Ipocalcemia negli adulti e nei bambini: cause, trattamento e sintomi della malattia

Esistono due forme di malattia: ipocalcemia cronica e acuta. I sintomi di quest'ultimo sono caratterizzati dall'emergere di una massiccia sindrome da citolisi. In questo caso, il calcio ionizzato viene rapidamente rimosso dal sangue. La patologia è caratterizzata da una rapida progressione, se la citolisi è anche accompagnata da insufficienza renale.

C'è un'altra classificazione della malattia. Si verifica ipocalcemia:

  1. Funzionale (si sviluppa a causa della rottura degli organi interni).
  2. Tossico (formato dall'uso di determinati gruppi di farmaci, dall'influenza di sostanze tossiche).
  3. Violazione della consueta regolazione del metabolismo calcio-fosforo-magnesio.

Lo sviluppo dell'ipocalcemia può essere prevenuto?

Ecco qualcosa di importante da chiarire: non dovresti mai assumere integratori di calcio da solo. Questo è ciò che il medico deve decidere. L'automedicazione è sempre molto pericolosa.

Anche se ci sembra che stiamo soffrendo proprio di una carenza di calcio, "per ogni evenienza" è impossibile assumere questo minerale. È meglio consultare un medico e scoprirlo di sicuro, e con esso il dosaggio necessario (ognuno avrà il proprio dosaggio).

  • È anche importante ricordare che il calcio non si trova solo nei prodotti lattiero-caseari. Questo minerale si trova nei legumi (ceci o lenticchie, ad esempio), così come nelle uova di gallina, noci, broccoli, ecc.
  • In realtà, si tratta semplicemente di mantenere una dieta variata ed equilibrata, dove non mancano i nutrienti.
  • Per prevenire l'ipocalcemia, è molto importante colmare la carenza di magnesio e vitamina D nel corpo.
  • Inoltre, non dimenticare di esercitare. Camminare in una giornata di sole contribuirà alla sintesi della vitamina D.

Ricorda: in caso di dubbi, consultare un medico. È lo specialista che dovrebbe prescriverti di assumere determinati integratori alimentari.

Inoltre, è necessario prendersi cura della salute della ghiandola tiroidea, poiché il suo lavoro è anche direttamente correlato al livello di calcio nel corpo.

Dieta serotoninergica: cos'è e quali sono i suoi benefici? Molte persone, ad esempio, iniziano a provare un irresistibile bisogno di mangiare qualcosa di dolce. Ma una dieta a base di serotonina può mitigare questi effetti.

Caratteristiche dell'ipocalcemia nei bambini

L'ipercalcemia si riferisce a una delle forme di metabolismo minerale alterato e la frequenza di insorgenza di questa patologia rispetto all'ipocalcemia è molto più bassa, ma nonostante ciò, questa patologia nell'infanzia è sempre difficile e necessita di una correzione medica immediata.

La comparsa di alcune manifestazioni cliniche di ipercalcemia dipende dall'età del paziente e dal grado di aumento della saturazione di calcio nel siero del sangue. Per diverse categorie di età, lo sviluppo di diverse forme di questa patologia è caratteristico, che sono fondamentalmente diversi nella natura del verificarsi di ipercalcemia e, di conseguenza, si avvicina al suo trattamento.

Quindi, il periodo neonatale è considerato critico in relazione allo sviluppo della sindrome di Williams, che in pediatria ha il secondo nome "ipercalcemia idiopatica". La causa di questa patologia è una mutazione genetica congenita e il principale meccanismo patogenetico dell'ipercalcemia è un aumento dell'assorbimento del calcio nell'intestino tenue.

Considerando l'esperienza del follow-up a lungo termine di pazienti affetti da ipercalcemia idiopatica, è stata determinata una classica triade di segni clinici: un forte ritardo nello sviluppo mentale, anomalie vascolari gravi e un cambiamento nella sezione facciale del cranio con la formazione di la fenotipica "faccia dell'elfo". Nel tempo, nei bambini che soffrono di questa forma di ipercalcemia, i disturbi cognitivi e intellettuali si manifestano in misura maggiore.

