici per migliorare il metabolismo nei tessuti (Sermion, Tanakan).
    3. Nootropi per la normalizzazione dei vasi sanguigni e la microcircolazione del sangue (Piracetam, Glycine).
    4. Antiossidanti e antiossidanti per eliminare l'ischemia e ottimizzare il metabolismo dei tessuti (Actovegin, Cerebrolysin, Mekaprin).
    5. Vasodilatatori, farmaci vasoattivi (pentossifillina, agapurina).
    6. Preparati per alleviare il vasospasmo (Papaverina, No-spa).
    7. Diuretici per edema cerebrale e comparsa di segni di insufficienza cardiaca (Lasix, Veroshpiron, Mannitolo).
    8. Sedativi e antidepressivi, tranquillanti per normalizzare le funzioni autonome ed eliminare i sintomi neuropsichiatrici (aloperidolo, seduxen).
    9. Preparati per la correzione dei disturbi metabolici e per il rifornimento di plasma (glucosio, soluzione di Ringer).
    10. Analgesici per forti mal di testa (Analgin, Promedol).
    11. Farmaci per danno cognitivo (Ginkgo Biloba).

    In casi gravi di incidente cerebrovascolare acuto, viene utilizzata l'intubazione tracheale, se necessario, il paziente è collegato alla ventilazione meccanica. In parallelo, disinfettare le vie respiratorie. Nel trattamento delle malattie cerebrovascolari, il metodo dell'ossigenazione iperbarica, che aiuta il sangue a saturare l'ossigeno e quindi a trasferirlo nel cervello, si è dimostrato efficace.

    Le forme gravi della malattia possono richiedere un intervento chirurgico. Può includere la rimozione di una placca aterosclerotica, un coagulo di sangue da una nave interessata (endarterectomia), un aumento del lume della nave con uno stent (stenting), un catetere con una palla (angioplastica). Aneurismi arteriosi, alcuni tipi di emorragie intracerebrali sono anche trattati chirurgicamente.

    Nei problemi cronici con l'afflusso di sangue al cervello, vengono spesso utilizzati trattamenti farmacologici convenzionali. Hanno lo scopo di ridurre la concentrazione di colesterolo nel sangue, mantenere la pressione sanguigna e migliorare l'afflusso di sangue ai tessuti. L'assunzione dei farmaci prescritti dal medico in combinazione con la correzione della nutrizione e dello stile di vita nel suo complesso consente di mantenere il cervello al livello richiesto per un periodo piuttosto lungo.

    Gli agenti antiaggreganti, nootropici, vasodilatatori, ipotensivi, ipocolesterolemici sono prescritti per il trattamento. Parallelamente si raccomandano anche antiossidanti e complessi multivitaminici.

    I metodi chirurgici tradizionali possono eliminare l'ischemia del tessuto cerebrale. Per questo, attualmente vengono eseguiti solo interventi endovascolari e microchirurgici a raggi X.

    In alcuni casi, si consiglia l'angioplastica con palla. Questa è una procedura durante la quale una palla speciale viene introdotta nella nave e gonfiata lì. Questo aiuta ad espandere il lume e normalizzare il flusso sanguigno. Dopo un tale intervento - per prevenire l'aggregazione o il restringimento dell'arteria - è desiderabile eseguire lo stent. Questa è una procedura durante la quale viene inserito un impianto a rete nel lume della nave, che è responsabile del mantenimento delle sue pareti in uno stato raddrizzato.

    Se è stata diagnosticata la malattia cerebrovascolare, può essere eseguita anche l'endoarterectomia. Questa è un'operazione microchirurgica durante la quale tutti i depositi di colesterolo vengono rimossi dal lume della nave. Successivamente, la sua integrità viene ripristinata.

    Medicinali usati

    Pertanto, abbiamo scoperto perché è così importante per gli specialisti sapere quale codice è la patologia che stiamo prendendo in considerazione. La malattia cerebrovascolare è il risultato di una serie di malattie. Pertanto, la terapia dovrebbe mirare principalmente ad eliminarli.

