Più di 30 cause di mal di testa nella parte posteriore della testa, cosa può essere e cosa fare

I seguenti tipi di dolore sono possibili nella parte occipitale della testa:

  • Sforzo: il più comune quotidiano e cronico, associato alla contrazione muscolare.
  • Emicrania: le cause esatte non sono state identificate, sono spesso ereditarie e durano da alcune ore a tre giorni.
  • Misto: una combinazione di emicrania e dolore tensivo.
  • Cluster - il più severo, bruciante e cucito. Sono rari
  • Sinus - si verificano con infiammazione dei seni.
  • Acuto: appare improvvisamente, spesso durante le malattie respiratorie.
  • Ormonale: soprattutto le donne soffrono e sono associate a un cambiamento nei livelli ormonali.
  • Cronico: sono considerati il ​​risultato di una malattia o anomalia del cervello.

Le principali cause di dolore nella parte posteriore della testa e delle tempie sono considerate cambiamenti negativi nel funzionamento del sistema vascolare. Quando si verifica uno spasmo, i vasi vengono compressi e alcune parti del cervello vengono lasciate senza cibo e quando si rilassano, al contrario, si verifica un'espulsione significativa del sangue. Il sistema nervoso autonomo controlla il tono vascolare, quindi il dolore pulsante indica violazioni nel suo lavoro. Perché fa male la nuca e il whisky? Questi possono essere sintomi di varie malattie. Sono condizionatamente divisi nei seguenti gruppi:

  • Neurologiche: situazioni stressanti, emicrania, processi infiammatori nel nervo occipitale, nevrosi.
  • Vascolare: ipertensione, distonia vegetovascolare, ipertensione endocranica.
  • Malattie della colonna cervicale: miosite, osteocondrosi, spondilosi, miogelosi, emicrania cervicale, dolore da tensione professionale.

Inoltre, tali dolori si verificano con alcune malattie infettive e processi tumorali nel cervello. E anche contribuire a questo:

  • cattive abitudini - fumo e alcol;
  • dormire su un cuscino duro;
  • eccitazione di natura psico-emotiva;
  • uso regolare di bevande contenenti caffeina e un forte rifiuto di esse.

Perché fa male la nuca e il whisky? Questa è sempre la risposta del singolo organismo allo stile di vita sbagliato o ai problemi che sorgono nel corpo. È necessaria assistenza medica immediata per:

  • aumento del dolore con aumento dei carichi;
  • durare diverse ore di fila o diversi giorni di dolore;
  • sensazioni spiacevoli al mattino, prima di alzarsi dal letto;
  • acufene, nausea, vomito, compromissione della coordinazione dei movimenti.

! importante Se la pressione sanguigna aumenta bruscamente con dolore pulsante, è necessaria un'attenzione medica urgente a causa dell'alta probabilità di una crisi ipertensiva.

Un mal di testa nella parte posteriore della testa non può in alcun modo essere preceduto da una posizione scomoda durante il sonno - a volte questo sintomo indica circostanze più significative associate a una violazione del corpo. Valutare il grado di danno e la causa del suo aspetto, il fattore di periodicità è di particolare importanza e la determinazione della natura del dolore è dolorosa, opaca, temporanea permanente. Se un tale sintomo si verifica regolarmente, è possibile che tu abbia bisogno dell'aiuto di un neurologo che condurrà un esame e stabilirà la causa principale.

Se la parte posteriore della testa non è definitiva a pressione, stress meccanico o esposizione prolungata a una posizione scomoda, la causa dovrebbe essere cercata tra i disturbi del corpo. I problemi più probabili con il suo funzionamento includono:

  • spasmo cerebrovascolare;
  • aumento della pressione intracranica;
  • crisi ipertensiva;
  • Nevralgia del nervo occipitale;
  • malattie del rachide cervicale;
  • lesioni infiammatorie delle articolazioni temporo-mandibolari.

Queste condizioni includono anche la permanenza costante in un ambiente stressante o caldo, un'errata selezione del copricapo e l'uso di caffè forte. La parte posteriore della testa può essere malata alla vigilia di un cambiamento di temperatura (principalmente negli anziani o dopo una lesione cerebrale traumatica).

A seconda della malattia di base, il dolore occipitale può essere complicato da altri sintomi, che ti permetteranno di differenziare più rapidamente la condizione, iniziando il trattamento.