Purtroppo, al momento, non è stato possibile sviluppare metodi diagnostici per determinare i segni della sindrome di Williams nel periodo prenatale. Le principali misure terapeutiche per questa patologia sono la limitazione dell'assunzione giornaliera di calcio da parte del bambino, nonché l'adesione all'apporto dietetico specifico della madre durante l'allattamento, il monitoraggio del dosaggio della soluzione di vitamina D e la terapia con glucocorticosteroidi è severamente consentita (idrocortisone in una dose giornaliera di 10 mg per 1 kg di peso del bambino).

Inoltre, una forma congenita di ipercalcemia è il tipo eterozigote della famiglia, che è caratterizzato da un decorso benigno e dall'assenza di segni clinici specifici che consentono la diagnosi precoce di questa condizione patologica.

L'ipercalcemia familiare è spesso una scoperta accidentale durante un esame di laboratorio di screening di routine di un bambino e non richiede l'uso di farmaci.

Ipercalcemia ipocalciurica appartiene alla categoria delle condizioni di emergenza che richiedono un intervento medico immediato, poiché questa patologia è caratterizzata da un decorso aggressivo in rapida evoluzione. Le manifestazioni di questa forma di ipercalcemia si osservano immediatamente dopo la nascita del bambino e consistono nello sviluppo di gravi malformazioni congenite dello scheletro, un forte ritardo nello sviluppo fisico e mentale del neonato.

Oltre al livello estremamente elevato di calcio nel siero, i criteri di laboratorio biochimico per questa patologia includono un aumento della concentrazione dell'ormone paratiroideo e una riduzione significativa del livello di calcio nelle urine. A causa del fatto che l'ipercalcemia ipocalciurica nella maggior parte dei casi ha un esito sfavorevole, immediatamente dopo la nascita, si raccomanda ai bambini di eseguire la rimozione delle ghiandole paratiroidee con autotrapianto simultaneo del tessuto paratiroideo nella regione della massa muscolare dell'avambraccio. Il trattamento di riabilitazione a lungo termine consiste nell'uso di farmaci contenenti calcio e una soluzione di vitamina D.

La forma non specifica dell'ipercalcemia, che si osserva sia nella categoria adulta dei pazienti che tra i bambini, è l'immobilizzazione. Questa patologia si sviluppa a causa della demineralizzazione del tessuto osseo in aree che sono state a lungo in una posizione immobilizzata con grave poltrauma o danno da ustioni.

A questo proposito, il modo più efficace per prevenire lo sviluppo di segni di ipercalcemia in questo gruppo di pazienti è di attivarli nel periodo di riabilitazione precoce. Se ci sono segni di ipercalcemia da immobilizzazione, un adeguato regime di terapia diuretica ha un buon effetto (Furosemide alla dose calcolata di 1 mg / 1 kg di peso del bambino per via endovenosa).

Se l'assunzione di droghe sintetiche di vitamina D sintetica, che viene utilizzata sia come agente preventivo sia terapeutico nel periodo toracico, non viene seguita, vengono create le condizioni per lo sviluppo di segni di ipercalcemia. In questa situazione, le misure iniziali sono di interrompere immediatamente l'assunzione del farmaco contenente vitamina D, oltre a correggere il comportamento alimentare del bambino, il che significa astenersi dall'uso di alimenti contenenti calcio.

Questa patologia può essere diagnosticata in bambini di qualsiasi età. La mancanza di calcio e fosforo nella dieta, la vitamina D - è la ragione più comune che spiega l'insorgenza di una malattia come l'ipocalcemia. I sintomi di questa malattia sono più pronunciati se il bambino ha un aumento dello stress fisico e mentale. Ha le seguenti caratteristiche cliniche:

  • Tetania atipica, che si manifesta nella goffaggine durante i movimenti.
  • Spasmi dei muscoli gastrocnemio.
  • Diarrea persistente
  • Aumento della pressione intracranica.
  • Laringospasmo.