    Quindi, con cardioembolismo multiplo e uno stato di multi-infarto, coagulopatia e agniopatia, è necessario assumere agenti antipiastrinici. Il più popolare tra questi è l'acido acetilsalicilico normale, prescritto in un dosaggio di 1 mg per kg di peso del paziente. Può anche essere raccomandato di assumere farmaci come Clopidogrel o Dipyridamole in un dosaggio di circa 150-200 mg al giorno. Anche in tali situazioni, agli anticoagulanti viene prescritto, ad esempio, il farmaco "Warfarin".

    Le anomalie neurologiche sono trattate con farmaci nootropici, neurotrasmettitori e aminoacidi. Possono essere prescritti farmaci come glicina, neuromidina, cerebrolisina, actovegina. Con rumore nelle orecchie e vertigini, "Betagistin" è spesso prescritto in un dosaggio di 24 mg due volte al giorno.

    È importante che i pazienti che soffrono di sbalzi di pressione lo normalizzino. Tra i farmaci vasoattivi prescritti, sono popolari medicinali come la vinpocetina e la pentossifillina.

    Spesso vengono anche prescritti i seguenti farmaci: "Halidor", "Omaron", "Cholitilin", "Donepizil", "Piracetam", "Perineva".

    Il trattamento della malattia cerebrovascolare nella maggior parte dei casi viene effettuato con metodi medici. La terapia dovrebbe essere principalmente finalizzata all'eliminazione delle principali cause dello sviluppo del problema, al ripristino della normale circolazione sanguigna nei vasi cerebrali e alla sospensione dei sintomi. Per migliorare l'emodinamica, vengono generalmente prescritti bloccanti dei canali del calcio e inibitori dell'enzima fosfodiesterasi. I farmaci appartenenti a questi gruppi sono selezionati individualmente per ciascun paziente, così come il loro dosaggio.

    Questi medicinali possono aiutare a ridurre il rischio di coaguli di sangue. Inoltre, i farmaci vengono selezionati individualmente che contribuiscono a migliorare la nutrizione del tessuto cerebrale con l'ossigeno.

    Il regime di trattamento può essere integrato con altri farmaci che differiscono per l'effetto neuroprotettivo pronunciato. Se nella storia medica si parla di aterosclerosi, si può dimostrare l'uso di farmaci appartenenti al gruppo delle statine. Inoltre, può essere indicato l'uso di farmaci necessari per normalizzare la pressione sanguigna.

    • Corinfar.
    • Cardipin.
    • Cardil.
    • Jucoslu.
    • Verapamil.
    • Cinnarizina.
    • Cerebrolysin.
    • Acto start.
    • Cerebrocurina.
    • Imidazolo.
    • Ketoprofene.
    • Mecaprine.
    • Sermion.
    • Cavinton.
    • Tanaka.
    • Vinpocetina.
    • Fraxiparin.
    • Eparina.
    • Sincumar.
    • Fenilina.
    • Warfarin.
    • Chimes.
    • Acido acetilsalicilico.
    • Lipostat.
    • Tykveol.
    • Probukol.
    • Lovastatina.
    • Piracetam.
    • Glicina.
    • Omaron.
    • Phenibut
    • Fntogm.
    • Trental.
    • Pentossifillina.
    • Agpurin.
    • Euphyllin.
    • Papaverina.
    • Dibazolo

    Con lo sviluppo di condizioni acute potenzialmente letali, può essere necessario un trattamento chirurgico. Molto spesso con malattia cerebrovascolare, angioplastica, endarterectomia o stent delle arterie danneggiate vengono eseguiti. Quando si esegue l'angioplastica, un catetere con una palla viene inserito nel vaso sanguigno interessato, che, una volta aperto, aumenta il lume dell'arteria.