  • Osteocondrosi. Poiché la patologia è caratterizzata dall'esaurimento del tessuto cartilagineo delle vertebre, i sintomi principali saranno i dolori non solo della parte posteriore della testa, ma anche del collo stesso, aggravanti quando si tenta di girare la testa o fare un esame; si notano vertigini, disturbi dispeptici, debolezza, compromissione della vista, una sensazione immaginaria di un velo davanti agli occhi, coscienza offuscata (nelle fasi più gravi) e pallore della pelle. Gettare la testa all'indietro può causare problemi di coordinazione o svenimenti. L'attività di movimento è ridotta.
  • Crisi ipertensiva. Si verifica improvvisamente, a causa di cambiamenti nelle condizioni meteorologiche, o gradualmente, dopo una situazione stressante, eccitazione, attacchi di panico. La nausea finisce quasi sempre con il vomito, le "mosche" e le macchie lampeggiano davanti agli occhi, il linguaggio è disturbato, la coscienza è confusa, i disturbi da capogiro, il pallore della pelle, i disturbi neurologici, inclusa la paura della morte, sono noti. Se non fornisci assistenza medica in modo tempestivo, la condizione si trasformerà in un ictus.
  • Spasmo delle arterie. La nuca è dolorosa solo con l'attività motoria e la posizione seduta o sdraiata del paziente può ridurre l'intensità del disagio. Il sintomo principale che consente di distinguere la patologia dal resto è la sensazione di particolari "pelle d'oca" sulla pelle della nuca, che indica uno spasmo sistematico delle arterie.
  • Incidente cerebrovascolare. Un aumento del livello di pressione intracranica a causa di problemi con la circolazione del sangue all'interno dei vasi cerebrali provoca non solo un intenso dolore nella parte occipitale, ma provoca anche un attacco di vomito (lo stadio della nausea può spesso essere evitato), vertigini, una sensazione di pesantezza all'interno del cranio, sangue dal naso (sangue brillante). Compaiono anche manifestazioni oftalmiche - una sensazione della presenza di sabbia negli occhi - dolore, arrossamento congiuntivale, spesso - persino rottura dei capillari ed emorragia sul bulbo oculare. Caffè forte, infezione (meningite, encefalite), forte rumore può provocare il fenomeno.
  • La nevralgia occipitale è differenziata da segni di accompagnamento come la diffusione del dolore alla schiena, al collo e alla mascella inferiore; la sensazione dolorosa è parossistica, rende impossibile eseguire azioni di base, è impossibile dormire sul lato interessato. Tosse, movimento della mascella o starnuti causano dolore.
  • Le lesioni infiammatorie delle articolazioni mandibolari possono verificarsi a seguito di ipotermia, adesione impropria di una frattura ossea o un processo patologico di diversa genesi. La malattia si sviluppa spesso a causa della malocclusione e richiede la consultazione di un ortodontista.

La diagnosi differenziale è finalizzata alla diagnosi precoce della malattia di base, poiché solo eliminando la causa principale, è possibile eliminare il dolore nella regione occipitale - raramente è un segno indipendente.

Solo uno specialista può condurre un esame e prescrivere una terapia per un problema di salute rivelato: provando a trattarti, puoi aggravare il decorso della malattia o causarne molti altri. Dopo aver contattato un neurologo, il paziente deve sottoporsi a una serie di misure diagnostiche:

  • Ispezione Il neuropatologo palpa l'area dolorosa, determinando lo spettro della lesione e la direzione dell'irradiazione.
  • Dona sangue e urina. Leucocitosi ematica indica la presenza di infiammazione nel corpo.
  • Fai una radiografia, una risonanza magnetica o una TAC. Ognuno di questi metodi di ricerca di base consente di vedere i cambiamenti morfologici nei vasi sanguigni e nelle radici nervose che si trovano nella regione occipitale - parietale della testa e della colonna cervicale.

Monitorando il livello della pressione arteriosa, lo studio delle condizioni del fondo viene condotto ulteriormente, a seconda delle ipotesi di uno specialista.

Il trattamento viene effettuato da un neurologo in collaborazione con un fisioterapista, un traumatologo e un chiropratico.

Con un aumento del dolore nella regione occipitale, è necessario fornire accesso all'aria fresca, per allentare un colletto stretto o altri indumenti che favoriscono il movimento.

Se l'attacco è causato solo dal superlavoro o dal trasferimento dello stress, vengono prescritti analgesici e farmaci antinfiammatori, riposo, digitopressione del collo. La fisioterapia avrà un effetto benefico sullo stato di salute, ti permetterà di rilassare l'area dolorante.

Un aumento della pressione sanguigna è una controindicazione al massaggio e la terapia antiipertensiva è l'azione corretta in questo caso: l'introduzione di una soluzione di dibazolo con papaverina o magnesio solfato. Fornire accesso all'ossigeno e al riposo. Il ricovero nella maggior parte dei casi non è richiesto.

  • Per il dolore causato dalla malocclusione, solo un ortodontista può fornire assistenza qualificata: verrà presa in considerazione l'installazione di un sistema di staffe.
  • I farmaci antinfiammatori non steroidei sotto forma di iniezioni sono rilevanti per la miosite e la nevralgia - uno specialista può anche prescrivere pomate riscaldanti con il principale principio attivo sotto forma di diclofenac sodico.
  • L'agopuntura si riferisce a metodi non tradizionali di trattamento del dolore occipitale, quindi la sicurezza d'uso deve essere discussa con un neuropatologo.
  • Fermare un attacco di dolore con antidolorifici in compresse alla vigilia di andare dal medico è indesiderabile, poiché questa azione distorce il quadro clinico reale.

Qualsiasi dolore occipitale, che sia lancinante, noioso e prolungato, o improvviso, forte e lancinante, porta a una persona disagio fisico ed emotivo. La causa del dolore nella nuca, che non consente di rilassarsi completamente ed eseguire le attività quotidiane, deve essere ricercata nelle patologie associate ai più importanti sistemi corporei: nervoso, vascolare e vertebrale.

Nella maggior parte dei casi, l'insorgenza sistematica di dolore occipitale o la sua presenza costante segnala violazioni che si verificano nel sistema vascolare, nervoso o vertebrale, nonché la formazione di tumori o ematomi in quest'area. Inoltre, un mal di testa nella parte posteriore della testa può essere innescato da fattori non patologici: dipendenza meteorologica, trasporto aereo, posizione di sonno scomoda, tensione nervosa.

