Cos'è la reovasografia degli arti inferiori, quando è prescritto e come prepararsi per la diagnosi di Rvg

La diagnosi si basa sull'uso del principio di resistenza (impedenza) di tessuti e vasi sanguigni agli effetti di una corrente elettrica di frequenza e tensione consentite. Gli indicatori di resistenza variano a seconda della velocità del flusso sanguigno e del volume del sangue nei vasi. L'alta impedenza corrisponderà a insufficiente afflusso di sangue. La pulsazione del sangue nei vasi viene registrata da un dispositivo medico, come un salto di resistenza.

I dati digitali registrati vengono proiettati su carta sotto forma di una linea tratteggiata - un reovasogramma. I cambiamenti nel grafico della forma, la natura delle fluttuazioni, la simmetria della curva della linea vengono confrontati con gli indicatori standard. Le deviazioni rilevate ci consentono di giudicare il grado di danno alle navi delle gambe. I risultati del reovasogramma consentono di valutare il grado di restringimento e contrattilità delle vene e delle arterie, per identificare la presenza di percorsi laterali e di bypass del flusso sanguigno (collaterali).

Con un reovasogramma decrittografato dei vasi degli arti inferiori, il paziente viene inviato dal medico che ha prescritto l'esame. Sulla base dei risultati, viene fatta una diagnosi e vengono scelte le tattiche di trattamento. Con fasi non pericolose di danno vascolare, il medico prescrive farmaci speciali che rafforzano le pareti vascolari, la dieta, l'esercizio razionale, la compressione della biancheria intima. In alcuni casi, si raccomanda di modificare l'ambito di lavoro se il lavoro aggrava la malattia.

Gravi cambiamenti nel sistema di flusso sanguigno sono un'indicazione per ulteriori studi. Un'analisi più dettagliata del processo emodinamico include metodi:

  • Angiografia RK (radiopaco). Diagnosi di malattie vascolari mediante radiografia con mezzo di contrasto;
  • Angiografia RM Esame su un riproduttore di risonanza magnetica;
  • USDG. Ultrasuoni Doppler.

A seconda dei risultati finali, al paziente viene prescritta una terapia conservativa o un intervento chirurgico. Se avverti un disagio sistematico agli arti inferiori o superiori, dovresti consultare un flebologo o un chirurgo vascolare. Prima viene stabilita la patologia, meno radicale sarà il modo per eliminarla.

La reografia è un metodo per studiare l'afflusso di sangue agli organi e alle parti del corpo umano. Consiste nel misurare e visualizzare graficamente le fluttuazioni dell'impedenza dell'impulso, a seconda dell'afflusso di sangue all'organo. (L'impedenza è la resistenza dei tessuti al passaggio della corrente alternata ad alta frequenza.)

La portata della reografia è praticamente illimitata: il cervello, la membrana oculare, gli arti, il cuore, i polmoni, il fegato e altri organi interni. Per le procedure su singole parti del corpo, ci sono nomi:

  • REG - reoencefalografia (cervello);
  • ORG - oftalmmoreografia (coroide);
  • RVG - reovasografia (vasi degli arti superiori e inferiori).

Che cos'è questo - reovasografia (RVH) dei vasi degli arti superiori e inferiori? Considera tutte le sfumature in ordine.

RVG consente di diagnosticare patologie del flusso sanguigno nei tessuti (ischemia e iperemia), cancellando (restringendo) le lesioni vascolari, ma non è in grado, ad esempio, di determinare in modo affidabile l'aneurisma (sporgenza della parete vascolare).

Inoltre, RVG fornisce un modo conveniente per stabilire la natura dei disturbi emodinamici - organici o funzionali. L'esame ci consente di determinare se il deterioramento del flusso sanguigno è causato da cause anatomiche o da uno stile di vita scorretto.

RVG è necessariamente prescritto in base ai reclami soggettivi del paziente relativi a:

  • crampi o gonfiore delle gambe;
  • l'emergere di "stelle" vascolari;
  • dolore e / o debolezza quando si cammina, si alza e scompare senza motivo;
  • intorpidimento, freddo, sbiancamento dei piedi o delle mani;
  • dolore alle mani con un carico leggero o a riposo.

Non ci sono controindicazioni assolute per la procedura, ma sono considerate relative:

  • esacerbazioni di malattie croniche;
  • gravi malattie infettive;
  • malattie in cui è impossibile cancellare agenti antipiastrinici, anticoagulanti, emostatici e farmaci che influenzano il tono vascolare - psicostimolanti, analeottici, ecc.

Il prezzo dell'esame varia in base allo stato della clinica, al tipo di reografo e al numero di campioni (farmacologici e funzionali).

Nella Federazione Russa, da 1300 a 2800 rubli dovranno essere pagati per la reovasografia su un apparecchio con elaborazione digitale dei dati.

Per fare un confronto, diamo prezzi in altri paesi popolari tra i russi - aderenti al "turismo medico":

  • Bielorussia - da 15 a 30 mila barili, ma per i cittadini stranieri esiste un listino prezzi separato (una media di $ 10);
  • Ucraina - da 220 a 350 UAH .;
  • Israele - da 100 a 200 dollari;
  • Germania - da 300 a 700 euro.

La preparazione per RVG richiede le seguenti semplici restrizioni da parte del paziente:

  • un giorno prima della procedura, interrompere l'assunzione di farmaci che influenzano il flusso sanguigno e la pervietà vascolare;
  • almeno 8 ore non fumare, non masticare gomme alla nicotina e non annusare il tabacco;
  • entro 2 ore non mangiare né subire uno sforzo fisico intenso;
  • 15 minuti prima della procedura, assumere una posizione orizzontale, rilassarsi e sdraiarsi in silenzio.

La temperatura nell'ufficio in cui si svolge l'esame è fissata a 20-23 ° C, perché il paziente dovrà rimuovere tutto ciò che copre e stringe le mani o i piedi, e per un po 'di tempo rimarrà immobile.

Per registrare le fluttuazioni di impedenza, gli elettrodi (alluminio, piombo, ottone, ecc.) Sono fissati su entrambi gli arti del paziente e sono posizionati rigorosamente simmetricamente e la pelle nei punti di attacco è sgrassata con alcool.

A seconda che l'intero arto o parte di esso diventi oggetto di ricerca, il medico determina la posizione e il metodo di applicazione degli elettrodi (longitudinali o trasversali).

Per studiare il flusso sanguigno periferico indebolito, di solito viene scelto un metodo di attacco longitudinale (su una superficie dell'arto), in altri casi, trasversale (allo stesso livello, ma lati opposti).

Per studiare la dipendenza dell'emodinamica dalle condizioni esterne, il risultato di RVG a riposo viene spesso confrontato con un reogramma dopo vari test: test farmacologici, di compressione o di esercizio fisico.

Ad esempio, per eliminare la trombosi venosa profonda, viene utilizzato un test di compressione: l'arto viene ammanettato per un breve periodo e dopo la rimozione viene ripetuto l'RVG. Per distinguere tra disturbi funzionali e organici della pervietà vascolare, viene utilizzato un test con nitroglicerina (0,5 mg sotto la lingua, dopo 5 minuti - RVG ripetuto).

Per confrontare i reogrammi con l'attività cardiaca, registrare contemporaneamente, se possibile, più elettro e fonocardiogrammi (ECG e FCG).

Il risultato di RVG degli arti inferiori o superiori (reogramma) è una curva quasiperiodica complessa, l'interpretazione della reovasografia si basa sullo studio delle proprietà dell'onda reografica media:

  • alta qualità - la presenza di "picchi", la pendenza e la pendenza degli "aumenti" e delle "discese";
  • quantitativo: il valore dell'ampiezza, la lunghezza di alcuni intervalli di tempo, ecc.

Sulla base dei valori trovati e delle formule speciali, vengono calcolati gli indici di controllo:

  • reografico (RI, registra l'intensità del flusso sanguigno arterioso);
  • elasticità (IE, riflette lo stato delle pareti delle arterie);
  • resistenza periferica (IPA);
  • valori di deflusso venoso (VO).

L'indicatore principale è considerato RI: per le sue dimensioni giudicano la pervietà del letto del fiume. IPS e HE, a differenza di IE e RI, sono solo caratteristiche numeriche indirette.

Gli intervalli di riferimento per gli indici non sono mostrati qui per i seguenti motivi:

  1. In reografia non esistevano terminologia e metodologia di calcolo comuni: i coefficienti con lo stesso nome, calcolati in condizioni simili per i rappresentanti della stessa fascia d'età in diverse strutture mediche, possono differire di un fattore dieci.
  2. Le norme sono determinate separatamente per ogni segmento dell'arto: spalla, avambraccio, mano, coscia, parte inferiore della gamba, piede.
  3. I valori di alcuni indicatori dipendono dall'età: ad esempio, nelle persone anziane, il RI è inferiore rispetto ai giovani sani (in particolare i vasi della parte inferiore della gamba).

Molte patologie gravi hanno origine in manifestazioni apparentemente piccole, insignificanti, alle quali raramente qualcuno presta attenzione. Anche lievi cambiamenti vascolari possono successivamente portare a ictus, infarto, amputazione degli arti.

Le malattie vascolari insorgono per vari motivi, può essere stress psico-emotivo, una dieta squilibrata, un ritmo intenso della vita.

Prima si verifica uno stato instabile, viene rilevata l'insorgenza della malattia, viene selezionata la terapia più competente e adeguata e questo è un aspetto importante per il mantenimento della salute.