    Diagnosi di insufficienza cerebrovascolare

    La sindrome cerebrovascolare può essere rilevata solo mediante diagnosi in un istituto medico. Anche se c'è il sospetto di una tale malattia, né il paziente stesso né i suoi parenti possono determinare la patologia a casa. Pertanto, dovresti trovare un buon chirurgo vascolare in grado di riconoscere il tipo di disturbo e prescrivere un trattamento.

    La diagnosi di CVB può essere effettuata dopo le seguenti misure diagnostiche:

    1. Esami del sangue (indice protrombinico, biochimica è molto importante), urine.
    2. Test per le infezioni (sifilide).
    3. EEG.
    4. ECG.
    5. Radiografia del torace.
    6. L'angioscanning è un metodo molto informativo per rilevare l'insufficienza cerebrovascolare.
    7. Scintigrafia.
    8. Angiografia.
    9. Doppler transcranico.
    10. MRI.

    Solo i risultati diagnostici diranno cosa sta realmente accadendo alla persona, quali cambiamenti anatomici portano a violazioni.

    Possono sorgere problemi nella decifrazione della malattia cerebrovascolare, ma la selezione di uno specialista qualificato determinerà rapidamente il tipo di disturbo e svilupperà un trattamento.

    Dato che nella maggior parte dei casi i sintomi della malattia cerebrovascolare aumentano lentamente, spesso questa condizione patologica viene diagnosticata per caso durante alcuni studi in caso di sospetta presenza di altre malattie vascolari. Una diagnosi accurata della malattia cerebrovascolare richiede non solo una storia medica e un esame del paziente, ma anche una serie di studi di laboratorio e strumentali.

    La diagnosi inizia con il fatto che ai pazienti viene assegnato un esame neurologico, che consente di determinare il grado e la natura del danno alle strutture cerebrali. Può anche essere richiesta la consultazione con altri specialisti altamente specializzati, tra cui un oculista, un cardiologo, un otorinolaringoiatra, ecc. I metodi di laboratorio e strumentali più comunemente usati per diagnosticare la malattia cerebrovascolare includono:

    • esami del sangue generali e biochimici;
    • reazioni sierologiche ad alcune malattie infettive;
    • analisi per la determinazione dell'indice di protrombina;
    • analisi generale delle urine;
    • radiografia;
    • angioscanning duplex;
    • angiografia;
    • scintigrafia cerebrale;
    • dopplerografia transcranica;
    • elettroencefalografia;
    • misurazione della pressione arteriosa;
    • analisi per determinare la frazione di lipoproteine ​​nel sangue.

    In alcuni casi, è consigliabile consultare un endocrinologo e condurre studi sul livello degli ormoni. Inoltre, se esiste una storia di malattie del sistema cardiovascolare, può essere indicato il monitoraggio giornaliero dell'ECG. Un esame completo consente di diagnosticare con precisione e sviluppare la migliore strategia per correggere le manifestazioni sintomatiche di CVB.

    1. Esami del sangue (indice protrombinico, biochimica è molto importante), urine.
    2. Test per le infezioni (sifilide).
    3. Radiografia del torace.
    4. L'angioscanning è un metodo molto informativo per rilevare l'insufficienza cerebrovascolare.
    5. Scintigrafia.
    6. Angiografia.
    7. Doppler transcranico.

    Il primo stadio

    Quando compaiono questi segni, poche persone vedono un medico. Ma invano! Se identifichi la malattia in questa fase, puoi sbarazzarti dei sintomi senza ricorrere alle operazioni ed evitare complicazioni.

    La seconda fase

    Con il progredire dell'insufficienza cerebrovascolare, si verifica quanto segue:

    • mal di testa peggio;
    • appare l'acufene;
    • la vista si deteriora;
    • ci sono svenimenti.

    Lo svenimento è uno dei sintomi del secondo stadio dell'insufficienza cerebrovascolare.

    Se la malattia è passata alla seconda fase, consultare immediatamente un medico, poiché già in questa fase possono svilupparsi complicazioni pericolose, che leggerai di seguito.