Un dolore occipitale pronunciato è la prova di processi infiammatori acuti che si verificano in quest'area. Può svilupparsi in presenza delle seguenti patologie:

  • Nevralgia di un nervo situato nella regione occipitale - intenso bruciore e dolore parossistico copre l'intero occipite e può diffondersi nella regione cervicale, nei muscoli della parte superiore della schiena, nelle orecchie, nella mascella inferiore. Nella maggior parte dei casi, la sindrome del dolore si sviluppa dal nervo infiammato.
  • Meningite: un'infezione grave è accompagnata da un forte mal di testa, inclusa la parte posteriore della testa. I sintomi associati alla malattia sono febbre alta, vomito, convulsioni e, nei casi più gravi, uno stato di incoscienza.

La natura del dolore in varie malattie

A seconda della causa del mal di testa nella parte posteriore della testa, può essere di natura diversa ed essere accompagnato da alcune manifestazioni cliniche, che devono essere chiaramente dichiarate al medico.

Se il collo e il collo sono doloranti, le cause possono essere la presenza di una malattia come l'osteocondrosi del rachide cervicale. La malattia si manifesta nella distruzione dei dischi delle vertebre cervicali e i dolori si manifestano costantemente e si sentono non solo nel collo e nella parte posteriore della testa, ma anche nelle tempie. Diventano più intensi con i movimenti della testa e possono essere accompagnati da:

  • tinnito;
  • nausea;
  • disturbi di coordinazione;
  • velo davanti agli occhi e visione doppia.

Gli attacchi ipertesi sono caratterizzati dalla comparsa di dolori di scoppio, che sono accompagnati da pulsazioni. Possono apparire durante il risveglio dopo una notte di sonno. Inoltre, si osserva:

  • debolezza generale;
  • vertigini;
  • cardiopalmus;
  • aumento del dolore quando si cerca di inclinare la testa;
  • diminuzione del dolore dopo vomito improvviso.

Un aumento della pressione intracranica è caratterizzato da:

  • dolori pressanti ed esplosivi nella regione occipitale o in tutta la testa;
  • aumento del dolore con luce intensa e suoni forti;
  • pesantezza alla testa e dolore ai bulbi oculari;
  • vomito che non riduce il dolore

Per i processi infiammatori nei muscoli del collo che sono sorti a causa di ipotermia o trauma, i sintomi del dolore sono caratteristici che si estendono dal collo alle regioni occipitale, della spalla e interscapolare. Appare con movimenti della testa ed è asimmetrico.

Maggiori informazioni sulla miosite

La nevralgia occipitale dovuta a ipotermia o osteocondrosi concomitante è caratterizzata da dolori lancinanti molto gravi. Si verificano periodicamente, come convulsioni in qualsiasi tentativo di cambiare la posizione della testa.

Durante il riposo nella regione occipitale c'è un leggero dolore di natura urgente.

Gli spasmi delle arterie craniche causano un dolore lancinante, che si manifesta maggiormente quando si tenta di muovere la testa e diversi si placano a riposo. Il dolore inizia nella parte posteriore della testa e alla fine copre la regione frontale. È accompagnato da una sensazione di pesantezza alla testa e inizia al mattino dopo essersi svegliato.

I nostri dottori

Specialista del dolore, anestesista per rianimazione, capo della Clinica del dolore, dottorato di ricerca

Per fissare un appuntamento

Specialista del dolore, neurologo

Per fissare un appuntamento

Specialista del dolore, neurologo

Per fissare un appuntamento

Specialista del dolore, neurologo

Per fissare un appuntamento

Le cause del dolore alla nuca sono così diverse che è difficile per i pazienti determinare a cosa sono associate. Sensazioni dolorose possono verificarsi sia a destra che a sinistra o influenzare entrambe le parti contemporaneamente.

Un mal di testa nella parte posteriore della testa (i motivi saranno descritti di seguito) può disturbare costantemente una persona, con un semplice tocco e quando si gira la testa.

Per eliminare rapidamente ed efficacemente questo disturbo, è necessario scoprire la causa principale di questa condizione.

Il dolore al collo può indicare la presenza di molte malattie. I più comuni sono:

  • Nevralgia del nervo occipitale;
  • malattie del rachide cervicale, come spondilite, osteocondrosi, spondilosi, emicrania cervicale, ecc .;
  • spasmo cerebrovascolare;
  • aumento della pressione intracranica;
  • ipertensione (alta pressione sanguigna);
  • soggiorno prolungato in una posizione scomoda;
  • stati stressanti;
  • eccessiva tensione muscolare dovuta all'attività fisica;
  • malattie delle articolazioni temporo-mandibolari o malocclusione.
  • Osteocondrosi cervicale. Questa malattia provoca un cambiamento nella struttura dei dischi intervertebrali ed è accompagnata da un dolore costante nella parte posteriore della testa, del collo e delle tempie. Spesso, le sensazioni dolorose sono accompagnate da nausea, vertigini, perdita dell'udito, compromissione della coordinazione. Potrebbe apparire una sensazione di "velo" davanti agli occhi, doppi oggetti. Quando la testa viene tirata indietro o viene fatto un movimento improvviso, il paziente cade e perde la capacità di muoversi per qualche tempo, sebbene rimanga pienamente cosciente. Spesso con osteocondrosi cervicale, un paziente sperimenta emicrania cervicale, che è accompagnata da un forte mal di testa nella parte posteriore della testa, che si estende alle tempie e all'area superciliare.
  • Spondilosi cervicale. La malattia è accompagnata dalla comparsa di escrescenze ossee sulla colonna vertebrale, che compromettono significativamente la mobilità del collo. Allo stesso tempo, il paziente avverte mal di testa molto frequente nella parte posteriore della testa, a volte praticamente non si ferma. Con ogni curva e inclinazione della testa, il dolore si intensifica. A causa del dolore costante, il paziente è disturbato dal sonno.
  • Ipertensione. Spesso l'ipertensione è accompagnata dalla comparsa di frequenti e forti mal di testa nella parte posteriore della testa. Il mal di testa nella parte posteriore della testa è spesso accompagnato da palpitazioni, debolezza generale, vertigini e nausea improvvisa.
  • Miosite cervicale Questa malattia si verifica spesso a causa di ipotermia, lesioni o permanenza prolungata in una posizione scomoda. Il sintomo principale è un mal di testa nella parte posteriore della testa con movimenti (giri o inclinazioni) della testa. In questo caso, il dolore spesso dà alle spalle, alla nuca e alla regione interscapolare. Questa malattia è caratterizzata da dolore asimmetrico, cioè da un lato è più pronunciata.
  • Miogelosi del rachide cervicale. Questa malattia è caratterizzata dalla comparsa di sigilli dolorosi nei muscoli del collo, che è accompagnata da vertigini e forti mal di testa nella parte posteriore della testa.
  • Nevralgia occipitale spesso provoca mal di testa nella parte posteriore della testa. In questo caso, i dolori sono parossistici, sono dati al collo, alla schiena, alle orecchie, alla mascella inferiore. Qualsiasi movimento della testa, tosse o starnuti intensifica il dolore. I pazienti con questa malattia descrivono il dolore come "tiro".
  • Dolore vascolare causato dallo spasmo delle arterie. Il paziente lamenta dolore nella parte posteriore della testa, che si verifica principalmente quando si muove e si sottomette>

    Il mal di testa differisce nella localizzazione di focolai, intensità, durata, nonché nella natura della diffusione del dolore.

    Il dolore può coprire la regione frontotemporale da un lato e può essere accompagnato da nausea e persino vomito. Sorge, di regola, da solo ed è cronico. In questo caso, la probabile causa del dolore è l'emicrania. Può durare da 4 ore a diversi giorni.

    Il dolore caratterizzato da una tensione prolungata di diversa intensità in diverse parti della testa e del collo è chiamato tensivo.

    Sensazioni di compressione o soffocamento possono verificarsi sia nelle aree dorsale che ventrale della testa:

    L'ipertensione è di solito la causa di un mal di testa nella parte posteriore della testa.

    Questo è un tipo abbastanza comune di GB e non è un evento raro, poiché quasi 1,4 miliardi di persone soffrono di dolori simili in tutto il mondo. La ragione di ciò può essere varie condizioni nevrotiche e un aumento dello stress psicoemotivo, che si verificano sempre più nelle persone con una maggiore intensità della vita:

    1. Condizioni stressanti. Sullo sfondo di un intenso e intenso lavoro cerebrale associato ad una maggiore responsabilità (scolari e studenti prima dell'esame, dell'ufficio e di altri dipendenti prima di preparare relazioni, progetti), questo tipo di dolore si verifica spesso nel pomeriggio.
    2. Sonno irregolare e inferiore. L'assenza di qualsiasi soddisfazione per il resto.
    3. Posizione errata e innaturale durante il lavoro, che viene ripetuta regolarmente e influisce negativamente sulla postura.
    4. Sensazione di fame associata a un pasto raro.
    5. Il carico visivo a lungo termine è una delle principali cause di dolore tensivo.
    6. Carenza di composti vitali nel sangue: glucosio, anidride carbonica o ossigeno.
    7. Pressione sanguigna alta o bassa.
    8. Sindrome premestruale, menopausa.

    Un mal di testa nella parte posteriore della testa fa male - questo è un segno di un forte salto nella bassa pressione sanguigna, nel qual caso il dolore è restrittivo, pulsante, caratterizzato da un'intensità pronunciata. L'indicatore, di regola, aumenta del 25% da quello iniziale e indica la presenza di ipertensione arteriosa. Inoltre, un forte dolore nella parte posteriore della testa può significare una crisi ipertensiva.

    Il dolore doloroso moderato nella parte posteriore della testa, girandosi verso le tempie o lanciando dolore a lungo termine (o parossistico) è un segno di osteocondrosi cervicale. L'alta o bassa pressione di per sé non è un compagno integrale di GB. La causa può essere qualsiasi processo patologico che si verifica sullo sfondo di ipo / ipertensione.

    La pressione del dolore nella fronte, nelle sopracciglia e nelle tempie indica spesso la presenza di processi infiammatori che causano gonfiore dei tessuti molli. Di solito è accompagnato da febbre e congestione nasale. Questo può essere sia l'influenza, ARI e complicazioni sotto forma di sinusite frontale e sinusite.

    Localizzazione simile del dolore può verificarsi allo stesso modo:

    1. Infiammazione delle membrane del cervello e del midollo spinale (accompagnata da febbre, malessere generale, febbre e sintomi più gravi);
    2. La manifestazione di malattie del sistema cardiovascolare difficilmente diagnosticate (distonia neurocircolatoria, malattia cerebrovascolare).