L'ipocalcemia nei bambini è una patologia molto grave che richiede un trattamento immediato. La disattenzione alla salute del bambino può portare allo sviluppo delle complicazioni più inaspettate.

Sintomi

Una forma lieve di ipercalcemia può essere asintomatica. Le forme più gravi sono accompagnate dalla comparsa di sintomi in parti del corpo che sono colpite da alti livelli di calcio. Per esempio:

  • I reni Con un eccesso di calcio nel sangue, i reni sono costretti a lavorare di più per rimuoverlo dal corpo. Ciò porta ad una maggiore sete e minzione frequente.
  • Apparato digerente. L'ipercalcemia provoca indigestione, nausea, vomito e costipazione.
  • Ossa e muscoli. Nella maggior parte dei casi, l'eccesso di calcio viene lavato nel sangue dalle ossa, il che porta alla loro fragilità. Il risultato è dolore alle ossa. In alcuni casi, l'ipercalcemia è anche accompagnata da debolezza muscolare.
  • Cervello. L'ipercalcemia influisce sul funzionamento del cervello, causando confusione, letargia e affaticamento.

Se vedi segni e sintomi di ipercalcemia, come aumento della sete, minzione frequente e dolore addominale, dovresti consultare un medico.

Complicazioni

Osteoporosi. Se il calcio viene lisciviato dalle ossa nel sangue nel tempo, la densità ossea diminuisce e si sviluppa l'osteoporosi, causando fratture, curvatura della colonna vertebrale e perdita di crescita. Pietre nei reni. Con un alto contenuto di calcio nelle urine, si formano cristalli nei reni. Nel tempo, i cristalli formano calcoli renali.

L'escrezione della pietra è accompagnata da sensazioni estremamente dolorose. Insufficienza renale Una forma grave di ipercalcemia interrompe i reni, limitando la loro capacità di purificare il sangue e rimuovere i liquidi. Violazioni dal sistema nervoso. L'ipercalcemia grave provoca confusione, demenza e coma, che possono portare alla morte.

Il calcio ridotto o aumentato nel sangue influenza ugualmente negativamente il lavoro dell'intero organismo. Se compaiono sintomi di ipocalcemia, è necessario cercare immediatamente l'aiuto di un medico e sottoporsi al corso di trattamento raccomandato. Altrimenti, aumenta la probabilità di sviluppare complicazioni di salute abbastanza pericolose.

Sintomi e segni di ipercalcemia

    • Screening biochimico di routine in pazienti senza sintomi di ipercalcemia.
    • Sintomi comuni: depressione (30-40%), debolezza (30%), affaticamento e malessere.
    • Sintomi gastrointestinali: costipazione, mancanza di appetito; vaghi sintomi addominali (nausea, vomito), perdita di peso.
    • Sintomi renali: calcoli renali (con decorso prolungato di ipercalcemia); diabete insipido nefrogenico (20%); acidosi tubulare renale di tipo 1; insufficienza renale prerenale; nefropatia ipercalcemica cronica, polidipsia di polizia o disidratazione.
    • Sintomi neuropsichiatrici: agitazione, depressione, deficit cognitivo; coma o stupore.
    • Cardiolsintomi ogici: ipertensione, aritmia.
    • Sintomi gastrointestinali: dolore addominale, nausea / vomito, costipazione, pancreatite
    • Sintomi renali: poliuria (dovuta all'effetto diuretico dell'ipercalcemia e della resistenza ADH dei reni) e polidipsia associata, compromissione della funzionalità renale, nefrolitiasi
    • Sintomi neurologici: confusione, debolezza muscolare prossimale e affaticamento muscolare rapido, riflessi indeboliti, affaticamento, mal di testa, raramente atassia, disartria e disfagia, alterazione della coscienza fino al coma
    • Sintomi psichiatrici: depressione, paura, stupore, psicosi
    • Sintomi cardiovascolari: nella fase iniziale, l'ipertensione è più probabile, nella dinamica di ipotensione (dovuta a disidratazione), aritmie cardiache, arresto circolatorio
    • Altro: dolore osseo, osteopenia con un aumentato rischio di fratture, perdita di peso, prurito

Con un rapido aumento della concentrazione di calcio, si può sviluppare una crisi ipercalcemica con essicosi, confusione e compromissione della coscienza e grave compromissione renale.