    Se non si avvia il trattamento per la malattia, compaiono disturbi della sfera psico-emotiva. Può trattarsi di bruschi sbalzi d'umore, risposta inadeguata a situazioni stressanti, varie nevrosi e psicosi, fobie, stati ossessivi. Spesso in una situazione del genere, il paziente si rivolge solo a uno psicoterapeuta che tratta i disturbi della salute mentale, non conoscendo la vera ragione del loro aspetto.

    Inoltre, nel secondo stadio, iniziano a comparire disturbi dell'apparato motorio. Andatura instabile, possono apparire tremori agli arti.

    Se non conduci il trattamento corretto della patologia in questa fase, i sintomi negativi della psiche si intensificano:

    • la capacità di apprendimento è ridotta;
    • la memoria a lungo e breve termine peggiora;
    • la reazione emotiva agli eventi accadenti scompare;
    • la capacità di pensare logicamente diminuisce;
    • l'orientamento nello spazio è rotto.
    • anche i disturbi e il coordinamento dei movimenti progrediscono.

    Tutto ciò porta ad una completa disabilità del paziente.

    Se si verificano i primi sintomi, consultare un cardiologo. Prescriverà le seguenti procedure diagnostiche:

    scansione duplex delle navi del collo e della testa;

    Risonanza magnetica o TC del cervello.

    Metodi diagnostici per insufficienza cerebrovascolare

    La diagnosi primaria viene eseguita da un neurologo, include:

    • esame approfondito di reclami, anamnesi e vita
    • valutazione e analisi dei sintomi, compresa la pre-malattia
    • esame neurologico completo

    Secondo le indicazioni, sono prescritti ulteriori metodi di esame:

    • ricerca di laboratorio
    • esami ecografici, compresa la scansione duplex e triplex di navi con dopplerografia
    • funzionale, incl. monitoraggio giornaliero della pressione sanguigna e dell'ECG
    • radiologica
    • RM e TC del cervello

    Secondo le indicazioni, viene prescritta una consultazione con altri medici specialisti, tra cui un cardiologo, un endocrinologo, un terapista, un nefrologo, uno psicoterapeuta, ecc.

    Per la diagnosi di patologia, è necessario consultare un angiosurgeon o un neurologo qualificato. Parallelamente, nella maggior parte dei casi sarà necessario essere esaminati e trattati sotto la supervisione di un cardiologo al fine di influenzare la causa della malattia cerebrovascolare. Con lo sviluppo di una forma acuta di incidente cerebrovascolare, il paziente viene posto in un ospedale e tutti gli esami necessari sono già effettuati lì.

    I principali metodi di diagnostica strumentale eseguiti per effettuare una diagnosi accurata:

    1. Radiografia del torace.
    2. Encefalografia.
    3. Duplex vascolare o triplex (angioscanning dei vasi) o dopplerografia transcranica.
    4. Angiografia.
    5. Scintigrafia o risonanza magnetica con contrasto.

    I moderni metodi di esame sopra descritti, in particolare la risonanza magnetica e la scintigrafia, sono altamente sensibili ai cambiamenti nel cervello. Aiutano a rilevare l'aterosclerosi vascolare e la presenza di coaguli di sangue, oncopatologia, aneurismi, ematomi. La scansione duplex dei vasi sanguigni rivela la velocità del flusso sanguigno e i disturbi emodinamici.

    Un esame di laboratorio consiste in un esame del sangue clinico per determinare il livello di piastrine, globuli rossi, emoglobina, ematocrito, globuli bianchi con una formula di globuli bianchi sviluppata. Viene effettuata l'analisi dello spettro lipidico, della velocità di coagulazione del sangue, del livello di glucosio nel sangue.