    Identificazione delle cause del dolore nella nuca per sua natura

    • Spondilosi Le crescite ossee si formano nella colonna cervicale. C'è dolore nella parte posteriore della testa sul lato sinistro o destro, gli attacchi sono prolungati e debilitanti.
    • Osteocondrosi cervicale. Perché fa male al collo e alla nuca? Si osservano cambiamenti strutturali nei dischi tra le vertebre. La patologia è accompagnata da un mal di testa sul lato destro della nuca, che cattura l'intera parte posteriore della testa, del collo e della regione temporale. Con movimenti bruschi della testa, è possibile una completa perdita di coordinazione dei movimenti.
    • Miosite. Si verifica con ipotermia e una posizione scomoda della colonna cervicale. Il mal di testa occipitale dà alle scapole, spalle e tempie. È caratterizzato da asimmetria.
    • Miogelosi Perché la nuca fa sempre male? Si verifica la compattazione del tessuto muscolare cervicale, che è accompagnata da un dolore lancinante al collo della testa.
    • Ipertensione. L'ipertensione provoca costanti mal di testa nella parte posteriore della testa e delle tempie. Ciò provoca vertigini, palpitazioni e nausea.
    • Nevralgia occipitale. La malattia è caratterizzata da dolori lancinanti sul lato sinistro o destro della nuca, che dipendono dal movimento della testa.
    • Pressione intracranica. Compaiono mal di testa da herpes zoster con localizzazione nella parte occipitale, vertigini, vomito, fotofobia, lacrimazione.
    • Patologie del rachide cervicale: osteocondrosi, spondilosi, spondilite, fratture o fratture delle vertebre cervicali. Provocano una violazione della regolazione simpatica del tono dei vasi del collo e questo porta a una condizione chiamata emicrania cervicale. Se le strutture ossee comprimono i vasi che passano nel collo che alimentano i lobi occipitali e il tronco encefalico, si sviluppa una patologia chiamata insufficienza vertebro-basilare.
    • Malattie dei reni, del cervello, delle ghiandole surrenali, nonché una condizione la cui causa non è chiara (ipertensione), accompagnata da un aumento della pressione sanguigna.
    • Patologie accompagnate da un aumento della pressione intracranica: commozione cerebrale o contusione del cervello, meningite, emorragia subaracnoidea, scompenso dell'idrocefalo.
    • Malattie dei muscoli del collo (miosite, miogelosi) o del loro sovraccarico durante tali attività professionali, quando si deve inclinare la testa per molto tempo o spesso girare il collo. Ciò può includere situazioni di superlavoro o stress, che hanno portato al fatto che una persona dormiva in una posizione con un collo innaturalmente girato.
    • La patologia della regolazione del tono vascolare è la distonia vegetativa-vascolare o neurocircolatoria, quando i vasi che passano nel collo sono spasmodici.
    • Patologie dei vasi che alimentano i lobi occipitali del cervello, il suo tronco e i tessuti molli del collo e la regione occipitale della testa:
      • anomalie dello sviluppo;
      • blocco da parte di masse trombotiche;
      • riduzione del diametro dovuta alla crescita eccessiva dei depositi lipidici durante l'aterosclerosi;
      • un cambiamento nella parete vascolare del diabete mellito, ipertensione arteriosa a lungo esistente;
      • spremitura di vasi con muscoli scaleni del collo.
    • Lo stress fisico e mentale che porta alla comparsa di una patologia chiamata "mal di testa da tensione".
    • Emicrania - regolazione patologica del tono vascolare della cavità cranica, che porta all'emicrania - con o senza aura.
    • Artrosi, artrite - malattie delle articolazioni temporo-mandibolari derivanti da malocclusione, bruxismo.
    • Insufficiente regolazione ormonale del tono vascolare della testa. Ciò si verifica negli adolescenti, nelle donne in gravidanza e nelle donne in forte crescita durante la menopausa.
    • Postura sbagliata.
    • Un brusco cambiamento nel clima di residenza al contrario del solito.
    • Calcificazione dei legamenti che fissano la colonna cervicale.
    • Tensione costante della nuca della pelle tirando i capelli in una coda o treccia, portando all'irritazione del nervo occipitale.
    • aumento della pressione sanguigna;
    • Nevralgia del nervo occipitale;
    • cambiamenti ormonali durante la gravidanza, la menopausa e anche negli adolescenti.

    Il forte dolore è caratteristico per:

    • aumento della pressione intracranica;
    • spasmo dei vasi arteriosi;
    • spondilosi cervicale;
    • Nevralgia del nervo occipitale;

    Se il dolore viene descritto come acuto, molto probabilmente, l'esame rivelerà osteocondrosi cervicale complicata, miogelosi cervicale o nevralgia del nervo occipitale o emicrania cervicale.