La forma acuta di ipocalcemia è un disturbo piuttosto grave, in cui esiste una sindrome di distruzione massiccia di cellule speciali - zucarioti. Questa situazione si verifica con shock traumatici, ustioni, emolisi e l'uso di citostatici. In questo caso, il calcio ionizzato lascia rapidamente il sangue. La situazione del paziente è ancora più complicata se la citolisi, la distruzione di queste cellule, è combinata con insufficienza renale acuta.

La forma cronica della sindrome è espressa dal titanio e dall'eccitabilità neuromuscolare aumentata. Pertanto, i segni di ipocalcemia sono espressi da parestesia: intorpidimento, formicolio e pelle d'oca. Inoltre, si osservano laringospasmo (improvvisa contrazione dei muscoli della laringe), broncospasmo (restringimento dei bronchi) e convulsioni.

I crampi si verificano su piedi, mani e muscoli del viso. I pazienti hanno stati depressivi, psicosi e spesso si verificano arresti respiratori a breve termine.

A volte l'ipocalcemia si manifesta con ipocoagulazione e sindromi emorragiche. In questo caso, si verifica un aumento del sanguinamento a causa di una diminuzione della coagulabilità del sangue e della permeabilità della parete vascolare a causa della mancanza di calcio nel corpo.

La carenza di calcio porta a capelli e unghie fragili, alterazione del ritmo cardiaco e sviluppo di cataratta, malattie di ossa e denti.

Se l'ipocalcemia porta a una ridotta attività cerebrale, i sintomi sono espressi da perdita di memoria, delirio, confusione, allucinazioni. Se vengono prese rapidamente adeguate misure mediche, questi processi sono reversibili.

Inizialmente, l'ipercalcemia è caratterizzata da un decorso latente in cui il paziente non ha alcun dolore o i sintomi sono così aspecifici che il paziente non può riconoscere la causa del loro verificarsi. In questa fase, questa malattia dovrebbe essere attribuita alla categoria di reperti casuali durante un esame di laboratorio di screening del paziente.

In misura maggiore, i pazienti che soffrono di ipercalcemia di un grado o dell'altro, lamentano vari disturbi dispeptici (nausea, mancanza di appetito, bruciore di stomaco). Durante il quadro clinico ampliato, l'ipercalcemia si manifesta con sintomi di ostruzione intestinale (costipazione prolungata, flatulenza, dolore spastico nella proiezione della cavità addominale senza una chiara localizzazione).

In una situazione in cui il paziente ha ipercalcemia con un aumento significativo della concentrazione di calcio nel corpo, si sviluppano gravi sintomi clinici, che richiedono un intervento medico urgente. Il paziente diventa emotivamente labile e, in una fase molto avanzata, si notano vari gradi di coscienza alterata dalla sonnolenza al coma.

L'ipercalcemia prolungata è sempre accompagnata da insufficienza renale transitoria o cronica dovuta alla formazione di molte microcalcificazioni nello spessore del parenchima renale. Va ricordato che una violazione della funzione urinaria dei reni provoca lo sviluppo di ipertensione maligna persistente in un paziente con ipercalcemia, che in alcuni casi è l'unica manifestazione clinica di questa malattia.