    La diagnosi della malattia viene effettuata principalmente con l'uso di metodi strumentali:

    • Dopplerografia dei vasi cerebrali mediante ultrasuoni per rilevare anomalie vascolari;
    • elettroencefalografia (EEG) del cervello, che consente di studiare l'attività degli emisferi cerebrali;
    • CT dei vasi del cervello di tipo a spirale;
    • Risonanza magnetica della testa per determinare il grado di danno ai vasi sanguigni e alla materia cerebrale bianca;
    • radiografia della testa con l'introduzione di agenti di contrasto.

    Per confermare questa diagnosi, viene anche prescritto un esame neurologico e psicologico del paziente.

    Vengono eseguite le seguenti procedure:

    • misurazione della pulsazione dei vasi degli arti e della testa;
    • pressione a 4 punti degli arti superiori e inferiori;
    • ECG ed ultrasuoni del cuore;
    • auscultazione del cuore e dell'aorta addominale per la presenza di aritmia e rumore;
    • Dopplerogramma dei vasi cervicali per escludere la stenosi della carotide e delle arterie della testa.

    La diagnosi tempestiva semplifica il trattamento dell'insufficienza cerebrovascolare. Dopo una serie di procedure diagnostiche, una serie di test, una valutazione delle condizioni del paziente e la sua storia medica, lo specialista può prescrivere un regime terapeutico efficace. Il rispetto delle istruzioni del medico consentirà di prevenire il processo progressivo e l'insorgenza di effetti avversi. Inoltre, la terapia allevia le condizioni del paziente, aiuta a mantenere la capacità di valutare adeguatamente ciò che sta accadendo.

    La terapia viene eseguita con l'obiettivo di:

    • stabilizzazione del paziente;
    • rallentamenti dei progressi;
    • prevenzione delle malattie ischemiche;
    • normalizzazione dell'afflusso di sangue alle aree del cervello;
    • eliminare i sintomi delle malattie sottostanti e concomitanti.

    Metodi e tecniche

    Nel trattamento dell'insufficienza cerebrovascolare, vengono utilizzate tecniche terapeutiche e chirurgiche. I metodi più comuni:

    1. Schemi conservativi. Suggeriscono di abbassare il colesterolo, normalizzare la pressione sanguigna, migliorare l'afflusso di sangue al cervello ed eliminare gli effetti dell'aterosclerosi.
    2. Circuito combinato. È mirato alla somministrazione simultanea di farmaci con proprietà vasodilatanti, antiossidanti, antibatteriche. Come parte di questa tecnica, vengono utilizzate formulazioni vitaminiche.
    3. Attività di supporto. Si tratta di sessioni di riflesso, aroma e irudoterapia.
    4. Schemi chirurgici. Questa è l'angioplastica con palla, nel quadro della quale viene eseguita la rimozione di sezioni ristrette di vasi sanguigni. Questo viene fatto al fine di normalizzare l'afflusso di sangue.

    La seconda procedura è lo stent, è necessario espandere le pareti dei vasi sanguigni. Endarterectomia: smistamento, pulizia dei dotti dalle placche di colesterolo.

    La seconda fase

    Metodi popolari

    Vale la pena notare che la malattia cerebrovascolare è una condizione estremamente difficile in termini di meccanismo di sviluppo, il cui trattamento richiede l'uso di potenti farmaci secondo lo schema prescritto dal medico curante. I rimedi popolari possono essere utilizzati esclusivamente in aggiunta al trattamento medico.

    Non ci sono molti rimedi popolari che possono migliorare le condizioni di una persona che soffre di malattie cerebrovascolari. Per migliorare la circolazione cerebrale, può essere raccomandato l'uso di tinture di radice di peonia. Per preparare una tintura curativa, devi prendere circa 1 radice di peonia essiccata, tritarla accuratamente e versare 1 tazza di acqua bollente. La miscela risultante deve essere infusa per 2 ore. L'infusione pronta deve essere applicata su un cucchiaio circa 5-6 volte al giorno.