    NomeLe nostre iniziative
    forte
    • processi maligni;
    • lesione infettiva;
    • crisi ipertensiva;
    • compromissione della circolazione cerebrale;
    • intossicazione del corpo.
    Pulsazione
    • l'afflusso di sangue ai tessuti è compromesso;
    • crisi ipertensiva;
    • emicrania;
    • violazione dell'igiene del sonno (riposo su un cuscino duro);
    • uso eccessivo di caffè.
    Tiro
    • osteocondrosi;
    • miosite;
    • spondilosi;
    • miogelosi;
    • malattia ipertonica;
    • malattie del sistema muscolo-scheletrico.
    Sharp
    • crisi ipertensiva;
    • un tumore maligno nel cervello;
    • ictus;
    • osteocondrosi in stadi avanzati;
    • miosite.
    Frantumazione
    • malattia ipertonica;
    • tempo metereologico;
    • soggiorno prolungato in una posizione scomoda.
    Dolorante
    • forte stress mentale;
    • sovraccarico fisico;
    • superlavoro.
    costante
    • osteocondrosi cervicale;
    • spondilosi;
    • malfunzionamenti cronici del sistema circolatorio;
    • superlavoro;
    • stress costante;
    • sonno sbagliato.
    Cronico, con esacerbazione in curva, inclinazione della testa
    • malattie o alterazioni anormali nel cervello;
    • sindrome di scalene;
    • patologia degli organi interni;
    • proliferazione di osteofiti;
    • tensione muscolare
    • alta pressione;
    • nevralgie.
    Accompagnato dalla nausea
    • Affaticamento nervoso
    • aumento dell'attività fisica;
    • disturbi del sonno;
    • esposizione prolungata al sole o all'acqua calda;
    • disturbi dispeptici.
    Con concomitante vertigini
    • osteocondrosi cervicale;
    • alta pressione sanguigna;
    • miogelosi cervicale;
    • superlavoro;
    • intossicazione del corpo;
    • mancanza di sonno

    Se avverti dolore nella parte occipitale della testa, devi contattare un terapista. Per correggere l'esame e il trattamento, avrai bisogno di ulteriori consultazioni con altri specialisti (neurologo, ortopedico, vertebrologo, cardiologo, oncologo, neurochirurgo).

    Disturbi che causano dolore alla nuca

    Formano un letto per il lobo occipitale del cervello, che è responsabile dell'elaborazione delle informazioni provenienti dagli occhi (è nel cervello che si forma un'immagine). Il cervello stesso non fa male, ma con un'infiammazione o un tumore in quest'area, la membrana del cervello risponderà a un aumento del volume intracranico. Con tali patologie, si osservano anche sintomi dal lato della visione.

    • Nelle profondità del cervello si trova il ponte del cervello warolium

    Questa è una formazione di sostanza bianca intervallata da grigio. Non si è fuso con il lobo occipitale, ma è la seconda estensione condizionale del midollo spinale nella cavità cranica (la prima estensione che passa direttamente nelle strutture spinali è il midollo allungato). I nervi cranici, che portano comandi al viso (trigemino, facciale e addominale), così come il nervo che trasporta informazioni dall'apparato vestibolare e dall'orecchio interno, lasciano il ponte di Varolyev. Con la patologia di quest'area, si noterà un mal di testa alla schiena e un deficit uditivo contemporaneamente all'equilibrio.

    Il cervelletto, l'organo responsabile dell'equilibrio, del tono muscolare e della coordinazione dei movimenti, non si sposta dal ponte di Varoliev, ma verso il lato, sotto l'emisfero del cervello. Consiste di due emisferi e una piccola sezione nel mezzo: il verme cerebellare. Con un'infiammazione o un tumore in quest'area, la testa farà male dietro e ci sarà una violazione della coordinazione e del tono muscolare.

    • Varoliev br>

    Ecco i punti di partenza dei quattro nervi cranici, che portano i comandi ai muscoli della faringe, della bocca e del collo, che coordinano il lavoro di cuore, bronchi, polmoni e intestino. Il percorso principale si trova anche sulla superficie del midollo allungato, lungo il quale il liquido cerebrospinale - un fluido che supporta i processi metabolici e nutrizionali tra tutte le parti del cervello e del sangue - passa dalla cavità cranica al canale spinale della colonna vertebrale.

    • Il midollo allungato passa nel midollo spinale e i nervi spinali si allontanano da quest'ultimo

    Questo cervello lascia la cavità cranica attraverso un'apertura circolare. Accanto ad essa si trovano tutti i nervi cranici formati nella regione del ponte e sopra. Ci sono anche vasi: arterie che portano il sangue al lobo occipitale del cervello e del suo tronco (questo include il ponte, il cervelletto, il mesencefalo), le vene e i vasi linfatici. Se queste strutture sono compresse esternamente o esternamente (da ossa, tessuti molli, tumori), anche la testa inizia a ferire dietro, nella parte posteriore della testa.

    Si trova all'interno di un canale speciale nella colonna vertebrale, i suoi gusci si trovano intorno ad esso (gli stessi circondano il cervello), il fluido cerebrospinale circola tra di loro. Spremere il midollo spinale o i nervi che si estendono da esso può causare dolore nella regione occipitale e cervicale. Fondamentalmente, un sintomo accompagna una violazione o un'infiammazione del nervo occipitale, che, formato dalle fibre di diverse coppie di nervi spinali, fornisce la sensibilità della pelle dalla parte posteriore della testa all'area dietro le orecchie.

    • Il collo contiene una grande quantità di muscoli

    Possono infiammarsi e trattenersi dalle strutture ossee della colonna vertebrale. È anche accompagnato da mal di testa.

    La colonna vertebrale è tenuta in posizione da un apparato legamentoso. È particolarmente sviluppato nella regione cervicale, dove le prime due vertebre sono collegate tra loro e all'osso occipitale da un'articolazione estremamente instabile.

    • La testa e il collo sono ricoperti di tessuti molli: pelle e tessuto sottocutaneo. Può anche sviluppare infiammazione e questo causerà dolore.