Se l'ipercalcemia si verifica sullo sfondo dell'iperparatiroidismo, il paziente ha la tendenza a formare ulcere peptiche e segni di pancreatite acuta. Ipertiroidismo grave a lungo termine è accompagnato dallo sviluppo di osteodistrofia fibrosa generalizzata, che è caratterizzata da un aumento dell'attività degli osteoclasti e, di conseguenza, dalla formazione di siti di degenerazione fibrosa e rimodellamento cistico del tessuto osseo di varia localizzazione.

La categoria di rischio per questa patologia è rappresentata dai pazienti con insufficienza renale in dialisi prolungata, nonché da pazienti con una forma secondaria di iperparatiroidismo. La conferma di laboratorio dell'osteodistrofia fibrotica è un aumento significativo della fosfatasi alcalina sierica.

Le statistiche dimostrano la possibilità di morte nell'ipercalcemia. Un esito fatale si verifica con lo sviluppo di shock e insufficienza renale acuta.

  • Violazione di veglia, attenzione e concentrazione
  • Convulsioni convulsive
  • Parestesia Tetania
  • Confusione, stato di paura, agitazione, allucinazioni, depressione
  • Sindrome di Corea e sindrome di Parkinson nell'ipocalcemia cronica
  • Blocco AV, arresto circolatorio

Per fare ciò, applica la cuffia del tonometro come al solito e schiaccia l'arteria per 3 minuti. Di conseguenza, si sviluppa uno spasmo caratteristico della mano (un sintomo di Trousseau). In modo meno affidabile rivela una tendenza latente alle convulsioni, il sintomo di Khvostek - quando il dito colpisce l'area di uscita del nervo facciale con un dito, si verificano spasmi dei muscoli del viso sullo stesso lato.

Secondo i risultati dell'ECG, l'intervallo Q - T può essere allungato, il che predispone allo sviluppo dell'aritmia ventricolare. L'ipocalcemia prolungata e l'iperfosfatemia (ad esempio, con ipoparatiroidismo) possono causare cataratta, calcificazione dei gangli della base ed epilessia. L'ipocalcemia e l'ipofosfatemia dovute alla carenza di vitamina D negli adulti causano l'osteomalacia.

L'ipocalcemia è spesso asintomatica. Le principali manifestazioni cliniche dell'ipocalcemia stessa sono associate a cambiamenti nel potenziale di membrana delle cellule, causando eccitabilità neuromuscolare.

Manifestazioni neurologiche. Spesso ci sono spasmi dei muscoli della schiena e delle gambe.

Tipicamente, la tetania è associata a grave ipocalcemia, ma si verifica con una diminuzione solo della frazione di Ca ionizzata in assenza di ovvia ipocalcemia.

Una tetania può essere esplicita, manifestata da sintomi spontanei o latente, che viene rilevata solo con l'aiuto di manipolazioni provocatorie. La tetania latente si trova di solito con una diminuzione inferiore della concentrazione sierica di Ca.

Altre manifestazioni Per l'ipocalcemia cronica, anche altre manifestazioni sono caratteristiche: secchezza e desquamazione della pelle, unghie fragili e rigidità dei capelli. A volte si sviluppano infezioni da Candida (specialmente spesso con ipoparatiroidismo idiopatico). Con l'ipocalcemia prolungata, si notano anche la cataratta e la correzione del livello sierico di Ca non porta al suo sviluppo inverso.

Quale trattamento è richiesto?

Con questa malattia, è estremamente importante non solo compensare la carenza di calcio, ma anche eliminarne le possibili cause.

Nell'ipoparatiroidismo, ai pazienti viene prescritta una terapia sostitutiva con farmaci ormonali. In questo caso, è importante eliminare al più presto la malattia di base e prevenire l'ipercalcemia (una condizione in cui vi è un aumento del calcio nel sangue). Se il paziente non ha problemi con l'assorbimento dei farmaci nell'intestino tenue, tale terapia per un breve periodo di tempo può portare a risultati positivi, anche con una forma grave della malattia.

Con attacchi di tetania, le soluzioni di cloruro di calcio vengono somministrate per via endovenosa. Tieni presente che questi farmaci irritano le pareti delle vene. Pertanto, è meglio effettuare iniezioni attraverso il catetere centrale o in una grande vena.