In medicina, viene data preferenza ai metodi di ricerca non invasivi, che sono molto istruttivi, uno dei quali è la reovasografia degli arti inferiori (RVH). Vedremo più da vicino questo metodo: per quale scopo viene eseguita la reovasografia, a chi viene mostrato e come vengono decodificati i risultati dell'esame.

La reovasografia è uno dei metodi di diagnosi in cui viene esaminata la circolazione sanguigna negli arti inferiori e superiori del paziente. La circolazione sanguigna esaminata in questo modo si chiama emodinamica.

Rivela un'immagine dello stato al momento dell'esame del sistema cardiovascolare e consente anche di valutare il tono vascolare. RVG mostra le condizioni delle arterie, delle vene in una zona selezionata delle gambe, delle braccia, consente di determinare i cambiamenti in corso nelle pareti dei vasi sanguigni.

Durante la decifrazione, si può vedere se c'è un restringimento parziale delle navi o c'è un'ostruzione completa.

Nella vita umana, il carico principale ricade sulle estremità inferiori, quindi, molto spesso, viene prescritto uno studio per questa parte, questo consente di valutare i vasi sanguigni delle gambe e prescrivere il trattamento corretto.

È possibile sottoporsi a reingegnerizzazione non solo nella direzione di un medico, ma anche in modo indipendente. Questo studio è condotto in molte cliniche specializzate ad un costo accessibile. Se hai bisogno di reovasografia degli arti inferiori a Mosca, puoi contattare i seguenti indirizzi:

  • 2nd Tverskaya-Yamskaya Lane, Building 10 - OJSC "Medicine".
  • Banny Lane Building 2 - SVSR.
  • MKRN Novogorsk in Khimki - Design Bureau No. 119.
  • St. Novozavodskaya, casa 14a - clinica numero 2.
  • St. Lyapidevsky, d. 14/1 - "Dobromed".
  • St. Budayskaya, Edificio 2 - Russian Railways OJSC, Central Design Bureau No. 2.

Concetti di base

La reovasografia o RVG è un moderno metodo di diagnostica funzionale che consente di valutare lo stato del flusso sanguigno nel sistema vascolare delle braccia e delle gambe. Viene spesso utilizzato per diagnosticare la circolazione sanguigna nei vasi delle gambe, poiché le patologie vascolari che colpiscono le vene delle gambe sono più comuni. I dati ottenuti a seguito della procedura consentono di giudicare il tono della rete vascolare degli arti e lo stato del sistema cardiovascolare nel suo insieme.

Esaminando il sito selezionato con questo metodo, determinare la presenza di ostruzione vascolare o la presenza di stenosi vascolare. Spesso sorge la domanda, dove è possibile produrre RVG di vasi cerebrali. La domanda non è del tutto ammissibile. Per affrontarlo, devi capire cos'è uno studio reografico e cosa può essere.

Tra i metodi reografici distinguere:

  • reovasografia;
  • reoencefalografia (studio dei vasi cerebrali);
  • reoepatografia (esame del fegato);
  • reografia toracica e il suo ramo - reocardiografia.

La reovasografia degli arti inferiori, come le mani, è una procedura non traumatica, viene eseguita senza violare l'integrità dei tessuti, indolore. L'unica cosa che può causare disagio è il processo di collegamento degli elettrodi. È spiacevole non in termini di dolore fisico, ma in termini di disagio emotivo.

La reovasografia è uno dei metodi di diagnosi in cui viene esaminata la circolazione sanguigna negli arti inferiori e superiori del paziente. La circolazione sanguigna esaminata in questo modo si chiama emodinamica. Rivela un'immagine dello stato al momento dell'esame del sistema cardiovascolare e consente anche di valutare il tono vascolare.

  • 2nd Tverskaya-Yamskaya Lane, Building 10 - OJSC "Medicine".
  • Banny Lane Building 2 - SVSR.
  • MKRN Novogorsk in Khimki - Design Bureau No. 119.
  • St. Novozavodskaya, casa 14a - clinica numero 2.
  • St. Lyapidevsky, d. 14/1 - "Dobromed".
  • St. Budayskaya, Edificio 2 - Russian Railways OJSC, Central Design Bureau No. 2.

A seconda dell'istituzione in cui viene eseguita la procedura, della sua reputazione, ubicazione, qualità dell'attrezzatura su cui viene eseguita la reovasografia degli arti inferiori, il prezzo può variare. Costo: da 800 a 2500 rubli.

La reovasografia è uno dei metodi di esame non invasivo, in cui non è richiesta la penetrazione nel corpo. Per la realizzazione utilizzare corrente ad alta frequenza. Questo studio non viene utilizzato per i vasi della testa, nel qual caso la diagnosi si chiama reoencefalografia.

Appuntamento e controindicazioni

Per condurre la reovasografia dei vasi degli arti superiori e inferiori, sono richiesti un elettrocardiografo (apparato ECG), elettrodi speciali e un prefisso reografico. Il compito di un professionista medico è notevolmente facilitato se si utilizza la registrazione computerizzata degli indicatori. Nello studio viene utilizzata una corrente ad alta frequenza, che non porta sensazioni spiacevoli.

Il sangue è in grado di condurre corrente elettrica, per questo motivo, la resistenza cambia nelle diverse fasi del flusso sanguigno. La dipendenza qui è inversamente proporzionale: con maggiore afflusso di sangue - minore resistenza dei tessuti. Dall'alto al basso c'è una fluttuazione costante. Il reovasogramma mostra graficamente il passaggio dell'onda del polso, l'ampiezza aumenta con l'aumentare dell'afflusso di sangue e, al contrario, diminuisce con la sua diminuzione. Il medico della diagnostica funzionale vede il disturbo sul grafico e può trarre conclusioni sulla natura del flusso sanguigno.

La reovasografia dei vasi degli arti inferiori viene utilizzata sia per lo studio iniziale delle patologie vascolari sia per il monitoraggio dello sviluppo della malattia. Le indicazioni sono:

  • L'aterosclerosi, che spesso contribuisce alla violazione della corretta alimentazione dei tessuti e al restringimento degli spazi vuoti nell'arteria.
  • Diabete. Viene eseguita la reovasografia degli arti superiori e inferiori. Questo disturbo può portare a micro e macroangeopatie, che successivamente sviluppano un piede diabetico.
  • Malattia di Raynaud L'astenia neurocircolatoria è caratteristica, sono possibili spasmi periodici delle arterie periferiche.
  • Gravi mal di testa che si verificano a causa di violazioni del deflusso del sangue venoso, nonché spasmi dei vasi arteriosi.
  • Patologie cerebrali croniche, ipertensione endocranica.
  • Astenia neurocircolatoria, che dipende dalla labilità del tono vascolare.
  • Malattie del letto venoso, che contribuiscono alle violazioni del deflusso del sangue, in particolare lungo le vene delle gambe.
  • Tromboflebite, che porta alla formazione di coaguli di sangue sulle pareti dei vasi sanguigni.
  • Phlebeurysm.
  • Embolia quando si verifica un blocco nel flusso sanguigno.
  • Endarterite cancellante, che può portare a zoppia.

In assenza di pronunciate malattie da RVH, è raccomandato in caso di intorpidimento delle estremità, con comparsa di bluastro e convulsioni, con perdita di sensibilità, scolorimento della pelle ed edema.

Ogni studio ha sia i suoi vantaggi che i suoi svantaggi. Possono essere associati al lato tecnico o alla professionalità del personale. È importante che tutti i lati negativi possano essere corretti e sottoposti a debug per il meglio nel processo diagnostico. I vantaggi di RVZ sono i seguenti:

  • Metodo non invasivo Un punto positivo significativo è che il paziente non è esposto a effetti spiacevoli e dolorosi, ad esempio il cateterismo delle vene. Per la ricerca, non è richiesto un ufficio attrezzato appositamente progettato, abbastanza dispositivi necessari.
  • Facilità di realizzazione. Un grande vantaggio per il personale. Un'infermiera qualificata può prendere un reovasogramma; il suo compito è applicare gli elettrodi e accendere il resograph. L'analisi dei risultati sarà effettuata dal medico.
  • Attrezzature economiche e convenienti per la ricerca.
  • Procedure di sicurezza. RVG è possibile nei bambini e nelle donne in gravidanza.
  • Informazioni affidabili La pervietà vascolare, la qualità del deflusso sanguigno, la patologia e il loro livello di prevalenza sono determinati con grande precisione.
  • È possibile condurre una diagnosi differenziale delle lesioni vascolari da danno funzionale.

Il paziente si trova sul divano e la posa è sulla schiena. La pelle degli arti è sgrassata con alcool. I sensori sono collegati alle aree trattate. I fili vengono estratti dal dispositivo, terminando con elettrodi, che leggeranno le informazioni. I segnali vengono trasmessi allo schermo, viene registrato un reovasogramma e vengono calcolati gli indicatori principali.

Un reovasogramma può essere eseguito utilizzando reografi multicanale, oppure lo studio viene eseguito in sequenza, partendo da aree remote dal centro e terminando con i vicini. Una caratteristica del posizionamento dei conduttori è la rigorosa simmetria.

Spesso dopo un trauma o un incidente con lesioni fisiche, è possibile ascoltare la frase: "mani e piedi sono al sicuro - è già buono".

Un detto popolare ha solide fondamenta, poiché l'importanza del normale funzionamento degli arti non può essere sopravvalutata.