    Un buon effetto tonico e rassodante dona un mix di agrumi e miele. Per preparare un prodotto così gustoso e curativo, devi tagliare con cura 1 limone e 2 arance in un tritacarne. È necessario aggiungere un po 'di miele all'impasto in modo che la sostanza finita abbia un sapore dolciastro. Successivamente, la miscela deve essere lasciata in frigorifero per circa un giorno e quindi presa in un cucchiaio 3-6 volte al giorno.

    Un effetto positivo sullo stato del tessuto cerebrale è esercitato dall'infusione di giovani aghi con succo di limone. Per preparare un tale agente terapeutico, è necessario prendere circa 100 g di giovani aghi di qualsiasi conifera e versare 1 litro di acqua bollente. Circa un giorno dopo, è necessario aggiungere il succo di ½ parte del limone all'infusione. Usa questo strumento 3 volte al giorno su un cucchiaio a stomaco vuoto. Il corso del trattamento con questo rimedio popolare deve essere continuato per almeno 3 mesi.

    Inoltre, una tintura di celidonia ha un effetto positivo sulla malattia cerebrovascolare. Questo rimedio deve essere assunto ½ cucchiaino 3 volte al giorno. Il corso del trattamento con questo strumento è di almeno 2 settimane. Prima di usare questo o quel rimedio popolare, dovresti consultare un medico. Anche i rimedi erboristici leggeri hanno le loro controindicazioni, che devono essere prese in considerazione.

    Anche se non sei un sostenitore della medicina alternativa, la malattia cerebrovascolare è il problema che si presta meglio alla terapia con un approccio integrato. Anche i medici affermano che non funzionerà per normalizzare le loro condizioni senza aumentare l'attività fisica, normalizzare l'alimentazione, smettere di fumare e altre cattive abitudini.

    Inoltre, è possibile utilizzare ricette popolari in parallelo con la terapia principale. Ad esempio, molti consigliano di tagliare 2 arance e un limone in un tritacarne o in un frullatore con la buccia, ma senza buchi. Nella sospensione risultante, è necessario aggiungere ½ tazza di miele, mescolare e lasciare per un giorno a temperatura ambiente. Successivamente, la miscela deve essere messa in frigorifero e prendere 2 cucchiai. Fino a 3 volte al giorno. Puoi berlo con tè verde.

    Oggi è stato dimostrato che una moderata attività fisica aiuta a curare molte malattie cerebrovascolari croniche. Se non ci sono controindicazioni, il medico consiglierà una ginnastica speciale (terapia fisica), che il paziente dovrebbe eseguire quotidianamente per mantenere la normale funzione di tutti i vasi sanguigni.

    Il trattamento alternativo può essere un buon metodo per la prevenzione delle complicanze acute delle malattie cerebrovascolari, ma solo in combinazione con il trattamento tradizionale. Tali ricette sono efficaci:

    1. Taglia a pezzetti la radice di peonia, versane un cucchiaino con un bicchiere di acqua bollente, lascia per 2 ore. Filtra, bevi un cucchiaio quattro volte al giorno.
    2. Trita la polpa del limone. Separatamente, versare 2 cucchiai di aghi di pino da 400 ml e lasciare per un'ora. Filtrare il brodo, versarli al limone, consumare questo prodotto prima dei pasti 50 ml tre volte al giorno.
    3. Spremi il succo di barbabietola, uniscilo al miele in parti uguali. Prendi 3 cucchiai due volte al giorno.
    4. Unire un bicchiere di succo di rafano, limone e ribes, aggiungere un bicchiere di miele. Prendi il farmaco in un cucchiaio tre volte al giorno.
    5. Mangia bacche di caprifoglio il più spesso possibile, che alleviano lo spasmo dei vasi sanguigni e il mal di testa.