Per il trattamento della malattia nella fase cronica, ai pazienti vengono prescritti vitamina D (ad esempio Calcitriol, Ergocalciferol) e compresse di calcio in compresse. Il dosaggio dei farmaci viene selezionato individualmente, a seconda delle caratteristiche del decorso della malattia chiamata "ipocalcemia".

Il trattamento include anche la seguente dieta speciale. La dieta dovrebbe essere arricchita con cibi ricchi di magnesio e vitamina D (latte, frutta secca, verdure, una varietà di cereali). Per l'intero periodo di terapia, si consiglia di abbandonare cibi eccessivamente grassi, carni affumicate, dolci e sottaceti. Il cibo dovrebbe essere frazionario.

Ipercalcemia: cause della malattia

Lo sviluppo dell'ipercalcemia può essere innescato aumentando il livello di assorbimento nel tratto gastrointestinale di calcio, nonché con un eccesso del suo apporto nel corpo. Spesso c'è uno sviluppo della malattia tra le persone che assumono una quantità significativa di calcio (ad esempio, durante lo sviluppo dell'ulcera peptica) e antiacidi che contengono anche calcio. L'uso di grandi volumi di latte nella dieta funge da fattore complementare.

Ha il suo effetto sull'aumento della concentrazione di calcio nel sangue e un eccesso di vitamina D, che, inoltre, aiuta ad aumentare il suo assorbimento attraverso il tratto digestivo.

Nel frattempo, molto spesso l'ipercalcemia si verifica a causa dell'iperparatiroidismo (produzione eccessiva di ormone paratiroideo da una o più ghiandole paratiroidi). Circa il 90% del numero totale di pazienti con diagnosi di iperparatiroidismo primario incontra un tumore benigno di una di queste ghiandole.

Manifestazioni cliniche di ipercalcemia

Soprattutto l'iperparatiroidismo si sviluppa tra le donne e gli anziani, così come tra quei pazienti che sono stati sottoposti a radioterapia per la regione cervicale. In alcuni casi, l'iperparatiroidismo si presenta come una malattia ereditaria così rara come la neoplasia endocrina multipla.

L'ipercalcemia per i pazienti con tumori maligni sta diventando abbastanza comune. Quindi, i tumori maligni localizzati nei polmoni, nelle ovaie o nei reni iniziano a produrre proteine ​​in eccesso, successivamente colpisce il corpo per analogia con l'ormone paratiroideo.

In definitiva, questo forma una sindrome paraneoplastica. La diffusione (metastasi) di un tumore maligno è possibile alle ossa, che è accompagnata dalla distruzione delle cellule ossee e allo stesso tempo contribuisce al rilascio di calcio nel sangue. Questo corso è caratteristico dei tumori, che si formano in particolare nell'area dei polmoni, delle ghiandole mammarie e della prostata. Un tumore maligno che affligge il midollo osseo può anche contribuire alla distruzione ossea insieme all'ipercalcemia.

Nel processo di sviluppo di un altro tipo di tumore maligno, un aumento della concentrazione di calcio nel sangue non è attualmente spiegabile a causa dello studio incompleto di un tale corso di patologia.

È interessante notare che l'ipercalcemia può anche essere un compagno di molte malattie in cui si verifica la distruzione ossea o la perdita di calcio. Come uno di questi esempi, possiamo individuare la malattia di Paget. Lo sviluppo di ipercalcemia può anche essere causato da una mobilità ridotta, che è particolarmente rilevante per la paralisi o la durata della degenza a letto. Queste condizioni portano anche alla perdita di calcio da parte del tessuto osseo durante la sua successiva transizione nel sangue.

La paresi postpartum è generalmente osservata nelle mucche, nelle capre e meno comunemente nei suini. Le cause di questa malattia non sono state ancora completamente studiate, ma con l'aiuto di varie osservazioni si è scoperto che la paresi si manifesta più spesso:

  • negli animali la cui dieta è ricca di alimenti proteici;
  • in individui ben nutriti;
  • nei bovini con qualità lattiero-casearie altamente produttive;
  • durante l'allattamento 5-8.