    Considera le malattie più comuni.

    Questa è la causa più comune di questo sintomo. Può essere sospettato dai seguenti segni:

    • il collo e le tempie fanno male, il collo non fa male;
    • un po 'malato
    • la pressione sulle vertebre del collo non è dolorosa;
    • ci possono essere "mosche davanti agli occhi";
    • una sensazione di calore in faccia (mentre spesso diventa rosso);
    • dolore al petto sinistro.

    Prima di tutto, vale la pena pensare all'aumento della pressione sanguigna:

    • se una persona ha più di 45 anni,
    • o se è pieno,
    • piace bere alcolici
    • nei casi in cui soffre di malattie ai reni, al cuore, al diabete,
    • gonfiore del viso o delle gambe
    • se la natura della minzione o il tipo (colore, odore) di urina è cambiato,
    • è stato subito un infarto o un ictus.

    Questa è la seconda causa più comune di mal di schiena nella parte posteriore della testa. È caratterizzato da una violazione della normale alimentazione del disco tra le vertebre, di conseguenza, viene cancellato, la sua parte assorbente centrale viene spostata e può fluire nel canale spinale. Al posto del disco diluito, al fine di compensare la diminuzione del volume di questo "strato", crescono "punte" ossee.

    L'osteocondrosi cervicale è una causa comune di condizioni come l'emicrania cervicale e la sindrome vertebro-basilare.

    NomeDescrizione
    Osteocondrosi cervicaleI processi patologici cambiano la struttura dei dischi intervertebrali, che provoca dolore alla nuca della testa. I sintomi concomitanti sono nausea, vertigini, perdita dell'udito e coordinazione. In alcune situazioni, si verifica l'emicrania, che è accompagnata da un forte mal di testa. Appare nella nuca e si estende al whisky, il superciliare.
    Fluttuazioni della pressione arteriosa e intracranicaL'ipertensione è accompagnata da frequenti mal di testa e dolori lancinanti nella parte posteriore della testa. Una persona si lamenta di un battito cardiaco accelerato, debolezza generale, vertigini e nausea improvvisa.
    MyogelozLa malattia è caratterizzata dalla formazione di foche dolorose nel collo. Appaiono vertigini e un forte dolore nella parte posteriore della testa.
    NevralgiaGli attacchi di forte dolore si verificano al momento di qualsiasi movimento della testa. Quando starnutisce o tossisce, si intensifica. Molti pazienti parlano di dolore "lancinante", che dà al collo, alla schiena, alle orecchie.
    Miosite cervicaleNella colonna cervicale, il processo infiammatorio colpisce i muscoli. Mal di collo e parte occipitale della testa.
    Malocclusione del morsoC'è dolore sordo nella parte posteriore della testa, che si estende all'orecchio, alla regione parotide e parietale. Nel pomeriggio, gli attacchi deboli sono preoccupanti, si intensificano la sera.
    InfortuniL'integrità della pelle viene violata, la pressione sanguigna aumenta, si verifica un'emorragia intracranica. Tutte queste lesioni sono accompagnate da dolore nella regione occipitale della testa.
    Tumori ossei craniciL'oncologia è spesso accompagnata da mal di testa sistematico o persistente nella parte occipitale. Anche un piccolo tumore può rilasciare sostanze nocive che interferiscono con il funzionamento del cervello. Alta probabilità della sua rapida crescita e della formazione di metastasi.
    Stress da doloreGli attacchi si manifestano più spesso sul lato sinistro, poiché ci sono più terminazioni nervose in questa zona. I processi metabolici sono disturbati sullo sfondo degli spasmi delle fibre muscolari. Il motivo principale è lo stress, lo stress fisico o mentale. Compaiono dolori occipitali di natura urgente.
    Malattie infettiveI processi patologici provocano infiammazione, contro la quale una persona è disturbata da un forte dolore al collo. La condizione è spiegata da un aumento del volume del liquido cerebrospinale, una violazione del suo deflusso e l'effetto negativo di agenti patogeni infettivi sul corpo del paziente.
    Morbo di PagetLa patologia è caratterizzata da cambiamenti strutturali nel tessuto osseo. Il dolore nella parte posteriore della testa si verifica a causa della compressione delle terminazioni nervose. In alcune situazioni, si verificano problemi di udito e visione.
    Congestione venosaLa condizione patologica si verifica sullo sfondo della compressione dei vasi da parte del tumore. L'insufficienza cardiaca interrompe la circolazione sanguigna, provocando un aumento della pressione sanguigna.
    AneurismaLesioni o infezioni portano alla sporgenza dell'arteria, sullo sfondo del quale c'è un forte mal di testa nel collo. In una tale situazione, c'è un alto rischio di emorragia.
    La sclerosi multiplaLa conduttività degli impulsi nervosi è compromessa a causa della distruzione della guaina mielinica delle cellule nervose. La condizione patologica è caratterizzata dalla comparsa di crampi muscolari incontrollati e dolore.
    Rigidità muscolareIl tessuto muscolare si contrae se una persona è in una posizione per lungo tempo. La rottura dell'acido lattico porta alla compressione dei vasi sanguigni e delle fibre nervose, sullo sfondo del quale c'è un forte dolore occipitale.
    AterosclerosiLe placche aterosclerotiche ostruiscono i vasi sanguigni, la circolazione sanguigna è disturbata. Il cervello riceve meno ossigeno. Il dolore nella regione occipitale si verifica nelle ultime fasi della condizione patologica. L'aterosclerosi è accompagnata da indifferenza verso il mondo e debolezza nel corpo. Si verifica affaticamento, aumento della pressione sanguigna.
    spondiliteIl processo infiammatorio distrugge le vertebre, le terminazioni nervose del midollo spinale sono compresse. La spondilite provoca malattie infettive o infiammazione del tessuto connettivo. Man mano che i processi patologici progrediscono, si osserva deformità spinale, si formano crescite.