Se per qualche motivo una persona ha iniziato a sentire un intorpidimento spiacevole nelle mani o nei piedi, nei crampi o nel raffreddamento, i medici, oltre a un possibile esame completo, prescrivono uno studio come la reovasografia.

Forse vuoi sapere del nuovo farmaco - Cardiol, che normalizza perfettamente la pressione sanguigna. Cardiol le capsule sono uno strumento eccellente per la prevenzione di molte malattie cardiache, poiché contengono componenti unici. Questo farmaco è superiore nelle sue proprietà terapeutiche a tali farmaci: Cardiline, Recardio, Detonic. Se vuoi conoscere informazioni dettagliate su Cardiol, Andare al sito web del produttoreQui troverai le risposte alle domande relative all'uso di questo farmaco, recensioni dei clienti e medici. Puoi anche scoprire il Cardiol capsule nel tuo paese e le condizioni di consegna. Alcune persone riescono a ottenere uno sconto del 50% sull'acquisto di questo farmaco (come farlo e acquistare pillole per il trattamento dell'ipertensione per 39 euro è scritto sul sito ufficiale del produttore.)Cardiol capsule per cuore

Definizione

La reovasografia (RVH) è uno dei modi per diagnosticare la circolazione sanguigna negli arti superiori e inferiori di un paziente. La circolazione sanguigna studiata si chiama emodinamica. Sulla base dell'esame, puoi fare un quadro delle condizioni generali del sistema cardiovascolare, valutare il tono dei vasi.

Usando RVG, si ottengono dati sulla condizione delle vene e delle arterie dell'area selezionata sulle braccia o sulle gambe e vengono determinati i possibili cambiamenti nelle pareti dei vasi sanguigni. Molto spesso, i risultati mostrano se vi è un restringimento parziale delle navi o la loro completa ostruzione.

Poiché nel processo della vita umana un grosso carico ricade sulle gambe, viene spesso prescritto lo studio degli arti inferiori, che consente di valutare lo stato del flusso sanguigno nei vasi delle gambe.

La reovasografia può essere eseguita come prescritto da un medico o in modo indipendente. Per fare ciò, contattare un centro medico, diagnostico e terapeutico o una clinica specializzata.

La reovasografia si riferisce a un metodo di esame non invasivo, cioè non implica la penetrazione nel corpo del paziente. Quando viene utilizzato, viene utilizzata una corrente ad alta frequenza.

Questa definizione non dovrebbe essere applicata al nome dello studio sui vasi principali.

Il concetto di "reovasografia dei vasi della testa e del collo" è assente, poiché correttamente questa diagnosi è chiamata "reoencefalografia".

In un concetto generale, significa un metodo di prova della circolazione sanguigna in cui sono registrate le fluttuazioni della resistenza dei tessuti viventi. In questo caso, l'uso di corrente alternata ad alta frequenza.

La reovasografia degli arti superiori e inferiori si riferisce a metodi diagnostici completamente innocui, è caratterizzata dall'assenza di sensazioni dolorose e non ha effetti collaterali. Non ci sono controindicazioni per lo studio.

Durante la procedura, una corrente ad alta frequenza (10 mA) agisce su un'area specifica del corpo del paziente. Allo stesso tempo, viene registrata la resistenza elettrica. Questo valore è variabile e dipende dalla saturazione del sangue dei tessuti, cioè dal flusso sanguigno del polso.

Il dispositivo di esame registra esattamente la resistenza totale alla corrente del tessuto. Il sangue umano ha un'alta conduttività elettrica e la pelle e le ossa sono le più piccole.

Le oscillazioni del polso dei vasi sanguigni verranno visualizzate sul reovasogramma, la curva risultante. Può distinguere i singoli passaggi associati all'afflusso e al deflusso del sangue. La forma del reovasogramma, la sua simmetria, la gravità e la natura dell'ascesa e della discesa della curva, la localizzazione delle onde forniscono informazioni sullo stato delle navi.

I disturbi circolatori sono causati principalmente da lesioni vascolari infiammatorie o aterosclerotiche. Un reovasogramma con reovasografia dei vasi degli arti può chiaramente mostrare un deterioramento della circolazione sanguigna venosa, che è associato a:

  • Abbassare il tono dei vasi venosi;
  • Disturbi trofici.

La conseguenza di questi disturbi è il deflusso del sangue ostruito.

Il dispositivo utilizzato per RVG non solo registra gli indicatori principali, ma esegue anche un'analisi della circolazione sanguigna nei vasi.

In assenza di malattie pronunciate o precedentemente identificate di RVH, è necessario passare in quei casi se c'è intorpidimento degli arti, bluastre o convulsioni. La reovasografia degli arti inferiori è prescritta in presenza di lamentele da parte del paziente non solo della perdita di sensibilità, ma anche del gonfiore delle gambe, dello scolorimento della pelle.

Un'indicazione per lo studio può essere l'embolia (blocco del flusso sanguigno). L'endarterite obliterante è la ragione per condurre la reovasografia delle arterie delle gambe, poiché è una malattia vascolare con una lesione primaria delle arterie degli arti inferiori. Con una tale malattia, una persona sperimenta una rapida affaticamento delle gambe, crampi e dolore, che può portare a zoppia.

Prima di procedere allo studio degli arti superiori e inferiori del paziente, è necessario osservare i requisiti di base che precedono la procedura di reovasografia:

  • Entro 15 minuti, una persona dovrebbe ottenere un completo rilassamento (riposo preliminare);
  • 2 ore prima del RVG, l'assunzione di nicotina nel corpo dei fumatori dovrebbe interrompere;
  • 24 ore prima dello studio, è necessario sospendere l'uso di qualsiasi medicinale da parte dei pazienti sottoposti a trattamento;
  • Con RVG degli arti inferiori, le gambe devono essere liberate dagli indumenti.

Un uomo si deposita su un divano in posa sdraiato sulla schiena. La pelle delle estremità deve essere sgrassata con una soluzione alcolica. I sensori sono posizionati sulle aree trattate. Gli elettrodi posizionati sulle gambe sono collegati al dispositivo grazie ai fili. I sensori trasmettono un segnale allo schermo in cui viene registrato un reovasogramma con il calcolo degli indicatori principali.

La RVG degli arti può essere eseguita contemporaneamente usando reografi multicanale o in sequenza, partendo da parti del corpo situate più lontano dal centro e terminando con siti più vicini.

Per registrare RVG, ad esempio, i sensori dell'avambraccio si trovano nella zona della fossa ulnare e del polso. La registrazione della reovasografia della parte inferiore della gamba è accompagnata dal posizionamento di elettrodi nella fossa e nella caviglia poplitea.

I sensori sulle dita devono essere posizionati a una distanza di 3-4 cm l'uno dall'altro.

Una caratteristica del posizionamento dei conduttori è il rispetto della rigorosa simmetria.

I risultati basati sugli indicatori ottenuti consentono al medico di trarre conclusioni sulla presenza di eventuali disturbi circolatori. RVG consente inoltre di determinare quale sia la natura dei cambiamenti: organici o funzionali. Ciò influirà direttamente sul regime di trattamento di follow-up del paziente.

indicatori

  • malattie della rete venosa (vene varicose, flebite, trombosi e loro combinazioni);
  • compromissione della circolazione periferica a causa del diabete;
  • Sindrome di Raynaud;
  • danno ai gangli del midollo spinale con alterato flusso sanguigno periferico;
  • cambiamenti aterosclerotici.

Il sospetto di una malattia comune come le vene varicose è anche un'indicazione per la reovasografia

  • malattie vascolari: tromboflebite, aterosclerosi, sindrome di Raynaud;
  • malattie metaboliche - diabete, con sviluppo di angiopatia periferica;
  • vene varicose;
  • lesioni trombotiche delle vene, eliminazione dell'endarterite;
  • espresso lamentele per danno vascolare: gonfiore alle gambe, crampi, disturbo trofico (pallore delle estremità, comparsa di vene del ragno).
  1. Vene varicose, tromboflebite degli arti inferiori, trombosi venosa profonda.
  2. Aterosclerosi degli arti inferiori, eliminazione dell'endarterite e altre lesioni arteriose.
  3. Malattie reumatiche (sindrome di Raynaud, vasculite sistemica, ecc.)
  4. Diabete mellito complicato da angiopatia dei vasi delle gambe.

Reovasografia degli arti superiori e inferiori: indicazioni per la ricerca, metodologia, interpretazione dei risultati

La reovasografia degli arti inferiori può essere prescritta ai forti fumatori che lamentano claudicatio intermittente e dolore alle gambe, poiché spesso le persone con questa cattiva abitudine soffrono di endarterite obliterante, patologia vascolare degli arti inferiori. Quelle superiori sono colpite molto meno frequentemente.

  • per lo studio dei vasi dell'avambraccio - sul polso e sulla regione della fossa ulnare;
  • parte inferiore delle gambe - sulla caviglia e nella regione poplitea.

Se i sensori sono posizionati sulle dita, la distanza tra loro dovrebbe essere di circa 3-4 cm. I sensori sono posizionati simmetricamente. Il reogramma consente al medico curante di stabilire la presenza di malfunzionamenti nell'afflusso di sangue e determinare il tipo di violazione (funzionale, organica).

I sensori si trovano nel luogo da esaminare.

Uno studio sullo stato del flusso sanguigno mediante reovasografia mostra emodinamica degli arti inferiori. Secondo i risultati di RVG, è possibile valutare le condizioni di vene e arterie, per prevedere ulteriori deformazioni nel sistema vascolare. Sulla base della testimonianza di RVG, è possibile giudicare la presenza di restringimento dei vasi sanguigni, il grado di pervietà.