Questa malattia, di regola, si manifesta nei primi 3-4 giorni del periodo postpartum. Inoltre si verifica spesso negli animali dopo polmoni o parto rapido. Raramente, questa malattia appare dopo il periodo specificato o durante il parto. In alcuni individui, la paresi può ripresentarsi dopo ogni nascita. Questi sono casi molto rari e sono stati osservati solo in mucche e capre.

Con la paresi si osserva ipocalcemia - una diminuzione del livello di calcio nel sangue dell'animale e, in questo contesto, aumentano il fosforo e il magnesio. La ghiandola paratiroidea è responsabile della quantità di calcio nel sangue ed è una violazione della sua funzionalità, secondo alcuni scienziati, che porta a questa malattia. L'ipocalcemia è anche caratterizzata da lisciviazione attiva del calcio con il latte, pertanto gli animali con elevata produttività del latte sono a rischio.

Una delle cause della paresi è anche considerata un'alta tensione nervosa. Tutti gli animali con questa diagnosi hanno mostrato bassi livelli di zucchero negli esami del sangue, che è anche considerata la causa della malattia.

Le uniche cause finora note sono che i determinanti genetici intracorporali dell'ambiente funzionano qui. Sotto la loro influenza, si verificano cambiamenti funzionali nelle cellule muscolari. Il loro lavoro è influenzato dalla quantità di ioni sodio e calcio nelle membrane muscolari. È la tendenza genetica alla mancanza di controllo di questi ioni che causa questa malattia. Si osservano anche vari cambiamenti nel metabolismo del carbonio e delle proteine. Si deve presumere che la malattia derivi da una grave deplezione del sistema nervoso.

Prevenzione

La prevenzione della paresi dovrebbe essere effettuata nel periodo prenatale. Poiché questa malattia è caratterizzata da una diminuzione dello zucchero nel sangue di una mucca, è necessario dargli 3 g di zucchero al giorno 4-500 giorni prima del parto.

Immediatamente dopo il parto, devi annaffiare la mucca con acqua con l'aggiunta di 100-120 grammi di sale. Un buon effetto preventivo è l'aggiunta di minerali alla dieta di una mucca incinta. Puoi anche prevenire la paresi aggiungendo 100 grammi di cloruro di ammonio al mangime. Condizioni favorevoli di detenzione, assenza di correnti d'aria e sbalzi di temperatura sono la chiave per la salute di una mucca. Alcuni studi hanno dimostrato che la paresi materna in una mucca può verificarsi proprio a causa di un raffreddore.

Seguire una dieta corretta poche settimane prima del parto aiuta anche a prevenire questa malattia. Concentrati e alimenti succulenti devono essere rimossi dalla dieta della mucca.

Ricorda che la profilassi deve essere eseguita prima dei sintomi della paresi nella mucca. Non è possibile versare zucchero e acqua nell'animale con la forza quando la malattia ha già iniziato a manifestarsi. Un'alimentazione corretta ed equilibrata è la chiave per la salute del tuo animale.

Per la prevenzione dell'ipocalcemia, si raccomanda ai pazienti:

  • mangia regolarmente cibi ricchi di calcio, vitamina D, magnesio;
  • cura tempestiva di malattie renali, tratto gastrointestinale;
  • ridurre l'uso di lassativi.

Questo articolo è pubblicato solo a scopo didattico e non è materiale scientifico o consulenza medica professionale.

Testo approvato dall'endocrinologo
Murashko (Mirina) Ekaterina Yuryevna

misure preventive

Come si può prevenire una malattia come l'ipocalcemia? I sintomi di questa patologia peggiorano così tanto la qualità della vita che molti pazienti involontariamente fanno questa domanda.