    eziopatogenesi

    ischemica
    l'ictus si sviluppa più spesso
    al restringimento o
    arterie ostruite che alimentano la testa
    cervello.
    Non ottenere l'ossigeno di cui hanno bisogno e
    nutrienti cellule cerebrali
    morire. L'ictus ischemico è suddiviso
    aterotrombotico, cardioembolico,
    emodinamico, lacunare e ictus
    per tipo di microocclusione emoreologica

    aterotrombotici
    ictus
    ,
    di solito si verifica il
    aterosclerosi cerebrale
    arterie di grosso o medio calibro.
    La placca aterosclerotica si restringe
    lume della nave e contribuisce alla trombosi.
    Possibile embolia arteriosa arteriosa.
    Questo tipo di ictus si sviluppa.
    gradualmente, con un aumento dei sintomi
    per diverse ore o
    giorni, spesso debutta in un sogno. spesso
    l'ictus aterotrombotico è preceduto da
    attacchi ischemici transitori.
    La dimensione della lesione ischemica
    variare.

    cardioembolico
    ictus
    ci
    con blocco totale o parziale
    embolia di un'arteria cerebrale. Più spesso
    cause cardiogene di ictus
    embolia con cardiopatia valvolare,
    reumatici e batterici ricorrenti
    endocardite, con altre lesioni
    cuori che sono accompagnati
    educazione nelle sue cavità
    trombi parietali.
    Spesso si sviluppa un ictus embolico
    a causa del parossismo atriale
    aritmie. L'inizio del cardioembolico
    un colpo è di solito improvviso dentro
    veglia del paziente. IN
    l'insorgenza della malattia è più pronunciata
    deficit neurologico. Ictus più comune
    localizzato nella zona di afflusso di sangue
    arteria cerebrale media, la dimensione della lesione
    mezzo di danno ischemico o
    grande, emorragico
    componente. Storia del possibile
    tromboembolia di altri organi

    emodinamica
    ictus
    a causa di
    fattori emodinamici -
    diminuzione dell'arteria
    pressione (fisiologica,
    per esempio, durante il sonno; ortostatica
    arteriosa iatrogena
    ipotensione, ipovolemia)
    o battito cardiaco in calo
    (a causa di ischemia miocardica,
    bradicardia grave, ecc.).
    L'inizio del colpo emodinamico
    può essere improvviso o calpestato
    a riposo o nello stato attivo del paziente.
    Le dimensioni degli attacchi di cuore sono diverse, localizzazione
    di solito nell'area dell'afflusso di sangue adiacente
    (corticale, periventricolare, ecc.).
    Si verificano colpi emodinamici
    sullo sfondo della patologia extra e / o
    arterie intracraniche (aterosclerosi,
    stenosi dell'arteria settale, anomalie
    sistema vascolare del cervello)

    cassettone
    ictus
    a causa di
    lesioni di piccole perforazioni
    arterie. Di solito si verifica sullo sfondo
    alta pressione sanguigna
    gradualmente per diverse ore.
    I tratti lacunari sono localizzati in
    strutture subcorticali (subcorticali
    nucleo interno
    capsula,
    la sostanza bianca del centro semi-ovale,
    la base del ponte), la dimensione dei fuochi non lo è
    superare 1,5 cm. Cerebrale e
    nessun sintomo meningeo
    c'è una caratteristica sintomatologia focale
    (puramente motorio o puro
    sindrome lacunare sensibile,
    emiparesi atattica, disartria o
    monoparesi)

    Ictus
    per tipo di emoreologico
    microocclusione
    ci
    sullo sfondo dell'assenza di qualsiasi vascolare
    o malattia ematologica
    eziologia consolidata. ragione
    pronunciato emoreologico
    modifiche, violazioni in
    sistema emostatico e fibrinolisi.
    Scarso neurologico
    sintomi associati a significativi
    disturbi emoreologici

    Malattia cerebrovascolare: cos'è questa diagnosi

    La causa dello sviluppo della malattia cerebrovascolare sono i processi infiammatori nei vasi cerebrali che colpiscono le arterie e le vene. La causa più comune della malattia è l'arteriosclerosi cerebrale. Il trattamento della malattia inizia con l'eliminazione dei fattori di rischio:

    • diabete;
    • aterosclerosi cerebrale;
    • ipertensione arteriosa;
    • colesterolo alto nel sangue.