La reovasografia è una tecnica indolore non invasiva. In altre parole, lo studio non effettua alcuna penetrazione nel corpo umano. RVG non ha effetti collaterali e non ha controindicazioni.

Durante la procedura, viene utilizzata una corrente ad alta frequenza (10 mA), che agisce sulla parte esaminata del corpo. Durante la procedura, viene registrata la resistenza elettrica. Il livello di resistenza dipende dalla saturazione dei tessuti con il sangue (un indicatore dell'assunzione di polso). Il livello più alto di conduttività elettrica è caratteristico del sangue e il più basso - per ossa e pelle.

Le oscillazioni degli impulsi sono registrate sul reovasogramma sotto forma di una curva. Un diagnostico esperto legge un reovasogramma, distinguendo i momenti di afflusso e deflusso di sangue da esso. Lo stato del sistema vascolare del paziente può essere giudicato dal grado di simmetria, dalla natura dei cambiamenti nella curva, dalla localizzazione delle onde.

I problemi circolatori sono spesso causati da un processo infiammatorio o aterosclerotico nei vasi. Un reovasogramma determina una diminuzione dell'intensità della circolazione venosa con un tono vascolare deteriorato, in caso di disturbo trofico dei tessuti.

RVG è uno dei più moderni metodi diagnostici non invasivi. È usato per esaminare i vasi sanguigni delle gambe e delle braccia.

La tecnica aiuta a identificare i siti di ostruzione arteriosa che portano all'infiammazione. C'è anche la possibilità di esaminare le navi, identificare le violazioni associate al loro lavoro.

Principio di funzionamento

L'essenza del metodo consiste nel rilevare la resistenza dell'area cutanea attraverso la quale viene fatta passare una corrente elettrica innocua.

Nei sensori collegati al corpo, vengono impostate una certa forza e frequenza delle oscillazioni di carica.

Se il flusso sanguigno non è abbastanza intenso, la resistenza della pelle e dei tessuti diventa più elevata e viceversa.

Le letture del dispositivo vengono visualizzate sul monitor e quindi su un nastro di carta. Dove tutte le modifiche sono registrate sotto forma di una linea curva.

Il processo di esecuzione del sondaggio e l'output delle informazioni dei risultati è simile a un ECG. Sulla base di questi dati, il medico fa una diagnosi per quanto riguarda l'area di studio.

  • Identificazione di patologie del flusso sanguigno nelle gambe.
  • Lo studio dei canali vascolari delle mani.

    Sulla base delle statistiche sulle malattie, le malattie degli arti inferiori sono più comuni, quindi la reovasografia di questa specie viene utilizzata più spesso.

    Principali indicazioni

    È possibile identificare una malattia e prescrivere una procedura basata sui reclami di una persona. Il paziente deve elencare i sintomi manifestati in un determinato periodo di tempo.

    Alcuni sintomi possono indicare ovvie malattie che possono essere chiarite durante l'esame:

    • lesione aterosclerotica dovuta a stenosi o chiusura completa dell'arteria fornitrice;
    • patologia autoimmune con emodinamica irregolare nelle mani;
    • diabete mellito con complicazioni;
    • infiammazione delle pareti delle arterie dall'interno;
    • vene varicose.

    Inoltre, con l'aiuto di RVG, è possibile determinare l'eziologia della malattia. Comprendi cosa ha influenzato il successivo sviluppo della patologia, la struttura dei canali o le ragioni causate dallo stile di vita.

    controindicazioni

    Parlando di controindicazioni per la reovasografia, si può chiamare solo un parente, poiché non ce ne sono di assoluti. vale a dire:

    • In presenza di malattie croniche durante la loro esacerbazione, questa metodologia di ricerca non può essere effettuata.
    • Malattie infettive
    • Se una persona assume droghe continuamente, influenzando il tono vascolare, come emostatici o psicostimolanti.

    Come preparare

    La stessa procedura è rapida e non richiede una preparazione speciale.

    Il paziente dovrebbe sedersi sul divano, sul retro. Il medico attacca i sensori sotto forma di ventose sull'area esaminata. Quindi per 15 minuti osserva gli indicatori.

    Prima di raccomandare RVG:

    • Prima dell'esame, devi rilassare i muscoli, sdraiarti per 20-30 minuti;
    • interrompere l'assunzione di farmaci che influenzano il flusso sanguigno e i vasi sanguigni almeno un giorno prima dello studio;
    • non bere alcolici pochi giorni prima della procedura;
    • coloro che fumano devono astenersi per un paio d'ore prima della reovasografia;
    • Il giorno dell'esame, non sovraccaricare il lavoro e cercare di evitare lo stress emotivo.

    Questa preparazione garantisce il risultato più accurato delle testimonianze ottenute durante la reovasografia.

    Se ignori le regole dell'organizzazione preliminare, un singolo malessere può essere confuso con una patologia grave. Lo specialista dovrebbe tenerne conto.

    In caso di violazione delle regole deve condurre un processo aggiuntivo. Ciò ti consentirà di confrontare i risultati degli indici e fare la diagnosi corretta.

    In che modo

    Nell'ufficio in cui si svolge la procedura stessa, dovrebbe essere abbastanza caldo, poiché il paziente è costretto a togliersi i vestiti, liberando gli arti per l'esame.

    Affinché gli elettrodi fissi mostrino dati precisi, una persona deve rimanere immobile. Per comodità, è disponibile un divano morbido.

    Prima di fissare i sensori, lo strato oleoso superficiale viene rimosso dalla pelle. Installarli chiaramente secondo il principio del posizionamento longitudinale o trasversale. Dipende dagli arti studiati.

    Se viene esaminata l'attività meccanica dei vasi delle mani, i sensori si trovano in quattro punti in tutto l'arto. Sui piedi ci sono piedi, gambe e fianchi.

    RVG consente di ottenere dati sulla qualità delle vene e delle arterie di una particolare parte del corpo e di rilevare i cambiamenti patologici. Utilizzando la procedura, vengono identificate le aree di restringimento e ostruzione delle navi.

    Poiché il carico maggiore ricade sulle estremità inferiori, la reovasografia dei vasi delle gambe viene eseguita più spesso delle mani.

    Puoi sottoporsi a un esame sia su consiglio di un medico, sia da solo. Per fare ciò, contattare la clinica o il centro diagnostico. La reovasografia è una tecnica non invasiva, quando viene eseguita viene utilizzata una corrente ad alta frequenza.

    L'ADH per gli arti inferiori è considerato una procedura diagnostica completamente sicura. Con il suo passaggio non ci sono sensazioni spiacevoli e conseguenze indesiderabili. Non ci sono controindicazioni per la reovasografia.

  • Le navi degli arti inferiori o superiori di una persona sono influenzate da una corrente ad alta frequenza.
  • Insieme a questo, viene registrata la resistenza elettrica. Questo valore è variabile, è determinato dalla saturazione delle arterie, cioè dalla frequenza del flusso sanguigno.
  • Il dispositivo registra la resistenza totale dei tessuti. Il sangue ha una maggiore conduttività e la pelle e le ossa hanno una ridotta conduttività.
  • Questi indicatori sul reovasogramma formano una linea curva. Il tipo di curva ottenuta, la sua simmetria e l'altezza delle onde ci consentono di analizzare i dati sullo stato delle vene e delle arterie.

    Disturbi circolatori si verificano con aterosclerosi e processi infiammatori. La reovasografia può rilevare una diminuzione della velocità del flusso sanguigno venoso, che è associata a una diminuzione del tono della parete vascolare e dei disturbi trofici.

    Le principali indicazioni per la procedura diagnostica: cianosi e ridotta sensibilità degli arti, frequente insorgenza di convulsioni.

    Lo studio dei vasi delle gambe è anche necessario in caso di un cambiamento delle condizioni della pelle, della comparsa di gonfiore e delle vene varicose.

    La decodifica dei risultati della reovasografia è necessaria quando si sceglie un metodo per il trattamento delle seguenti malattie che contribuiscono ai disturbi circolatori nei piccoli vasi:

    • aterosclerosi;
    • tromboflebite;
    • La sindrome di Raynaud, che è considerata una delle manifestazioni del reumatismo;
    • vene varicose;
    • diabete mellito.

    L'RVG per la valutazione dello stato delle vene e delle arterie viene eseguito con embolia, cancellando l'endarterite. Quest'ultima malattia colpisce più spesso i vasi degli arti inferiori. I suoi primi sintomi sono: una costante sensazione di pesantezza alle gambe, dolore e crampi, un cambiamento nell'andatura.

    Prima di iniziare la procedura, una persona dovrebbe riposare e rilassarsi. È necessario smettere di fumare almeno 2 ore prima di sottoporsi a reovasografia. Per un giorno, interrompere il trattamento con farmaci che influenzano il sistema circolatorio.

    Le gambe o le mani devono essere rimosse dagli indumenti. Una persona si sdraia su un divano, la pelle viene trattata con alcol, i sensori vengono fissati sulle aree studiate. Gli elettrodi sono collegati al dispositivo tramite fili.

    Trasmettono letture a uno schermo in cui viene registrato un reovasogramma e vengono eseguiti calcoli di base.

    La RVG degli arti viene eseguita in sequenza, iniziando dal più distante dal centro e terminando con i reparti più vicini. Per valutare le condizioni delle arterie dell'avambraccio, i sensori sono posizionati nella regione della cavità ulnare e del polso. Quando si esegue la reovasografia delle gambe, gli elettrodi vengono posizionati sotto il ginocchio e vicino all'articolazione della caviglia.