Prima di tutto, gli esperti raccomandano vivamente di rivedere la tua dieta quotidiana. È meglio rimuovere da esso tutti i prodotti dannosi, aggiungere cibo più sano e adeguato. Al fine di prevenire lo sviluppo della malattia, i medici consigliano di aderire ai principi di una corretta alimentazione: cuocere al vapore o cuocere in forno, mangiare spesso e in piccole porzioni. È molto importante diversificare la dieta con cibi ricchi di magnesio e vitamina D.

Si raccomanda di limitare l'uso di farmaci lassativi. Se ci sono problemi con la peristalsi intestinale, è necessario consultare uno specialista rilevante. Aiuterà a comprendere non solo la principale causa di costipazione, ma seleziona anche la terapia più efficace.

In quale altro modo è possibile prevenire la malattia? Le cause di questa patologia sono spesso nascoste nel funzionamento errato del tratto gastrointestinale. Tuttavia, il trattamento tempestivo delle malattie dei reni e del tratto gastrointestinale consente di evitare problemi con carenza di calcio nel sangue.

Speriamo che tutte le informazioni presentate in questo articolo sulla malattia oggi così diffusa siano effettivamente utili per te. Sii in salute!

Detonic - una medicina unica che aiuta a combattere l'ipertensione in tutte le fasi del suo sviluppo.

Detonic per la normalizzazione della pressione

Il complesso effetto dei componenti vegetali del farmaco Detonic sulle pareti dei vasi sanguigni e il sistema nervoso autonomo contribuiscono a un rapido calo della pressione sanguigna. Inoltre, questo farmaco previene lo sviluppo dell'aterosclerosi, grazie ai componenti unici che sono coinvolti nella sintesi della lecitina, un aminoacido che regola il metabolismo del colesterolo e previene la formazione di placche aterosclerotiche.

Detonic non provoca dipendenza e sindrome da astinenza, poiché tutti i componenti del prodotto sono naturali.

Informazioni dettagliate su Detonic si trova sulla pagina del produttore www.detonicnd.com.

Forse vuoi sapere del nuovo farmaco - Cardiol, che normalizza perfettamente la pressione sanguigna. Cardiol le capsule sono uno strumento eccellente per la prevenzione di molte malattie cardiache, poiché contengono componenti unici. Questo farmaco è superiore nelle sue proprietà terapeutiche a tali farmaci: Cardiline, Recardio, Detonic. Se vuoi conoscere informazioni dettagliate su Cardiol, Andare al sito web del produttoreQui troverai le risposte alle domande relative all'uso di questo farmaco, recensioni dei clienti e medici. Puoi anche scoprire il Cardiol capsule nel tuo paese e le condizioni di consegna. Alcune persone riescono a ottenere uno sconto del 50% sull'acquisto di questo farmaco (come farlo e acquistare pillole per il trattamento dell'ipertensione per 39 euro è scritto sul sito ufficiale del produttore.)Cardiol capsule per cuore
Tatyana Jakowenko

Redattore capo del Detonic rivista online, cardiologo Yakovenko-Plahotnaya Tatyana. Autore di oltre 950 articoli scientifici, anche su riviste mediche straniere. Lavora come cardiologo in un ospedale clinico da oltre 12 anni. Possiede moderni metodi di diagnosi e cura delle malattie cardiovascolari e li implementa nelle sue attività professionali. Ad esempio, utilizza metodi di rianimazione del cuore, decodifica dell'ECG, test funzionali, ergometria ciclica e conosce molto bene l'ecocardiografia.

Per 10 anni ha partecipato attivamente a numerosi simposi e seminari medici per medici - famiglie, terapisti e cardiologi. Ha molte pubblicazioni su uno stile di vita sano, diagnosi e cura delle malattie cardiache e vascolari.

Monitora regolarmente nuove pubblicazioni di riviste di cardiologia europee e americane, scrive articoli scientifici, prepara relazioni in conferenze scientifiche e partecipa a congressi europei di cardiologia.

Detonic