    La terapia farmacologica, la dieta aiutano a ripristinare l'elasticità vascolare, migliorare la circolazione sanguigna nel cervello, riduce il rischio di sviluppare malattie cerebrovascolari.

    Malattia cerebrovascolare: ipertensione endocranica

    La malattia cerebrovascolare è considerata un termine collettivo, che nasconde varie malattie che portano alla compromissione della circolazione cerebrale. Tali malattie possono verificarsi sia in forma acuta che cronica, appartengono alla classe dei disturbi cerebrovascolari. L'ipertensione endocranica è caratterizzata da una pressione intracranica anormalmente elevata.

    L'ipertensione endocranica porta a una violazione della circolazione cerebrale, provoca la formazione di ischemia cerebrale secondaria. Le malattie cerebrovascolari diventano la causa, che porta allo sviluppo dell'ipertensione endocranica. L'aumento della pressione intracranica può portare a coma, sensazione alterata, disturbi del linguaggio e altri gravi disturbi. L'ipertensione endocranica è una grave complicazione delle malattie del cervello.

    Malattia cerebrovascolare: encefalopatia discircolatoria

    L'encefalopatia discircolatoria è caratterizzata da una lesione diffusa o focale dei vasi cerebrali. La malattia porta a compromissione della memoria, del pensiero, dell'attenzione, una grave complicazione della malattia è lo sviluppo della demenza - demenza. Il decorso della malattia è accompagnato da vari sintomi:

    • attività motoria compromessa;
    • disfunzione cerebellare;
    • disturbi affettivi;
    • forti fluttuazioni della pressione sanguigna;
    • vertigini;
    • violazione della masticazione e della deglutizione del cibo, altri disturbi pseudobulbari;
    • in una fase avanzata della malattia, nei pazienti si osserva incontinenza fecale e urinaria.

    La causa della malattia è l'aterosclerosi dei vasi cerebrali, l'ipertensione, vari disturbi che portano a danni al sistema vascolare, malattie del sangue e altre cause.

    Detonic - una medicina unica che aiuta a combattere l'ipertensione in tutte le fasi del suo sviluppo.

    Detonic per la normalizzazione della pressione

    Il complesso effetto dei componenti vegetali del farmaco Detonic sulle pareti dei vasi sanguigni e il sistema nervoso autonomo contribuiscono a un rapido calo della pressione sanguigna. Inoltre, questo farmaco previene lo sviluppo dell'aterosclerosi, grazie ai componenti unici che sono coinvolti nella sintesi della lecitina, un aminoacido che regola il metabolismo del colesterolo e previene la formazione di placche aterosclerotiche.

    Detonic non provoca dipendenza e sindrome da astinenza, poiché tutti i componenti del prodotto sono naturali.

    Informazioni dettagliate su Detonic si trova sulla pagina del produttore www.detonicnd.com.

  • Tatyana Jakowenko

    Redattore capo del Detonic rivista online, cardiologo Yakovenko-Plahotnaya Tatyana. Autore di oltre 950 articoli scientifici, anche su riviste mediche straniere. Lavora come cardiologo in un ospedale clinico da oltre 12 anni. Possiede moderni metodi di diagnosi e cura delle malattie cardiovascolari e li implementa nelle sue attività professionali. Ad esempio, utilizza metodi di rianimazione del cuore, decodifica dell'ECG, test funzionali, ergometria ciclica e conosce molto bene l'ecocardiografia.

    Per 10 anni ha partecipato attivamente a numerosi simposi e seminari medici per medici - famiglie, terapisti e cardiologi. Ha molte pubblicazioni su uno stile di vita sano, diagnosi e cura delle malattie cardiache e vascolari.

    Monitora regolarmente nuove pubblicazioni di riviste di cardiologia europee e americane, scrive articoli scientifici, prepara relazioni in conferenze scientifiche e partecipa a congressi europei di cardiologia.

    Detonic