    I sensori devono essere posizionati simmetricamente. Sulla base dei risultati della procedura, il medico trae conclusioni sulla presenza di problemi circolatori. Utilizzando RVG, è possibile determinare la natura della patologia. A seconda di ciò, viene selezionato un regime di trattamento.

    Particolare attenzione durante la procedura è data all'indice reografico. Viene calcolato confrontando l'altezza d'onda più elevata con un impulso di calibrazione. Questo indicatore è misurato in Ohm, riflette la quantità di sangue che entra nell'organo. Maggiore è il flusso, minore è la resistenza vascolare.

    Come viene eseguito RVG?

    La procedura viene eseguita a una certa temperatura. Il freddo nella stanza aiuta a restringere le arterie e una temperatura troppo alta - per espandersi. Il paziente è invitato a mentire sulla schiena. Il sito del test viene sgrassato con alcool, un tampone inumidito con una soluzione conduttiva di cloruro di sodio (5-10%) viene posizionato sulla pelle, 2 elettrodi metallici sono attaccati simmetricamente, che sono fissati con bende di gomma.

    Il meccanismo d'azione di RVG è far passare una corrente elettrica attraverso la parte esaminata del corpo. La forza degli impulsi è minima e completamente sicura per l'uomo. Lo studio dei vasi degli arti inferiori viene effettuato utilizzando corrente ad alta frequenza (10 mA). Passando attraverso il corpo, gli impulsi elettrici incontrano varie resistenze e creano fluttuazioni di tensione, che vengono registrate dai sensori e trasmesse al dispositivo di registrazione (reografo). I parametri si riflettono nel reovasogramma, una curva della linea in cui l'aumento e la caduta dei salti indicano l'afflusso e il deflusso del sangue.

    L'essenza dello studio

    Il principio del metodo di questo studio è di misurare la resistenza di una zona della pelle quando una corrente elettrica di minima resistenza (assolutamente innocua), tensione e una certa frequenza vi passano attraverso speciali sensori.

    A seconda dell'intensità dell'afflusso di sangue ai tessuti, la loro resistenza cambia. Peggiore è il flusso sanguigno, maggiore è la resistenza della pelle e dei tessuti.

    I cambiamenti nel parametro di resistenza sono visualizzati su un nastro di carta sotto forma di una linea curva, lungo la quale il medico diagnostico funzionale determina la natura del flusso sanguigno nell'area del corpo studiata.

    Esistono 2 tipi di reovasografia: lo studio del flusso sanguigno negli arti inferiori e superiori. Poiché si sviluppano malattie statisticamente più frequenti dei vasi delle gambe, la reovasografia degli arti inferiori è più rilevante.

    Condurre ricerche

    L'essenza dello studio

    Pertanto, la diagnosi precoce di una malattia o una condizione instabile, una terapia adeguata e competente è un aspetto importante per il mantenimento della salute in futuro.

    Esistono molti metodi diagnostici, ma viene sempre data preferenza a metodi non invasivi con un alto contenuto di informazioni. Uno di questi metodi è la reovasografia (RVG).

    I vasi sono tubi elastici di vari diametri - senza di essi il corpo umano non può funzionare completamente.

    I vasi arteriosi forniscono ossigeno e sostanze nutritive ai tessuti, il cui volume diminuisce in modo significativo quando il flusso sanguigno viene disturbato, ad esempio con stenosi di gravità variabile.

    I vasi venosi raccolgono prodotti metabolici, quindi il loro normale funzionamento non è meno significativo.

    RVG è un test diagnostico economico e facile da usare, per la cui implementazione sono richiesti un apparato ECG (elettrocardiografo), un attacco reografico e speciali elettrodi circolari. Allo stato attuale dello sviluppo della medicina, è possibile la registrazione di dati informatici, il che semplifica notevolmente il compito degli operatori sanitari.

    RVG consente con sufficiente precisione per escludere o confermare la presenza di patologia vascolare

    Il metodo RVG si basa sulla registrazione della resistenza dei tessuti alla corrente alternata di alta frequenza, che non porta sensazioni spiacevoli. A causa del fatto che il sangue conduce bene la corrente elettrica, l'indice di resistenza varierà a seconda della fase del flusso sanguigno. Questa dipendenza è inversamente proporzionale: maggiore è l'afflusso di sangue, minore è la resistenza dei tessuti e viceversa.

    L'afflusso di sangue ai tessuti e agli organi varia costantemente da alti a bassi. Il cuore si contrae e getta una porzione di sangue nell'aorta, nei vasi arteriosi la pressione aumenta, che muore con il flusso di sangue (dai grandi vasi a quelli piccoli). Questo fenomeno fisiologico è chiamato un'onda di polso.

    Un reovasogramma è un riflesso grafico di un'onda di polso: con un aumento dell'afflusso di sangue, l'ampiezza della curva aumenta e, con una diminuzione, diminuisce.

    Quando si registrano i cambiamenti nella resistenza su un grafico, uno specialista di diagnostica funzionale può rilevare segni di disturbi circolatori o trarre una conclusione sulla presenza di un normale flusso sanguigno.

    La reovasografia (Rvg) è il metodo più comune per l'esame dei vasi periferici delle estremità.

    Questa tecnica ha una disponibilità generale, non richiede molto tempo per l'esame e costi elevati del materiale.

    Apparecchi di strumentazione per reovasografia si trovano in qualsiasi sala diagnostica di ogni clinica.

    Esiste anche una tecnica di reoencefalografia (Reg), che ha la capacità di esaminare il flusso sanguigno nel cervello, nonché i movimenti del sangue nella regione cervicale.

    Questa è una tecnica completamente diversa e non deve essere confusa con il metodo strumentale di reovasografia. I principi di attrezzatura e lavoro sono simili, ma ci sono sfumature distintive.

    La reovasografia viene utilizzata per le seguenti patologie nel corpo:

    • Intorpidimento degli arti inferiori e superiori;
    • Gambe dolenti durante il movimento e dolore a riposo;
    • Gonfiore alle estremità inferiori;
    • Lo stato dei crampi alle gambe;
    • La cianosi appare sulle dita degli arti;
    • zoppia;
    • La comparsa di ferite e ulcere non cicatrizzanti alle estremità inferiori.

    Inoltre, questa tecnica viene utilizzata per l'efficacia della terapia farmacologica di patologie come:

    • Aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori;
    • Le vene varicose alle estremità;
    • Trombosi o tromboflebite;
    • Patologia della sindrome di Raynaud.

    Indaga sulle condizioni delle pareti dei vasi periferici mostrate alle persone con diabete. Questa patologia riguarda non solo il processo metabolico nel corpo, ma colpisce anche il sistema di circolazione del sangue, in particolare i suoi dipartimenti periferici.

    Non ci sono controindicazioni per condurre uno studio usando la reovasografia; uno studio può essere eseguito anche durante la gravidanza.

    Utilizzando questo metodo di ricerca, è possibile identificare tali deviazioni:

    • Ischemia cerebrale;
    • Complicanze dopo una situazione traumatica sul cranio;
    • Lo stadio iniziale dell'arteriosclerosi cerebrale;
    • Identificazione dell'osteocondrosi della colonna cervicale e toracica.

    È necessario applicare un gel specializzato sui sensori, per un migliore contatto dei sensori di informazioni e dei tegumenti della pelle.

    1. Aterosclerosi dei vasi sanguigni, indipendentemente dalla localizzazione.
    2. Endarterite cancellante.
    3. Malattia varicosa degli arti inferiori.
    4. Tromboflebite.
    5. Flebotrombosi.
    6. Malattie sistemiche del tessuto connettivo: sindrome di Raynaud, vasculite, LES e altri.
    7. Diabete mellito di qualsiasi tipo.

    Per i pazienti che hanno una tale diagnosi, la reovasografia è obbligatoria. Inoltre, per monitorare l'efficacia del trattamento, valutare quanto sta progredendo la malattia, la reovasografia degli arti inferiori viene eseguita ogni pochi mesi.

    La reovasografia degli arti inferiori presenta svantaggi molto piccoli, tra cui i seguenti punti:

    • Fattore umano. Se ci sono troppi pazienti, la mancanza di un adeguato riposo da parte di un'infermiera può portare alla dispersione dell'attenzione e ciò può influire sulla qualità della registrazione. Se si osservano le condizioni di lavoro, il regime di riposo, le qualifiche del personale medico sono elevate, questo valore negativo è assente.
    • La qualità della tecnologia. Le console reografiche possono interferire, il che influisce sui risultati. L'uso del computer elimina tali carenze nello studio.

    Preparazione e conduzione della reovasografia dei vasi delle gambe e delle braccia

    La preparazione alla reovasografia degli arti inferiori non è affatto complicata, tuttavia, è necessario osservare tutti i requisiti presentati prima dello studio.

    • 15 minuti prima dello studio, il paziente deve rilassarsi completamente, prendere un riposo preliminare.
    • Chi fuma in due ore dovrebbe eliminare completamente il flusso di nicotina nel sangue.
    • Se si è sottoposti a trattamento con farmaci, è necessario abbandonare i farmaci un giorno prima del REV.
    • In caso di reovasografia, gli arti devono essere liberati dagli indumenti.