    Un medico aiuterà a fare una diagnosi accurata e determinare la malattia di base. È importante consultare uno specialista in modo tempestivo per sottoporsi a un esame completo e iniziare il trattamento.

    • trauma cranico, danno ai tessuti molli e ossei della testa;
    • cambiamenti nelle condizioni climatiche e meteorologiche;
    • condizioni stressanti costanti e gravi;
    • disordini mentali;
    • fluttuazioni della pressione sanguigna;
    • processo infiammatorio nel nervo occipitale;
    • neoplasie maligne o benigne;
    • incidente cerebrovascolare acuto;
    • assunzione o rifiuto di droghe;
    • malattie infettive;
    • anomalie delle navi del cervello e del collo;
    • aterosclerosi dei vasi sanguigni;
    • infiammazione dei muscoli del collo.

    Per identificare ed eliminare le cause del mal di testa, una persona dovrebbe cercare l'aiuto di professionisti medici.

    Quale medico contattare

    Si consiglia di registrare il dolore che preoccupa a lungo il paziente in qualsiasi area della testa (occipitale, frontale, ecc.) In un diario in cui è possibile contrassegnare anche i giorni, la durata e la natura del dolore. come sintomi correlati. I dati del diario aiuteranno il medico a conoscere meglio il quadro della malattia e a prescrivere il trattamento più efficace.

    Il trattamento iniziale per l'ipertensione può essere eseguito da un medico curante o da un neurologo (se il dolore è regolare e non è accompagnato da altri sintomi non specifici).

    A seconda del quadro clinico, può essere richiesta la consultazione:

    Forse vuoi sapere del nuovo farmaco - Cardiol, che normalizza perfettamente la pressione sanguigna. Cardiol le capsule sono uno strumento eccellente per la prevenzione di molte malattie cardiache, poiché contengono componenti unici. Questo farmaco è superiore nelle sue proprietà terapeutiche a tali farmaci: Cardiline, Recardio, Detonic. Se vuoi conoscere informazioni dettagliate su Cardiol, Andare al sito web del produttoreQui troverai le risposte alle domande relative all'uso di questo farmaco, recensioni dei clienti e medici. Puoi anche scoprire il Cardiol capsule nel tuo paese e le condizioni di consegna. Alcune persone riescono a ottenere uno sconto del 50% sull'acquisto di questo farmaco (come farlo e acquistare pillole per il trattamento dell'ipertensione per 39 euro è scritto sul sito ufficiale del produttore.)Cardiol capsule per cuore

    Diagnostica Ultrasuoni

    I principali metodi per studiare le cause di GB:

    • ispezione iniziale e test (di norma, eseguendo semplici esercizi);
    • radiografia del rachide cervicale;
    • Ultrasuoni dei vasi del collo e della testa;
    • Chimica del sangue;
    • Risonanza magnetica del cervello e della colonna cervicale;
    • REG, EEG, Echo-EG - per la presenza di neoplasie;
    • puntura spinale.

    Specialista del dolore, anestesista per rianimazione, capo della Clinica del dolore, dottorato di ricerca

    Detonic - una medicina unica che aiuta a combattere l'ipertensione in tutte le fasi del suo sviluppo.

    Detonic per la normalizzazione della pressione

    Il complesso effetto dei componenti vegetali del farmaco Detonic sulle pareti dei vasi sanguigni e il sistema nervoso autonomo contribuiscono a un rapido calo della pressione sanguigna. Inoltre, questo farmaco previene lo sviluppo dell'aterosclerosi, grazie ai componenti unici che sono coinvolti nella sintesi della lecitina, un aminoacido che regola il metabolismo del colesterolo e previene la formazione di placche aterosclerotiche.

    Detonic non provoca dipendenza e sindrome da astinenza, poiché tutti i componenti del prodotto sono naturali.

    Informazioni dettagliate su Detonic si trova sulla pagina del produttore www.detonicnd.com.

Tatyana Jakowenko

Redattore capo del Detonic rivista online, cardiologo Yakovenko-Plahotnaya Tatyana. Autore di oltre 950 articoli scientifici, anche su riviste mediche straniere. Lavora come cardiologo in un ospedale clinico da oltre 12 anni. Possiede moderni metodi di diagnosi e cura delle malattie cardiovascolari e li implementa nelle sue attività professionali. Ad esempio, utilizza metodi di rianimazione del cuore, decodifica dell'ECG, test funzionali, ergometria ciclica e conosce molto bene l'ecocardiografia.

Per 10 anni ha partecipato attivamente a numerosi simposi e seminari medici per medici - famiglie, terapisti e cardiologi. Ha molte pubblicazioni su uno stile di vita sano, diagnosi e cura delle malattie cardiache e vascolari.

Monitora regolarmente nuove pubblicazioni di riviste di cardiologia europee e americane, scrive articoli scientifici, prepara relazioni in conferenze scientifiche e partecipa a congressi europei di cardiologia.

Detonic