    Il processo di preparazione per lo studio dell'emodinamica periferica e il processo di reovasografia stesso:

    • Riposare in uno stato rilassato per 15 minuti;
    • Non fumare più di 2 ore prima della reovasografia;
    • Il giorno prima dell'orario previsto per lo studio, interrompere l'assunzione di farmaci;
    • Durante l'esame di ricerca dello stato degli arti inferiori, dovrebbero essere nudi.

    Quando viene esaminato mediante reovasografia, il paziente si trova in posizione orizzontale. La pelle è sgrassata con alcool medico. I sensori per la lettura delle informazioni sono posizionati in determinate aree.

    Il metodo di RVG degli arti inferiori viene eseguito utilizzando un dispositivo reografico multicanale e la reografia può essere eseguita in sequenza in conformità con le aree di esame, a partire dai punti più remoti della periferia e avvicinandosi gradualmente al centro.

    Se viene eseguito uno studio degli arti superiori, il processo di registrazione della testimonianza su un reovasografo viene avviato dal polso, quindi nella tacca ulnare. Se è necessario esaminare la parte inferiore della gamba, i sensori di informazione si trovano sotto la fossa del ginocchio e sulle articolazioni della caviglia.

    Questa procedura di ricerca strumentale nel tempo dura non più di 25 minuti. Media di 20 minuti.

    Questa tecnica consente di determinare la natura della violazione del flusso sanguigno:

    • Tipo di violazione funzionale;
    • Carattere organico.

    Per studiare il flusso sanguigno periferico indebolito, di solito viene scelto un metodo di attacco longitudinale (su una superficie dell'arto), in altri casi, trasversale (allo stesso livello, ma lati opposti).

    Le vene varicose - un'indicazione per la diagnosi

    In alcune aree del corpo, i sensori elettronici sono fissati in sequenza. La pelle è pre-disinfettata con una soluzione alcolica. Gli elettrodi hanno un ordine rigoroso e una simmetria assoluta della posizione. Per l'esame delle mani, vengono utilizzate due derivazioni: carpale e avambraccio. I sensori sono collegati alle aree del gomito e del polso.

    Secondo le indicazioni, viene eseguito RVG aggiuntivo con campioni:

    • Nitroglicerina. La registrazione delle indicazioni viene effettuata dopo aver assunto una certa dose di nitroglicerina, che allevia gli spasmi vascolari. Nel caso in cui il riempimento dei vasi sanguigni aumenti (rispetto agli indicatori iniziali), il campione viene interpretato come positivo. Ciò significa che la malattia è associata a funzionalità degli organi compromessa. Un test negativo indica lesioni cellulari e strutturali (organiche);
    • Compressione. Diagnostica con un bracciale per la compressione sulla coscia. Dopo aver aumentato la pressione e quindi, dopo aver aperto i polsini, vengono stimati il ​​tasso di reazione al recupero e il deflusso di sangue. Tale test viene utilizzato per diagnosticare malattie delle vene profonde.

    Non sono richiesti preparativi speciali per l'analisi, ma per ottenere risultati affidabili è necessario osservare alcune condizioni:

    • Completo relax. Pertanto, non eseguire la procedura dopo un turno di notte o in uno stato stressante.
    • Interrompere l'assunzione di farmaci 1 giorno prima di visitare l'ufficio. Se, per motivi di salute, il paziente è costretto a assumere costantemente farmaci, è importante avvertire il medico di questo.
    • Rifiuta le sigarette 2-3 ore prima della procedura, poiché la nicotina restringe i vasi sanguigni.

    Concetti di base

    IndiceTasso normale
    Indice reografico0,04-0,05
    Indice di elasticità0,2-0,4
    Indice di deflusso0,2-0,5
    Indice di resistenza periferica0,45-0,55

    Per verificare i dati ottenuti, prima del riesame, il paziente assume nitroglicerina.

    Quando l'interpretazione dei dati RVG mostra una deviazione dalla norma, esiste la possibilità che prestazioni scadenti possano essere causate da uno spasmo a breve termine o da una violazione delle regole in preparazione della procedura. Per la fiducia nei risultati, sono prescritti ulteriori test. Viene eseguito un test farmacologico dopo aver assunto una compressa di nitroglicerina.

    Il test di compressione si basa sul bloccaggio dell'arteria comune per un breve periodo di tempo. Prima di ripetere RVG, l'area della coscia è avvolta da un bracciale in cui viene fornita aria (come quando si misura la pressione sanguigna). Questo test consente di valutare la velocità del rinnovo del flusso sanguigno durante la compressione compressiva dei vasi profondi degli arti.

    Nome dell'indice studiato Norma in indicatori Deviazione dalla norma
    indice reograficosuperiore a 0,050meno di 0,040patologia ischemica dell'area di studio a causa di una violazione del riempimento delle arterie con liquido biologico
    indice di elasticità vascolaresuperiore a 0,40da 0,20 a 0,40moderata riduzione dell'elasticità;
    meno di 0,20forte riduzione dell'elasticità vascolare
    indice di resistenza perifericada 0,20 a 0,450più di 0,550resistenza nettamente sopravvalutata;
    meno di 0,15resistenza significativamente ridotta
    tasso di deflusso venosoda 0,20 a 0,50Meno di 0,20facile deflusso di sangue venoso;
    oltre 1,50deflusso venoso ostruito

    Decodificando gli indicatori dei risultati della reovasografia, si possono giudicare varie patologie del corpo:

    • L'indice reografico ha un indicatore normativo non superiore a 0,050. L'indice reografico è nettamente ridotto a 0,040, indicando una carenza del sistema di circolazione del sangue di 1 grado. Ciò si esprime in una scarsa sensibilità agli estremi di temperatura, nonché a temperature più basse degli arti inferiori e superiori. Se l'indice viene abbassato di oltre 0,40, questa condizione è critica per il sistema del flusso sanguigno;
    • Secondo il coefficiente di elasticità, possiamo parlare di una violazione del sistema vascolare e dell'organo cardiaco;
    • L'indice di deflusso del sangue venoso dalle estremità inferiori indica il possibile sviluppo di tromboflebite e l'intasamento delle vene con un indice superiore a 0,50. Con questo indicatore, c'è un difficile deflusso di sangue venoso dalle estremità inferiori;
    • Il coefficiente del coefficiente di resistenza è uno standard da 0,20 a 0,450. Tutto al di sotto di questo standard, o al di sopra di esso, indica che ci sono violazioni nel sistema del flusso sanguigno. Maggiore è la percentuale di deviazione, più grave è la patologia che si sviluppa nel sistema dei vasi sanguigni e del cuore.

    L'indicatore principale è considerato RI: per le sue dimensioni giudicano la pervietà del letto del fiume. IPS e HE, a differenza di IE e RI, sono solo caratteristiche numeriche indirette.

    Va notato che non ci sono differenze significative nei risultati di RVG per genere, geografia o etnia.

    La reovasografia (RVG) è uno dei metodi di diagnostica funzionale che consente di valutare lo stato dei vasi sanguigni (tono, afflusso di sangue, restringimento, espansione e altro).

    L'essenza del metodo è quella di registrare la resistenza vascolare sotto l'influenza di deboli correnti elettriche alternate ad alta frequenza sull'area studiata. Tramite sensori speciali, le informazioni ricevute (impulsi) vengono trasmesse a un dispositivo speciale (reografo), che le converte in immagini grafiche (reogrammi), che vengono visualizzate sullo schermo del monitor del dispositivo o su carta. Successivamente, i risultati vengono studiati da uno specialista e diagnostica il paziente.

    Per diagnosticare patologie vascolari della testa e del collo, viene utilizzata la reoencefalografia (REG) - un tipo di reovasografia. I principi per condurre tale diagnosi sono gli stessi.

    La decodifica del reovasogramma consiste nell'analisi di indici che cambiano costantemente nel tempo:

    • indice reografico. Il suo valore riflette il riempimento dei vasi sanguigni con sangue arterioso. Il suo valore normale dovrebbe essere superiore a 0,05. Il suo valore, inferiore a 0,04 indica una significativa riduzione del flusso sanguigno.
    • indice di elasticità della parete vascolare. Si riferisce al letto arterioso. La sua velocità dovrebbe essere superiore a 0,4 unità.
    • indice di deflusso del sangue venoso. Il suo intervallo normale va da 0,2 a 0,5 unità. Se questo indice supera 0,5 unità, allora indica difficoltà nel deflusso venoso ed è importante nella diagnosi di insufficienza venosa cronica.
    • indice di resistenza vascolare periferica. Il suo normale intervallo di valori è compreso tra 0,2 e 0,45 unità.

    L'interpretazione di un reovasogramma sarà incompleta senza eseguire campioni. Sono prescritti per identificare le riserve del sistema circolatorio. I campioni sono generalmente di due tipi: chimico e fisico.

    • test farmacologico chimico o farmacologico - consiste nell'assunzione di nitroglicerina, seguita dalla registrazione di RVG. Successivamente, il record viene confrontato con il solito.

    Con questo test, nel caso del vasospasmo, la nitroglicerina modifica i parametri emodinamici e il reovasogramma differisce da quello iniziale. Nel caso della stenosi organica, il campione rimane negativo e la curva non cambia natura.

    • Per la diagnosi delle vene varicose, un test fisico o di compressione è molto più importante. Un polsino elastico è sovrapposto alla coscia; quando viene iniettata aria, viene impedito il deflusso di sangue venoso. Dopo la depressurizzazione, viene eseguito ripetutamente RVG. Il tempo di recupero completo dopo la compressione consente la valutazione delle riserve di deflusso venoso.

    Lo studio ha lo scopo di studiare lo stato del letto vascolare. I risultati si riflettono sul monitor del dispositivo sotto forma di onde sincrone, che sono un riflesso visivo della pienezza del sangue nel letto vascolare in una particolare fase del ciclo cardiaco. I risultati dello studio sono scritti sotto forma di indici di reografia:

    • RI o RSI (indice sistolico reologico);
    • IE (elasticità);
    • DSI (caratterizza l'entità del deflusso e del flusso sanguigno);
    • PI (resistenza periferica);
    • CA (asimmetria delle ampiezze dell'onda sistolica) e alcuni altri.

    Questo indice, ottenuto mediante reovasografia, riflette il riempimento di sangue totale del segmento corporeo studiato. La dipendenza della resistenza del segmento dal riempirlo di sangue è inversamente proporzionale. L'IE durante la reovasografia delle estremità caratterizza l'elasticità della parete vascolare dell'area studiata, il resto sono caratteristiche indirette dello stato.

    Un reogramma è solo una curva che riflette le fluttuazioni della resistenza dei tessuti viventi alle correnti ad alta frequenza durante il ciclo cardiaco. Il lavoro principale ricade sulle spalle del medico, che decifrerà i dati digitali ricevuti. Ad esempio, la norma per RI è un valore superiore a 0,05 unità. Il RI pari a 0,04-0,05 è considerato moderatamente ridotto e inferiore a 0,04 - fortemente ridotto.

    Per IE, un tasso di 0,4 unità è considerato la norma, un livello di 0,2-0,4 unità indica una moderata diminuzione dell'elasticità della parete del vaso dell'arto studiato e un livello inferiore a 0,2 caratterizza la sua forte diminuzione. Il deflusso di sangue, anch'esso registrato come indice, è considerato normale a indicatori a un livello di 0,2-0,5.

    Decifrare i risultati consiste nel portare gli indicatori digitali a una descrizione comprensibile dello stato del letto vascolare sull'arto studiato. È lei che ti consente di prescrivere il trattamento corretto, monitorare l'effetto terapeutico delle misure adottate e tenere traccia dello sviluppo del processo patologico.

    La reovasografia degli arti inferiori viene effettuata allo scopo di studiare gli indicatori quantitativi dello stato delle navi. Le letture dell'onda sincrona sono uguali alla frequenza cardiaca. Secondo le onde, si può giudicare il riempimento dei vasi sanguigni, a seconda della fase del battito cardiaco in un determinato periodo di tempo. Come risultato dello studio, deriva il RI (indice reografico).

    Viene calcolato confrontando l'ampiezza delle onde con l'altezza (impulso di calibrazione). Il valore di RI dipende direttamente dal riempimento dei vasi sanguigni con il sangue, con il suo aiuto è possibile calcolare l'intensità totale con cui l'organo viene riempito di sangue arterioso. I seguenti parametri sono riferiti anche ai principali indicatori: valore di deflusso; elasticità; resistenza periferica.

    Dopo aver ricevuto il reovasogramma, arriva il tempo di decodifica, che viene eseguito da uno specialista qualificato. Questo è il punto principale dello studio, qui vengono scoperte tutte le patologie e si sta risolvendo la questione dell'ulteriore trattamento. L'interpretazione della reovasografia degli arti inferiori comprende i seguenti punti importanti:

    • L'enfasi principale è lo studio del RI. Un valore di 0,04 indica una forte riduzione della norma, un indice di 0,04-0,05 indica una moderata riduzione. RI superiore a 0,05 è considerato normale.
    • L'indice di elasticità (IE). Un indicatore nettamente ridotto è inferiore a 0,2. Moderatamente ridotto - 0,2-0,4. Normale è 0,4.
    • Per determinare il deflusso di sangue nei vasi, calcolare l'indice corrispondente, la cui norma è 0,2-0,5. Se il valore è inferiore, il deflusso è facilitato; un indicatore superiore a 0,5 indica difficoltà di deflusso.
    • Indicatori di resistenza periferica: più di 0,55 - sopravvalutati; inferiore a 0,15 - sottovalutato. La norma è 0,2-0,45.

    Se il paziente lamenta disagio agli arti, dolore, crampi o intorpidimento persistente, il medico nota un raffreddamento delle mani e dei piedi, il pallore della pelle, può sospettare una violazione dell'emodinamica in queste parti del corpo. Per confermare o confutare la diagnosi, viene prescritta la reovasografia.

    Decodifica del reovasogramma

    La decodifica dell'immagine grafica si basa su un confronto dei valori normali degli indici di controllo con gli indicatori della curva ottenuta.

    IndiceProcesso in fase di studioStandardModifiche
    P-index (reografico)intensità e velocità di riempimento della nave con sangue arterioso0,05 e versioni successiveun indice ridotto indica ischemia (fornitura inadeguata) dei vasi sanguigni
    Indice VO (deflusso venoso)libertà di deflusso del sangue venoso0,2-0,6un indicatore inferiore indica l'espansione della nave, alta - è fissa nel caso in cui la valvola venosa non funzioni
    Indice PS (resistenza periferica)resistenza totale al flusso sanguigno delle arteriole (piccole arterie)0,2-0,45un indice sotto la norma è un indicatore dell'espansione delle arteriole, un indice alto corrisponde alla stenosi delle arteriole o alla chiusura completa del flusso sanguigno capillare
    E-index (elasticità)estensibilità ed elasticità della parete vascolare0,2-0,4indicatore basso significa maggiore rigidità delle pareti a causa di depositi aterosclerotici

    La curva a forma di onda nel reovasogramma è stimata da larghezza, altezza, sincronismo del ritmo cardiaco, ampiezza delle oscillazioni. Lo stadio dell'insufficienza arteriosa viene valutato secondo la scala di classificazione di Fontaine-Pokrovsky:

    • Compensato o iniziale. Un leggero deterioramento degli indicatori RI e IE verso il basso. I sintomi sono espressi in affaticamento rapido, gravità, diminuzione della sensibilità delle gambe, congelamento degli arti.
    • Claudicazione subcompensata o intermittente. Il dolore si verifica quando si cammina. Gli indicatori dell'indice sono ridotti.
    • Non compensato o doloroso. I parametri digitali degli indici sono notevolmente ridotti. I dolori sono continui, compaiono aree di necrosi tissutale, ulcere.

    I risultati dell'esame non dipendono dall'affiliazione etnica o di genere del paziente.

    Sensori sovrapposti per reovasografia dell'arto superiore

    Reovasogramma, o un grammo del cervello - l'encefalogramma ha il tipo di denti, come con un cardiogramma. I denti principali del reovasogramma scendono e ci sono altri denti.

    Se le navi sono in uno stato sano, allora oscillazioni uguali diminuiscono. La parte ascendente del reovasogramma indica la capacità di ridurre le pareti vascolari. La curva verso il basso indica la capacità delle pareti di allungarsi sotto la pressione del sangue in arrivo.

    La curva reovasografica è indissolubilmente legata alla sistole dell'organo cardiaco, quindi i sensori sono anche collegati all'apparato ECG.

    Con la sclerosi degli arti inferiori, i denti non si espandono, ma la loro altezza diminuisce.

    Con l'obliterante endarterite, si verifica un'espansione del complesso dentale.

    Uno studio reovasografico del sistema di flusso sanguigno comporta anche l'esecuzione di test per identificare le cause alla radice della patologia della circolazione sanguigna, i fattori di deviazioni e disturbi latenti.

    Metodologia

    Definizione

    Per identificare patologie nascoste, è possibile utilizzare test farmacologici funzionali:

    • Nitroglicerina. Dopo il riassorbimento della nitroglicerina, viene eseguito RVG, dopo di che il risultato viene confrontato con quello abituale. Ciò è necessario per distinguere tra contrazioni organiche e spasmi funzionali.
    • Compressione. Utilizzato nello studio della trombosi venosa profonda. Per il confronto con i soliti indicatori di RVG, un bracciale viene posizionato sulla coscia e gli indicatori vengono fissati dopo la sua rimozione.
    • Fredda. Viene effettuato per diagnosticare varie patologie nelle mani. Si applica acqua fredda. Il reogramma viene rimosso tre volte dopo un certo tempo, vengono confrontati i risultati del ripristino del flusso sanguigno, vengono tratte delle conclusioni. Test negativo - sul restauro del RI al 7 ° minuto. Test positivo: recupero lento fino a 30 minuti.

    Il sangue fluido biologico è un buon conduttore di impulsi elettrici e i tessuti muscolari resistono al passaggio di un'onda elettrica. Il miglior indicatore di resistenza è il tessuto osseo del corpo umano.

    Vi sono alcuni indicatori normativi e si possono ottenere deviazioni dagli standard nella decodifica del metodo reovasografico.

    Sono determinati i seguenti indicatori:

    • Immagine dello stato della vena o dell'arteria studiata;
    • La forma del vaso sanguigno e la sua direzione vengono rilevate;
    • Vengono calcolati i diametri interno ed esterno e il suo grado di espansione sotto l'influenza della patologia, nonché il restringimento;
    • Viene rilevato il tono vascolare;
    • La capacità dei vasi sanguigni di contrarsi;
    • Fasi dal riempimento con liquido biologico;
    • Il deflusso di liquido biologico dalle estremità inferiori;
    • Simmetria nel flusso sanguigno verso tutti gli arti;
    • Sono stati trovati shunt di collegamento con altri vasi e anastomosi delle arterie.

    Esistono 2 tipi di test funzionali nello studio della reovasografia:

    • Tipo di campione di nitroglicerina - dopo aver assunto una dose di nitroglicerina, dopo un intervallo di tempo di 5 minuti, ogni deviazione viene misurata al momento dello spasmo vascolare. Se si è verificato un aumento del flusso sanguigno nel sistema, aumentano i coefficienti di elasticità e l'indice di reografia. Questo test è positivo e funzionale. Se non c'è dinamica negli spasmi, si manifesta un danno organico alle pareti delle arterie;
    • Un test di compressione è una diagnosi abbastanza importante per la trombosi delle vene delle gambe che giacciono in profondità>

    I principali indicatori calcolati dalla reovasografia:

    • Indice reografico (ohm), riflette l'intensità del riempimento del sangue arterioso nell'area studiata.
    • L'indice di elasticità (IE) caratterizza l'elasticità delle arterie dell'area studiata.
    • L'indice di resistenza periferica riflette indirettamente la resistenza vascolare periferica dell'area esaminata.
    • L'indice di deflusso (VO) viene utilizzato per valutare indirettamente il deflusso venoso.

    Per distinguere un vasospasmo funzionale dalla stenosi organica (restringimento), viene utilizzato un test alla nitroglicerina. Per questo, RVG viene registrato nello stato normale del paziente, quindi la persona in esame prende una compressa di nitroglicerina (0,5 mg) sotto la lingua. La registrazione si ripete dopo 3-5 minuti. Un campione è considerato positivo se l'indice di elasticità e l'indice reografico aumentano (di 0,01 ohm).

    Per diagnosticare la trombosi venosa profonda degli arti inferiori, viene utilizzato un test di compressione: un bracciale viene posizionato sulla coscia del paziente, quindi viene rimosso e la registrazione viene ripetuta. La condizione dei vasi del letto venoso viene valutata in base al tasso di ripristino del deflusso venoso dopo la rimozione del bracciale.

    I parametri alterati registrati con la reovasografia non indicano necessariamente danni alle pareti delle navi. I segni di un disturbo del flusso sanguigno possono essere causati da uno spasmo di natura episodica (funzionale): questo risultato può essere ottenuto se non si osservano le regole della preparazione preliminare.

    Come modo oggettivo per valutare le condizioni delle arterie e delle vene delle gambe, viene utilizzata la qualità del flusso sanguigno, la reovasografia degli arti inferiori. Con il suo aiuto, viene misurato il riempimento delle pulsazioni dei vasi sanguigni con il sangue, cioè quanto efficacemente durante la contrazione del cuore il sangue riempie i vasi delle gambe. Inoltre, il medico valuta il tono delle pareti delle arterie e delle vene, la pervietà dei vasi sanguigni grandi e piccoli.

    Ottenere risultati

    Con l'aiuto della reovasografia, il medico può esaminare le vene degli arti

    La reovasografia degli arti inferiori non è diversa dal test di altri organi finalizzato allo studio e alla valutazione dell'elasticità dei vasi sanguigni, nonché al loro riempimento con sangue. Questa procedura consente di localizzare aree con blocco parziale o completo della nave.

    Si basa sulla resistenza dei tessuti a un valore di corrente alternata applicato ad alta frequenza. L'area studiata è considerata un conduttore elettrico eterogeneo.

    Un tessuto saturo di sangue è un conduttore ideale ed è solo la conduttività della corrente elettrica attraverso di essa che mostra la reovasografia.

    Per la procedura vengono utilizzati elettrodi speciali

    La procedura viene eseguita per prevenire e diagnosticare molte malattie, ma al primo segno vale la pena contattare immediatamente un medico. Questi includono:

    • intorpidimento delle braccia o delle gambe;
    • sensazione di freddo agli arti;
    • crampi persistenti;
    • scolorimento della pelle.

    Nel caso delle vene varicose, la reovasografia è parte integrante delle azioni diagnostiche.

    La reovasografia delle navi degli arti inferiori richiede l'applicazione di alcune regole che escludono i fattori che incidono sulle navi durante la procedura:

    • 1 giorno prima dell'esame proposto, terminare l'assunzione di anticoagulanti e altri farmaci che possono influenzare la pervietà del sistema vascolare.

    È importante smettere di fumare prima della procedura

    • 8-10 ore per astenersi da sigarette, masticare o tabacco da fiuto, nonché dalla gomma alla nicotina.
    • 2 ore non mangiano e non si esercitano attivamente.
    • 20 minuti per essere calmi nel letto in cui verrà condotto lo studio.

    Altre istruzioni possono essere fornite dal medico curante, a seconda del tipo di procedura.

  • Il paziente è disteso sul letto (divano, barella).
  • Il sito di studio è pulito con alcool medico (sgrassare).
  • Collegare i sensori.
  • Avviano il dispositivo.

    La procedura è completamente indolore e non ha conseguenze. Ci vorranno circa 15-25 minuti. Durante l'azienda, il paziente deve essere a riposo.

    Qual è la norma

    Indice rografico: 0,05 ohm e oltre

    Indice di resistenza periferica 0,2-0,45

    Le indicazioni possono variare, a seconda delle caratteristiche della persona. Pertanto, la norma è determinata sulla base di numerosi studi.

    L'indice reografico determina l'efficacia del deflusso venoso. Un aumento del risultato nella decodifica indica violazione e deterioramento. L'indice di elasticità determina lo stato dei vasi arteriosi. Con una diminuzione di questa norma, viene diagnosticato un deterioramento del flusso sanguigno e con un indicatore inferiore a 0,2 - ricovero urgente.

    L'indice mostra il livello di deflusso di sangue nelle vene. Quasi simile all'indicatore reografico ed è necessario per ulteriori diagnosi. L'indice di resistenza periferica è caratterizzato dall'efficacia dei piccoli vasi.

    La reovasografia dei vasi degli arti viene utilizzata per diagnosticare e valutare completamente il danno in caso di lesioni o le conseguenze della malattia. Viene effettuato per:

    • diagnosticare disturbi del sistema circolatorio;
    • definizioni di patologie vascolari;
    • prevenzione del diabete;

    Questo metodo viene utilizzato nella diagnosi delle malattie cardiache.

    • conferma della sindrome di Raynaud;
    • diagnosi di vene varicose;
    • valutazione delle conseguenze di lesioni alla colonna cervicale;
    • diagnostica dei vasi sanguigni della testa;
    • definizioni di malattie cardiache (ischemia o ictus);
    • diagnosi di blocchi e restringimento delle vene (tromboflebite).

    La procedura può essere un passo preventivo per molte persone anziane, perché nel corso degli anni le navi perdono il loro tono e la reovasografia aiuterà a prevenire conseguenze indesiderabili.

    Vale la pena notare che le violazioni sono classificate in 2 tipi:

    • Acuta. È caratterizzato da mal di testa, forte intorpidimento dei muscoli facciali, compromissione della vista. Potrebbero esserci problemi con la memoria, la parola e il coordinamento. Manifestazione dovuta a un flusso sanguigno eccessivo creato dal blocco dei vasi sanguigni nel collo o nella testa. In caso di problemi agli arti inferiori: dolori acuti nell'area di blocco, zoppia, processi convulsivi.

    Nella fase acuta, il paziente può lamentare crampi

    • Cronica. È caratterizzato dallo sviluppo di ischemia e malattia venosa. Spesso i sintomi vengono ignorati, poiché dopo lo sforzo fisico compaiono gonfiore, intorpidimento o dolore. Una persona associa il processo di sviluppo di una malattia alla normale fatica.

    La reovasografia delle estremità non ha controindicazioni, ad eccezione di grandi lesioni cutanee in tutta l'area.

    L'articolo ha aiutato? Valutalo (ancora nessuna valutazione) Caricamento in corso.

    Indicatori normali di RVG e loro variazioni

    Detonic - una medicina unica che aiuta a combattere l'ipertensione in tutte le fasi del suo sviluppo.

    Detonic per la normalizzazione della pressione

    Il complesso effetto dei componenti vegetali del farmaco Detonic sulle pareti dei vasi sanguigni e il sistema nervoso autonomo contribuiscono a un rapido calo della pressione sanguigna. Inoltre, questo farmaco previene lo sviluppo dell'aterosclerosi, grazie ai componenti unici che sono coinvolti nella sintesi della lecitina, un aminoacido che regola il metabolismo del colesterolo e previene la formazione di placche aterosclerotiche.

    Detonic non provoca dipendenza e sindrome da astinenza, poiché tutti i componenti del prodotto sono naturali.

    Informazioni dettagliate su Detonic si trova sulla pagina del produttore www.detonicnd.com.

  • Svetlana Borszavich

    Medico generico, cardiologo, con lavoro attivo in terapia, gastroenterologia, cardiologia, reumatologia, immunologia con allergologia.
    Ottima conoscenza dei metodi clinici generali per la diagnosi e il trattamento delle malattie cardiache, nonché elettrocardiografia, ecocardiografia, monitoraggio del colera su un elettrocardiogramma e monitoraggio giornaliero della pressione sanguigna.
    Il complesso terapeutico sviluppato dall'autore aiuta in modo significativo con lesioni cerebrovascolari e disturbi metabolici nel cervello e malattie vascolari: ipertensione e complicanze causate dal diabete.
    L'autore è membro della European Society of Therapists, partecipa regolarmente a conferenze e congressi scientifici nel campo della cardiologia e della medicina generale. Ha partecipato più volte a un programma di ricerca presso un'università privata in Giappone nel campo della medicina ricostruttiva.

    Detonic